User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    6,178
     Likes dati
    15
     Like avuti
    96
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Lightbulb Camerati e compagni! Ecco a voi i Nazionalisti Social Rivoluzionari di Paetel

    In un incontro pubblico a Berlino nel luglio 1929, il giornalista nazionalista Karl Otto Paetel invitò i partecipanti - attivisti di diversi gruppi radicali - a mettere da parte le differenze tra sinistra e destra e ad impegnarsi a formare un "Fronte giovanile anti-capitalista” unitario. L'organizzazione che risultò da questo appello fu l’Arbeitsring Junge Front, un gruppo informale di giovani provenienti da una varietà di diverse associazioni politiche la cui principale preoccupazione era la costruzione di un riavvicinamento e di una sintesi ideologica tra l’estrema destra e l’estrema sinistra tedesche. Sebbene apparentemente un gruppo di pressione trasversale, la maggior parte dei principali attivisti dell’Arbeitsring condividevano un background comune nel Movimento giovanile tedesco, in particolare i gruppi giovanili Bündische di tendenza nazionalista come Adler und Falken, Deutsche Freischar, Artamanen ecc. Inizialmente si concentrarono nel tentativo di agire come ponte intellettuale tra il NSDAP e il KPD, ma alla fine giunsero alla conclusione che il loro tempo sarebbe stato speso meglio nella propria organizzazione politica. A tal fine organizzarono un convegno dal 28 al 31 maggio 1930, in cui i rappresentanti di 20 associazioni nazional-rivoluzionarie minori si unirono per fondare un'organizzazione che, come si diceva, "fungesse da comunità politica di idee" promuovendo "Nazione e socialismo" e "lo Stato dei Consigli del Popolo". Questa organizzazione è stata battezzata "Gruppo dei nazionalisti social-rivoluzionari" (GNSR). Gran parte della leadership del GNSR (incluso Paetel) era a quel tempo nello staff della rivista nazional-rivoluzionaria Die Kommenden, e l'edizione della rivista del 26 giugno 1930 (n.26, vol.5) fu usata come veicolo per annunciare la fondazione del gruppo e per diffonderne la prospettiva e la posizione su una varietà di argomenti diversi. Nello stesso anno gli articoli di questo numero furono pubblicati di nuovo con il titolo Sozialrevolutionärer Nationalismus ("Nazionalismo social-rivoluzionario"); questo opuscolo sarebbe effettivamente servito come programma del gruppo fino alla pubblicazione del Manifesto nazionale bolscevico nel 1933. I due articoli seguenti sono un esempio di alcuni dei contenuti dell’opuscolo. Il primo è di Heinz Gollong (che rappresenta gli Eidgenossen, una divisione del gruppo giovanile völkisch Freischar Schill di Werner Laß), ed è stato l'articolo principale del Kommenden citato sopra. La seconda traduzione consiste nelle “Tesi” del GNSR, come concordate dai suoi membri.

    Fondazione e posizione di Heinz Gollong e
    Le tesi del Gruppo dei nazionalisti social-rivoluzionari su Nemici del Sistema

  2. #2
    Kalki Avatara
    Data Registrazione
    04 Oct 2018
    Località
    Italia Tribale
    Messaggi
    1,485
     Likes dati
    2,850
     Like avuti
    760
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Camerati e compagni! Ecco a voi i Nazionalisti Social Rivoluzionari di Paetel

    personalmente sono un convinto sostenitore del superamento della dicotomia destra e sinistra al fine di farne una sintesi.E' un lavoro imponente , che necessita di una nuova dialettica, una nuova interpretazione del mondo , un nuovo linguaggio , nuovi simboli.Serve un nuovo grande ideologo
    Cooperative di lavoratori proprietari
    Moneta di proprietà dei cittadini
    Confederatismo mondiale di Stati sovrani

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    6,178
     Likes dati
    15
     Like avuti
    96
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Camerati e compagni! Ecco a voi i Nazionalisti Social Rivoluzionari di Paetel

    Citazione Originariamente Scritto da Blake Visualizza Messaggio
    personalmente sono un convinto sostenitore del superamento della dicotomia destra e sinistra al fine di farne una sintesi.E' un lavoro imponente , che necessita di una nuova dialettica, una nuova interpretazione del mondo , un nuovo linguaggio , nuovi simboli.Serve un nuovo grande ideologo
    Sicuramente serve tutto quello che hai detto. Però fa veramente impressione che ci siano davvero basi ideologiche centenarie relative al famoso superamento. Personalmente credo sia importante utilizzarle, ma stranamente fino ad oggi sono state lasciate abbastanza in ombra anche da chi si diceva molto interessato. E' che gli interessi "di parte" ancora sono troppo influenti..

  4. #4
    Rossobruno cattivone
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    19,638
     Likes dati
    6,884
     Like avuti
    6,215
    Mentioned
    205 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: Camerati e compagni! Ecco a voi i Nazionalisti Social Rivoluzionari di Paetel

    Io non credo nel fronte unico fascio-comunista. Non esiste affinità tra socialismo (inteso come fine dello sfruttamento dell'uomo sull'uomo) e corporativismo.

    Questo, però, non mi impedisce di parlare e anche confrontarmi con fascisti eretici, per capirci...quelli che hanno abbandonato l'anticomunismo di maniera e hanno a cuore anche i problemi sociali.

    Ma ripeto, il fronte unico lo vedo impossibile. Parere personale e opinabile.
    Potere a chi lavora. No Nato. No Ue. No immigrazione di massa. No politically correct.

  5. #5
    Kalki Avatara
    Data Registrazione
    04 Oct 2018
    Località
    Italia Tribale
    Messaggi
    1,485
     Likes dati
    2,850
     Like avuti
    760
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Camerati e compagni! Ecco a voi i Nazionalisti Social Rivoluzionari di Paetel

    io credo che molti di quelli che oggi si posizionano a destra avrebbero interesse a diventare i proprietari dei mezzi di produzione e molti di quelli che si posizionano a sinistra siano nazionalitari contrari alla dissoluzione giuridica etnica sociale della propria Nazione.Queste due anime potrebbero convergere in un unico fronte.
    Cooperative di lavoratori proprietari
    Moneta di proprietà dei cittadini
    Confederatismo mondiale di Stati sovrani

  6. #6
    Rossobruno cattivone
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    19,638
     Likes dati
    6,884
     Like avuti
    6,215
    Mentioned
    205 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: Camerati e compagni! Ecco a voi i Nazionalisti Social Rivoluzionari di Paetel

    Citazione Originariamente Scritto da Blake Visualizza Messaggio
    io credo che molti di quelli che oggi si posizionano a destra avrebbero interesse a diventare i proprietari dei mezzi di produzione e molti di quelli che si posizionano a sinistra siano nazionalitari contrari alla dissoluzione giuridica etnica sociale della propria Nazione.Queste due anime potrebbero convergere in un unico fronte.
    Ripeto: c'è la differenza sostanziale tra corporativismo e socialismo. Uno mantiene la gerarchia voluta dal capitale, l'altro vuole abolirla. Non roba da niente. Lasciami però dire che non sono certo uno che va a rompere i coglioni a un fascista se parla o manifesta. Il nemico , oggi, è altrove: dalle università fino ad arrivare all'alta finanza.
    Potere a chi lavora. No Nato. No Ue. No immigrazione di massa. No politically correct.

  7. #7
    Kalki Avatara
    Data Registrazione
    04 Oct 2018
    Località
    Italia Tribale
    Messaggi
    1,485
     Likes dati
    2,850
     Like avuti
    760
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Camerati e compagni! Ecco a voi i Nazionalisti Social Rivoluzionari di Paetel

    Citazione Originariamente Scritto da LupoSciolto° Visualizza Messaggio
    Ripeto: c'è la differenza sostanziale tra corporativismo e socialismo. Uno mantiene la gerarchia voluta dal capitale, l'altro vuole abolirla. Non roba da niente. Lasciami però dire che non sono certo uno che va a rompere i coglioni a un fascista se parla o manifesta. Il nemico , oggi, è altrove: dalle università fino ad arrivare all'alta finanza.
    nel post precedente intendevo dire che molti di quelli che si posizionano a destra abbandonerebbero volentieri il corporativismo per abbracciare il socialismo.A parer mio è insita in ogni uomo la necessità di non avere padroni.Molti di quelli che si posizionano a destra lo fanno perchè la sinistra è antinazionale
    Cooperative di lavoratori proprietari
    Moneta di proprietà dei cittadini
    Confederatismo mondiale di Stati sovrani

  8. #8
    Rossobruno cattivone
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    19,638
     Likes dati
    6,884
     Like avuti
    6,215
    Mentioned
    205 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: Camerati e compagni! Ecco a voi i Nazionalisti Social Rivoluzionari di Paetel

    Citazione Originariamente Scritto da Blake Visualizza Messaggio
    nel post precedente intendevo dire che molti di quelli che si posizionano a destra abbandonerebbero volentieri il corporativismo per abbracciare il socialismo.A parer mio è insita in ogni uomo la necessità di non avere padroni.Molti di quelli che si posizionano a destra lo fanno perchè la sinistra è antinazionale
    Si spera! Secondo me alcuni di loro sono inconsapevolmente socialisti (una piccola parte) , altri non vogliono uscire dalla forma mentis del lavoro salariato (altri ancora saranno imprenditori).
    Potere a chi lavora. No Nato. No Ue. No immigrazione di massa. No politically correct.

  9. #9
    Rossobruno cattivone
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    19,638
     Likes dati
    6,884
     Like avuti
    6,215
    Mentioned
    205 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: Camerati e compagni! Ecco a voi i Nazionalisti Social Rivoluzionari di Paetel

    @Combat

    Era Paetel, in tarda età, ad aver affermato che il nazionalbolscevismo era un fenomeno circoscritto e consumatosi nei primi anni '30 in Germania?
    Potere a chi lavora. No Nato. No Ue. No immigrazione di massa. No politically correct.

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    6,178
     Likes dati
    15
     Like avuti
    96
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Camerati e compagni! Ecco a voi i Nazionalisti Social Rivoluzionari di Paetel

    Citazione Originariamente Scritto da LupoSciolto° Visualizza Messaggio
    @Combat

    Era Paetel, in tarda età, ad aver affermato che il nazionalbolscevismo era un fenomeno circoscritto e consumatosi nei primi anni '30 in Germania?
    Beh sì più volte ne parla come un fenomeno chiuso, ma scrivendo negli anni 50 dagli Usa, dopo il crollo dei fascismi e la guerra fredda credo sia normale pensarlo. Rimane il fatto che è esistito e che persone come quelle del pezzo in discussione si sono mosse per superare le proprie idee e confrontarsi.

    Oggi più che mai ce ne sarebbe bisogno.

    Sulla questione corporativismo/socialismo la questione per me è aperta come è stata aperta dentro il socialismo, dove non diverse visioni si sono confrontate e dentro il corporativismo che è stato qualsiasi cosa, da preminenza dell'impresa privata a preminenza dello Stato sulla proprietà privata. Oggi con la nostra società ci sarebbe da coordinarsi

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Perché i social nazionalisti si lamentano con così poco successo?
    Di ciano.scuro nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 31-05-20, 10:50
  2. Madrid, nazionalisti respingono sgombero alla 'Hogar Social'
    Di sorci verdi nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 07-05-15, 10:57
  3. A quando un Social Nazionalisti diventerà leggenda?
    Di 22gradi nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-04-15, 10:42
  4. Ecco i rivoluzionari comunisti!
    Di Drieu (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 47
    Ultimo Messaggio: 13-06-04, 01:59
  5. Ecco i rivoluzionari della sinistra miliardaria
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-11-02, 18:59

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •