User Tag List

Pagina 3 di 3 PrimaPrima ... 23
Risultati da 21 a 23 di 23
  1. #21
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    6,686
     Likes dati
    4,438
     Like avuti
    4,072
    Mentioned
    81 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Conosci il passato e capirai il presente!

    Ps
    Per precisione di cronaca, il neoliberismo, non ha creato un sistema economico disastroso per l' Europa basandosi sulla esclusiva forza della detastabile odierna Unione Europea.

    Ancora prima di nascere come Unione Europea, il neoliberismo si muoveva per trasformare un GATT (Accordo generale sulle tariffe doganali e sul commercio) nato nell immediato dopoguerra, per trasfrrmarloo in un WTO o OMC (organizzazione mondiale del commercio) che all inizio recepì i vecchi ed economicamente fruttuosi trattati del GATT, per poi trasformarsi nell' esatto opposto, ovvero in una organizzazione di stampo neoliberista la quale sospinge la liberalizzzazione, ovvero la deregulation commerciale internazionale, generando in semi-concomitanza temporale ai trattati di Maastricht (1992) WTO (1995) l' effetto shock economico per le economie interne europee, tra le quali per l Italia, ora invasa da merce di scarsa qualità ma a prezzi assolutamente insostenibili per l impresa italiana, le quali merci hanno quasi completamente sostituito il campionario di prodotti ora esposti nei grandi magazzini italiani, causando quindi, una grave crisi generale per la piccola e media impresa italiana.

    (Il mercato interno italiano vale per la piccola e media industria italiana ca l'80% del mercato globale, quindi, affossare con queste regole, proprio il mercato interno, vuoldire distruggere la più consistente parte dell' economia italiana) oltrechè sospingere i cittadini italiani ad approvvigionarsi di merci di sempre più scarsa qualità!

    All interno dei trattati di Maastricht inoltre, si è giunti a subire importazioni di cibi OGM nonostante il divieto italiano alla coltivazione, per ben oltre 50 prodotti agricoli ed addirittura, nei cibi lavorati industrialmente, è ammesso ca, l 1% (0.9%) di materia prima OGM senza obbligo di comunicazione .

    l UE è letteralmente una associazione di miliardari che stritolano le economie ed avvelenano i propri cittadini, i quali pagano saltimbanchi e glullari cartacei e televisivi per ingannare i cittadini, additando il disastro economico italiano all' incompetitività, ai terroni, ai negri... mentre prima di Maastricht c' era lavoro per tutti, bianchi, neri, handicappati...

    l'Italia ha cessato da Maastricht di essere Italia!
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia.. il mio Blog: Perchè uscire dall Unione europea e dall Euro

    "Boris"

  2. #22
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    6,686
     Likes dati
    4,438
     Like avuti
    4,072
    Mentioned
    81 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Conosci il passato e capirai il presente!

    LA TARIFFA ESTERNA COMUNE DELLA UNIONE EUROPEA

    Inizialmente la tariffa esterna comune, (o dazio,) fu calcolata sulla base di una media semplice dei dazi di importazione dei quattro territori doganali (Germania Occidentale, Francia, Italia e l’Unione Doganale del Benelux) (Benelux vuoldire Olanda, Belgio e Lussemburgo. )

    Ma.. la Comunità europea ha molti anni fà, preso attivamente parte ai diversi negoziati tariffari in seno al GATT, riducendo sempre di più il livello della Tariffa Esterna Comune sulle importazioni da paesi terzi. Insomma confini UE con protezioni sempre minori. Inoltre, molti paesi fra i meno sviluppati godono di un regime privilegiato di esenzione della Tariffa Esterna Comune per le importazioni nel territorio comunitario dei propri prodotti. Questi paesi appartengono a gruppi di paesi legati alla Comunità da accordi e convenzioni specifiche. Ma quali nazioni sarebbero quelle esentate dalla protezione della Tariffa Esterna Comune?

    Ne menzioniamo alcuni per aiutarvi a capire: Angola, Benin, Burkina Faso, Burundi, Repubblica del Capo Verde, Repubblica Centrafricana, Ciad, Comore, Repubblica Democratica del Congo, Gibuti, Etiopia, Eritrea, Gambia, Guinea, Guinea Bissau, Guinea Equatoriale, Haiti, Kiribati, Lesotho, Liberia, Malawi, Mali, Mauritania, Madagascar, Mozambico, Niger e molte altre nazioni del terzo mondo come anche localizzati nella menzionata area sub-sahariana del continente africano, nei Carabi e nel Pacifico, che sono stati controparte della CEE nella sottoscrizione della Convenzione di Lomé

    Quindi assume particolare rilievo la Convenzione di Lomé. ma cos’è?

    E un accordo apparentemente nato per incoraggiare gli investimenti privati europei verso i paesi poveri ACP e di favorire lo sviluppo industriale di questi ultimi. Grazie alla convenzione, il 99% dei prodotti industriali dei paesi poveri e del terzomondo (ACP) può entrare nel mercato CE in franchigia doganale e senza condizioni di reciprocità!

    Insomma, con la scusa “di favorire” l’ industria in quei paesi, che invece rimangono sempre poverissimi, a conferma che non sono quelli i veri obiettivi conseguiti dalla convenzione, invece, sono le Multinazionali degli amici dell’ UE a fare enormi guadagni, produttori ed importatori in Europa, proprio da quelle nazioni ed assolutamente senza dazi!

    La convenzione di Lomè, ripetiamo, prevedeva quindi, che il 99% dei prodotti industriali dei paesi del terzo mondo facenti parte dell’ accordo, poteva entrare nel mercato europeo in franchigia doganale e senza condizioni di reciprocità.

    L UE ha rinnovato il medesimo accordo, ampliandolo a più paesi poverissimi, e denominato ora, accordo di Cotonou, convenzione trasfusa quindi nel nuovo Accordo (q.v.), firmato il 23.6.2000 per la durata di venti anni. Quindi questa convenzione è al 2020 ancora in essere, e ne si prospetta un ulteriore rinnovo per consentire alle multinazionali degli amici dell UE, di produrre ancora a costo zero, sfruttando politiche davvero schiaviste, ed importare dazi-free le loro merci in modo da affossare qualsiasi concorrenza esistente negli stessi mercati interni europei!

    E chiaro adesso il problema?
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia.. il mio Blog: Perchè uscire dall Unione europea e dall Euro

    "Boris"

  3. #23
    Controinformazione-Anonym
    Data Registrazione
    28 Dec 2018
    Località
    Samarcanda
    Messaggi
    6,686
     Likes dati
    4,438
     Like avuti
    4,072
    Mentioned
    81 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Conosci il passato e capirai il presente!

    Ps
    Il nuovo accordo di Cotonou è stato siglato il 15 Aprile 2021
    Io mi sono occupato di scrivere, di raccontare con rispetto ed attenzione ai dati certi, un pò di storia d' Italia.. il mio Blog: Perchè uscire dall Unione europea e dall Euro

    "Boris"

 

 
Pagina 3 di 3 PrimaPrima ... 23

Discussioni Simili

  1. I grandi personaggi del presente e del passato
    Di Klauss Von Grebur Paiton nel forum Energia, Ecologia e Ambiente
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 03-03-17, 10:37
  2. il passato il presente e il futuro
    Di l'inquirente nel forum Fondoscala
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 12-05-16, 12:50
  3. Il Pd tra presente e passato
    Di Frescobaldi nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 13-07-15, 16:20
  4. tra passato presente e futuro
    Di Sassuolo nel forum Padania!
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-05-07, 22:49

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •