User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    04 Jun 2009
    Località
    Mein Reich ist in der Luft
    Messaggi
    11,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Globalizzazione: la Cina investe in Grecia a scapito dei lavoratori autoctoni

    Globalizzazione: la Cina investe in Grecia a scapito dei lavoratori autoctoni



    Accordo tra Atene e Pechino per ristrutturare il Porto del Pireo

    Non è passata in sordina neppure in Italia la visita del primo ministro cinese Wen Jiabao, accompagnato da Wei Jiafu, a capo del gigante cinese dei trasporti Cosco (China Ocean Shipping Company) e dal governatore della Banca centrale cinese Zhou Xiaochuan, al suo collega greco Georges Papandreou lo scorso 2 ottobre: il gigante cinese si è impegnato ufficialmente a sostenere la ripresa economica del paese ellenico rendendosi disponibile ad acquistare, non appena verranno emesse dalla Banca di Atene, notevoli quantità di obbligazioni a lungo termine.
    Non solo: la Cosco e quindi la Cina intende sviluppare il porto per Pireo per farvi approdare le merci destinate all’Europa centrale e questo nonostante i mezzi di trasporto su terra debbano poi transitare per la pur sempre instabile zona balcanica.
    All’inizio la Cina sembrava esser interessata ad allargare la cooperazione con l’Italia, paese dove già entrano attraverso il solo porto di Napoli ben 1,6 milioni di tonnellate di prodotti cinesi e con Trieste che è situata poco distante dal confine austriaco, ma poi gli interessi di Pechino si sono diretti verso la Grecia, paese forse più facile da tenere al giogo di un investimento consistente.
    Il debito greco ammonta infatti a 300 miliardi di euro, mentre l’Europa unita ed il Fondo monetario internazionale si sono resi disponibili a versare alla Grecia 110 miliardi di euro in cambio di un piano di austerità energico e mal sopportato a livello sociale.
    Cina e Grecia si sono impegnate quindi a ristrutturare e a fortificare il Pireo e la Cosco ha ottenuto, fra le proteste dei lavoratori greci, la concessione per gestire per un periodo di 35 anni ben due terminal container.
    Gli investimenti ammontano a 3,3 miliardi di euro per acquisire il controllo del molo a 564 milioni per migliorarne le strutture.
    Inoltre la Cina si è vincolata con Atene a sostenere la marina mercantile greca con investimenti pari a 5 miliardi di dollari, oltre che ad acquistare 6 navi mercantili da armatori ellenici.
    Il volume d’affari è impressionante, se si pensa che le importazioni dalla Cina in Europa sono cresciute dal 2003 al 2007 del 21% all’anno e che solo nel 2007 sono arrivate nel Vecchio continente merci cinesi per oltre 230 miliardi di euro.
    D’altro canto va ricordato che l’economia cinese si appoggia per il 40 % sulle esportazioni, nonostante ampie fette della popolazione continuino a rimanere sotto il margine della povertà e l’industria spesso non tiene conto né della sicurezza dei lavoratori, né di quei diritti sindacali che a Occidente sarebbero scontati.
    L’operazione “Piléo” non è comunque piaciuta ai portuali greci, i quali temono che il loro paese, preso al collo per l’ingente debito economico, possa perdere il controllo di uno dei settori strategici dell’economia.
    Non solo: come ha spiegato il presidente del sindacato portuale George Nouhoutides, il quale ha definito l’accordo “catastrofico", "quando un paese in salute discute un affare con una nazione in difficoltà, chi è che detta le condizioni?”. Ed ancora: “la Cina vuole appropriarsi dell'etichetta del 'made in Europe' senza pagare le tasse e a condizioni favorevoli. Gli interessi della Grecia non contano".
    Certo è che il controllo del Pireo sarebbe soltanto il primo passo per l’approdo della Cina in Grecia, poiché è prevista la costruzione in Attica ed in altre regioni del paese di centri logistici ideati per la distribuzione delle merci in tutta l’area balcanica.
    Dopo il vertice di Asem, fra Europa unita e i paesi asiatici, la delegazione cinese, alla quale partecipano una decina di ministri, sarà attesta anche in Italia e quindi in Turchia, dove vi sono importanti interessi anche sul porto di Smirne.


    Globalizzazione: la Cina investe in Grecia a scapito dei lavoratori autoctoni, Enrico Oliari
    ████████

    ████████

    Gli umori corrodono il marmo

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,354
    Mentioned
    135 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Globalizzazione: la Cina investe in Grecia a scapito dei lavoratori autoctoni

    Citazione Originariamente Scritto da Majorana Visualizza Messaggio
    Dopo il vertice di Asem, fra Europa unita e i paesi asiatici, la delegazione cinese, alla quale partecipano una decina di ministri, sarà attesta anche in Italia e quindi in Turchia, dove vi sono importanti interessi anche sul porto di Smirne.


    Globalizzazione: la Cina investe in Grecia a scapito dei lavoratori autoctoni, Enrico Oliari
    Un'alleanza cino-turca non sarebbe una cosa positiva per l'Europa :giagia: , si farebbe la fine del vaso di coccio tra quelli di ferro .
    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,832
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Rif: Globalizzazione: la Cina investe in Grecia a scapito dei lavoratori autoctoni

    Solidarietà ai portuali greci.
    No alla libera circolazione dei capitali.

  4. #4
    Suddito dell'anglosfera
    Data Registrazione
    13 Jul 2010
    Località
    Supremazia anglosassone.
    Messaggi
    3,235
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Globalizzazione: la Cina investe in Grecia a scapito dei lavoratori autoctoni

    Citazione Originariamente Scritto da Freezer Visualizza Messaggio
    Un'alleanza cino-turca non sarebbe una cosa positiva per l'Europa :giagia: , si farebbe la fine del vaso di coccio tra quelli di ferro .
    Perchè? Quale minaccia rappresenta la Turchia per l'Europa a parte la demografia?

 

 

Discussioni Simili

  1. Ricerca e sviluppo, la Cina investe più di tutta l’Europa
    Di dedelind nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-02-13, 07:17
  2. la Cina investe nel nostro debito o ci mettiamo all'incanto?
    Di joseph nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 14-09-11, 17:15
  3. un ondata xenofoba investe la Cina?
    Di Georges nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23-04-08, 13:55
  4. Cina investe nell'industria aeronautica
    Di AmikoFrizz nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 14-09-06, 14:20
  5. La Cina, USA, UE e la Globalizzazione Futura
    Di Amati75 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 25-08-03, 19:34

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226