User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    62,731
     Likes dati
    7
     Like avuti
    17,531
    Mentioned
    424 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    Rottura del negoziato tra il Tesoro e il gruppo bancario. La Lega va all'attacco: "Mesi, anni, miliardi e posti di lavoro persi per colpa del Pd. Ora cosa propone Letta?"


    Le voci circolate nelle scorse ore hanno trovato conferma: il ministero del Tesoro e Unicredit hanno interrotto i negoziati su Mps. Le due controparti lo hanno ufficializzato in un comunicato diramato, limitandosi ad annunciare la rottura del negoziato relativo alla compravendita del Monte dei Paschi avviato il 29 luglio. Nella nota congiunta il Mef e il gruppo bancario hanno fatto sapere che, nonostante l'impegno di entrambe le parti, si è deciso di imporre uno stop ai "negoziati relativi alla potenziale acquisizione di un perimetro definito di banca Mps". Al momento non sono stati resi noti i motivi della rottura, così come continua a esserci una nube piena di incognite sul futuro della banca senese.

    La polemica politica
    La notizia ha ovviamente innescato le prime reazioni politiche. La Lega è andata all'attacco, mettendo nel mirino il Partito democratico di Enrico Letta. "Che soluzione propone l'onorevole Letta, eletto pochi giorni fa proprio a Siena? Mesi, anni, miliardi e posti di lavoro persi per colpa del Pd", hanno denunciato fonti del Carroccio. Erano infatti scoppiate forti polemiche sulla candidatura del segretario dem alle elezioni suppletive di Siena: in palio c'era il seggio alla Camera lasciato vacante da Pier Carlo Padoan, diventato un anno fa presidente di Unicredit.
    Si segnala la presa di posizione anche di Italia Viva, che ha chiesto al ministro dell'Economia e delle Finanze o al direttore generale del Tesoro di riferire "prontamente" nelle commissioni Finanze di Camera e Senato in merito alla situazione relativa a Mps e alle sue prospettive future. La richiesta è stata avanzata dai renziani Luigi Marattin e Luciano D'Alfonso. Per Benedetto Della Vedova, segretario di +Europa e sottosegretario agli Esteri, "l'alternativa non può essere proseguire come nulla fosse con Mps nazionalizzato, ma una nuova soluzione di mercato".

    Andrea Valenti, segretario provinciale del Partito democratico senese, sostiene che istituzioni e sindacati dei lavoratori "non devono abbassare minimamente la guardia" ma diventare invece "parte attiva del percorso intorno ai punti minimi di salvaguardia". Valenti parla di "permanenza della direzione a Siena" e in particolare della necesssità di "una presenza dello Stato per accompagnare la sua evoluzione". L'interruzione della trattativa Unicredit-Mef è stata accolta positivamente da Eugenio Giani, governatore della Regione Toscana: "Il Monte dei Paschi di Siena ce la può fare, senza dover essere incorporato in altra banca".

    Letta: "Mef corretto"
    Sulla situazione è intervenuto anche Enrico Letta, che giudica "assolutamente corretto" il modo in cui il ministero del Tesoro ha portato avanti questa vicenda. La sua impressione è che Unicredit "pensava di partecipare a una svendita". Ora, sostiene il segretario del Pd, occorre avere più tempo nel rapporto con l'Europa e avere più opzioni in campo: "Credo che ci siano le possibilità di farlo. Da adesso in poi sono sicuro che ci saranno più opzioni".
    La rottura
    Come spiegato da Il Sole 24 Ore, i colloqui si sono interrotti "sotto il peso di un'irriducibile distanza" tra le condizioni poste dal Ceo di Unicredit (Andrea Orcel) e ciò che era disposto ad offrire il Tesoro (azionista di controllo di Siena con il 64% del capitale). Infatti, stando a quanto rivelato da Reuters, i negoziati si sarebbero incagliati su due elementi principali: un gap di valutazione fino a 3,5 miliardi di euro e un'iniezione di capitale da 6,3 miliardi di euro che sarebbe stata richiesta da Unicredit.

    Questo perché la richiesta di capitale di 3 miliardi di euro avrebbe tenuto conto di aggiustamenti contabili negativi che sono ritenuti in gran parte ingiustificati dal Tesoro. Inoltre il gruppo bancario avrebbe valutato le attività di Mps che avrebbe acquisito a circa 1,3 miliardi di euro, mentre il Tesoro le avrebbe valutate tra i 3,6 miliardi e 4,8 miliardi di euro.

    A questo punto il Tesoro potrebbe chiedere maggiore tempo all'Unione europea per (ri)privatizzare la banca: secondo gli accordi presi, il socio pubblico dovrà realizzare la vendita entro la primavera 2022. Inoltre non è da escludere che il piano di rafforzamento predisposto dall'amministratore delegato di Mps, Guido Bastianini, possa essere rivisto e ripresentato almeno in parte alla Bce.

    https://www.ilgiornale.it/news/economia/mps-interrotti-i-negoziati-unicredit-e-mef-mesi-e-miliardi-1984274.html


    ecco la fine che fanno le banche in mano al pd. ed i miliardi buttati? chi ce li mette? Letta? zingaretti?

  2. #2
    Crocutale
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    36,889
     Likes dati
    730
     Like avuti
    15,766
    Mentioned
    435 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    Unicredit non la voleva solo regalata, voleva essere pagata altri miliardi per prenderla, rovinando definitivamente i piccoli azionisti.
    Stavolta il MEF ha fatto bene a mandarli a quel paese.
    Tutto quel che c'è da sapere è che l'Italia è l'Italia perché è l'Italia.

  3. #3
    Thread Terminator
    Data Registrazione
    05 Jan 2021
    Località
    Finitore di thread
    Messaggi
    1,851
     Likes dati
    3,504
     Like avuti
    689
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    6

    Predefinito Re: Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    ma non è meglio farle fallire ste banche?
    Citami se vuoi risposta @osservatore90

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    62,731
     Likes dati
    7
     Like avuti
    17,531
    Mentioned
    424 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    Citazione Originariamente Scritto da Perseo Visualizza Messaggio
    Unicredit non la voleva solo regalata, voleva essere pagata altri miliardi per prenderla, rovinando definitivamente i piccoli azionisti.
    Stavolta il MEF ha fatto bene a mandarli a quel paese.
    ci vogliamo mettere altri venti miliardi come fece renzi per salvarw dalla bancarotta la banca del pd?

    tanto paga lo stato, cioe' NOI. mps è decotta, non si è salvata nemmeno con tre aumenti di capitale, andava venduta ad un euro come ha fatto intesa sanpaolo con le altre decotte.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    San Gottardo
    Messaggi
    41,356
     Likes dati
    13,679
     Like avuti
    17,591
    Mentioned
    387 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    ....ehhhh ma l'Alitalia....!!!!!!
    Possiamo concludere che tutto il peggio che succede in Italia e' dovuto alle elites PD ed al vaticano?
    Stupri, attentati, invasione, fallimenti, disoccupazione, emergenza sociale, denatalita',violenza verbale , suicidi, omicidi....

  6. #6
    1° Futurologia 2019
    Data Registrazione
    11 Mar 2005
    Località
    Unione Europea
    Messaggi
    6,156
     Likes dati
    1,956
     Like avuti
    1,017
    Mentioned
    42 Post(s)
    Tagged
    36 Thread(s)

    Predefinito Re: Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    Citazione Originariamente Scritto da osservatore90 Visualizza Messaggio
    ma non è meglio farle fallire ste banche?
    Se la banca fallisce i correntisti sono "garantiti" (non so poi da dove si prendano questi soldi e come glieli darebbero dato che non è mai successo prima) fino a 100.000€ il resto è perso, il problema sono gli affidati che dovrebbero rientrare teoricamente entro 15gg delle loro esposizioni verso la banca per soddisfare i creditori della banca stessa e non so quante "buone" aziende e piccoli affidati riuscirebbero in così poco tempo a rientrare ottenendo un nuovo fido da un'altra banca.
    Ecco perché fino a oggi hanno sempre cercato salvataggi.
    La storia è maestra di vita ma non ha allievi. (A. Gramsci)

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    15 Dec 2019
    Messaggi
    3,095
     Likes dati
    0
     Like avuti
    1,502
    Mentioned
    23 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    Ma se la banca e' fallita e ha 8000 dipendenti oltre il necessario, che senso ha tenerli mantenuti a vita?
    Per proseguire le politiche di mance del PD a Siena?
    Ovvio che i conti non possono che peggiorare, nessuno la vuole.

    Con le banche venete si e' tenuto tutto un altro comportamento, stangate senza pieta'.

  8. #8
    Thread Terminator
    Data Registrazione
    05 Jan 2021
    Località
    Finitore di thread
    Messaggi
    1,851
     Likes dati
    3,504
     Like avuti
    689
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    6

    Predefinito Re: Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    Citazione Originariamente Scritto da Mauam Visualizza Messaggio
    Se la banca fallisce i correntisti sono "garantiti" (non so poi da dove si prendano questi soldi e come glieli darebbero dato che non è mai successo prima) fino a 100.000€ il resto è perso, il problema sono gli affidati che dovrebbero rientrare teoricamente entro 15gg delle loro esposizioni verso la banca per soddisfare i creditori della banca stessa e non so quante "buone" aziende e piccoli affidati riuscirebbero in così poco tempo a rientrare ottenendo un nuovo fido da un'altra banca.
    Ecco perché fino a oggi hanno sempre cercato salvataggi.
    si salvino i correntisti e gli affidati, si chiuda la banca
    Citami se vuoi risposta @osservatore90

  9. #9
    Crocutale
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    36,889
     Likes dati
    730
     Like avuti
    15,766
    Mentioned
    435 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    Citazione Originariamente Scritto da IlPadano Visualizza Messaggio
    Ma se la banca e' fallita e ha 8000 dipendenti oltre il necessario, che senso ha tenerli mantenuti a vita?
    Per proseguire le politiche di mance del PD a Siena?
    Ovvio che i conti non possono che peggiorare, nessuno la vuole.

    Con le banche venete si e' tenuto tutto un altro comportamento, stangate senza pieta'.
    Se lo fai col MPS escono tutte le magagne del PD e c'è pure il rischio che i libri vengano portati in tribunale, e qua ci sono diversi morti di mezzo.

    Leggere il libro " Morte dei Paschi " di Franco Fracassi per capire bene cosa gira dietro alla questione.
    Tutto quel che c'è da sapere è che l'Italia è l'Italia perché è l'Italia.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    62,731
     Likes dati
    7
     Like avuti
    17,531
    Mentioned
    424 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: Mps, rottura tra Unicredit e Mef. "Miliardi persi per colpa del Pd"

    Citazione Originariamente Scritto da Mauam Visualizza Messaggio
    Se la banca fallisce i correntisti sono "garantiti" (non so poi da dove si prendano questi soldi e come glieli darebbero dato che non è mai successo prima) fino a 100.000€ il resto è perso, il problema sono gli affidati che dovrebbero rientrare teoricamente entro 15gg delle loro esposizioni verso la banca per soddisfare i creditori della banca stessa e non so quante "buone" aziende e piccoli affidati riuscirebbero in così poco tempo a rientrare ottenendo un nuovo fido da un'altra banca.
    Ecco perché fino a oggi hanno sempre cercato salvataggi.
    ma ci rendiamo conto che per salvare la banca del PD gli italiani hanno già sborsato con Renzi, allora segretario del PD, la bellezza di VENTI MILIARDI ( in un cdm di venti minuti, di notte, come se niente fosse, li hanno trovati sotto un sasso, vero?), mentre gli azionisti hanno già subito tre aumenti di capitali tutti regolarmente bruciati? un titolo che quotava oltre 8 euro ed ora quota 1 ? dopo tre aumenti di capitale? e questa è la buona gestione degli uomini del pd?

    ed i senesi che li votano adesso pregano in ginocchio che noi italiani continuiamo a sborsare? che li chiedano a Letta e Zingaretti, i soldi per coprire i loro buchi, formati da una gestione terrificante. e chi sono coloro che hanno i maggiori debiti con la banca? mi pare Surgenia... e di chi è Surgenia? mi pare de benedetti. e chi è de benedetti? mi pare la tessera numero uno del pd.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 03-08-18, 06:11
  2. Risposte: 714
    Ultimo Messaggio: 19-05-17, 14:33
  3. Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 25-03-16, 16:14
  4. Risposte: 76
    Ultimo Messaggio: 17-04-12, 15:22
  5. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 26-10-10, 12:26

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •