User Tag List

Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 56
Risultati da 51 a 54 di 54
Like Tree1Likes

Discussione: Una Milano da bere omertosa come Napoli ?

  1. #51
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,333
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Una Milano da bere omertosa come Napoli ?

    Sicurezza Milano, in via Salerno nuova aggressione ad una maestra ma per Pisapia Milano è sicura e vivibile, elenco rapine e stupri ultimi 20 giorni



    Sicurezza Milano, in via Salerno nuova aggressione ad una maestra ma per Pisapia Milano è sicura e vivibile, elenco rapine e stupri ultimi 20 giorni - Notizie Milano - Cronaca Milano


    Proprio ieri il sindaco Pisapia ha dichiarato che nei quartieri di Milano il senso di insicurezza è diminuito fortemente: analisi di rapine, furti e stupri degli ultimi 20 giorni e segnalazioni inviate direttamente dai cittadini circa i propri quartieri di residenza


    E’ successo alle 9 di ieri mattina nel parco di via Salerno, zona Barona, periferia Sud di Milano.



    Qui una maestra elementare di 26 anni si stava recando alla scuola dove insegna, in via Salerno 2.



    In base a quanto poi spiegato dalla vittima ai Carabinieri, un uomo di origine marocchina l’ha prima avvicinata e poi, all’improvviso, l’ha afferrata e trascinata in una zona dell’area verde.



    Tenendo immobilizzata la sua preda, l’uomo, che aveva in corpo una non indifferente quantità di alcol, ha iniziato a palpeggiarla nelle zone intime cercando di obbligarla a subire un rapporto sessuale, fino ad appoggiarsi con il proprio corpo sopra la 26enne disperata.



    A questo punto, lottando con tutta la propria forza, la vittima è riuscita a divincolarsi ed è fuggita, correndo verso la scuola dove c’erano alcune mamme che stavano per lasciare i propri bimbi a lezione.



    La maestra, con grande coraggio, è quindi entrata a scuola dove ha subito chiamato i Carabinieri.

    Ai militari la donna ha fornito una descrizione dettagliata, spiegando quanto accaduto e soffermandosi sull’aspetto del suo aggressore.



    Immediatamente sopraggiunta una pattuglia, i militari hanno cercato il marocchino nella zona dei giardinetti dove era stata consumata la terribile aggressione.



    Lì, il malvivente c’era ancora e, fortunatamente, per lui sono scattate le manette.



    Ancora una volta, l’accusa è quella di violenza sessuale.



    Purtroppo, infatti, negli ultimi 22 giorni le aggressioni verificatesi a Milano ai danni delle donne, tra stupri e tentativi di stupri, hanno raggiunto la cifra record di 8 casi, che salgono ad un totale di 15 se si aggiungono anche le rapine, i borseggi nonché il caso ancora aperto della signora di 67 anni colpita da 21 coltellate da uno sconosciuto in via De Pretis.



    Sempre ieri il Sindaco Giuliano Pisapia, nel suo intervento al convegno “Contrasto alla corruzione e alle mafie: Expo banco di prova” ha dichiarato: “Abbiamo dati che ci dicono che nei quartieri il senso di insicurezza è diminuito fortemente. Abbiamo ancora molto da fare ma si capisce che a Milano i cittadini sentono che c’è un’amministrazione amica che può cambiare la città, dalle periferie al centro”.



    Il Sindaco Pisapia ha aggiunto che siamo davanti ad un grande cambiamento rispetto all’amministrazione Moratti, le cui “ordinanze colpivano sempre le periferie”.



    Ora invece, secondo Pisapia, il vento è cambiato e “combattendo l’emarginazione si dà più sicurezza e si rende la città più vivibile e più ricca” e questo “conciliando equità e sviluppo”.




    PRESTO QUESTA città diventerà come malmo è solo questione di tempo.



    QUANDO SI fanno discorsi del genere io non mistupisco. Chi commette crimini ride a sentire discorsi del genere.

    Ora invece, secondo Pisapia, il vento è cambiato e “combattendo l’emarginazione si dà più sicurezza e si rende la città più vivibile e più ricca” e questo “conciliando equità e sviluppo

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #52
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,035
    Mentioned
    41 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Una Milano da bere omertosa come Napoli ?

    Citazione Originariamente Scritto da psico Visualizza Messaggio
    Sicurezza Milano, in via Salerno nuova aggressione ad una maestra ma per Pisapia Milano è sicura e vivibile, elenco rapine e stupri ultimi 20 giorni



    Sicurezza Milano, in via Salerno nuova aggressione ad una maestra ma per Pisapia Milano è sicura e vivibile, elenco rapine e stupri ultimi 20 giorni - Notizie Milano - Cronaca Milano


    Proprio ieri il sindaco Pisapia ha dichiarato che nei quartieri di Milano il senso di insicurezza è diminuito fortemente: analisi di rapine, furti e stupri degli ultimi 20 giorni e segnalazioni inviate direttamente dai cittadini circa i propri quartieri di residenza


    E’ successo alle 9 di ieri mattina nel parco di via Salerno, zona Barona, periferia Sud di Milano.



    Qui una maestra elementare di 26 anni si stava recando alla scuola dove insegna, in via Salerno 2.



    In base a quanto poi spiegato dalla vittima ai Carabinieri, un uomo di origine marocchina l’ha prima avvicinata e poi, all’improvviso, l’ha afferrata e trascinata in una zona dell’area verde.



    Tenendo immobilizzata la sua preda, l’uomo, che aveva in corpo una non indifferente quantità di alcol, ha iniziato a palpeggiarla nelle zone intime cercando di obbligarla a subire un rapporto sessuale, fino ad appoggiarsi con il proprio corpo sopra la 26enne disperata.



    A questo punto, lottando con tutta la propria forza, la vittima è riuscita a divincolarsi ed è fuggita, correndo verso la scuola dove c’erano alcune mamme che stavano per lasciare i propri bimbi a lezione.



    La maestra, con grande coraggio, è quindi entrata a scuola dove ha subito chiamato i Carabinieri.

    Ai militari la donna ha fornito una descrizione dettagliata, spiegando quanto accaduto e soffermandosi sull’aspetto del suo aggressore.



    Immediatamente sopraggiunta una pattuglia, i militari hanno cercato il marocchino nella zona dei giardinetti dove era stata consumata la terribile aggressione.



    Lì, il malvivente c’era ancora e, fortunatamente, per lui sono scattate le manette.



    Ancora una volta, l’accusa è quella di violenza sessuale.



    Purtroppo, infatti, negli ultimi 22 giorni le aggressioni verificatesi a Milano ai danni delle donne, tra stupri e tentativi di stupri, hanno raggiunto la cifra record di 8 casi, che salgono ad un totale di 15 se si aggiungono anche le rapine, i borseggi nonché il caso ancora aperto della signora di 67 anni colpita da 21 coltellate da uno sconosciuto in via De Pretis.



    Sempre ieri il Sindaco Giuliano Pisapia, nel suo intervento al convegno “Contrasto alla corruzione e alle mafie: Expo banco di prova” ha dichiarato: “Abbiamo dati che ci dicono che nei quartieri il senso di insicurezza è diminuito fortemente. Abbiamo ancora molto da fare ma si capisce che a Milano i cittadini sentono che c’è un’amministrazione amica che può cambiare la città, dalle periferie al centro”.



    Il Sindaco Pisapia ha aggiunto che siamo davanti ad un grande cambiamento rispetto all’amministrazione Moratti, le cui “ordinanze colpivano sempre le periferie”.



    Ora invece, secondo Pisapia, il vento è cambiato e “combattendo l’emarginazione si dà più sicurezza e si rende la città più vivibile e più ricca” e questo “conciliando equità e sviluppo”.




    PRESTO QUESTA città diventerà come malmo è solo questione di tempo.



    QUANDO SI fanno discorsi del genere io non mistupisco. Chi commette crimini ride a sentire discorsi del genere.

    Ora invece, secondo Pisapia, il vento è cambiato e “combattendo l’emarginazione si dà più sicurezza e si rende la città più vivibile e più ricca” e questo “conciliando equità e sviluppo
    Ogni popolo ha l'amministrazione che merita.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #53
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,333
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Una Milano da bere omertosa come Napoli ?

    La camorra nel cuore di Milano Sigilli al Gran Caffè Sforza


    Commenti


    La camorra nel cuore di Milano Sigilli al Gran Caffè Sforza - Il Giorno - Milano


    Arrestato Mauro Russo, 47 anni, referente dei clan cutoliani. Imponeva le sue slot machine nei bar e riciclava denaro con attività apparentemente legali nel milanese. Altri 11 gli indagati



    Gran Caffè Sforza, il locale figura tra i beni sequestrati durante un'operazione antimafia (Omnimilano)


    Milano, 4 luglio 2012 - Estorsione, spaccio di droga e riciclaggio di denaro nel milanese erano le principali attività della camorra "cutoliana", sbarcata anche nel cuore di Milano. L'organizzazione mafiosa si serviva di bar, società immobiliari, attività commerciali e fabbriche di videopoker per reinvestire il denaro sporco. Tra i beni sequestrati durante un'operazione antimafia dei carabinieri del Noe di Roma, guidati dal colonnello Sergio De Caprio, noto anche come 'Ultimo', e dal capitano Pietro Rajola Pescarini, c'e' anche il bar 'Gran Caffe' Sforza', nel centro storico di Milano. In totale le persone indagate sono 12. Fra queste il personaggio chiave è Mauro Russo, 47 anni, arrestato, del clan Belforte o Mazzacane. A lui erano sono riconducibili 20 milioni di beni sequestrati.

    Accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso, Russo avrebbe reinvestito capitali sporchi attraverso una rete di prestanome e, secondo un'intercettazione del 15 novembre scorso, avrebbe anche rivelato di poter superare alcuni passaggi dell'iter amministrativo. ''Mi servirebbe, però urgentemente, il certificato camerale, con la dicitura antimafia, per il bar qua di via Sforza'', avrebbe detto Russo al telefono con tale Paolo. Inoltre, l'associazione camorrista estorceva denaro agli operatori commerciali e si scontrava con le armi con altri gruppi camorristici per il controllo dello spaccio di droga e per l'imposizione di macchinette videopoker o slot machine agli esercenti di bar.

    Il ruolo criminale di Russo, secondo alcuni pentiti, sarebbe di essere referente di Pasquale Scotti, latitante dal 1985, detto 'Pasqualino o' collier' per aver regalato un collier alla moglie di Raffaele Cutolo, lo storico boss della Nuova Camorra Organizzata (Nco). Fin dal 1999 si è associato al clan Belforte, ex cutoliano. Dapprima ha imposto la distribuzione delle proprie slot machine agli esercizi commerciali di Marcianise (Caserta) e in zone limitrofe per poi diventare affiliato del clan. Al punto da fornire armi e auto usate per omicidi, offrendo appoggio logistico ai latitanti del gruppo, ma anche per il riciclaggio dei proventi illeciti, soprattutto nella zona di Milano.

    Il sequestro preventivo è stato disposto dal gip del Tribunale di Napoli Andrea Rovida su richiesta della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo campano



    IN GERMANIA I TURCHI FANNO LE STESSE COSE.



    Luigi Vittorino Morneghini pestato da due poliziotti a Milano: il video che li ha incastrati


    Pestaggio a Milano: il video


    E’ stato diffuso oggi il video che ha incastrato i due poliziotti della Questura di Milano, arrestati nei giorni scorsi con l’accusa di aver massacrato di botte l’anziano Luigi Vittorino Morneghini.






    Su Corriere.it è stato pubblicato il video del pestaggio ai danni del 63enne Luigi Vittorino Morneghini, aggredito a calci e pugni nella notte tra il 20 e il 21 maggio scorsi in viale Gorizia a Milano, intorno alle 3 di notte.

    I due militari, entrambi 24enni e originari della Sicilia, erano liberi dal servizio e dopo il pestaggio hanno tentato di giustificarsi dicendo di esser stati infastiditi da Morneghini e, pensando che fosse armato, di aver temuto per la loro incolumità.

    La loro versione dei fatti è stata smentita dal video ripreso dalla telecamere di sorveglianza installate in zona. I due, difesi dall’avvocato Giampiero Chiodo, devono rispondere all’accusa di lesioni gravissime, falso ideologico e calunnia.

    La vittima ha riportato danni permanenti al volto ed è stato dimesso dall’ospedale con una prognosi di 40 giorni.



    ALTRI PUGILI INVASORI IN DIVISA.

  4. #54
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,996
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Una Milano da bere omertosa come Napoli ?

    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

 

 
Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 56

Discussioni Simili

  1. Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 29-01-13, 03:30
  2. Milano omertosa...
    Di Josef Scveik nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 05-05-12, 23:40
  3. Milano da bere
    Di Ruggero d'Altavilla nel forum FC Inter
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 12-05-07, 11:07
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 17-02-04, 09:14
  5. Milano da bere, Terni da spolpare
    Di Esmor nel forum Umbria
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-02-04, 21:00

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226