User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Barbaro
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    45,901
     Likes dati
    9,135
     Like avuti
    18,365
    Mentioned
    555 Post(s)
    Tagged
    55 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Chi risponde alle domande esistenziali?

    Quali sono le domande esistenziali?
    Chi siamo, da dove veniamo, c'è vita dopo la morte, perchè sono nato in una famiglia povera invece di una ricca, perchè c'è la sofferenza, il dolore fisico, troverò l'amore etc

    ebbene...
    nel passato è stata la religione a (cercare di) rispondere a queste domanda, la massa seguiva ciò che dicevano i preti salvo una piccola minoranza di personaggi altolocati che si rivolgevano (anche) ad astrologi, filosofi e maghi vari...

    poi nell'era detta moderna ha cominciato ad intrufularsi la scienza nel rispondere a quei quesiti e di conseguenza abbiamo vissuto una perdita di autorevolezza dei religiosi sostituiti dagli scienziati e poi anche dagli intellettuali impegnati oggi però caduti in disgrazia...

    ma la scienza si occupa solo del misurabile perciò a certe domande s'è capito non potrà mai rispondere...

    e quindi chi ne prenderà il posto come "oracolo pubblico"?
    PATRIMONIALE PROGRESSIVA SU IMMOBILI, DEPOSITI, PRODOTTI FINANZIARI, RENDITE E SUCCESSIONI!

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    28 Aug 2009
    Messaggi
    1,344
     Likes dati
    64
     Like avuti
    132
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Chi risponde alle domande esistenziali?

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    Quali sono le domande esistenziali?
    Chi siamo, da dove veniamo, c'è vita dopo la morte, perchè sono nato in una famiglia povera invece di una ricca, perchè c'è la sofferenza, il dolore fisico, troverò l'amore etc

    ebbene...
    nel passato è stata la religione a (cercare di) rispondere a queste domanda, la massa seguiva ciò che dicevano i preti salvo una piccola minoranza di personaggi altolocati che si rivolgevano (anche) ad astrologi, filosofi e maghi vari...

    poi nell'era detta moderna ha cominciato ad intrufularsi la scienza nel rispondere a quei quesiti e di conseguenza abbiamo vissuto una perdita di autorevolezza dei religiosi sostituiti dagli scienziati e poi anche dagli intellettuali impegnati oggi però caduti in disgrazia...

    ma la scienza si occupa solo del misurabile perciò a certe domande s'è capito non potrà mai rispondere...

    e quindi chi ne prenderà il posto come "oracolo pubblico"?
    Devo purtroppo constatare che l'essere umano ultimamente è alquanto distratto, ma esiste già un "Ente" che risponde a queste domande esistenziali.
    E' sempre esistito ed è stra-conosciuto, se non altro a livello filosofico,...questo "Ente" si chiama Verità.
    Probabilmente nella tua mente questa parola "Verità" non avrà nessun significato in quanto la caratteristica di questa parola è che non è ne condivisibile ne comunicabile,...se non in particolari condizioni.
    Quali sono queste condizioni?
    Anche questo ce l'hanno già detto da un bel pò di tempo: "Conosci te stesso"
    Ogni essere umano deve scoprire di "essere" quella Verità.
    Se tu sei l'acqua in un bicchiere e vieni versato nel mare, ecco che tu in quel momento diventi il mare.
    Se OGGI tu sei consapevole che l'acqua del tuo bicchiere è la stessa del mare non c'è bisogno di versarti nel mare per "essere" il mare: ti puoi godere la tua esistenza come se tu fossi già un tutt'uno col mare.
    Questa esperienza ci dona una Felicità completa e senza fine.
    Tu mi puoi dire: -che ne è stato di queste domande esistenziali ?-
    Potrei risponderti semplicemente che un essere umano felice non ha più domande esistenziali: si gode pienamente il suo stato di totale Felicità.
    Potrei invitarti a trovare un modo per conoscere te stesso, e poi sei tu che sperimenterai personalmente, individualmente, quello che ti ho scritto...
    *
    Chi vuol non ha,
    chi sa non può,
    chi né vuol né sa tutt' ha e può.

  3. #3
    Forumista gentiluomo seni
    Data Registrazione
    17 Jun 2009
    Messaggi
    8,371
     Likes dati
    2,810
     Like avuti
    2,864
    Mentioned
    82 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Chi risponde alle domande esistenziali?

    Citazione Originariamente Scritto da Z4rdoz Visualizza Messaggio
    Devo purtroppo constatare che l'essere umano ultimamente è alquanto distratto, ma esiste già un "Ente" che risponde a queste domande esistenziali.
    E' sempre esistito ed è stra-conosciuto, se non altro a livello filosofico,...questo "Ente" si chiama Verità.
    Probabilmente nella tua mente questa parola "Verità" non avrà nessun significato in quanto la caratteristica di questa parola è che non è ne condivisibile ne comunicabile,...se non in particolari condizioni.
    Quali sono queste condizioni?
    Anche questo ce l'hanno già detto da un bel pò di tempo: "Conosci te stesso"
    Ogni essere umano deve scoprire di "essere" quella Verità.
    Se tu sei l'acqua in un bicchiere e vieni versato nel mare, ecco che tu in quel momento diventi il mare.
    Se OGGI tu sei consapevole che l'acqua del tuo bicchiere è la stessa del mare non c'è bisogno di versarti nel mare per "essere" il mare: ti puoi godere la tua esistenza come se tu fossi già un tutt'uno col mare.
    Questa esperienza ci dona una Felicità completa e senza fine.
    Tu mi puoi dire: -che ne è stato di queste domande esistenziali ?-
    Potrei risponderti semplicemente che un essere umano felice non ha più domande esistenziali: si gode pienamente il suo stato di totale Felicità.
    Potrei invitarti a trovare un modo per conoscere te stesso, e poi sei tu che sperimenterai personalmente, individualmente, quello che ti ho scritto...
    Bentornato!

    Si può dire che la risposta alla domanda del thread è:
    sarà sempre la stessa Entità a rispondere alle domande eterne dell'umanità, fornendo sempre la stessa risposta, solo magari in forme diverse a seconda delle epoche.

    Io purtroppo non ho ancora trovato quella Verità, eppure mi dà sollievo leggere di persone che l'hanno trovata, se non altro come speranza.

    Ma quel modo per conoscere se stessi, a cui accennavi, può essere descritto brevemente anche su un forum come questi?

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Dec 2010
    Messaggi
    22,691
     Likes dati
    613
     Like avuti
    6,784
    Mentioned
    288 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Chi risponde alle domande esistenziali?

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    Quali sono le domande esistenziali?
    Chi siamo, da dove veniamo, c'è vita dopo la morte, perchè sono nato in una famiglia povera invece di una ricca, perchè c'è la sofferenza, il dolore fisico, troverò l'amore etc

    ebbene...
    nel passato è stata la religione a (cercare di) rispondere a queste domanda, la massa seguiva ciò che dicevano i preti salvo una piccola minoranza di personaggi altolocati che si rivolgevano (anche) ad astrologi, filosofi e maghi vari...

    poi nell'era detta moderna ha cominciato ad intrufularsi la scienza nel rispondere a quei quesiti e di conseguenza abbiamo vissuto una perdita di autorevolezza dei religiosi sostituiti dagli scienziati e poi anche dagli intellettuali impegnati oggi però caduti in disgrazia...

    ma la scienza si occupa solo del misurabile perciò a certe domande s'è capito non potrà mai rispondere...

    e quindi chi ne prenderà il posto come "oracolo pubblico"?
    Forse l'unica risposta sensata è smettere di pensare in modo 'teleologico' e rendersi conto che molte delle domande 'esistenziali' non hanno senso ad essere poste.
    Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    28 Aug 2009
    Messaggi
    1,344
     Likes dati
    64
     Like avuti
    132
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Chi risponde alle domande esistenziali?

    Citazione Originariamente Scritto da salve Visualizza Messaggio
    Bentornato!

    Si può dire che la risposta alla domanda del thread è:
    sarà sempre la stessa Entità a rispondere alle domande eterne dell'umanità, fornendo sempre la stessa risposta, solo magari in forme diverse a seconda delle epoche.

    Io purtroppo non ho ancora trovato quella Verità, eppure mi dà sollievo leggere di persone che l'hanno trovata, se non altro come speranza.

    Ma quel modo per conoscere se stessi, a cui accennavi, può essere descritto brevemente anche su un forum come questi?
    Caro salve, questo tuo atteggiamento mi dona entusiasmo.
    Si ! è strepitoso che un essere umano non dia niente per scontato, ovvero che in un forum come POL non possa apparire qualcuno che Conosce questa Verità, ed è anche per questo che diversi utenti mi hanno rifilato sberleffi e allo stesso tempo pochi hanno colto questa presenza come un'opportunità.
    Bada bene, non è z4rdoz che ha scelto POL ,...è la Verità che ha scelto POL nel lontano 2006.
    E' così che funziona. Io non possiedo la Verità, è Lei che mi possiede e non so in questo momento quale sarà la risposta alla tua domanda.
    Ovviamente sarò il primo destinatario e a cascata questa risposta arriverà a tutti quelli che leggeranno...

    In questo momento salve è la Verità, ma se salve non sperimenta questa Verità lo è davvero?
    E' quella situazione paradossale di un pasticciere che fa torte per tutta la vita ed è talmente preso da questo lavoro che non ne assaggia neanche una e alla fine della sua esistenza si chiede: -chissà che sapore avevano le mie torte ?-
    Solo in quel punto finale si accorge che si è dimenticato la cosa fondamentale, la cosa che andava fatta, la cosa che avrebbe risposto a quella semplice domanda, ovvero doveva fermarsi e assaggiare quella torta.
    Una cosa così banale, così semplice, ma che avrebbe cambiato tutto.
    Un'esperienza che avrebbe sostituito un dubbio con una certezza: Conoscere il sapore di quella torta.

    Allo stesso modo posso dire: se un essere umano è vivo, ma non sa di esserlo,...è vivo davvero?
    Tutti noi sappiamo che tutti gli esseri umani fanno tante cose per sentirsi vivi.
    Si gettano con il paracadute da tremila metri o con un elastico da un ponte, e fanno tanti altri sport per conoscere i propri limiti e superarli.
    Poi c'è un'altra categoria di uomini che sente un tale dolore per questa esistenza che si anestetizza sperando che facendo scomparire un dolore possa emergere uno stato vivibile dell'esistenza.
    Poi ci sono quelli che si dicono: "chi si accontenta gode". Perchè farsi domande sull'esistenza quando potrebbe non esserci una risposta.
    Questa è la situazione dell'essere umano, chiaramente ci sono tante sfumature, ma il motivo conduttore è il medesimo: l'essere umano deve fare delle cose per sentire che questa vita ha un senso.
    E attenzione che se si perde questo minimo senso si corre il rischio di entrare in questa spirale che si chiama depressione con tutte le sue conseguenze.


    Ebbene, l'essere umano che si reputa un essere senziente e intelligente non si accorge che tutta questa fotografia di se stesso è paradossale
    e alquanto ridicola.
    Visto che l'essere umano è GIA' vivo...
    Come mai non si sente vivo senza fare nulla ?
    Come mai un essere umano non ha nessuna esperienza di quella cosa che in questo momento gli permette di essere vivo ?
    E soprattutto, come mai l'essere umano non ha esperienza di quella cosa che gli permette di FARE l'essere umano ?

    Oggi ho sentito qualcuno che ha detto che appena sente un pò di musica si mette a ballare.
    No !, le cose non stanno così: se tu non sei vivo, può esserci tutta la musica che ti pare, ma tu non potresti ballare.

    Quindi, caro salve, la prima comprensione che ci arriva dalla Verità è che se possiamo ballare, se possiamo amare, se possiamo lavorare, scrivere, disegnare, dipingere, suonare, giocare,...in definitiva tutto questo lo possiamo fare solo se viene soddisfatta UNA e UNA sola condizione: dobbiamo ESSERE VIVI per farlo.
    Questa non è una delle tante Verità.
    Questa E' la Verità !!
    E questa Verità E' e SARA' sempre quella per l'uomo preistorico e sarà sempre quella per l'uomo che verrà.

    Quindi in cima alla lista delle cose da fare per "Conoscere se stessi" è che dobbiamo perlomeno Conoscere cos'è "la vita" che ci permette di fare l'essere umano.
    Poi dobbiamo scoprire se c'è dell'altro.
    Ebbene, c'è dell'altro......
    *
    Chi vuol non ha,
    chi sa non può,
    chi né vuol né sa tutt' ha e può.

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    28 Aug 2009
    Messaggi
    1,344
     Likes dati
    64
     Like avuti
    132
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Chi risponde alle domande esistenziali?

    Citazione Originariamente Scritto da Darwin Visualizza Messaggio
    Forse l'unica risposta sensata è smettere di pensare in modo 'teleologico' e rendersi conto che molte delle domande 'esistenziali' non hanno senso ad essere poste.
    E chi stabilisce quali siano le domande che hanno senso da quelle che non lo hanno ? Tu ?
    Caro Darwin tu sei un essere umano come noi e come noi stai cercando un'esistenza soddisfacente , appagante, interessante.
    Per fare questo devi prendere delle decisioni, ovvero devi rispondere a delle domande che la vita ti presenta, quindi non puoi dire che tu prendi la vita così come viene.
    Hai scelto quale scuola frequentare; hai scelto quale auto comperare; hai scelto quali libri leggere.
    A queste domande hai avuto la capacità di rispondere. Bene.
    Alle domande che non sai rispondere non puoi dire che non hanno senso perché tu non conosci la risposta.
    Faresti più bella figura dicendo che non te ne occupi...
    *
    Chi vuol non ha,
    chi sa non può,
    chi né vuol né sa tutt' ha e può.

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Dec 2010
    Messaggi
    22,691
     Likes dati
    613
     Like avuti
    6,784
    Mentioned
    288 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Chi risponde alle domande esistenziali?

    Citazione Originariamente Scritto da Z4rdoz Visualizza Messaggio
    E chi stabilisce quali siano le domande che hanno senso da quelle che non lo hanno ? Tu ?
    Caro Darwin tu sei un essere umano come noi e come noi stai cercando un'esistenza soddisfacente , appagante, interessante.
    Per fare questo devi prendere delle decisioni, ovvero devi rispondere a delle domande che la vita ti presenta, quindi non puoi dire che tu prendi la vita così come viene.
    Hai scelto quale scuola frequentare; hai scelto quale auto comperare; hai scelto quali libri leggere.
    A queste domande hai avuto la capacità di rispondere. Bene.
    Alle domande che non sai rispondere non puoi dire che non hanno senso perché tu non conosci la risposta.
    Faresti più bella figura dicendo che non te ne occupi...
    Sai almeno io la domanda me la pongo.
    E do anche la risposta più sensata che si può desumere dai fatti.
    Se sono un essere che si comporta seguendo dei fini questo non vuol dire che tutto quello che accade debba avere un fine anche la propria esistenza.
    A me sembra molto da bambini egocentrici , ma con tanta voglia di qualcuno che ci protegga alla fin fine , pensare il contrario.
    Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    28 Aug 2009
    Messaggi
    1,344
     Likes dati
    64
     Like avuti
    132
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Chi risponde alle domande esistenziali?

    Citazione Originariamente Scritto da Darwin Visualizza Messaggio
    Sai almeno io la domanda me la pongo.
    E do anche la risposta più sensata che si può desumere dai fatti.
    Se sono un essere che si comporta seguendo dei fini questo non vuol dire che tutto quello che accade debba avere un fine anche la propria esistenza.
    A me sembra molto da bambini egocentrici , ma con tanta voglia di qualcuno che ci protegga alla fin fine , pensare il contrario.
    Non è detto che se una risposta per te è sensata lo sia anche per tutti gli altri. Anche questa è una forma di egocentrismo.
    *
    Chi vuol non ha,
    chi sa non può,
    chi né vuol né sa tutt' ha e può.

  9. #9
    Forumista gentiluomo seni
    Data Registrazione
    17 Jun 2009
    Messaggi
    8,371
     Likes dati
    2,810
     Like avuti
    2,864
    Mentioned
    82 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Chi risponde alle domande esistenziali?

    Citazione Originariamente Scritto da Z4rdoz Visualizza Messaggio
    Caro salve, questo tuo atteggiamento mi dona entusiasmo.
    Si ! è strepitoso che un essere umano non dia niente per scontato, ovvero che in un forum come POL non possa apparire qualcuno che Conosce questa Verità, ed è anche per questo che diversi utenti mi hanno rifilato sberleffi e allo stesso tempo pochi hanno colto questa presenza come un'opportunità.
    Bada bene, non è z4rdoz che ha scelto POL ,...è la Verità che ha scelto POL nel lontano 2006.
    E' così che funziona. Io non possiedo la Verità, è Lei che mi possiede e non so in questo momento quale sarà la risposta alla tua domanda.
    Ovviamente sarò il primo destinatario e a cascata questa risposta arriverà a tutti quelli che leggeranno...

    In questo momento salve è la Verità, ma se salve non sperimenta questa Verità lo è davvero?
    E' quella situazione paradossale di un pasticciere che fa torte per tutta la vita ed è talmente preso da questo lavoro che non ne assaggia neanche una e alla fine della sua esistenza si chiede: -chissà che sapore avevano le mie torte ?-
    Solo in quel punto finale si accorge che si è dimenticato la cosa fondamentale, la cosa che andava fatta, la cosa che avrebbe risposto a quella semplice domanda, ovvero doveva fermarsi e assaggiare quella torta.
    Una cosa così banale, così semplice, ma che avrebbe cambiato tutto.
    Un'esperienza che avrebbe sostituito un dubbio con una certezza: Conoscere il sapore di quella torta.

    Allo stesso modo posso dire: se un essere umano è vivo, ma non sa di esserlo,...è vivo davvero?
    Tutti noi sappiamo che tutti gli esseri umani fanno tante cose per sentirsi vivi.
    Si gettano con il paracadute da tremila metri o con un elastico da un ponte, e fanno tanti altri sport per conoscere i propri limiti e superarli.
    Poi c'è un'altra categoria di uomini che sente un tale dolore per questa esistenza che si anestetizza sperando che facendo scomparire un dolore possa emergere uno stato vivibile dell'esistenza.
    Poi ci sono quelli che si dicono: "chi si accontenta gode". Perchè farsi domande sull'esistenza quando potrebbe non esserci una risposta.
    Questa è la situazione dell'essere umano, chiaramente ci sono tante sfumature, ma il motivo conduttore è il medesimo: l'essere umano deve fare delle cose per sentire che questa vita ha un senso.
    E attenzione che se si perde questo minimo senso si corre il rischio di entrare in questa spirale che si chiama depressione con tutte le sue conseguenze.


    Ebbene, l'essere umano che si reputa un essere senziente e intelligente non si accorge che tutta questa fotografia di se stesso è paradossale
    e alquanto ridicola.
    Visto che l'essere umano è GIA' vivo...
    Come mai non si sente vivo senza fare nulla ?
    Come mai un essere umano non ha nessuna esperienza di quella cosa che in questo momento gli permette di essere vivo ?
    E soprattutto, come mai l'essere umano non ha esperienza di quella cosa che gli permette di FARE l'essere umano ?

    Oggi ho sentito qualcuno che ha detto che appena sente un pò di musica si mette a ballare.
    No !, le cose non stanno così: se tu non sei vivo, può esserci tutta la musica che ti pare, ma tu non potresti ballare.

    Quindi, caro salve, la prima comprensione che ci arriva dalla Verità è che se possiamo ballare, se possiamo amare, se possiamo lavorare, scrivere, disegnare, dipingere, suonare, giocare,...in definitiva tutto questo lo possiamo fare solo se viene soddisfatta UNA e UNA sola condizione: dobbiamo ESSERE VIVI per farlo.
    Questa non è una delle tante Verità.
    Questa E' la Verità !!
    E questa Verità E' e SARA' sempre quella per l'uomo preistorico e sarà sempre quella per l'uomo che verrà.

    Quindi in cima alla lista delle cose da fare per "Conoscere se stessi" è che dobbiamo perlomeno Conoscere cos'è "la vita" che ci permette di fare l'essere umano.
    Poi dobbiamo scoprire se c'è dell'altro.
    Ebbene, c'è dell'altro......
    In effetti non capita spesso di trovare su forum come questi un... come dire, un iniziato, o un risvegliato, non saprei neach'io la definizione, senza volerti adulare.

    Vedo che sembri conoscere le cose di cui parli, non in maniera vaga o dogmatica ma per esperienza diretta, di quella vita senza la quale non potremmo fare nulla...

    Io forse sono vivo ma in effetti non mi ci sento tanto, o non ne sono molto consapevole. A guardare gli altri nel forum si direbbe che non siano tanto vivi neanche loro. Non stupisce che il mondo stia andando a scatafascio se la gente ha smesso di cercare le risposte essenziali, accontentandosi del proprio orgoglio egocentrico ossia di una finta superiorità nel dire non ci sono risposte alle domande più importanti.
    Per me fatto di non poterle trovarle è una tragedia, e non capisco loro come fanno a essere così soddisfatti.

    D'altra parte dei veri Maestri che insegnino queste cose oggi non se ne trovano più, almeno in alcuni ambienti di esoterismo che ho frequentato mi hanno detto che oggi, trovandoci nel kali yuga, ognuno deve fare da solo.
    Per questo mi chiedo: conoscere se stessi e la vita è qualcosa che si può imparare da soli, o si può almeno avere qualche dritta?
    Se la Verità ti ispira dell'altro ti ascolto volentieri...

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 12-11-12, 14:12
  2. Il Mattino risponde alle istanze Neoborboniche
    Di Napoli Capitale nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-03-11, 10:16
  3. Di Pietro risponde alle 10 domande di Flores
    Di Rasputin nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 25-11-09, 11:51
  4. Evvai...Berlusconi risponde alle 10 domande!
    Di cal451 nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06-11-09, 01:30
  5. Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 28-09-09, 19:32

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •