Il caso Prato finisce nel tg di prima serata della televisione olandese Rtl. Parla l’autrice del reportage

Un lungo e dettagliato servizio su Prato e la questione cinese è stato trasmesso ieri durante il tg della sera di Rtl, televisione commerciale tra le più seguite in Olanda (vedi il servizio http://www.rtl.nl/components/actueel....avi_plain.xml ). A firmare il reportage Pauline Valkenet, corrispondente dall’Italia della televisione olandese. Nel servizio le telecamere seguono uno dei tanti blitz delle forze dell’ordine nelle aziende del distretto parallelo, si soffermano poi sui Pronto moda del Macrolotto e su via Pistoiese. C’è una breve intervista al sindaco di Prato e poi vengono fatti parlare sia cittadini pratesi che cinesi. In particolare ci si sofferma sulla lotta all’illegalità diffusa e si sottolinea l’altissima presenza di cittadini cinesi rispetto ai residenti italiani.
“Ho deciso di fare questo servizio – spiega dalla sua casa di Roma Pauline Valkenet – perché il caso Prato ha caratteristiche uniche in Europa. Anche da noi in Olanda ci sono problemi legati all’immigrazione ma non con queste caratteristiche, che sono davvero uniche. A Prato, infatti, non c’è solo un alto numero di cittadini cinesi, ma c’è una vera e propria economia parallela a quella locale. Il problema più grave, inoltre, non mi è sembrato tanto quello rappresentato dal numero di immigrati bensì da una illegalità così diffusa: clandestinità, sfruttamento del lavoro, evasione fiscale. Nelle ore passate tra i Pronto Moda del Macrolotto ho visto che quasi tutte le trattative vengono fatte a nero. E questo, a mio avviso, è il problema più grave anche perchè mi è sembrato di capire che mancano i mezzi per fare i controlli e combattere in maniera efficace il fenomeno”.
Adesso Pauline Valkenet sta preparando sullo stesso tema due lunghi articoli che le sono stati chiesti da un quotidiano olandese e da uno belga. Articoli dove cercherà di sviluppare soprattutto un tema: “Quello che mi chiedo – dice – è come tutto questo si sia potuto verificare. Non credo che una cosa del genere sia venuta da un giorno all’altro. Come mai, allora, è stato consentito? Come mai nessuno ha impedito che si realizzasse?”. Domande, queste, a cui non sarà facile dare una risposta. (c.van.)

Il caso Prato finisce nel tg di prima serata della televisione olandese Rtl. Parla l’autrice del reportage | NOTIZIE DI PRATO