User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    6,178
     Likes dati
    15
     Like avuti
    93
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Il Discorso di Putin del 21 settembre 2022

    Il discorso del presidente russo Vladimir Putin atteso per ieri sera è avvenuto questa mattina. "Perché sia sveglio l'Estremo oriente", era stata la giustificazione del Cremlino di ieri.
    Le parole pronunciate da Putin segnano un punto di svolta chiaro. La decisione è quella della mobilitazione parziale - 300 mila riservisiti circa l'1% della forza russa secondo quanto poi precisato dal ministro dela difesa Shoigu - e il pieno sostegno ai referendum di annessione che avverranno nelle regioni del Donbass, Kherson e Zaporozhye dal 23 al 27 settembre. "Si tratterà dei passi necessari e urgenti per difendere la sovranità, la sicurezza e l'integrità territoriale della Russia, di sostenere la volontà dei nostri compatrioti di decidere da soli il proprio futuro e della politica aggressiva di una parte delle élite occidentali, che cercano di preservare il loro dominio con tutte le loro forze e per questo cercano di bloccare, reprimere qualsiasi centro di sviluppo sovrano indipendente, di continuare a imporre palesemente la loro volontà ad altri paesi e popoli, imponendo i loro pseudo-valori", ha affermato Putin all'inizio del suo discorso.

    "L'obiettivo dell'Occidente è dividere e distruggere", ha proseguito Putin che ha ribadito come l'obiettivo finale resta la liberazione della Novorossiya. Il presidente russo ha aggiunto che le attività di mobilitazione inizieranno oggi "per difendere la Patria, la sua sovranità e integrità territoriale".

    Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu, in un'intervista a RT, andata in onda subito dopo il discorso di Putin ha segnato il vero punto di svolta russo, affermando come Mosca non stia combattendo contro l'Ucraina ma contro "l'occidente collettivo". "Vediamo vittime civili quasi ogni giorno. Ospedali, luoghi di raduno di massa di persone vengono attaccati. Questo è il controllo totale da parte di istruttori e operatori occidentali", ha spiegato, aggiungendo che il comando occidentale è quello che dirige davvero le operazioni militari da Kiev.

    "Circa 70 satelliti militari e più di 200 satelliti civili, l'intera costellazione della NATO, lavorano nell'interesse dell'Ucraina", ha precisato.

    Secondo Shoigu, durante gli scontri Kiev ha perso metà del suo esercito: "L'Ucraina era rappresentata da circa 201.000-202.000 uomini. Durante quel periodo, più di 100.000 di loro sono andati perduti", ha detto.

    Gli ultimi dati rivelati dal ministro indicano che l'Ucraina ha perso 61.207 soldati e ha altri 49.368 feriti, il che è una perdita piuttosto significativa, motivo per cui hanno già avuto la quarta ondata di mobilitazione, ha sottolineato, aggiungendo che le perdite per le forze russe sono di 5.937 soldati.

    Allo stesso modo, ha confermato che 300.000 riservisti saranno convocati in una mobilitazione parziale annunciata dal presidente Putin.

    lantidiplomatico.it

    Incredibile come le cose tornino, proprio ieri abbiamo messo sul forum un saggio di Niekisch in cui indicava ormai quasi cento anni fa i pericoli dell'occidentalizzazione della Germania: "La liberalizzazione e l'occidentalizzazione del Reich implica necessariamente la rinuncia all'Oriente. Integrandosi nella civiltà occidentale, il sentimento per l'Est, la sua virtù e i suoi valori si spengono. La forza di affermazione nazionale è pericolosamente paralizzata nella regione di confine dell'Est.". Niekisch

    E' il caso di buttare a mare troppa ideologia da immondezzaio e riscoprire chi ha sempre avuto ragione.

  2. #2
    ___La Causa del Popolo___
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Sovranità politica, indipendenza economica, giustizia sociale
    Messaggi
    37,731
     Likes dati
    48,173
     Like avuti
    26,778
    Mentioned
    805 Post(s)
    Tagged
    151 Thread(s)

    Predefinito Re: Il Discorso di Putin del 21 settembre 2022

    SULL’ORLO DELLA TERZA GUERRA MONDIALE
    di Aleksandr Dugin
    SET 20, 2022



    Negli ultimi giorni si è assistito a un significativo spostamento dell’equilibrio di potere in Ucraina. Questo deve essere compreso nella sua interezza.

    I contrattacchi di Kiev sono stati generalmente infruttuosi nella regione di Kherson, ma, ahimè, efficaci nella regione di Kharkiv. È la situazione a Kharkiv e la ritirata forzata delle forze alleate a costituire il punto di svolta. Mettendo da parte gli effetti psicologici e i legittimi sentimenti dei patrioti, va registrato che nell’intera storia dell’ Operazione Militare Speciale [SMO] siamo arrivati al punto di non ritorno.

    Tutti raccomandano ora misure straordinarie per ribaltare la situazione, e alcuni di questi suggerimenti sono piuttosto razionali. Non abbiamo alcuna pretesa di originalità, ma cerchiamo semplicemente di riassumere i punti e le raccomandazioni più importanti e di collocarli nel contesto geopolitico globale.

    Terza guerra mondiale

    Siamo sull’orlo della terza guerra mondiale, che l’Occidente sta spingendo in modo compulsivo. E questo non è più un timore o un’aspettativa, è un dato di fatto. La Russia è in guerra con l’Occidente collettivo, con la NATO e i suoi alleati (anche se non con tutti: la Turchia e la Grecia hanno una loro posizione e alcuni Paesi europei, in primo luogo ma non solo Francia e Italia, non vogliono partecipare attivamente a una guerra con la Russia). Eppure, la minaccia di una terza guerra mondiale è sempre più vicina.

    Se si arriverà all’uso di armi nucleari è una questione aperta. Ma la probabilità di un Armageddon nucleare cresce di giorno in giorno. È abbastanza chiaro, e molti comandanti militari americani (come l’ex comandante americano in Europa Ben Hodges) lo dichiarano apertamente, che l’Occidente non si accontenterà nemmeno del nostro ritiro completo dal territorio dell’ex Ucraina, ci finirà sul nostro suolo, insistendo sulla “resa incondizionata” (Jens Stoltenberg), sulla “de-imperializzazione” (Ben Hodges), sullo smembramento della Russia.

    continua...

    https://www.sollevazione.it/2022/09/...i-a-dugin.html
    "L'odio per la propria Nazione è l'internazionalismo degli imbecilli"- Lenin
    "Solo i ricchi possono permettersi il lusso di non avere Patria."- Ledesma Ramos
    "O siamo un Popolo rivoluzionario o cesseremo di essere un popolo libero" - Niekisch

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 13-08-22, 17:30
  2. Risposte: 68
    Ultimo Messaggio: 02-08-22, 15:15
  3. Discorso di Putin
    Di Orco Bisorco nel forum Destra Radicale
    Risposte: 80
    Ultimo Messaggio: 25-09-14, 09:34
  4. Da un discorso di Putin
    Di Miles nel forum Destra Radicale
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 14-10-13, 12:37

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •