User Tag List

Pagina 3 di 3 PrimaPrima ... 23
Risultati da 21 a 27 di 27
  1. #21
    Rossobruno cattivone
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    20,325
     Likes dati
    6,941
     Like avuti
    6,302
    Mentioned
    214 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: E' davvero colpa del patriarcato?

    Citazione Originariamente Scritto da Infinity Visualizza Messaggio
    Che coglionata piddina! E il popolo bue che va dietro come dei cerebrolesi.
    Brutti tempi! Si era già visto col covid-fuffa...
    Giusto. Le conseguenze le pagheranno le nuove generazioni di uomini, costretti a vivere come gattoni castrati per tutta la vita o in analisi perenne dallo psichiatra. Ecco i danni del femminismo e, più in generale, del politicamente corretto.
    Potere a chi lavora. No Nato. No Ue. No immigrazione di massa. No politically correct.

  2. #22
    Президент Республіки
    Data Registrazione
    02 May 2020
    Messaggi
    5,352
     Likes dati
    3,149
     Like avuti
    1,693
    Mentioned
    86 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: E' davvero colpa del patriarcato?

    Comunque le femministe dovrebbero farsene una ragione e accettare che ci sarà sempre qualcuno con la mentalità antisociale per la quale i propri desiderata vengono prima della vita del partner/amico/conoscente e quindi è giusto ammazzarli. Purtroppo è una realtà contro cui ci si può fare poco o nulla, il patriarcato o matriarcato c'entrano come la nutella sugli spaghetti. Dare una connotazione collettiva (è colpa dei maschi) è il classico approccio totalitario alla ricerca dell'utopia (niente più femminicidi) , ma che non farà altro che disastri.
    Che poi in concreto ste femministe che vogliono? Chiacchere a parte hanno portato avanti proposte di legge o referendum abrogativi oppure no? Perché a me risulta che in base alla legislazione vigente e ai fatti accaduti il Turetta rischia l'ergastolo malgrado il "patriarcato imperante".
    Anch'io negazionista e ne vado fierissimo: nego che esista almeno un negazionista intelligente

  3. #23
    Rossobruno cattivone
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    20,325
     Likes dati
    6,941
     Like avuti
    6,302
    Mentioned
    214 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: E' davvero colpa del patriarcato?

    Da applausi!
    Potere a chi lavora. No Nato. No Ue. No immigrazione di massa. No politically correct.

  4. #24
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    13,454
     Likes dati
    542
     Like avuti
    1,672
    Mentioned
    179 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: E' davvero colpa del patriarcato?

    Citazione Originariamente Scritto da LupoSciolto° Visualizza Messaggio
    Giusto. Le conseguenze le pagheranno le nuove generazioni di uomini, costretti a vivere come gattoni castrati per tutta la vita o in analisi perenne dallo psichiatra. Ecco i danni del femminismo e, più in generale, del politicamente corretto.
    Riprendo il discorso del messaggio numero 8 pagina 1.
    Il femminismo ha il problema di restare mutilato: ci si lancia ad un attacco al genere maschile, senza però proporre un reale cambiamento delle relazioni tra i sessi. Tante donne rivendicano, giustamente, indipendenza dall' uomo e rispetto da esso, tuttavia alle sicurezze che l' uomo del patriarcato doveva offrire non ci vogliono rinunciare, e non ha per niente senso reclamare libertà dal maschio per poi pretendere che esso ti mantenga, ti dia le sicurezze. Un rapporto sano e rivoluzionario tra i sessi deve essere fondato sulla reciprocità. L' inculcamento della mentalità consumistica e carrieristica ha di molto impedito il processo nella donna di rendersi indipendente dall' uomo, e abbiamo tanti uomini che si sforzano di essere quello che non vogliono essere, di fare cose che non vogliono, per compiacere donne esigenti, questo è un grave errore.
    Ma il nemico de "le nuove generazioni di uomini, costretti a vivere come gattoni castrati per tutta la vita o in analisi perenne dallo psichiatra" non sono le donne, le ragazze, sono altri uomini, uomini privilegiati e pervertiti, che hanno creato sistemi tossici e insani, che hanno creato conflittualità tra i sessi invece che armonia, sistemi di vita che oltre a creare enormi problemi per il genere femminile il quale poi cerca una vendetta spuntata, ne ha creato per la grande maggioranza dei maschi, privi di santi in paradiso. Sì il patriarcato lo hanno creato uomini, che degli uomini più in basso di loro se ne sono sbattuti e hanno goduto a tenerli "a pane e acqua".
    Riguardo il movimento di emancipazione femminile, era giusto però come tutti i fenomeni di cambiamento si fa di tutto per tenerlo entroo certi binari. Così hanno fatto. Certi maschi che stanno ai vertici delle piramidi, hanno inculcato consumismo e carrierismo nella donna, hanno attraverso il controllo dei media propagandato principi azzurri corrispondenti ai vincenti nel patriarcato capitalista: nei film e nei telefilm fanno sempre vedere donne e ragazze che frequentano e si innamorano di bei ricconi oppure di mafiosi. Sarà un caso? Ecco così che si continuano a destabilizzare i rapporti tra i sessi, e ne fanno le spese sempre i più deboli, deboli prodotti spesso contestualmente dal sistema.
    Si sta perseguendo secondo una strada che parte da molto lontano, questo lo si deve capire: se le donne strepitano contro il maschio senza proporre un' alternativa, se i maschietti strepitano contro le femmine e sognano il patriarcato quasi a voler curare il tumore con più cellule cancerogene, non si risolverà mai niente, si sprofonda nell' abisso.
    FASCISMO MESSIANICO E DISTRUTTORE. PER UN MONDIALISMO FASCISTA.

    "NELLA MIA TOMBA NON OCCORRE SCRIVERE ALCUN NOME! SE DOVRO' MORIRE, LO FARO' NEL DESERTO, IN MEZZO ALLE BATTAGLIE." Ken il Guerriero, cap. 27. fumetto.

  5. #25
    Rossobruno cattivone
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    20,325
     Likes dati
    6,941
     Like avuti
    6,302
    Mentioned
    214 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: E' davvero colpa del patriarcato?

    Citazione Originariamente Scritto da Avanguardia Visualizza Messaggio
    Riprendo il discorso del messaggio numero 8 pagina 1.
    Il femminismo ha il problema di restare mutilato: ci si lancia ad un attacco al genere maschile, senza però proporre un reale cambiamento delle relazioni tra i sessi. Tante donne rivendicano, giustamente, indipendenza dall' uomo e rispetto da esso, tuttavia alle sicurezze che l' uomo del patriarcato doveva offrire non ci vogliono rinunciare, e non ha per niente senso reclamare libertà dal maschio per poi pretendere che esso ti mantenga, ti dia le sicurezze. Un rapporto sano e rivoluzionario tra i sessi deve essere fondato sulla reciprocità. L' inculcamento della mentalità consumistica e carrieristica ha di molto impedito il processo nella donna di rendersi indipendente dall' uomo, e abbiamo tanti uomini che si sforzano di essere quello che non vogliono essere, di fare cose che non vogliono, per compiacere donne esigenti, questo è un grave errore.
    Ma il nemico de "le nuove generazioni di uomini, costretti a vivere come gattoni castrati per tutta la vita o in analisi perenne dallo psichiatra" non sono le donne, le ragazze, sono altri uomini, uomini privilegiati e pervertiti, che hanno creato sistemi tossici e insani, che hanno creato conflittualità tra i sessi invece che armonia, sistemi di vita che oltre a creare enormi problemi per il genere femminile il quale poi cerca una vendetta spuntata, ne ha creato per la grande maggioranza dei maschi, privi di santi in paradiso. Sì il patriarcato lo hanno creato uomini, che degli uomini più in basso di loro se ne sono sbattuti e hanno goduto a tenerli "a pane e acqua".
    Riguardo il movimento di emancipazione femminile, era giusto però come tutti i fenomeni di cambiamento si fa di tutto per tenerlo entroo certi binari. Così hanno fatto. Certi maschi che stanno ai vertici delle piramidi, hanno inculcato consumismo e carrierismo nella donna, hanno attraverso il controllo dei media propagandato principi azzurri corrispondenti ai vincenti nel patriarcato capitalista: nei film e nei telefilm fanno sempre vedere donne e ragazze che frequentano e si innamorano di bei ricconi oppure di mafiosi. Sarà un caso? Ecco così che si continuano a destabilizzare i rapporti tra i sessi, e ne fanno le spese sempre i più deboli, deboli prodotti spesso contestualmente dal sistema.
    Si sta perseguendo secondo una strada che parte da molto lontano, questo lo si deve capire: se le donne strepitano contro il maschio senza proporre un' alternativa, se i maschietti strepitano contro le femmine e sognano il patriarcato quasi a voler curare il tumore con più cellule cancerogene, non si risolverà mai niente, si sprofonda nell' abisso.
    Bravo: reciprocità. Questa è la parola chiave. Qui nessuno vuole muovere guerra alle donne in quanto tali ma, anzi, cercare il maggior numero di punti di contatto tra i due generi. Un'altra cosa che vorremmo è che tutti si assumano le proprie responsabilità . Donne come uomini. Peccato che, spesso, questa società intrisa di poltically correct spinga le donne a non assumersi le proprie (se vuoi ti farò qualche esempio).

    Chi invece combattiamo, sono le transfemministe post-moderne. Il loro pensiero è sessista, discriminatorio e pericolosamente razzista. Dire: "è colpa di TUTTI gli uomini" , infatti, significa colpevolizzare un'intera categoria. E' come prendersela con un'etnia in blocco.

    Per il resto, lasciami dire che noi non difendiamo tutti gli uomini. Capitalisti, VIP, politici ecc... possono andare a quel paese. Chi difendiamo, piuttosto, sono gli uomini "proletari", uomini che la prendono nel culo spesso e volentieri dal sistema. Molto più delle donne. Penso ai padri separati, ai lavoratori, ai disoccupati o a molti dei cosiddetti "incel".
    Ultima modifica di LupoSciolto°; 28-11-23 alle 06:47
    Potere a chi lavora. No Nato. No Ue. No immigrazione di massa. No politically correct.

  6. #26
    Rossobruno cattivone
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    20,325
     Likes dati
    6,941
     Like avuti
    6,302
    Mentioned
    214 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: E' davvero colpa del patriarcato?

    “Cara” Cortellesi, perchè dopo i nani c’è sempre un principe?


    https://www.uominibeta.org/articoli/...e-un-principe/
    Potere a chi lavora. No Nato. No Ue. No immigrazione di massa. No politically correct.

  7. #27
    Rossobruno cattivone
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    20,325
     Likes dati
    6,941
     Like avuti
    6,302
    Mentioned
    214 Post(s)
    Tagged
    20 Thread(s)

    Predefinito Re: E' davvero colpa del patriarcato?

    Cortellesi: il nuovo mito della sinistra.
    Potere a chi lavora. No Nato. No Ue. No immigrazione di massa. No politically correct.

 

 
Pagina 3 di 3 PrimaPrima ... 23

Discussioni Simili

  1. Risposte: 127
    Ultimo Messaggio: 30-04-20, 22:01
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 28-12-15, 21:29
  3. Davvero è tutta colpa dell'abusivismo?
    Di THE MATRIX nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 13-11-14, 23:42
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 22-07-12, 10:02
  5. Patriarcato di Antiochia
    Di catholikos nel forum Chiesa Ortodossa Tradizionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-08-05, 19:37

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
[Rilevato AdBlock]

Per accedere ai contenuti di questo Forum con AdBlock attivato
devi registrarti gratuitamente ed eseguire il login al Forum.

Per registrarti, disattiva temporaneamente l'AdBlock e dopo aver
fatto il login potrai riattivarlo senza problemi.

Se non ti interessa registrarti, puoi sempre accedere ai contenuti disattivando AdBlock per questo sito