User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 57
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Nov 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    58,589
     Likes dati
    2,725
     Like avuti
    9,776
    Mentioned
    1541 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Strascichi del Festival

    Ma perchè Ghali, il cantante, non avrebbe potuto dire quel "Stop al genocidio"mentre usciva dal palco dopo aver cantato la sua canzone al Festival di Sanremo?

    Se l'è presa l'ambasciatore di Israele in Italia, che ha detto.

    «Ritengo vergognoso che il palco del Festival di Sanremo sia stato sfruttato per diffondere odio e provocazioni in modo superficiale e irresponsabile. Nella strage del 7 ottobre, tra le 1200 vittime, c'erano oltre 360 giovani trucidati e violentati nel corso del Nova Music Festival. Altri 40 di loro, sono stati rapiti e si trovano ancora nelle mani dei terroristi»: lo ha scritto su X l'ambasciatore israeliano in Italia Alon Bar. «Il Festival di Sanremo avrebbe potuto esprimere loro solidarietà. È un peccato che questo non sia accaduto». Il riferimento è alle parole di ieri sera di Ghali, che durante la finale ha dichiarato sul palco: «Stop al genocidio».

    Perchè vergognoso dire stop al genocidio? Israele ha già ucciso quasi 30mila civili tra cui 14mila bambini, è questa la vergogna o è dire come ha fatto Ghali "stop al genocidio"?

    E la presidente delle Comunità ebraiche italiane Di Segni ha. dichiarato" «Se la musica e il festival, per la sua rilevanza, è lo spazio per la libertà di esprimere pensieri di amore, di dolore, di gioia, di denunce sociali e contestazioni politiche, dispiace che questo palco non sia stato l'occasione per lanciare parimenti, un appello per il rilascio degli ostaggi nelle mani di Hamas, lasciando all'unilateralità la legittimazione alla distorsione, con uso di termini che ancora una volta offendono la storia del nostro Paese e dell'Europa tutta»

    insomma del genocidio in atto niente, nemmeno una parolina

    Però si è subito allineato l'AD della Rai che ha dichiarato "«Ho vissuto assieme all'ambasciatore Bar ed alla presidente Di Segni gli eventi che la Rai ha dedicato alla memoria della Shoah nell'ultima settimana di gennaio. E ogni giorno i nostri telegiornali e i nostri programmi raccontano - e continueranno a farlo - la tragedia degli ostaggi nelle mani di Hamas, oltre a ricordare la strage dei bambini, donne e uomini del 7 ottobre. La mia solidarietà al popolo di Israele ed alla comunità ebraica è sentita e convinta».

    e anche qui della strage di Gaza nemmeno una parola

    Che dire?

    Ora posso capire che l'ambasciatore israeliano sia obligato dire quello che ha detto, ma perchè l'AD della Rai?
    I partiti politici non sono più in grado di rappresentare le nuove esigenze che emergono dalla popolazione.

  2. #2
    La polizzzzia del webbbbe
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Località
    Genova, Italy
    Messaggi
    45,160
     Likes dati
    7,774
     Like avuti
    10,409
    Mentioned
    958 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Strascichi del Festival

    Citazione Originariamente Scritto da cireno Visualizza Messaggio
    Ma perchè Ghali, il cantante, non avrebbe potuto dire quel "Stop al genocidio"mentre usciva dal palco dopo aver cantato la sua canzone al Festival di Sanremo?

    Se l'è presa l'ambasciatore di Israele in Italia, che ha detto.

    «Ritengo vergognoso che il palco del Festival di Sanremo sia stato sfruttato per diffondere odio e provocazioni in modo superficiale e irresponsabile. Nella strage del 7 ottobre, tra le 1200 vittime, c'erano oltre 360 giovani trucidati e violentati nel corso del Nova Music Festival. Altri 40 di loro, sono stati rapiti e si trovano ancora nelle mani dei terroristi»: lo ha scritto su X l'ambasciatore israeliano in Italia Alon Bar. «Il Festival di Sanremo avrebbe potuto esprimere loro solidarietà. È un peccato che questo non sia accaduto». Il riferimento è alle parole di ieri sera di Ghali, che durante la finale ha dichiarato sul palco: «Stop al genocidio».

    Perchè vergognoso dire stop al genocidio? Israele ha già ucciso quasi 30mila civili tra cui 14mila bambini, è questa la vergogna o è dire come ha fatto Ghali "stop al genocidio"?

    E la presidente delle Comunità ebraiche italiane Di Segni ha. dichiarato" «Se la musica e il festival, per la sua rilevanza, è lo spazio per la libertà di esprimere pensieri di amore, di dolore, di gioia, di denunce sociali e contestazioni politiche, dispiace che questo palco non sia stato l'occasione per lanciare parimenti, un appello per il rilascio degli ostaggi nelle mani di Hamas, lasciando all'unilateralità la legittimazione alla distorsione, con uso di termini che ancora una volta offendono la storia del nostro Paese e dell'Europa tutta»

    insomma del genocidio in atto niente, nemmeno una parolina

    Però si è subito allineato l'AD della Rai che ha dichiarato "«Ho vissuto assieme all'ambasciatore Bar ed alla presidente Di Segni gli eventi che la Rai ha dedicato alla memoria della Shoah nell'ultima settimana di gennaio. E ogni giorno i nostri telegiornali e i nostri programmi raccontano - e continueranno a farlo - la tragedia degli ostaggi nelle mani di Hamas, oltre a ricordare la strage dei bambini, donne e uomini del 7 ottobre. La mia solidarietà al popolo di Israele ed alla comunità ebraica è sentita e convinta».

    e anche qui della strage di Gaza nemmeno una parola

    Che dire?

    Ora posso capire che l'ambasciatore israeliano sia obligato dire quello che ha detto, ma perchè l'AD della Rai?
    Perchè le dichiarazioni politiche, NON concordate con la RAI, non le fai. Perchè poi ci rimettono i dirigenti della RAI per l'uscita del rapper. Che le faccia, è suo diritto, nei suoi concerti o nelle comparsate che fa in qualche trasmissione in radio.

    Se ci fosse stato un cantante che uscendo avesse detto "Basta Hamas terrortista" tu saresti stato dello stesso parere? Non credo....
    "La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile" (Corrado Alvaro)

  3. #3
    Peace & Love
    Data Registrazione
    23 Oct 2010
    Località
    Alla Galeazza
    Messaggi
    18,766
     Likes dati
    2,691
     Like avuti
    6,653
    Mentioned
    439 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Strascichi del Festival

    Non si è mai troppo vecchi per imparare, non si è mai troppo giovani per insegnare...il problema e' farsene una ragione....!!

  4. #4
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    22 Sep 2023
    Messaggi
    5,506
     Likes dati
    0
     Like avuti
    551
    Mentioned
    54 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Strascichi del Festival

    Citazione Originariamente Scritto da cireno Visualizza Messaggio
    Ma perchè Ghali, il cantante, non avrebbe potuto dire quel "Stop al genocidio"mentre usciva dal palco dopo aver cantato la sua canzone al Festival di Sanremo?

    Se l'è presa l'ambasciatore di Israele in Italia, che ha detto.

    «Ritengo vergognoso che il palco del Festival di Sanremo sia stato sfruttato per diffondere odio e provocazioni in modo superficiale e irresponsabile. Nella strage del 7 ottobre, tra le 1200 vittime, c'erano oltre 360 giovani trucidati e violentati nel corso del Nova Music Festival. Altri 40 di loro, sono stati rapiti e si trovano ancora nelle mani dei terroristi»: lo ha scritto su X l'ambasciatore israeliano in Italia Alon Bar. «Il Festival di Sanremo avrebbe potuto esprimere loro solidarietà. È un peccato che questo non sia accaduto». Il riferimento è alle parole di ieri sera di Ghali, che durante la finale ha dichiarato sul palco: «Stop al genocidio».

    Perchè vergognoso dire stop al genocidio? Israele ha già ucciso quasi 30mila civili tra cui 14mila bambini, è questa la vergogna o è dire come ha fatto Ghali "stop al genocidio"?

    E la presidente delle Comunità ebraiche italiane Di Segni ha. dichiarato" «Se la musica e il festival, per la sua rilevanza, è lo spazio per la libertà di esprimere pensieri di amore, di dolore, di gioia, di denunce sociali e contestazioni politiche, dispiace che questo palco non sia stato l'occasione per lanciare parimenti, un appello per il rilascio degli ostaggi nelle mani di Hamas, lasciando all'unilateralità la legittimazione alla distorsione, con uso di termini che ancora una volta offendono la storia del nostro Paese e dell'Europa tutta»

    insomma del genocidio in atto niente, nemmeno una parolina
    al palco di Sanremo i messaggi sui diritti civili, sulla questione migranti e soprattutto sul Medio Oriente. Perché al Festival non ci “sono solo canzonette
    Però si è subito allineato l'AD della Rai che ha dichiarato "«Ho vissuto assieme all'ambasciatore Bar ed alla presidente Di Segni gli eventi che la Rai ha dedicato alla memoria della Shoah nell'ultima settimana di gennaio. E ogni giorno i nostri telegiornali e i nostri programmi raccontano - e continueranno a farlo - la tragedia degli ostaggi nelle mani di Hamas, oltre a ricordare la strage dei bambini, donne e uomini del 7 ottobre. La mia solidarietà al popolo di Israele ed alla comunità ebraica è sentita e convinta».

    e anche qui della strage di Gaza nemmeno una parola

    Che dire?

    Ora posso capire che l'ambasciatore israeliano sia obligato dire quello che ha detto, ma perchè l'AD della Rai?
    Dal palco di Sanremo i messaggi sui diritti civili, sulla questione migranti e soprattutto sul Medio Oriente. Perché al Festival non ci “sono solo canzonette”
    Tra tutti, uno, forse quello più potente di tutti, non è passato inosservato. Ghali, al termine della sua esibizione durante la finale di sabato 10 febbraio, al cospetto di 18,2 milioni di telespettatori e con al proprio fianco – non a caso – il fedele amico alieno Rich Ciolino, con voce ferma e pacata ha pronunciato queste parole: “Stop al genocidio”.

    Parole giustissime, piene di una verità sotto gli occhi di tutte e tutti, che implorano un mondo che pare essere ormai anestetizzato di fronte al dolore. Parole che tutte e tutti avrebbero dovuto condividere senza tentennamenti e che invece hanno scatenato un prevedibilissimo inferno politico
    https://luce.lanazione.it/attualita/...a-rai-dc21g9to

    Ghali, Diodato, Dargen D’amico sono solo alcuni dei cantanti in gara a Sanremo che hanno invocato il “Cessate il fuoco” o “Stop al genocidio”, esternazioni violente secondo l’ambasciatore israeliano atte a “diffondere odio e provocazione”. Ma perché chiedere la pace ci rende criminali? Non è un controsenso?
    https://mowmag.com/attualita/non-rom...da-mara-venier

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Nov 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    58,589
     Likes dati
    2,725
     Like avuti
    9,776
    Mentioned
    1541 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Re: Strascichi del Festival

    Citazione Originariamente Scritto da Seyen Visualizza Messaggio
    Perchè le dichiarazioni politiche, NON concordate con la RAI, non le fai. Perchè poi ci rimettono i dirigenti della RAI per l'uscita del rapper. Che le faccia, è suo diritto, nei suoi concerti o nelle comparsate che fa in qualche trasmissione in radio.

    Se ci fosse stato un cantante che uscendo avesse detto "Basta Hamas terrortista" tu saresti stato dello stesso parere? Non credo....
    Non credi perchè pensi che non sarebbe il caso: sono passati più di quattro mesi da quell'azione stranamente terribile di hamas, una azione che chi non hale fette di salame sul cervello vede, pur condannandola, come una reazione. Sono passati più di quattro mesi e intanto gli israeliani hanno mandato quasi 30mila persone quasi sicuramente irresponsabili al Creatore, però si deve continuare a dire "il 7 ottobre il 7 ottobre". Dove si vuole arrivare con questa litania? A dire che i palestinesi se lo meritano? Che gli israeliani sono nel pieno diritto?-

    Bene, io sto con Ghali che ha ragione "basta con il genocidio" e critico quel pusillanime del delìAD della Rai che forse ha paura di vedere le cose come stanno. E non sto con te che scrivi quelle parole.
    I partiti politici non sono più in grado di rappresentare le nuove esigenze che emergono dalla popolazione.

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Nov 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    58,589
     Likes dati
    2,725
     Like avuti
    9,776
    Mentioned
    1541 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Re: Strascichi del Festival

    Citazione Originariamente Scritto da BaroneRosso Visualizza Messaggio
    è sempre stato un giornale di m. questo, e non può far eccezione questa volta.
    Dove sarebbe, direttore della mutua, lo sfregio a Israele?
    I partiti politici non sono più in grado di rappresentare le nuove esigenze che emergono dalla popolazione.

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Nov 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    58,589
     Likes dati
    2,725
     Like avuti
    9,776
    Mentioned
    1541 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Re: Strascichi del Festival

    Fassino, il comunista a giorni alterni, ha dichiarato:-

    -Da un evento musicale all'altro, secondo Fassino c'era un legame che poteva prestarsi al ricordo. "Sconcertante che in un evento musicale come a Sanremo2024 nessuno lo abbia ricordato, mentre non è mancato chi ha usato la parola genocidio contro Israele".

    Anche Fassino non ha gli occhiali giusti sul cervello: perchè ha scritto "è stato usato il termine genocidio CONTRO Israele"? Perchè "contro"????
    I partiti politici non sono più in grado di rappresentare le nuove esigenze che emergono dalla popolazione.

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    22 Sep 2023
    Messaggi
    5,506
     Likes dati
    0
     Like avuti
    551
    Mentioned
    54 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Strascichi del Festival

    Citazione Originariamente Scritto da cireno Visualizza Messaggio
    è sempre stato un giornale di m. Questo, e non può far eccezione questa volta.
    Dove sarebbe, direttore della mutua, lo sfregio a israele?
    dire la verita, come ha stabilitiO la corte dell'aja (GENCUDIO) e invocare la pace

  9. #9
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    22 Sep 2023
    Messaggi
    5,506
     Likes dati
    0
     Like avuti
    551
    Mentioned
    54 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Strascichi del Festival

    Citazione Originariamente Scritto da cireno Visualizza Messaggio
    Ma perchè Ghali, il cantante, non avrebbe potuto dire quel "Stop al genocidio"mentre usciva dal palco dopo aver cantato la sua canzone al Festival di Sanremo?

    Se l'è presa l'ambasciatore di Israele in Italia, che ha detto.

    «Ritengo vergognoso che il palco del Festival di Sanremo sia stato sfruttato per diffondere odio e provocazioni in modo superficiale e irresponsabile. Nella strage del 7 ottobre, tra le 1200 vittime, c'erano oltre 360 giovani trucidati e violentati nel corso del Nova Music Festival. Altri 40 di loro, sono stati rapiti e si trovano ancora nelle mani dei terroristi»: lo ha scritto su X l'ambasciatore israeliano in Italia Alon Bar. «Il Festival di Sanremo avrebbe potuto esprimere loro solidarietà. È un peccato che questo non sia accaduto». Il riferimento è alle parole di ieri sera di Ghali, che durante la finale ha dichiarato sul palco: «Stop al genocidio».

    Perchè vergognoso dire stop al genocidio? Israele ha già ucciso quasi 30mila civili tra cui 14mila bambini, è questa la vergogna o è dire come ha fatto Ghali "stop al genocidio"?

    E la presidente delle Comunità ebraiche italiane Di Segni ha. dichiarato" «Se la musica e il festival, per la sua rilevanza, è lo spazio per la libertà di esprimere pensieri di amore, di dolore, di gioia, di denunce sociali e contestazioni politiche, dispiace che questo palco non sia stato l'occasione per lanciare parimenti, un appello per il rilascio degli ostaggi nelle mani di Hamas, lasciando all'unilateralità la legittimazione alla distorsione, con uso di termini che ancora una volta offendono la storia del nostro Paese e dell'Europa tutta»

    insomma del genocidio in atto niente, nemmeno una parolina

    Però si è subito allineato l'AD della Rai che ha dichiarato "«Ho vissuto assieme all'ambasciatore Bar ed alla presidente Di Segni gli eventi che la Rai ha dedicato alla memoria della Shoah nell'ultima settimana di gennaio. E ogni giorno i nostri telegiornali e i nostri programmi raccontano - e continueranno a farlo - la tragedia degli ostaggi nelle mani di Hamas, oltre a ricordare la strage dei bambini, donne e uomini del 7 ottobre. La mia solidarietà al popolo di Israele ed alla comunità ebraica è sentita e convinta».

    e anche qui della strage di Gaza nemmeno una parola

    Che dire?

    Ora posso capire che l'ambasciatore israeliano sia obligato dire quello che ha detto, ma perchè l'AD della Rai?

    "]Non siamo nati ieri: sappiamo che la Rai, essendo amministrata e gestita dal governo in carica, è attenta affinché sulla tv pubblica passino dei messaggi in linea con la politica di chi guida il Paese, tuttavia sarebbe ora di spiegare ai dirigenti che hanno paura di dire la cosa sbagliata per paura di inimicarsi i piani alti di Palazzo Chigi che la libertà d’espressione in un contesto mastodontico e nazionalpopolare come il Sanremo è preziosa, e che dirsi contrari a un conflitto che ogni giorno decima migliaia di bambini innocenti e mostrare l’altra faccia dell’immigrazione dovrebbero essere considerate medaglie al valore, non dei capi di imputazione.
    https://www.vanityfair.it/article/sa...co-censura-rai

  10. #10
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Apr 2023
    Messaggi
    9,546
     Likes dati
    19
     Like avuti
    1,427
    Mentioned
    99 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Strascichi del Festival

    Citazione Originariamente Scritto da adry73 Visualizza Messaggio
    "]Non siamo nati ieri: sappiamo che la Rai, essendo amministrata e gestita dal governo in carica, è attenta affinché sulla tv pubblica passino dei messaggi in linea con la politica di chi guida il Paese, tuttavia sarebbe ora di spiegare ai dirigenti che hanno paura di dire la cosa sbagliata per paura di inimicarsi i piani alti di Palazzo Chigi che la libertà d’espressione in un contesto mastodontico e nazionalpopolare come il Sanremo è preziosa, e che dirsi contrari a un conflitto che ogni giorno decima migliaia di bambini innocenti e mostrare l’altra faccia dell’immigrazione dovrebbero essere considerate medaglie al valore, non dei capi di imputazione.
    https://www.vanityfair.it/article/sa...co-censura-rai
    Infatti la Berlinguer la trovi su Rete 4. L'editore ha scelto di averla in squadra e i suoi ruffiani devono accettare.

    Nella TV pubblica invece c'è il terrore che hai descritto.

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-05-11, 21:48
  2. Festival
    Di Aganto nel forum Fondoscala
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 20-01-07, 21:07
  3. Veg Festival
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 27-06-06, 22:50
  4. Festival di Venezia: festival radical-progressista.
    Di Totila nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-09-04, 09:08
  5. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 27-04-04, 21:18

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
[Rilevato AdBlock]

Per accedere ai contenuti di questo Forum con AdBlock attivato
devi registrarti gratuitamente ed eseguire il login al Forum.

Per registrarti, disattiva temporaneamente l'AdBlock e dopo aver
fatto il login potrai riattivarlo senza problemi.

Se non ti interessa registrarti, puoi sempre accedere ai contenuti disattivando AdBlock per questo sito