User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Il Nucleare:le vostre posizioni

Partecipanti
9. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Il Referendum fu un errore grave

    4 44.44%
  • Il Referendum fu un errore comprensibile

    1 11.11%
  • Il Referendum non fu un errore, non scherziamo

    0 0%
  • Dobbiamo tornare al nucleare, subito, senza incertezze

    2 22.22%
  • Il nucleare è una risorsa da utilizzare ma con accortezza e facendo passi piccoli piccoli

    1 11.11%
  • Mai il ritorno al nucleare

    1 11.11%
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 29
  1. #1
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    71,073
    Mentioned
    556 Post(s)
    Tagged
    58 Thread(s)

    Predefinito Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR

    Riprendiamo il discorso, fuori dalle polemiche politiche pirriane.
    Analizziamo adesso la decisione che venne presa nel 1987 in questo paese sull'onda di un fatto traumatico e di grande impatto anche mediatico, che certamente fu uno dei segnali più plastici ed evidenti della crisi, anzi dell'agonia del sistema sovietico, ma che probabilmente ci indusse ad assumerci un rischio assai grande come nazione priva di grandi riserve energetiche. ovvero dipendere in toto dai carburanti fossili tradizionali.

    Dunque il quesito è duplice:
    Fu una scelta davvero avveduta quella del referendum?
    Dovremmo adesso invertire la rotta e tornare al nucleare, dopo trent'anni?

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR

    Più che i risultati del referendum (che aboliva soltanto le sovvenzioni statali alle Regioni con delle centrali) fu un gravissimo errore il modo in cui furono interpretati i risultati.
    L'abbandono del nucleare fu una scelta imperdonabile: ci ha fatto spendere dei miliardi mentre,ad esempio,i francesi facevano progressi da giganti.
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

  3. #3
    Liberale Dubbioso
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    6,765
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR

    Credo che anche la questione energetica dovrebbe essere esclusa dalle consultazioni referendarie.
    "REPUBLICAN IN NAME ONLY"

  4. #4
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,771
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR

    Sono d'accordo, ma io resto sempre e comunque contrario al nucleare civile: toglie materiale fissile al nucleare militare.
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  5. #5
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,524
    Mentioned
    346 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR

    Premesso che non accetto di definirmi cittadino.

    Trovo che in quel momento la scelta fosse avveduta in quanto la tecnologia delle centrali a sicurezza intrinseca era ancora in via di sviluppo.

    Ha smesso di essere avveduta circa 8-10 anni dopo, quando la tecnologia di nuova generazione è stata completata.

    In pratica quel referendum per me ha smesso di essere valido dal 1995, o anche un po prima.
    E soprattutto si sarebbe dovuto programmare la ricerca delle nuove tecnologie fin dall'inizio, dal momento stesso del referendum, in modo da essere pronti a costruire centrali sicure appena possibile.

    Ma qui si cade in un discorso più ampio, riguardo alla completa mancanza di finanziamenti per la ricerca scientifica in Italia.

  6. #6
    Una sola Patria
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Catania
    Messaggi
    12,978
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR

    Nell'87 questo Paese ha fatto l'ennesimo errore strategico. Sull'onda emotiva (del resto le decisioni in Italia sono SEMPRE frutto di irrazionalità) il nostro paese si è privato di una fonte energetica relativamente pulita che ci avrebbe dato una maggiore indipendenza energetica.
    Oggi, uno Stato come l'Italia dipende invece per il 78% dalle importazioni energetiche.
    La Vita è troppo breve per non essere Italiani!

  7. #7
    bronsa querta
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    56,556
    Mentioned
    264 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Rif: Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR

    E' il difetto dei referendum...da alla gente il diritto di esprimersi in maniera vincolante su temi in cui purtroppo c'è poca conoscenza e fare della damgogia è terribilmente semplice.
    Lo dico con rammarico, perché in questo specifico caso, se non vado errato, prima che lo abbandonassimo, il nucleare era un campo in cui l'Italia era all'avanguardia, almeno per quanto riguarda la ricerca.
    C. De Gaulle: "l'Italia non è un paese povero. E' un povero paese".

  8. #8
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    13,305
    Mentioned
    103 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Rif: Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR

    Organizzare il referendum sull'ondata di panico conseguente all'incidente di Chernobyl fu una mossa spudorata ma efficace da parte del partito antinucleare, ed a tutt'oggi ne paghiamo le conseguenze. Purtroppo contro panico e pregiudizi si può fare ben poco. Dobbiamo solo ricominciare a lavorare per ridurre la nostra dipendenza energetica dagli idrocarburi, ed il nucleare sarà l'unica soluzione per parecchi anni a venire.
    Ultima modifica di Guy Fawkes; 13-11-10 alle 22:37
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

  9. #9
    in silenzio
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    14,822
    Mentioned
    82 Post(s)
    Tagged
    17 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    192

    Predefinito Rif: Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR

    Citazione Originariamente Scritto da occidentale Visualizza Messaggio
    Riprendiamo il discorso, fuori dalle polemiche politiche pirriane.
    Analizziamo adesso la decisione che venne presa nel 1987 in questo paese sull'onda di un fatto traumatico e di grande impatto anche mediatico, che certamente fu uno dei segnali più plastici ed evidenti della crisi, anzi dell'agonia del sistema sovietico, ma che probabilmente ci indusse ad assumerci un rischio assai grande come nazione priva di grandi riserve energetiche. ovvero dipendere in toto dai carburanti fossili tradizionali.

    Dunque il quesito è duplice:
    Fu una scelta davvero avveduta quella del referendum?
    Dovremmo adesso invertire la rotta e tornare al nucleare, dopo trent'anni?

    Il referendum fu un errore grave perché mal posto & male interpretato.
    di necessità virtù

  10. #10
    repubblicano perciò di Sx
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    dove il dubbio è impossibile la certezza è sempre eguale
    Messaggi
    12,169
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR

    Citazione Originariamente Scritto da Maria Vittoria Visualizza Messaggio
    Il referendum fu un errore grave perché mal posto & male interpretato.
    purtroppo la legge di applicazione della norma costituzionale in materia di referendum venne fatta tardi rispetto all'entrata in vigore della Costituzione , e fu fatta male . Lasciamo perdere il discorso del tardi e soffermimoci su quello del male. In occasione dell discussione della legge sul divorzio ( la Fortuna- Baslini) apparve evidente come la democrazia cristiana avrebbe potuto fare azione di filibustering tale da rendere quasi impossibile l'approvazione della stessa. Ma ,a quel punto, il non fare una ferma opposizione avrebbe comportato uno scavalcamento in senso confessionale da parte della destra missina , che aveva ormai quasi completmente abbandonato un certo laicismo che era storicmente sempre serpeggiato, sottotraccia ma non per questo meno sanguigno, all'interno dello stesso fascismo , sarebbe venuto inoltre a contrastare con l'intimo sentire di gran parte dei parlamentari DC ed avrebbe reso più difficili i rapporti con le gerarchie cattoliche. D'altro canto far saltare la legge mediante filibustering od aprendo una crisi di governo , pur conspevoli che la Fortuna-Basliniaveva l'approvazione della maggiornza del Parlamento. avrebbe dto della DC una immagine movimentista e barricadera che non riteneva le fosse porttrice dic grnde approvazione presso quella parte di suo elettorato che la seguiva più come forza modert che non come forza cttolica; inoltre avrebbe significato aprire un contezioso con gli alleti che vrebbe fcilmente portto alle elezioni politiche su un tema che sarebbe stato difficile da gestir n el corso della campagna elettorale e che avrebbe portto ad una eccessiva differenziazione nel corso della stess rispett agli alleti laici e socialisti. E' in questo contesto che nasce l'ide di fare una opposizione netta ma "prlamentare" e di avere in cambio la garanzia che sarebbe andati a sottoporre il divorzio alla volontà popolare. %%%
    "E' decretato che ogni uomo il quale s'accosta alla setta dei moderati debba smarrire a un tratto senso morale e dignità di coscienza?" G. Mazzini

    http://www.novefebbraio.it/

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Passate parola tra voi cittadini!
    Di ventunsettembre nel forum Padania!
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 03-07-12, 16:31
  2. Processo alla Storia:La parola ai cittadini di PIR
    Di occidentale nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 62
    Ultimo Messaggio: 08-11-10, 18:56
  3. Falconara:si Dia La Parola Ai Cittadini
    Di sinistra_polliana nel forum Marche
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-11-08, 17:58
  4. La parola ad Ezra Pound - Atti di un processo alle parole
    Di Ektor Baboden (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-07-08, 19:47
  5. [Sanità] Cuba vs USA? Non c'è storia, parola di Fidel
    Di are(a)zione nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 19-07-07, 08:56

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226