User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Perugia
    Messaggi
    26
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Interviste ai giovani candidati PDL

    Il nostro circolo di Azione Giovani "Paolo Borsellino" ha promosso un iniziativa per far conoscere i candidati giovani del PDL provenienti dalla militanza in Azione Giovani. Abbiamo così intervistato 3 candidati al Consiglio Comunale di Perugiaprovenienti da Azione giovani: Emanuele Prisco, Leonardo Varasano e Alessia Ricci, un modo per far conoscere ancora di più i giovani che stanno tentando di fare una rivoluzione non solo politica a Perugia, ma anche generazionale.


    1)Emanuele Prisco, Candidato per il PdL al Comune di Spoleto, Dirigente Nazionale di Azione Giovani e Presidente del Circolo di AN-PDL "Augusta Perusia", un inizio carriera che per un giovane ha segnato gia traguardi importanti, quale è il motivo che ti ha spinto a candidarti al Comune di Perugia ? Candidato a Perugia. E' stata una scelta condivisa con il circolo e il partito. Mi è stato chiesto di rendermi disponibile e l'ho fatto, con l'entusiasmo di sempre e nella convinzione di poter essere protagonista di quel rinnovameto molto richiesto dalla nostra gente per la Città. Una città che ha bisogno di riconquistare il proprio prestigio, la vivibilità e la sicurezza perduta, e di dare ai cittadini, soprattutto ai giovani, quelle opportunità che meritano.

    E' difficile oggi per un giovane farsi strada nella politica ?
    La politica è un servizio oltre che una passione. per quanto mi riguarda mi sono sempre speso quando avevo qualcosa da dire e un contributo da portare, non importa se farò "strada" come dici. importa invece se il progetto che condivido si afferma, e poi per i bravi c'è sempre posto, o no? basta pensare a Giorgia Meloni, il nostro leader giovanile, che a 32 anni ha già ricoperto gli incarichi di vice presidente della Camera e di Ministro. Dei bravi non si può fare a meno se volgiamo una Città migliore di quella che ci lasciano Boccali e LOcchi... La destra giovanile in umbria ha una qualità di classe dirigente che ci invidiano in molti e sicuramente sarà un perno importante per il PDL anche a livello locale e per Sbrenna se, come mi auguro, farà il Sindaco.

    Quali sono i suggerimenti che potresti dare ai giovani militanti del centrodestra che sognano di fare politica ? Perdonami, non si sogna di fare politca, si fa e basta. la politica è di tutti e c'è spazio per tutti, soprattutto con il nuovo soggetto politico del PDL. SE qualcuno condivide un certo patrimonio di valori e di idee, ha voglia di fare, troverà sicuramnte uno spazio per portare il proprio contributo. Poi c'è l'ambizione umana, ma questa è un'altra storia!

    E un consiglio al resto dei giovani che in realtà non credono nella politica, quelli che sono in un certo senso delusi e disaffezionati dal mondo politico? Churcill diceva che se tu non ti occupi di politica, comunque la politica si occupa di te. io credo che i giovani non vogliano che altri scelgano per loro, ma vogliono essere protagonisti di ciò che accade e costruire in prima persona il proprio futuro. Io ci credo in questa generazione!

    Infine potresti dirci i tre punti cardine che caratterizzano di più la tua campagna elettorale, quindi le priorità che vorresti portare in Comune con la nuova amministrazione? E infine anche invece le 3 cose negative che vorresti eliminare totalmente dal comprensorio perugino per cui ti batteresti.
    Tutte queste domande? E' un esame. Le linee guida della mia campagna elettorale sono: più sicurezza e più vivibilità, una amministrazione amica del cittadino e quindi più trasparente, un nuovo prestigio per Perugia in Regione e nel Paese, più merito e più opportunità per far crescere Perugia, la famiglia al centro della politica cittadina.

    Le priorità da fare nel primo anno della nuova legislatura sono: ridefinizione dei parcheggi liberi e a pagamento, la ridefinizione della tariffa sui rifiuti a misura di famiglia, la chiusura dei parchi nelle ore notturne e la modifica del regolamento di POlizia Urbana per regolare il nomabaggio e vietare l'accattonaggio. A girare la città e visti gli ultimi 5 anni di amministrazione di cose negative ne vengono in mente molte. Sicuramente se dovessi seglierne una abbatterei i T-Red, perchè sono stati il simbolo della rottura del rapporto di fiducia tra amministrazione e i cittadini e questa è la prima cosa che deve garantire una amministrazione, soprattutto quelle locali.



    2) Ciao Leonardo e complimenti anche a te per la candidatura. Forse fra tutti i candidati di AG sei uno dei più conosciuti in quanto da più tempo impegnato in politica come consigliere della IV circoscrizione oltre ad avere una vasta attività culturale e sociale alle spalle anche tramite Alleanza Universitaria. Giovane quindi ma non a digiuno di esperienza politica: cosa ti aspetti da queste elezioni che sembrano oggi più che mai poter rivoluzionare il panorama politico perugino?
    La giovinezza di per sé non è una categoria valida se non è accompagnata da un grado almeno sufficiente di preparazione e di esperienza. In politica, più che in altri campi, non si può improvvisare: si ha a che fare col “bonum comune”, con i bisogni della collettività. Serve una propensione alla professionalità politica (quella stessa professionalità politica di cui parlava Max Weber). Ecco perché di veline o di giovani in cerca di prebende la politica non ha bisogno: saper curare le pubbliche relazioni non basta.

    Da queste elezioni mi aspetto una svolta: la sconfitta di chi ha ridotto Perugia nelle tristi condizioni che è fin troppo facile constatare ogni giorno. Il ventre della città, l’umore dei perugini sta cambiando. Tanti anni di malgoverno hanno usurato anche i più pervicaci sostenitori del centrosinistra. È vero: resistono ancora le clientele, i ricatti impliciti, le pressioni indebite che fanno leva sull’esercito dei dipendenti comunali e delle società partecipate. Ma Perugia sta scendendo una china che se non viene arrestata ora potrebbe condurci in un baratro ancor più difficile da risalire. L’immagine della città è a pezzi, la vivibilità è crollata. Serve un cambiamento radicale e il centrodestra - per la prima volta - ha un candidato a sindaco credibile, pugnace ancorché inclusivo, in grado di catalizzare consensi anche fuori del nostro consueto elettorato. Poi mi aspetto una seconda svolta: qualche cambiamento significativo nelle fila del centrodestra stesso. Dopo tanti anni forse qualcuno è demotivato e allora non serve adeguatamente la causa. E poi una carica politica è per definizione limitata nel tempo, non può essere vitalizia…

    Provieni da un mondo giovanile dove è difficile fare politica, poter emergere - soprattutto in una città rossa - e dove è anche facile disinnamorarsi della politica. Quali sono quindi secondo te i fattori che portano un giovane ad affermarsi in politica e soprattutto a trovare anche il coraggio di candidarsi in una città per tradizione avversa al centrodestra ?
    Il disamore per la politica è un problema generale, non riguarda solo il mondo giovanile del centrodestra. Le degenerazioni della politica tendono ad allontanare chiunque, ma della politica non possiamo disinteressarci: ha a che vedere col nostro agire quotidiano. Provenire dal Fronte della Gioventù e poi da An è certamente un ostacolo - o addirittura un marchio d’infamia - in contesti in cui regna il monocromatismo politico, l’ottusità e il pregiudizio politico. Cionondimeno, parafrasando Pound, se non siamo in grado di combattere per le nostre idee c’è qualcosa che non va: o non valiamo noi o non valgono le nostre idee. Negli anni ho confermato e rafforzato le mie convinzioni ideali, ora mi piacerebbe materializzarle in un’azione politica fattiva. Possibilmente legata al governo della città.

    Quali sono i valori in più che porteresti con te se fossi eletto in Consiglio comunale ?

    Ho innanzitutto un mio programma comportamentale. Non mi sento legato o dipendente da nessun potere. Concepisco la politica come servizio verso la collettività. Una politica aliena da condizionamenti, da tendenze consociative, da sotterfugi. La politica, come l’ho sempre pensata, deve essere onesta e trasparente. Questo sarà il mio primo impegno. Il secondo sarà la serietà: una presenza costante. Chi viene eletto non può poi disinteressarsi del consesso a cui appartiene. Purtroppo si è visto anche questo. Su un piano strettamente pratico vorrei offrire il mio contributo fedele e concreto all’azione di Pino Sbrenna. Al quale, soprattutto se governeremo, avrò molte idee da proporre…

    Cosa salveresti della Giunta Locchi (se esiste qualcosa da salvare) e cosa sarebbero invece le cose che vorresti far cancellare subito qualora fossi eletto ?
    Al di là delle elezioni, con tutta la buona volontà e spogliandomi di ogni pregiudizio, faccio fatica a trovare qualcosa di salvabile di un’amministrazione disastrosa. Forse a voler essere proprio indulgente, terrei un paio di rotonde ben fatte: niente di più, in dieci anni…

    La prima cosa da fare, concordo con Pino Sbrenna, sarà abbattere i T-red, emblema di malgoverno e monumento al disprezzo del centrosinistra verso i perugini. Poi c’è la questione sicurezza che andrà finalmente affrontata con serietà, sollecitando anche la polizia municipale…

    Ultima domanda, ma non meno importante: tu sei molto legato al mondo universitario e conosci molto bene le problematiche relative alla gestione dell'università: quale futuro proporresti per l'Università degli studi di Perugia ?
    L’Università ha un suo governo. La gestione dell’ateneo spetta dunque al Magnifico Rettore. Certo è che Università e Comune non potranno più essere enti distinti e distanti, addirittura configgenti, com’è avvenuto finora (si pensi alla clamorosa assenza del sindaco ad alcune inaugurazioni dell’anno accademico). Solo una seria compartecipazione alla crescita dell’ateneo - che, è bene ricordarlo, costituisce la prima “azienda” della regione - potrà portare ad un rilancio di Perugia. Comune ed ateneo, del resto, non devono concepire gli studenti come mera fonte di guadagno: sono una risorsa. Se venendo a Perugia troveranno un’università seria, una città accogliente e vivibile gli studenti non potranno che essere il miglior spot vivente della nostra città. Perché vessarli con mezzi pubblici scomodi, con affitti vergognosi, con multe odiose, con servizi scadenti? Così non si fa altro che allontanarli, tanto più in un momento storico in cui gli atenei sono prolificati e si tende a studiare a casa propria…


    3)Prosegue il giro di interviste promosse dal nostro circolo sui candidati del
    PdL provenienti dal mondo giovanile. Alessia Ricci,candidata al Comune di Perugia per il Popolo della libertà,proveniente anche lei dal mondo di Azione Giovani e dopo anni di militanza e tante battaglie ha deciso di scendere in campo per far vincere il centrodestra e proporre le sue idee. Ma andiamo a conoscere meglio la candidata:

    Ciao Alessia, innanzitutto complimenti per il coraggio. Non deve essere facile candidarsi in una città rossa, soprattutto per una giovane come te che nonostante i tanti anni di militanza e la tua affermazione ormai nel movimento giovanile di AG, dovrà fare certamente
    i conti con i "veterani"della politica e scontrarsi contro una intera classe di potere che da decenni governa e spadroneggia su Perugia. Da dove nasce quindi la tua voglia di candidarti ?
    Bella domanda davvero..Sarà banale come risposta, ma ti dico la voglia di provare a mettere il mio impegno a disposizione di tutti, di portare una voce giovane all'interno del Consiglio comunale,che magari non potrà cambiare chissà quanto, ma almeno potrà portare voglia di
    cambiamento...

    Pensi che oggigiorno per un giovane sia difficile poter emergere in politica? e per una donna? Innanzitutto non farei distinzioni di sesso tra uomini e donne; so che la società è abituata ad attuarle, ma a me piace giudicare le persone dalle loro capacità, dal merito e dalla loro onestà, altrimenti si rischia di fare una ghettizzazione sicuramente più ingiusta di quella che si intende combattere. In generale, i giovani hanno difficoltà ad emergere non perchè non ne hanno le
    capacità, ma perchè non gli si offrono opportunità serie di crescita politica, c'è bisogno che il movimento giovanile sia parte integrante della più ampia organizzazione partitica, con un reale potere di discussione e di decisione sulle scelte.


    Quali sono i punti cardine che porteresti con te nel nuovo consiglio comunale se fossi eletta ?
    Vengo da cinque anni di legislatura nella prima circoscrizione, in una parte di centro storico
    che ha subito scelte altamente discubili sotto il profilo della sicurezza, con quotidiani episodi di vandalismo e altro condannati solo a parole ma nei fatti giustificati da un'incapacità di contrasto locale; economico, in cui si punta prinicipalmente ai grandi eventi per dare ossigeno all'economia e non ad un serio piano di aiuti alle attività già presenti che non riescono più a sostenersi da sole. Ti cito l'esempio di monteluce,zona in cui vivo, che con la dismissione
    dell'ospedale si prepare a vivere sette anni di difficoltà gravi, e poco importa se i tempi per la ricostruzione vengono definiti "relativamente brevi" dalla sinistra, il problema sta nella fase di
    transizione, per le famiglie che vivono lì e pensano di andarsene, le attività che chiudono perchè manca clientela.. Quello che manca, nel complesso è una politica che si occupi parallelamente sia dei grandi obiettivi futuri che della quotidianità della sua gente. In consiglio sicuramente porterò la mia voglia di imparare, di confrontarmi e la promessa di ricordarmi che un consigliere è prima di tutto un cittadino, come tutti gli altri.

    Domanda banale ma fondamentale per tutti noi: si parla tanto di dare spazio ai giovani, di fare politiche a loro favorevoli. Tu sei giovane e sicuramente riesci meglio a interpretare i nostri bisogni rispetto a tanti altri politici al Comune che dicono di parlare in nome dei giovani ma "non
    pensano" come giovani. Puoi dirci tu cosa proporresti per aiutare la vita sociale, economica e culturale dei giovani perugini ?

    Siamo una città universitaria e gran parte della nostra ricchezza deriva da questo, ma la città non sempre si mostra all'altezza, basti pensare all'assenza di una cittadella universitaria con un campus che possa ospitare gli studenti fuori sede che devono ora sborsare cifre irreali per una stanza,o per un posto letto; segreterie scomode da raggiungere, parcheggi da pagare (e cari) davanti alle facoltà... Bisogna che l'associazionismo non rimanga un mondo a sè, ma sia realmente supportato, anche finanziariamente, e rappresentato in tutte le sue componenti.
    I giovani spesso hanno difficoltà a formarsi una propria famiglia,a comprasi una casa o avviare un'attività; misure tese ad agevolare fiscalmente per i primi anni, nuovi piccoli imprenditori o giovani coppie con serie politiche di supporto sociale, magari utilizzando fondi europei per non
    gravare interamente sul bilancio comunale, non mi sembrano così astratte e mi chiedo perchè in questi anni si siano lasciate cadere nel nulla...


    Ti ringraziamo per aver risposto alle nostre domande, sicuramente non esaurienti di tutto ciò che vorresti e potresti fare in Comune ma che sicuramente hanno dato una chiara idea sulla tua candidatura e sul tuo modo di fare politica. Complimenti ancora e in bocca al lupo!

    Circolo Azione Giovani Perugia - Windows Live

    interviste a cura di Michael Surace

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Località
    Perugia
    Messaggi
    359
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Interviste ai giovani candidati PDL

    basta con i manifesti abusivi!
    hahahahahah!
    Bisogna camminare su una corda tesa, sopra l'abisso, nel buio, sotto c'è pieno di mostri.
    Céline

    www.fabiopolese.it

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    6,556
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Interviste ai giovani candidati PDL

    Ne conosco 2 su 3 di sti ragazzi e non vado sullo specifico per non andare sul personale, ma poi la dx a Perugia perde e si chiede il perche'...(beh son onesto uno e' valido ma quell'altro, freghi, veramente....)

  4. #4
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    914 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Interviste ai giovani candidati PDL

    Citazione Originariamente Scritto da Biordo Visualizza Messaggio
    Ne conosco 2 su 3 di sti ragazzi e non vado sullo specifico per non andare sul personale, ma poi la dx a Perugia perde e si chiede il perche'...(beh son onesto uno e' valido ma quell'altro, freghi, veramente....)
    Coraggio Biordo in questo forum sono benvenuti gli approfondimenti sui curriculum vitae dei candidati umbri (parafrasando Woody Allen si potrebbe dire "tutto quello che avreste voluto sapere sui candidati alle amministrative umbre e non avete mai osato chiedere" ) con diritto di replica e di controcritrica sui candidati delle liste di Vladimiro Boccali da parte di Gladiatore ovviamente
    Dicci tutto quello che sai su quei candidati che conosci dai
    Ultima modifica di C@scista; 29-05-09 alle 22:29

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    6,556
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Interviste ai giovani candidati PDL

    Citazione Originariamente Scritto da C@scista Visualizza Messaggio
    Coraggio Biordo in questo forum sono benvenuti gli approfondimenti sui curriculum vitae dei candidati umbri (parafrasando Woody Allen si potrebbe dire "tutto quello che avreste voluto sapere sui candidati alle amministrative umbre e non avete mai osato chiedere" ) con diritto di replica e di controcritrica sui candidati delle liste di Vladimiro Boccali da parte di Gladiatore ovviamente
    Dicci tutto quello che sai su quei candidati che conosci dai
    No lascio perdere che non voglio essere querelato e poi, anche se su POL non va di moda, son sincero al 100%: e' da anni che son in giro per il mondo quindi non c'e' piu' la conoscenza diretta e ultimamente mi baso su voci. Magari in realta' negli ultimi anni son diventati tutti grandi statisti e mi vien da ridere perche' son sicuro che il Gladiatore ha capito a chi mi riferisco nel psot precedente ma non lo ammettera' mai

    xquanto riguarda le liste di sx a Perugia in genere c'e' un po' piu' di selezione, nel senso che il partito e'grande (a dx gli iscritti son 4 gatti) e almeno quelli che la spuntano a sx per lo meno in genere non son degli idioti completi, devono almeno primeggiare nella competizione interna MA NON SO NULLA DELLE LISTE DI QUEST'ANNO (quindi Gladiato' a sto giro non mi potro' divertire a polemizzare, sorry )

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Perugia
    Messaggi
    26
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Interviste ai giovani candidati PDL

    Purtroppo il candidato a Sindaco del centro-destra Sbrenna non ce l'ha fatta ad essere eletto. Questo dispiace soprattutto per l'impegno di molte persone, soprattutto ragazzi e ragazze, che credevano veramente nel rinnovamento a Perugia. Evidenetemente i perugini non si sono stancati delle multe ai semafori, della delinquenza, della droga, dei soliti raccomandati....

    Ma possiamo certamente affermare che la luce della destra perugina risplenderà nel rosso e tenebroso consiglio comunale che ci si presenta: oltre all'ottimo posizionamento dell'esponente di "forza italia giovani" Romizi (a cui auguriamo un grande in bocca al lupo) registriamo anche il terzo posto - primo tra gli ex aennisti - di Emanuele Prisco, dirigente di Azione Giovani, che abbiamo intervistato pochi giorni fa sul suo programma e aspettative. Niente da fare purtroppo per Alessia Ricci, a cui comunque auguriamo di continuare comunque il suo impegno politico. L'intramontabile Varasano - altro intervistato - invece potrebbe avere ancora delle speranze all'ultimo minuto e speriamo che rientri nella "corazzata giovane" del centrodestra al Comune. Sorpresa invece Scarponi, altro giovane proveniente da Azione giovani che è al momento l'ultimo dei consiglieri entranti, complimenti!

    Un consiglio comunale dunque ancora "rosso" ma con forze giovani e fresche nel centrodestra che sapranno dare battaglia al "regime" dello zar Boccali.

    In bocca al lupo a tutti!

    Circolo Azione Giovani Perugia - Windows Live

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 05-12-13, 14:57
  2. interviste ai candidati al senato: terza intervista a Giordi
    Di C@scista nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 05-12-13, 12:06
  3. Ma le interviste ai candidati alla Presidenza?
    Di Makaveli nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-12-13, 11:27
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-12-13, 15:32
  5. Commenti alle interviste dei candidati alla presidenza di Pir
    Di C@scista nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 81
    Ultimo Messaggio: 14-01-10, 14:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226