User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 50
  1. #1
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,971
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Il Veneto è già ripartito, da solo

    Cronache
    02/12/2010 - DOSSIER: L'ALLUVIONE UN MESE DOPO
    Nuovo miracolo a Nord-Est

    Il Veneto è già ripartito, da solo

    Notevoli i danni provocati dall'alluvione di novembre
    I trecento milioni annunciati
    per le urgenze non arriveranno prima di Natale. Ma a trenta giorni dal disastro, l'acqua non sembra quasi aver lasciato traccia
    MARCO ALFIERI
    A Vicenza hanno appena acceso i festoni di Natale dal centro storico fino al ponte degli Angeli, dove il Bacchiglione ha rotto gli argini allagando le vie. Un mese dopo la grande alluvione che ha piegato il Veneto, epicentro la città del Palladio (160 milioni di danni), tutto sembra aggiustato.

    Solo la puzza che sale dagli scantinati è ancora di un tanfo acre. Non fosse che per qualche mobile appoggiato fuori dai portoni in attesa della discarica, o per i sacchi di sabbia sulla strada, non si direbbe che 30 giorni fa in questi vicoli si è scatenato l'inferno. «È un'abitudine molto veneta - spiega il sindaco Achille Variati, fresco di sospensione della seconda rata Ici per chi ha subito danni - qui ci si tira su le maniche e si fa da sé». Come Claudio Bagante, titolare della Sdb di Ponti di Debba, periferia berica. Il lunedì mattina dell'alluvione ha dovuto spedire dal computer di casa l'ordine per non perdere una commessa buona dalla Russia. I pc aziendali erano tutti finiti nel fango. Quaranta centimetri di melma in magazzino, bobine di rame da buttare e fatture appese ad asciugare su un filo di corda. Ma insieme ai suoi 20 dipendenti non si è perso d'animo: «A metà novembre - racconta - avevamo già riattivato le linee di produzione». La Sdb fa cavi speciali per le linee ad alta trasmissione dati. I danni? «Trecentomila euro ma chi ci riconoscerà il fermo produzione? Se non facciamo da noi, nessuno ci aiuta».

    Già. Una ripartenza sprint che nell'Italia pigra e dimentica rischia di diventare un boomerang, perché se i danni non si vedono, i soldi non arrivano. Solo dopo molte pressioni il governo ha concesso una mini proroga dei pagamenti Irpef e Inps rispettivamente al 10 e al 20 dicembre). Per alcuni ambienti industriali è una «mini beffa»; per il ministro Sacconi sarà il decreto Milleproroghe a contenere il rinvio dei versamenti fino a giugno 2011. Ma i veneti sono diventati tanti piccoli San Tommaso. Anche perché i 300 milioni annunciati in pompa magna dal premier Berlusconi non si vedranno almeno fino a Natale. Una frustrazione che riporta alla tremenda sperequazione di un territorio che manda 100 a Roma e si vede ritornare 30. Tanto più oggi che il conto dell'alluvione è salato: 328 Comuni coinvolti, 2 morti, 4100 persone costrette a lasciare la casa, 140 km quadrati allagati e 3433 imprese danneggiate per 1,2 miliardi di danni.

    A Caldogno, dov'è morto nella piena del Timonchio Giuseppe Spigolon e si è allagata persino la chiesa, il sindaco Marcello Vezzaro ha dovuto spostare i tornei a carte degli anziani negli spogliatoi del campo sportivo (il centro ricreativo è inagibile) e avviare una raccolta fondi per ricomprare il pulmino dei disabili. Ma se uno passasse dal paese di Roberto Baggio non si accorgerebbe di nulla. Il suo collega di Bovolenta, l'ex parà Vittorio Meneghello, conta 23 milioni di danni, 35 aziende colpite e 45 famiglie allagate di cui 6 alloggiate in palestra (da domani finalmente trasferite in casette/roulotte).

    «In un mese abbiamo sistemato quasi tutto, la mia gente non si è fermata un attimo». Ma due metri di acqua a mollo per 6 giorni nei capannoni è dura da smaltire. Quel che preoccupa il sindaco Pdl sono le promesse da marinaio della politica. «A 66 anni si è disincantati», si sfoga. «Nel vademecum della Regione è scritto che ci sarà dato un acconto salvo disponibilità di cassa. Significa che se Tremonti non batte un colpo non si muoverà foglia…». Quanto a Berlusconi, «l'altro giorno ha detto che sono pronti 100 miliardi per il Sud. Perché di questi non ne ha dato uno a noi veneti per l'alluvione? Saremmo stati felicissimi».

    Non bastasse, Carlo Tessari, borgomastro di Monteforte d'Alpone, nel veronese, dopo 5 giorni aveva già riaperto le scuole del paese, ma oggi stramaledice la burocrazia. Per compilare le schede di risarcimento dei suoi 800 alluvionati, ha dovuto istituire 20 squadre di esperti.

    Per questo mentre tutto è ripreso veloce, il moto perpetuo veneto si riflette nello specchio di un territorio che si scopre un'altra volta nudo di fronte al Paese. Inchiodato alle solite doglianze, ingigantite: il nervo delle tasse, la burocrazia e il patto di stabilità che non fa differenza tra Comuni virtuosi e spreconi strangolando i tanti Lino Gambaretto, sindaco di Soave, che non può utilizzare i 7 milioni in cassa per aiutare la ventina di aziende ancora ferme del suo paese.

    Nel frattempo la Regione guidata da Luca Zaia, nella sua riserva indiana, ha costretto Berlusconi a mettere la faccia sul disastro e attivato i fondi di rotazione di Veneto sviluppo per la prima emergenza: in autocertificazione le imprese possono richiedere finanziamenti da 10 a 100 mila euro da restituire entro marzo 2013 senza oneri. Ma è chiaro che la partita, anzitutto politica, il governatore la gioca sui soldi che riuscirà a riportare in casa da Roma (ladrona).

    Sullo sfondo resta il lavoro più strategico. Il 25% dei Comuni veneti vive sotto minaccia di frane e smottamenti. Per anni la rete idrografica è stata devastata da una cementificazione ossessiva. Argini abbandonati, casse di espansione non fatte e tagli continui ai fondi per le opere idrauliche. Servirebbero 14 milioni l'anno per la sola manutenzione: nel 2009 la Regione ne ha stanziati 6, quest'anno 3. «È urgente un piano di opere strutturali per la messa in sicurezza del territorio», insistono dalla Protezione Civile. «Altrimenti…».

    Nuovo miracolo a Nord-Est Il Veneto è già ripartito, da solo- LASTAMPA.it
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,971
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Veneto è già ripartito, da solo

    Pochi minuti fa, al tiggiuno, lamentele da roma e dall'Abruzzo. Non una parola sulla ripresa autogestita del Veneto.

    MERDA ITALIA
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #3
    k21
    k21 è offline
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Jan 2010
    Messaggi
    9,884
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    10

    Predefinito Rif: Il Veneto è già ripartito, da solo

    E' per questo che sono ai confini dell'anarco-capitalismo: grazie all'Italia, si vede molto bene che si può tranquillamente fare a meno dello stato.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,963
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Veneto è già ripartito, da solo

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    Cronache
    02/12/2010 - DOSSIER: L'ALLUVIONE UN MESE DOPO
    Nuovo miracolo a Nord-Est

    Il Veneto è già ripartito, da solo

    [/url]
    allora presto presto nuove tasse in arrivo ...
    il sud ha bisogno repapelle:
    vulgus vult decipi

  5. #5
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,971
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Veneto è già ripartito, da solo

    Citazione Originariamente Scritto da k21 Visualizza Messaggio
    E' per questo che sono ai confini dell'anarco-capitalismo: grazie all'Italia, si vede molto bene che si può tranquillamente fare a meno dello stato.
    Ma lo stato italiano non può fare a meno di loro.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  6. #6
    Biowashball (che balla!)
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    regione patagna nazione Bunga Bunga
    Messaggi
    1,801
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Veneto è già ripartito, da solo

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    Cronache
    02/12/2010 - DOSSIER: L'ALLUVIONE UN MESE DOPO
    Nuovo miracolo a Nord-Est

    Il Veneto è già ripartito, da solo

    se è vero allora zaia è proprio un piagnone alla [email protected]@o di cane!

    manco un mese e senza che sia arrivato un euro....

    o c'è di mezzo mandrake o si stava pompando tutto alla napoletana
    41 bis ai ladri evasori (auguriamo di cuore un cancro al fegato a chi non paga le tasse)

    patagni, amici dei ladri di stato e dei camorristi, salutatemi l'alenia, papa e cosentino... iaociao: repapelle:

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Jun 2010
    Messaggi
    440
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Veneto è già ripartito, da solo



    ho come la sensazione che i 300 mln € destinati al veneto sono già nelle tasche della cricca
    :mmm:
    Ultima modifica di IlConte; 03-12-10 alle 00:14
    Conquista la folla e conquisterai la carega…
    Bossi: «Denuncerò chi ha utilizzato i soldi della Lega per sistemare la mia casa» repapelle:
    Renzo Bossi: farò contadino o muratore... meglio tardi che mai:sofico:

  8. #8
    Estinto
    Data Registrazione
    28 Mar 2010
    Località
    Eurasia
    Messaggi
    9,390
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Veneto è già ripartito, da solo

    Citazione Originariamente Scritto da jbroz Visualizza Messaggio
    se è vero allora zaia è proprio un piagnone alla [email protected]@o di cane!

    manco un mese e senza che sia arrivato un euro....

    o c'è di mezzo mandrake o si stava pompando tutto alla napoletana
    Più semplicemente i veneti sono formiche mentre noi italiani siamo cicale.

    La differenza tra la reazione dei settentrionali alle catastrofi naturali e quella dei meridionali, è sinceramente umiliante.
    Bisogna adattarsi al presente, anche se ci pare meglio il passato.

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    23 Jun 2010
    Località
    Venetia
    Messaggi
    244
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Veneto è già ripartito, da solo

    Citazione Originariamente Scritto da jbroz Visualizza Messaggio
    se è vero allora zaia è proprio un piagnone alla [email protected]@o di cane!

    manco un mese e senza che sia arrivato un euro....

    o c'è di mezzo mandrake o si stava pompando tutto alla napoletana

    I danni ci sono, e tanti.
    La stima di un miliardo è forse per difetto.

    Solo che semplicemente non si aspetta che qualcuno faccia.
    Si fa e basta.

    Ma questo voi italiani non potrete mai capirlo.
    Tzimbar-earde

  10. #10
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,472
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il Veneto è già ripartito, da solo

    Infatti non lo vorranno mai capire.
    Per cui è inutile rispondere a certe provocazioni.
    Tempo sprecato.

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226