Genoa: Eduardo, Rafinha, Dainelli, Ranocchia, Criscito, Rossi, Milanetto, Veloso (1' st Mesto), Kharja (23' st Destro), Palladino (1' st Rudolf), Toni. A disp. Scarpi, Moretti, Jankovic, Moreno. All. Ballardini

Napoli: De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio, Gargano, Pazienza, Dossena, Hamsik (39' st Sosa), Zuniga (19' st Yebda), Cavani. A disp. Iezzo, Santacroce, Cribari, Vitale, Dumitru. All. Mazzarri

Arbitro: Brighi di Cesena
Marcatore: 25' pt Hamsik
Note: ammoniti Campagnaro, Veloso, Zuniga, Cannavaro. Espulso al 40' st Pazienza (N) per doppia ammonizione.



Genova - Con quella faccia un po' così, quell'espressione un po' così che abbiamo noi che abbiamo vinto a Genova! Marassi è del Napoli. Dopo la Samp, battiamo pure il Grifo. La Lanterna diventa la Lampada dei desideri. Il genio è Hamsik che impenna la cresta sull'onda più alta del Mar Ligure. Vinciamo al Ferraris dopo 9 anni. Splendidi Guerrieri di Luce, che lottano contro la forza gravitazionale di un match che sembra una sfida universale. Guerre stellari. Il Napoli si staglia nel firmamento di una classifica chè è un panorama astronomico ed una visione Celestiale. Che spettacolo. Immensi. Un amore cosmico per una squadra che vola tre metri sopra il cielo. Gargano lancia i sogni in orbita, Hamsik mette la testa tra le nuvole. Siamo la cometa di Halley! E guardiamo dall'alto lo splendore della Galassia. La Lanterna diventa la Lampada dei desideri. Con quella faccia un po' così, quell'espressione un po' così...Genova per noi!

Marassi è un urlo ridondante. Napoletani e genoani fratelli di mare e cugini di fede. Si comincia a tavoletta. Nel Napoli non c'è Pocho, al suo posto il dinamismo di Zuniga. Proprio il colombiano dopo pochi secondo prova il diagonale da destra: Eduardo devia. Al 5' cross di Rossi per Dainelli, colpo di testa che De Sanctis blocca. Al 7' grande fuga di Maggio, cross respinto, arriva Hamsik che calcia di prima, un difensore salva con la schiena. Al 20' bella uscita di De Sanctis su Rossi che è costretto ad alzare la mira. Al 25' passa il Napoli. Calcio di punizione di Gargano che pesca Hamsik in area: stacco imperioso e palla in gol. Uno a zero per noi. Sarà il gol partita, ma non lo sappiamo ancora e fino alla fine sarà battaglia purissima.

Nel secondo tempo il Genoa spinge con tutta la forza che ha in corpo. Il Napoli tiene botta ed è un match per uomini veri. Al 10' tiro cross di Mesto che De Sanctis alza in angolo. Al 16' ancora Mesto, lanciato da Rudolf, palla fuori. Al 18' cross di Rudolf ed anticipo di Toni che chiude a filo di palo. Il Napoli reagisce e tiene il campo con orgoglio e coraggio. Al 28' Milanetto trova un varco per Toni ed è bravo ancora De Sanctis a chiudere la strada. E' battaglia vera. Al 40' viene espulso Pazienza per una seconda ammonizione molto dubbia. Ma gli azzurri resistono ed è il trionfo dei Guerrieri. Marassi è conquistata su entrambe le sponde. La luce della Lanterna è azzurra!