User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: chi voti?

Partecipanti
28. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Liberali

    4 14.29%
  • Partito Socialista Italiano

    7 25.00%
  • Partito Popolare Italiano

    2 7.14%
  • Radicali

    2 7.14%
  • Partito Socialista Riformista Italiano

    1 3.57%
  • Nazionalisti

    10 35.71%
  • Partito Repubblicano Italiano

    2 7.14%
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 49

Discussione: Elezioni nel 1918

  1. #1
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Elezioni nel 1918

    1866: scoppia la Guerra Austro-Prussiana. L'Italia,alleata con la Prussia,entra anch'essa in guerra contro l'Austria. E' la Terza Guerra d'Indipendenza.
    Su pressione del Re,però,La Marmora non si è dimesso da Presidente del Consiglio (non avremo mai un secondo Governo Ricasoli). Il Re è Comandante in Capo delle Forze Armate,il Generale Cialdini è Capo di Stato Maggiore dell'Esercito e guida la spedizione.
    Il grosso del Regio Esercito (circa 140.000 uomini) seguirà dunque la proposta di Cialdini di attaccare il Veneto dalla Romagna,aggirando le difese austriache e puntando su Venezia. Una armata minore (80.000 uomini) attraverserà invece il Mincio e terrà impegnati gli Austriaci nel Quadrilatero,sotto il comando di Govone. Un ruolo secondario viene assegnato ai volontari di Garibaldi,che dovranno conquistare il Trentino (che verrà assegnato all'Italia solo se questa sarà in grado di prenderlo).
    La guerra per l'Italia comincia il 16 giugno.

    24 giugno: a Custoza il generale Govone sconfigge gli Austriaci. Nei combattimenti si distingue il Principe di Piemonte Umberto.

    3 luglio: a Sadowa i Prussiani sconfiggono gli Austriaci.

    20 luglio: le truppe italiane,guidate da Cialdini,giungono a pochi chilometri da Venezia,che insorge.

    22 luglio: il generale Cialdini entra a Venezia,accolto da una folla osannante.

    27 luglio: dopo aver tenuto brillantemente testa all'ottimo generale austriaco Kuhn Garibaldi entra a Trento. Gli Austriaci abbandonano il Trentino.

    12 agosto: l'armistizio di Nikolsburg proibisce all'Italia di invadere anche la Venezia Giulia (impresa che non sarebbe stata gradita dalla Prussia).

    23 agosto: pace di Praga: la guerra finisce. Il Regno d'Italia ottiene il Veneto ed il Trentino,ma non la Venezia Giulia. La Corona Ferrea viene ceduta dall'Imperatore d'Austria al Re d'Italia.

    ....................................

    marzo-aprile 1914: Giolitti,trovando sciocco dichiarare guerra all'Austria per la sola Trieste (che ritiene possibile ottenere per vie diplomatiche),ordina ai suoi "ascari" in Parlamento di sfiduciare il Governo Salandra ed il suo Ministro degli Affari Esteri Sonnino (accesamente interventista).
    Nelle consultazioni che seguono il Re nomina per la quinta volta Giolitti Capo del Governo.

    Maggio 1914: presentandosi alla Camera Giolitti ottiene la fiducia con i voti di un po' tutti i liberali non strettamente salandrini,dei cattolici deputati e dei socialisti riformisti. Votano contro i salandrini,i nazionalisti ed i repubblicani (che vogliono la Quarta Guerra d'Indipendenza). Turati preme sui socialisti ed ottiene l'astensione del PSI nella votazione a favore del "Governo della neutralità".

    1914-1918: il Governo Giolitti dura per 4 anni,ma fa ben poco. Il boom economico italiano prosegue senza sosta e anzi aumenta vendendo prodotti ad entrambi i blocchi in guerra. La rivolta senussita viene stroncata praticamente sul nascere nel 1916.
    Giolitti però continua segretamente a riarmare l'Esercito in previsione di un ingresso in guerra qualora le condizioni lo rendessero necessario.
    L'Austria,convinta che Giolitti non scenderà mai in guerra,non vuole cedere Trieste.

    1918: entrati in guerra gli Stati Uniti,il blocco economico contro gli Imperi Centrali si fa troppo forte.
    L'Austria-Ungheria si mostra sempre più divisa nelle sue mille etnie,mentre in Germania serpegga la rivolta sociale.
    Giolitti,temendo che Trieste vada alla Serbia,decide di scendere a patti.
    Ad aprile il Governo stipula il Patto di Londra con Stati Uniti,Regno Unito e Francia: l'Italia entra in guerra in cambio della Venezia Giulia,del Litorale Austriaco,di Fiume e di Zara,oltre a qualche arrotondamento coloniale. Il trattato è reso subito pubblico e viene approvato dal Parlamento.
    L'Italia entra in guerra contro l'Austria e la Germania il 24 maggio.

    1 giugno: gli Italiani attaccano gli Austriaci sul fronte giuliano: è la battaglia dell'Isonzo. Gli austriaci,pochi e demotivati,vengono rapidamente sopraffatti. Gli Italiani invadono la Venezia-Giulia.

    10 giugno: il MAS (motoscafi auto-siluranti) di Rizzi affonda la corazzata Santo Stefano.

    24 luglio: Trieste è italiana dopo aspri combattimenti.

    25 agosto: dopo un mese di combattimenti gli Italiani arrivano a Pola.

    4 novembre: l'Austria firma l'armistizio. Dopo soli 7 mesi la guerra è vinta.

    11 novembre: le ostilità finiscono in tutta Europa.

    Vinta la guerra,il Re scioglie le Camere (il cui scioglimento era stato posticipato sine die a causa della guerra). Alle elezioni,che si svolgono ancora col maggioritario si presentano i seguenti gruppi:

    Liberali: non sono propriamente un partito,sono un coacervo di grandi personalità (Giolitti,Sonnino,Salandra,Nitti) fra loro molti diversi. Sono ad ogni modo la classe dirigente italiana. Pare scontata una loro vittoria,e ancora di più una vittoria di Giolitti.

    Partito Socialista Italiano: entrando in guerra Giolitti ha perso l'opportunità di coinvolgere i socialisti al Governo. Turati è ormai in minoranza ed i massimalisti comandano.

    Partito Popolare Italiano: è il più giovane fra i partiti italiani,fondato da due personalità diversissime per origine geografica: il siciliano Don Sturzo ed il trentino De Gasperi (Trento è italiana sin dalla Terza Guerra d'Indipendenza).

    Nazionalisti: guidati dal buon Federzoni,hanno sostenuto Giolitti a partire dall'ingresso in guerra.

    Radicali: formalmente l'opposizione liberale di sinistra di Giolitti,ma di fatto ben integrati nel sistema giolittiano, Come dice il nome si rifanno al Partito Radicale Francese.

    Partito Socialista Riformista Italiano: nato dopo la Guerra di Libia,guidato da Bonomi,il nome dice tutto. Anche loro sono ben integrati nel sistema giolittiano.

    Partito Repubblicano Italiano: i successori di Mazzini. Al grido di "A morte il Re e il Principin" sono sempre stati interventisti e,sia detto a loro onore,sono anche intervenuti a guerra scoppiata.
    Ultima modifica di Von Righelli; 18-12-10 alle 20:54
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    abroad
    Messaggi
    53,077
    Mentioned
    1022 Post(s)
    Tagged
    42 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nel 1918

    l'unico partito che mi convince è quello valoroso dei nazionalisti, gli altri sono tutti politicanti

    Comunque l'antrata nella prima guerra mondiale da parte dell'Italia contro gli imperi centrali fu un gravissimo errore; gli imperi centrali costituivano il vero equilibrio dell'Europa, caduto quelli l'Europa conobbe un declino fortissimo
    Ultima modifica di FrancoAntonio; 18-12-10 alle 22:55

  3. #3
    Giolittiano
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    8,410
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Rif: Elezioni nel 1918

    giolitti sempre !
    VOTA ALLE ELEZIONI DI POL QUI
    VOTA LISTA REPUBBLICANA


  4. #4
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    14,045
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nel 1918

    Ho votato Popolare, ma c'è una cosa che non mi convince. Senza la discesa in guerra dell'Italia nel 1915, l'Austria avrebbe potuto disporre di un numero ancora più consistente di truppe da fornire in supporto dell'alleato tedesco, specie sul fronte orientale. Sarebbe stato anche possibile per la Germania attaccare ad ovest con maggiore efficacia, tanto che il piano Schlieffen avrebbe potuto compiuersi con la conquista di Parigi e la capitolazione della Francia, e le conseguenze avrebbero altrerato enormemente gli equilibri europei.
    Ultima modifica di Guy Fawkes; 24-12-10 alle 15:32
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

  5. #5
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nel 1918

    Votato i Socialisti
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  6. #6
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nel 1918

    Citazione Originariamente Scritto da Guy Fawkes Visualizza Messaggio
    Ho votato Popolare, ma c'è una cosa che non mi convince. Senza la discesa in guerra dell'Italia nel 1915, l'Austria avrebbe potuto disporre di un numero ancora più consistente di truppe da fornire in supporto dell'alleato tedesco, specie sul fronte orientale. Sarebbe stato anche possibile per la Germania attaccare ad ovest con maggiore efficacia, tanto che il piano Schlieffen avrebbe potuto compiuersi con la conquista di Parigi e la capitolazione della Francia, e le conseguenze avrebbero altrerato enormemente gli equilibri europei.
    Ci avevo pensato anche io. Per comodità ho supposto che sul fronte occidentale i francesi facciano praticamente dei miracoli (i morti sarebbero certamente superiori). Avevo pensato di posticipare la conclusione della guerra di un anno,ma ho rinunciato anche qui per comodità.

    Però il piano Schlieffen fu applicato (e fallì) nel 1914,quando l'Italia era effettivamente neutrale. Le mie paure erano più che altro per le battaglie successive,soprattutto Verdun.
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

  7. #7
    Francpolitik
    Data Registrazione
    05 Jul 2010
    Località
    Pescara
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nel 1918

    Ho votato partito socialista anche se sono un po' perplesso. Se fossi vissuto a quell'epoca credo non sarei andato a votare.

    E comunque bello scenario
    L'uomo è nato libero ma ovunque è in catene

  8. #8
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nel 1918

    Nazziunalista :giagia:
    Purtroppo in questa linea temporale Lui non uscirà mai dal PSI...
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  9. #9
    gira così
    Data Registrazione
    01 Jun 2009
    Messaggi
    5,185
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nel 1918

    Lo ammetto.. repubblicani.

  10. #10
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni nel 1918

    Citazione Originariamente Scritto da Defender Visualizza Messaggio
    Nazziunalista :giagia:
    Purtroppo in questa linea temporale Lui non uscirà mai dal PSI...
    Anzi, probabilmente con la vittoria massimalista è pure diventato Segretario Guiderà una Rivoluzione Bolscevica in Italia ?
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. 4 Novembre 1918
    Di Italianista nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 06-11-12, 21:03
  2. IV Novembre 1918
    Di occidentale nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 05-11-11, 20:59
  3. IV Novembre 1918
    Di occidentale nel forum Patria Italiana
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-11-11, 17:30
  4. Lettera dal 1918
    Di W. Von Braun nel forum Storia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-02-08, 19:46
  5. 4 novembre 1918
    Di Penelope (POL) nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 08-11-03, 00:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226