User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: A mare Carlo Felice!

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    18 May 2009
    Messaggi
    270
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito A mare Carlo Felice!

    potrebbe essere un degno modo per onorare questo 2011 di celebrazioni.. che dite?




    A mare Carlo Felice. W Giovanni Maria Angioy!
    Scritto da Enrico Lobina

    Il largo più importante di Cagliari è dedicata a Carlo Felice. La strada più importante della Sardegna è dedicata a Carlo Felice. Tante strade delle nostre città e dei nostri paesi sono intitolate a Carlo Felice. Perché? Chi era costui?

    Nel 1820 Vittorio Emanuele I, re di Savoia, abdicò in favore del fratello Carlo Felice. Egli, lontano da Torino, dovette subire per qualche mese la reggenza di Carlo Alberto, il quale era un liberale. Infatti, concesse una costituzione, la quale fu revocata da Carlo Felice qualche mese dopo.

    Carlo Felice dovette governare anche la Sardegna, che conosceva già. Si era rifugiato in Sardegna quando, sul finire del Settecento, con tutta la corte era scappato dal Piemonte per non cadere nelle mani delle truppe napoleoniche. Su Carlo Felice il giudizio degli storici è quasi unanime: fu un sovrano reazionario, illiberale, che non fece nulla per cambiare le condizioni di vita dei sardi. Nonostante alcune riforme (istruzione, organizzazione sanitaria, Codice Feliciano, inizio della Cagliari-Sassari), il carattere negativo di fondo del suo operato è netto.

    L’editto delle chiudende di Vittorio Emanuele I, a causa dei moti del 1820-21, non fu pubblicato subito. Lo fece Carlo Felice nel 1823. Come si sa, l’editto diede luogo ad abusi ed arbitri. In definitiva, il popolo sardo non ne ebbe vantaggio.

    Perché Carlo Felice deve rappresentare Cagliari? Perché i tifosi del Cagliari devono addobbare un nemico della Sardegna? I simboli rappresentano un popolo e lo identificano. Ci dobbiamo noi identificare con Carlo Felice?

    Giovanni Maria Angioy, nato a Bono nel 1751, fu il capo simbolo del movimento anti-feudale sardo. Angioy fece proprie le rivendicazioni delle popolazioni della campagna vessate dai feudatari, e propugnò l’eliminazione delle arcaiche strutture di potere. Lo seguivano il popolo, che da anni sporadicamente si ribellava, ma anche professioni e funzionari, formatisi nelle due Università sarde (Cagliari e Sassari). Nel 1796 viene nominato Alternos, e parte da Cagliari in direzione Sassari. Viene ovunque accolto come un salvatore. Governa con saggezza e giustizia. Ben presto gli viene chiesto di porsi alla testa di un movimento che sottragga la Sardegna al dominio dei feudatari. L’Alternos accetta.

    Parte da Sassari il 2 giugno 1796. L’accoglienza nei paesi è eccezionale, e comincia la marcia verso sud. Gli angioyani cantano Procurad’ e moderare, barones, sa tirannia. Dichiara: “Ho perso la salute, il mio patrimonio, le mie figliuole, […] ma non lascerò se questi m’agiutano di difendere tutto questo Capo di Logudoro dalla schiavitù dei feudatari insino all’ultima goccia del mio sangue”.

    La discesa di Giovanni Maria Angioy, tradito dai suoi ex alleati, si ferma a Oristano. Morirà, povero, a Parigi nel 1808, non prima di aver tentato in tutti i modi di dare al suo popolo giustizia e libertà.

    Quale deve essere lo spirito di Cagliari e della Sardegna, il suo ethos? Quello di Carlo Felice o di Giovanni Maria Angioy? Perché ci deve essere la statua di Carlo Felice? Perché non la sostituiamo con quella di Giovanni Maria Angioy? Perché tutti i sindaci di Cagliari non hanno mai messo in discussione Carlo Felice? Il centrodestra, che comprende i beneamati sardisti, sta muto. Ed il centrosinistra?

    Noi vogliamo buttare a mare Carlo Felice, e mettere nella piazza simbolo di Cagliari, da cui parte la strada che attraversa tutta la nostra terra, Giovanni Maria Angioy.

    Qualcuno potrebbe prendere la questione con sufficienza. Preferiamo, piuttosto, che ci si dica che non si è d’accordo. Perché tutti noi vogliamo migliorare le condizioni di vita delle cagliaritane e dei cagliaritani. E vogliamo dare a coloro che vivono con noi nei quartieri della capitale una ragione per cui vivere. Vogliamo il pane e le rose. La vita materiale ed il sogno che diventa realtà.

    Chiediamo al centrosinistra, e a chiunque si candidi ad amministrare la capitale della Sardegna, di prendere questo impegno. Cagliari si merita altro.

    “A mare Carlo Felice. W Giovanni Maria Angioy”

    A mare Carlo Felice. W Giovanni Maria Angioy! | Enrico Lobina
    Ultima modifica di Plùminus; 10-01-11 alle 23:21

  2. #2
    100% sardu
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Sardìnnia
    Messaggi
    28,940
     Likes dati
    544
     Like avuti
    1,219
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: A mare Carlo Felice!

    Chi femus unu pòpulu diaderus, ddu emus arremprasau giai de diora! hefico:

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Sep 2010
    Messaggi
    342
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: A mare Carlo Felice!

    Citazione Originariamente Scritto da Plùminus Visualizza Messaggio
    potrebbe essere un degno modo per onorare questo 2011 di celebrazioni.. che dite?




    A mare Carlo Felice. W Giovanni Maria Angioy!
    Scritto da Enrico Lobina

    Il largo più importante di Cagliari è dedicata a Carlo Felice. La strada più importante della Sardegna è dedicata a Carlo Felice. Tante strade delle nostre città e dei nostri paesi sono intitolate a Carlo Felice. Perché? Chi era costui?

    Nel 1820 Vittorio Emanuele I, re di Savoia, abdicò in favore del fratello Carlo Felice. Egli, lontano da Torino, dovette subire per qualche mese la reggenza di Carlo Alberto, il quale era un liberale. Infatti, concesse una costituzione, la quale fu revocata da Carlo Felice qualche mese dopo.

    Carlo Felice dovette governare anche la Sardegna, che conosceva già. Si era rifugiato in Sardegna quando, sul finire del Settecento, con tutta la corte era scappato dal Piemonte per non cadere nelle mani delle truppe napoleoniche. Su Carlo Felice il giudizio degli storici è quasi unanime: fu un sovrano reazionario, illiberale, che non fece nulla per cambiare le condizioni di vita dei sardi. Nonostante alcune riforme (istruzione, organizzazione sanitaria, Codice Feliciano, inizio della Cagliari-Sassari), il carattere negativo di fondo del suo operato è netto.

    L’editto delle chiudende di Vittorio Emanuele I, a causa dei moti del 1820-21, non fu pubblicato subito. Lo fece Carlo Felice nel 1823. Come si sa, l’editto diede luogo ad abusi ed arbitri. In definitiva, il popolo sardo non ne ebbe vantaggio.

    Perché Carlo Felice deve rappresentare Cagliari? Perché i tifosi del Cagliari devono addobbare un nemico della Sardegna? I simboli rappresentano un popolo e lo identificano. Ci dobbiamo noi identificare con Carlo Felice?

    Giovanni Maria Angioy, nato a Bono nel 1751, fu il capo simbolo del movimento anti-feudale sardo. Angioy fece proprie le rivendicazioni delle popolazioni della campagna vessate dai feudatari, e propugnò l’eliminazione delle arcaiche strutture di potere. Lo seguivano il popolo, che da anni sporadicamente si ribellava, ma anche professioni e funzionari, formatisi nelle due Università sarde (Cagliari e Sassari). Nel 1796 viene nominato Alternos, e parte da Cagliari in direzione Sassari. Viene ovunque accolto come un salvatore. Governa con saggezza e giustizia. Ben presto gli viene chiesto di porsi alla testa di un movimento che sottragga la Sardegna al dominio dei feudatari. L’Alternos accetta.

    Parte da Sassari il 2 giugno 1796. L’accoglienza nei paesi è eccezionale, e comincia la marcia verso sud. Gli angioyani cantano Procurad’ e moderare, barones, sa tirannia. Dichiara: “Ho perso la salute, il mio patrimonio, le mie figliuole, […] ma non lascerò se questi m’agiutano di difendere tutto questo Capo di Logudoro dalla schiavitù dei feudatari insino all’ultima goccia del mio sangue”.

    La discesa di Giovanni Maria Angioy, tradito dai suoi ex alleati, si ferma a Oristano. Morirà, povero, a Parigi nel 1808, non prima di aver tentato in tutti i modi di dare al suo popolo giustizia e libertà.

    Quale deve essere lo spirito di Cagliari e della Sardegna, il suo ethos? Quello di Carlo Felice o di Giovanni Maria Angioy? Perché ci deve essere la statua di Carlo Felice? Perché non la sostituiamo con quella di Giovanni Maria Angioy? Perché tutti i sindaci di Cagliari non hanno mai messo in discussione Carlo Felice? Il centrodestra, che comprende i beneamati sardisti, sta muto. Ed il centrosinistra?

    Noi vogliamo buttare a mare Carlo Felice, e mettere nella piazza simbolo di Cagliari, da cui parte la strada che attraversa tutta la nostra terra, Giovanni Maria Angioy.

    Qualcuno potrebbe prendere la questione con sufficienza. Preferiamo, piuttosto, che ci si dica che non si è d’accordo. Perché tutti noi vogliamo migliorare le condizioni di vita delle cagliaritane e dei cagliaritani. E vogliamo dare a coloro che vivono con noi nei quartieri della capitale una ragione per cui vivere. Vogliamo il pane e le rose. La vita materiale ed il sogno che diventa realtà.

    Chiediamo al centrosinistra, e a chiunque si candidi ad amministrare la capitale della Sardegna, di prendere questo impegno. Cagliari si merita altro.

    “A mare Carlo Felice. W Giovanni Maria Angioy”

    A mare Carlo Felice. W Giovanni Maria Angioy! | Enrico Lobina
    Speriamo... I tifosi del cagliari che addobbano la statua è una scena da delirio del lobotomizzato
    Terra brujada est custa e d’est bocchende semen in sinu e brios in sas venas...

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    12 Feb 2008
    Messaggi
    20,158
     Likes dati
    73
     Like avuti
    4,685
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Rif: A mare Carlo Felice!

    Citazione Originariamente Scritto da Juanni Anjoy Visualizza Messaggio
    Speriamo... I tifosi del cagliari che addobbano la statua è una scena da delirio del lobotomizzato
    probabilmente addobberebbero pure la statua di Hitler :sofico:
    Dannato Barone Rosso.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    18 May 2009
    Messaggi
    270
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: A mare Carlo Felice!

    Il gesto è bello. un rituale collettivo e spontaneo che fa parte del folcklore cittadino. Purtroppo è la statua ad essere sbagliata, non prendiamocela con chi la riconosce quale simbolo cittadino senza neppure sapere bene chi rappresenta..

    Che i Cagliairtani e i Sardi non avessero particolaremente amato questo viceré, che fece del resto di tutto per allontanare il popolo, scegliendo, tra l'altro, di vivere tra gli agi di villa d'orri a sarroch e non nella dimora cagliartana, lo testimonia anche la storia di questo monumento.
    Fu voluto dagli stamenti, Carlo Felice ancora vivente, per adulazione e lecchinaggio, non certo per istanza popolare. Tanto che, una volta realizzato il monumento e morto il sovrano, venne dimenticato per 30 anni in qualche magazzino senza che nessuno sentisse l'esigenza di posizionarlo dove poi fu collocato. Non ricordo come e chi, ritrovandoselo in mezzo ai piedi, decise infine di sollevarlo su quel basamento, sistemandolo in modo errato, con lo sguardo e il braccio rivolti in direzione opposta..

    comunque più che buttarlo a mare col rischio che qualcuno in futuro possa riportarlo alla luce e agli onori, a tipo bronzo di riace, lo fonderei... Lastima de brunzu!
    Ultima modifica di Plùminus; 12-01-11 alle 02:48

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    selargius (CA) - SARDINNIA
    Messaggi
    3,142
     Likes dati
    1
     Like avuti
    20
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: A mare Carlo Felice!

    Citazione Originariamente Scritto da Plùminus Visualizza Messaggio
    Il gesto è bello. un rituale collettivo e spontaneo che fa parte del folcklore cittadino. Purtroppo è la statua ad essere sbagliata, non prendiamocela con chi la riconosce quale simbolo cittadino senza neppure sapere bene chi rappresenta..

    Che i Cagliairtani e i Sardi non avessero particolaremente amato questo viceré, che fece del resto di tutto per allontanare il popolo, scegliendo, tra l'altro, di vivere tra gli agi di villa d'orri a sarroch e non nella dimora cagliartana, lo testimonia anche la storia di questo monumento.
    Fu voluto dagli stamenti, Carlo Felice ancora vivente, per adulazione e lecchinaggio, non certo per istanza popolare. Tanto che, una volta realizzato il monumento e morto il sovrano, venne dimenticato per 30 anni in qualche magazzino senza che nessuno sentisse l'esigenza di posizionarlo dove poi fu collocato. Non ricordo come e chi, ritrovandoselo in mezzo ai piedi, decise infine di sollevarlo su quel basamento, sistemandolo in modo errato, con lo sguardo e il braccio rivolti in direzione opposta..

    comunque più che buttarlo a mare col rischio che qualcuno in futuro possa riportarlo alla luce e agli onori, a tipo bronzo di riace, lo fonderei... Lastima de brunzu!
    quotone completo
    Our revenge will be the laughter of our children
    Robert Gerard "Bobby" Sands

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    20 Nov 2009
    Messaggi
    485
     Likes dati
    0
     Like avuti
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: A mare Carlo Felice!

    rimuovere La Statua estoy de acuerdo est nai pagu.... per il fatto che la vestono rossoblù quando vincesse qualche cosa il Chiagliari appu pensau sempri chi fessit una cosa de pigara po su culu a sa memoria... a tipo rivincita popolare esorcismo sberleffo a cura del sottoproletariato urbano 'gnorante e plebeo dei tempi che furono .... del resto anche nella pubblicità dei La Pola ultima da sdongianta con l'areo a La Statua... cioè se d'era una statua rispettata mica la sdongiavano.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Nov 2009
    Messaggi
    739
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: A mare Carlo Felice!

    Citazione Originariamente Scritto da Juanni Anjoy Visualizza Messaggio
    Speriamo... I tifosi del cagliari che addobbano la statua è una scena da delirio del lobotomizzato
    A mio parere l'unico lobotomizzato sei te...
    I tifosi del Cagliari addobbano Carlo felice per tradizione puramente sportiva e colorata, inneggiando ai colori della loro squadra di calcio.
    Carlo Felice è un personaggio lontano e sconosciuto alla stragrande maggioranza dei sardi che identificano il suo nome con la SS 131.
    Quindi lascia perdere le tue offese da sfigato sassaritorres!

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Nov 2009
    Messaggi
    739
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: A mare Carlo Felice!

    Citazione Originariamente Scritto da morfeo Visualizza Messaggio
    probabilmente addobberebbero pure la statua di Hitler :sofico:
    La prossima volta addobbiamo te!

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    18 May 2009
    Messaggi
    270
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: A mare Carlo Felice!

    Citazione Originariamente Scritto da urgekitana Visualizza Messaggio
    rimuovere La Statua estoy de acuerdo est nai pagu.... per il fatto che la vestono rossoblù quando vincesse qualche cosa il Chiagliari appu pensau sempri chi fessit una cosa de pigara po su culu a sa memoria... a tipo rivincita popolare esorcismo sberleffo a cura del sottoproletariato urbano 'gnorante e plebeo dei tempi che furono .... del resto anche nella pubblicità dei La Pola ultima da sdongianta con l'areo a La Statua... cioè se d'era una statua rispettata mica la sdongiavano.
    interpretazione arguta e degna della massima considerazione!

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 07-07-14, 12:56
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 31-01-14, 22:22
  3. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 02-11-12, 07:58
  4. le verità del mare, de carlo
    Di etnia salentina nel forum Hdemia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 27-09-06, 10:12
  5. Tagli alla cultura-Il Teatro Carlo Felice soffre
    Di Sgiar nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-10-05, 20:26

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •