User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,378
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito VENTI AUTONOMISTI IN ITAGLIA MA TUTTO E' PARTITO PRIMA DALLA MAGNA GRECIA

    Venti autonomisti sull'Italia. Il Salento vuole staccarsi dalla Puglia mentre Belluno sogna il Trentino
    Giovedí 13.01.2011 09:10

    Venti autonomisti sull'Italia. Il Salento vuole staccarsi dalla Puglia mentre Belluno sogna il Trentino - Affaritaliani.it



    Se sul piano parlamentare il federalismo arranca, la voglia di autonomia che arriva dal basso sembra invece rafforzarsi e contagia tutto il territorio nazionale.
    Dal Nord a Sud pullulano le richieste di secessione o di adesione a nuovi territori seguendo un trend che pare divenuto inarrestabile.


    Le ultime insofferenze verso lo status quo territoriale vengono dalla Puglia e dal Veneto. Ad alcuni salentini la terra delle tarante non sembra andare più bene; in particolare all'imprenditore televisivo (un altro) Paolo Pagliaro che ha fondato il movimento "Salento libero" e dalle frequenze della sua televisone locale, Telerama, diffonde l'idea che il territorio attorno a Lecce debba diventare una regione autonoma.

    Dopo aver raccolto il consenso di 64 comuni su 146 fra le provincie di Lecce, Taranto e Brindisi, il movimento di Pagliaro ha avanzato richiesta in Cassazione per un referendum su una possibile separazione del Salento dalla Puglia, così da far lievitare il numero delle regioni italiane da 20 a 21.
    Anche più a Nord, nella ex-Repubblica di Venezia, si registrano malumori.

    Nella provincia di Belluno, pur non chiedendo la creazione di una nuova entità territoriale, é forte la volontà di staccarsi dal Veneto per essere uniti al Trentino Alto Adige, così da godere di tutti i benefici fiscali che fanno ricca quella regione a statuto speciale. Niente magnati dei media in qui, l'iniziativa é stata presa in mano direttamente dalla giunta provinciale che ha approvato l'avvio delle procedure legali per la richiesta di aggregazione con il ricco vicino.


    Benché l'esito dell'operazione appaia incerto, la decsione dell'istituzione bellunese ha già ottenuto un primo risultato causando divisoni all'interno della Lega Norda a livello locale con 1 consigliere che ha votato a favore del progetto.
    L'elenco potrebbe continuare: a Frosinone e Latina che non ne possono più del Lazio Affaritaliani ha dedicato uno speciale mentre i tamburi di guerra hanno cominciato a rullare anche in Piemonte dove Alba e Bra sembrano averne abbastanza di Cuneo e vogliono dar vita a una nuova provincia (con buona pace di chi nel 2008 ne prometteva la cancellazione).
    Questo genere d'iniziative non sono nuove nel panorama italiano dei campanilismi e dei provincialismi. Anni fa l'isola di lampedusa decise di assurgere agli albori delle cronache non solo per gli sbarchi di clandestini ma anche per aver chiesto di staccarsi dalla Sicilia e di aggregarsi alla provincia di Bergamo.


    Pare difficile che la maggior parte di queste iniziative possano raggiungere lo scopo che si sono prefissate, tuttavia esse potrebbero rappresentare la spia di un malessere in cui riventicazioni economiche (più o meno fondate) si combinano con crisi identitarie. Sembra che ognuno si senta in diritto di farsi in casa la sua piccola patria fai da te scaricando le responsabilità di determinati problemi su altri e pensando che uno spostamento di confini possa risolvere magicamente ogni cosa.
    A breve verrà approvata la riforma federalista, viene da chiedersi se questa servirà a porre un argine a questo trend o se invece sarà un incentivo a stimolarlo.




    CERTO che ci vuole un bel coraggio pensare che la voglia di autonomia venga dai fihli della MAGNA-GRECIA, poi dalla padania.

    Tra un po' di tempo si arriverà a dire che la secessione sarà un bene perché i figli del tacco d'itaglia saranno i primi a volerla.

    Ci sarebbe da ridere.......

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Messaggi
    261
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: VENTI AUTONOMISTI IN ITAGLIA MA TUTTO E' PARTITO PRIMA DALLA MAGNA GRECIA

    Citazione Originariamente Scritto da psico Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    Venti autonomisti sull'Italia. Il Salento vuole staccarsi dalla Puglia mentre Belluno sogna il Trentino
    Giovedí 13.01.2011 09:10

    Venti autonomisti sull'Italia. Il Salento vuole staccarsi dalla Puglia mentre Belluno sogna il Trentino - Affaritaliani.it



    Se sul piano parlamentare il federalismo arranca, la voglia di autonomia che arriva dal basso sembra invece rafforzarsi e contagia tutto il territorio nazionale.
    Dal Nord a Sud pullulano le richieste di secessione o di adesione a nuovi territori seguendo un trend che pare divenuto inarrestabile.


    Le ultime insofferenze verso lo status quo territoriale vengono dalla Puglia e dal Veneto. Ad alcuni salentini la terra delle tarante non sembra andare più bene; in particolare all'imprenditore televisivo (un altro) Paolo Pagliaro che ha fondato il movimento "Salento libero" e dalle frequenze della sua televisone locale, Telerama, diffonde l'idea che il territorio attorno a Lecce debba diventare una regione autonoma.

    Dopo aver raccolto il consenso di 64 comuni su 146 fra le provincie di Lecce, Taranto e Brindisi, il movimento di Pagliaro ha avanzato richiesta in Cassazione per un referendum su una possibile separazione del Salento dalla Puglia, così da far lievitare il numero delle regioni italiane da 20 a 21.
    Anche più a Nord, nella ex-Repubblica di Venezia, si registrano malumori.

    Nella provincia di Belluno, pur non chiedendo la creazione di una nuova entità territoriale, é forte la volontà di staccarsi dal Veneto per essere uniti al Trentino Alto Adige, così da godere di tutti i benefici fiscali che fanno ricca quella regione a statuto speciale. Niente magnati dei media in qui, l'iniziativa é stata presa in mano direttamente dalla giunta provinciale che ha approvato l'avvio delle procedure legali per la richiesta di aggregazione con il ricco vicino.


    Benché l'esito dell'operazione appaia incerto, la decsione dell'istituzione bellunese ha già ottenuto un primo risultato causando divisoni all'interno della Lega Norda a livello locale con 1 consigliere che ha votato a favore del progetto.
    L'elenco potrebbe continuare: a Frosinone e Latina che non ne possono più del Lazio Affaritaliani ha dedicato uno speciale mentre i tamburi di guerra hanno cominciato a rullare anche in Piemonte dove Alba e Bra sembrano averne abbastanza di Cuneo e vogliono dar vita a una nuova provincia (con buona pace di chi nel 2008 ne prometteva la cancellazione).
    Questo genere d'iniziative non sono nuove nel panorama italiano dei campanilismi e dei provincialismi. Anni fa l'isola di lampedusa decise di assurgere agli albori delle cronache non solo per gli sbarchi di clandestini ma anche per aver chiesto di staccarsi dalla Sicilia e di aggregarsi alla provincia di Bergamo.


    Pare difficile che la maggior parte di queste iniziative possano raggiungere lo scopo che si sono prefissate, tuttavia esse potrebbero rappresentare la spia di un malessere in cui riventicazioni economiche (più o meno fondate) si combinano con crisi identitarie. Sembra che ognuno si senta in diritto di farsi in casa la sua piccola patria fai da te scaricando le responsabilità di determinati problemi su altri e pensando che uno spostamento di confini possa risolvere magicamente ogni cosa.
    A breve verrà approvata la riforma federalista, viene da chiedersi se questa servirà a porre un argine a questo trend o se invece sarà un incentivo a stimolarlo.




    CERTO che ci vuole un bel coraggio pensare che la voglia di autonomia venga dai fihli della MAGNA-GRECIA, poi dalla padania.

    Tra un po' di tempo si arriverà a dire che la secessione sarà un bene perché i figli del tacco d'itaglia saranno i primi a volerla.

    Ci sarebbe da ridere.......
    Se 150 anni fa non aveste invaso il Regno delle due Sicile per deupaperare le ricchezze della capitale del Mediterraneo, sicuramente questo topic non lo avresti nemmeno aperto.
    Hai visto come va il mondo???
    Intanto mentre costituirete la Padania (non esiste), tra una cinquantina di anni sarà già bella sparita, a causa del basso tasso di natalità dei "padani".
    Già immagino comunque gli islamici con la giacca verde (quella di Allerchino vi donava meglio) che verseranno l'acqua del Po nell'ampolla.

  3. #3
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,719
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: VENTI AUTONOMISTI IN ITAGLIA MA TUTTO E' PARTITO PRIMA DALLA MAGNA GRECIA

    Citazione Originariamente Scritto da politologods Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    Se 150 anni fa non aveste invaso il Regno delle due Sicile per deupaperare le ricchezze della capitale del Mediterraneo, sicuramente questo topic non lo avresti nemmeno aperto.
    Hai visto come va il mondo???
    Intanto mentre costituirete la Padania (non esiste), tra una cinquantina di anni sarà già bella sparita, a causa del basso tasso di natalità dei "padani".
    Già immagino comunque gli islamici con la giacca verde (quella di Allerchino vi donava meglio) che verseranno l'acqua del Po nell'ampolla.

    ostridicolo: ostridicolo: ostridicolo:

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,060
    Mentioned
    67 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: VENTI AUTONOMISTI IN ITAGLIA MA TUTTO E' PARTITO PRIMA DALLA MAGNA GRECIA

    Citazione Originariamente Scritto da psico Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione

    CERTO che ci vuole un bel coraggio pensare che la voglia di autonomia venga dai fihli della MAGNA-GRECIA, poi dalla padania.

    Tra un po' di tempo si arriverà a dire che la secessione sarà un bene perché i figli del tacco d'itaglia saranno i primi a volerla.

    Ci sarebbe da ridere.......
    Mi sembra la classica propaganda per ribadire il concetto che loro sono buoni e sfortunati, i padani cattivi ed un pochino inferiori , ma errare è umano e perseverare diabolico hefico: , contenti loro di insistere , non so quanta strada faranno .
    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

  5. #5
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: VENTI AUTONOMISTI IN ITAGLIA MA TUTTO E' PARTITO PRIMA DALLA MAGNA GRECIA

    Mi chiedo cosa succederebbe se Belun passasse al Trentino, la mia idea è questa : il giorno dopo tutte le provincie venete rimaste farebbero un referendum analogo per passare chi al Trentino chi al Friuli mentre la regione ne farebbe uno per avere l'autonomia , vista la rabbia repressa per il prelievo itaglione, sono sicuro che accadrebbe questo, oltretutto non essendo un referendum sulla secessione non farebbe paura ai più moderati che magari la vorrebbero ma ne hanno paura , la partecipazione sarebbe altissima e i favorevoli sarebbero la stragrande maggioranza,probabilmente tutti i partiti appoggerebbero l'iniziativa,e la Liga Veneta per non farsi scavalcare parteciperebbe alla "coalizione" disobbedendo agli eventuali ordini in senso negativo che forse via Bellerio manderebbe ai veneti.

    Insomma potrebbe essere un salto di qualità della lotta autonomista del Veneto e di conseguenza delle altre regioni della Padania.

    Certo la capitale del sud direbbe di no, ma questo sarebbe un altro mattone tolto dal muro portante di questo orribile paese.



  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: VENTI AUTONOMISTI IN ITAGLIA MA TUTTO E' PARTITO PRIMA DALLA MAGNA GRECIA

    il trentino non vuole belùn (è povero), mentre potrebbe accettare cortina.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    23 Dec 2009
    Messaggi
    373
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: VENTI AUTONOMISTI IN ITAGLIA MA TUTTO E' PARTITO PRIMA DALLA MAGNA GRECIA

    Citazione Originariamente Scritto da dime can Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    il trentino non vuole belùn (è povero), mentre potrebbe accettare cortina.
    ragioni kol tuo solito metro ... ovvero legnate ai padalpini sempre e kmq ?

    .
    Ultima modifica di Padania Stato; 13-01-11 alle 22:37
    Unione Konfederale Cisalpina

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    121
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: VENTI AUTONOMISTI IN ITAGLIA MA TUTTO E' PARTITO PRIMA DALLA MAGNA GRECIA

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    Insomma potrebbe essere un salto di qualità della lotta autonomista del Veneto e di conseguenza delle altre regioni della Padania.
    Non credo. Il vero salto di qualità sarebbe molto semplice da realizzare, tutto sommato: indire dei plebisciti per sancire la secessione dalla Repubblica Italiana. I governatori Zaia, Cota, Rollandin, Durnwalder, Formigoni e Tondo possono farlo subito, se davvero ci credono, soprattutto se ci credono i loro cittadini. E' a loro che bisogna appellarsi, non a Roma (se non per informare le istituzioni della volontà popolare).

    Se ciò avvenisse, la Sicilia farebbe altrettanto in breve tempo. Le altre regioni non mi sembrano così convinte di voler spezzare l'unità della Repubblica Italiana, ma posso sbagliarmi.

    Credo che le tre regioni del nord est non abbiano alcun bisogno di aspettare i sogni di Bossi e della sua fumosa Padania: potrebbero procedere anche domattina, se volessero.

    Come mai non lo fanno?
    Ultima modifica di Terrone; 13-01-11 alle 22:56

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    23 Dec 2009
    Messaggi
    373
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: VENTI AUTONOMISTI IN ITAGLIA MA TUTTO E' PARTITO PRIMA DALLA MAGNA GRECIA

    Citazione Originariamente Scritto da Terrone Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    Non credo. Il vero salto di qualità sarebbe molto semplice da realizzare, tutto sommato: indire dei plebisciti per sancire la secessione dalla Repubblica Italiana. I governatori Zaia, Cota, Rollandin, Durnwalder, Formigoni e Tondo possono farlo subito, se davvero ci credono, soprattutto se ci credono i loro cittadini. E' a loro che bisogna appellarsi, non a Roma (se non per informare le istituzioni della volontà popolare).

    Se ciò avvenisse, la Sicilia farebbe altrettanto in breve tempo.

    Credo che le tre regioni del nord est non abbiano alcun bisogno di aspettare i sogni di Bossi e della sua fumosa Padania: potrebbero procedere anche domattina, se volessero.

    Come mai non lo fanno?

    La secessione non è prevista ... le Regioni kosì kollegate potrebbero solo kiedere una maggiore autonomia amministrativa ... ke sarebbe già kmq un passo avanti... c'erano già state diskussioni in merito ... lo strapotere romano xò è ankora molto forte ... si potrà addivenire a ciò, kuando anke le opposizioni in Padania, si emancipino dal diktat romano... l'altro ostakolo è la roma religiosa ... una Padania libera ed indipendente, probabilmente, diverrebbe dissidente dal centralismo e potere vatikanista...

    La Sikulia sta bene kosì komè... vive bene a spese nostre senza skannarsi... xkè dover guadagnare kol sudore ciò ke si ha kol privilegio ed imbroglio !?

    ... kmq konfido si possa arrivare presto alla Kostituzione Statuale di Padania... lasciamo passare kuesto tsunami SB... poi si rimeskoleranno le karte e buon fermento autonomista ed indipendentista, konsapevole e kosciente, sta fiorendo in tutta la ns società civile...

    .
    Unione Konfederale Cisalpina

  10. #10
    sübre ò söpèi? No, Zølfø.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Canton Basgovia, Bagossonia Prealpina
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: VENTI AUTONOMISTI IN ITAGLIA MA TUTTO E' PARTITO PRIMA DALLA MAGNA GRECIA

    Citazione Originariamente Scritto da Padania Stato Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione

    ... kmq konfido si possa arrivare presto alla Kostituzione Statuale di Padania... lasciamo passare kuesto tsunami SB... poi si rimeskoleranno le karte e buon fermento autonomista ed indipendentista, konsapevole e kosciente, sta fiorendo in tutta la ns società civile...

    .

    ...altri venticinque anni a sfogliare la margherita...
    råsegà, zügà, strücà: pøtå.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226