User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 37
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    121
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ipotesi di suddivisioni geografiche

    Le diatribe nord-sud dovrebbero, secondo il mio modestissimo parere, basarsi più propriamente su questioni di longitudine, più che di latitudine.
    Su questa cartina preunitaria dell'Italia all'epoca della spedizione garibaldina si vede bene come in realtà esistano un'Italia occidentale, una centrale e una orientale (detta impropriamente meridionale). Questa suddivisione in base al fuso orario rispecchia anche quella culturale, peraltro. Il Veneto è fuori perché è una cosa a sé.


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,718
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ipotesi di suddivisioni geografiche

    ma al momento della sciagurata spedizione del garibaldo, i savoia avevano già modificato gli assetti territoriali nelle nostre regioni

    la suddivisione che sarebbe più consona (per una serie di motivi già elencati in varie discussioni su questa stanza e non) è quella proposta da Gianfranco Miglio nella sua riforma federale, ancora molto attuale e seria
    Ultima modifica di sciadurel; 25-01-11 alle 19:11

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    121
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ipotesi di suddivisioni geografiche

    Citazione Originariamente Scritto da sciadurel Visualizza Messaggio
    la suddivisione che sarebbe più consona (per una serie di motivi già elencati in varie discussioni su questa stanza e non) è quella proposta da Gianfranco Miglio nella sua riforma federale, ancora molto attuale e seria
    Ricordo bene la proposta di Gianfranco Miglio. A mio avviso era più un elogio del diritto di secessione della Padania che un'ipotesi di Italia federale. Il presunto federalismo di Miglio era in realtà interessato esclusivamente al destino del Nord, che egli stesso battezzò Padania, immaginando un parlamento a Mantova e un governo a Venezia. Il resto d'Italia non gli interessava punto: solo incidentalmente dette il nome di Etruria all'Italia centrale e chiamò indistintamente Sud tutto il resto del paese, rivelando tutta intera la sua malafede intrisa di pregiudizi.

    Comunque, una soluzione federale deve passare per due fasi necessariamente: definire che cosa si vuole federare e definire quale rappresentanza politica debbono avere gli stati federati. A mio parere non siamo ancora alla prima fase. Il federalismo funziona se viene dal basso, e non dai politici dello stato centrale a Roma.

    Io sfrutterei l'articolo 132 della Costituzione della Repubblica:
    Si può con legge costituzionale, sentiti i Consigli regionali, disporre la fusione di Regioni esistenti o la creazione di nuove Regioni con un minimo di un milione d'abitanti, quando ne facciano richiesta tanti consigli comunali che rappresentino almeno un terzo delle popolazioni interessate, e la proposta sia approvata con referendum dalla maggioranza delle popolazioni stesse.
    Si può, con referendum e con legge della Repubblica, sentiti i Consigli regionali, consentire che Provincie e Comuni, che ne facciano richiesta, siano staccati da una Regione ed aggregati ad un'altra.


    L'articolo 132 permetterebbe di creare un federalismo dal basso. Soprattutto permetterebbe di creare davvero la Padania, se le regioni settentrionali decidessero di costituire una nuova macroregione. A questo punto, potrebbe diventare più che un'ipotesi anche la rivendicazione di indipendenza.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    23 Dec 2009
    Messaggi
    373
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ipotesi di suddivisioni geografiche

    [QUOTE=Terrone;1829808]Ricordo bene la proposta di Gianfranco Miglio. A mio avviso era più un elogio del diritto di secessione della Padania che un'ipotesi di Italia federale.
    QUOTE]

    sentivamo proprio, dopo 20 anni di kontinue proposte, disegnetti e kartine geografike sviscerate e rigirate sopra e sotto (mi rikordo Oneto ), ke arrivassi tu a dirci kuello ke ci konviene fare ... siamo alle solite "flatulenze"

    .
    Ultima modifica di Padania Stato; 25-01-11 alle 23:20
    Unione Konfederale Cisalpina

  5. #5
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,718
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ipotesi di suddivisioni geografiche

    Citazione Originariamente Scritto da Terrone Visualizza Messaggio
    Ricordo bene la proposta di Gianfranco Miglio. A mio avviso era più un elogio del diritto di secessione della Padania che un'ipotesi di Italia federale. Il presunto federalismo di Miglio era in realtà interessato esclusivamente al destino del Nord, che egli stesso battezzò Padania, immaginando un parlamento a Mantova e un governo a Venezia. Il resto d'Italia non gli interessava punto: solo incidentalmente dette il nome di Etruria all'Italia centrale e chiamò indistintamente Sud tutto il resto del paese, rivelando tutta intera la sua malafede intrisa di pregiudizi.

    non è vero, il pensiero di Gianfranco Miglio era l'unico coerente con il federalismo: tre macro regioni (oltre agli statuti speciali esistenti), un direttorio centrale eletto dagli enti federati, poteri ben suddivisi e competenze a partire dall'ente più vicino al cittadino (comune) come in Svizzera
    poi che lui si concentrasse sulla Padania è l'essenza di un vero federalista: non DEVONO essere Miglio e i Padani a decidere come governare il centro-sud (errore già fatto 150 anni fa)
    QUESTO E' VERO FEDERALISMO, non le pagliacciate che vanno a raccontare in itaglia


    Citazione Originariamente Scritto da Terrone Visualizza Messaggio
    Comunque, una soluzione federale deve passare per due fasi necessariamente: definire che cosa si vuole federare e definire quale rappresentanza politica debbono avere gli stati federati. A mio parere non siamo ancora alla prima fase. Il federalismo funziona se viene dal basso, e non dai politici dello stato centrale a Roma.

    Io sfrutterei l'articolo 132 della Costituzione della Repubblica:
    Si può con legge costituzionale, sentiti i Consigli regionali, disporre la fusione di Regioni esistenti o la creazione di nuove Regioni con un minimo di un milione d'abitanti, quando ne facciano richiesta tanti consigli comunali che rappresentino almeno un terzo delle popolazioni interessate, e la proposta sia approvata con referendum dalla maggioranza delle popolazioni stesse.
    Si può, con referendum e con legge della Repubblica, sentiti i Consigli regionali, consentire che Provincie e Comuni, che ne facciano richiesta, siano staccati da una Regione ed aggregati ad un'altra.


    L'articolo 132 permetterebbe di creare un federalismo dal basso. Soprattutto permetterebbe di creare davvero la Padania, se le regioni settentrionali decidessero di costituire una nuova macroregione. A questo punto, potrebbe diventare più che un'ipotesi anche la rivendicazione di indipendenza.

    quoto

    ma il fatto stesso che PdL e Lega (che governano la maggioranza delle regioni) non sfruttino quello che già c'è in costituizione, DIMOSTRA LA MALAFEDE di questa gentaglia

  6. #6
    Estinto
    Data Registrazione
    28 Mar 2010
    Località
    Eurasia
    Messaggi
    9,390
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ipotesi di suddivisioni geografiche

    Il sistema politico ideato da Miglio e' confederale e quindi presuppone un consenso tra le parti interessate: tuttavia il sud non accettera' mai una soluzione che gli imponga di mantenersi da solo perche' non ne e' capace o piu' precisamente dovrebbe abbassare il proprio livello di vita a quello del Nordafrica, data la debolezza del settore economico privato meridionale e una presenza cosi' massiccia del crimine organizzato e della corruzione da scoraggiare qualsiasi investimento estero.

    Mafie, corruzione e scarsa imprenditorialita' sono mali inestirpabili della societa' meridionale e i politici meridionali lo sanno: quindi si opporranno con le unghie e con i denti ad ogni soluzione federale o confederale che limiti il trasferimento di risorse finanziare al Sud e che limiti l'accesso dei cittadini meridionali ad impieghi nel settore pubblico.

    E' come confederarsi con una tenia.
    Ultima modifica di Italiano; 31-01-11 alle 13:01
    Bisogna adattarsi al presente, anche se ci pare meglio il passato.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    121
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ipotesi di suddivisioni geografiche

    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    Il sistema politico ideato da Miglio e' confederale e quindi presuppone un consenso tra le parti interessate...
    Più che altro è interessato alle sorti della Padania; la confederazione è qualcosa di marginale.

    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    ...tuttavia il sud non accettera' mai una soluzione che gli imponga di mantenersi da solo
    Il Mezzogiorno, volente o nolente, subisce decisioni a suo danno dal 1859. Di imposizioni ne ha ricevute così tante che quella di mantenersi da solo sarebbe solo l'ultima della serie.
    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    ...perche' non ne e' capace o piu' precisamente dovrebbe abbassare il proprio livello di vita a quello del Nordafrica, data la debolezza del settore economico privato meridionale e una presenza cosi' massiccia del crimine organizzato e della corruzione da scoraggiare qualsiasi investimento estero.
    I meridionali sono considerati e trattati come negri dai loro connazionali (poco intelligenti, sfaticati, neghittosi, incapaci, criminali, corrotti, brutti, sporchi e cattivi) . Una piccola dimostrazione di tutto ciò è il campionario di aggettivi che vengono utilizzati in questo forum per qualificare i meridionali, che ricalca quasi al 100% il vocabolario di un razzista dell'Alabama. Il ruolo dei meridionali è quello dei perdenti, in questa patria snaturata. Essere lasciati da soli potrebbe significare la fame, forse hai ragione; ma nulla dura per sempre.
    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    Mafie, corruzione e scarsa imprenditorialita' sono mali inestirpabili della societa' meridionale e i politici meridionali lo sanno: quindi si opporranno con le unghie e con i denti ad ogni soluzione federale o confederale che limiti il trasferimento di risorse finanziare al Sud e che limiti l'accesso dei cittadini meridionali ad impieghi nel settore pubblico..
    Una delle cose che distingue una colonia dal suo stato-padre è la coincidenza del potere politico con quello economico: al sud la politica è anche economia, perché così deve essere in una colonia.
    Privato del ruolo di organizzatore della compravendita di voti, il potere politico perderebbe anche quello economico, e quindi tutto il potere. Ma prima deve finire il colonialismo, però. Personalmente, mi auguro che accada il più presto possibile.
    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    E' come confederarsi con una tenia.
    ... o andare a letto con un lebbroso (parole di D'Azeglio).

  8. #8
    Estinto
    Data Registrazione
    28 Mar 2010
    Località
    Eurasia
    Messaggi
    9,390
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ipotesi di suddivisioni geografiche

    Io sono discendenza meridionale e per meta' sono di origini siciliane, la piu' nordafricana delle regioni meridionali: quindi il mio e' solo un punto di vista realistico, da cui non ricavo nessuna soddisfazione per il mio ego. Se la societa' meridionale e' afflitta da alcuni mali cronici che decenni di aiuti a pioggia non sono riusciti a curare, non e' colpa mia e con dispiacere ne prendo atto.

    La storia che il sud e' una colonia e' ridicola: negli imperi coloniali le colonie erano sfruttate economicamente per arricchire la madrepatria mentre qui e' il sud che riceve decine di miliardi dall'Italia del nord continuando a sperperarli in assistenzialismo e clientelismo (vedi Sicilia).

    I Politici meridionali questo lo sanno benissimo ed e' per questo che si oppongono a qualsiasi vera riforma federale o confederale (che tradotto in soldoni significa che ogni regione/macroregione si tiene i suoi soldi e si mantiene da sola).

    Se il sud fosse davvero una colonia sfruttata dal nord, non pensi che i politici meridionali lotterebbero per l'indipendenza o un forte federalismo? Perche' invece sono unitaristi e cercano di annacquare la riforma federale il piu' possibile? Perche' sanno che il sud lasciato solo collasserebbe e finirebbe permanentemente in una condizione da terzo mondo, prigioniero dei propri mali cronici.

    Comunque non ti preoccupare: la riforma federale dei berlughisti e' talmente annacquata e solidale che le tasse di chi abita al nord (nativo o immigrato) continueranno a fluire copiosamente verso sud.
    Bisogna adattarsi al presente, anche se ci pare meglio il passato.

  9. #9
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,718
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Ipotesi di suddivisioni geografiche

    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    Io sono discendenza meridionale e per meta' sono di origini siciliane, la piu' nordafricana delle regioni meridionali: quindi il mio e' solo un punto di vista realistico, da cui non ricavo nessuna soddisfazione per il mio ego. Se la societa' meridionale e' afflitta da alcuni mali cronici che decenni di aiuti a pioggia non sono riusciti a curare, non e' colpa mia e con dispiacere ne prendo atto.

    La storia che il sud e' una colonia e' ridicola: negli imperi coloniali le colonie erano sfruttate economicamente per arricchire la madrepatria mentre qui e' il sud che riceve decine di miliardi dall'Italia del nord continuando a sperperarli in assistenzialismo e clientelismo (vedi Sicilia).

    I Politici meridionali questo lo sanno benissimo ed e' per questo che si oppongono a qualsiasi vera riforma federale o confederale (che tradotto in soldoni significa che ogni regione/macroregione si tiene i suoi soldi e si mantiene da sola).

    Se il sud fosse davvero una colonia sfruttata dal nord, non pensi che i politici meridionali lotterebbero per l'indipendenza o un forte federalismo? Perche' invece sono unitaristi e cercano di annacquare la riforma federale il piu' possibile? Perche' sanno che il sud lasciato solo collasserebbe e finirebbe permanentemente in una condizione da terzo mondo, prigioniero dei propri mali cronici.

    Comunque non ti preoccupare: la riforma federale dei berlughisti e' talmente annacquata e solidale che le tasse di chi abita al nord (nativo o immigrato) continueranno a fluire copiosamente verso sud.

    quoto tutto alla grande

    analisi oggettiva e da persona intelligente.... fidati, conosco parecchi meridionali che vivono qui da noi e che non hanno nessuna vergogna di sostenere le tue (e nostre) tesi

  10. #10
    semipadano™
    Ospite

    Predefinito Rif: Ipotesi di suddivisioni geografiche

    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    Io sono discendenza meridionale e per meta' sono di origini siciliane, la piu' nordafricana delle regioni meridionali: quindi il mio e' solo un punto di vista realistico, da cui non ricavo nessuna soddisfazione per il mio ego. Se la societa' meridionale e' afflitta da alcuni mali cronici che decenni di aiuti a pioggia non sono riusciti a curare, non e' colpa mia e con dispiacere ne prendo atto.

    La storia che il sud e' una colonia e' ridicola: negli imperi coloniali le colonie erano sfruttate economicamente per arricchire la madrepatria mentre qui e' il sud che riceve decine di miliardi dall'Italia del nord continuando a sperperarli in assistenzialismo e clientelismo (vedi Sicilia).

    I Politici meridionali questo lo sanno benissimo ed e' per questo che si oppongono a qualsiasi vera riforma federale o confederale (che tradotto in soldoni significa che ogni regione/macroregione si tiene i suoi soldi e si mantiene da sola).

    Se il sud fosse davvero una colonia sfruttata dal nord, non pensi che i politici meridionali lotterebbero per l'indipendenza o un forte federalismo? Perche' invece sono unitaristi e cercano di annacquare la riforma federale il piu' possibile? Perche' sanno che il sud lasciato solo collasserebbe e finirebbe permanentemente in una condizione da terzo mondo, prigioniero dei propri mali cronici.

    Comunque non ti preoccupare: la riforma federale dei berlughisti e' talmente annacquata e solidale che le tasse di chi abita al nord (nativo o immigrato) continueranno a fluire copiosamente verso sud.
    Quelli come te dimostrano quale straordinaria potenzialità avrebbe la società meridionale se si svincolasse dal proprio ruolo di parassita obbligato.

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226