PDA

Visualizza Versione Completa : Unione Calcio Sampdoria 2013-2014



Makaveli
11-09-13, 03:11
http://www.sampdoria.it/images/stories/societa/profili/edoardo_garrone.jpg
EDOARDO GARRONE

Il sedicesimo presidente dell'U.C. Sampdoria è nato a Genova il 30 dicembre 1961. Ha frequentato corsi in Economia e Finanza a Londra e in USA e un corso di "Business & Administration" per giovani dirigenti d’azienda presso l’INSEAD di Fontainbleau.

Il suo percorso all’interno dell’azienda di famiglia inizia nel 1988 dopo un’esperienza biennale alla Marsud, società armatoriale di Bari. Dal 1989 al 1991 è dirigente presso la Direzione Pianificazione Strategia del Gruppo. Dal 2003 è presidente di ERG e del Consiglio di Sorveglianza di San Quirico S.p.a, la holding finanziaria del Gruppo Garrone/Mondini.

Dal 1994 è impegnato in Confindustria di cui è stato inizialmente presidente del gruppo giovani di Genova e successivamente presidente nazionale dei Giovani Imprenditori. Dal 2004 al 2008 è componente della presidenza di Confindustria e del Comitato tecnico per le riforme istituzionali e federalismo. Attualmente ricopre l’incarico di vicepresidente per l’Organizzazione e il Marketing Associativo.

Dal maggio del 2011 ha affiancato il padre Riccardo alla guida dell’U.C. Sampdoria ricoprendo la carica di vicepresidente vicario.

Dal 28 febbraio 2013 ricopre il ruolo di presidente.

Makaveli
11-09-13, 03:13
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_rossi.jpg
DELIO ROSSI

Una volta smessi gli scarpini di una breve vita da mediano conclusa a 29 anni, intraprende la strada di allenatore. Corsa, lavoro, applicazione sono parole che lo accompagnano fin dalla prima esperienza con il Torremaggiore, provincia di Foggia, la città dove aveva messo su famiglia e dove comincia fare sul serio. Dopo un biennio nel vivaio dei diavoli rossoneri, nel '93/94 conquista la Serie B al primo colpo con la Salernitana. La stagione seguente coltiva a lungo il sogno del grande salto, prima di tornare a Foggia per dirigere la prima squadra. Una sola annata cadetta in Puglia prelude il trasferimento al Pescara. Nel '97 il ritorno a Salerno si rivela trionfale: a distanza di cinquanta primavere conduce i granata in Serie A. Complici due esoneri nel travagliato campionato seguente, non gli riesce l'impresa di salvarli dalla retrocessione. I tentativi di rilancio con Genoa ('99/00) e Pescara (2000/01) non vanno a buon fine, ma è a Lecce che si riguadagna il palcoscenico più importante. Promosso in A nel 2002/03, raggiunge un decimo posto da record. Un'impresa non replicata nel 2004/05, quando accetta di allenare la disperata Atalanta. Il suo operato non passa comunque inosservato. Passa alla Lazio, dove resta per quattro stagioni e vince la Coppa Italia 2008/09. Nel novembre 2009 è a Palermo per sostituire Zenga. Quinto il primo anno, ottavo il secondo e in finale di Coppa Italia, saluta la Sicilia nell'estate 2011. Il 7 novembre lo chiama la Fiorentina con cui conquista la salvezza.

Makaveli
11-09-13, 03:16
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_limone.jpg
FEDELE LIMONE

Dopo una carriera tutta pugliese da centrocampista, che lo ha visto vestire le maglie di Foggia, Bisceglie e Monopoli, lascia il calcio nel 1993 in seguito ad un grave incidente. Da allora si dedica alla professione di allenatore. A partire dal campionato 2005/06 riveste il ruolo di tecnico in seconda di Delio Rossi, già suo compagno di squadra in maglia rossonera. Da vice segue il mister riminese nelle esperienze alla Lazio (fino al 2008/09), al Palermo (2009/11), alla Fiorentina (2011/12) e adesso alla Sampdoria.

Makaveli
11-09-13, 03:17
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_catalano.jpg
MASSIMO CATALANO

Diplomato ISEF nel 2001, nel 2003 entra a far parte del Settore Giovanile della Lazio. Nel 2006 conclude con successo il corso per l'abilitazione a preparatore atletico professionista, ruolo che riveste nella Primavera biancoceleste fino al 2007/08. La stagione successiva passa a collaborare con la prima squadra allenata da Delio Rossi. La partnership con il tecnico riminese continua nelle esperienze a Palermo (2009/11), a Firenze (2011/12) e infine alla Sampdoria.

Makaveli
11-09-13, 03:18
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_vio.jpg
VALTER VIO


Nel mondo del calcio comincia da difensore, ruolo in cui disputa una discreta carriera nelle serie minori. Jesolo, Trento, Taranto, Sorrento, Campania, Potenza e ancora Trento le squadre in cui milita. Diplomato ISEF nel 1991, proprio in Trentino ricopre la contemporanea funzione di calciatore e preparatore atletico. Nel 1999 consegue a Coverciano l'abilitazione professionale, nel 2000 entra a far parte dello staff tecnico del Lecce allenato da Alberto Cavasin. Esonerato il trevigiano, nel 2002 conosce Delio Rossi, con cui collabora per una stagione e mezza. Nel 2003 passa infatti all'Hellas Verona, dove resta fino alla nuova chiamata di Rossi, seguito a Roma sponda Lazio (2005/09), a Palermo (2009/11), a Firenze (2011/12) e infine nella Genova blucerchiata.

Makaveli
11-09-13, 03:20
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_sardini.jpg
ANDREA SARDINI


Cresciuto nelle giovanili del Mantova, debutta in prima squadra nella stagione 1987/88 per poi passare al Baracca Lugo in Serie C2. Dall'88 al '91 colleziona 100 presenze a difesa della porta bianconera, subendo soltanto 60 gol e attirando su di sé le attenzioni del Pisa. In nerazzurro resta però soltanto una stagione (1991/92), mentre dal 1992 al 1995 è alla Reggiana, prima in Serie B e successivamente in Serie A dove si allena al fianco di Cláudio Taffarel e Francesco Antonioli. Dal 1995 al 1997 difende i pali del Cesena tra B e C1, quindi nelle due stagioni successive è al Ravenna, che ritroverà nel campionato 2005/06 al termine del quale appenderà i guanti al chiodo. Dal 1999 al 2005 gioca nel Brescello (quattro stagioni in C1) e nel Forlì (due campionati in C2). Dal 2007 al 2009 è il preparatore dei portieri del Ravenna in Prima Divisione Lega Pro. Nella stagione 2010/11 segue Gianluca Atzori e allena i portieri della Reggina (B). Da luglio a novembre 2011 è alla Sampdoria, dove torna a distanza di un anno e un mese nello staff di Delio Rossi.

Makaveli
11-09-13, 03:22
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_dacosta.jpg
1 ANGELO DA COSTA


Debuttando nel massimo campionato a San Siro contro l'Inter ha guadagnato la palma di primo portiere non italiano della storia della blucerchiata. Ben messo fisicamente, esplosivo e sicuro nelle uscite, il suo nome si accosta fin da ragazzino all'Esporte Clube Santo André. Lì cresce, esordisce in prima squadra e, nel 2004/05, debutta in Copa Libertadores contro i paraguayani del Cerro Porteño. L'arrivo in Italia è datato 2008, al Varese, che lo ingaggia e gli permette di allenarsi. La fiducia gliela dà l'Ancona neopromosso in Serie B: prese in mano le chiavi della porta dorica a discapito di Sirigu, il brasiliano non le molla più, contribuendo in maniera determinante alla salvezza dei marchigiani, bissata sul campo nell'ultimo campionato cadetto. Per doti tecniche e caratteriali, unite a una non trascurabile regolarità, si conferma tra i migliori portieri della categoria.

Makaveli
11-09-13, 03:23
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_fiorillo.jpg
30 VINCENZO FIORILLO


Alto e slanciato ma agile al tempo stesso, nonostante l’ancor tenera età può già vantare un palmarès di tutto rispetto, ricco di successi personali a livello di prima squadra (esordio in massima serie a soli 18 anni), Primavera (Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa) e nazionali giovanili. Originario del quartiere di Oregina, è l’unico genovese dell’attuale rosa blucerchiata e, grazie alla passione ereditata da papà Silvio, è tifosissimo sampdoriano sin dalla nascita. Le tre avventure lontano da casa le ha vissute a Reggio Calabria (2010), città in cui ha debuttato in massima serie, alla Spezia (2011) e a Livorno (nell'ultimo campionato di Serie B, concluso con la promozione degli amaranto).

Makaveli
11-09-13, 03:24
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_tozzo.jpg
92 ANDREA TOZZO


Trentino di Riva del Garda, cresce nel G.S. Torbole, dove giovanissimo, nel 2001, lo scovano gli osservatori dell'Hellas Verona. In gialloblù fa la classica trafila fino agli Allievi Nazionali, prima di essere ceduto in prestito alla Fiorentina. Nella stagione 2010/11 fa la guardia ai pali della Primavera della Sampdoria di Luciano Bruni, ruolo che ricoprirà anche con il nuovo corso di Felice Tufano. Nel 2012/13 vive al Portogruaro la sua prima esperienza da professionista.

Makaveli
11-09-13, 03:25
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_berardi.jpg
13 GAETANO BERARDI


Timido e riservato fuori, vorace e dannato dentro. Due personalità che convivono proprio come in un licantropo. È ticinese e ha 23 anni il Lupo mannaro chiamato dalla Sampdoria a mordere la fascia difensiva, meglio destra che sinistra (per sua stessa ammissione), ma senza preclusioni di sorta e con rendimento pressoché costante. Grinta, esuberanza, voglia di emergere: semplici e tangibili le credenziali che questo terzino svizzero di origini calabresi (Mesoraca, Crotone) si porta appresso da Brescia, fino a questo momento l'unica tappa tricolore del suo percorso di crescita professionale cominciato in patria nel Basso Malcantone e proseguito nel Lugano. Con la maglia rossocrociata ha preso parte da titolare agli Europei Under 21 del 2011, conclusi con l'argento; il 10 agosto dello stesso anno ha debuttato con la Nazionale maggiore in amichevole contro Liechtenstein.

Makaveli
11-09-13, 03:26
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_costa.jpg
3 ANDREA COSTA


Difensore, mancino puro, cresce calcisticamente nella Reggiana. Nel gennaio del 2005 approda al Bologna in Serie A, prima che la formazione felsinea retroceda in cadetteria. In B con la maglia rossoblù mette insieme 43 presenze, prima di tornare nuovamente nel massimo campionato, passando nel gennaio 2008 in prestito alla Reggina. Cinque mesi di prestazioni incoraggianti convincono i calabresi a riscattarlo l'estate successiva. Nel 2010/11, sempre a Reggio Calabria, incontra mister Atzori che ha il coraggio e la giusta intuizione di puntare forte su di lui in una nuova posizione: dalla fascia sinistra - la sua da sempre - il tecnico di Collepardo lo dirotta al centro di una retroguardia a tre, vincendo ampiamente la scommessa.

Makaveli
11-09-13, 03:27
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_fornasier.jpg
44 MICHELE FORNASIER


Difensore centrale, alto e potente, dopo i primi passi tra San Giacomo di Veglia, la natia Vittorio Veneto e Conegliano, viene acquistato dalla Fiorentina appena quattordicenne. Le tappe bruciate in maglia viola destano l'interesse del Manchester United che, nel 2009, lo porta in Inghilterra. Pur lontano da papà Giuseppe e mamma Floriana, il ragazzo si ambienta presto. Ospitato da una famiglia inglese, trascorre il suo tempo tra college e centro di allenamento per poi farsi trovare pronto nel fine settimana, prima con le Under e poi con la formazione riserve. Svincolatosi dai Red Devils con l'ambizione di ritagliarsi un proprio spazio in prima squadra (discorso che con i fenomeni inglesi pareva un poco complicato), nel luglio 2013 firma un contratto pluriennale con il club di Corte Lambruschini.

Makaveli
11-09-13, 03:29
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_gastaldello.jpg
28 CAPITANO DANIELE GASTALDELLO


Non appena poggia i tacchetti sul prato verde, il viso e le maniere da bravo ragazzo lasciano il posto ad un autentico mastino. Alto e forte fisicamente, al centro della difesa fa valere la sua stazza. Giovanissimo, si mette in luce nel Padova e la Juventus lo acquista per la formazione Primavera, con cui vince un Torneo di Viareggio. Nel corso del suo primo campionato alla Sampdoria ha segnato due reti, una nel girone d’andata, l’altra in quello di ritorno, entrambe contro la Fiorentina. Ama il sudoku. È il terzo calciatore nativo di Camposampiero, in provincia di Padova, a vestire la maglia blucerchiata: prima di lui due centrocampisti, Gianfranco Bellotto e Maurizio Bedin. A Reschigliano di Campodarsego, dove abita da sempre con la sua famiglia, gli hanno dedicato un fan club personale.

Makaveli
11-09-13, 03:30
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_mustafi.jpg
8 SHKORODAN MUSTAFI


Nome, cognome e origini albanesi, passaporto tedesco, curriculum inglese. In sostanza mentalità europea con evidenti influenze musulmane. È un bagaglio carico d'esperienza, di calcio, di vita e di culture, quello che questo giovane difensore centrale si porta appresso in questa nuova avventura italiana e blucerchiata. Bruciando sul tempo numerosi estimatori sparsi per il Vecchio Continente la Sampdoria si è assicurata le sue prestazioni, quelle di un talento riconosciuto a livello internazionale che arriva dall'Everton a titolo definitivo. Destro naturale, fisico imponente e assai puntale nelle sortite offensive sui calci da fermo, si forma nelle giovanili del Bebra prima, del Rotenburg poi e infine dell'Amburgo. Nel 2009 con la Germania Under 17 vince gli Europei e prende parte ai Mondiali di categoria mentre il 17 dicembre debutta in Europa League a "Goodison Park" contro il BATE Borisov. Attualmente è capitano della Nazionale tedesca Under 20.

Makaveli
11-09-13, 03:31
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_palombo.jpg
17 VICECAPITANO ANGELO PALOMBO


Centrocampista tecnico e completo e all'occorrenza difensore centrale, alla Sampdoria arriva a metà agosto 2002 su suggerimento dell'allora direttore sportivo Salvatore Asmini. Il contratto lo firma in fretta e furia in un bar dell’aeroporto di Milano Malpensa e da quel momento diviene titolare inamovibile dell’undici blucerchiato fino ad ereditare la fascia di capitano dal compagno di battaglie Sergio Volpi. Grazie alla medaglia di bronzo conquistata alle Olimpiadi di Atene 2004 è Cavaliere della Repubblica. Impegnato nel sociale ed esperto di tecnologia, è un pescatore provetto. Il 5 settembre 2009 a Tblisi contro la Georgia, ha realizzato (con la collaborazione di Kaladze) la sua prima rete con la maglia della Nazionale italiana. Prende parte alla spedizione azzurra a Sudafrica 2010, senza tuttavia scendere in campo.

Makaveli
11-09-13, 03:31
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_palombo.jpg
17 VICECAPITANO ANGELO PALOMBO


Centrocampista tecnico e completo e all'occorrenza difensore centrale, alla Sampdoria arriva a metà agosto 2002 su suggerimento dell'allora direttore sportivo Salvatore Asmini. Il contratto lo firma in fretta e furia in un bar dell’aeroporto di Milano Malpensa e da quel momento diviene titolare inamovibile dell’undici blucerchiato fino ad ereditare la fascia di capitano dal compagno di battaglie Sergio Volpi. Grazie alla medaglia di bronzo conquistata alle Olimpiadi di Atene 2004 è Cavaliere della Repubblica. Impegnato nel sociale ed esperto di tecnologia, è un pescatore provetto. Il 5 settembre 2009 a Tblisi contro la Georgia, ha realizzato (con la collaborazione di Kaladze) la sua prima rete con la maglia della Nazionale italiana. Prende parte alla spedizione azzurra a Sudafrica 2010, senza tuttavia scendere in campo.

Makaveli
11-09-13, 03:32
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_regini.jpg
19 VASCO REGINI


Nato a Cesena ma cresciuto a Santarcangelo di Romagna, arriva alla Sampdoria nel gennaio 2009 dalla formazione della sua città d'origine. Aggregato alla Primavera, debutta presto in Serie A salvo tornare tra i baby blucerchiati fino al 2010. Il suo percorso di crescita lontano da Genova comincia a Foggia (Prima Divisione Lega Pro) e prosegue a Empoli (due stagioni in Serie B). Nel secondo anno in Toscana avviene la trasformazione: da terzino sinistro viene schierato come centrale mancino di difesa, trovando la giusta dimensione, acquisendo sicurezza di partita in partita e conquistando la maglia dell'Italia Under 21 (con cui ha partecipato agli Europei 2013 conclusi al secondo posto). Nel giugno 2013 viene rinnovata la compartecipazione con i toscani e torna al Doria per ritagliarsi un proprio spazio agli ordini di Delio Rossi

Makaveli
11-09-13, 03:33
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_salamon.jpg
4 BARTOSZ SALAMON


Il secondo polacco della sessione estiva di trasferimenti 2013/14 è un ragazzo dalle qualità indiscusse e dalle ottime prospettive. Un centrocampista centrale, nato per giocare davanti alla difesa, ma che, proprio in mezzo alla difesa, è finito per necessità, convincendo e convincendosi di avere la stoffa per ricoprire anche quella posizione. Dopo aver tirato i primi calcio nel Murowana Goślina e il Lech Poznań, club della sua città natale, nel 2007 accetta l'offerta del Brescia, che lo aveva scoperto in Portogallo durante una trasferta dell'Under 16 polacca. Con le rondinelle debutta in prima squadra nel 2008 e, salvo una parentesi a Foggia nel 2010/11, resta fino al gennaio 2013, ritagliandosi uno spazio sempre maggiore e attirando su di sè le attenzioni del Milan, che lo acquista a titolo definitivo. Amante della letteratura (Coelho e Tolstoj i suoi autori preferiti) al Doria arriva in compartecipazione nell'ambito del passaggio in rossonero di Andrea Poli.

Makaveli
11-09-13, 03:36
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_barilla.jpg
20 ANTONINO BARILLA'


Pur essendo relativamente giovane, l'esperienza non gli fa certo difetto. 191 presenze tra Serie A, B e Coppa Italia, 169 delle quali con la maglia della Reggina. La carriera di Nino, reggino purosangue classe 1988, si può racchiudere quasi interamente in un solo colore: l'amaranto che lo ha visto crescere, debuttare sul massimo palcoscenico e conquistare la nazionale Under 21 (7 presenze e due reti nel biennio 2009/10). Poi, per un motivo o per l'altro, le promesse di questo esterno sinistro di corsa e buon piede non sono state mantenute appieno. Forse gli è mancata la continuità, forse gli è mancato quel coraggio di mettersi in gioco lontano da casa che, invece, ha riscoperto nelle ultime ore del mercato estivo del 2013; ore che lo hanno condotto nella Genova blucerchiata.

Makaveli
11-09-13, 03:37
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_biarnason.jpg
22 BIRKIR BJARNSON


Un vulcano biondo di forza e resistenza, un centrocampista completo, in grado di usare all'occorrenza sia la sciabola che il fioretto. Si tratta del rinforzo last minute per la linea mediana della Sampdoria 2013/14, che potrà così contare sui muscoli e sul temperamento del primo islandese della sua storia. Venticinque anni, ambidestro e un posto fisso nella nazionale del proprio paese, l'ex pescarese arriva da una buona stagione d'esordio in Serie A, con 23 presenze (più una in TIM Cup) e due gol all'attivo. Gol segnati di testa, un'altra delle sue specialità pur non avendo un fisico da gigante. Dopo gli esordi calcistici nelle formazioni del Thór e del Knattspyrnufélag Akureyrar, il ragazzo emigra in Norvegia. Austrått e Figgjo sono le tappe che precedono, nel 2005, l'approdo nelle fila del blasonato Viking, con cui, il 30 novembre dello stesso anno, fa capolino in prima squadra a 18 anni in un match di Coppa UEFA a Sofia, contro il CSKA. Dopo una stagione di apprendistato al Bodø/Glimt, torna al Viking nel 2009, dove gioca titolare fino al 2011. Svincolatosi, passa allo Standard de Liège per la seconda parte della stagione e nel 2012 viene acquistato in prestito dal Pescara, che lo riscatta un anno più tardi prima di cederlo ai blucerchiati.

Makaveli
11-09-13, 03:38
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_desilvestri.jpg
29 LORENZO "LOLLO" DE SILVESTRI


Cuore e polmoni, forza e dedizione. Terzino destro moderno, uno che la fascia la solca dalla difesa al fondo, sovrapponendosi facile sulla corsia e centrando palloni per le punte. Romano di Monteverde, dopo aver intrapreso e abbandonato la strada della ginnastica artistica, entra a far parte del vivaio della Romulea. Due stagioni più tardi viene notato dalla Lazio, da sempre la sua squadra del cuore, che lo inserisce nella rosa dei Giovanissimi Nazionali. Veterano delle nazionali azzurre giovanili, la trafila è piuttosto breve perché Lollo brucia le tappe: a 17 anni debutta in Intertoto, a 18 segna il suo primo gol in Coppa Italia, a 19 ancora da compiere esordisce in Serie A contro la Fiorentina, squadra che diventerà la sua dal 2009. Nell'estate del 2012 approda alla Sampdoria, squadra che, con la maglia biancoceleste, batté nella finale di Coppa Italia 2008/09.

Makaveli
11-09-13, 03:39
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_eramo.jpg
27 MIRKO ERAMO


Di tempo ce n'è voluto parecchio, ma il ritorno alla casa madre è finalmente divenuto realtà. Sono servite cinque stagioni per convincere la Sampdoria a riprendere questo centrocampista pugliese e a ridargli fiducia in blucerchiato. Nell'unica annata vissuta all'ombra della Lanterna (2007/08), l'ex barese conquistò Scudetto e TIM Cup Primavera prima di cominciare il proprio personalissimo giro d'Italia. Piacenza, Monza e Crotone (dal 2010 al 2013) le tappe della sua crescita, coronata definitivamente nell'ultimo campionato cadetto. Una curiosità: si è sposato con Daniela, di Gioia del Colle proprio come lui, una settimana prima della notizia del riscatto dal parte del club di Corte Lambruschini.

Makaveli
11-09-13, 03:40
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_gavazzi.jpg
79 DAVIDE GAVAZZI


Esterno destro agile, veloce e con spiccate doti offensive. Questo il profilo dell'ex centrocampista vicentino, ingaggiato nell'estate 2012 (nell'operazione che ha portato Laczkó, Padalino e Semioli in Veneto), ma approdato a Genova soltanto nella sessione invernale del mercato. Cresciuto con i piccoli del Talamona, nel 2001 entra a far parte del vivaio del Milan. Tre stagioni in rossonero precedono il passaggio al Lecco (2003) e al Como (2004), squadra con cui, in Serie D, debutta in prima squadra a diciannove anni. Dopo qualche problema fisico, nell'annata 2008/09 si rilancia nel Renate (D): 31 presenze e 8 gol gli valgono la chiamata del Vicenza, Serie B. L'impatto è buono e con i biancorossi gioca tre campionati cadetti, togliendosi la soddisfazione di segnare proprio alla Sampdoria il gol del pareggio nell'1-1 del 21 aprile 2012.

Makaveli
11-09-13, 03:41
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_gentsoglou.jpg
33 SAVVAS GENTSOGLU


Il primo greco della storia della Sampdoria è un mediano di rottura, di grinta e temperamento, un "cagnaccio" efficace in fase di interdizione e pure quando si tratta di liberare il destro dalla distanza. Il suo nome è legato all'AEK Atene, squadra che lo accoglie nel proprio vivaio e che, dopo una breve esperienza nelle serie minori divisa a metà tra il Panachaiki di Patrasso e il Niki Volos di Nea Ionia, lo lancia giovanissimo in prima squadra. Con la maglia giallonera ha vinto una Coppa di Grecia e conta anche 14 presenze in Europa League. Punto fermo delle nezionali giovanili elleniche, è l'attuale capitano dell'Under 21. Suo papà Gökhan Gençoğlu (poi ellenizzato in Gentsoglou) è turco di padre e greco di madre, sua mamma Athina viene della Tessaglia.

Makaveli
11-09-13, 03:42
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_krsticic.jpg
10 CAPITAN FUTURO NENAD KRISTICIC


Un talento fulgido, eccellente tecnica di base e un mancino col contagiri. Già pilastro delle selezioni nazionali giovanili della Serbia, i blucerchiati lo scovano nell'estate del 2009 nell'OFK Belgrado, dove, giovanissimo, aveva già debuttato in prima squadra sia in campionato sia in Intertoto. Regista puro, all'occorrenza anche trequartista, a Genova va a rinforzare la formazione Primavera per tre stagioni, togliendosi la soddisfazione di giocare titolare in prima squadra in Europa League, nell'inutile e sfortunata (2-0 per il Debrecen) trasferta di Budapest del 16 dicembre 2010.

Makaveli
11-09-13, 03:43
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_obiang.jpg
14 PEDRO OBIANG


Soprannominato "Perico" (un diminutivo del suo nome di battesimo), è un centrocampista centrale propenso alla costruzione ma abile anche in fase d'interdizione. Nato in Spagna da genitori originari della Guinea Equatoriale, è in possesso di un doppio passaporto ma ha scelto di giocare nelle nazionali giovanili iberiche. Battuta la concorrenza di tre grandi club inglesi, la Sampdoria lo ingaggia nell'estate del 2008 dalla cantera dell'Atletico Madrid. Tecnico e dinamico, dopo un anno con gli Allievi Nazionali di Tufano e un altro con la Primavera di Aglietti, passa in prima squadra nel 2010/11, togliendosi la soddisfazione di debuttare in Serie A il 12 settembre 2010, giorno dello spettacolare 3-3 all'"Olimpico" di Torino contro la Juventus.

Makaveli
11-09-13, 03:44
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_renan.jpg
5 GARCIA RENAN


È nato e cresciuto in Brasile, arriva dalla Romania, ha giocato in Spagna e in Portogallo. Un sinistro al fulmicotone e un curriculum già particolarmente ricco. L'identikit corrisponde in pieno ai sesto rinforzo straniero del mercato blucerchiato del gennaio 2012. Un innesto che si rivelò prezioso per il centrocampo a tre disegnato da mister Iachini e per la Sampdoria della promozione. Oltre ai calci piazzati e al fisico (186 centimetri per 82 chili), il volante paulista fa della duttilità una delle proprie prerogative, giostrando senza preclusioni da mezzala o da terzino a seconda delle necessità, sia in fase di copertura sia in fase di spinta.

Makaveli
11-09-13, 03:45
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_rodriguez.jpg
6 MATIAS RODRIGUEZ


Corsa, continuità e rendimento altissimo. Queste le doti principali dell'esterno argentino, arrivato nel mercato di gennaio 2013 dall'Universidad de Chile. Soprannominato Maticrack, nasce terzino destro nel vivaio del Boca Juniors. Dopo un paio di esperienze in Ecuador e una fugace puntatina in Austria, si conquista spazio e fiducia in Uruguay, al Nacional di Montevideo. La consacrazione arriva nel triennio cileno, dove trova una straordinaria continuità anche sotto-porta e le prime convocazioni nella Selección argentina. Nel suo personale palmarés compaiono un campionato di Primera División uruguayana (Nacional, 2008/09), tre campionati di Primera División cilena (Universidad de Chile, Apertura 2011, Clausura 2011, Apertura 2012), una Copa Sudamericana (Universidad de Chile, 2011) e due semifinali di Copa Libertadores.

Makaveli
11-09-13, 03:46
http://www.sampdoria.it/components/com_players/images/player_profile/IT/title_profile.png
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_soriano.jpg
21 ROBERTO SORIANO


Originario di Avellino, è italotedesco perché nativo di Darmstadt, piccolo centro dell'Assia, stato federato della Germania centro-occidentale. Un campioncino prelevato dalla Samp nel gennaio 2009 nientemeno che dal Bayern Monaco, società nella quale si è messo in luce nelle selezioni giovanili ed in particolare nella Youth Cup 2008. Da sempre titolare inamovibile delle nazionali azzurre, ha già esordito nell'Under 21 giocando (il 5 settembre 2009) accanto ai compagni doriani Vincenzo Fiorillo e Andrea Poli nella sfortunata trasferta in terra di Galles. Primavera con vista sulla prima squadra per una stagione e mezzo, nel 2010 va a Empoli, in Serie B, dove conferma le sue qualità prima di tornare blucerchiato ai nastri di partenza del 2011/12.

Makaveli
11-09-13, 03:47
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_wszolek.jpg
15 PAWEL WSZOLEK


Centrocampista esterno, destro naturale ma spesso e volentieri impiegato a sinistra, il primo acquisto polacco della storia della Sampdoria abbina forza fisica (è alto un metro e 86) a una buona tecnica di base e a un'innata capacità d'inserimento. Qualità, queste, che lo hanno già portato a vestire la maglia della Polonia in quattro occasioni, saltando quasi a piè pari gli step con le Under 20 e 21 e attirando verso di sé le attenzioni di decine di osservatori. La sua carriera ha inizio nella sua città d'origine, Tczew, poco più di 60mila abitanti nel nord del voivodato della Pomerania. Fatta eccezione per la parentesi di una stagione al Lechia Gdańsk (2004/05), cresce praticamente a casa, indossando la divisa del Wisła Tczew dal 2001 fino al 2009. Nel 2009, infatti, lo ingaggia il Polonia Warszawa, la seconda società della capitale, dove comincia la sua escalation verso la Nazionale maggiore e l'Italia, destinazione blucerchiata.

Makaveli
11-09-13, 03:48
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_eder.jpg
23 MARTINS CITADIN EDER


Seconda punta veloce, fulminea, destro-sinistro, dribbling facile e caterve di gol. Il curriculum del brasiliano, blucerchiato dal gennaio 2012, parla chiaro. Nativo di Lauro Müller, municipio dello stato di Santa Caterina, Sud del Brasile, si avvicina al calcio professionistico nel Criciúma Esporte Clube. In molti, in Italia, si accorgono delle sue qualità: il Lecce lo prova, la Fiorentina lo corteggia, l'Empoli lo acquista nel gennaio 2006 e lo manda a farsi le ossa in Primavera. Dopo aver debuttato in Serie A e in Coppa Uefa (2007), nel gennaio 2008, viene ceduto in compartecipazione al Frosinone, squadra dove si mette in luce prima di tornare in azzurro e conquistare il titolo di capocannoniere cadetto. Brescia (con Iachini) e Cesena le ultime tappe in massima serie, la categoria che vuole riconquistare a suon di gol con la maglia della Sampdoria. Una curiosità: il 13 aprile 2010 ha segnato quattro reti nella stessa partita (Empoli-Salernitana 5-2).

Makaveli
11-09-13, 03:48
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_gabbiadini.jpg
11 MANOLO GABBIADINI


Un sinistro potente e preciso, una somiglianza con lo stile di Gigi Riva e una sorella calciatrice come modello. Nato a Calcinate ma da sempre abitante di Bolgare, cresce col mito di Melania, bomber del Bardolino e della Nazionale femminile, più grande di lui di 8 anni. Entrato nel vivaio dell'Atalanta, debutta in Serie A dopo due parentesi bresciane tra Palazzolo e Lumezzane. La prima esperienza da professionista lontano da casa la vive a Cittadella prima di fare ritorno a Bergamo. Acquistato dalla Juventus in compartecipazione, nel 2012 si trasferisce al Bologna, dove - soprattutto da attaccante esterno - si mette in luce tra i migliori giovani del panorama calcistico italiano. Una curiosità: con 12 reti in 21 partite è il terzo cannoniere della storia dell'Under 21 alle spalle di Pirlo e Gilardino.

Makaveli
11-09-13, 03:50
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_petagna1.jpg
37 ANDREA PETAGNA


Forte, potente, mancino caldo. Tutti lo paragonano a Vieri, lui ammira Ibrahimovic e si ispira a Balotelli. Dalle movenze ricorda il brasiliano Hulk, nei lineamenti del viso ha qualcosa dell'ex Fenomeno Ronaldo. A dispetto di un fisico da corazziere, la punta triestina ha soltanto 18 anni e una manciata di partite professionistiche alle spalle, ma pare in possesso delle qualità necessarie per emergere ad alti livelli. Nipote d'arte (suo nonno Francesco vantava oltre 350 presenze tra Serie A e B), tira i primi calci nel Domio e nella Donatello Calcio di Udine. Nel 2009 passa nel vivaio del Milan, dove conquista da protagonista gli Scudetti Giovanissimi e Allievi Nazionali. Passato in Primavera ed entrato nel giro delle Under azzurre, il 4 dicembre 2012 debutta in prima squadra in Champions League contro lo Zenit.

Makaveli
11-09-13, 03:51
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_pozzi.jpg
9 NICOLA POZZI


Arriva alla Sampdoria, in prestito, all'ultimissimo giorno di mercato della sessione estiva 2009. Un colpo autentico quello messo a segno dalla società blucerchiata che affida al giovane ariete di Romagna il ruolo di bomber di scorta della rosa edizione 2009/10. Nativo di Sant'Arcangelo, Rimini, è un prodotto del vivaio del sodalizio della sua città natale. Il suo nome è però indissolubilmente legato al Cesena, dove nel 2003/04, a soli 17 anni, si mette talmente in mostra da solleticare l'interesse del Milan. Talento fulgidissimo e assai considerato dagli addetti ai lavori, dopo quattro annate empolesi impreziosite - malgrado un grave infortunio patito nel febbraio 2008 - da un bottino di 26 gol, si conquista, con cuore e grinta da vendere, prima il posto in squadra poi il definitivo riscatto da parte del sodalizio di Corte Lambruschini. Il 9 settembre 2010, la sua compagna Sara ha dato alla Tiaré Nicol, festeggiata con dedica tre giorni dopo con una doppietta segnata alla Juventus.

Makaveli
11-09-13, 03:52
http://www.sampdoria.it/images/stories//player/testine/1314_sansone.jpg
12 GIANLUCA SANSONE


Tecnico e brevilineo, rapido e ficcante, si tratta di una seconda punta che fa dell'imprevedibilità la propria peculiarità. Ha un piede mancino particolarmente caldo che sa dosare con potenza e precisone: un'arma che lo ha portato a segnare la bellezza di 31 gol in due stagioni e mezza con le maglie di Frosinone, Sassuolo e Torino, ultime tappe di una gavetta partita da lontano (il suo paese si chiama Bella, provincia di Potenza) e qualche metro più indietro rispetto alla linea degli attaccanti. Due curiosità: a Sassuolo era chiamato Piccolo Sole (per via dell'etimologia ebraica del suo cognome), ha un jack russel di nome Milo.

Makaveli
11-09-13, 03:53
http://www.tuttiallostadio.it/liga/sampdoria%20tifo%208.jpg

GRADINATA SUD

Makaveli
11-09-13, 03:54
http://ultrastito.typepad.com/.a/6a01543377f54e970c0163016f0b50970d-320wi

ULTRAS TITO CUCCHIARONI

Makaveli
11-09-13, 03:56
http://www.ultraspoint.it/bandiera%20fedelissimi%20samp.JPG

CLUB FEDELISSIMI SAMPDORIANI 1961

Makaveli
11-09-13, 03:57
http://irishclan1946.altervista.org/immagini/simbolo_irish.JPG
IRISH CLAN

Makaveli
11-09-13, 03:58
http://img813.imageshack.us/img813/5968/samphellsangels.jpg

HELL'S ANGELS

Makaveli
11-09-13, 03:59
http://img394.imageshack.us/img394/3618/20anniusfun6.gif
ULTRAS SAN FRUTTUOSO

Makaveli
11-09-13, 04:00
http://img174.imageshack.us/img174/8513/rivieravv1.jpg

RIVIERA BLUCERCHIATA

Makaveli
11-09-13, 04:01
http://img91.imageshack.us/img91/3292/sampdoria11ps1.png
RUDE BOYS

Makaveli
11-09-13, 04:02
http://www.ilsecoloxix.it/club/images/gruppi/96/96.jpg
SGREUZZI

Makaveli
11-09-13, 04:05
http://img218.imageshack.us/img218/3167/hawksoo6.jpg
HAWKS 1991

Lancillotto del Lago
10-10-14, 18:48
http://sd.keepcalm-o-matic.co.uk/i/keep-calm-and-genoa-merda-18.png