PDA

Visualizza Versione Completa : La Spagna contro l'aborto



Rollingstone
18-10-09, 12:06
17 Ottobre 2009

LA RISPOSTA DELLA SPAGNA

A Madrid il «popolo della vita» torna a dire no all'aborto

Una folla immensa è scesa in piazza oggi a Madrid per manifestare contro la nuova legge per l'aborto, che consente l'interruzione di gravidanza alle minorenne senza l'autorizzazione dei genitori, al vaglio del Parlamento a maggioranza socialista. Sotto l'enorme striscione "Cada vida importa", ogni vita importante, slogan della manifestazione che gli organizzatori sperano attiri almeno un milione di persone, sfilano anche i principali leader del Partito Popolare: l'ex premier Josè Marìa Aznar, la segretaria del Partito Marìa Dolores de Cospedal e la presidente della Comunità autonoma di Madrid, Esperanza Aguirre. Lo fanno a titolo personale, hanno precisato i loro portavoce sottolineando che l'appuntamento di oggi è stato convocato da oltre 40 associazioni cattoliche ed anti-aborto. Il corteo è partito alle cinque della Puerta del Sol e si concluderà alla Puerta de Alcala.

La mobilitazione è testa a protestare contro la legge che punta a "depenalizzare completamente l'aborto e riconoscerlo come un diritto", affermano gli organizzatori. La legge attualmente in vigore infatti autorizza l'interruzione di gravidanza fino alla 14esima settimana solo in caso di circostanze precise, quando la donna è stata vittima di uno stupro, per esempio, o per malformazioni del feto.

Il governo di Jose Luis Rodriguez Zapatero ha quindi presentato una nuova legge che depenalizza l'aborto e prevede anche - e questo è il punto su cui insistono i critici - che le ragazze di 16 anni possanno interrompere la gravidanza senza l'approvazione dei genitori. Il partito popolare ha annunciato che intende presentare ricorso contro la legge, una volta approvata, alla Corte Costituzionale.



----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
«Non capisco il motivo per cui si convoca questa manifestazione contro l’interruzione volontaria della gravidanza». Trinidad Jiménez, ministro della Sanità di José Luis Rodríguez Zapatero, si chiede perché centinaia di migliaia di spagnoli (oltre un milione, secondo le stime degli organizzatori) dovrebbero scendere in piazza proprio oggi contro l’aborto. E se lo chiede anche la responsabile del ministero dell’Uguaglianza, Bibiana Aido, principale promotrice della polemica riforma, che assicura: l’obiettivo della nuova legge è la riduzione del numero degli aborti. Sicuro? Ma chi protesta oggi a Madrid con lo slogan «Ogni vita è importante», non crede proprio che questa sia la vera finalità del disegno di legge approvato dalla squadra di Zapatero e già inviato in Parlamento.

Per chi è convinto che «l’aborto è un fallimento» – come la Fondazione Universitaria San Pablo Ceu e gli Universitari per la Vita – gli obiettivi reali della riforma sono altri: rendere più facile l’aborto, allargare le maglie (già “spanciatissime”) dell’attuale legge e liberalizzare l’interruzione di gravidanza trasformandola in un «diritto» della donna. Ha ragione la ministro della Sanità quando ricorda che la «legge esiste già da 23 anni» in Spagna: «Il Partito popolare non l’ha cambiata». Ma Jiménez dimentica di aggiungere che nell’attuale legislazione (in vigore dal 1985) l’aborto è un delitto, depenalizzato e permesso solo in tre casi: violenza sessuale (nelle prime 12 settimane), malformazione del feto (22 settimane) o grave rischio fisico o psicologico per la madre (senza limiti temporali). Il ddl varato dal Consiglio dei ministri di Zapatero sancisce la liberalizzazione dell’aborto entro le prime 14 settimane e lo garantisce fino alla 22esima in caso di malformazione, ma anche per rischi fisici e psicologici per la madre.

Da tutta la Spagna sono arrivati 500 autobus, vari aerei, un «treno della vita» navarro. L’appuntamento è alle 17, in Plaza Colon: da lì il corteo si muoverà fino alla Porta di Alcalà «per la vita, la donna e la maternità». Un punto chiave che associazioni come il Forum della Famiglia hanno ribadito fino alla sazietà: questa manifestazione è a favore del nascituro, ma anche delle donne. Per loro si reclamano più aiuti, alternative, politiche che fermino una silenziosa strage in costante aumento: sono oltre 112.000 gli aborti ogni anno in Spagna. In dieci anni, sono cresciuti del 126%. Il rischio di strumentalizzazione è sempre alto, come in tutte le manifestazioni. L’iniziativa è di 40 associazioni civiche, indipendenti da qualsiasi forza politica, ma a titolo personale parteciperanno anche una trentina di deputati del Partito popolare (centrodestra): con loro ci sarà anche l’ex premier José Maria Aznar.

I protagonisti, però, sono altri. Medici, professori, madri, padri, ragazze (che hanno deciso di non abortire), famiglie, donne sole che reclamano più aiuti. «Non possiamo continuare a stare zitti di fronte all’orrore del XX secolo: l’aborto», assicura Gador Goya, portavoce della Piattaforma Diritto di Vivere. «Un giorno, non so se fra cinque, dieci, 15 o 20 anni, i nostri figli e i nostri nipoti guarderanno l’aborto come oggi noi consideriamo la schiavitù, l’apartheid, la pena di morte. E ci chiederanno come è stato possibile che accadesse tutto ciò senza che nessuno facesse nulla». I vescovi spagnoli appoggiano la «legittima» manifestazione contro una legge che «presuppone un serio passo indietro nella protezione del diritto alla vita dei nascituri, un maggiore abbandono delle madri gestanti e un danno irreparabile al bene comune».

Michela Coricelli

Avvenire (http://www.avvenire.it/Mondo/madrid+il+popolo+della+vita+in+piazza+per+dire+no+ a+aborto+e+a+zapatero_200910171336222870000.htm)

Scipione
18-10-09, 13:22
....La mobilitazione è testa a protestare contro la legge che punta a "depenalizzare completamente l'aborto e riconoscerlo come un diritto", affermano gli organizzatori. La legge attualmente in vigore infatti autorizza l'interruzione di gravidanza fino alla 14esima settimana solo in caso di circostanze precise, quando la donna è stata vittima di uno stupro, per esempio, o per malformazioni del feto.
In italia si è indubbiamente più avanti. Non vedo perchè la spagna debba essere più arretrata di noi. :chefico:


l governo di Jose Luis Rodriguez Zapatero ha quindi presentato una nuova legge che depenalizza l'aborto e prevede anche - e questo è il punto su cui insistono i critici - che le ragazze di 16 anni possanno interrompere la gravidanza senza l'approvazione dei genitori. Il partito popolare ha annunciato che intende presentare ricorso contro la legge, una volta approvata, alla Corte Costituzionale.
Cosa che avviene già in italia da decenni.... Indubbiamente la spagna cerca di portarsi su modelli più avanzati di diritto. Non vedo motivo di scandalizzarsi, anche se le ragioni dei cattolici sono chiaramente contrarie. Del resto, i cattolici, quelli bravi, quelli riverenti ed ossequiosi alle leggi cattoliche, cosa dovrebbero temere? D'avere il diavolo in casa? :chefico: :gluglu:

Monsieur
18-10-09, 13:25
Non riesco proprio a capire come la difesa della vita dei più deboli possa essere vista come di destra.
Tutta la mia vicinanza alla manifestazione.

Mappo
18-10-09, 17:38
Non riesco proprio a capire come la difesa della vita dei più deboli possa essere vista come di destra.
Tutta la mia vicinanza alla manifestazione.

Non solo non dovrebbe essere vista come solo di destra, ma come patrimonio comune di ogni cultura compresa quella laica e perfino laicista.

UgoDePayens
18-10-09, 20:45
C'è ancora speranza, allora, per la Spagna.
Il gobierno Zapatero non ha rovinato del tutto la società civile insomma.

Certo che fa riflettere questa cosa: come mai in Italia nessuno ha il coraggio di organizzare una manifestazione simile? Gli aborti italici sono meno aberranti di quelli spagnoli, per caso?

Scipione
18-10-09, 21:00
C'è ancora speranza, allora, per la Spagna.
Il gobierno Zapatero non ha rovinato del tutto la società civile insomma.

Certo che fa riflettere questa cosa: come mai in Italia nessuno ha il coraggio di organizzare una manifestazione simile? Gli aborti italici sono meno aberranti di quelli spagnoli, per caso?
Forse perchè in italia c'è stato un certo refeendum, che ha ben dimostrato come la pensi la maggioranza dei cattolici? :chefico: :sofico:

UgoDePayens
18-10-09, 21:28
Forse perchè in italia c'è stato un certo refeendum, che ha ben dimostrato come la pensi la maggioranza dei cattolici? :chefico: :sofico:

Sai chi era il segretario del partito dei Radicali di allora, quello che si è fatto promotore del referendum? Rutelli. Secondo te oggi ripeterebbe il suo voto?
Non so.
Io allora avevo ben due anni, e se permetti penso che avrei anche il diritto di dire la mia.

Ad esempio, quanti referendum sono stati indetti sulla caccia? Perché dovremmo considerare tabù solo l'aborto ed il divorzio? Si sente puzza di ipocrisia appestare l'aria.

Mappo
18-10-09, 21:57
Io allora avevo ben due anni, e se permetti penso che avrei anche il diritto di dire la mia.

Per me il referendum sull'aborto fu una delle primissime occasioni di voto, perdonatemi l'amarcord, ma mi ricordo ancora i turni no stop di attacchinaggio notturno e diurno, interrotti solo dalle cinque ore di scuola alla mattina. La sensazione di essere stati mandati allo sbaraglio all'insegna dell'armiamoci e partite invece di scoraggiarci centuplicò le nostre energie, praticamente da soli ci confrontammo con l'enorme apparato propagandistico del PCI fiorentino di allora, mica quei scalzacani dei loro eredi piddini e ci meritammo più di un articolo dell'Unità di Firenze che inveiva contro quei dannati cattofascisti di CL.

Scipione
18-10-09, 22:07
Sai chi era il segretario del partito dei Radicali di allora, quello che si è fatto promotore del referendum? Rutelli. Secondo te oggi ripeterebbe il suo voto?
Non so.
Io allora avevo ben due anni, e se permetti penso che avrei anche il diritto di dire la mia.

Ad esempio, quanti referendum sono stati indetti sulla caccia? Perché dovremmo considerare tabù solo l'aborto ed il divorzio? Si sente puzza di ipocrisia appestare l'aria.
Hai scelto un bell'esempio di trasformismo. Più o meno come capezzone o bondi: gente abituata al salto della quaglia. :paura: Per il resto, non ho nulla in contrario a un tale referendum. Però dovrei anche aggiungere: come mai, nonostante si sia in uno stato a larga maggioranza cattolica, nessun buon cattolico ci ha ancora pensato? Sì, hai ragione, si sente davvero un tanfo di ipocrisìa..... :giagia: :gluglu:

Dredd83
19-10-09, 01:11
Hai scelto un bell'esempio di trasformismo. Più o meno come capezzone o bondi: gente abituata al salto della quaglia. :paura: Per il resto, non ho nulla in contrario a un tale referendum. Però dovrei anche aggiungere: come mai, nonostante si sia in uno stato a larga maggioranza cattolica, nessun buon cattolico ci ha ancora pensato? Sì, hai ragione, si sente davvero un tanfo di ipocrisìa..... :giagia: :gluglu:

Anche belo forte sottolineo io...cmq Zapatero nn si farà condizionae da 4 gatti... :)

UgoDePayens
19-10-09, 07:20
Anche belo forte sottolineo io...cmq Zapatero nn si farà condizionae da 4 gatti... :)

Certo, i quattro gatti... gli stessi quattro che, evidentemente, seguono il Papa (come diceva il bravissimo "vaticanista" del tg3)

http://www.tgcom.mediaset.it/bin/421.$plit/orig_C_0_fotogallery_5097_listaorizzontale_foto_0_ fotoorizzontale.jpg

http://www.fratelloembrione.it/imm/notizie/madrid.jpg

ccCPjsT89vw

UgoDePayens
19-10-09, 07:27
Hai scelto un bell'esempio di trasformismo. Più o meno come capezzone o bondi: gente abituata al salto della quaglia. :paura: Per il resto, non ho nulla in contrario a un tale referendum. Però dovrei anche aggiungere: come mai, nonostante si sia in uno stato a larga maggioranza cattolica, nessun buon cattolico ci ha ancora pensato? Sì, hai ragione, si sente davvero un tanfo di ipocrisìa..... :giagia: :gluglu:

Capezzone voterebbe ancora a favore. Bondi non direi. Siamo già a due che hanno cambiato idea su tre...

Comunque hai ragione: c'+ tanfo di ipocrisia. Più che altro c'è una sorta di politicamente corretto nell'aria, anche delle parrocchie e dei movimenti cattolici, che spinge la gente a darsi da fare nei casi concreti (progetto gemma etc), ma a lasciare in un angolino il problema politico. Perché altrimenti, si dice, rischiamo di peggiorare la situazione.

Ma il mondo cattolico di oggi non è più quello degli anni settanta, e nemmeno il fronte dell'aborto.

Io sarei per continuare l'opera concreta intrapresa, meritoria e indispensabile, ma per allargare il raggio. Intanto organizzando manifestazioni (non possono farci ingoiare la RU486 senza che diciamo nulla), e poi chiedendo apertamente una modifica della legge.
Magari anzitutto raccogliendo firme per un referendum che renda il ricorso all'aborto a pagamento. Perché io, cittadino italiano contrarissimo all'aborto, dovrei pagare il sistema sanitario nazionale affinché compia quelli che a mio modo di vedere sono autentici omicidi?
Che almeno se li paghino i sostenitori dell'aborto, i loro squallidi crimini. Obiezione di coscienza anche per chi paga le tasse!

Quanto scommettiamo che un referendum del genere non avrebbe grossi problemi a passare?

Dredd83
19-10-09, 20:00
Capezzone voterebbe ancora a favore. Bondi non direi. Siamo già a due che hanno cambiato idea su tre...

Comunque hai ragione: c'+ tanfo di ipocrisia. Più che altro c'è una sorta di politicamente corretto nell'aria, anche delle parrocchie e dei movimenti cattolici, che spinge la gente a darsi da fare nei casi concreti (progetto gemma etc), ma a lasciare in un angolino il problema politico. Perché altrimenti, si dice, rischiamo di peggiorare la situazione.

Ma il mondo cattolico di oggi non è più quello degli anni settanta, e nemmeno il fronte dell'aborto.

Io sarei per continuare l'opera concreta intrapresa, meritoria e indispensabile, ma per allargare il raggio. Intanto organizzando manifestazioni (non possono farci ingoiare la RU486 senza che diciamo nulla), e poi chiedendo apertamente una modifica della legge.
Magari anzitutto raccogliendo firme per un referendum che renda il ricorso all'aborto a pagamento. Perché io, cittadino italiano contrarissimo all'aborto, dovrei pagare il sistema sanitario nazionale affinché compia quelli che a mio modo di vedere sono autentici omicidi?
Che almeno se li paghino i sostenitori dell'aborto, i loro squallidi crimini. Obiezione di coscienza anche per chi paga le tasse!

Quanto scommettiamo che un referendum del genere non avrebbe grossi problemi a passare?


Se la metti sul piano economico x me va benissimo. A tal proposito io avrei qualcosina da dire su molte altre tasse e vessazioni x me inutili e/o incompatibili con il mio "credo"....nn la si finirebbe più.
Cmq x le foto di prima potevi risparmiare tempo....sono 4 gatti rispetto alla massa che ha votato zapatero 2, leggasi DUE, volte. Puoi manifestare quel che voi...ci mancherebbe....ma la maggioranza al voto ha sempre ragione. A meno che tu nn simpatizzi x le dittature....

UgoDePayens
19-10-09, 20:11
Se la metti sul piano economico x me va benissimo. A tal proposito io avrei qualcosina da dire su molte altre tasse e vessazioni x me inutili e/o incompatibili con il mio "credo"....nn la si finirebbe più.
Cmq x le foto di prima potevi risparmiare tempo....sono 4 gatti rispetto alla massa che ha votato zapatero 2, leggasi DUE, volte. Puoi manifestare quel che voi...ci mancherebbe....ma la maggioranza al voto ha sempre ragione. A meno che tu nn simpatizzi x le dittature....

Il tuo "credo" cosa prevede? Se diventa maggioritario nel Paese, presumo che debba essere quantomeno rispettato.
Mi pare di capire che, invece, tu un'ipotesi come quella che faccio io di referendum non la vorresti nemmeno prendere in considerazione.
Evidentemente "simpatizzi x le dittature" :ciaociao:

Dredd83
19-10-09, 20:32
Il tuo "credo" cosa prevede? Se diventa maggioritario nel Paese, presumo che debba essere quantomeno rispettato.
Mi pare di capire che, invece, tu un'ipotesi come quella che faccio io di referendum non la vorresti nemmeno prendere in considerazione.
Evidentemente "simpatizzi x le dittature" :ciaociao:

Evidentemente nn sai leggere. Avevo messo "credo" trà virgolette proprio perchè nn intendevo dire fede/religione bensì modo di pensare/vedere le cose. Rispettare un "credo" IN UN PAESE LAICO nn significa genuflettersi ogni qualvolTA PARLI IL PRETE/VESCOVO/PAPA DI TURNO.

UgoDePayens
19-10-09, 21:24
Evidentemente nn sai leggere. Avevo messo "credo" trà virgolette proprio perchè nn intendevo dire fede/religione bensì modo di pensare/vedere le cose. Rispettare un "credo" IN UN PAESE LAICO nn significa genuflettersi ogni qualvolTA PARLI IL PRETE/VESCOVO/PAPA DI TURNO.

Ho capito, ma non cambia un ciufolo. Tanto più che quella contro l'aborto è una battaglia laica! Gesù Cristo non c'entra, se non in modo molto indiretto.

Quindi perché dovrei genuflettermi al Dredd di turno? Perché la legge sei tu?

Rispondi piuttosto alla domanda: cosa ne penseresti di un referendum che chieda non l'abrogazione della legalizzazione dell'aborto, ma l'abrogazione al dovere del sistema sanitario nazionale di eseguire in modo totalmente gratuito gli interventi di aborto?
Perché una maggioranza (o minoranza comunque molto consistente) di italiani dovrebbe finanziare con le proprie tasse quello che è paragonabile ad un omicidio?

Dredd83
19-10-09, 22:18
Ho capito, ma non cambia un ciufolo. Tanto più che quella contro l'aborto è una battaglia laica! Gesù Cristo non c'entra, se non in modo molto indiretto.

Quindi perché dovrei genuflettermi al Dredd di turno? Perché la legge sei tu?

Rispondi piuttosto alla domanda: cosa ne penseresti di un referendum che chieda non l'abrogazione della legalizzazione dell'aborto, ma l'abrogazione al dovere del sistema sanitario nazionale di eseguire in modo totalmente gratuito gli interventi di aborto?
Perché una maggioranza (o minoranza comunque molto consistente) di italiani dovrebbe finanziare con le proprie tasse quello che è paragonabile ad un omicidio?

Quella contro l'aborto non è assolutamente una battaglia laica. E' inutile spacciarla per tale e tu l sai bene.

Scipione
19-10-09, 22:23
Capezzone voterebbe ancora a favore. Bondi non direi. Siamo già a due che hanno cambiato idea su tre...

Comunque hai ragione: c'+ tanfo di ipocrisia. Più che altro c'è una sorta di politicamente corretto nell'aria, anche delle parrocchie e dei movimenti cattolici, che spinge la gente a darsi da fare nei casi concreti (progetto gemma etc), ma a lasciare in un angolino il problema politico. Perché altrimenti, si dice, rischiamo di peggiorare la situazione.

Ma il mondo cattolico di oggi non è più quello degli anni settanta, e nemmeno il fronte dell'aborto.

Io sarei per continuare l'opera concreta intrapresa, meritoria e indispensabile, ma per allargare il raggio. Intanto organizzando manifestazioni (non possono farci ingoiare la RU486 senza che diciamo nulla), e poi chiedendo apertamente una modifica della legge.
Magari anzitutto raccogliendo firme per un referendum che renda il ricorso all'aborto a pagamento. Perché io, cittadino italiano contrarissimo all'aborto, dovrei pagare il sistema sanitario nazionale affinché compia quelli che a mio modo di vedere sono autentici omicidi?
Che almeno se li paghino i sostenitori dell'aborto, i loro squallidi crimini. Obiezione di coscienza anche per chi paga le tasse!

Quanto scommettiamo che un referendum del genere non avrebbe grossi problemi a passare?
Cominciamo dall'ultimo. Non credo passerebbe molto facilmente un referendum che - per rappresentare appieno il pensiero cattolico - dovrebbe essere quanto meno abrogativo di quelle parti della legge 194 che richiamano espressamente all'ivg, ai consultori, alle interruzioni e - dulcis in fundo - alla tutela della salute fisica e psichica della madre (sappiamo che è un'ipocrisìa, ma c'è scritto proprio così). Sarebbe, quindi, un referendum già perso in partenza, perchè sarebbe visto come un'intollerabile intromissione dei cattolici (e della chiesa) in una questione che è e rimane di coscienza individuale (ammesso che coscienza ci sia sempre e comunque).

L'ipotesi di modifica parziale potrebbe trovare applicazione nella diminuizione del limite temporale stabilito per l'accesso all'ivg, che è oggi (teoricamente) di 180 giorni, ovvero di 25 settimane e cinque giorni (nei casi di malformazioni fetali). In realtà nessun ginecologo opererebbe una ivg oltre la 23^ settimana in quanto il feto avrebbe diverse probabilità di nascere vitale e ci sarebbe l'obbligo della rianimazione. Il che, chiaramente, contraddirebbe il significato e gli obiettivi stessi dell'ivg. Portare il limite massimo dell'interruzione a 22 settimane sarebbe un notevole passo in avanti, pur ricordando che queste ivg tardive sono quasi sempre in relazione con anomalie fisiche del feto.

L'idea di far pagare l'ivg mi sembra peregrina e non costituirebbe di certo un disincentivo a ridurre questo tipo di intervento. Per altro, se a te dispiace pagare le tasse per l'ivg altrui, a qualcun altro dispiacerà pagarle per la sussistenza di docenti di religione nominati dal vescovo e pagati dallo stato con quei soldi. Con questo tipo di considerazioni non si va da nessuna parte. :chefico:

Vuoi manifestare contro la RU486? Fallo pure, nessuno ti limiterà. Però, al fondo della questione, rimane sempre il fatto che si tratta di un metodo abortivo, comparabile alla revisione della cavità uterina o al parto indotto. Il tuo problema è l'esistenza di una legge per la quale, piuttosto, dovresti risparmiare le tue energie, chiedendo l'abolizione integrale dei punti contestati. :gluglu:

UgoDePayens
19-10-09, 22:33
Quella contro l'aborto non è assolutamente una battaglia laica. E' inutile spacciarla per tale e tu l sai bene.

Ancora svicoli. Secondo te una battaglia referendaria sulla GRATUITA' dell'aborto sarebbe illiberale e talebana? La appoggeresti?

Dredd83
19-10-09, 22:42
Ancora svicoli. Secondo te una battaglia referendaria sulla GRATUITA' dell'aborto sarebbe illiberale e talebana? La appoggeresti?

Non appoggerei mai un roba del genere. Semmai sarei propenso ad un referendum ( UN ALTRO ) su temi come aborto, divorzio, ed altri temi etici. Servirebbero a chiudervi la bocca x sempre.

UgoDePayens
19-10-09, 22:45
Non appoggerei mai un roba del genere. Semmai sarei propenso ad un referendum ( UN ALTRO ) su temi come aborto, divorzio, ed altri temi etici. Servirebbero a chiudervi la bocca x sempre.

Mavvaff... mafioso del cavolo.

Dredd83
19-10-09, 22:54
Mavvaff... mafioso del cavolo.

...nn ti offendere. Volevo solo dire che la sconfitta sarebbe tanto sonora da rendervi innocui e meno spavaldi x un bel pò. E in fondo, se vuoi essere sincero, lo sai benissimo anch tu che è così.

UgoDePayens
19-10-09, 22:59
...nn ti offendere. Volevo solo dire che la sconfitta sarebbe tanto sonora da rendervi innocui e meno spavaldi x un bel pò. E in fondo, se vuoi essere sincero, lo sai benissimo anch tu che è così.

Ma se appena si osa parlare di legge 194 succede il finimondo!
In Italia l'argomento è più che tabù. Persino nella zapateriana Spagna si è più liberi da questo punto di vista.

Dredd83
19-10-09, 23:06
Ma se appena si osa parlare di legge 194 succede il finimondo!
In Italia l'argomento è più che tabù. Persino nella zapateriana Spagna si è più liberi da questo punto di vista.

Succede il finimondo xkè tanti italiani, io penso la maggioranza, sono stufi dell continua prevaricazione del vaticano. Quindi appena la gente sente puzza di attacco a delle leggi che sono particolarmente sentite E PER LE QUALI IN PASSATO SI E' LOTTATO ... come dire....si incazzano alquanto...

UgoDePayens
20-10-09, 07:29
Succede il finimondo xkè tanti italiani, io penso la maggioranza, sono stufi dell continua prevaricazione del vaticano. Quindi appena la gente sente puzza di attacco a delle leggi che sono particolarmente sentite E PER LE QUALI IN PASSATO SI E' LOTTATO ... come dire....si incazzano alquanto...

Tu hai votato al referendum? Quanto anni avevi? Hai potuto mai esprimere il tuo parere sull'argomento in modo democratico?
Io no. E tu nemmeno.

In questo campo in Italia, al contrario che in praticamente tutto il resto del mondo occidentale, non esiste libertà né di parola né di manifestazione.
E questo perché i talebani del laicismo si sono costituiti guardie della rivoluzione abortista.
Beh, è ora di cambiare le cose e di seguire l'esempio della zapateriana Spagna: manifestazione e discussione pubblica!

Rollingstone
20-10-09, 08:02
...nn ti offendere. Volevo solo dire che la sconfitta sarebbe tanto sonora da rendervi innocui e meno spavaldi x un bel pò. E in fondo, se vuoi essere sincero, lo sai benissimo anch tu che è così.

Allora visto che al referendum sulla fecondazione avete preso una sonora legnata, tornate nell'angoletto dove siete stati ricacciate e non romptete le balle coi vostri schifosissimi esperimenti eugeneteci.

Grazie.

Rollingstone
20-10-09, 08:04
Succede il finimondo xkè tanti italiani, io penso la maggioranza, sono stufi dell continua prevaricazione del vaticano. Quindi appena la gente sente puzza di attacco a delle leggi che sono particolarmente sentite E PER LE QUALI IN PASSATO SI E' LOTTATO ... come dire....si incazzano alquanto...

La genete, come dici tu, non gliene frega più una mazza delle vostre cazzate radicaloidi e non vi segue più. Ha capito benissimo che siete
dei contaballe.
Infatti siete rimasti 4 gatti.
Quattro femministe isteriche di età media 70 anni vestite stile Movimento del '77 e 2-3 idioti che vanno al corteo col suv di papà.

Dredd83
20-10-09, 14:05
Allora visto che al referendum sulla fecondazione avete preso una sonora legnata, tornate nell'angoletto dove siete stati ricacciate e non romptete le balle coi vostri schifosissimi esperimenti eugeneteci.

Grazie.

...infatti quì nn s parlava di legge 40...sulla quale, peraltro, ci sarebbe molto da dire. Questa è una delle tante uscite della serie "nn sapevo cosa cazzo dire...sparo a caso tanto x parlare".

Dredd83
20-10-09, 14:06
La genete, come dici tu, non gliene frega più una mazza delle vostre cazzate radicaloidi e non vi segue più. Ha capito benissimo che siete
dei contaballe.
Infatti siete rimasti 4 gatti.
Quattro femministe isteriche di età media 70 anni vestite stile Movimento del '77 e 2-3 idioti che vanno al corteo col suv di papà.

...andiamo alla conta. Io nn ho paura. Vogliamo ripetere dei referendum ai qualei avete preso sonore bastonate? Facciamoli....cosa credete di fare??? Di vincre il referendum sul divorzio???? Ma pensate di vivere in iran x caso???

Dredd83
20-10-09, 14:07
Tu hai votato al referendum? Quanto anni avevi? Hai potuto mai esprimere il tuo parere sull'argomento in modo democratico?
Io no. E tu nemmeno.

In questo campo in Italia, al contrario che in praticamente tutto il resto del mondo occidentale, non esiste libertà né di parola né di manifestazione.
E questo perché i talebani del laicismo si sono costituiti guardie della rivoluzione abortista.
Beh, è ora di cambiare le cose e di seguire l'esempio della zapateriana Spagna: manifestazione e discussione pubblica!

...chi vi impedisce di manifestare??? Manifestate...se riuscite a mettere insieme più di 4 gatti fate pure....

UgoDePayens
21-10-09, 07:32
...chi vi impedisce di manifestare??? Manifestate...se riuscite a mettere insieme più di 4 gatti fate pure....

Forse ci siamo: qualcuno si sta iniziando timidamente a muovere :D

Manifestazione PER LA VITA - Dopo la Spagna ora in Italia | Facebook (http://www.facebook.com/group.php?gid=189569947003&ref=mf)

Speriamo davvero sia solo l'inizio.

Rollingstone
21-10-09, 14:42
...infatti quì nn s parlava di legge 40...sulla quale, peraltro, ci sarebbe molto da dire. Questa è una delle tante uscite della serie "nn sapevo cosa cazzo dire...sparo a caso tanto x parlare".

Ma di referendum hai parlato tu, io ti ho seguito nel ragionamento.
Che non ti piace quando è fatto su dui voi.

Della serie "non mi ricordo che cazzo ho detto 3 minuti fa comunque nego".

Rollingstone
21-10-09, 23:18
Forse ci siamo: qualcuno si sta iniziando timidamente a muovere :D

Manifestazione PER LA VITA - Dopo la Spagna ora in Italia | Facebook (http://www.facebook.com/group.php?gid=189569947003&ref=mf)

Speriamo davvero sia solo l'inizio.

Bene.
Cominciamo a far pesare il pensiero della maggioranza della popolazione agli ossessionati dalle minoranze che perseguono solo gli scopi delle checche isteriche (non degli omosessuali che vivono seriamente la loro vita come tutti) e dei fanatici islamici.
Ormai solo questo gli è rimasto alla sinistra, della maggioranza della popolazione, delle famiglie, dei lavoratori, delle donne, non gliene importa più una mazza....

Dredd83
21-10-09, 23:20
Forse ci siamo: qualcuno si sta iniziando timidamente a muovere :D

Manifestazione PER LA VITA - Dopo la Spagna ora in Italia | Facebook (http://www.facebook.com/group.php?gid=189569947003&ref=mf)

Speriamo davvero sia solo l'inizio.

wow...375 iscritti. Che enormità. Potete sempre mettervi in una piazza piccola facendovi ripredere "in capo lungo"....

Dredd83
21-10-09, 23:21
Ma di referendum hai parlato tu, io ti ho seguito nel ragionamento.
Che non ti piace quando è fatto su dui voi.

Della serie "non mi ricordo che cazzo ho detto 3 minuti fa comunque nego".

....hai un modo strano di eguire i ragionamenti.

Rollingstone
22-10-09, 00:15
....hai un modo strano di eguire i ragionamenti.


Io eh...?
Vabbè, siete estinti.
Rassegnatevi.
Vi rimane l'uaar e odifreddi.

Auguri.

UgoDePayens
22-10-09, 07:29
wow...375 iscritti. Che enormità. Potete sempre mettervi in una piazza piccola facendovi ripredere "in capo lungo"....

Quando mi sono iscritto io, ieri mattina, erano meno di duecento. Se se ne aggiungono 170 ogni dodici ore mi va più che bene :D
Al di là del gruppo si facebook, se le persone delle parrocchie si convincono che bisogna muoversi il tuo altezzoso schernire i nostri numeri quanto ci metterà a trasformarsi in un grido allarmato?
Quando ci saranno un milione e mezzo di persone in piazza a Roma a chiedere il rispetto per la vita nascente, cosa dirai? E cosa dirà radio radicale (sempre che non sia ancora fallita)?

Azel
22-10-09, 12:58
Quando mi sono iscritto io, ieri mattina, erano meno di duecento. Se se ne aggiungono 170 ogni dodici ore mi va più che bene :D
Al di là del gruppo si facebook, se le persone delle parrocchie si convincono che bisogna muoversi il tuo altezzoso schernire i nostri numeri quanto ci metterà a trasformarsi in un grido allarmato?
Quando ci saranno un milione e mezzo di persone in piazza a Roma a chiedere il rispetto per la vita nascente, cosa dirai? E cosa dirà radio radicale (sempre che non sia ancora fallita)?

Diremo: eeeeeestiquazzi! :sofico:

Voi pensate sia lecito fregarvene di referendum sull'aborto e progressi della scienza medica, e noi dovremmo allarmarci per le urla isteriche di qualche estremista religioso che non ha nemmeno l'asso nella manica del kamikaze? :crepapelle:

Se siete maggioranza con le vostre idee affidatevi ai voistri politici di riferimento per far passare leggi congrue. Se non lo siete (e non lo siete) datevi pure una pacca sulla spalla con una manifestazione, non è vietato (per ora, domani in questo regime non si può mai sapere).

UgoDePayens
22-10-09, 13:20
Diremo: eeeeeestiquazzi! :sofico:

Voi pensate sia lecito fregarvene di referendum sull'aborto e progressi della scienza medica, e noi dovremmo allarmarci per le urla isteriche di qualche estremista religioso che non ha nemmeno l'asso nella manica del kamikaze? :crepapelle:

Se siete maggioranza con le vostre idee affidatevi ai voistri politici di riferimento per far passare leggi congrue. Se non lo siete (e non lo siete) datevi pure una pacca sulla spalla con una manifestazione, non è vietato (per ora, domani in questo regime non si può mai sapere).

Non dubitavo che avresti colto nel segno, con le tue puntuali e lungimiranti critiche. :gluglu:

Quello che interessa primariamente è che si ponga fine alla mattanza, non che essa venga proibita da una legge dello Stato moloch.
Al contrario tuo e di tanti come te che pensano alla legge come ad una specie di randello ideologico col quale colpire l'avversario.

Azel
22-10-09, 14:43
Non dubitavo che avresti colto nel segno, con le tue puntuali e lungimiranti critiche. :gluglu:

Quello che interessa primariamente è che si ponga fine alla mattanza, non che essa venga proibita da una legge dello Stato moloch.
Al contrario tuo e di tanti come te che pensano alla legge come ad una specie di randello ideologico col quale colpire l'avversario.

La legge è uno strumento a tutela del più debole, visto che il più forte, in assenza di legge, si tutela da se.

Quella che tu chiami mattanza è per la maggioranza degli italiani un diritto, ergo sei tu che vuoi imporre qualcosa, cioé la negazione di un diritto acquisito.

Meno vittimismo e più realismo, grazie.

Rollingstone
22-10-09, 15:10
Diremo: eeeeeestiquazzi! :sofico:

Voi pensate sia lecito fregarvene di referendum sull'aborto e progressi della scienza medica, e noi dovremmo allarmarci per le urla isteriche di qualche estremista religioso che non ha nemmeno l'asso nella manica del kamikaze? :crepapelle:).

I progressi della scienza medica quali sarebbero ?
Hanno inventato un modo per ammazzare un figlio nell'utero materno con una pasticca di topicida.
Abbiamo diritto di scendere in piazza pure noi sai ?
Non te l'hanno spiegato ?
Non solo ile checche isteriche e i gli uomini travestiti da donna che vorrebbero che lo stato gli metta un poliziotto di guardia quando vann oa rimorchiare rumeni.




Se siete maggioranza con le vostre idee affidatevi ai voistri politici di riferimento per far passare leggi congrue. Se non lo siete (e non lo siete) datevi pure una pacca sulla spalla con una manifestazione, non è vietato (per ora, domani in questo regime non si può mai sapere).

E infatti la legge razzista pro-sodomiti non è passata.
E' che se i politici cattolici osano dire qualcosa, per la votra mente piccola piccola, eseguono ordini vaticani.
Fate pace col cervello, se l'avete.:giagia:

UgoDePayens
22-10-09, 19:37
La legge è uno strumento a tutela del più debole, visto che il più forte, in assenza di legge, si tutela da se.
.

Se così fosse gli aborti sarebbero azzerati.
Invece...

Dredd83
22-10-09, 23:37
Io eh...?
Vabbè, siete estinti.
Rassegnatevi.
Vi rimane l'uaar e odifreddi.

Auguri.

...saremmo noi gli estinti??? Vabè...se ti piace autoconvincerti di stè stronzate....

Dredd83
22-10-09, 23:39
La legge è uno strumento a tutela del più debole, visto che il più forte, in assenza di legge, si tutela da se.

Quella che tu chiami mattanza è per la maggioranza degli italiani un diritto, ergo sei tu che vuoi imporre qualcosa, cioé la negazione di un diritto acquisito.

Meno vittimismo e più realismo, grazie.

Loro fanno del vittimismo un must....inutile dar loro certi consigli.

Dredd83
22-10-09, 23:41
I progressi della scienza medica quali sarebbero ?
Hanno inventato un modo per ammazzare un figlio nell'utero materno con una pasticca di topicida.
Abbiamo diritto di scendere in piazza pure noi sai ?
Non te l'hanno spiegato ?
Non solo ile checche isteriche e i gli uomini travestiti da donna che vorrebbero che lo stato gli metta un poliziotto di guardia quando vann oa rimorchiare rumeni.





E infatti la legge razzista pro-sodomiti non è passata.
E' che se i politici cattolici osano dire qualcosa, per la votra mente piccola piccola, eseguono ordini vaticani.
Fate pace col cervello, se l'avete.:giagia:


Legge razzista pro sodomiti...la legge sull'omofobia ( dato che sei ignorante ti dico come si chiama ) era doverosa visti gli atti di violenza perpetrati da genteglia ... alla quale tu dai la tua approvazione eidentemente.

Corso
22-10-09, 23:48
E cosa dirà radio radicale (sempre che non sia ancora fallita)?

tranquillo che non fallirà...son già pronti TRENTA MILIONI DI EURO per i prossimi tre anni, per la radio di pannella.. :giagia:

Corso
22-10-09, 23:49
Diremo: eeeeeestiquazzi! :sofico:

Voi pensate sia lecito fregarvene di referendum sull'aborto e progressi della scienza medica, e noi dovremmo allarmarci per le urla isteriche di qualche estremista religioso che non ha nemmeno l'asso nella manica del kamikaze? :crepapelle:

Se siete maggioranza con le vostre idee affidatevi ai voistri politici di riferimento per far passare leggi congrue. Se non lo siete (e non lo siete) datevi pure una pacca sulla spalla con una manifestazione, non è vietato (per ora, domani in questo regime non si può mai sapere).

non mi sembra una frase intelligente. ma contento tu.....

Corso
22-10-09, 23:51
Legge razzista pro sodomiti...la legge sull'omofobia ( dato che sei ignorante ti dico come si chiama ) era doverosa visti gli atti di violenza perpetrati da genteglia ... alla quale tu dai la tua approvazione eidentemente.

io gli atti di violenza non li approvo.

ma non capisco come mai bastonare un gay dovrebbe essere punito più severamente che non bastonare un etero.

me lo spieghi tu?
grazie.

Rollingstone
22-10-09, 23:53
...saremmo noi gli estinti??? Vabè...se ti piace autoconvincerti di stè stronzate....

No no tranquillo.
Siete vincenti
Va bene così.:giagia:

Corso
22-10-09, 23:53
...saremmo noi gli estinti??? Vabè...se ti piace autoconvincerti di stè stronzate....

a sentirvi parlare e frignare ogni due per tre a proposito dello smodato potere e dell'oppressivo condizionamento che il Papa esercita sulle leggi italiane, si direbbe proprio di sì...

se non foste estinti, o comunque minoranza, impedireste con facilità tutto ciò.

o no?

Dredd83
22-10-09, 23:54
io gli atti di violenza non li approvo.

ma non capisco come mai bastonare un gay dovrebbe essere punito più severamente che non bastonare un etero.

me lo spieghi tu?
grazie.

Nella prima c'è l'aggravante dell'odio x il diverso...motivi che non sono definibili neanche futili...ma biechi e vergognosi.

Rollingstone
22-10-09, 23:54
Loro fanno del vittimismo un must....inutile dar loro certi consigli.

Nessuno sente la mancanza dei vostri consigli.
Fate una bella cosa...teneteveli....:D

Dredd83
22-10-09, 23:55
a sentirvi parlare e frignare ogni due per tre a proposito dello smodato potere e dell'oppressivo condizionamento che il Papa esercita sulle leggi italiane, si direbbe proprio di sì...

se non foste estinti, o comunque minoranza, impedireste con facilità tutto ciò.

o no?

Siamo rappresentati da una classe pllitica, destra e sinistra, che nn perde l'occasione di leccare il culo a chi stà in vaticano dalla mattina alla sera. Praticamente nn c'è scelta...ma la colpa è dei politici asserviti... nn della popolazione.

Dredd83
22-10-09, 23:56
Nessuno sente la mancanza dei vostri consigli.
Fate una bella cosa...teneteveli....:D

Quando voi vi terrete i vostri...nn prima:D

Corso
22-10-09, 23:56
Nella prima c'è l'aggravante dell'odio x il diverso...motivi che non sono definibili neanche futili...ma biechi e vergognosi.

ma chi lo dice scusa?? magari io bastono zeffirelli perchè mi sta sul cazzo in quanto tifoso Viola, per dire..

però siccome è dichiaratamente gay mi devo beccare l'aggravante??

ma ti rendi conto che una simile legge è INTRINSECAMENTE razzista, in quanto discrimina in base alle preferenze sessuali di un individuo la gravità del MEDESIMO reato?

pensala al contrario: se qualcuno proponesse una legge per la quale bastonare un etero, od un padre di famiglia, fosse punito più severamente che non bastonare un gay.

non so come mai, ma ho l'impressione che faresti (giustamente) fuoco e fiamme per combatterla... ;)

Rollingstone
22-10-09, 23:58
Legge razzista pro sodomiti...la legge sull'omofobia ( dato che sei ignorante ti dico come si chiama ) era doverosa visti gli atti di violenza perpetrati da genteglia ... alla quale tu dai la tua approvazione eidentemente.


Dato che oltre ignorante nemmeno capisci l'italiano la legge è (era, per fortuna) solo ed esclusivamente pro-sodomiti.

Considerava l'aggressione verso queste persone un'aggravante determinata dai loro gusti sessuali dell'aggredito.

Ossia una legge razzista.

Evidentemente il razzismo è il tuo forte. Se pistano un povero lavavetri va bene secondo il tuo metro razzista.

Bravo:giagia:

Corso
22-10-09, 23:58
Siamo rappresentati da una classe pllitica, destra e sinistra, che nn perde l'occasione di leccare il culo a chi stà in vaticano dalla mattina alla sera. Praticamente nn c'è scelta...ma la colpa è dei politici asserviti... nn della popolazione.

e quei politici "asserviti" chi li vota, scusa??

ad occhio e croce direi il 70% della popolazione.

o no?

Dredd83
22-10-09, 23:59
ma chi lo dice scusa?? magari io bastono zeffirelli perchè mi sta sul cazzo in quanto tifoso Viola, per dire..

SE VUO PARLARE SERIAMENTE VA BENE...SE VUOIM SPARARE STRONZATE COME QUESTA CHIUDIAMO QUI'

però siccome è dichiaratamente gay mi devo beccare l'aggravante??



ma ti rendi conto che una simile legge è INTRINSECAMENTE razzista, in quanto discrimina in base alle preferenze sessuali di un individuo la gravità del MEDESIMO reato?

pensala al contrario: se qualcuno proponesse una legge per la quale bastonare un etero, od un padre di famiglia, fosse punito più severamente che non bastonare un gay.

non so come mai, ma ho l'impressione che faresti (giustamente) fuoco e fiamme per combatterla... ;)


Questione di cervice...purtroppo ma voi manca....e intrinsecamente avvallate aggressioni e pestaggi. Brava gente...complimenti.

Rollingstone
22-10-09, 23:59
Quando voi vi terrete i vostri...nn prima:D

Nessuno te ne ha dati. Lavare la testa ai somari è tempo perso e spreco di sapone.:D

Dredd83
23-10-09, 00:00
e quei politici "asserviti" chi li vota, scusa??

ad occhio e croce direi il 70% della popolazione.

o no?

Se metti insiee pdl pd e lega hai fatto praticamente tutto il panorama politico italiano. chi dovrei votare??? I comunisti??? Per votare un partito LAICO dovrei dare il mio voto all'estrema sinistra????
Tu veramente nn stai bene....

Dredd83
23-10-09, 00:02
Nessuno te ne ha dati. Lavare la testa ai somari è tempo perso e spreco di sapone.:D

Ah già...voi i vostri "consigli" tentate di imporli x legge....:D

Corso
23-10-09, 00:05
Se metti insiee pdl pd e lega hai fatto praticamente tutto il panorama politico italiano. chi dovrei votare??? I comunisti??? Per votare un partito LAICO dovrei dare il mio voto all'estrema sinistra????
Tu veramente nn stai bene....

mica vero.

puoi votare i radicali ad esempio.

Rollingstone
23-10-09, 00:05
Ah già...voi i vostri "consigli" tentate di imporli x legge....:D

Anche voi con le vostre leggi eterofobe e razziste.
Ma a quanto pare siete 4 sfigati e vi dice male.

Ora fate un bel gay pride checche isteriche e uomini vestiti da donna, dai.:D

E fateci credere che siete maggioranza.

Dredd83
23-10-09, 00:07
mica vero.

puoi votare i radicali ad esempio.

...che alle ultim elezioni sn stati accorpati nel pd...insieme al cilicio della binetti. Non ho capit...ma mi vuoi prendere in giro???

Corso
23-10-09, 00:08
Questione di cervice...purtroppo ma voi manca....e intrinsecamente avvallate aggressioni e pestaggi. Brava gente...complimenti.

ok, non sai come argomentare e ti rifugi nell'insulto apodittico.

contento tu: ma non stupirti se, non essendo neppure in grado di difendere logicamente le vostre tesi per più di 5 minuti, queste ultime vengano quasi sempre sconfitte....

Dredd83
23-10-09, 00:08
Anche voi con le vostre leggi eterofobe e razziste.
Ma a quanto pare siete 4 sfigati e vi dice male.

Ora fate un bel gay pride checche isteriche e uomini vestiti da donna, dai.:D

E fateci credere che siete maggioranza.


Non appena qualche nazi vostro amico pesterà a sangue, o peggio, qualche omo...forse qulcuno si renderà conto che ha fattouna cazzata a opprimere una lege che, anche all'interno dei laici pdl, era tenuta quanto meno in considerazione. Finchè c'è il ostro amato presidente pluridivorziato che va a escort...nn avete a che temere. Ma nn durerà x sempre....

Corso
23-10-09, 00:09
...che alle ultim elezioni sn stati accorpati nel pd...insieme al cilicio della binetti. Non ho capit...ma mi vuoi prendere in giro???

oh, vota chi vuoi. e se non ti piace nessuno, non votare.

io che posso dirti?? mi limito a dire che se la stragrande maggioranza dei parlamentari è particolarmente "sensibile" alle richieste del vaticano, vuol dire che alla stragrande maggioranza dei cittadini, che tali parlamentari eleggono, sta bene così.

è la democrazia, bellezza! :chefico:

Dredd83
23-10-09, 00:10
ok, non sai come argomentare e ti rifugi nell'insulto apodittico.

contento tu: ma non stupirti se, non essendo neppure in grado di difendere logicamente le vostre tesi per più di 5 minuti, queste ultime vengano quasi sempre sconfitte....

...e voi come vi ifendete? Avallando pestaggi ed aggressioni??? ...preferisco l'insulto apodittico...

Dredd83
23-10-09, 00:10
oh, vota chi vuoi. e se non ti piace nessuno, non votare.

io che posso dirti?? mi limito a dire che se la stragrande maggioranza dei parlamentari è particolarmente "sensibile" alle richieste del vaticano, vuol dire che alla stragrande maggioranza dei cittadini, che tali parlamentari eleggono, sta bene così.

è la democrazia, bellezza! :chefico:

...oppure più semplicemente vuol dire che qesti ci sono e, per il momento, trà questi siamo costretti a scegliere....

Corso
23-10-09, 00:11
Non appena qualche nazi vostro amico pesterà a sangue, o peggio, qualche omo...forse qulcuno si renderà conto che ha fattouna cazzata a opprimere una lege che, anche all'interno dei laici pdl, era tenuta quanto meno in considerazione. Finchè c'è il ostro amato presidente pluridivorziato che va a escort...nn avete a che temere. Ma nn durerà x sempre....


se invece pesta un etero, è meno grave.

complimenti vivi.

Corso
23-10-09, 00:12
...e voi come vi ifendete? Avallando pestaggi ed aggressioni??? ...preferisco l'insulto apodittico...

la finisci di mettermi in bocca cose che non penso?

i pestaggi vanno PUNITI.

ma senza differenziare in base ai gusti sessuali del pestato.

non mi pare così difficile, come concetto...

Rollingstone
23-10-09, 00:13
Non appena qualche nazi vostro amico pesterà a sangue, o peggio, qualche omo...forse qulcuno si renderà conto che ha fattouna cazzata a opprimere una lege che, anche all'interno dei laici pdl, era tenuta quanto meno in considerazione. Finchè c'è il ostro amato presidente pluridivorziato che va a escort...nn avete a che temere. Ma nn durerà x sempre....

Nazi amici vostri , dato il il vostro razzismo intrinseco.
Visto che autori di pestaggi sono stati delnquenti comuni sfigati quanto voi in cerca di qualcuno con cui prendersela.

Per il resto hai toppato alla grande.

Tutti qui conoscono la mia simpatia per il Presidente pluridovirziato, prossima allo zero assoluto.

Stasera non ne azzecchi una, ti conveniva rimanere nel forum laicista.

Stammi bene.:ciaociao:

Dredd83
23-10-09, 00:16
se invece pesta un etero, è meno grave.

complimenti vivi.

In itaia nn c'è ancora l'emergenza della caccia all'etero...mentre invece pestare omosessuali e/o gente consideratadiversa va di moda....

Dredd83
23-10-09, 00:21
Nazi amici vostri , dato il il vostro razzismo intrinseco.
Visto che autori di pestaggi sono stati delnquenti comuni sfigati quanto voi in cerca di qualcuno con cui prendersela.

Per il resto hai toppato alla grande.

Tutti qui conoscono la mia simpatia per il Presidente pluridovirziato, prossima allo zero assoluto.

Stasera non ne azzecchi una, ti conveniva rimanere nel forum laicista.

Stammi bene.:ciaociao:

Io questa "simpatia" nn la conosco. Tu dici che sn delinquenti comuni....io nn lo credo. E penso siano più sfigati come te che come me....

Azel
23-10-09, 08:54
io gli atti di violenza non li approvo.

ma non capisco come mai bastonare un gay dovrebbe essere punito più severamente che non bastonare un etero.

me lo spieghi tu?
grazie.

Se bastoni un gay perché è gay (e solo per quello) stai compiendo un atto di violenza aggravato dalle futili motivazioni, e quindi è giusto che ci sia un'aggravante. Se ti pesto perché non mi fai accendere la sigaretta col tuo accendino merito la stessa pena di uno che ti pesta perché tu lo hai minacciato di morte?

La stessa cosa ovviamente dovrebbe valere nel caso in cui un omosessuale pestasse un etero in quanto etero.

Ma voi ovviamente il secondo caso non lo prendete nemmeno in considerazione.

Corso
23-10-09, 09:43
Se bastoni un gay perché è gay (e solo per quello) stai compiendo un atto di violenza aggravato dalle futili motivazioni, e quindi è giusto che ci sia un'aggravante. Se ti pesto perché non mi fai accendere la sigaretta col tuo accendino merito la stessa pena di uno che ti pesta perché tu lo hai minacciato di morte?

La stessa cosa ovviamente dovrebbe valere nel caso in cui un omosessuale pestasse un etero in quanto etero.

Ma voi ovviamente il secondo caso non lo prendete nemmeno in considerazione.

ovviamente no.

ma la legge che si voleva far passare avrebbe discriminato tra "futili motivi"...per restare al tuo esempio, avrebbe punito più gravemente chi pesta uno in quanto gay rispetto a chi pesta uno perchè non lo fa accendere.

e x me è sbagliato, in quanto entrambi i motivi sono futili, e vanno quindi puniti nella stessa maniera.

Azel
23-10-09, 11:12
ovviamente no.

ma la legge che si voleva far passare avrebbe discriminato tra "futili motivi"...per restare al tuo esempio, avrebbe punito più gravemente chi pesta uno in quanto gay rispetto a chi pesta uno perchè non lo fa accendere.

e x me è sbagliato, in quanto entrambi i motivi sono futili, e vanno quindi puniti nella stessa maniera.

Era una legge che, nello spirito, voleva inasprire la pena nel caso specifico del futile motivo "è gay" come risposta all'ondata di crimini a sfondo omofobo che riempiono la cronaca attuale e che sono indubbiamente destinati ad aumentare.

Se ci fosse un'ondata di violenza contro chi non fa accendere con l'accendino, non vedrei nulla di male in una legge che ponga l'accento sulla futilità di tale motivo e favorisca la magistratura nel comminare una giusta pena (aggravata) a chi commette tale reato.

Che esistano già leggi atte a punire tale comportamento è un conto, che sia facile applicarle è un altro. Evidentemente, se le aggressioni a sfondo omofobo sono diffuse, le pene effettivamente comminate per tali crimini non sono adeguate.

UgoDePayens
23-10-09, 13:07
Mi pare si stia andando leggermente OT.
Per tornare in tema:

MORATORIA ABORTO - QUANDO UN ABOMINEVOLE DELITTO DIVENTA DIRITTO (http://www.fratelloembrione.it/iniziative/abominevole-delitto.html)

http://www.fratelloembrione.it/iniziative/abominevole/grafico1.gif

Dredd83
23-10-09, 13:57
Mi pare si stia andando leggermente OT.
Per tornare in tema:

MORATORIA ABORTO - QUANDO UN ABOMINEVOLE DELITTO DIVENTA DIRITTO (http://www.fratelloembrione.it/iniziative/abominevole-delitto.html)

http://www.fratelloembrione.it/iniziative/abominevole/grafico1.gif

...evidentemente in italia ci sono meno cattolici praticanti di quel che pensiate. Altrimenti gli aborti sarebbero molti di meno. Non capisco, quindi, xkè vogliate obbligare a sottosare al vostro ( tutto vostro ) concetto di """moralità""" anche chi non crede. ll punto è questo. Chi è LAICO nn si sognerebbe mai di prendere una donna ed OBBLIGARLA ad abortire. Al contrario chi è INVASATO fa di tutto xkè lo stato ( avendo capito ormai che agire sulle coscienze è inutile xkè nessuno li caga ) OBBLIGHI a fare il contrario. La libertà....gran cosa. Qualcuno quì evidentemente nn la pensa così e sogna la dittatura.

pincopallino
23-10-09, 14:00
Mi pare si stia andando leggermente OT.
Per tornare in tema:

MORATORIA ABORTO - QUANDO UN ABOMINEVOLE DELITTO DIVENTA DIRITTO (http://www.fratelloembrione.it/iniziative/abominevole-delitto.html)

http://www.fratelloembrione.it/iniziative/abominevole/grafico1.gif

ma scusa sul forum dei cattolici non c'è un thread nel quale affermate, esultanti, che la Chiesa sta crescendo?
allora le cose sono due:
- o non è vero che sta crescendo, visto che le società occidentali si allontanano sempre più dal cattolicesimo, specialmente nel costume sessuale
- oppure la Chiesa che sta crescendo sta promuovendo valori non-cattolici

:mmm:

Dredd83
23-10-09, 14:04
ma scusa sul forum dei cattolici non c'è un thread nel quale affermate, esultanti, che la Chiesa sta crescendo?
allora le cose sono due:
- o non è vero che sta crescendo, visto che le società occidentali si allontanano sempre più dal cattolicesimo, specialmente nel costume sessuale
- oppure la Chiesa che sta crescendo sta promuovendo valori non-cattolici

:mmm:

La chiesa ha smesso di appellarsi alle coscienze dei singoli...xkè ha capitosemplicemente che la gente nn se ne può fregar di meno...e fa cmq quel che vuole. Quindi adesso la lotta si fa politica...cioè pressare i goernanti affinchè nn concedano dei DIRITTI, E SOTTOLINEO DIRITTI, che la gente eserciterebbe tranquillamente. La verità è che in questo modo sempre più pressante farà terra bruciata intorno a se stessa...sopratutto verso le nuove generazioni che se ne sbattono altamente....basta vedere la media di età nelle chiese durante le messe.....

pincopallino
23-10-09, 14:40
La chiesa ha smesso di appellarsi alle coscienze dei singoli...xkè ha capitosemplicemente che la gente nn se ne può fregar di meno...e fa cmq quel che vuole. Quindi adesso la lotta si fa politica...cioè pressare i goernanti affinchè nn concedano dei DIRITTI, E SOTTOLINEO DIRITTI, che la gente eserciterebbe tranquillamente. La verità è che in questo modo sempre più pressante farà terra bruciata intorno a se stessa...sopratutto verso le nuove generazioni che se ne sbattono altamente....basta vedere la media di età nelle chiese durante le messe.....

anche i pedofili considererebbero liberamente DIRITTO e sottolineo DIRITTO fare sesso con i propri figli o con altri bambini.
ciò non vuol dire che effettivamente quello che richiedono sia un GIUSTO diritto.
non necessariamente tutto quello che portà libertà e diritti è giusto.

mi hai frainteso: io sono un cattolico talebano e promotore di dittature sanguinarie, in stile dei poteri sovrani che la Chiesa ha appoggiato nel passato. ;)
nel mio messaggio criticavo la cecità di molti cattolici di oggi che insistono a sostenere i regimi liberaldemocratici in cui una massa di capre, manipolata da poteri forti anticattolici, fa le leggi per tutti. e addirittura dicono che la chiesa cresce, quando invece tutta l'evidenza della realtà mostra che il cattolicesimo conta sempre di meno (ed è sempre meno tollerato, anche qualora si mostri obbediente al potere democratico).

Gilbert
23-10-09, 14:43
17 Ottobre 2009

LA RISPOSTA DELLA SPAGNA

A Madrid il «popolo della vita» torna a dire no all'aborto

Una folla immensa è scesa in piazza oggi a Madrid per manifestare contro la nuova legge per l'aborto, che consente l'interruzione di gravidanza alle minorenne senza l'autorizzazione dei genitori, al vaglio del Parlamento a maggioranza socialista. Sotto l'enorme striscione "Cada vida importa", ogni vita importante, slogan della manifestazione che gli organizzatori sperano attiri almeno un milione di persone, sfilano anche i principali leader del Partito Popolare: l'ex premier Josè Marìa Aznar, la segretaria del Partito Marìa Dolores de Cospedal e la presidente della Comunità autonoma di Madrid, Esperanza Aguirre. Lo fanno a titolo personale, hanno precisato i loro portavoce sottolineando che l'appuntamento di oggi è stato convocato da oltre 40 associazioni cattoliche ed anti-aborto. Il corteo è partito alle cinque della Puerta del Sol e si concluderà alla Puerta de Alcala.

La mobilitazione è testa a protestare contro la legge che punta a "depenalizzare completamente l'aborto e riconoscerlo come un diritto", affermano gli organizzatori. La legge attualmente in vigore infatti autorizza l'interruzione di gravidanza fino alla 14esima settimana solo in caso di circostanze precise, quando la donna è stata vittima di uno stupro, per esempio, o per malformazioni del feto.

Il governo di Jose Luis Rodriguez Zapatero ha quindi presentato una nuova legge che depenalizza l'aborto e prevede anche - e questo è il punto su cui insistono i critici - che le ragazze di 16 anni possanno interrompere la gravidanza senza l'approvazione dei genitori. Il partito popolare ha annunciato che intende presentare ricorso contro la legge, una volta approvata, alla Corte Costituzionale.



----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
«Non capisco il motivo per cui si convoca questa manifestazione contro l’interruzione volontaria della gravidanza». Trinidad Jiménez, ministro della Sanità di José Luis Rodríguez Zapatero, si chiede perché centinaia di migliaia di spagnoli (oltre un milione, secondo le stime degli organizzatori) dovrebbero scendere in piazza proprio oggi contro l’aborto. E se lo chiede anche la responsabile del ministero dell’Uguaglianza, Bibiana Aido, principale promotrice della polemica riforma, che assicura: l’obiettivo della nuova legge è la riduzione del numero degli aborti. Sicuro? Ma chi protesta oggi a Madrid con lo slogan «Ogni vita è importante», non crede proprio che questa sia la vera finalità del disegno di legge approvato dalla squadra di Zapatero e già inviato in Parlamento.

Per chi è convinto che «l’aborto è un fallimento» – come la Fondazione Universitaria San Pablo Ceu e gli Universitari per la Vita – gli obiettivi reali della riforma sono altri: rendere più facile l’aborto, allargare le maglie (già “spanciatissime”) dell’attuale legge e liberalizzare l’interruzione di gravidanza trasformandola in un «diritto» della donna. Ha ragione la ministro della Sanità quando ricorda che la «legge esiste già da 23 anni» in Spagna: «Il Partito popolare non l’ha cambiata». Ma Jiménez dimentica di aggiungere che nell’attuale legislazione (in vigore dal 1985) l’aborto è un delitto, depenalizzato e permesso solo in tre casi: violenza sessuale (nelle prime 12 settimane), malformazione del feto (22 settimane) o grave rischio fisico o psicologico per la madre (senza limiti temporali). Il ddl varato dal Consiglio dei ministri di Zapatero sancisce la liberalizzazione dell’aborto entro le prime 14 settimane e lo garantisce fino alla 22esima in caso di malformazione, ma anche per rischi fisici e psicologici per la madre.

Da tutta la Spagna sono arrivati 500 autobus, vari aerei, un «treno della vita» navarro. L’appuntamento è alle 17, in Plaza Colon: da lì il corteo si muoverà fino alla Porta di Alcalà «per la vita, la donna e la maternità». Un punto chiave che associazioni come il Forum della Famiglia hanno ribadito fino alla sazietà: questa manifestazione è a favore del nascituro, ma anche delle donne. Per loro si reclamano più aiuti, alternative, politiche che fermino una silenziosa strage in costante aumento: sono oltre 112.000 gli aborti ogni anno in Spagna. In dieci anni, sono cresciuti del 126%. Il rischio di strumentalizzazione è sempre alto, come in tutte le manifestazioni. L’iniziativa è di 40 associazioni civiche, indipendenti da qualsiasi forza politica, ma a titolo personale parteciperanno anche una trentina di deputati del Partito popolare (centrodestra): con loro ci sarà anche l’ex premier José Maria Aznar.

I protagonisti, però, sono altri. Medici, professori, madri, padri, ragazze (che hanno deciso di non abortire), famiglie, donne sole che reclamano più aiuti. «Non possiamo continuare a stare zitti di fronte all’orrore del XX secolo: l’aborto», assicura Gador Goya, portavoce della Piattaforma Diritto di Vivere. «Un giorno, non so se fra cinque, dieci, 15 o 20 anni, i nostri figli e i nostri nipoti guarderanno l’aborto come oggi noi consideriamo la schiavitù, l’apartheid, la pena di morte. E ci chiederanno come è stato possibile che accadesse tutto ciò senza che nessuno facesse nulla». I vescovi spagnoli appoggiano la «legittima» manifestazione contro una legge che «presuppone un serio passo indietro nella protezione del diritto alla vita dei nascituri, un maggiore abbandono delle madri gestanti e un danno irreparabile al bene comune».

Michela Coricelli

Avvenire (http://www.avvenire.it/Mondo/madrid+il+popolo+della+vita+in+piazza+per+dire+no+ a+aborto+e+a+zapatero_200910171336222870000.htm)



Viva la vera Spagna !
No all'aborto, ora e sempre !

Giordi
23-10-09, 14:50
anche i pedofili considererebbero liberamente DIRITTO e sottolineo DIRITTO fare sesso con i propri figli o con altri bambini.
ciò non vuol dire che effettivamente quello che richiedono sia un GIUSTO diritto.
non necessariamente tutto quello che portà libertà e diritti è giusto.

mi hai frainteso: io sono un cattolico talebano e promotore di dittature sanguinarie, in stile dei poteri sovrani che la Chiesa ha appoggiato nel passato. ;)
nel mio messaggio criticavo la cecità di molti cattolici di oggi che insistono a sostenere i regimi liberaldemocratici in cui una massa di capre, manipolata da poteri forti anticattolici, fa le leggi per tutti. e addirittura dicono che la chiesa cresce, quando invece tutta l'evidenza della realtà mostra che il cattolicesimo conta sempre di meno (ed è sempre meno tollerato, anche qualora si mostri obbediente al potere democratico).

... forse la chiesa cresce...in quei paesi del terzo mondo dove c'è più ignoranza... :chefico:

pincopallino
23-10-09, 14:56
... forse la chiesa cresce...in quei paesi del terzo mondo dove c'è più ignoranza... :chefico:

non per via dell'ignoranza. l'ignoranza esiste anche qui in occidente, in misura non molto diversa.
l'ignoranza non scompare solo per il fatto che qui in occidente vieni indottrinato dalla scuola fin da piccolo.
il cattolicesimo cresce nei paesi poveri nelle zone dove i cattolici condizionano le comunità, e le persone vivono crescendo in un habitat culturale cattolico.
il popolo fa semplicemente quello per cui è condizionato: in occidente viene condizionato dai poteri forti ad essere laicista e tendente all'ateismo e quindi per questo ora in occidente la maggioranza considera Verità queste cose.
se i poteri forti fossero cattolici sarebbe il contrario.
sempre stato cosi e sempre sarà: questione di potere, di saper usare il potere e la sua persuasione, attraverso l'egemonia culturale,

Giordi
23-10-09, 15:00
non per via dell'ignoranza. l'ignoranza esiste anche qui in occidente, in misura non molto diversa.

:postridicolo::postridicolo::postridicolo:

....vorresti dire che la percentuale di ignoranza presente in paesi come il vietnam è uguale a quella presente in italia?? :crepapelle::crepapelle::gluglu::gluglu:

Oli
23-10-09, 15:05
Mi premetto di ricordare che l'aborto non è un obbligo e ogni donna può benissimo portare a termine la propria gravidanza, anche in condizioni difficili, se lo desidera.

pincopallino
23-10-09, 15:17
Mi premetto di ricordare che l'aborto non è un obbligo e ogni donna può benissimo portare a termine la propria gravidanza, anche in condizioni difficili, se lo desidera.

l'aborto è un diritto di prevaricazione concesso alla madre sulla vita del proprio figlio che ha in grembo.
un cattolico non può tollerare o avallare questo "diritto".
il fatto che un cattolico sia libero di non avvalersi di questo "diritto" non vuol dire che sia una regola sociale giusta.
un po' come dire che se la legge considera lecito stuprare, un cattolico dovrebbe comunque essere contento perché nessuno lo costringe a stuprare.

Giordi
23-10-09, 15:34
l'aborto è un diritto di prevaricazione concesso alla madre sulla vita del proprio figlio che ha in grembo.
un cattolico non può tollerare o avallare questo "diritto".

e qualora la vita del figlio minacciasse quella della madre?... un cattolico potrebbe avallare quel "diritto"?
:mmm:

Dredd83
23-10-09, 17:33
anche i pedofili considererebbero liberamente DIRITTO e sottolineo DIRITTO fare sesso con i propri figli o con altri bambini.
ciò non vuol dire che effettivamente quello che richiedono sia un GIUSTO diritto.
non necessariamente tutto quello che portà libertà e diritti è giusto.

mi hai frainteso: io sono un cattolico talebano e promotore di dittature sanguinarie, in stile dei poteri sovrani che la Chiesa ha appoggiato nel passato. ;)
nel mio messaggio criticavo la cecità di molti cattolici di oggi che insistono a sostenere i regimi liberaldemocratici in cui una massa di capre, manipolata da poteri forti anticattolici, fa le leggi per tutti. e addirittura dicono che la chiesa cresce, quando invece tutta l'evidenza della realtà mostra che il cattolicesimo conta sempre di meno (ed è sempre meno tollerato, anche qualora si mostri obbediente al potere democratico).

La pedofilia nn è un diritto ma un reato...squallido che peraltro, in ambito ecclesiale, nn vi conviene tirare in ballo. La chiesa nn cresce come consenso...ma cresce come potere politico...purtroppo. A causa di una massa di governanti vecchi e genuflessi verso il potere vaticano. Ma nn durerà per sempre....

Dredd83
23-10-09, 17:35
l'aborto è un diritto di prevaricazione concesso alla madre sulla vita del proprio figlio che ha in grembo.
un cattolico non può tollerare o avallare questo "diritto".
il fatto che un cattolico sia libero di non avvalersi di questo "diritto" non vuol dire che sia una regola sociale giusta.
un po' come dire che se la legge considera lecito stuprare, un cattolico dovrebbe comunque essere contento perché nessuno lo costringe a stuprare.

Il cattolico faccia quel che vuole. Chi non lo è faccia altrettanto....è semplicissimo. Fate dei paragoni vergognosi....x tenmtare miseramente di giustificare la vostra presunzione di infallibilità.

pincopallino
23-10-09, 17:56
La pedofilia nn è un diritto ma un reato...squallido che peraltro, in ambito ecclesiale, nn vi conviene tirare in ballo. La chiesa nn cresce come consenso...ma cresce come potere politico...purtroppo. A causa di una massa di governanti vecchi e genuflessi verso il potere vaticano. Ma nn durerà per sempre....

secondo me tu vivi in un altro mondo.
mi dici dei politici genuflessi al vaticano in parlamento? Magari ci fossero!
perché a me risulta che oggi i politici anche a destra facciano a gara per mostrarsi laicisti, come Fini per esempio.

Dredd83
24-10-09, 19:02
secondo me tu vivi in un altro mondo.
mi dici dei politici genuflessi al vaticano in parlamento? Magari ci fossero!
perché a me risulta che oggi i politici anche a destra facciano a gara per mostrarsi laicisti, come Fini per esempio.

....vivi in un altro universo evidentemente...

UgoDePayens
24-10-09, 19:54
....vivi in un altro universo evidentemente...

Sarà, però ha ragione: il clima che si respira in Italia, almeno in quella parte che conta davvero, è tutt'altro che filo-cattolica.

Scipione
24-10-09, 21:19
secondo me tu vivi in un altro mondo.
mi dici dei politici genuflessi al vaticano in parlamento?
Eccone un bell'esempio, anche se a qualcuno può dar fastidio.... :chefico: :gluglu:


http://zamparini.files.wordpress.com/2009/09/berlusconi-visita-papa-2008.jpg

UgoDePayens
24-10-09, 21:48
Eccone un bell'esempio, anche se a qualcuno può dar fastidio.... :chefico: :gluglu:


http://zamparini.files.wordpress.com/2009/09/berlusconi-visita-papa-2008.jpg

http://www.ciai-s.net/Pope-Papa_Spain-Spagna.jpg

Dobbiamo intendere che anche Zappy e signoria siano agenti vaticani?
O forse, sai com'è, il Santo Padre è degno di essere trattato con deferenza e rispetto anche da parte dei peggiori persecutori dei valori cristiani?

P.S. se mi trovi una foto di Pannella che bacia l'anello papale magari ti credo.

Scipione
24-10-09, 22:03
http://www.ciai-s.net/Pope-Papa_Spain-Spagna.jpg

Dobbiamo intendere che anche Zappy e signoria siano agenti vaticani?
O forse, sai com'è, il Santo Padre è degno di essere trattato con deferenza e rispetto anche da parte dei peggiori persecutori dei valori cristiani?

P.S. se mi trovi una foto di Pannella che bacia l'anello papale magari ti credo.
Vedi ugo, il bacio della mano del papa è una prova evidente non tanto della fede di berlusconi uomo, quanto della sua riverenza, deferenza, sudditanza (chiamala come vuoi) come pdc di uno stato laico. E questo ammetterai non è molto edificante. Non credo che zapatero abbia baciato la mano del papa nè, tanto meno, le sue pantofole. Stai dimenticando comunque che le visite di berlusconi e zapatero sono ufficiali, fra rappresentanti di due stati diversi. Berlusconi in visita privata, come singolo cittadino intendo, può baciare chi e quel che vuole. :chefico: :gluglu:

Mappo
24-10-09, 22:12
Eccone un bell'esempio, anche se a qualcuno può dar fastidio.... :chefico: :gluglu:


http://zamparini.files.wordpress.com/2009/09/berlusconi-visita-papa-2008.jpg


A me non dà certamente fastidio, non sono mica un sostenitore di Famiglia "Cristiana"

Mappo
24-10-09, 22:22
Vedi ugo, il bacio della mano del papa è una prova evidente non tanto della fede di berlusconi uomo, quanto della sua riverenza, deferenza, sudditanza (chiamala come vuoi) come pdc di uno stato laico. E questo ammetterai non è molto edificante. Non credo che zapatero abbia baciato la mano del papa nè, tanto meno, le sue pantofole. Stai dimenticando comunque che le visite di berlusconi e zapatero sono ufficiali, fra rappresentanti di due stati diversi. Berlusconi in visita privata, come singolo cittadino intendo, può baciare chi e quel che vuole. :chefico: :gluglu:

La riverenza o la deferenza sono proprie di qualunque premier o capo di stato che ne incontri un altro. Dove ci sia una sudditanza nel porgere il tipico saluto che si fa ad un pontefice (il bacio dell'anello, non della mano) solo tu lo puoi sapere, come solo tu puoi sapere dove Berlusconi o qualunque altro capo di stato abbia mai baciato la pantofola al papa, poi non ci metterei la mano sul fuoco che Bambi non abbia mai baciato l'anello al papa o al primate di Spagna, non ho nè voglia nè tempo d indagare sul fatto, ma al posto tuo non scommetterei più di una banconota da un euro che non esista una foto del genere.

Scipione
25-10-09, 13:25
Mappo, il bacio dell'anello non è un saluto fra capi di stato o fra capi di stato e presidenti del consiglio. Non è, cioè, un saluto politico. E' un atto di sottomissione, come ben sai. Per il resto, io invece un € ce lo metto, anzi ce ne metto 50€ (di più non posso permettermi, con lo stipendio che mi danno). A te l'onere della prova. La mia l'ho già portata. :)

UgoDePayens
25-10-09, 13:43
E' veramente un argomento sterile, questo.
Di solito funziona così, ad ogni modo: quando il Papa va a casa d'altri (in visita ad uno Stato straniero, ad esempio, ma anche al Parlamento italiano) non è richiesto l'inchino ed il bacio dell'anello, anche se qualcuno lo fa per sua convinzione personale.
Quando invece è una persona qualsiasi che va in Vaticano, può essere l'ultimo straccione che vedi per strada o il Presidente deli Stati Uniti, o quello di Cuba, della Spagna o di chi ti pare, ma il protocollo prevede inchino e bacio dell'anello.
Quindi evitiamo di postare foto così sciocche, per piacere.

Scipione
25-10-09, 14:56
E' veramente un argomento sterile, questo.
Di solito funziona così, ad ogni modo: quando il Papa va a casa d'altri (in visita ad uno Stato straniero, ad esempio, ma anche al Parlamento italiano) non è richiesto l'inchino ed il bacio dell'anello, anche se qualcuno lo fa per sua convinzione personale.
Quando invece è una persona qualsiasi che va in Vaticano, può essere l'ultimo straccione che vedi per strada o il Presidente deli Stati Uniti, o quello di Cuba, della Spagna o di chi ti pare, ma il protocollo prevede inchino e bacio dell'anello.
Quindi evitiamo di postare foto così sciocche, per piacere.
Quella del protocollo è solo una emerita corbelleria, visto che non tutti i capi di stato l'hanno - in questo caso - di certo applicato. Se il santo padre si degnasse di una mia visita, stai sicuro che non gli bacerei nè l'anello nè la mano, nè le sacre pantofole. :gluglu:

Mappo
25-10-09, 17:45
Quella del protocollo è solo una emerita corbelleria, visto che non tutti i capi di stato l'hanno - in questo caso - di certo applicato. Se il santo padre si degnasse di una mia visita, stai sicuro che non gli bacerei nè l'anello nè la mano, nè le sacre pantofole. :gluglu:

Veramente le corbellerie siamo noi ad essere costretti a leggerle ogni volta che non hai niente di meglio da fare che venire in questo forum.
Una donna? una canna? una birra? non c'è proprio nulla che ti attragga più che venir qui a dar sfoggio della tua sottile "intelligenza"?

Quanto alla storia del bacio della mano o della pantofola aspettiamo ancora che tu ci dica chi fra i capi di stato lo abbia praticato almeno negli ultimi 100 anni. Che poi esistano regole di protocollo lo sanno persino i gatti di Roma, che queste a volte non vengano rispettate capita, ma il Papa ovviamente ci passa sopra, saranno i giornalisti che lo metteranno in rilievo: ad esempio se non sbaglio solo la regina di Spagna può presentarsi vestita di bianco davanti al pontefice, ma la moglie di Blair si presentò di bianco vestita in udienza un paio di anni fa. Puoi ridere pure del protocollo, ma esiste presso tutte le nazioni e le istituzioni, anche le più laiche. Chissà quali prosternazioni prevede il cerimoniale dell'UAAR per accedere al suo Sacro Tempio e chissà cosa devi baciare ai suoi sommi sacerdoti detentori dell'Unica Verità e dell'Unica Vera Religione....
Certo che voi testimoni di Geova siete uno spasso.

Scipione
25-10-09, 20:15
Veramente le corbellerie siamo noi ad essere costretti a leggerle ogni volta che non hai niente di meglio da fare che venire in questo forum.
Una donna? una canna? una birra? non c'è proprio nulla che ti attragga più che venir qui a dar sfoggio della tua sottile "intelligenza"?

Quanto alla storia del bacio della mano o della pantofola aspettiamo ancora che tu ci dica chi fra i capi di stato lo abbia praticato almeno negli ultimi 100 anni. Che poi esistano regole di protocollo lo sanno persino i gatti di Roma, che queste a volte non vengano rispettate capita, ma il Papa ovviamente ci passa sopra, saranno i giornalisti che lo metteranno in rilievo: ad esempio se non sbaglio solo la regina di Spagna può presentarsi vestita di bianco davanti al pontefice, ma la moglie di Blair si presentò di bianco vestita in udienza un paio di anni fa. Puoi ridere pure del protocollo, ma esiste presso tutte le nazioni e le istituzioni, anche le più laiche. Chissà quali prosternazioni prevede il cerimoniale dell'UAAR per accedere al suo Sacro Tempio e chissà cosa devi baciare ai suoi sommi sacerdoti detentori dell'Unica Verità e dell'Unica Vera Religione....
Certo che voi testimoni di Geova siete uno spasso.
Stavamo parlando di inchino e bacio dell'anello, se sei in grado di leggere. :chefico: Il bacio dell'anello è segno di sudditanza e un capo di stato o un pdc, non dovrebbero mai baciarlo, se non in visita privata, come già detto. Del resto, anche i mafiosi baciano l'anello al capo mafia, tanto per capire - facendo i debiti distinguo - che si tratta di un gesto di sottomissione. Chissà come mai ti riesce difficile capire una cosa così semplice. :mmm:

A me dell'uaar non me ne po' fregà de meno e dei testimoni di geova, ancor che meno. Quando non sai rispondere cerchi di applicare delle classificazioni al tuo interlocutore: tipico delle menti semplici. :giagia: :gluglu:

UgoDePayens
26-10-09, 14:06
Stavamo parlando di inchino e bacio dell'anello, se sei in grado di leggere. :chefico: Il bacio dell'anello è segno di sudditanza e un capo di stato o un pdc, non dovrebbero mai baciarlo, se non in visita privata, come già detto. Del resto, anche i mafiosi baciano l'anello al capo mafia, tanto per capire - facendo i debiti distinguo - che si tratta di un gesto di sottomissione. Chissà come mai ti riesce difficile capire una cosa così semplice. :mmm:

A me dell'uaar non me ne po' fregà de meno e dei testimoni di geova, ancor che meno. Quando non sai rispondere cerchi di applicare delle classificazioni al tuo interlocutore: tipico delle menti semplici. :giagia: :gluglu:

Anche dire "ciao" è segno di sudditanza, se l'etimologia è quella che ci insegnano ("stciao" in veneziano per dire "sono tuo schiavo-al tuo servizio").
Se tu non sei in grado di accettare le norme che l'etichetta detta, la colpa non è del Santo Padre. E se non accetti che chiunque, capo di Stato o poveraccio forumista di PIR, alla presenza del Santo Padre debba comportarsi in un certo modo, il problema è tuo.
Magari ti dava pure fastidio dare del lei ai tuoi professori, ma dovevi farlo perché così prescrivono le norme del vivere in società.

Spiace che una discussione su quella che è stata una manifestazione oceanica per la salvaguardia dei bambini e della maternità si sia trasformata in un vuoto battibecco sull'anello del pescatore.

Platone
26-10-09, 23:01
Ho capito, ma non cambia un ciufolo. Tanto più che quella contro l'aborto è una battaglia laica! Gesù Cristo non c'entra, se non in modo molto indiretto.

Quindi perché dovrei genuflettermi al Dredd di turno? Perché la legge sei tu?

Rispondi piuttosto alla domanda: cosa ne penseresti di un referendum che chieda non l'abrogazione della legalizzazione dell'aborto, ma l'abrogazione al dovere del sistema sanitario nazionale di eseguire in modo totalmente gratuito gli interventi di aborto?
Perché una maggioranza (o minoranza comunque molto consistente) di italiani dovrebbe finanziare con le proprie tasse quello che è paragonabile ad un omicidio?

La chiesa non intende separare la sessualità dalla procreazione, perciò è quantomeno paradossale affermare che la questione dell'aborto sia anzitutto una battaglia laica..non solo per l'inscindibilità di accoppiamento e riproduzione, ma sopratutto perchè, se il nucleo concettuale del pensiero laico consiste nella separazione della dottrina e della morale cattolica dalle leggi dello stato, quest'ultima scissione esprime una critica alla volontà che quel modello debba essere imposto in senso legale..la laicità è cioè essenzialmente apertura alla possibilità della pratica dell'aborto..
Dopodichè consiglierei a chi nella chiesa confida e la difende di virare l'attenzione sulle cause e non sugli effetti, se intende modificare quest'attitudine..le leggi non servono a nulla se la mentalità dei popoli va in direzioni opposte..non a caso quando accade scoppiano le rivoluzioni..e perciò il problema va affrontato prevenendo alla radice la malattia..agendo al fine di dominare e guidare le consuetudini e i costumi, provocandoli verso la direzione congeniale..non dunque impedendo la meta al termine del percorso, ma variando il percorso prima della partenza..

Scipione
26-10-09, 23:43
Anche dire "ciao" è segno di sudditanza, se l'etimologia è quella che ci insegnano ("stciao" in veneziano per dire "sono tuo schiavo-al tuo servizio").
Se tu non sei in grado di accettare le norme che l'etichetta detta, la colpa non è del Santo Padre. E se non accetti che chiunque, capo di Stato o poveraccio forumista di PIR, alla presenza del Santo Padre debba comportarsi in un certo modo, il problema è tuo.
Magari ti dava pure fastidio dare del lei ai tuoi professori, ma dovevi farlo perché così prescrivono le norme del vivere in società.

Spiace che una discussione su quella che è stata una manifestazione oceanica per la salvaguardia dei bambini e della maternità si sia trasformata in un vuoto battibecco sull'anello del pescatore.Lasciamo stare l'etichetta e non cadiamo nel ridicolo. Se un capo di stato arabo va a trovare ratzinger, cosa pretendi, che gli baci anche l'anello? E' il significato stesso del simbolo a renderlo tale solo per i cattolici ed è ovvio quindi che la norma valga solo per chi è cattolico. E' così semplice comprenderlo che solo una mente complessa come la tua tarda ancora a capirlo. L'esempio del bacio dell'anello al capo mafia è stato poco convincente? Nemmeno quello sei in grado di capire? :chefico::gluglu:

Carrie
02-11-09, 14:37
Da laica sono contraria all'aborto e sono stanca di vedere dilagare diseducazione e vigliaccheria. Un paese dovrebbe insegnare al popolo che decidere di non abortire è un atto di coraggio e per la vita.
Abortire lo ritengo ammissibile in ben pochi casi. Troppe volte purtroppo si decide di non mettere al mondo una nuova vita per rifiuto di divenire adulti e mancanza di carattere. Bisogna imparare a lottare e non arrendersi subito.

I miei nonni vivevano in un'unica stanza nel dopoguerra e i topolini ne erano coinquilini. Ma la prima figlia l'hanno concepita nel letto di quella stanza! Basta, basta, basta con questi lamentoni gnoccoloni!

Non è che voglio togliere la legge sull'aborto, ci mancherebbe. Sono solo molto contraria a una certa politica che incentiva a diseducare e a rendere molli le persone.

Anche io sono prevalentemente contraria all'aborto. Laica si. Perchè qua non si tratta di religione si o religione no. Qua si tratta di coltivare la Vita e di coltivare persone dignitose e corrette.

Popolare
02-11-09, 16:31
condivido il pensiero di carrie

merello
02-11-09, 17:22
Da laica sono contraria all'aborto e sono stanca di vedere dilagare diseducazione e vigliaccheria. Un paese dovrebbe insegnare al popolo che decidere di non abortire è un atto di coraggio e per la vita.
Abortire lo ritengo ammissibile in ben pochi casi. Troppe volte purtroppo si decide di non mettere al mondo una nuova vita per rifiuto di divenire adulti e mancanza di carattere. Bisogna imparare a lottare e non arrendersi subito.

I miei nonni vivevano in un'unica stanza nel dopoguerra e i topolini ne erano coinquilini. Ma la prima figlia l'hanno concepita nel letto di quella stanza! Basta, basta, basta con questi lamentoni gnoccoloni!

Non è che voglio togliere la legge sull'aborto, ci mancherebbe. Sono solo molto contraria a una certa politica che incentiva a diseducare e a rendere molli le persone.

Anche io sono prevalentemente contraria all'aborto. Laica si. Perchè qua non si tratta di religione si o religione no. Qua si tratta di coltivare la Vita e di coltivare persone dignitose e corrette.

Ha la convinzione di discutere con preti e suore in questo forum? Se sì, inizio con il riferirle che io non sono nè suora nè prete. Se non lo pensa, la smetta di dire parole a casaccio. Laici siamo tutti.

Giordi
02-11-09, 17:46
Ha la convinzione di discutere con preti e suore in questo forum? Se sì, inizio con il riferirle che io non sono nè suora nè prete. Se non lo pensa, la smetta di dire parole a casaccio. Laici siamo tutti.

... chi si crede di essere scusi?... forse l'amministratore o il moderatore??...:paura:

merello
02-11-09, 17:48
Uno che conosce il significato delle parole che scrive. A differenza sua, noto con dispiacere.

Carrie
02-11-09, 17:49
... chi si crede di essere scusi?... forse l'amministratore o il moderatore??...:paura:

Ma io lo perdono, porgo l'altra guancia.

ps: laica nel senso di non credente ;). Il termine laico ha diverse accezioni e può essere interpretato in vari modi. Bye.

merello
02-11-09, 17:58
Il termine laico ha un solo significato nella nostra lingua, visto che è stato reintrodotto dalla Chiesa Cattolica per distinguere i fedeli dal clero. Per non credente si può usare ateo, sempre che lo sia.

Carrie
02-11-09, 18:02
Il termine laico ha un solo significato nella nostra lingua, visto che è stato reintrodotto dalla Chiesa Cattolica per distinguere i fedeli dal clero. Per non credente si può usare ateo, sempre che lo sia.

No, non sono atea e posso benissimo usare il termine laico/a, si capisce bene che cosa intendo. Tale termine poi può essere usato in varie accezioni. Saluti.

Giordi
02-11-09, 18:12
Il termine laico ha un solo significato nella nostra lingua, visto che è stato reintrodotto dalla Chiesa Cattolica per distinguere i fedeli dal clero. Per non credente si può usare ateo, sempre che lo sia.

Dipende soprattutto quale dizionario Lei utilizza; se è un dizionario stampato nel periodo in cui era in vita Clemente Alessandrino allora le dò ragione. :D

merello
02-11-09, 19:27
Una parola nasce con un significato.

Carrie
02-11-09, 19:33
Una parola nasce con un significato.

Non è vero, una parola può avere più di un significato. In ogni dizionario ci sono le varie accezioni e relative spiegazioni.

Giordi
02-11-09, 19:44
Una parola nasce con un significato.

... dvremmo dunque desumere che lei ha stretto amicizia con un arnese che serve a dirigere una nave, caro "amico del timone"? :sofico:

merello
03-11-09, 09:18
... dvremmo dunque desumere che lei ha stretto amicizia con un arnese che serve a dirigere una nave, caro "amico del timone"? :sofico:

Se non fosse ignorante non avrebbe fatto questa domanda. Se, se. Con lei dovremmo usare troppi se, ed è sfiancante obbiettivamente.

Giordi
03-11-09, 10:40
Se non fosse ignorante non avrebbe fatto questa domanda. Se, se. Con lei dovremmo usare troppi se, ed è sfiancante obbiettivamente.

...se Lei non fosse pretestuoso non avrebbe tirato fuori la questione del termine "laico"... probabilmente ha ragione, senza se, e senza ma... il mio nick si addice molto più a lei: amico della polemica sterile!

Scipione
13-11-09, 23:26
Non è vero, una parola può avere più di un significato. In ogni dizionario ci sono le varie accezioni e relative spiegazioni.
Posso confermare! Ad esempio, in dialetto veneto "mona" ha sia il significato di "sciocco" che di "vulva". Esempio: "te si un mona" (sei uno sciocco), oppure "va in mona" (non occorre spiegazione).... :D :gluglu: