PDA

Visualizza Versione Completa : Avete mai ascoltato i fili diretti di Radio Radicale?



subiectus
30-10-09, 00:57
Fin dalle prime volte in cui ho ascoltato quella singolare emittente sono rimasto colpito dai momenti di programmazione dedicati alle voce degli ascoltatori, all'insegna dei 40 secondi in diretta e senza filtro, dopo qualche mese ho notato come si fosse formata una sorta di community, fatta da non pochi "antipatizzanti" che spendevano tempo e denaro accusando i radicali di ogni possibile colpa. Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione in merito, avete mai partecipato a questi momenti? O comunque, che idea vi siete fatti di chi chiama?

Nicola
30-10-09, 14:53
Fin dalle prime volte in cui ho ascoltato quella singolare emittente sono rimasto colpito dai momenti di programmazione dedicati alle voce degli ascoltatori, all'insegna dei 40 secondi in diretta e senza filtro, dopo qualche mese ho notato come si fosse formata una sorta di community, fatta da non pochi "antipatizzanti" che spendevano tempo e denaro accusando i radicali di ogni possibile colpa. Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione in merito, avete mai partecipato a questi momenti? O comunque, che idea vi siete fatti di chi chiama?

E' la mitica "Radio Parolaccia", provocazione ripetuta pił volte.

Burton Morris
31-10-09, 21:59
Fin dalle prime volte in cui ho ascoltato quella singolare emittente sono rimasto colpito dai momenti di programmazione dedicati alle voce degli ascoltatori, all'insegna dei 40 secondi in diretta e senza filtro, dopo qualche mese ho notato come si fosse formata una sorta di community, fatta da non pochi "antipatizzanti" che spendevano tempo e denaro accusando i radicali di ogni possibile colpa. Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione in merito, avete mai partecipato a questi momenti? O comunque, che idea vi siete fatti di chi chiama?

Ciao Subiectus, ti riferisci a quando, sull'orlo della chiusura, venne installata la famosa "segreteria telefonica"? Pił che una comunitą, si sentiva di tutto, sia scherzi che cose inquietante. E direi che una minoranza dei messaggi riguardava i radicali. Sarebbe un esperimento interessante da ripetere dopo molti anni.


PS hai un pvt :D

subiectus
01-11-09, 00:50
Ricordo anch'io l'epoca di "radio parolaccia" e della varia (dis)umanitą che vi partecipava, ma mi riferisco anche ai momenti in cui c'č un ospite in studio (anche non necessariamente radicale) o le "conduzioni" (nelle quali si da voce agli ascoltatori con il conduttore che si limita a dire: "abbiamo una chiamata da X") in questi anni ho imparato a conoscere persone come Alberto da Pescara (che se la prende con i funzionari e rimborsisti che circondano Pannella), Annamaria da Roma (filopalestinese ed antiamericana ad oltranza, che sostiene a spada tratta i diritti delle donne, ma si astenne al referendum sulla legge 40), Mario da Roma (che definisce il leader radicale "Pannulla" e la convenzione di RadioRad "peculato parlamentare") e chissą quanti altri ne dimentico in questo momento (come uno che definiva il leader radicale "Gandhi all'amatriciana"), tutta gente insomma che se proprio non sono d'accordo con i radicali potrebbero benissimo ignorarli, iniziando con un semplice tocco della manopola della radio, invece eccoli lą, sempre pronti a chiamare, anche se in questi anni di contatti non hanno mai non dico cambiato idea, ma nemmeno mutato i toni della loro polemica, cosa che mi fa ancora pił pensare sul perché debbano per forza chiamare se poi ad ogni risposta che gli si da (giusta o sbagliata che sia) nella prossima occasione ripeteranno le loro filippiche.
P.S.:Grazie del pvt.

alexeievic
01-11-09, 11:44
Fin dalle prime volte in cui ho ascoltato quella singolare emittente sono rimasto colpito dai momenti di programmazione dedicati alle voce degli ascoltatori, all'insegna dei 40 secondi in diretta e senza filtro, dopo qualche mese ho notato come si fosse formata una sorta di community, fatta da non pochi "antipatizzanti" che spendevano tempo e denaro accusando i radicali di ogni possibile colpa. Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione in merito, avete mai partecipato a questi momenti? O comunque, che idea vi siete fatti di chi chiama?

quando posso, e sono libero dal lavoro, chiamo sempre al filo diretto... e spesso riesco pure a prendere la linea...

chi chiama ha una componente cosmopolitica.. .c'č di tutto.. Mi fanno ridere quelli che chiamano leggendo spot politici... Comunque la cosa valida č che non ci sono filtri e si puo' parlare direttamente col politico di turno ponendogli domande... Una volta ho fatto incazzare un senatore del PDL........... non mi ricordo chi fosse... :D

Burton Morris
01-11-09, 21:07
Ricordo anch'io l'epoca di "radio parolaccia" e della varia (dis)umanitą che vi partecipava, ma mi riferisco anche ai momenti in cui c'č un ospite in studio (anche non necessariamente radicale) o le "conduzioni" (nelle quali si da voce agli ascoltatori con il conduttore che si limita a dire: "abbiamo una chiamata da X") in questi anni ho imparato a conoscere persone come Alberto da Pescara (che se la prende con i funzionari e rimborsisti che circondano Pannella), Annamaria da Roma (filopalestinese ed antiamericana ad oltranza, che sostiene a spada tratta i diritti delle donne, ma si astenne al referendum sulla legge 40), Mario da Roma (che definisce il leader radicale "Pannulla" e la convenzione di RadioRad "peculato parlamentare") e chissą quanti altri ne dimentico in questo momento (come uno che definiva il leader radicale "Gandhi all'amatriciana"), tutta gente insomma che se proprio non sono d'accordo con i radicali potrebbero benissimo ignorarli, iniziando con un semplice tocco della manopola della radio, invece eccoli lą, sempre pronti a chiamare, anche se in questi anni di contatti non hanno mai non dico cambiato idea, ma nemmeno mutato i toni della loro polemica, cosa che mi fa ancora pił pensare sul perché debbano per forza chiamare se poi ad ogni risposta che gli si da (giusta o sbagliata che sia) nella prossima occasione ripeteranno le loro filippiche.
P.S.:Grazie del pvt.
Mitico Mario da Roma :sofico: Abbiamo il maledetto "vizio" di essere realmente democratici, anche sulla radio, e di far parlare tutti. Alla faccia dei quattro poveretti che in questi giorni sostengono il contrario. Per fortuna sono una sparuta minoranza.


quando posso, e sono libero dal lavoro, chiamo sempre al filo diretto... e spesso riesco pure a prendere la linea...

chi chiama ha una componente cosmopolitica.. .c'č di tutto.. Mi fanno ridere quelli che chiamano leggendo spot politici... Comunque la cosa valida č che non ci sono filtri e si puo' parlare direttamente col politico di turno ponendogli domande... Una volta ho fatto incazzare un senatore del PDL........... non mi ricordo chi fosse... :D

:crepapelle: Chissą chi era....

ConteMax
05-05-16, 22:25
Mitico Alberto da Pescara. Che fine ha fatto?