PDA

Visualizza Versione Completa : Elezioni, a Bolzano 21 liste per 9 candidati sindaci



Ortodossia
15-04-10, 02:51
Oltre a Luigi Spagnolli (candidato di centrosinistra e Svp, sostenuto da 8 liste) e Robert Oberrauch (centrodestra, 5 liste), ci sono altri sette aspiranti sindaci

BOLZANO. Ventuno liste, 9 candidati a sindaco e 539 candidati ad un seggio in consiglio comunale a Bolzano.

E' scaduto il termine ultimo per presentare le candidature, adesso al vaglio della commissione elettorale.

A sostegno del sindaco uscente Luigi Spagnolli sono in corsa 8 liste: Pd, Svp, Verdi, Radicali, Rifondazione, Italia dei Valori, Sel e Partito socialista.

Per lo sfidante Robert Oberrauch il sostegno di cinque liste: Pdl, Unitalia, Lega Nord, Forza Bolzano e Democrazia cristiana per Oberrauch.

Inoltre alle elezioni del 16 maggio ci saranno altre 8 liste con sette candidati a sindaco. Si tratta di Unione per Bolzano (Di Puppo), Comunisti italiani (Sabbadin), Freiheitlichen e Südtiroler Freiheit (Mayr), lista Athesis (Berger), Lista 5 Stelle (Filippi), Udc (Repetto) e Fionda di Davide (Di Gesaro).

Questo - secondo il Comune - l’elenco in ordine cronologico delle liste presentate con il nome che compare nel simbolo ed il rispettivo candidato sindaco: Casini Udc (Sandro Repetto); Unitalia Movimento Iniziativa Sociale (Robert Oberrauch); Lega Nord Bolzano Bozen (Robert Oberrauch); Lista Civica Bürger Liste Bolzano Bozen 5 Stelle Beppe Grillo.it (Alberto Filippi); Svp (Luigi Spagnolli); Rifondazione Partito Comunista Sinistra Europea (Luigi Spagnolli); Sinistra Ecologia e Libertà con Vendola Linke für Südtirol (Luigi Spagnolli); Davids Schleuder La Fionda di Davide (Pinuccia Di Gesaro); Die Freiheitlichen (Ulli Mair); Partito socialista italiano Psi (Luigi Spagnolli); Comunisti Italiani Südtiroler Communisten (Patrizia Sabbadin); Popolo della Libertà Berlusconi per Bolzano (Robert Oberrauch); Forza Bolzano (Robert Oberrauch); Unione Autonomia e Futuro per Bolzano (Michele Di Puppo); Athesis (Alberto Berger); Lista Bonino Pannella (Luigi Spagnolli); Suedtiroler Freiheit (Ulli Mair); Verdi Gruene Verc (Luigi Spagnolli); Partito Democratico Demokratische Partei (Luigi Spagnolli); Di Pietro Italia dei Valori (Luigi Spagnolli); Democrazia Cristiana Alleanza di Centro per Oberrauch (Robert Oberrauch).

Elezioni, a Bolzano 21 liste per 9 candidati sindaci | Alto Adige (http://altoadige.gelocal.it/dettaglio/elezioni-a-bolzano-21-liste-per-9-candidati-sindaci/1935707)

Iannis
15-04-10, 11:20
Mah, la SVP alleata con Rifondazione, vabbè...
Purtroppo qui il PDL è ancora in mano agli ex nazionalisti di AN.

Cmq con tutte queste liste non penso proprio che il sindaco uscente possa vincere al primo turno.

Ortodossia
18-05-10, 15:54
f0NxeaOFhQw

Ortodossia
18-05-10, 15:56
ELEZIONI IN ALTO ADIGE
Spagnolli esulta: "La Bolzano italiana
non è più di centrodestra" - RISULTATI (http://altoadige.gelocal.it/infografica/1996209?size=noresize)
http://locali.data.kataweb.it/kpmimages/kpm3/gloc/alto-adige/2010/05/18/jpg_2012411.jpg

Luigi Spagnolli (centrosinistra) si conferma sindaco di Bolzano al primo turno, senza bisogno di ricorrere al ballottaggio, con il 52,5 dei voti. Disfatta per il centrodestra, che con il candidato Robert Oberrauch non va oltre il 32 per cento, pagando lo scotto della guerra interna fra Holzmann e Biancofiore. Spagnolli: "E' il segnale di una nuova mentalità, italiani e tedeschi non votano secondo schemi precostituiti". Sigismondi (Pdl): "E' un disastro". Biancofiore: "Parlerò con Berlusconi". Ballottaggi negli altri comuni principali, il Pdl resta fuori anche a Merano, dove il sindaco uscente Januth (Svp) sarà sfidato dalla verde Kury. Durnwalder soddisfatto del risultato della Svp. Bassa l'affluenza


BOLZANO. La vittoria è ufficiale. Luigi Spagnolli esce dal suo studio al primo piano del municipio e si dirige nella sala del consiglio. Il primo cittadino in carica è stato riconfermato col 52,45 per cento del voti. Sprizza entusiasmo da tutti i pori. Ma è gioia misurata. Dà atto al suo sfidante principale - Robert Oberrauch - di non aver fatto una campagna elettorale gridata. «È il successo di chi ha governato bene», dice non appena ha alzato le mani al cielo.
Signor sindaco qual’è il dato politico principale che emerge da queste elezioni?
«La Bolzano italiana non è più di destra e si tratta di una cambio radicale ed epocale per la città. Se togliamo i voti della Svp dalla nostra maggioranza, il centrosinistra è avanti rispetto al centrodestra. È stato premiato chi ha lavorato bene per il capoluogo ed è stato invece sanzionato che ha speso milioni per una campagna elettorale risultata alla fine perdente».
Si aspettava di poter vincere al primo turno?
«Volevamo vincere senza aspettare il ballottaggio e ci siamo riusciti. Questo risultato è più chiaro rispetto a quello di 5 anni fa».
Passiamo al capitolo giunta comunale. Oggi è composta da 10 assessori più il sindaco. Verrà resa più snella?
«Voglio fare una giunta a nove, più il sottoscritto».
La sua coalizione è autosufficiente come numeri per la maggioranza. Vuole comunque allargarla ad altri partiti?
«Certamente l’Udc è organica a noi e non può essere trattata come destra».
Vuol dire che lei è pronto ad accogliere i centristi di Casini nella sua nuova giunta?
«No, l’Udc non entrerà in giunta, ma chiederò loro se vogliono partecipare alla maggioranza di governo».
E chi ci sarà in giunta?
«Sicuramente i partiti che fanno parte della coalizione. Poi sugli assessori vedremo a bocce ferme come saranno le preferenze e le proposte che avanzeranno i partiti. Il mio obiettivo è la coesione, oltre che la presenza di persone preparate».

Per il centrodestra queste elezioni sono state una cocente sconfitta. Aveva sentore che ciò potesse accadere?
«A dire il vero pensavo che facessero un risultato ancora più basso, visto quello che succedeva da mesi dentro il Pdl. Evidentemente c’è ancora una “zoccolo duro” di elettori di lingua italiana che vota a destra».
La Svp esce con un altro ottimo risultato dalle comunali nel capoluogo e resta il partner più forte nella sua coalizione. Come vede il futuro del partito di raccolta?
«La Stella alpina è a un bivio, deve decidere se rimanere un partito etnico, oppure diventare una forza territoriale. Anche perché queste elezioni dimostrano come può venir meno il voto etnico. Potrebbero esserci stati elettori del Pdl che, disgustati per le loro tensioni interne, hanno votato per la Svp, oppure tedeschi che hanno votato direttamente per il sindaco uscente».
Quale sarà il suo primo passo una volta insediata la nuova giunta?
«Voglio snellire e rendere più efficace il lavoro del consiglio comunale, con una riforma di cui ho già iniziato a parlare con il segretario generale».
E poi?
«Metteremo in pratica quanto contenuto nei diversi piani che abbiamo approvato nelle scorsa consiliatura, dalla mobilità al Masterplan».
Lei ha ricevuto i complimenti del suo sfidante Robert Oberrauch. Come vi comporterete nei confronti dell’o pposizione?
«Cercheremo il dialogo con tutte le minoranze».

ELEZIONI IN ALTO ADIGE Spagnolli confermato sindaco di Bolzano Disfatta del centrodestra - RISULTATI | Alto Adige (http://altoadige.gelocal.it/dettaglio/elezioni-in-alto-adige-spagnolli-confermato-sindaco-di-bolzano-disfatta-del-centrodestra%C2%A0-risultati/2005273)

Ada De Santis
27-05-10, 08:07
ELEZIONI IN ALTO ADIGE
Spagnolli esulta: "La Bolzano italiana
non è più di centrodestra" - RISULTATI (http://altoadige.gelocal.it/infografica/1996209?size=noresize)
http://locali.data.kataweb.it/kpmimages/kpm3/gloc/alto-adige/2010/05/18/jpg_2012411.jpg

Luigi Spagnolli (centrosinistra) si conferma sindaco di Bolzano al primo turno, senza bisogno di ricorrere al ballottaggio, con il 52,5 dei voti. Disfatta per il centrodestra, che con il candidato Robert Oberrauch non va oltre il 32 per cento, pagando lo scotto della guerra interna fra Holzmann e Biancofiore. Spagnolli: "E' il segnale di una nuova mentalità, italiani e tedeschi non votano secondo schemi precostituiti". Sigismondi (Pdl): "E' un disastro". Biancofiore: "Parlerò con Berlusconi". Ballottaggi negli altri comuni principali, il Pdl resta fuori anche a Merano, dove il sindaco uscente Januth (Svp) sarà sfidato dalla verde Kury. Durnwalder soddisfatto del risultato della Svp. Bassa l'affluenza


BOLZANO. La vittoria è ufficiale. Luigi Spagnolli esce dal suo studio al primo piano del municipio e si dirige nella sala del consiglio. Il primo cittadino in carica è stato riconfermato col 52,45 per cento del voti. Sprizza entusiasmo da tutti i pori. Ma è gioia misurata. Dà atto al suo sfidante principale - Robert Oberrauch - di non aver fatto una campagna elettorale gridata. «È il successo di chi ha governato bene», dice non appena ha alzato le mani al cielo.
Signor sindaco qual’è il dato politico principale che emerge da queste elezioni?
«La Bolzano italiana non è più di destra e si tratta di una cambio radicale ed epocale per la città. Se togliamo i voti della Svp dalla nostra maggioranza, il centrosinistra è avanti rispetto al centrodestra. È stato premiato chi ha lavorato bene per il capoluogo ed è stato invece sanzionato che ha speso milioni per una campagna elettorale risultata alla fine perdente».
Si aspettava di poter vincere al primo turno?
«Volevamo vincere senza aspettare il ballottaggio e ci siamo riusciti. Questo risultato è più chiaro rispetto a quello di 5 anni fa».
Passiamo al capitolo giunta comunale. Oggi è composta da 10 assessori più il sindaco. Verrà resa più snella?
«Voglio fare una giunta a nove, più il sottoscritto».
La sua coalizione è autosufficiente come numeri per la maggioranza. Vuole comunque allargarla ad altri partiti?
«Certamente l’Udc è organica a noi e non può essere trattata come destra».
Vuol dire che lei è pronto ad accogliere i centristi di Casini nella sua nuova giunta?
«No, l’Udc non entrerà in giunta, ma chiederò loro se vogliono partecipare alla maggioranza di governo».
E chi ci sarà in giunta?
«Sicuramente i partiti che fanno parte della coalizione. Poi sugli assessori vedremo a bocce ferme come saranno le preferenze e le proposte che avanzeranno i partiti. Il mio obiettivo è la coesione, oltre che la presenza di persone preparate».

Per il centrodestra queste elezioni sono state una cocente sconfitta. Aveva sentore che ciò potesse accadere?
«A dire il vero pensavo che facessero un risultato ancora più basso, visto quello che succedeva da mesi dentro il Pdl. Evidentemente c’è ancora una “zoccolo duro” di elettori di lingua italiana che vota a destra».
La Svp esce con un altro ottimo risultato dalle comunali nel capoluogo e resta il partner più forte nella sua coalizione. Come vede il futuro del partito di raccolta?
«La Stella alpina è a un bivio, deve decidere se rimanere un partito etnico, oppure diventare una forza territoriale. Anche perché queste elezioni dimostrano come può venir meno il voto etnico. Potrebbero esserci stati elettori del Pdl che, disgustati per le loro tensioni interne, hanno votato per la Svp, oppure tedeschi che hanno votato direttamente per il sindaco uscente».
Quale sarà il suo primo passo una volta insediata la nuova giunta?
«Voglio snellire e rendere più efficace il lavoro del consiglio comunale, con una riforma di cui ho già iniziato a parlare con il segretario generale».
E poi?
«Metteremo in pratica quanto contenuto nei diversi piani che abbiamo approvato nelle scorsa consiliatura, dalla mobilità al Masterplan».
Lei ha ricevuto i complimenti del suo sfidante Robert Oberrauch. Come vi comporterete nei confronti dell’o pposizione?
«Cercheremo il dialogo con tutte le minoranze».

ELEZIONI IN ALTO ADIGE Spagnolli confermato sindaco di Bolzano Disfatta del centrodestraÂ*- RISULTATI | Alto Adige (http://altoadige.gelocal.it/dettaglio/elezioni-in-alto-adige-spagnolli-confermato-sindaco-di-bolzano-disfatta-del-centrodestra%C2%A0-risultati/2005273)

Eh capiraii che notizia
ADA