PDA

Visualizza Versione Completa : Global warming: la grande truffa planetaria?



Pagine : [1] 2 3

Gianluca
13-04-16, 20:28
leggo da anni (molti anni) che la temperatura sta salendo e una volta salita i ghiacci si sciolgono (artide antartide e ghiacciai perenni). Sciogliendosi i ghiacci molte città saranno sommerse...

ci ho creduto pure io fino a ieri, quando un fondamentalista ambientale ha mostrato una tale intolleranza verso idee diverse dalle sue che mi ha fatto riflettere e non poco

andiamo con ordine:
diciamo che 30 anni fa il global warming era all'inizio, i ghiacciai stavano bene, benissimo direi.

A quel tempo le città non erano sommerse e qualche volta c'era acqua alta a Venezia.

Se i ghiacciai si fossero tutti sciolti saremmo finiti così senza alcun dubbio
http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2013/11/citt%C3%A0-italiane-sommerse-mare-4.jpg


nella discussione che posterò dopo si dice con una determinazione fideistica che sia l'artide (cosa concessa da me) che l'antartide (cosa da me negata io ho letto che cresceva) si stessero ritirando
leggendo i vari articoli di allarmismo ambientalista viene fuori che
Come lo scioglimento dei ghiacci sconvolgerà la vita sul pianeta | QualEnergia.it (http://www.qualenergia.it/articoli/20150922-come-lo-scioglimento-dei-ghiacci-sconvolgera-vita-sul-pianeta)

n Artide nel 2012 i ghiacci marini estivi hanno raggiunto un posizione minima, quasi il 50% e la calotta artica si sta riducendo in maniera drastica. Il tasso di decrescita dell’estensione della superficie ghiacciata marina nell’Artico, secondo il quinto rapporto dell’IPCC, è tra il 3.5 e il 4.1% per ogni decennio.La massima estensione raggiunta nel marzo 2015 è stata di 14.280 milioni di km quadrati, la più bassa delle estensioni invernali mai registrate dalle rilevazioni satellitari. Al Polo nord se il riscaldamento globale dovesse continuare con il trend attuale gli esperti prevedono che prima della metà del secolo il mare Artico sarà praticamente privo di ghiacci nei mesi estivi. Sono alcuni dei dati raccolti in ‘Ghiaccio bollente’ , nuovo report del WWF (allegato in basso) che offre una visione planetaria sulla riduzione dei ghiacci del pianeta ed i suoi effetti su specie e uomo basata sulle più recenti evidenze scientifiche, segnala la preoccupante riduzione dei ghiacci delle zone polari: qui l’aumento della temperatura media è il doppio di quella registrata nel resto del globo.Anche il continente di ghiaccio, l’Antartide, vi si legge si è riscaldato di circa 3°C negli ultimi 50 anni: in questo arco di tempo l’87% dei suoi ghiacciai si sono ritirati e ben 9 piattaforme di ghiaccio hanno subito un significativo collasso.Il ‘terzo polo’ freddo della Terra, ovvero, i ghiacciai cosiddetti ‘alpini’ (Alpi e Himalaya, Patagonia, Alaska, ma anche Caucaso e Urali, Kilimangiaro e Ruwenzori in Africa, ecc.) vede una riduzione fino al 75%, in particolare quelli sotto ai 3000 metri. Sulle nostre Alpi si è passati dai 519 km2 del 1962 agli attuali 368 km2, il 40% in meno.A rischio risorse idriche ed agricoltura, città sommerse

insomma un tracollo da tutte le parti...
prepariamoci a nuotare allora...

oh wait!

un momento!

ma se l'artide ha perso il 50% e l'antartide ha visto una ritirata dell'87% dei suoi ghiacciai ecc come è che a Venezia non c'è manco l'acqua alta?
Cioè voglio dire, ok se fossero sciolti tutti saremmo tutti sommersi, persino Roma, ma qui siamo già a metà dello scioglimento eppure l'acqua non sembra essere cresciuta di manco un centimetro..

dove cazzo è finita l'acqua? se la sono presa quegli stronzi di alieni del film Oblivion con Tom Cruise?

Ridateci la nostra acqua stronzi!
Gli ambientalisti hanno detto che con lo scioglimento dei ghiacci saremmo stati sommersi, non vorrete mica fargli fare la figura di testimoni di Geova? Eh no eh! C'è un sacco di gente che ci crede alla storia del global warming. Così come ha creduto alla storia dell'ozono che a un certo punto in pochissimo tempo ha visto chiudere tutti i buchi perché qualcuno è andato in tv in america alla fine degli anni 80 a dire "non usate più i CFC" e i cinesi e gli indiani e tutti i popoli del mondo lo sono stati a sentire immediatamente, e il buco si è chiuso in pochissimo tempo da solo, sicuro che tutti i popoli del mondo avrebbero ascoltato prima o poi quello nella tv americana. A metà anni 90 già dell'ozono non parlava più nessuno...?

ma non è che questi ambientalisti ci hanno preso un po' per il culo?
@nastenka (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=10797) @pedro (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=12117) @Hermes (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=8029)

pedro
13-04-16, 20:52
http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2013/11/citt%C3%A0-italiane-sommerse-mare-4.jpg

Sono 100 anni che mi promettono questa cosa senza accorgenrsi che per sommergere Roma il livello del mare dovrebbe salire di 20-30 metri.

pedro
13-04-16, 21:36
Comunque mi hanno sempre detto che sarebbe stata l'espansione termica dell'acqua a sommergere Roma piu' che lo sglioglimento dei ghiacciai, che invece sarebbe un problema del tipo "signora mia e poi come fanno gli orsetti polaretti?" o "quanno ero ggiovane io c'erano i ghiacci e laggente non avevamo lo smartphone mentre mo' i ggioveni stanno tutti ar telefono e nun se parleno ppiu'"

agaragar
13-04-16, 21:42
leggo da anni (molti anni) che la temperatura sta salendo e una volta salita i ghiacci si sciolgono (artide antartide e ghiacciai perenni). Sciogliendosi i ghiacci molte città saranno sommerse...


ma se l'artide ha perso il 50% e l'antartide ha visto una ritirata dell'87% dei suoi ghiacciai ecc come è che a Venezia non c'è manco l'acqua alta?
Cioè voglio dire, ok se fossero sciolti tutti saremmo tutti sommersi, persino Roma, ma qui siamo già a metà dello scioglimento eppure l'acqua non sembra essere cresciuta di manco un centimetro..


A parte che se anche si sciogliesse tutto L'Artide l'acqua nn aumenterebbe manco di un centimetro...

Felipe K.
13-04-16, 23:36
Comunque mi hanno sempre detto che sarebbe stata l'espansione termica dell'acqua a sommergere Roma piu' che lo sglioglimento dei ghiacciai, che invece sarebbe un problema del tipo "signora mia e poi come fanno gli orsetti polaretti?" o "quanno ero ggiovane io c'erano i ghiacci e laggente non avevamo lo smartphone mentre mo' i ggioveni stanno tutti ar telefono e nun se parleno ppiu'"
cioè se la temperatura media del mediterraneo si alza di un grado che succede?

ma poi scusa er consensus adesso non è che tutto il calore mancante negli ultimi 20 anni si è stivato nei mari sotto forma di calore? ah non è calore ora, è flogisto?

sta scienza non smette mai di sorprendermi

nastenka
14-04-16, 02:40
leggo da anni (molti anni) che la temperatura sta salendo e una volta salita i ghiacci si sciolgono (artide antartide e ghiacciai perenni). Sciogliendosi i ghiacci molte città saranno sommerse...

ci ho creduto pure io fino a ieri, quando un fondamentalista ambientale ha mostrato una tale intolleranza verso idee diverse dalle sue che mi ha fatto riflettere e non poco

andiamo con ordine:
diciamo che 30 anni fa il global warming era all'inizio, i ghiacciai stavano bene, benissimo direi.

A quel tempo le città non erano sommerse e qualche volta c'era acqua alta a Venezia.

Se i ghiacciai si fossero tutti sciolti saremmo finiti così senza alcun dubbio
http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2013/11/citt%C3%A0-italiane-sommerse-mare-4.jpg


nella discussione che posterò dopo si dice con una determinazione fideistica che sia l'artide (cosa concessa da me) che l'antartide (cosa da me negata io ho letto che cresceva) si stessero ritirando
leggendo i vari articoli di allarmismo ambientalista viene fuori che
Come lo scioglimento dei ghiacci sconvolgerà la vita sul pianeta | QualEnergia.it (http://www.qualenergia.it/articoli/20150922-come-lo-scioglimento-dei-ghiacci-sconvolgera-vita-sul-pianeta)


insomma un tracollo da tutte le parti...
prepariamoci a nuotare allora...

oh wait!

un momento!

ma se l'artide ha perso il 50% e l'antartide ha visto una ritirata dell'87% dei suoi ghiacciai ecc come è che a Venezia non c'è manco l'acqua alta?
Cioè voglio dire, ok se fossero sciolti tutti saremmo tutti sommersi, persino Roma, ma qui siamo già a metà dello scioglimento eppure l'acqua non sembra essere cresciuta di manco un centimetro..

dove cazzo è finita l'acqua? se la sono presa quegli stronzi di alieni del film Oblivion con Tom Cruise?

Ridateci la nostra acqua stronzi!
Gli ambientalisti hanno detto che con lo scioglimento dei ghiacci saremmo stati sommersi, non vorrete mica fargli fare la figura di testimoni di Geova? Eh no eh! C'è un sacco di gente che ci crede alla storia del global warming. Così come ha creduto alla storia dell'ozono che a un certo punto in pochissimo tempo ha visto chiudere tutti i buchi perché qualcuno è andato in tv in america alla fine degli anni 80 a dire "non usate più i CFC" e i cinesi e gli indiani e tutti i popoli del mondo lo sono stati a sentire immediatamente, e il buco si è chiuso in pochissimo tempo da solo, sicuro che tutti i popoli del mondo avrebbero ascoltato prima o poi quello nella tv americana. A metà anni 90 già dell'ozono non parlava più nessuno...?

ma non è che questi ambientalisti ci hanno preso un po' per il culo?
@nastenka (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=10797) @pedro (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=12117) @Hermes (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=8029)
Argomento "tosto"... [emoji6]

Inviato dal mio SM-G800F utilizzando Tapatalk

Panagulis
14-04-16, 17:54
Ma poi, se l'uomo è responsabile del buco dell'ozono che a sua volta è responsabile dell' eternal summer, 4000 anni fa' giravano tutti in Hammer che il buco era ancora più grande?

Robert
14-04-16, 19:21
cosa significa che l'Antartide ha perso l'87% dei suoi ghiacci???
ma quando mai...

ci stanno 3 chilometri di ghiaccio da sciogliere, hai voglia...

forse intendevano il pack che si stacca in estate e poi gironzola negli oceani sciogliendosi lentamente...

Gianluca
14-04-16, 20:31
sentite questo

dice che il livello medio del mare, nientedimeno, anziché i due millimetri previsti sarebbe salito addirittura 3,2 millimetri!


PAURA!!!

https://www.youtube.com/watch?v=2Mp9nDFlORg

e sticazzi?

Gianluca
14-04-16, 20:34
ok la domanda mi viene spontanea: come cazzo hanno misurato 3,2 mm se dicono chiaramente che la precisione arriva fino a 34 mm?


https://www.youtube.com/watch?v=0HWJCSMDbaA&ebc=ANyPxKppaBUbVDA50Vb691DHOJ HXNdtlP0esH29SfUPVR0B-IKFV2wH091xcld6uhaTzmEkP4GCViUJqkskU1MRW368rZ2l9oQ

Gianluca
14-04-16, 20:59
allarme! l'antartide si scioglie!!11"1!


https://www.youtube.com/watch?v=s8xF_QSN15A

Gianluca
14-04-16, 21:02
sta già succedendo!
I cattivi umani hanno distrutto questo pianeta in modo irreparabile!!111!!

dobbiamo tornare nelle caverne


https://www.youtube.com/watch?v=XeJiuWkBWzw&ebc=ANyPxKrXKxH0DNwbaQ1oe8tChF sSU5888hHcpnsCc7E4H3S3-_iXyGIVqUJ9cUgB-j6BqlGtv9nw35j7v_4UGuaK5xci6zqVGA


http://www.lastampa.it/2016/05/10/scienza/ambiente/inchiesta/lartico-si-scioglie-in-agosto-la-prima-crociera-nel-passaggio-a-nordovest-mBRXBBysfUq8fj4G4hhYEI/pagina.html

Gianluca
14-05-16, 04:11
riprendiamo questo discorso con un bel discorso di Rubbia.
Innanzitutto fughiamo ogni dubbio su una cosa:
la temperatura del pianeta non sarà mai costante!
Cambierà comunque in modo rapido o lento in un range che va da i +15 gradi a chissà quanti in meno. Ma su questo ci torneremo.
Di sicuro al tempo degli antichi romani la temperatura era 1,5 gradi superiore a quella di ora.
Si ok ma mica il pianeta era esploso per questo, anzi.
E non è stato nemmeno l'uomo a farlo. Parliamo di soli 2000 anni fa.
A meno di ipotizzare che gli antichi romani producessero più CO2 di quanta se ne produca adesso, ma come facevano?
Non diciamo stronzate.
Quindi la temperatura cambia e di molto, nel giro di poco, da sempre, e non è colpa dell'uomo.
La terra non è contenuta in un gigantesco condizionatore d'aria e la temperatura cambierà qualsiasi cosa noi faremo.
Se pure smettessimo di produrre CO2 da un giorno all'altro le variazioni ci sarebbero lo stesso

https://www.youtube.com/watch?v=2G-7xykTO14

Molto interessante il fatto che l'unico paese che ha diminuito finora le emissioni
di CO2 è l'America e questo grazie al gas naturale, si proprio quello che estraevano le nostre piattaforme! (chiamate impropriamente trivelle)
Pensate quanto sono cretini quelli che volevano combattere il global warming causato dalle emissioni di CO2 fermando l'estrazione di gas naturale!
E lo dice Rubbia che è certamente uno scenziato, nonché premio nobel.
Al Gore che combatte questa battaglia (politica) sul global warming NON è uno scenziato, anche lui ha vinto il nobel ma per la pace (quindi per la sua influenza politica), non per meriti scientifici.

ma tutti a dire lo dicono il 97% degli scienziati!
ma chi lo ha detto?
Un tweet di Obama!
E mecojoni stiamo parlando di poltica non di scienza.
ma Obama lo ha preso da qualche parte!
Vero, lo ha preso da un sito di un tale Cook:
SkepticalScience.com (http://www.skepticalscience.com/)

secondo lui il 97% degli scienziati sarebbe d'accordo con l'attribuire all'uomo la causa del global warming
si vede che Rubbia fa parte del 3% restante visto che dice che negli ultimi 15 anni la temperatura globale sarebbe addirittura scesa dello 0,2%
strano che non sia quello che si racconta qui voi che dite avrà ragione Rubbia o una gif che gira su internet?
https://www.facebook.com/lifegate/posts/1185327528166301

peccato che molti di questi che erano stati messi in questo calderone si sono lamentati e Forbes fa i nomi e i cognomi!


Where did most of the 97 percent come from, then? Cook had created a category called “explicit endorsement without quantification”—that is, papers in which the author, by Cook’s admission, did not say whether 1 percent or 50 percent or 100 percent of the warming was caused by man. He had also created a category called “implicit endorsement,” for papers that imply (but don’t say) that there is some man-made global warming and don’t quantify it. In other words, he created two categories that he labeled as endorsing a view that they most certainly didn’t.

The 97 percent claim is a deliberate misrepresentation designed to intimidate the public—and numerous scientists whose papers were classified by Cook protested:

“Cook survey included 10 of my 122 eligible papers. 5/10 were rated incorrectly. 4/5 were rated as endorse rather than neutral.”

—Dr. Richard Tol

“That is not an accurate representation of my paper . . .”

—Dr. Craig Idso

“Nope . . . it is not an accurate representation.”

—Dr. Nir Shaviv

“Cook et al. (2013) is based on a strawman argument . . .”

—Dr. Nicola Scafetta

Think about how many times you hear that 97 percent or some similar figure thrown around. It’s based on crude manipulation propagated by people whose ideological agenda it serves. It is a license to intimidate.

ma ci sono un sacco di altre fonti che smentiscono che il 97% degli scienziati creda nel global warming
persino il quotidiano di sinistra inglese Guardian lo dice
http://www.theguardian.com/environment/blog/2014/jun/06/97-consensus-global-warming
il che vuol dire che nemmeno la sinistra anglosassone è tutta d'accordo

quanta parte della comunità scientifica quindi parla apertamente di "colpa" dell'uomo per questo global warming (che ripetiamo non c'è secondo quanto dice Rubbia, ma non solo lui) secondo alcune stime sarebbe circa il 34% insomma un terzo, sono stime approssimate, ma non vogliono dire il resto di niente: come dice anche l'articolo del Guardian anche se fosse davvero il 97% a pensarlo non sarebbe in ogni caso una prova trattandosi di opinioni non riproducibili scientificamente non potendo riprodurre l'intero pianeta nel laboratorio
http://www.populartechnology.net/2013/05/97-study-falsely-classifies-scientists.html#Update2
http://www.nationalreview.com/article/425232/climate-change-no-its-not-97-percent-consensus-ian-tuttle
perché questo?
ma come perché?
Salvini sarebbe uno stronzo perché esagera quando parla della minaccia degli immigrati per puro opportunismo politico e nessuno si rende conto che per i democrat americani spingere sulla emergenza ambientalista è un modo per convogliare consenso esattamente come fa Salvini rivolgendosi però ad un altro tipo di elettorato?

Puro opportunismo politico, solo che Obama va per la maggiore è fico anche quando mente (ma più che lui diciamo che è l'entourage dem ancora molto legato alle politiche di Clinton e Gore) e invece Salvini è un buzzurro e quindi va condannato.

Secondo me vanno criticati entrambi per l'uso politico strumentale delle paure della gente.

Sarà pur importante la salvaguardia dell'ambiente ma se si esagera per ottenere potere politico non va mica bene. Non va bene per un cazzo.

Gianluca
14-05-16, 04:15
tornando al discorso dei ghiacci che si sciolgono in modo inesorabile scopriamo dalla nasa che
NASA Study: Mass Gains of Antarctic Ice Sheet Greater than Losses | NASA (http://www.nasa.gov/feature/goddard/nasa-study-mass-gains-of-antarctic-ice-sheet-greater-than-losses)

oh cazzo!

Il ghiaccio in Antartide è aumentato!

E mo come la mettiamo nome????

A fronte di questo l'aumento di questi ghiacci avrebbe contribuito all'abbassamento del livello del mare di una roba tipo 0,23 mm
ma... ci sono delle notizie cattive, nel frattempo da qualche altra parte c'è qualcosa che fa salire questo livello delle acque di 0,27mm

“The good news is that Antarctica is not currently contributing to sea level rise, but is taking 0.23 millimeters per year away,” Zwally said. “But this is also bad news. If the 0.27 millimeters per year of sea level rise attributed to Antarctica in the IPCC report is not really coming from Antarctica, there must be some other contribution to sea level rise that is not accounted for.”

e mecojoni!

di questo passo tra 1000 anni ci troveremmo un livello del mare più alto di circa 27 cm!

beh abbiamo ancora 1000 anni per andare in vacanza alle Maldive!

Gianluca
14-05-16, 04:45
cosa c'è alla base di tutto questo quindi?
La convinzione che l'uomo non abbia alcun diritto a impattare sul pianeta con la sua presenza

quelli che lo pensano sono sostanzialmente misantropi, odiano l'umanità

noi non siamo usurpatori di questa terra, non ne siamo il virus

abbiamo diritto a esistere e a crescere di numero (la decrescita felice in sostanza propaganda un mondo in cui bisogna eliminare i 7/8 degli abitanti del pianeta per vivere felici, manco Hitler secondo me l'aveva pensata così grossa)

ma mettiamoci nella testa di quelli che pensano che l'uomo così stravolga la natura.
L'uomo non può farlo!
Certo che no!
Un momento... ma solo l'uomo o qualsiasi essere vivente?

qualsiasi essere vivente dai, nessuno può stravolgere lo stato della superficie della terra!!!!11!11

ok che mi dite dei cianobatteri?

sti stronzillli di cianobatteri hanno cambiato la composizione della atmosfera riempiendola di ossigeno qualche milione di anni fa
come si sono permessi di alterare l'equilibrio che esisteva prima di loro?

E tutte le creature che sarebbero morte con tutto quell'ossigeno?

Che fine hanno fatto?

Una ecatombe! Conosciuta come la "catastrofe dell'ossigeno"
https://it.wikipedia.org/wiki/Catastrofe_dell%27ossigeno

Tutte estinte perché sto cianobatterio proprio non si voleva fare i cazzi suoi e non rispettava lo "status quo" del pianeta, avrebbero dovuto limitare le proprie emissioni di O2!

che tra l'altro è pericolosissimo!

guardate cosa fa l'O2, guardate come ha ridotto questo povero bullone, e voi vi ritenete più solidi del ferro di questo bullone? Illusi
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/4/4d/Rust_screw.jpg

noi siamo qui a fare quelli che vogliono difendere l'ossigeno
ma quante morti ha causato?
quanto dolore?
e tutto per il nostro egoismo personale che vogliamo respirare a tutti i costi ossigeno (quando magari potremmo respirare qualche altra cosa surrogata un po come facciamo con la carne che la sostituiremo con le verdure, sempre per dare retta a questi malati di mente)! Che poi tra l'altro fa pure male come si è visto, da qualche parte ho letto pure che fa venire le rughe...

ora la metà dell'ossigeno è prodotta dal plancton
Il respiro degli oceani: "La metÃ* dell'ossigeno arriva dal plancton" - Repubblica.it (http://www.repubblica.it/ambiente/2015/05/26/news/il_respiro_degli_oceani_la_meta_dell_ossigeno_arri va_dal_plancton_-115273577/)

nessuno vuole fare niente contro questo plancton che minaccia i nostri bulloni con la produzione di questo pericolosissimo O2?

A parte gli scherzi c'è qualche coglione che racconta in giro che l'O2 stia drammaticamente diminuendo
ovviamente è una stronzata, ma fatevi due risate, gli stessi fan di Moby (anche a me piace la sua musica) lo perculano
https://www.facebook.com/mobymusic/photos/a.126687636107.103603.6028461107/10154245788591108/?type=3&theater

Moby pare che sia un liberal vegano
bella musica ma sul resto completamente rimbabito

Gianluca
14-05-16, 05:22
ora passiamo ad un'altra grandissima enorme mistificazione:
la deforestazione

negli anni 80 si parlava molto di deforestazione, il WWF lanciava campagne allarmanti e io da ragazzino ero angustiato e terrorizzato
mi iscrissi al WWF e feci anche una donazione per salvare il verde della terra
ebbene non era vero un cazzo
scusate ci siamo sbagliati
su TP abbiamo ripreso degli studi pubnblicati sull'autorevole Nature
Quanti alberi ci sono nel mondo? - Termometro Politico (http://www.termometropolitico.it/1218026_quanti-alberi-ci-sono-nel-mondo.html)

La Terra è più verde rispetto a 33 anni fa: piante in aumento grazie all'anidride carbonica - Tgcom24 (http://www.tgcom24.mediaset.it/green/la-terra-e-piu-verde-rispetto-a-33-anni-fa-piante-in-aumento-grazie-all-anidride-carbonica_3005260-201602a.shtml?ssidc=xkxcdigxgk)


Negli ultimi 33 anni la Terra è diventata più verde grazie all'anidride carbonica. Lo ha dimostrato uno studio della rivista Nature Climate Change, secondo cui le aree verdi sul nostro pianeta sono aumentate di 36 milioni di chilometri quadrati rispetto a trentatre anni fa. Per gli scienziati, ciò sarebbe legato all'incremento dei livelli di CO2: per fronteggiarlo e catturare il biossido di carbonio, le piante avrebbero sviluppato più foglie.

cioè più CO2 corrisponde a più piante e non ci siamo più giocati l'Austria ma ne abbiamo guadagnata qualcuna in più?

certo che qui non si capisce più nulla, insomma sto CO2 è buono o è cattivo?

Dobbiamo dare i soldi al WWF oppure ci conviene darli a quelli che producono CO2?

che poi se volete farvi una risata a proposito di global warming pare che la temperatura una cinquantina di milioni di anni fa fosse ben 14 gradi superiore a quella attuale!

Oh cazzo, 14 gradi quindi non c'era nemmeno una forma di vita?

Al contrario!


vabbé ma allora non ci si capisce più un cazzo...

ah un ultima cosa: pare che le isole Salomone lamentino la scomparsa o il danneggiamento di alcune isole (non abitate e non utilizzate) a causa del presunto innalzamento dei mari
secondo loro erano 300 anni che non stavano messe così male e quindi siccome si dice in giro che c'è il global warming vogliono chiedere dei risarcimenti alla comunità internazionale

naturalmente la cosa pare molto seria, si tratta di soldi, dopotutto
Isole Salomone: cresce il livello acque, cinque atolli già scomparsi - Corriere.it (http://www.corriere.it/ambiente/16_maggio_08/isole-salomone-cresce-livello-acque-cinque-atolli-scomparsi-7fd7d8c8-14f1-11e6-98c1-c0d7efe3cfc6.shtml)

animal
14-05-16, 07:41
mah! allibito!

saltarellicristiano
14-05-16, 15:55
leggo da anni (molti anni) che la temperatura sta salendo e una volta salita i ghiacci si sciolgono (artide antartide e ghiacciai perenni). Sciogliendosi i ghiacci molte città saranno sommerse...

ci ho creduto pure io fino a ieri, quando un fondamentalista ambientale ha mostrato una tale intolleranza verso idee diverse dalle sue che mi ha fatto riflettere e non poco

andiamo con ordine:
diciamo che 30 anni fa il global warming era all'inizio, i ghiacciai stavano bene, benissimo direi.

A quel tempo le città non erano sommerse e qualche volta c'era acqua alta a Venezia.

Se i ghiacciai si fossero tutti sciolti saremmo finiti così senza alcun dubbio
http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2013/11/citt%C3%A0-italiane-sommerse-mare-4.jpg


nella discussione che posterò dopo si dice con una determinazione fideistica che sia l'artide (cosa concessa da me) che l'antartide (cosa da me negata io ho letto che cresceva) si stessero ritirando
leggendo i vari articoli di allarmismo ambientalista viene fuori che
Come lo scioglimento dei ghiacci sconvolgerà la vita sul pianeta | QualEnergia.it (http://www.qualenergia.it/articoli/20150922-come-lo-scioglimento-dei-ghiacci-sconvolgera-vita-sul-pianeta)


insomma un tracollo da tutte le parti...
prepariamoci a nuotare allora...

oh wait!

un momento!

ma se l'artide ha perso il 50% e l'antartide ha visto una ritirata dell'87% dei suoi ghiacciai ecc come è che a Venezia non c'è manco l'acqua alta?
Cioè voglio dire, ok se fossero sciolti tutti saremmo tutti sommersi, persino Roma, ma qui siamo già a metà dello scioglimento eppure l'acqua non sembra essere cresciuta di manco un centimetro..

dove cazzo è finita l'acqua? se la sono presa quegli stronzi di alieni del film Oblivion con Tom Cruise?

Ridateci la nostra acqua stronzi!
Gli ambientalisti hanno detto che con lo scioglimento dei ghiacci saremmo stati sommersi, non vorrete mica fargli fare la figura di testimoni di Geova? Eh no eh! C'è un sacco di gente che ci crede alla storia del global warming. Così come ha creduto alla storia dell'ozono che a un certo punto in pochissimo tempo ha visto chiudere tutti i buchi perché qualcuno è andato in tv in america alla fine degli anni 80 a dire "non usate più i CFC" e i cinesi e gli indiani e tutti i popoli del mondo lo sono stati a sentire immediatamente, e il buco si è chiuso in pochissimo tempo da solo, sicuro che tutti i popoli del mondo avrebbero ascoltato prima o poi quello nella tv americana. A metà anni 90 già dell'ozono non parlava più nessuno...?

ma non è che questi ambientalisti ci hanno preso un po' per il culo?
@nastenka (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=10797) @pedro (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=12117) @Hermes (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=8029)

Il ritiro dei ghiacciai è accertato da decenni in tutto l'emisfero settentrionale e in parte anche in quello meridionale. Le misurazioni della temperatura sono anch'esse inequivocabili. In realtà però l'effetto non è quello di far innalzare i mari, se non di pochissimo. E' vero infatti che il 40% del ghiaccio dell'Artide l'abbiamo perso, ma essendo ghiaccio galleggiante sull'acqua, sciogliendosi non aumenta il livello dell'acqua. Gli effetti purtroppo sono differenti, in Alberta si stanno confrontando con il più disastroso incendio mai visto, cosa analoga successe anni addietro in Russia.

Gianluca
14-05-16, 16:00
Il ritiro dei ghiacciai è accertato da decenni in tutto l'emisfero settentrionale e in parte anche in quello meridionale. Le misurazioni della temperatura sono anch'esse inequivocabili. In realtà però l'effetto non è quello di far innalzare i mari, se non di pochissimo. E' vero infatti che il 40% del ghiaccio dell'Artide l'abbiamo perso, ma essendo ghiaccio galleggiante sull'acqua, sciogliendosi non aumenta il livello dell'acqua. Gli effetti purtroppo sono differenti, in Alberta si stanno confrontando con il più disastroso incendio mai visto, cosa analoga successe anni addietro in Russia.

Se leggi tutto il thread scopri che ti sbagli
Il fatto che il ghiaccio in Antartide si stia sciogliendo è falso
Così come è falso che le temperature globali siano cresciute negli ultimi 15 anni

saltarellicristiano
14-05-16, 16:13
Se leggi tutto il thread scopri che ti sbagli
Il fatto che il ghiaccio in Antartide si stia sciogliendo è falso
Così come è falso che le temperature globali siano cresciute negli ultimi 15 anni

Sul primo punto hai ragione, il surriscaldamento infatti è asimmetrico e concentrato soprattutto nel nord del pianeta, che è quello dove vengono emessi più agenti inquinanti. Sul tuo dato sugli ultimi 15 anni non ho informazioni anche se mi risulta che il 2015 è comunque stato l'anno più caldo dall'inizio delle rilevazioni e i primi mesi del 2016 lasciano prevedere che verrà battuto

Gianluca
14-05-16, 16:31
Sul primo punto hai ragione, il surriscaldamento infatti è asimmetrico e concentrato soprattutto nel nord del pianeta, che è quello dove vengono emessi più agenti inquinanti. Sul tuo dato sugli ultimi 15 anni non ho informazioni anche se mi risulta che il 2015 è comunque stato l'anno più caldo dall'inizio delle rilevazioni e i primi mesi del 2016 lasciano prevedere che verrà battuto

Guarda il video di Rubbia
Lo dice chiaramente

Poi anni caldi (se il 2015 lo è stato perché io non ne sono affatto sicuro) ci sono sempre stati

La temperatura media della superficie terrestre è variata nel corso di miliardi di anni di parecchie decine di gradi, sia in meno che in più

I cianobatteri hanno avuto un impatto sul pianeta molto più devastante dell'uomo ma nessuno li ha condannati per questo

Insomma qui si tratta di decidere se come dicono alcuni l'uomo non abbia diritto a vivere come vuole su questa terra in quanto ospite indesiderato oppure se sia una creatura che ha diritto a riprodursi come le altre

Siamo un virus da cancellare dalla faccia del pianeta come diceva l'agente smith di Matrix (e come pensano gli estremisti ecologisti) oppure abbiamo diritto a essere come siamo, nel bene e nel male, come tutte le altre creature?

agaragar
14-05-16, 18:51
I cianobatteri hanno avuto un impatto sul pianeta molto più devastante dell'uomo ma nessuno li ha condannati per questo
Insomma, hanno provocato una marginalizzazione(non estinzione) dei batteri anaerobi

Ma se Balene o Elefanti o scimmie antropomorfe sparissero, sarebbe una perdita irreparabile, almeno per la scienza, anche se il mondo andrebbe avanti.

Gianluca
18-05-16, 01:08
il mondo va sempre avanti, 4,5 miliardi di anni ci insegnano questo

tornando a noi ho scoperto questo

https://it.wikipedia.org/wiki/Controversia_sul_cambiamento_climatico

Climategate[modifica (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Controversia_sul_cambiamento_clima tico&veaction=edit&vesection=3) | modifica wikitesto (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Controversia_sul_cambiamento_clima tico&action=edit&section=3)]

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/f/f1/Exquisite-kfind.png/20px-Exquisite-kfind.png
Lo stesso argomento in dettaglio: Climategate (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate).


Il 20 novembre 2009 sono apparsi su internet alcuni file contenenti scambi di mail e modelli climatici provenienti dai server del Centro per la Ricerca Climatica (CRU) dell'Università dell'East Anglia[19] (https://it.wikipedia.org/wiki/Controversia_sul_cambiamento_climatico#cite_note-19). Questo centro di ricerca è uno dei più influenti tra quelli che studiano i cambiamenti climatici naturali e antropici e molti dei corrispondenti succitati fanno parte del Gruppo intergovernativo sul mutamento climatico).
Il contenuto delle mail e l'analisi del software usato dall'istituto per le sue predizioni climatiche hanno destato vaste polemiche non ancora sopite. In particolare hanno suscitato scalpore diversi carteggi in cui ad esempio la CRU, guidata da Phil Jones, si accordava con l'editor di una rivista, per bloccare per circa un anno la pubblicazione di un articolo che denunciava l'inadeguatezza degli attuali modelli climatici nello spiegare la discrepanza tra la temperatura registrata al suolo e quella registrata nella bassa troposfera[20] (https://it.wikipedia.org/wiki/Controversia_sul_cambiamento_climatico#cite_note-20). Il ritardo era funzionale a permettere la contemporanea pubblicazione di un corposo controarticolo della CRU cui era stata offerta dall'editor una corsia preferenziale[21] (https://it.wikipedia.org/wiki/Controversia_sul_cambiamento_climatico#cite_note-21). Un altro elemento che ha fatto molto discutere è stata la reticenza dei ricercatori della CRU di fornire i dati su cui costruivano i propri modelli.
Pur esistendo un dispositivo normativo che li obbligava a fornirli a chi ne avesse fatto richiesta (FOIA), i ricercatori inglesi li hanno forniti solo a scienziati allineati, negandoli in modo sistematico ai loro avversari, i critici verso il riscaldamento antropico[22] (https://it.wikipedia.org/wiki/Controversia_sul_cambiamento_climatico#cite_note-22). In ultimo il codice del software rinvenuto appariva al di sotto degli standard e presentava interventi e note in cui erano presenti evidenti manipolazioni ed aggiustamenti dei dati[23] (https://it.wikipedia.org/wiki/Controversia_sul_cambiamento_climatico#cite_note-23).
La successiva inchiesta del governo inglese sull'affidabilità delle ricerche effettuate dagli scienziati della CRU hanno assolto gli scienziati coinvolti dall'accusa di aver alterato i dati o di aver esagerato la minaccia del cambiamento climatico[24] (https://it.wikipedia.org/wiki/Controversia_sul_cambiamento_climatico#cite_note-24). Diversi scienziati e gli stessi dirigenti dell'IPCC sono stati accusati di conflitti di interesse in quanto collegati a movimenti o aziende che potrebbero beneficiare di incentivi economici o ricadute di immagine positive grazie all'imposizione di restrizioni alle emissioni di CO2[25] (https://it.wikipedia.org/wiki/Controversia_sul_cambiamento_climatico#cite_note-25).




insomma un carteggio dimostrava il tentativo di camuffare dati controversi, secondo alcuni questi comportamenti erano legati a benefici economici ed erano presenti dei conflitti di interesse.
magari non penalmente rilevanti ma eticamente discutibili e l'etica nella scienza è estremamente importante per la credibilità.
Non si tratta quindi di volere qualcuno in galera ma di vedere quanto credibile sia il suo lavoro.

Voi direte "ma sono stati assolti dall'accusa di aver esagerato l'allarme" ci arriviamo dopo.

Leggendo il pezzo si parla di pressioni politiche molto forti.

ma su cosa sembrano davvero d'accordo tutti?
Sul fatto che le attività dell'uomo abbiano un impatto sul clima globale...
ma certo! E non c'è nemmeno bisogno di parlare del CO2!
La sola energia che produciamo è decine di volte quella prodotta qualche decina di anni fa.

cosa vuol dire questo? Che qualsiasi forma energetica, ma anche la sola nostra presenza (il nostro corpo mi pare generi 100 watt all'ora e noi siamo 8 miliardi eh) aumenta la temperatura. Quindi più che limitare le emissioni di CO2 si farebbe prima a sterminare un po' della razza umana (sempre qui arriviamo, gli ambientalisti sotto sotto sempre questo cercano).

Certo anche il CO2 contribuisce.

Ma di quanto?
Questo esattamente non lo sa nessuno, per la ragione più semplice di questo mondo:
non c'è una misura univoca delle temperature, come visto nello scandalo sopra citato non c'è certezza nelle misure di temperature tra la troposfera, il suolo ecc, ma come diceva Kaplan (credo fosse lui) se non lo puoi misurare non lo puoi gestire.
E soprattutto se non puoi misurare la temperatura con certezza come fai a parlare di global warming e calcolare su di esso la parte di impatto di CO2?

Tra l'altro si è anche visto in uno studio pubblicato su Nature che l'aumento di CO2 porta un aumento della vegetazione e quindi un naturale riequilibrio, quindi questo impatto è da dimostrare nelle quantità attuali. Si può ipotizzare che oltre un certo limite di CO2 ci sarebbe un aumento sostanziale di temperatura, ma questo
1) non porterebbe all'estinzione della vita sulla terra (anzi)
2) non è detto che porti significative differenze sul livello dei meri (anche questo si è visto)

il concetto fondamentale è uno solo:
sappiamo che l'uomo con la sua presenza incide sul clima, ma non sappiamo bene quanto e ancor meno sappiamo quanto incida o abbia inciso l'aumento di CO2, quindi i toni apocalittici non hanno alcun senso. L'idea che la terra si accenda come un cerino e vada in fiamme o esploda è semplicemente ridicola, e serve solo a spaventare i bambini. Non c'è lo scioglimento complessivo dei ghiacci e non c'è alcuna deforestazione (anzi!).
La cosa più ridicola di tutte sarebbe la definizione su queste basi del cosiddetto "punto di non ritorno"

il punto oltre il quale non ci sarebbe più possibilità di tornare indietro e la variazione climatica diventerebbe irreversibile.

Quale sarebbe questo punto di non ritorno?

La comunità scientifica è unanime su questo?

Perché QUESTO e nessun altro è il punto POLITICO: si dice "se non si interviene subito il cambiamento climatico sarà irreversibile e allora facciamo protocolli di Kyoto e compagnia cantante!"

World Headed for Irreversible Climate Change ? IEA - Our World (http://ourworld.unu.edu/en/world-headed-for-irreversible-climate-change-iea)
e giù ipotesi
Il riscaldamento globale potrebbe peggiorare prima del previsto - Gwynne Dyer - Internazionale (http://www.internazionale.it/opinione/gwynne-dyer/2016/04/20/riscaldamento-globale-el-nino)

questo è un capolavoro
Il riscaldamento globale è già irreversibile? Ipcc: «Più probabili effetti gravi» - Greenreport: economia ecologica e sviluppo sostenibile (http://www.greenreport.it/news/riscaldamento-globale-gia-irreversibile-ipcc-probabili-effetti-gravi/)

insomma se andiamo a vedere da anni si parla di effetti irreversibili, ma non c'è assolutamente nulla a suffragio di questo se non teorie senza alcuna misurazione reale a supporto di esse

qui un video catastrofista che fa "cherry picking"

https://www.youtube.com/watch?v=b6orGJrbazM

ma ce ne sono decine, e un po' come le previsioni che il petrolio sarebbe finito, questo "punto di non ritorno" si sposta sempre di più.
Esattamente come la fine del mondo prevista dai testimoni di geova...

e qui arriviamo alla assoluzione degli scienziati, come li si può condannare di aver alterato dei dati che non dicono nulla?
Di aver esagerato cose che non si possono dimostrare? Sarebbe come dire che gli scienziati non possono fare ipotesi?
Ridicolo anche solo pensarlo.
Per condannarli avrebbero avuto bisogno di una misurazione che si dimostrasse più accurata ed una previsione senza ombra di dubbio verificabile.
Ma tutto questo non esiste...

c'è solo una gran lotta politica, soprattutto in USA tra DEM e GOP
una lotta di potere politico, che con la Scienza non ha nulla a che vedere.
tutto qui.

saltarellicristiano
18-05-16, 16:36
Tu hai ragione a dire che si tratta di una lotta politica, il fatto è che, e sono dati pubblicati da tutti i mezzi di informazione, negli ultimi 6-7 mesi, il riscaldamento dell'emisfero settentrionale della terra ha incrementato l'accumulo di calore anche oltre l'andamento di quei modelli catastrofistici. Qualcuno dice, questi sbalzi ci sono stati durante tutta la storia della terra. Questo è vero ma sembra che mai il livello di riscaldamento sia arrivato ai livelli attuali, cioè degli ultimi 6-7 mesi.

Gianluca
13-07-16, 23:22
https://www.youtube.com/watch?v=kFyH-b3FRvE

agaragar
14-07-16, 08:57
ma su cosa sembrano davvero d'accordo tutti?
Sul fatto che le attività dell'uomo abbiano un impatto sul clima globale...
ma certo! E non c'è nemmeno bisogno di parlare del CO2!
La sola energia che produciamo è decine di volte quella prodotta qualche decina di anni fa.

cosa vuol dire questo? Che qualsiasi forma energetica, ma anche la sola nostra presenza (il nostro corpo mi pare generi 100 watt all'ora e noi siamo 8 miliardi eh) aumenta la temperatura. Quindi più che limitare le emissioni di CO2 si farebbe prima a sterminare un po' della razza umana (sempre qui arriviamo, gli ambientalisti sotto sotto sempre questo cercano).

Sarebbero 800 megawatt, la metà di una singola centrale nucleare....

cmq sono meno di 30 watt considerando il sonno

-Duca-
14-07-16, 12:01
Anche il premio nobel per la fisica Ivar Giaver sostiene che il riscaldamento globale sia un concetto religioso e non scientifico


https://www.youtube.com/watch?v=Dk60CUkf3Kw

Gianluca
14-07-16, 13:05
È tutta una montatura politica secondo me. Fare leva sulle paure della gente è tipico dei politicanti ambientalisti

Ma poi da quando una cosa è scientificamente provata se ha il consenso di molti scienziati?

Una cosa è scientificamente provata quando ci sono prove scientifiche inconfutabili, cosa che non abbiamo affatto

Al massimo ci sono indizi

Questo è un processo politico e non scientifico e lo si capisce soprattutto dal fatto che si basa sul consenso di una parte degli scienziati.

Jerome
14-07-16, 13:13
I cambiamenti climatici ci sono. Troppe trombe d'aria nel mediterraneo. Inoltre c'è lo scioglimento dei ghiacci. A cosa è dovuto se il riscaldamento non c'è? Tra l'altro gli ambienti che sono ostili al concetto di global warming rendono assai sospetta di conflitto di interesse questa critica.

-Duca-
14-07-16, 13:35
I cambiamenti climatici ci sono. Troppe trombe d'aria nel mediterraneo. Inoltre c'è lo scioglimento dei ghiacci. A cosa è dovuto se il riscaldamento non c'è? Tra l'altro gli ambienti che sono ostili al concetto di global warming rendono assai sospetta di conflitto di interesse questa critica.

monsier, mister k , keynez

-Duca-
14-07-16, 13:37
È tutta una montatura politica secondo me. Fare leva sulle paure della gente è tipico dei politicanti ambientalisti

Ma poi da quando una cosa è scientificamente provata se ha il consenso di molti scienziati?

Una cosa è scientificamente provata quando ci sono prove scientifiche inconfutabili, cosa che non abbiamo affatto

Al massimo ci sono indizi

Questo è un processo politico e non scientifico e lo si capisce soprattutto dal fatto che si basa sul consenso di una parte degli scienziati.

è una montatura che cmq ha funzionato bene fino a questo punto visto che gli stati si sono impegnati a finanziare le c.d. energie alternative per 1000 miliardi di dollari,
inoltre la piu' grande compagnia estrattiva di carbone del mondo è finita in bancarotta pochi mesi fa..
https://en.wikipedia.org/wiki/Peabody_Energy

Jerome
14-07-16, 14:34
monsier, mister k , keynez

Non sono Monsieur

Gianluca
14-07-16, 15:09
I cambiamenti climatici ci sono. Troppe trombe d'aria nel mediterraneo. Inoltre c'è lo scioglimento dei ghiacci. A cosa è dovuto se il riscaldamento non c'è? Tra l'altro gli ambienti che sono ostili al concetto di global warming rendono assai sospetta di conflitto di interesse questa critica.

Non c'è nessuno scioglimento dei ghiacci

Tu vedi città di mare sommerse?

Io no

Anzi per esempio Venezia sta messa meglio rispetto a 20 anni fa

Ti fanno vedere il polo nord e non ti dicono che il polo sud è aumentato

E tu gli credi, ovviamente

Jerome
14-07-16, 15:11
Non c'è nessuno scioglimento dei ghiacci Tu vedi città di mare sommerse? Io no Anzi per esempio Venezia sta messa meglio rispetto a 20 anni fa Ti fanno vedere il polo nord e non ti dicono che il polo sud è aumentato E tu gli credi, ovviamente Io il caldo lo sento, e i ghiacciai sciolti li ho visti. Può darsi che si sarebbero sciolti lo stesso, oppure no.

Jerome
14-07-16, 15:17
Magari è dovuto alle tempeste solari, ma occorre dimostrare che non sia effetto di attività umane.https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/f/f4/Instrumental_Temperature_Record.png/800px-Instrumental_Temperature_Record.png Mi ricorda molto il complottismo 1) tanti scienziati/studiosi/testimoni dicono una cosa 2) alcuni dissentono 3) invece di portare le prove inconfutabili che darebbero ragione ai dissenzienti, i sostenitori delle idee cospirazioniste sostengono il complotto e il boicottaggio delle idee "scomode" da parte dell'establishment, spesso per cause politiche (accade anche in campo astronomico, con alcuni dissenzienti del Big Bang che accusano gli altri di essere "religiosi").

Gianluca
14-07-16, 15:21
Magari è dovuto alle tempeste solari, ma occorre dimostrare che non sia effetto di attività umane.https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/f/f4/Instrumental_Temperature_Record.png/800px-Instrumental_Temperature_Record.png Mi ricorda molto il complottismo 1) tanti scienziati/studiosi/testimoni dicono una cosa 2) alcuni dissentono 3) invece di portare le prove inconfutabili che darebbero ragione ai dissenzienti, i sostenitori delle idee cospirazioniste sostengono il complotto e il boicottaggio delle idee "scomode" da parte dell'establishment, spesso per cause politiche (accade anche in campo astronomico, con alcuni dissenzienti del Big Bang che accusano gli altri di essere "religiosi").

Non hai proprio letto la discussione vero?

I tanti scienziati che lo dicono sono in realtà tutti o quasi legati alla politica

Anche il grafico da te postato sulle temperature è falso

Le temperature degli anni 30 erano superiori ad ora

Jerome
14-07-16, 15:24
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/c/c1/2000_Year_Temperature_Comparison.png Questo è il grafico più controverso e utilizzato per sostenere che le variazioni climatiche siano normali, ma mostra un picco insolito anche rispetto ai normali innalzamenti di clima della storia.

Jerome
14-07-16, 15:27
Non hai proprio letto la discussione vero? I tanti scienziati che lo dicono sono in realtà tutti o quasi legati alla politica Questo è un argomento usato anche dai fautori del Moon Hoax (gli scienziati che sostengono l'allunaggio vengono pagati dalla NASA o hanno paura di rovinarsi la carriera). Mentre invece chi sostiene che le temperature non aumentino c'è la sicurezza che si tratti di persone equidistanti? Potrebbero essere legati all'industria del carbone o appartenenti alla lobby che sta dalla parte politica americana notoriamente ostile a ogni limitazione in questo senso (ovviamente, perché perdono soldi). è provato inoltre che il governo Bush abbia fatto pressione su alcuni scienziati perché aderissero allo scetticismo governativo per il global warming. https://www.newscientist.com/article/dn11074-us-climate-scientists-pressured-on-climate-change/ Una voce su Wikipedia riporta che "Richard Lindzen, professore di meteorologia al MIT, affermò che: «…[nell'] inverno del 1989 Reginald Newell, un professore di meteorologia [al MIT] ha perso un finanziamento della National Science Foundation per l'analisi di dati che non evidenziavano un aumento netto della temperatura nel secolo passato» Lindzen ha anche supposto che quattro altri scienziati avessero "apparentemente" perso i loro finanziamenti o i loro posti dopo aver messo in discussione il sostegno scientifico al riscaldamento globale. Lo stesso Lindzen avrebbe tuttavia ricevuto denaro da organizzazioni interessate all'energia quali l'OPEC e la Western Fuels Association, un consorzio di fornitori di carbone, compresi «…$2,500 al giorno per i suoi servizi di consulenza», come anche fondi da enti federali statunitensi, compresa la National Science Foundation, il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti d'America e la NASA." Quale delle due parti ha gli scienziati più integerrimi? Perché dovrei credere a scienziati che si sono compromessi con il governo Bush (noto propagatore di falsità come la fialetta di Colin Powell con la finta antrace) o ai grillini d'america (Movimento LaRouche) in luogo di quelli che sarebbero vicini a Obama o Al Gore? Ovviamente c'è chi esagera (BBC NEWS | Science/Nature | Chaotic world of climate truth (http://news.bbc.co.uk/2/hi/science/nature/6115644.stm)) danneggiando l'immagine di tutti, ma negare del tutto il fenomeno (come sostenere, rimanendo in tema, che il nucleare sia la tecnologia sicura del futuro, che le scorie non siano un problema o che il petrolio non finirà mai e che non causa scontri geopolitici) è totalmente sbagliato. Mi sembra appunto parte della campagna elettorale di Trump anziché un vero dibattito.

Gianluca
14-07-16, 15:39
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/c/c1/2000_Year_Temperature_Comparison.png Questo è il grafico più controverso e utilizzato per sostenere che le variazioni climatiche siano normali, ma mostra un picco insolito anche rispetto ai normali innalzamenti di clima della storia.

Ma chi ti ha dato questo grafico?

Jerome
14-07-16, 15:41
Ma chi ti ha dato questo grafico? Climate Reconstruction | National Centers for Environmental Information (NCEI) formerly known as National Climatic Data Center (NCDC) (http://www.ncdc.noaa.gov/data-access/paleoclimatology-data/datasets/climate-reconstruction) https://commons.wikimedia.org/wiki/File:2000_Year_Temperature_Comparison.png

Gianluca
14-07-16, 15:41
Questo è un argomento usato anche dai fautori del Moon Hoax (gli scienziati che sostengono l'allunaggio vengono pagati dalla NASA o hanno paura di rovinarsi la carriera). Mentre invece chi sostiene che le temperature non aumentino c'è la sicurezza che si tratti di persone equidistanti? Potrebbero essere legati all'industria del carbone o appartenenti alla lobby che sta dalla parte politica americana notoriamente ostile a ogni limitazione in questo senso (ovviamente, perché perdono soldi). è provato inoltre che il governo Bush abbia fatto pressione su alcuni scienziati perché aderissero allo scetticismo governativo per il global warming. https://www.newscientist.com/article/dn11074-us-climate-scientists-pressured-on-climate-change/ Una voce su Wikipedia riporta che "Richard Lindzen, professore di meteorologia al MIT, affermò che: «…[nell'] inverno del 1989 Reginald Newell, un professore di meteorologia [al MIT] ha perso un finanziamento della National Science Foundation per l'analisi di dati che non evidenziavano un aumento netto della temperatura nel secolo passato» Lindzen ha anche supposto che quattro altri scienziati avessero "apparentemente" perso i loro finanziamenti o i loro posti dopo aver messo in discussione il sostegno scientifico al riscaldamento globale. Lo stesso Lindzen avrebbe tuttavia ricevuto denaro da organizzazioni interessate all'energia quali l'OPEC e la Western Fuels Association, un consorzio di fornitori di carbone, compresi «…$2,500 al giorno per i suoi servizi di consulenza», come anche fondi da enti federali statunitensi, compresa la National Science Foundation, il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti d'America e la NASA." Quale delle due parti ha gli scienziati più integerrimi? Perché dovrei credere a scienziati che si sono compromessi con il governo Bush (noto propagatore di falsità come la fialetta di Colin Powell con la finta antrace) o ai grillini d'america (Movimento LaRouche) in luogo di quelli che sarebbero vicini a Obama o Al Gore? Ovviamente c'è chi esagera (BBC NEWS | Science/Nature | Chaotic world of climate truth (http://news.bbc.co.uk/2/hi/science/nature/6115644.stm)) danneggiando l'immagine di tutti, ma negare del tutto il fenomeno (come sostenere, rimanendo in tema, che il nucleare sia la tecnologia sicura del futuro, che le scorie non siano un problema o che il petrolio non finirà mai e che non causa scontri geopolitici) è totalmente sbagliato. Mi sembra appunto parte della campagna elettorale di Trump anziché un vero dibattito.

Ma non diciamo cazzate sul moon hoax
Non c'è nessuno scienziato che sostiene il moon hoax io ti posso mettere una lista enorme di scienziati veri che negano l'aumento di temperatura.
Pagano pure Rubbia per mentire?
Guarda il suo video con l'audizione al senato.

Si vede che vuoi fare casino e non ragionare se parli di moon hoax

Gianluca
14-07-16, 15:43
Tra l'altro Trump parla di tutt'altro nelle sue campagne se avrà fatto una battuta su questo tema ha fatto pure bene ma dire che sta facendo la campagna elettorale su questo è una stronzata.

Lo sanno tutti quali sono i cavalli di battaglia di Trump e l'ambiente è un elemento decisamente marginale. Non è assolutamente al centro del dibattito in questo momento

Jerome
14-07-16, 15:46
Ma non diciamo cazzate sul moon hoax Non c'è nessuno scienziato che sostiene il moon hoax io ti posso mettere una lista enorme di scienziati veri che negano l'aumento di temperatura. Pagano pure Rubbia per mentire? Guarda il suo video con l'audizione al senato. Si vede che vuoi fare casino e non ragionare se parli di moon hoax Anche Zichichi sostiene che non esista alcun cambiamento climatico. Il moon hoax l'ho citato perché il tipo di argomentazione è simile, forse in questo caso c'è più divisione sulle cause, ma non sui fatti. Non so che rapporti abbia Rubbia con la politica e non posso dire si o no. La maggioranza non nega un aumento di temperatura ma le cause. Ma come si può negare che ci sia comunque un appoggio politico alla causa no global warming, ad esempio da settori maggioritari del Partito Repubblicano? Non è propriamente la scienza + la politica vs. la scienza dissenziente, ma due lobby politico-scientifiche che si fronteggiano.

Jerome
14-07-16, 15:47
Tra l'altro Trump parla di tutt'altro nelle sue campagne se avrà fatto una battuta su questo tema ha fatto pure bene ma dire che sta facendo la campagna elettorale su questo è una stronzata. Lo sanno tutti quali sono i cavalli di battaglia di Trump e l'ambiente è un elemento decisamente marginale. Non è assolutamente al centro del dibattito in questo momento Però i Repubblicani (a parte alcuni) sono sempre stati ostili a queste tematiche, e le pressioni politiche ci sono state da parte dell'amministrazione Bush.

Gianluca
14-07-16, 16:20
Anche Zichichi sostiene che non esista alcun cambiamento climatico. Il moon hoax l'ho citato perché il tipo di argomentazione è simile, forse in questo caso c'è più divisione sulle cause, ma non sui fatti. Non so che rapporti abbia Rubbia con la politica e non posso dire si o no. La maggioranza non nega un aumento di temperatura ma le cause. Ma come si può negare che ci sia comunque un appoggio politico alla causa no global warming, ad esempio da settori maggioritari del Partito Repubblicano? Non è propriamente la scienza + la politica vs. la scienza dissenziente, ma due lobby politico-scientifiche che si fronteggiano.

Scusa ma l'onere della prova spetta alla accusa.
Quelli che dicono che c'è la devono dimostrare.

E non è assolutamente vero che tutti siano d'accordo con l'aumento della temperatura. Basta che tu veda i video che io ho postato (tu invece preferisci cercare di vedere legami tra questi scienziati e le fantomatiche lobby)

Gianluca
14-07-16, 16:23
Però i Repubblicani (a parte alcuni) sono sempre stati ostili a queste tematiche, e le pressioni politiche ci sono state da parte dell'amministrazione Bush.

Le pressioni politiche documentate ci sono state da parte delle amministrazioni democratiche.
Molti degli organismi che ora sfornano i dati allarmanti sono stati creati al tempo di Clinton con esperti selezionati da quella amministrazione

Se non facessero allarmismo non avrebbero un lavoro

Ora però a parte Gore che fa i film e non è uno scienziato chi sarebbero gli altri scienziati che ci hanno messo la faccia?

A me sembra che a parlare sia soprattutto un ente governativo

-Duca-
14-07-16, 16:24
la lobby delle rinnovabili ci hanno guadagnato 1000 miliardi di dollari grazie alla propaganda terroristica del global warming..


Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Gianluca
14-07-16, 16:24
la lobby delle rinnovabili ci hanno guadagnato 1000 miliardi di dollari grazie alla propaganda terroristica del global warming..


Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Che non sono pochi soldi...
Ma si dice che sia una buona causa quindi va bene così, no?

-Duca-
14-07-16, 16:30
Che non sono pochi soldi...
Ma si dice che sia una buona causa quindi va bene così, no?
sono una montagna di soldi, e ormai sono stai assegnati, quindi la lobby ha raggiunto il suo scopo direi..
immagino che da ora in avanti ne sentiremo parlare sempre meno fino a dimenticarcene

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

agaragar
15-07-16, 14:39
Ma non diciamo cazzate sul moon hoax
Non c'è nessuno scienziato che sostiene il moon hoax....

Pardon, ci sono diversi scienziati che lo sostengono

Ma cosa ancor più importante, non si è mai visto nessun grande scienziato appoggiare l'allunaggio, o partecipare a celebrazioni di esso

Qui i creduloni sono quelli che dicono che è vero perchè lo ha detto la televisione :D

Gianluca
16-07-16, 11:32
Pardon, ci sono diversi scienziati che lo sostengono

Ma cosa ancor più importante, non si è mai visto nessun grande scienziato appoggiare l'allunaggio, o partecipare a celebrazioni di esso

Qui i creduloni sono quelli che dicono che è vero perchè lo ha detto la televisione :D
in realtà ci sarebbero anche foto recenti della luna in cui si vedono i resti

chi sarebbero gli scienziati che dicono sta roba scusa?

agaragar
16-07-16, 15:51
in realtà ci sarebbero anche foto recenti della luna in cui si vedono i restiLe ho viste, ma non ho visto nulla


chi sarebbero gli scienziati che dicono sta roba scusa?

A cominciare da Bill Kaysing, che scrisse il primo libro sull'argomento, che era un tecnico del saturno 5
James H. Fetzer, David Groves, David S. Percy, Stanislav Pokrovsky, Ralph René, Takahiko Soejima, sono alcuni

Ma attenzione, io non ho detto che una consistente parte della comunità scientifica appoggi il moon Hoax,
in quanto ovviamente non ci sono prove dirette per negare l'allunaggio, solo il fatto che si è allunati due volte l'anno per 3 anni e poi mai più per 50 anni

Io dico che nessun scienziato di livello ha MAI partecipato a celebrazioni degli anniversari dell'allunaggio, e che quasi non se ne discute nella comunità scienfica,
e non se ne è mai discusso molto,

se pochi scienziati hanno scelto di affermare il moon hoax, la stragrande maggioranza non ne parla mai
un silenzio invero assordante.

E poi sono passati 50 anni oh, ma di che stiamo a parlare?
Se la Madonna era vergine 2000 anni fa?

agaragar
16-07-16, 15:53
Sapete quando sono divenuto un sostenitore del Moon Hoax?

L'11 settembre 2001

Qualche minuto dopo i fatti mi è balzata un'idea in mente:

"Ma qui ci stanno raccontando un sacco di cazzate

Gianluca
16-07-16, 18:52
Dopo ti cerco le foto

agaragar
16-07-16, 22:12
Dopo ti cerco le foto

Inutile, le ho viste, sono delle macchiette a bassa risoluzione

E poi cosa dovrebbero mostrare? un pezzo di ferro?

Si sa che molte sonde sono arrivate sulla Luna

agaragar
16-07-16, 22:57
chi sarebbero gli scienziati che dicono sta roba scusa?

Ah, dimenticavo, recentemente Alan Anderson, che era un importante scienziato della NASA, ora vicino alla morte

"NASA Scientists Admit Moon Landing Was A Hoax
POSTED ON JANUARY 2, 2015
HOUSTON, Texas - NASA Scientists Admit Moon Landing Was A Hoax

NASA officials today admitted what many conspiracy theorists have been claiming for years, that man never walked on the moon. Chief scientist Alan Anderson said the lunar landing hoax had ‘gone on long enough,’ and that it was becoming ridiculous to keep claiming that men have been to the moon.

”You have to understand, NASA was under a lot of pressure when President Kennedy promised the Nation that he’d put a man on the moon before the Ruskies,” said Space Technology Scientist Alan Anderson. “We told him it was impossible, so he knew it had to be faked.”

“As the story goes he threatened to cut off funding if we didn’t go along with the hoax,” said NASA engineer Rod Sterling. “People are smarter these days, and it’s getting more ridiculous and more difficult to keep the lie going. We’re coming forward today to put an end to the lies and the manipulation of the public, and to put a stop to a planned 2018 hoax Mars mission. NASA does a lot of good things, and our technology advances have helped mankind in many ways. I just don’t want to see us waste our time and your tax dollars. We have real work to do.”

NASA spokesmen said that President Obama had, like all presidents before him, knowledge of the hoax, and was required to keep it a secret by the CIA and the White House."
Truth Zone - Forum: Did the Apollo program land men on the Moon? (1/3) (http://truth-zone.net/forum/space-and-related-subjects/62202-did-the-apollo-program-land-men-on-the-moon.html#169036)

saltarellicristiano
17-07-16, 16:26
Inutile, le ho viste, sono delle macchiette a bassa risoluzione

E poi cosa dovrebbero mostrare? un pezzo di ferro?

Si sa che molte sonde sono arrivate sulla Luna

Io sono sostenitore di una tesi intermedia riguardo lo sbarco sulla luna, secondo me gli americani non ci sono andati con il primo viaggio, essi non potevano correre il rischio che quel viaggio andasse male per cui misero in atto una messa in scena, secondo me comprovata dal fatto che, poco prima dell'atterraggio la linea salta perché la ricostruzione della discesa era stata fatta nella prima fase con immagini riprese realmente attorno alla luna, e nella seconda fase direttamente dal luogo sulla terra dove l'apollo stava planando. Comunque dopo sicuramente gli Americani ci sono andati sulla Luna anche perché ci sono riferimenti tecnologici che lo provano. La questione secondo me era puramente politica, Kennedy aveva promesso la conquista della Luna entro il decennio e il decennio stava scadendo, ma naturalmente non si poteva rischiare con qualche evento accidentale, per cui si è optato per la messa in scena.

Druuna
08-08-16, 11:56
notate la differenza tra l'emisfero nord e quello sud


https://www.youtube.com/watch?v=x1SgmFa0r04

fiume sand creek
08-08-16, 11:57
Vorrei sapere chi è che sostiene questo concetto di "buonismo" (parola coniata dal fascismo, ricordiamolo), il quale, operativamente non serve a nulla.
Il punto è che se nel mondo si sono creati degli squilibri tanto grandi (e relativi eventi catastrofici come guerre, catastrofi naturali ecc.) da spingere milioni di persone a cercare salvezza altrove, bisognerebbe da un lato dare risposte concrete alla situazione in atti, sfruttando anche gli aspetti positivi (che ci sono) del fenomeno, e dall'altro riflettere un attimo sulle cause e magari fare uno sforzo collettivo per agire su queste cause, magari anche facendo un po' di mea culpa.

Noi "occidentali" non vogliamo prendere atto della misura di ciò che abbiamo causato negli ultimi 200-500 anni, perchè è molto comodo far finta di niente e continuare a vivere come facciamo. Il punto è che il nostro modo di vivere è la causa di una serie di problemi, e una delle conseguenze di tutti questi problemi sono le migrazioni.
Quindi non basta dire "via i negher", quello che bisogna fare è molto più difficile ed è esattamente l'opposto di quello che propongono i partiti come la Lega.

O sei anche tu uno di quelli che nega le responsabilità occidentali come viene negato il global warming ?


https://www.youtube.com/watch?v=gGOzHVUQCw0


Io sono un buonista.
Almeno così mi hanno definito in più occasioni.
Certo, sarei stato favorevole allo sterminio totale di nazisti, fascisti e loro collaboratori alla fine della guerra, senza distinzioni di sesso o età.
Però sono buonista.
Giustifico pienamente le foibe.
Però sono buonista.
Considero legittimo atto di disinfestazione la soppressione fisica degli esseri inferiori e della feccia.
Però sono buonista.;)

Gianluca
12-08-16, 12:22
notate la differenza tra l'emisfero nord e quello sud


https://www.youtube.com/watch?v=x1SgmFa0r04

Credi a qualsiasi video che trovi in rete?
Questa ricostruzione a che periodo dell'anno appartiene?

Il global warming non esiste

È una costruzione politica che ha uno scopo preciso

Gianluca
12-08-16, 12:59
Sono altri i senza vergogna, e non si dovrebbe permettere di insultare la mia sanità mentale o mettere in dubbio la mia parola, né usare agenti provocatori per liberarsi delle teste pensanti. Le assurdità le scrivi tu, vedere il global warming. Addio.

Beh credo che sulla tua sanità mentale e sul valore della tua parola si siano fatti tutti la propria idea...
E in questo io non c'entro nulla così come non c'entra il global warming

Hai fatto tutto da solo.

Maestrale
12-08-16, 15:47
Il global warming non esiste

È una costruzione politica che ha uno scopo preciso

Guarda che se scrivi ste stronzate complottistiche, smentibili anche solo dalle rilevazioni dei termometri dell'Organizzazione Mondiale Meterologica, la conseguenza naturale è che il Laboratorio TP diventi presto un cesso tipo fondoscala 2.0 pieno di troll bananas, altro che "elite del forum"

Gianluca
12-08-16, 16:11
Guarda che se scrivi ste stronzate complottistiche, smentibili anche solo dalle rilevazioni dei termometri dell'Organizzazione Mondiale Meterologica, la conseguenza naturale è che il Laboratorio TP diventi presto un cesso tipo fondoscala 2.0 pieno di troll bananas, altro che "elite del forum"

Ma quali rilevazioni?
Non sai di cosa parli e parli per luoghi comuni.

Io mi sono documentato e parecchio invece.
Sei tu che non hai letto nulla.

Gli aumenti che sono stati rilevati sono marginali e le misure non possono essere comunque accurate per una questione metodologica. È semplicemente impossibile.

Cazzo non sai proprio quello che dici ma senti Rubbia sulla temperatura piuttosto.
E chiediti perché Gore ha preso il nobel per la pace e non per la fisica.

Il laboratorio tp non è l'elite del forum ma il mio pensatoio. Un forum dove faccio le mie riflessioni. Chi cazzo ha mai parlato di elite?
Ma che cazzo stai dicendo? Sei impazzito?

Maestrale
12-08-16, 16:18
Ma quali rilevazioni?
Non sai di cosa parli e parli per luoghi comuni.

Io mi sono documentato e parecchio invece.
Sei tu che non hai letto nulla.

Gli aumenti che sono stati rilevati sono marginali e le misure non possono essere comunque accurate per una questione metodologica. È semplicemente impossibile.

Cazzo non sai proprio quello che dici ma senti Rubbia sulla temperatura piuttosto.
E chiediti perché Gore ha preso il nobel per la pace e non per la fisica.

Il laboratorio tp non è l'elite del forum ma il mio pensatoio. Un forum dove faccio le mie riflessioni. Chi cazzo ha mai parlato di elite?
Ma che cazzo stai dicendo? Sei impazzito?

Documentato parecchio non mi pare proprio, come tutti quelli che ancora sostengono che il GW non esista nel 2016. Forse ti sei documentato sui siti del signoraggio e compagnia bella

Pensavo che il laboratorio TP volesse essere un'altra cosa comunque, si vede che ho frainteso

Gianluca
12-08-16, 16:22
Documentato parecchio non mi pare proprio, come tutti quelli che ancora sostengono che il GW non esista nel 2016. Forse ti sei documentato sui siti del signoraggio

Comunque ti ho dato solo un consiglio, poi vedi tu

A me pare evidente che non hai visto i video e non hai letto nessuno degli articoli

Sono articoli di nature, rilevazioni della Nasa
Video di Rubbia e altri premi Nobel (diversi premi Nobel altroché, e per la fisica non per la pace)

Chiediti perché hanno dato il nobel per la pace piuttosto. Perché creare un nemico comune per tutti i popoli li avvicina e favorisce la pace, anche se il nemico comune non esiste.

Oltretutto Gore nel discorso di premiazione del Nobel per la pace disse che entro 7 anni l'artico si sarebbe sciolto completamente. Beh invece è ancora lì... Che strano!

Cazzo c'entra il signoraggio?

Stai facendo la figura di quello che non ha nemmeno letto cosa è stato scritto e parla per partito preso e per pregiudizio

Maestrale
12-08-16, 16:35
A me pare evidente che non hai visto i video e non hai letto nessuno degli articoli

Sono articoli di nature, rilevazioni della Nasa
Video di Rubbia e altri premi Nobel (diversi premi Nobel altroché, e per la fisica non per la pace)

Chiediti perché hanno dato il nobel per la pace piuttosto. Perché creare un nemico comune per tutti i popoli li avvicina e favorisce la pace, anche se il nemico comune non esiste.

Oltretutto Gore nel discorso di premiazione del Nobel per la pace disse che entro 7 anni l'artico si sarebbe sciolto completamente. Beh invece è ancora lì... Che strano!

Cazzo c'entra il signoraggio?

Stai facendo la figura di quello che non ha nemmeno letto cosa è stato scritto e parla per partito preso e per pregiudizio

Le rilevazioni della NASA sono le stesse che hanno postato Pedro e Felipe sul fondoscala in un thread di qualche anno fa, gli ho già fatto fare un'ampia figura di merda visto che all'interno dell'articolo si spiega che mentre la calotta di ghiaccio antartica aumenta quella artica diminuisce e il saldo è comunque negativo

Inoltre, sempre nello stesso articolo, spiega che anche la calotta di ghiaccio antartica aumenta nonostante le temperatura aumenti anch'essa, per un discorso di cambio di venti e correnti. Dunque neanche prendendo scorrettamente in esame il solo dato singolo dell'aumento della calotta antartica non dimostriamo che il GW non esiste, anzi

D'altra parte la NASA è gente seria, mica ci lavorano Bamba de Kraut e compagnia bella. Ci perdono un pò di tempo ad analizzare le cose. Voi invece fate la stessa cosa ogni volta, cercate e prendete uno o più dati superficialmente equivocabili per tirare le vostre conclusioni di comodo completamente sballate. E tra l'altro, come in questo caso, il dato è pure lo stesso di altri thread, quindi io non c'ho mica voglia di passare la vita a inseguire fondoscalisti bananas per sensibilizzarli sulle stesse cose che ciclicamente ogni tanto ri-escono fuori. Credete un pò quello che vi pare, ma la figuraccia certamente la fate voi mica io, anche se non ve ne rendete conto

Gianluca
14-08-16, 02:31
Le rilevazioni della NASA sono le stesse che hanno postato Pedro e Felipe sul fondoscala in un thread di qualche anno fa, gli ho già fatto fare un'ampia figura di merda visto che all'interno dell'articolo si spiega che mentre la calotta di ghiaccio antartica aumenta quella artica diminuisce e il saldo è comunque negativo

Inoltre, sempre nello stesso articolo, spiega che anche la calotta di ghiaccio antartica aumenta nonostante le temperatura aumenti anch'essa, per un discorso di cambio di venti e correnti. Dunque neanche prendendo scorrettamente in esame il solo dato singolo dell'aumento della calotta antartica non dimostriamo che il GW non esiste, anzi

D'altra parte la NASA è gente seria, mica ci lavorano Bamba de Kraut e compagnia bella. Ci perdono un pò di tempo ad analizzare le cose. Voi invece fate la stessa cosa ogni volta, cercate e prendete uno o più dati superficialmente equivocabili per tirare le vostre conclusioni di comodo completamente sballate. E tra l'altro, come in questo caso, il dato è pure lo stesso di altri thread, quindi io non c'ho mica voglia di passare la vita a inseguire fondoscalisti bananas per sensibilizzarli sulle stesse cose che ciclicamente ogni tanto ri-escono fuori. Credete un pò quello che vi pare, ma la figuraccia certamente la fate voi mica io, anche se non ve ne rendete conto

La Nasa dice anche che la vegetazione è aumentata ma tu invece scommetto che non mi sai dire chi parla del GW

I nomi di quelli contrari sono noti

Ma di quelli a favore?

Te lo dico io (prima che inizi le ricerche su Google): organizzazioni intergovernative con vertici decisi dalla politica


È solo politica.


È propaganda politica con finalità molto chiare
1) creare un nemico comune per fare collaborare le nazioni. Ovviamente la regia è l'egemonia su questo tema sono americane. Un nuovo modo di comandare. Se vogliamo una nuova specie di religione (che aveva scopi simili ovvero fare si che i vicini non si ammazzassero tra loro)
2) rallentare la crescita di paesi emergenti come la Cina che produce molta CO2. Rallentare la crescita della Cina ne allontana la minaccia. Impedirle l'uso di combustibili fossili in nome di un interesse superiore (inventato) è l'obiettivo di protocolli come quello di Kyoto
3) last but not least la carriera politica personale di chi porta avanti queste battaglie

Se tu ti fossi preso la briga di ascoltare Rubbia sapresti che ai tempi dei romani la temperatura globale era di due gradi più di adesso

E non era a causa dell'uomo.

Le rilevazioni attuali mostrano (come dice lo stesso Rubbia) una diminuzione di 0.2 gradi dal 2000 al 2014

Tutte le altre ricostruzioni sono ricostruzioni anonime o bollettini provenienti da organizzazioni governative o intergovernative sostenute dalla stampa

Non c'è nessuno scienziato che ci metta la faccia

L'unico è Al Gore che non è uno scienziato ma un politico

Ma io capisco che per te possa essere dura conoscere la verità esattamente come è dura che la possano accettare i religiosi di adesso quando gli si dice che il contenuto della Bibbia non è affatto "puro amore".

Preferiscono non leggere e selezionare solo quello che si inquadra in quello che le loro menti riescono ad accettare

Quindi non mi aspetto che tu ne sia convinto ora

Magari tra qualche anno

Nel frattempo però guardati i video che ho postato

Ci sono vari premi Nobel anche una audizione al senato degli Stati Uniti che dice come i dati siano stati manipolati abbassando le temperature registrate negli anni 30 (che erano di parecchio superiori ad adesso ma vengono raccontate come inferiori per creare la narrativa di aumento costante dell'ultimo secolo).

Manipolazione dei dati come fu scoperto anche in un carteggio di email nel quale alcuni scienziati concordavano come cambiare i dati per suffragare il GW che dai dati reali non sembrava affatto una minaccia.
pedro qui Maestrale dice che ti ha fatto fare una ampia figura di merda. Confermi?

Maestrale
14-08-16, 13:21
La Nasa dice anche che la vegetazione è aumentata ma tu invece scommetto che non mi sai dire chi parla del GW

I nomi di quelli contrari sono noti

Ma di quelli a favore?

Generalmente lo scontro è fra scienziati a favore e i complottisti contro, ognuno secondo la sua intelligenza si schiera con chi preferisce


Te lo dico io (prima che inizi le ricerche su Google): organizzazioni intergovernative con vertici decisi dalla politica


È solo politica.


È propaganda politica con finalità molto chiare
1) creare un nemico comune per fare collaborare le nazioni. Ovviamente la regia è l'egemonia su questo tema sono americane. Un nuovo modo di comandare. Se vogliamo una nuova specie di religione (che aveva scopi simili ovvero fare si che i vicini non si ammazzassero tra loro)
2) rallentare la crescita di paesi emergenti come la Cina che produce molta CO2. Rallentare la crescita della Cina ne allontana la minaccia. Impedirle l'uso di combustibili fossili in nome di un interesse superiore (inventato) è l'obiettivo di protocolli come quello di Kyoto
3) last but not least la carriera politica personale di chi porta avanti queste battaglie

GombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombl oddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoG ombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblo ddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGo mbloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblod doGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGom bloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblodd oGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomb loddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddo GombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombl oddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoG ombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblo ddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGo mbloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblod doGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGom bloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblodd oGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomb loddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddo GombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombl oddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddovGombloddo GombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombl oddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoG ombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblo ddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGo mbloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblod doGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGom bloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblodd ovGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGom bloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblodd oGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomb loddoGombloddoGombloddoGombloddo


Se tu ti fossi preso la briga di ascoltare Rubbia sapresti che ai tempi dei romani la temperatura globale era di due gradi più di adesso

Il che non vuol dire un cazzo.

Il fatto che la temperatura della Terra continui a cambiare anche con piccole glaciazioni non dimostra che le attività umane non abbiano un impatto sul clima. Impatto che probabilmente si concretizza in tempi e modalità diverse rispetto a quelli dovuti a fenomeni geologico-naturali, e dunque è un fenomeno meritevole di essere posto sotto l'attenzione della scienza che, appunto, si occupa di misurare fenomeni come questi


E non era a causa dell'uomo.

Le rilevazioni attuali mostrano (come dice lo stesso Rubbia) una diminuzione di 0.2 gradi dal 2000 al 2014

Quella che ho evidenziato è la conclusione farneticante completamente priva di fondamento a cui ogni volta volete arrivare, diciamocelo subito cosi risparmiamo tempo. Rubbia non si sognerebbe mai di dire che l'uomo non sta incidendo sul clima, Rubbia dice altre cose. La NASA pure, e tutta la scienza anche, a parte poche eccezioni.

Fate sempre allo stesso modo, che 2 marons. Prendete il dato singolo estrapolato dal contesto per insinuare una conclusione sballata. D'altra parte dovendo difendere un'idea preconcetta facilmente annientabile dalla realtà non potete prendere il dato nel suo complesso, altrimenti dovreste parlare anche della riduzione dei ghiacciai in alta montagna per esempio, tuttora in atto, quindi no, quello non vale. Si parla solo della temperatura complessiva che non è aumentata negli ultimi 15 anni :snob:

E ovviamente anche questo dato, solo apparentemente favorevole alle vostre tesi, è estrapolato dal suo contesto. Ma dai mi voglio divertire, vediamo nel dettaglio come funziona la vostra tecnica di disinformazione in questo caso emblematico:

Dunque viene preso dai complottisti come te questo video, in cui Rubbia afferma effettivamente che la temperatura negli ultimi 15 anni è stata stazionaria


https://www.youtube.com/watch?v=9OaZqObE7o4

Postato sicuramente da uno youtubber complottista come te, tale biobr1, visto che lo ha intitolato: "Riscaldamento globale - Global Warming? I dati dicono di no - Con Carlo Rubbia"

Ora, è chiaro che se uno si ferma a questo titolo di disinformazione pura, si forma l'idea che Carlo Rubbia dice che il Global Warming non esiste. E cosi già abbiamo fottuto il cervello di rimbambiti bananas come Felipe K e simili, che sicuramente oltre al titolo non vanno

Ma chi invece si guarda tutto il video, se è attento, già comincia a farsi venire dei dubbi. Innanzitutto quando vede che le temperature nel ventennio 1980-2000 sono aumentate e di parecchio, per poi effettivamente restare stabili negli ultimi 15 anni. Dubbi rispetto al titolo del video che poi dovrebbero diventare ancora più pressanti per gli utenti intellettualmente onesti che hanno la pazienza di arrivare alle conclusioni del Premio Nobel, dal minuto 3:00 in poi, quando afferma:

"Questo è un primo fatto importante che ci dice non che non esistono gli effetti del CO2, o che ci sono altre cose, ma che la situazione è molto più complessa, e che ci sono degli effetti contrastanti, e forse questo equilibrio è accidentale, forse questo equilibrio è dovuto a un equilibrio tra fenomeni che aumentano la temperatura e fenomeni che la diminuiscono... però il fatto è che oggi ci troviamo di fronte a una fase di stallo"

Quindi ciò è ben diverso dal dire che l'uomo non sta influendo sul clima, non offendiamo il povero Rubbia che non è uno stupido li per caso

Lo stallo "accidentale" di cui parla Rubbia è dovuto alle medie tra diminuzioni ed aumenti locali, distribuiti spesso stagionalmente, cosa che comunque non autorizza nessuno (a parte gli scienziati del fondoscala, ovvio) a dire che l'uomo non sta cambiando il clima.

Il vostro ridicolo tentativo di disinformazione poi viene definitivamente smascherato come neve al sole se ci vediamo il video dell'intero congresso sulle energie che ha tenuto Rubbia il 7 ottobre del 2014 al teatro Rossetti di Trieste (promosso, fra l'altro, da quei cattivoni complottisti dell'ICTP) dal quale il precedente video-spezzone è stato estrapolato e faziosamente male-intitolato dallo youtuber biobr1


https://www.youtube.com/watch?v=z0o9jz7UZDw

Innanzitutto stavolta il titolo del video è, correttamente, "Quale futuro per l'energia? Carlo Rubbia, Nobel Laureate" come da titolo del congresso

Nel quale inizialmente ascoltiamo Rubbia spiegare le variazioni macro e microclimatiche degli ultimi secoli e, al minuto 8:43 , dire: "Su questo tipo di fenomeni naturalmente si presenta adesso un picco che sta arrivando oggi che è associato alla presenza dell'uomo, alla presenza di 7 miliardi di individui che vivono sulla Terra" mostrando un grafico con la dicitura "gas serra"

Non male per essere uno che, secondo te Gianluca, afferma che l'uomo non causa cambiamenti climatici eh?

Poi volendo, per chi non ha voglia di ascoltarsi un'ora e passa di conferenza, in rete si trova anche il breve intervento di Rubbia alla Commissione ambiente del Senato sul Global Warming, tenuto solo qualche anno fa


https://www.youtube.com/watch?v=2G-7xykTO14

in cui, dopo aver spiegato che le variazioni delle temperatura dopo il ventennio 80-2000 (in cui sono aumentate molto) il dato medio globale è stato effettivamente stazionario negli ultimi 15 anni, afferma al minuto 3:32 "e nonostante questo ci troviamo di fronte ad una situazione assolutamente drammatica dovuta al fatto che le emissioni di CO2 stanno aumentando in maniera esponenziale" . Per poi proporre la soluzione interessante del gas al posto del petrolio per far fronte al problema dell'incidenza delle emissioni sul clima

Quindi dopo la cazzata dell'antartide metti via anche Rubbia va là, fai il bravo che fai più bella figura


Tutte le altre ricostruzioni sono ricostruzioni anonime o bollettini provenienti da organizzazioni governative o intergovernative sostenute dalla stampa

Non c'è nessuno scienziato che ci metta la faccia

L'unico è Al Gore che non è uno scienziato ma un politico

Ma cosa dici? :facepalmi: Ma basta con ste cazzate, Gianluca. Il 98% dei climatologi con pubblicazioni all'attivo sulle riviste scientifiche sostiene che le attività umane abbiano un impatto sul clima, l'1% non si esprime e solo il restante 1% si dichiara critico

In quell'1% ti segnalo Zichichi, quello che sostiene, fra le altre cose, di aver trovato le prove scientifiche dell'esistenza di Dio. Giusto per far capire il livello. D'altra parte certi scienziati possono far notizia e diventare dei personaggi televisivi solo se le sparano grosse, altrimenti rimarrebbero tutta la loro vita nella mediocrità. Un pò come Sgarbi, che è il critico d'arte più famoso in Italia non certo per meriti professionali


Ma io capisco che per te possa essere dura conoscere la verità esattamente come è dura che la possano accettare i religiosi di adesso quando gli si dice che il contenuto della Bibbia non è affatto "puro amore".

Preferiscono non leggere e selezionare solo quello che si inquadra in quello che le loro menti riescono ad accettare

Quindi non mi aspetto che tu ne sia convinto ora

Magari tra qualche anno

Una descrizione perfetta di te stesso mentre sei in pieno delirio complottista, davvero meglio non potevi fare.

Peccato che la proietti sull'interlocutore. Se te ne accorgessi faresti un'elaborazione importante


Nel frattempo però guardati i video che ho postato

Già fatto, come vedi. Li conosco a memoria questi tentativi di disinformazione, sono gli stessi da anni. Comincia anche tu a informarti di più, magari. Partire da Rubbia stesso va benissimo, è adatto e sa spiegare bene anche a chi come te sa poco o nulla della questione


Ci sono vari premi Nobel anche una audizione al senato degli Stati Uniti che dice come i dati siano stati manipolati abbassando le temperature registrate negli anni 30 (che erano di parecchio superiori ad adesso ma vengono raccontate come inferiori per creare la narrativa di aumento costante dell'ultimo secolo).

Manipolazione dei dati come fu scoperto anche in un carteggio di email nel quale alcuni scienziati concordavano come cambiare i dati per suffragare il GW che dai dati reali non sembrava affatto una minaccia.

Again and again, Neverending gombloddo. Non c'è proprio niente da fare, dannati sgienziadi che ci fottono sempre


@pedro (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=12117) qui Maestrale dice che ti ha fatto fare una ampia figura di merda. Confermi?

Vedi già il fatto che richiami continuamente il soccorso di troll come Felipe e Pedro (per quanto il secondo mi sia anche molto simpatico) invece di moderatori o frequentatori delle sezioni specifiche di scienze o ecologia come @topquark (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=44181) @Darwin (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=5119) @Only_Van (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=8302) @Regina di Coppe (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=1421) @MaIn (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=8508) @Klauss Von Grebur Paiton (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=43269) @Tular (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=705) @lucavanni (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=43914) , alcuni dei quali hanno fatto studi o addirittura lavorano nel campo scientifico e i cui pareri peraltro non conosco ma sarei interessato ad ascoltare nonostante magari pure alcuni di loro potrebbero manifestare dubbi e criticità su modelli e previsioni IPCC (ma difficilmente credo si coprirebbero di ridicolo dicendo che le attività umane non incidono sul clima perchè, a differenza di te, sanno di cosa parlano) renderebbe lecito già da di per sè il sorgere del sospetto che l'obiettivo di una discussione come questa sia tutt'altro che un serio approfondimento della questione, quanto piuttosto quello di buttarla in vacca attraverso berciate di ridicoli complottismi della scienza, usando argomentazioni opposte ma speculari a quelle del grilloleghismo più esilarante. E dunque come dicevo quel thread starebbe perfettamente nel suo alveo naturale sul fondoscala anzichè sul povero Laboratorio TP (e Pedro ora che l'hai taggato potrà appunto riesumare la discussione pressochè identica di cui parlavo qui sepolta da qualche parte dimostrandotelo, visto che io son troppo pigro e non ho voglia di cercarla. Che poi di thread cosi qui mica ce n'è uno ce ne stanno a decine, tutti dello stesso livello). Il Laboratorio TP assumerebbe senz'altro una parvenza di maggior serietà restando vuoto IMHO piuttosto che riempirsi di queste discussioni per troll che finiscono per loro natura ad avere lo stesso spessore di una scoreggia sotto le ascelle

Dario
14-08-16, 14:20
Gianluca io non sono esperto ma negli anni '70 ho più volte fatto ls rotta aerea Roma Montreal Chicago e ho numerose foto dei ghiacciai della Groenlandia che comparate alle immagini odierne mostrano una riduzione impressionante dei ghiacciai. Hai una spiegazione per questo?

Maestrale
14-08-16, 15:05
@Gianluca (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=10766) io non sono esperto ma negli anni '70 ho più volte fatto ls rotta aerea Roma Montreal Chicago e ho numerose foto dei ghiacciai della Groenlandia che comparate alle immagini odierne mostrano una riduzione impressionante dei ghiacciai. Hai una spiegazione per questo?

Adesso magari ti risponderà con un altro must dei negazionisti, spesso sparano la cazzata che la Groenlandia attorno all'anno 1000 era verde e completamente scevra da ghiacci infatti è stata chiamata Green Land, dato singolo (tra l'altro questo dato è proprio completamente falso nel suo significato, è comprovato che i ghiacci lì ci sono da decine di millenni minimo e l'idea darle il nome Greenland per richiamare alla mente immense distese di prati verdi fu un furbo tentativo di favorire un esodo e una colonizzazione dell'isola, che poi non ottenne i risultati sperati) che poi anche qualora fosse stato vero non dimostrerebbe affatto il teorema che l'attività umana non causi dei cambiamenti climatici

L'unica cosa su cui hanno ragione è che la parola global warming può trarre in inganno perchè in effetti non si tratta, come potrebbe far pensare, di un aumento uniforme e costante della temperatura dappertutto. In alcuni luoghi la temperatura è addirittura diminuita, e il ghiaccio in Antartide recentemente è aumentato come giustamente ci fanno notare i negazionisti, in altri luoghi è aumentata, c'è stato un processo di tropicalizzazione e il ghiaccio è sceso

Per farti un esempio, il continuo innalzamento della temperatura degli oceani potrebbe portare all'interruzione del nastro della corrente del golfo. Qualora questa ipotesi si avverasse è possibile che in Europa si verifichi una glaciazione. Quindi in questo caso un'iniziale aumento di temperatura porterebbe poi una notevole diminuzione locale, con conseguente incidenza negativa nelle medie termiche per qualche decennio

Dunque io evito sempre di chiamarlo "global warming" o "riscaldamento globale" mentre li chiamo "cambiamenti climatici causati dall'uomo". Così una volta che ho dato a questo fenomeno un nome più corretto nessuna persona intelligente e informata poi può fare obiezioni sensate. Poi vabbè su questo argomento ci sono gli ideologici, da una parte e dall'altra, e con loro è proprio inutile ragionare

Maestrale
14-08-16, 15:42
Hanno trovato anche la casa di Erik Eriksson e quella del figlio Leiff, oltre alla chiesa fatta costruire dalla moglie di Erik.
Ma già nel XV° secolo la piccola comunità vikinga non esisteva più a causa dell'irrigidirsi delle temperature.

P.S.: Smettila di pontificare su ciò che non conosci, dopo un iniziale sorriso alla lunga la cosa annoia.

Infatti verso il 1400 è iniziata una piccola era glaciale che è durata circa 3 secoli, nei quali il ghiaccio si è esteso rispetto a prima

E' pur vero che attorno all'anno 1000, cosi come nell'epoca dei Romani, le temperature erano un pò più alte e dunque probabilmente il ghiaccio era meno, ma non certamente abbastanza da far si che l'intero altopiano centrosettentrionale groenlandese, di fatto un ghiacciaio, scomparisse totalmente e lasciasse il posto alle margherite

Eppure su questo forum ho letto anche insigni naturalisti del fondoscala che, come i migliori partecipanti della Corrida di Corrado, sostenevano convinti queste tesi rivoluzionarie garantendo il possesso di prove certe a riguardo: niente popo di meno che il nome GreenLand :snob: Eh beh, altro che doppio cieco... scacco matto ;)

Maestrale
14-08-16, 16:00
Le esportazioni groenlandesi verso il continente europeo constavano di pellicce di foca, denti di narvalo spacciati per corna di unicorni e zanne d'avorio di trichechi.
I tentativi di coltivazione del suolo ebbero vita breve.
Nel XII° un esponente della piccola comunità (non rammento il nome, ma su richiesta non avrò difficoltà ad esporlo dopo aver consultato il testo che ne parla) si lamentò con un ospite islandese di non possedere nemmeno orzo o miele per produrre birra o idromele.

Qualche campo coltivato c'è oggi nella Groenlandia meridionale, e anche un pò di fattorie. Tutto lungo la costa naturalmente

E' probabile che nei periodi della storia recente in cui ha fatto più caldo si coltivasse anche più a nord, dove ora c'è il ghiaccio

Il che non toglie che la tendenza degli ultimi anni in Groenlandia è di una diminuzione delle superfici coperte da ghiaccio, molto probabilmente per cause umane

fiume sand creek
14-08-16, 16:09
Qualche campo coltivato c'è oggi nella Groenlandia meridionale, e anche un pò di fattorie. Tutto lungo la costa naturalmente

E' probabile che nei periodi della storia recente in cui ha fatto più caldo si coltivasse anche più a nord, dove ora c'è il ghiaccio

Il che non toglie che la tendenza degli ultimi anni in Groenlandia è di una diminuzione delle superfici coperte da ghiaccio, molto probabilmente per cause umane


E' vero che qualche campo coltivato è presente oggi sulla costa sud occidentale della Groenlandia.
Ma non possiamo paragonare la tecnologia agraria attuale a quella di mille anni fa.
Già oggi frutta e verdura sono delle rarità sulle tavole groenlandesi.
Mille anni fa le navi da carico norvegesi (assai diverse dai drakkar che comunemente associamo all'idea di nave vikinga) trasportavano verso la Groenlandia soprattutto grano, orzo, segale e legno.
Consiglio su questa interessante saga il testo di Donald Logan "VIKINGHI", di facile lettura e reperibilità.

Dario
14-08-16, 17:05
Adesso magari ti risponderà con un altro must dei negazionisti...
C'è un'altra cosa da spiegare. Io ogni tanto vado a mare con pinne e maschera, e qualcuno dovrebbe spiegarmi perchè si cominciano a vedere pesci che prima non c'erano nei nostri mari. Già 6-7 anni fa nelle coste ragusane ho visto degli esemplari mai visti prima.

agaragar
14-08-16, 17:57
La Nasa dice anche che la vegetazione è aumentata ma tu invece scommetto che non mi sai dire chi parla del GW
È propaganda politica con finalità molto chiare
1) creare un nemico comune per fare collaborare le nazioni. Ovviamente la regia è l'egemonia su questo tema sono americane. Un nuovo modo di comandare. Se vogliamo una nuova specie di religione (che aveva scopi simili ovvero fare si che i vicini non si ammazzassero tra loro)
2) rallentare la crescita di paesi emergenti come la Cina che produce molta CO2. Rallentare la crescita della Cina ne allontana la minaccia. Impedirle l'uso di combustibili fossili in nome di un interesse superiore (inventato) è l'obiettivo di protocolli come quello di Kyoto
3) last but not least la carriera politica personale di chi porta avanti queste battaglie

Se tu ti fossi preso la briga di ascoltare Rubbia sapresti che ai tempi dei romani la temperatura globale era di due gradi più di adesso
E non era a causa dell'uomo.
Giusto specialmente il motivo sottolineato
io mi ricordo quando negli anni 70 il Club di Roma disse che il petrolio stava per finire, per aumentare il prezzo.

La temperatura era ancora più alta 8-4mila anni fa, quando vennero poste le basi della nostra civiltà
Non nego che un piccolo effetto l'uomo possa averlo
ma più che per le emissioni ci CO2(di cui esistono efficaci meccanismi di assorbimento)
per il disboscamento successivo all'introduzione dell'agricoltura
del resto viviamo ormai alla fine di un periodo interglaciale.

agaragar
14-08-16, 18:10
Il fatto che la temperatura della Terra continui a cambiare anche con piccole glaciazioni non dimostra che le attività umane non abbiano un impatto sul clima. Impatto che probabilmente si concretizza in tempi e modalità diverse rispetto a quelli dovuti a fenomeni geologico-naturali, e dunque è un fenomeno meritevole di essere posto sotto l'attenzione della scienza che, appunto, si occupa di misurare fenomeni come questi


Guarda che naturale non è sinonimo di benefico
La natura ha provocato le grandi estinzioni di massa, fino al 99% della vita
Naturale era l'eruzione di Santorini che distrusse la civiltà minoica
la piccola era glaciale medioevale portò le pestilenze ecc

Mentre magari il disboscamento agricolo e le emissioni di CO2 ci salveranno da un'altra era glaciale
anche le medicine non sono naturali

agaragar
14-08-16, 18:23
Gianluca io non sono esperto ma negli anni '70 ho più volte fatto ls rotta aerea Roma Montreal Chicago e ho numerose foto dei ghiacciai della Groenlandia che comparate alle immagini odierne mostrano una riduzione impressionante dei ghiacciai. Hai una spiegazione per questo?
Bè, una volta i ghiacciai arrivavano a Napule, per cui effettivamente si sono ridotti....per fortuna.

Invece nell'anno 1000 erano ancora più ridotti, e gli antenati di Occhioni in groenlandia ci facevano il bagno, poi ripiegarono sulla Sardegna.

Invece il livello del mare non mostra variazioni decisive, come mai?

Maestrale
14-08-16, 18:28
Il che non vuol dire un cazzo.

Sbagliato, il che vuol dire che le attività umane incidono sul clima nonostante la temperatura sia stata pressochè stazionaria negli ultimi 15 anni


Manco per niente, Rubbia si limita a dire che sono fenomeni complessi di difficile individuazione, precisazione doverosa quanto ovvia.

Veramente stai commentando una videoconferenza di più di un'ora in cui Rubbia dice (ovviamente) un pò di più.

Guarda che se vai avanti cosi mi viene da pensare che c'è qualcuno che ti mette un ombrello nel culo anche a te eh :D Ognuno c'ha i suoi manipolatori, evidentemente

Maestrale
14-08-16, 18:35
C'è un'altra cosa da spiegare. Io ogni tanto vado a mare con pinne e maschera, e qualcuno dovrebbe spiegarmi perchè si cominciano a vedere pesci che prima non c'erano nei nostri mari. Già 6-7 anni fa nelle coste ragusane ho visto degli esemplari mai visti prima.

E' un fenomeno in gran parte attribuibile al Canale di Suez, la cui apertura ha comportato la penetrazione di specie ittiche dal Mar Rosso che ovviamente prima non c'erano

Questo cambiamento poi è ulteriormente favorito anche dal generale innalzamento delle temperature medie del mar Mediterraneo che si è registrato nelle ultime decadi, che incoraggia la penetrazione di specie più tropicali anche dallo stretto di Gibilterra

topquark
14-08-16, 18:52
Purtroppo il riscaldamento globale è un fatto scientificamente appurato, e mi sembra che l'unica ragione plausibile sia l'attività umana che ha rilasciato nell'atmosfera quantità enormi di gas serra.
E' triste vedere personaggi come Trump che lo negano, presumo per interessi economici, o per ignoranza.

agaragar
14-08-16, 19:02
Purtroppo il riscaldamento globale è un fatto scientificamente appurato, e mi sembra che l'unica ragione plausibile sia l'attività umana che ha rilasciato nell'atmosfera quantità enormi di gas serra.
E' triste vedere personaggi come Trump che lo negano, presumo per interessi economici, o per ignoranza.
La Climatologia non risponde ancora ai criteri di scientificità della fisica, mi pare.

il disboscamento massiccio dovuto all'introduzione dell'agricoltura fu certo più influente di 50 anni di industrializzazione.

topquark
14-08-16, 19:14
La Climatologia non risponde ancora ai criteri di scientificità della fisica, mi pare.
direi invece che i grafici parlano chiaro.


il disboscamento massiccio dovuto all'introduzione dell'agricoltura fu certo più influente di 50 anni di industrializzazione.
se ricordo bene il disboscamento non è la causa maggiore quanto piuttosto l'emissione diretta nellatomsfera di CO2.

Maestrale
14-08-16, 19:14
Purtroppo il riscaldamento globale è un fatto scientificamente appurato, e mi sembra che l'unica ragione plausibile sia l'attività umana che ha rilasciato nell'atmosfera quantità enormi di gas serra.
E' triste vedere personaggi come Trump che lo negano, presumo per interessi economici, o per ignoranza.

Ancora più triste secondo me è il seguito enorme che riscontrano questi personaggi da Bar, che purtroppo non si ferma più a gente come Felipe (dai quali non ti puoi certo aspettare di più) ma ormai coinvolge intere masse di persone sempre più numerose

Un analfabeta come Salvini che in Italia prende il 13% alle elezioni è per esempio un altro mistero moderno da consegnare alla storia che mi viene in mente

fiume sand creek
14-08-16, 20:08
Ancora più triste secondo me è il seguito enorme che riscontrano questi personaggi da Bar, che purtroppo non si ferma più a gente come Felipe (dai quali non ti puoi certo aspettare di più) ma ormai coinvolge intere masse di persone sempre più numerose

Un analfabeta come Salvini che in Italia prende il 13% alle elezioni è per esempio un altro mistero moderno da consegnare alla storia che mi viene in mente


E' solo perché in Italia il diritto di voto è universale e gratuito.
Priva ignoranti, imbecilli, avvinazzati e delinquenti di tale strumento e vedrai le preferenze leghiste precipitare sotto il 2%.

Dario
14-08-16, 20:26
E' un fenomeno in gran parte attribuibile al Canale di Suez, la cui apertura ha comportato la penetrazione di specie ittiche dal Mar Rosso che ovviamente prima non c'erano

Questo cambiamento poi è ulteriormente favorito anche dal generale innalzamento delle temperature medie del mar Mediterraneo che si è registrato nelle ultime decadi, che incoraggia la penetrazione di specie più tropicali anche dallo stretto di Gibilterra
Il canale di Suez non è stato aperto adesso, l'innalzamento delle temperature medie del Mediterraneo si.

Dario
14-08-16, 20:40
Sì non è stato aperto adesso ma l'apertura del canale ha favorito la graduale progressiva invasione e poi stabilizzazione di alcune specie ittiche del Mar Rosso e dell'Oceano Indiano il cui ingresso nel Mediterraneo prima ovviamente era inibito

https://it.wikipedia.org/wiki/Tropicalizzazione_del_mar_Mediterraneo
Tutto quello che vuoi, ma sicuramente l'innalzamento della temperatura delle acque ha avuto il suo peso.

Druuna
14-08-16, 21:00
Sì non è stato aperto adesso ma l'apertura del canale ha favorito la graduale progressiva invasione e poi stabilizzazione di alcune specie ittiche del Mar Rosso e dell'Oceano Indiano il cui ingresso nel Mediterraneo prima ovviamente era inibito

https://it.wikipedia.org/wiki/Tropicalizzazione_del_mar_Mediterraneo

poi mi contesti perchè linko Wikipedia :rolleyes:

Druuna
14-08-16, 21:03
Si disbosca da 10.000 anni
inutile ricordare che ciò riduce l'assorbimento di CO2

mi pare d'aver letto da qualche parte che le cose stanno migliorando.... ma chissà se è vero...

Amazzonia, secondo il governo brasiliano la deforestazione rallenta. Ma la Ong non è d'accordo - Repubblica.it (http://www.repubblica.it/ambiente/2014/11/27/news/amazzonia_secondo_il_governo_brasiliano_la_defores tazione_rallenta_ma_la_ong_non_d_accordo-101550101/)

Gianluca
15-08-16, 12:35
@Gianluca (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=10766) io non sono esperto ma negli anni '70 ho più volte fatto ls rotta aerea Roma Montreal Chicago e ho numerose foto dei ghiacciai della Groenlandia che comparate alle immagini odierne mostrano una riduzione impressionante dei ghiacciai. Hai una spiegazione per questo?
sono cose cicliche
in questo momento è aumentata la massa del ghiaccio antartico, non è tutta li l'acqua, una altra parte è finita in nuove foreste che dagli anni 80 a oggi sono aumentate del 25%, in pratica il livello complessivo dei mari è praticamente stabile (si parla di differenze di qualche centimetro rispetto al passato

cmq queste fluttuazioni sono assolutamente naturali

la temperatura del pianeta è sempre cambiata.

Sempre


https://www.youtube.com/watch?v=2G-7xykTO14

se Maestrale avesse visto anche solo questo video non avrebbe mai parlato di signoraggio in relazione alla questione climatica

Gianluca
15-08-16, 13:17
questo è il prof Eastbrooke in audizione al senato degli stati uniti


Don J. Easterbrook is Professor Emeritus of Geology (https://en.wikipedia.org/wiki/Geology) at Western Washington University (https://en.wikipedia.org/wiki/Western_Washington_University). Easterbrook was educated at the University of Washington (https://en.wikipedia.org/wiki/University_of_Washington), where he received the BSc in 1958, the MSc in 1959, and the PhD (Geology) in 1962. His doctoral dissertation was entitled Pleistocene Geology of the Northern Part of the Puget Lowland, Washington. Easterbrook has studied global climate change for five decades. He was chairman of the Geology Department at Western Washington University for 12 years. He is an active environmentalist, having initiated undergraduate and graduate programs in environmental geology at Western Washington University


https://www.youtube.com/watch?v=kFyH-b3FRvE


altro che signoraggio o scie chimiche.
A parlare in sedi ufficiali sono scienziati che studiano il fenomeno del cambiamento climatico da decenni.

In questo caso, in questa audizione, si parla di manipolazione dei dati specialmente quella relativa agli anni 30 dove le temperature riportate all'epoca erano molto più alte.
Chi ha voluto dimostrare che le temperature sono aumentate costantemente ha manipolato quei dati sostituendo i dati veri con temperature più basse di quelle registrate, non sarebbe stato spiegabile che negli anni 30 ci fosse una temperatura superiore ad adesso

d'altro canto alcuni di questi istituti che hanno cercato di dimostrare il GW sono stati presi in passato con le mani nella marmellata mentre cercavano di falsificare i dati per sostenere la teoria del GW dovuta alla azione dell'uomo

https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate

che cosa vuole dimostrare questa teoria?

1) che è in atto un cambiamento climatico innaturale in quanto indotto dalla attività dell'uomo (già questo è strano, come se l'esistenza dell'uomo non appartenesse alla natura o come se le specie viventi passate non abbiano mai introdotto alcun cambiamento con la loro presenza, in realtà il cambiamento più grosso a fronte. di una specie vivente si è avuto grazie ai cianobatteri, loro si che hanno cambiato la faccia del pianeta, noi siamo dei dilettanti a confronto: Quando la Terra incontrò l?ossigeno?e la multicellularità | Zanichelli Aula Scienze (http://archivioscienze.scuola.zanichelli.it/2013/02/18/quando-la-terra-incontr-lossigenoe-la-multicellularit/))

2) che suddetto cambiamento sia IRREVERSIBILE perché chi vuole dimostrare il GW vuole che i governi facciano qualcosa SUBITO per fermare le emissioni di CO2, se il cambiamento indotto non fosse affatto irreversibile non se ne vedrebbe l'urgenza, quindi bisogna dire che è irreversibile
peccato che il "punto di non ritorno" è stato già spostato più volte dai sostenitori del GW, un po' come fanno i testimoni di geova con la fine del mondo.
Il punto di non ritorno di qui a 10-15 anni lo avevano già predetto negli anni 90, nel 2007 Al Gore nel suo discorso di accettazione del Nobel parla di 7 anni prima che il ghiaccio artico si sciolga completamente, altra previsione a cazzo di cane, ovviamente, ma quello era un Nobel per la PACE non per la fisica

ora, dai reperti archeologici, dal carotaggio dei ghiacci antartici e da molti altri indizi geologici sappiamo che ci sono state numerose glaciazioni nel corso della storia di questo pianeta, la temperatura media di contro è stata fino a 14 gradi superiore ad adesso.

Addirittura ai tempi del romani era di due gradi superiore ad ora, eppure non c'è stata alcuna irreversibilità, di nessun genere

ma ora andiamo al punto:
cosa è l'effetto serra? Un effetto che aumenta la temperatura, giusto?
Dove si usa?
Nelle serre appunto.
Ne avete mai vista una?
A cosa servono le serre?
A fare crescere di più la vegetazione all'interno della serra stessa.

Infatti secondo uno studio pubblicato da NATURE e a firma di molti scienziati risulta che rispetto a 30 anni fa ci sia molta più vegetazione di quanta ce ne fosse prima

http://www.nature.com/nclimate/journal/v6/n8/full/nclimate3004.html



ma se c'è più vegetazione la vegetazione trattiene acqua e stabilizza il clima, insomma il pianeta col suo sistema di pesi e contrappesi è ben lontano dal perdere questo equilibrio che stiamo vivendo e se lo perderà quasi certamente non sarà a causa della CO2 e nemmeno dell'uomo (che poi se pure lo volesse cambiare perché non sarebbe suo diritto? I cianobatteri lo hanno fatto e l'uomo non può? Che è figlio della merda?)

essendo ben lontano dal perdere l'equilibrio questo pianeta allora quale è il senso di questa emergenza?

E' un senso quasi religioso in effetti, appunto come quello dei testimoni di geova "comportatevi meglio e lasciate tutti i vostri averi a dio (cioè noi) perché la fine del mondo è vicina" (qui potremmo sostituire con "il punto di non ritorno e della irreversibilità del cambiamento climatico)

ma un pianeta che è passato attraverso tutti questi cambiamenti climatici può davvero avere paura di un po di CO2 che viene riassorbita dagli alberi che aumentano a causa della stessa CO2?

Andate a dire ai cinesi che devono fermare la crescita perché se continuano ad emettere CO2 moriamo tutti di caldo in modo irreversibile...


ah per inciso i cinesi e i koreani producono anche i CFC del buco dell'ozono, non hanno mai smesso, si vede che il buco dell'ozono sarà stato chiuso da qualcuno con ago e cotone come si fa coi buchi nei vestiti

che il GW sia una religione lo dicono molti professori e premi Nobel

https://www.youtube.com/watch?v=TCy_UOjEir0


https://www.youtube.com/watch?v=KEeaEhEwf8Q


ma a quanto pare persino il cofondatore di Greenpeace lo ammette

https://www.youtube.com/watch?v=cA6WZ4SX_-0

Maestrale
15-08-16, 13:32
sono cose cicliche
in questo momento è aumentata la massa del ghiaccio antartico, non è tutta li l'acqua, una altra parte è finita in nuove foreste che dagli anni 80 a oggi sono aumentate del 25%, in pratica il livello complessivo dei mari è praticamente stabile (si parla di differenze di qualche centimetro rispetto al passato

cmq queste fluttuazioni sono assolutamente naturali

la temperatura del pianeta è sempre cambiata.

Sempre


https://www.youtube.com/watch?v=2G-7xykTO14

se Maestrale avesse visto anche solo questo video non avrebbe mai parlato di signoraggio in relazione alla questione climatica

Se tu avessi letto il post con cui ti ho risposto c'avresti capito un pò di più, magari

Quel video compreso, che ti ho postato io per primo

Maestrale
15-08-16, 13:42
La NASA che secondo Gianluca è alleata dei complottisti che ancora oggi sostengono che le attività umane non modifichino il clima dedica da sempre tempo, studi e risorse al fenomeno del climate change , tant'è che c'è anche un sito

NASA: Climate Change and Global Warming (http://climate.nasa.gov/)

Nel quale si parla anche dei combustibili fossili, ovviamente.

Ma quando l'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio la realtà diventa inutile

Maestrale
15-08-16, 20:07
d'altro canto alcuni di questi istituti che hanno cercato di dimostrare il GW sono stati presi in passato con le mani nella marmellata mentre cercavano di falsificare i dati per sostenere la teoria del GW dovuta alla azione dell'uomo

https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate

Ooooh, dopo il video sulla NASA e Rubbia, che dicono tutto il contrario di quello che dice Gianluca, finalmente arriva il Climategate

Stamattina mi era sfuggito. In effetti lo aspettavo, anzi mi chiedevo come mai tardasse tanto, quelli del signoraggio e delle scie chimiche sono molto più veloci nello sciorinare tutte le loro convinzioni ideologiche basate sul nulla cosmico.

Evidentemente Gianluca è un complottista diesel, ne tira fuori una volta. Agaragar forse devi dargli qualche ripetizione :snob:

Anche in questo caso Gianluca posti link di cose che non conosci, traendo le tue conclusioni preferite. Ma io che sono un buon cristiano anche se sono agnostico come perdono Occhions quando parla di Moggi perdono te quando parli a vanvera del GW, perchè non sai quello che fai. Anzi, quello che dici

Si, perchè come nel caso dei video di Rubbia e degli articoli della NASA manco ti sei letto/ascoltato il link che hai postato, altrimenti dato che non sei stupido qualche dubbio forse ti sarebbe sorto, seppure, dvo dire, sull'argomento tu ti stia dimostrando un perfetto complottista ideologizzato, quando arrivavi a leggere, dopo lo scoppio dello scandalo, la storia delle indagini, delle inchieste, e le conclusioni delle stesse. Che riporto testualmente

------------------------

https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Le_indagini

Le indagini[modifica (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&veaction=edit&vesection=3) | modifica wikitesto (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&action=edit&section=3)]

A fine novembre 2009 la polizia del Norfolk confermò che stava «indagando su reati in relazione a un furto di dati all'Università dell'East Anglia»[15] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-15) insieme a un'unità specializzata in criminalità informatica della Polizia Metropolitana, all'Information Commissioner's Office (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Information_Commissioner%27s_Offic e&action=edit&redlink=1) e alla National Domestic Extremism Team (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=National_Domestic_Extremism_Team&action=edit&redlink=1) avvertendo che l'inchiesta avrebbe richiesto parecchio tempo.
In Gran Bretagna (https://it.wikipedia.org/wiki/Gran_Bretagna), ci sono state tre indagini sul comportamento degli scienziati della CRU. Phil Jones (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Phil_Jones_(climatologo)&action=edit&redlink=1) si autosospese durante i lavori delle commissioni e una volta riconosciuto innocente venne nominato direttore della ricerca, cioè senza responsabilità amministrative. Le conclusioni delle indagini furono che la CRU non aveva commesso né frode né altra disonestà scientifica e condivideva dati e metodi come da normale prassi scientifica. Sembrava però avere una "cultura della segretezza" e che non potesse contare sull'aiuto dall'amministrazione dell'Università nel far fronte alle richieste di dati che arrivavano sempre più numerose da parte di estranei al mondo accademico.

------------------------

https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Conclusioni_dei_ (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Conclusioni_dei_rapporti)rapporti (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Conclusioni_dei_rapporti)

Conclusioni dei rapporti[modifica (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&veaction=edit&vesection=4) | modifica wikitesto (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&action=edit&section=4)]

Il 31 marzo 2010 (https://it.wikipedia.org/wiki/2010) il rapporto del Comitato per la scienza e la tecnologia della Camera dei Comuni (https://it.wikipedia.org/wiki/Camera_dei_comuni_(Regno_Unito)) concluse che «...la reputazione scientifica del Professor Phil Jones (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Phil_Jones_(climatologo)&action=edit&redlink=1) e della CRU era intatta»[16] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-16) e auspicava che l'incidente portasse a migliori rapporti tra la comunità scientifica e il grande pubblico. Il 12 aprile, Il Comitato per la valutazione della scienza presieduto da Lord Oxburgh, richiesto dall'Università dell'East Anglia e selezionato dalla Royal Society (https://it.wikipedia.org/wiki/Royal_Society), elogiò il lavoro scientifico della CRU e notò che sebbene alcuni dei suoi metodi statistici potrebbero non essere stati i più idonei, era improbabile che metodi migliori producessero differenze significative.[17] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-17)
Il rapporto della terza commissione[18] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-18), anch'essa voluta dall'UEA e presidiata da Sir Russell Muir, sottolineò che «...non c'erano dubbi sul rigore e l'onestà» degli scienziati della CRU, ma che insieme all'Università «...non avevano dimostrato l'appropriato livello di trasparenza» e che «...alcune mail avrebbero potuto esser state cancellate per renderle indisponibili nel caso fosse stata inoltrata un'ulteriore richiesta al loro riguardo». L'atteggiamento da "comunità assediata" che prende decisioni "nel retrobottega", ha scritto il settimanale The Economist (https://it.wikipedia.org/wiki/The_Economist), non ha giovato all'immagine della ricerca sul clima[19] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-19). Sul rispetto o meno della legge sulla libertà di informazione, il rapporto della commissione Russell Muir concluse che la responsabilità ricadeva più sull'amministrazione universitaria che sulla CRU.
L'Information Commissioner's Office identificò infatti una violazione da parte dell'Università,[20] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-20) non sanzionabile poiché il reclamo era giunto dopo il termine di sei mesi previsti dalla legge. Nel rapporto veniva precisato che in ogni caso «...l'autorità per cedere a terzi dati grezzi non pubblicati era di chi li aveva raccolti»; né l'Università né la CRU potevano disporre liberamente dei dati delle temperature raccolti da uffici meteorologici in Gran Bretagna e all'estero. Negli Stati Uniti un'indagine dell'Università statale della Pennsylvania (https://it.wikipedia.org/wiki/Universit%C3%A0_statale_della_Pennsylvania) liquidò le accuse mosse a Michael Mann come "prive di sostanza"[21] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-21).

-----------------------------------

La cosa che mi fa sempre ridere in Italia è che quando indagano il nano o qualche altro farabutto politico ci tocca ascoltare la levata di scudi dei finto-garantisti che grida "per carità, uno è innocente fino al quarto/quinto grado di giudizio!!!" , mente se c'è uno scandalo che fa "comodo" come questo nel cervello lo si archivia come fatto già assodato, non c'è bisogno di chiarire niente tutti colpevoli. Tanto che poi lo si riporta in discussioni come queste senza manco rendersi conto delle figuracce che uno fa a postare certi link che non solo non supportano le proprie tesi, ma dicono esattamente il contrario.

Insomma il cosiddetto "Climategate" fu un polverone per nulla, nessun dato fu mai modificato. Non lo dico io, lo dicono la Polizia inglese e le inchieste (una del Parlamento britannico, una dell'Università dell'East Anglia, una dell'Università della Pennsylvania e una di 5 giornalisti dell'Associated Press, oltre alle indagini della Polizia)

Perchè il tutto in realtà nacque da un'unica frase equivocata (secondo me non dico di proposito, ma forzatamente... l'interesse a creare un caso giornalistico su un argomento cosi appassionante c'è sempre). La riporto testualmente con la sua traduzione in italiano:

------------------------------

“I’ve just completed Mike’s Nature trick of adding in the real temps to each series for the last 20 years (ie from 1981 onwards) and from 1961 for Keith’s to hide the decline”
“Ho appena utilizzato il trucchetto usato da Mike [Mann, ndr] nell’articolo pubblicato su Nature di aggiungere le temperature reali a ciascuna serie degli ultimi 20 anni (cioè a partire dal 1981) e dal 1961 per quelli di Keith .. per nascondere il declino”. [B]Questa è la frase incriminata, proveniente daun’email scritta da Phil Jones, che ha fatto il giro del mondo ed è stata ripetuta e commentata con sdegno migliaia di volte.

http://i630.photobucket.com/albums/uu29/climalteranti/Aprile%202010/loscandalohacker.png

“Le parole “trick” (trucchetto) e “hide the decline” (nascondere il declino) sono inequivocabili”, ha scritto sul Foglio Pietro Vietti (http://www.ilfoglio.it/soloqui/3900), autore di numerosi articoli in cui la falsificazione dei dati viene data come fatto acquisito.
Secondo Roberto Vacca nelle email Mann e Jones “discutevano i trucchi per negare che ci fu un periodo caldo medioevale e nascondere misure recenti di temperature in diminuzione” (Nova-IlSole 24 ore del 4/2/2010).
Federica Paci ha scritto su La Stampa (http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/ambiente/grubrica.asp?ID_blog=51&ID_articolo=1278&ID_sezione=76&sezione=)che Phil Jones si era dimessoa dicembre “per lo scandalo delle email che mostravano come i ricercatori avessero falsificato alcuni dati“.
“Se le mail fossero vere” (e lo erano, ndr), il problema è che “queste lisciatine ai dati abbiano spinto nella direzione di evidenziare un riscaldamento che in realtà potrebbe non esserci stato“, diceva a milioni di persone sul TG2 Teo Georgiadis (http://www.youtube.com/watch?v=CQjUypYBqlI).
“Le bugie e i trucchi sul clima“, ha titolato a tutta pagina il Corriere della Sera, che in successivi articoli ha dato come fatto acquisito che dalla vicenda sia emerso che i dati sul clima erano stati truccati.
“Non so descrivere il mio disgusto quando ho letto alcune lettere confidenziali in cui risulta inequivocabile un enorme misfatto perpetrato contro i più elementari canoni della scienza“, è scritto in un articolo di Mario Tomasino sul Giornale dell’Ingegnere.
“Figure non proprio adamantine” dediti all’attività di “utilizzare metodi scientificamente poco corretti per produrre e/o enfatizzare dei dati scientifici“, è la sentenza che si può leggere nel recente libro“Riscaldamento globale: la fine” (http://venus.unive.it/rubino/promo_libro.pdf) di Angelo Rubino e Davide Zanchettin.

***
Il “trucco” di cui si parlava nella email fra Jones e Mann era semplicemente un modo di dire, slang scientifico per indicare un modo per risolvere le discrepanze fra due serie di dati: i dati delle temperature misurate, che mostravano un chiaro aumento negli ultimi tre decenni, e i dati ricavati da alcune proxy dendrometriche (http://it.wikipedia.org/wiki/Dendrometria), che mostravano invece una diminuzione dopo il 1961, dovuta all’incapacità di queste variabili proxy di misurare il riscaldamento del pianeta dovuto in larga parte all’attività antropica. In pratica, non si voleva certo non considerare le temperature dei termometri, ma anzi Jones comunica nella mail di voler di usare quest’ultime, al posto delle temperature ricostruite dalle serie dendrometriche che erano state giudicate non adeguate, in un diagramma sulla ricostruzione delle temperature degli ultimi 1000 anni.

Climalteranti.it » Perché si è sgonfiato il Climategate /1 ? Il trucco che non c?era (http://www.climalteranti.it/2010/04/22/perche-si-e-sgonfiato-il-climategate-1-il-trucco-che-non-c-era/)

---------------------------------

Dunque il tutto, ovviamente, mano a mano che la verità emergeva si è sgonfiato abbastanza velocemente in pochi mesi, sia in Italia che all'estero.

Ma per Gianluca, e per tutti i complottisti per cui è necessario raccontarsi cazzate per sostenere le loro teorie stampalate, è più conveniente ricordare solo la parola Climategate senza entrare troppo in profondità, mi raccomando. Posti il link e speri che nessuno lo legga, se sei in malafede. Oppure non l'hai letto nemmeno tu, se sei in buona fede, l'importante tanto è difendere la tua idea mica sapere come sono andate le cose per davvero. Per loro la verità è che i dati sono stati falsificati, e nelle loro teste è e sarà sempre cosi, non c'è niente da fare. Ecco perchè per questo Paese non c'è speranza, io l'ho sempre detto... tanto vale riderci sopra

agaragar
15-08-16, 20:25
possono anche essere stati buttati dall'uomo, ma se il clime non fosse stato a loro congeniale non sarebbero sopravvissuti ;)
Il mediterraneo è sempre stato un mare caldo
facile per specie tropicali adattarsi
poi basta che ne sopravvive uno su 100 per dare inizio a una nuova subspecie adattata

io quando ero ragazzino mi buttavo a mare senza problemi
Oggi ho i brividi

Dipenderà dal global cooling
o che prima ero più adattabile?
Mistero

pedro
15-08-16, 21:47
Ooooh, dopo il video sulla NASA e Rubbia, che dicono tutto il contrario di quello che dice Gianluca, finalmente arriva il Climategate

Stamattina mi era sfuggito. In effetti lo aspettavo, anzi mi chiedevo come mai tardasse tanto, quelli del signoraggio e delle scie chimiche sono molto più veloci nello sciorinare tutte le loro convinzioni ideologiche basate sul nulla cosmico.

Evidentemente Gianluca è un complottista diesel, ne tira fuori una volta. Agaragar forse devi dargli qualche ripetizione :snob:

Anche in questo caso Gianluca posti link di cose che non conosci, traendo le tue conclusioni preferite. Ma io che sono un buon cristiano anche se sono agnostico come perdono Occhions quando parla di Moggi perdono te quando parli a vanvera del GW, perchè non sai quello che fai. Anzi, quello che dici

Si, perchè come nel caso dei video di Rubbia e degli articoli della NASA manco ti sei letto/ascoltato il link che hai postato, altrimenti dato che non sei stupido qualche dubbio forse ti sarebbe sorto, seppure, dvo dire, sull'argomento tu ti stia dimostrando un perfetto complottista ideologizzato, quando arrivavi a leggere, dopo lo scoppio dello scandalo, la storia delle indagini, delle inchieste, e le conclusioni delle stesse. Che riporto testualmente

------------------------

https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Le_indagini

Le indagini[modifica (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&veaction=edit&vesection=3) | modifica wikitesto (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&action=edit&section=3)]

A fine novembre 2009 la polizia del Norfolk confermò che stava «indagando su reati in relazione a un furto di dati all'Università dell'East Anglia»[15] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-15) insieme a un'unità specializzata in criminalità informatica della Polizia Metropolitana, all'Information Commissioner's Office (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Information_Commissioner%27s_Offic e&action=edit&redlink=1) e alla National Domestic Extremism Team (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=National_Domestic_Extremism_Team&action=edit&redlink=1) avvertendo che l'inchiesta avrebbe richiesto parecchio tempo.
In Gran Bretagna (https://it.wikipedia.org/wiki/Gran_Bretagna), ci sono state tre indagini sul comportamento degli scienziati della CRU. Phil Jones (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Phil_Jones_(climatologo)&action=edit&redlink=1) si autosospese durante i lavori delle commissioni e una volta riconosciuto innocente venne nominato direttore della ricerca, cioè senza responsabilità amministrative. Le conclusioni delle indagini furono che la CRU non aveva commesso né frode né altra disonestà scientifica e condivideva dati e metodi come da normale prassi scientifica. Sembrava però avere una "cultura della segretezza" e che non potesse contare sull'aiuto dall'amministrazione dell'Università nel far fronte alle richieste di dati che arrivavano sempre più numerose da parte di estranei al mondo accademico.

------------------------

https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Conclusioni_dei_ (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Conclusioni_dei_rapporti)rapporti (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Conclusioni_dei_rapporti)

Conclusioni dei rapporti[modifica (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&veaction=edit&vesection=4) | modifica wikitesto (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&action=edit&section=4)]

Il 31 marzo 2010 (https://it.wikipedia.org/wiki/2010) il rapporto del Comitato per la scienza e la tecnologia della Camera dei Comuni (https://it.wikipedia.org/wiki/Camera_dei_comuni_(Regno_Unito)) concluse che «...la reputazione scientifica del Professor Phil Jones (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Phil_Jones_(climatologo)&action=edit&redlink=1) e della CRU era intatta»[16] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-16) e auspicava che l'incidente portasse a migliori rapporti tra la comunità scientifica e il grande pubblico. Il 12 aprile, Il Comitato per la valutazione della scienza presieduto da Lord Oxburgh, richiesto dall'Università dell'East Anglia e selezionato dalla Royal Society (https://it.wikipedia.org/wiki/Royal_Society), elogiò il lavoro scientifico della CRU e notò che sebbene alcuni dei suoi metodi statistici potrebbero non essere stati i più idonei, era improbabile che metodi migliori producessero differenze significative.[17] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-17)
Il rapporto della terza commissione[18] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-18), anch'essa voluta dall'UEA e presidiata da Sir Russell Muir, sottolineò che «...non c'erano dubbi sul rigore e l'onestà» degli scienziati della CRU, ma che insieme all'Università «...non avevano dimostrato l'appropriato livello di trasparenza» e che «...alcune mail avrebbero potuto esser state cancellate per renderle indisponibili nel caso fosse stata inoltrata un'ulteriore richiesta al loro riguardo». L'atteggiamento da "comunità assediata" che prende decisioni "nel retrobottega", ha scritto il settimanale The Economist (https://it.wikipedia.org/wiki/The_Economist), non ha giovato all'immagine della ricerca sul clima[19] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-19). Sul rispetto o meno della legge sulla libertà di informazione, il rapporto della commissione Russell Muir concluse che la responsabilità ricadeva più sull'amministrazione universitaria che sulla CRU.
L'Information Commissioner's Office identificò infatti una violazione da parte dell'Università,[20] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-20) non sanzionabile poiché il reclamo era giunto dopo il termine di sei mesi previsti dalla legge. Nel rapporto veniva precisato che in ogni caso «...l'autorità per cedere a terzi dati grezzi non pubblicati era di chi li aveva raccolti»; né l'Università né la CRU potevano disporre liberamente dei dati delle temperature raccolti da uffici meteorologici in Gran Bretagna e all'estero. Negli Stati Uniti un'indagine dell'Università statale della Pennsylvania (https://it.wikipedia.org/wiki/Universit%C3%A0_statale_della_Pennsylvania) liquidò le accuse mosse a Michael Mann come "prive di sostanza"[21] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-21).

-----------------------------------

La cosa che mi fa sempre ridere in Italia è che quando indagano il nano o qualche altro farabutto politico ci tocca ascoltare la levata di scudi dei finto-garantisti che grida "per carità, uno è innocente fino al quarto/quinto grado di giudizio!!!" , mente se c'è uno scandalo che fa "comodo" come questo nel cervello lo si archivia come fatto già assodato, non c'è bisogno di chiarire niente tutti colpevoli. Tanto che poi lo si riporta in discussioni come queste senza manco rendersi conto delle figuracce che uno fa a postare certi link che non solo non supportano le proprie tesi, ma dicono esattamente il contrario.

Insomma il cosiddetto "Climategate" fu un polverone per nulla, nessun dato fu mai modificato. Non lo dico io, lo dicono la Polizia inglese e le inchieste (una del Parlamento britannico, una dell'Università dell'East Anglia, una dell'Università della Pennsylvania e una di 5 giornalisti dell'Associated Press, oltre alle indagini della Polizia)

Perchè il tutto in realtà nacque da un'unica frase equivocata (secondo me non dico di proposito, ma forzatamente... l'interesse a creare un caso giornalistico su un argomento cosi appassionante c'è sempre). La riporto testualmente con la sua traduzione in italiano:

------------------------------

“I’ve just completed Mike’s Nature trick of adding in the real temps to each series for the last 20 years (ie from 1981 onwards) and from 1961 for Keith’s to hide the decline”
“Ho appena utilizzato il trucchetto usato da Mike [Mann, ndr] nell’articolo pubblicato su Nature di aggiungere le temperature reali a ciascuna serie degli ultimi 20 anni (cioè a partire dal 1981) e dal 1961 per quelli di Keith .. per nascondere il declino”. [B]Questa è la frase incriminata, proveniente daun’email scritta da Phil Jones, che ha fatto il giro del mondo ed è stata ripetuta e commentata con sdegno migliaia di volte.

http://i630.photobucket.com/albums/uu29/climalteranti/Aprile%202010/loscandalohacker.png

“Le parole “trick” (trucchetto) e “hide the decline” (nascondere il declino) sono inequivocabili”, ha scritto sul Foglio Pietro Vietti (http://www.ilfoglio.it/soloqui/3900), autore di numerosi articoli in cui la falsificazione dei dati viene data come fatto acquisito.
Secondo Roberto Vacca nelle email Mann e Jones “discutevano i trucchi per negare che ci fu un periodo caldo medioevale e nascondere misure recenti di temperature in diminuzione” (Nova-IlSole 24 ore del 4/2/2010).
Federica Paci ha scritto su La Stampa (http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/ambiente/grubrica.asp?ID_blog=51&ID_articolo=1278&ID_sezione=76&sezione=)che Phil Jones si era dimessoa dicembre “per lo scandalo delle email che mostravano come i ricercatori avessero falsificato alcuni dati“.
“Se le mail fossero vere” (e lo erano, ndr), il problema è che “queste lisciatine ai dati abbiano spinto nella direzione di evidenziare un riscaldamento che in realtà potrebbe non esserci stato“, diceva a milioni di persone sul TG2 Teo Georgiadis (http://www.youtube.com/watch?v=CQjUypYBqlI).
“Le bugie e i trucchi sul clima“, ha titolato a tutta pagina il Corriere della Sera, che in successivi articoli ha dato come fatto acquisito che dalla vicenda sia emerso che i dati sul clima erano stati truccati.
“Non so descrivere il mio disgusto quando ho letto alcune lettere confidenziali in cui risulta inequivocabile un enorme misfatto perpetrato contro i più elementari canoni della scienza“, è scritto in un articolo di Mario Tomasino sul Giornale dell’Ingegnere.
“Figure non proprio adamantine” dediti all’attività di “utilizzare metodi scientificamente poco corretti per produrre e/o enfatizzare dei dati scientifici“, è la sentenza che si può leggere nel recente libro“Riscaldamento globale: la fine” (http://venus.unive.it/rubino/promo_libro.pdf) di Angelo Rubino e Davide Zanchettin.

***
Il “trucco” di cui si parlava nella email fra Jones e Mann era semplicemente un modo di dire, slang scientifico per indicare un modo per risolvere le discrepanze fra due serie di dati: i dati delle temperature misurate, che mostravano un chiaro aumento negli ultimi tre decenni, e i dati ricavati da alcune proxy dendrometriche (http://it.wikipedia.org/wiki/Dendrometria), che mostravano invece una diminuzione dopo il 1961, dovuta all’incapacità di queste variabili proxy di misurare il riscaldamento del pianeta dovuto in larga parte all’attività antropica. In pratica, non si voleva certo non considerare le temperature dei termometri, ma anzi Jones comunica nella mail di voler di usare quest’ultime, al posto delle temperature ricostruite dalle serie dendrometriche che erano state giudicate non adeguate, in un diagramma sulla ricostruzione delle temperature degli ultimi 1000 anni.

Climalteranti.it » Perché si è sgonfiato il Climategate /1 ? Il trucco che non c?era (http://www.climalteranti.it/2010/04/22/perche-si-e-sgonfiato-il-climategate-1-il-trucco-che-non-c-era/)

---------------------------------

Dunque il tutto, ovviamente, mano a mano che la verità emergeva si è sgonfiato abbastanza velocemente in pochi mesi, sia in Italia che all'estero.

Ma per Gianluca, e per tutti i complottisti per cui è necessario raccontarsi cazzate per sostenere le loro teorie stampalate, è più conveniente ricordare solo la parola Climategate senza entrare troppo in profondità, mi raccomando. Posti il link e speri che nessuno lo legga, se sei in malafede. Oppure non l'hai letto nemmeno tu, se sei in buona fede, l'importante tanto è difendere la tua idea mica sapere come sono andate le cose per davvero. Per loro la verità è che i dati sono stati falsificati, e nelle loro teste è e sarà sempre cosi, non c'è niente da fare. Ecco perchè per questo Paese non c'è speranza, io l'ho sempre detto... tanto vale riderci sopra

Hanno deciso che la temperatura sale perché l'hanno misurata sui cerchi degli alberi, però da che esistono i termometri questa correlazione tra temperatura e cerchi non c'è, quindi bisogna usare il trucchetto.
Gianluca, la chiameremo sgientsa, perché la scienza è chiaramente un'altra cosa.

pedro
15-08-16, 21:49
La sgientsa di Maestrale

https://www.newscientist.com/article/dn11646-climate-myths-the-hockey-stick-graph-has-been-proven-wrong/

agaragar
15-08-16, 22:33
Pedro, vedo che sei tornato in gran forma :D

La naturale alleanza complottista con tra il grillo agaragar e i bananopedri ormai è a un passo dal concretizzarsi, su rieduchescional ciannel. Era solo questione di tempo
I destri sono contro il global warming per principio, gli pare una roba da centri sociali

Io invece ho capito che è una cosa reazionaria

E' una convergenza casuale

Dario
15-08-16, 22:41
Il mediterraneo è sempre stato un mare caldo
facile per specie tropicali adattarsi
poi basta che ne sopravvive uno su 100 per dare inizio a una nuova subspecie adattata

io quando ero ragazzino mi buttavo a mare senza problemi
Oggi ho i brividi

Dipenderà dal global cooling
o che prima ero più adattabile?
Mistero
Ragazzi che palle mi avete fatto, ma chi me lo ha fatto fare di parlare di pesci?

Comunque pensa che già nel 1996 si parlava di tropicalizzazione del mediterraneo. Con che mi sono stufato.

Tropicalizzazione dei climi nelle regioni mediterranee: quello che si diceva nel 1996 | Climatologia | Il Tempo in media e agli estremi (http://www.centrometeo.com/articoli-reportage-approfondimenti/climatologia/5156-tropicalizzazione-climi-regioni-mediterranee-si-diceva)

Maestrale
15-08-16, 22:50
I destri sono contro il global warming per principio, gli pare una roba da centri sociali

Io invece ho capito che è una cosa reazionaria

E' una convergenza casuale

Toglimi una curiosità agaragar

Ma per te esiste un argomento, o un avvenimento storico, qualsiasi cosa insomma, sul quale la versione ufficiale che ci hanno raccontato è quella vera?

Klauss Von Grebur Paiton
16-08-16, 16:33
Da scienziato affermo con sicurezza che gli studi scientifici HANNO RILEVATO UN AUMENTO DELLA TEMPERATURA MEDIA DEL PIANETA. Tale aumento è maggiormente accentuato ai POLi: La situazione è quella che ho scritto sopra, unica verità scientifica (lasciamo perdere i complottisti e i libri scritti dalle lobby petrolifere con il fine di confondere le idee) e tale rimane l'andamento ormai da decenni.

Tutte le precauzioni prese dalle Nazioni, per incrementare la sostenibilità della nostra permanenza su questo pianeta, vengono attuate valorizzando il principio di PRECAUZIONE. Lo stesso principio che viene attuato per i vaccini ad esempio: non sai se ti beccherai l'epatite, ti vaccini per evitarla! Sappiamo che la temperatura del clima e quella del mare sta aumentando, ma le previsioni da oggi a cent'anni non si possono fare esatte quindi bisogna agire per contrastare questo aumento delle temperature, anche perchè alcune ricerche mostrano un aumento dei fenomeni atmosferici estremi (temporali, grandinate, uragani) rispetto agli anni precedenti.
Lo scioglimento dei ghiacci è palese, soprattutto per chi di voi va in montagna, non si può mica dire che è una balla, un pò di serietà:

Lo scioglimento del Ghiacciaio della Marmolada - Bellunovirtuale (http://www.bellunovirtuale.com/globalwarming.html)

Klauss Von Grebur Paiton
16-08-16, 16:50
Ci sara anche un avventuriero che si preparerà fino al 2018 per un impresa abbastanza pericolosa, Alex Bellini viaggerà su un iceberg alla deriva per monitorare lo scioglimento del ghiaccio: adrift-themission | On a melting iceberg. Alone. (http://www.adrift-themission.com/)

Maestrale
16-08-16, 17:02
Da scienziato affermo con sicurezza che gli studi scientifici HANNO RILEVATO UN AUMENTO DELLA TEMPERATURA MEDIA DEL PIANETA. Tale aumento è maggiormente accentuato ai POLi: La situazione è quella che ho scritto sopra, unica verità scientifica (lasciamo perdere i complottisti e i libri scritti dalle lobby petrolifere con il fine di confondere le idee) e tale rimane l'andamento ormai da decenni.

Tutte le precauzioni prese dalle Nazioni, per incrementare la sostenibilità della nostra permanenza su questo pianeta, vengono attuate valorizzando il principio di PRECAUZIONE. Lo stesso principio che viene attuato per i vaccini ad esempio: non sai se ti beccherai l'epatite, ti vaccini per evitarla! Sappiamo che la temperatura del clima e quella del mare sta aumentando, ma le previsioni da oggi a cent'anni non si possono fare esatte quindi bisogna agire per contrastare questo aumento delle temperature, anche perchè alcune ricerche mostrano un aumento dei fenomeni atmosferici estremi (temporali, grandinate, uragani) rispetto agli anni precedenti.
Lo scioglimento dei ghiacci è palese, soprattutto per chi di voi va in montagna, non si può mica dire che è una balla, un pò di serietà:

Lo scioglimento del Ghiacciaio della Marmolada - Bellunovirtuale (http://www.bellunovirtuale.com/globalwarming.html)

Anch'io sono un frequentatore di alta montagna, purtroppo Gianluca è salernitano al massimo ha visto la cima del Vesuvio ;)

Gianluca
16-08-16, 20:44
Anch'io sono un frequentatore di alta montagna, purtroppo Gianluca è salernitano al massimo ha visto la cima del Vesuvio ;)

Le notizie che riportate dicono tutte così
"Gli scienziati hanno rilevato"

Non si dice mai chi, al massimo si fanno nomi di entità governative o para governative ma mai di persone


Ci hai mai fatto caso?

No?

Facci caso

I ghiacciai si sciolgono? Che novità sono 10000 anni (dalla ultima glaciazione) che i ghiacci "perenni" retrocedono nel corso dei secoli, con piccole oscillazioni

Nessuno ve lo ha mai detto?

Pare che questo fenomeno sia ciclico e duri da miliardi di anni, pare, agli scienziati...

Ad alcuni politici invece pare che ci sia una scusa per controllare le politiche energetiche del mondo, che sono svariate migliaia di miliardi di dollari l'anno, pare

Maestrale
16-08-16, 20:51
Le notizie che riportate dicono tutte così
"Gli scienziati hanno rilevato"

Non si dice mai chi, al massimo si fanno nomi di entità governative o para governative ma mai di persone


Ci hai mai fatto caso?

No?

Facci caso

I ghiacciai si sciolgono? Che novità sono 10000 anni (dalla ultima glaciazione) che i ghiacci "perenni" retrocedono nel corso dei secoli, con piccole oscillazioni

Nessuno ve lo ha mai detto?

Pare che questo fenomeno sia ciclico e duri da miliardi di anni, pare, agli scienziati...

Ad alcuni politici invece pare che ci sia una scusa per controllare le politiche energetiche del mondo, che sono svariate migliaia di miliardi di dollari l'anno, pare

Già, che bel discorso. Vero, per carità. Peccato che i mutamenti naturali dei ghiacciai se sono dovuti a cause naturali si verificano in migliaia di anni (a meno di eruzioni vulcaniche, tsunami, terremoti o grandi sconvolgimenti), qua parliamo di anno in anno

Gianluca io frequento le montagne ed i ghiacciai estivi da decenni, li ho visti con i miei occhi diminuire tutti. Non ti buttare anche su questo terreno senza sapere cosa scrivi perchè pure qui fai figuracce a iosa come sul Climategate, su Rubbia e sulla NASA. Ho pure un collega di via ferrata che fa le misurazioni col GPS per lavoro. Lascia perdere, va là, che poi mi dispiace

Gianluca
16-08-16, 20:57
Gianluca io frequento le montagne ed i ghiacciai estivi da decenni, li ho visti con i miei occhi diminuire tutti. Non ti buttare anche su questo terreno senza sapere cosa scrivi perchè pure qui fai figuracce a iosa come sul Climategate, su Rubbia e sulla NASA. Ho pure un collega di via ferrata che fa le misurazioni col GPS per lavoro. Lascia perdere, va là, che poi mi dispiace

Ma tu hai letto cosa ho scritto?

No, temo di no.

Sono 10000 anni che i ghiacciai si sciolgono

10000 anni

Non si sciolgono dalla sera alla mattina e non in modo costante ma con una discesa di lungo termine


Ho detto che non si sciolgono?

No

Ora per favore fammi due cortesie

1)leggi quello che scrivo
2) portami dei link o degli studi che dicano che sul pianeta terra i ghiacciai non si siano mai sciolti negli ultimi 10000 anni (ma torna anche più indietro nel tempo se vuoi)

Io davvero sono preoccupato per il fatto che non leggi le cose alle quali rispondi, leggendo il tuo post sembra che io abbia scritto "i ghiacciai chiamati permanenti non si stanno sciogliendo"

Si stanno sciogliendo invece ed è un fatto del tutto naturale

Gianluca
16-08-16, 21:00
Se tu avessi letto il post con cui ti ho risposto c'avresti capito un pò di più, magari

Quel video compreso, che ti ho postato io per primo

Non ho visto nessun video tuo

Ripostalo per favore

È comunque non hai commentato nessuno dei miei post

Gianluca
16-08-16, 21:04
Ooooh, dopo il video sulla NASA e Rubbia, che dicono tutto il contrario di quello che dice Gianluca, finalmente arriva il Climategate

Stamattina mi era sfuggito. In effetti lo aspettavo, anzi mi chiedevo come mai tardasse tanto, quelli del signoraggio e delle scie chimiche sono molto più veloci nello sciorinare tutte le loro convinzioni ideologiche basate sul nulla cosmico.

Evidentemente Gianluca è un complottista diesel, ne tira fuori una volta. Agaragar forse devi dargli qualche ripetizione :snob:

Anche in questo caso Gianluca posti link di cose che non conosci, traendo le tue conclusioni preferite. Ma io che sono un buon cristiano anche se sono agnostico come perdono Occhions quando parla di Moggi perdono te quando parli a vanvera del GW, perchè non sai quello che fai. Anzi, quello che dici

Si, perchè come nel caso dei video di Rubbia e degli articoli della NASA manco ti sei letto/ascoltato il link che hai postato, altrimenti dato che non sei stupido qualche dubbio forse ti sarebbe sorto, seppure, dvo dire, sull'argomento tu ti stia dimostrando un perfetto complottista ideologizzato, quando arrivavi a leggere, dopo lo scoppio dello scandalo, la storia delle indagini, delle inchieste, e le conclusioni delle stesse. Che riporto testualmente

------------------------

https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Le_indagini

Le indagini[modifica (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&veaction=edit&vesection=3) | modifica wikitesto (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&action=edit&section=3)]

A fine novembre 2009 la polizia del Norfolk confermò che stava «indagando su reati in relazione a un furto di dati all'Università dell'East Anglia»[15] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-15) insieme a un'unità specializzata in criminalità informatica della Polizia Metropolitana, all'Information Commissioner's Office (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Information_Commissioner%27s_Offic e&action=edit&redlink=1) e alla National Domestic Extremism Team (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=National_Domestic_Extremism_Team&action=edit&redlink=1) avvertendo che l'inchiesta avrebbe richiesto parecchio tempo.
In Gran Bretagna (https://it.wikipedia.org/wiki/Gran_Bretagna), ci sono state tre indagini sul comportamento degli scienziati della CRU. Phil Jones (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Phil_Jones_(climatologo)&action=edit&redlink=1) si autosospese durante i lavori delle commissioni e una volta riconosciuto innocente venne nominato direttore della ricerca, cioè senza responsabilità amministrative. Le conclusioni delle indagini furono che la CRU non aveva commesso né frode né altra disonestà scientifica e condivideva dati e metodi come da normale prassi scientifica. Sembrava però avere una "cultura della segretezza" e che non potesse contare sull'aiuto dall'amministrazione dell'Università nel far fronte alle richieste di dati che arrivavano sempre più numerose da parte di estranei al mondo accademico.

------------------------

https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Conclusioni_dei_ (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Conclusioni_dei_rapporti)rapporti (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#Conclusioni_dei_rapporti)

Conclusioni dei rapporti[modifica (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&veaction=edit&vesection=4) | modifica wikitesto (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Climategate&action=edit&section=4)]

Il 31 marzo 2010 (https://it.wikipedia.org/wiki/2010) il rapporto del Comitato per la scienza e la tecnologia della Camera dei Comuni (https://it.wikipedia.org/wiki/Camera_dei_comuni_(Regno_Unito)) concluse che «...la reputazione scientifica del Professor Phil Jones (https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Phil_Jones_(climatologo)&action=edit&redlink=1) e della CRU era intatta»[16] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-16) e auspicava che l'incidente portasse a migliori rapporti tra la comunità scientifica e il grande pubblico. Il 12 aprile, Il Comitato per la valutazione della scienza presieduto da Lord Oxburgh, richiesto dall'Università dell'East Anglia e selezionato dalla Royal Society (https://it.wikipedia.org/wiki/Royal_Society), elogiò il lavoro scientifico della CRU e notò che sebbene alcuni dei suoi metodi statistici potrebbero non essere stati i più idonei, era improbabile che metodi migliori producessero differenze significative.[17] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-17)
Il rapporto della terza commissione[18] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-18), anch'essa voluta dall'UEA e presidiata da Sir Russell Muir, sottolineò che «...non c'erano dubbi sul rigore e l'onestà» degli scienziati della CRU, ma che insieme all'Università «...non avevano dimostrato l'appropriato livello di trasparenza» e che «...alcune mail avrebbero potuto esser state cancellate per renderle indisponibili nel caso fosse stata inoltrata un'ulteriore richiesta al loro riguardo». L'atteggiamento da "comunità assediata" che prende decisioni "nel retrobottega", ha scritto il settimanale The Economist (https://it.wikipedia.org/wiki/The_Economist), non ha giovato all'immagine della ricerca sul clima[19] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-19). Sul rispetto o meno della legge sulla libertà di informazione, il rapporto della commissione Russell Muir concluse che la responsabilità ricadeva più sull'amministrazione universitaria che sulla CRU.
L'Information Commissioner's Office identificò infatti una violazione da parte dell'Università,[20] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-20) non sanzionabile poiché il reclamo era giunto dopo il termine di sei mesi previsti dalla legge. Nel rapporto veniva precisato che in ogni caso «...l'autorità per cedere a terzi dati grezzi non pubblicati era di chi li aveva raccolti»; né l'Università né la CRU potevano disporre liberamente dei dati delle temperature raccolti da uffici meteorologici in Gran Bretagna e all'estero. Negli Stati Uniti un'indagine dell'Università statale della Pennsylvania (https://it.wikipedia.org/wiki/Universit%C3%A0_statale_della_Pennsylvania) liquidò le accuse mosse a Michael Mann come "prive di sostanza"[21] (https://it.wikipedia.org/wiki/Climategate#cite_note-21).

-----------------------------------

La cosa che mi fa sempre ridere in Italia è che quando indagano il nano o qualche altro farabutto politico ci tocca ascoltare la levata di scudi dei finto-garantisti che grida "per carità, uno è innocente fino al quarto/quinto grado di giudizio!!!" , mente se c'è uno scandalo che fa "comodo" come questo nel cervello lo si archivia come fatto già assodato, non c'è bisogno di chiarire niente tutti colpevoli. Tanto che poi lo si riporta in discussioni come queste senza manco rendersi conto delle figuracce che uno fa a postare certi link che non solo non supportano le proprie tesi, ma dicono esattamente il contrario.

Insomma il cosiddetto "Climategate" fu un polverone per nulla, nessun dato fu mai modificato. Non lo dico io, lo dicono la Polizia inglese e le inchieste (una del Parlamento britannico, una dell'Università dell'East Anglia, una dell'Università della Pennsylvania e una di 5 giornalisti dell'Associated Press, oltre alle indagini della Polizia)

Perchè il tutto in realtà nacque da un'unica frase equivocata (secondo me non dico di proposito, ma forzatamente... l'interesse a creare un caso giornalistico su un argomento cosi appassionante c'è sempre). La riporto testualmente con la sua traduzione in italiano:

------------------------------

“I’ve just completed Mike’s Nature trick of adding in the real temps to each series for the last 20 years (ie from 1981 onwards) and from 1961 for Keith’s to hide the decline”
“Ho appena utilizzato il trucchetto usato da Mike [Mann, ndr] nell’articolo pubblicato su Nature di aggiungere le temperature reali a ciascuna serie degli ultimi 20 anni (cioè a partire dal 1981) e dal 1961 per quelli di Keith .. per nascondere il declino”. [B]Questa è la frase incriminata, proveniente daun’email scritta da Phil Jones, che ha fatto il giro del mondo ed è stata ripetuta e commentata con sdegno migliaia di volte.

http://i630.photobucket.com/albums/uu29/climalteranti/Aprile%202010/loscandalohacker.png

“Le parole “trick” (trucchetto) e “hide the decline” (nascondere il declino) sono inequivocabili”, ha scritto sul Foglio Pietro Vietti (http://www.ilfoglio.it/soloqui/3900), autore di numerosi articoli in cui la falsificazione dei dati viene data come fatto acquisito.
Secondo Roberto Vacca nelle email Mann e Jones “discutevano i trucchi per negare che ci fu un periodo caldo medioevale e nascondere misure recenti di temperature in diminuzione” (Nova-IlSole 24 ore del 4/2/2010).
Federica Paci ha scritto su La Stampa (http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/ambiente/grubrica.asp?ID_blog=51&ID_articolo=1278&ID_sezione=76&sezione=)che Phil Jones si era dimessoa dicembre “per lo scandalo delle email che mostravano come i ricercatori avessero falsificato alcuni dati“.
“Se le mail fossero vere” (e lo erano, ndr), il problema è che “queste lisciatine ai dati abbiano spinto nella direzione di evidenziare un riscaldamento che in realtà potrebbe non esserci stato“, diceva a milioni di persone sul TG2 Teo Georgiadis (http://www.youtube.com/watch?v=CQjUypYBqlI).
“Le bugie e i trucchi sul clima“, ha titolato a tutta pagina il Corriere della Sera, che in successivi articoli ha dato come fatto acquisito che dalla vicenda sia emerso che i dati sul clima erano stati truccati.
“Non so descrivere il mio disgusto quando ho letto alcune lettere confidenziali in cui risulta inequivocabile un enorme misfatto perpetrato contro i più elementari canoni della scienza“, è scritto in un articolo di Mario Tomasino sul Giornale dell’Ingegnere.
“Figure non proprio adamantine” dediti all’attività di “utilizzare metodi scientificamente poco corretti per produrre e/o enfatizzare dei dati scientifici“, è la sentenza che si può leggere nel recente libro“Riscaldamento globale: la fine” (http://venus.unive.it/rubino/promo_libro.pdf) di Angelo Rubino e Davide Zanchettin.

***
Il “trucco” di cui si parlava nella email fra Jones e Mann era semplicemente un modo di dire, slang scientifico per indicare un modo per risolvere le discrepanze fra due serie di dati: i dati delle temperature misurate, che mostravano un chiaro aumento negli ultimi tre decenni, e i dati ricavati da alcune proxy dendrometriche (http://it.wikipedia.org/wiki/Dendrometria), che mostravano invece una diminuzione dopo il 1961, dovuta all’incapacità di queste variabili proxy di misurare il riscaldamento del pianeta dovuto in larga parte all’attività antropica. In pratica, non si voleva certo non considerare le temperature dei termometri, ma anzi Jones comunica nella mail di voler di usare quest’ultime, al posto delle temperature ricostruite dalle serie dendrometriche che erano state giudicate non adeguate, in un diagramma sulla ricostruzione delle temperature degli ultimi 1000 anni.

Climalteranti.it » Perché si è sgonfiato il Climategate /1 ? Il trucco che non c?era (http://www.climalteranti.it/2010/04/22/perche-si-e-sgonfiato-il-climategate-1-il-trucco-che-non-c-era/)

---------------------------------

Dunque il tutto, ovviamente, mano a mano che la verità emergeva si è sgonfiato abbastanza velocemente in pochi mesi, sia in Italia che all'estero.

Ma per Gianluca, e per tutti i complottisti per cui è necessario raccontarsi cazzate per sostenere le loro teorie stampalate, è più conveniente ricordare solo la parola Climategate senza entrare troppo in profondità, mi raccomando. Posti il link e speri che nessuno lo legga, se sei in malafede. Oppure non l'hai letto nemmeno tu, se sei in buona fede, l'importante tanto è difendere la tua idea mica sapere come sono andate le cose per davvero. Per loro la verità è che i dati sono stati falsificati, e nelle loro teste è e sarà sempre cosi, non c'è niente da fare. Ecco perchè per questo Paese non c'è speranza, io l'ho sempre detto... tanto vale riderci sopra

Per questo mi ci vorrebbero ore per leggere tutto intanto il climagate c'è stato...

Poi davvero non capisco la prima frase che hai scritto. È evidente che il video di Rubbia non l'hai nemmeno visto per dire che contraddice quello che dico io visto che dice che la temperatura nella storia della terra è sempre cambiata (e non dipendeva dall'uomo) e che dal 2000 al 2014 è addirittura diminuita

pedro
16-08-16, 21:12
Climate change e global warming sono espressioni inglesi usate dai comunisti come Druuna e Maestrale per ingannare e terrorizzare il popolino, che ha paura di quello che non capisce. Dobbiamo usare l'espressione summer extension, perché a tutti piace l'estate.

Jerome
16-08-16, 21:15
Climate change e global warming sono espressioni inglesi usate dai comunisti come Druuna e Maestrale per ingannare e terrorizzare il popolino, che ha paura di quello che non capisce. Dobbiamo usare l'espressione summer extension, perché a tutti piace l'estate.

O Winter extension dipende dalla zona. O monsonizzazione... dato che a tutti piacciono i tropici

Gianluca
16-08-16, 21:17
Hanno deciso che la temperatura sale perché l'hanno misurata sui cerchi degli alberi, però da che esistono i termometri questa correlazione tra temperatura e cerchi non c'è, quindi bisogna usare il trucchetto.
Gianluca, la chiameremo sgientsa, perché la scienza è chiaramente un'altra cosa.

La scienza infatti è una altra cosa

Per riassumere a beneficio di chi si rompe il cazzo di leggere papielli la cosa è semplicissima.

L'onere della prova spetta a chi sostiene una tesi

La tesi proposta dai sostenitori del GW è la seguente

C'è un riscaldamento globale in atto nel pianeta terra
Questo riscaldamento è causato dall'uomo

E fin qui è tutto da dimostrare, ma se pure fosse non sarebbe la fine del mondo, è in questo momento che arriva il punto chiave di tutto:

QUESTO SURRISCALDAMENTO A BREVE SARÀ IRREVERSIBILE!!!!

Questo è il punto chiave

Senza questo non c'è fretta nell'agire

Non c'è urgenza

Non c'è emergenza

È qui che si fonda la azione politica.
Gore ha predetto nel 2007 che in 7 anni l'artico si sarebbe completamente sciolto.
Perché? Perché non poteva dire 50 anni, lui non avrebbe tratto nessun beneficio né lui né chi sta con lui. Fra 50 probabilmente chi sta facendo questa speculazione politica sarà morto, quindi deve dire che il punto di non ritorno è adesso. Altrimenti non ci può guadagnare potere e soldi. Esattamente come le religioni che parlano della fine del mondo ogni 5 anni o giù di lì

Possiamo concedere persino che ci sia un riscaldamento (non è vero ma diciamo che sia vero)

Possiamo certamente concedere che l'uomo abbia contribuito a questo fenomeno (la sua sola esistenza implica un aumento di temperatura) sebbene sarebbe da capire quanto sia il contributo umano, ma noi siamo buoni e accettiamo di buon grado che questo ci sia. Non è vero che è un contributo così grosso (ci sono osé che incidono infinitamente di più) ma facciamo che sia vero

Però nessuno ha mai potuto dimostrare la irreversibilità di questo (tutto da dimostrare) processo


Nessuno

Ovviamente maestrale non arriverà a questo punto del post e mi risponderà che nego di aver detto che l'uomo possa aver contribuito all'aumento di temperatura e mi dirà che nego che i ghiacciai delle Alpi si stanno sciogliendo mentre lui è stato lì e lo sa bene che si stanno sciogliendo

Qualcuno lo avvisi che non ho sostenuto che non si stiano sciogliendo ma ho detto che è un fatto del tutto naturale, prima che ripeta di nuovo le stesse cose

Jerome
16-08-16, 21:21
Che si sia esagerato con gli allarmismi è vero... però degli evidenti cambiamenti climatici ci sono... in Liguria abbiamo avuto estati tipiche del clima continentale... e in tutta Italia un evidente tropicalizzazione. In altri posti scioglimenti di ghiacciai millenari Poi magari è naturale ma non ne sono convinto. Le emissioni vanno ridotte soprattutto, però, per i danni alla salute.

Gianluca
16-08-16, 21:23
Druuna sostiene che la NASA sostiene le ipotesi sul Global Warming.

Mi linkeresti questi studi della Nasa per favore?

Voglio uno studio della Nasa che parli della irreversibilità dell'effetto climatico è che dica che la terra si sta per accendere come uno zolfanello in modo irreversibile nel giro di qualche anno

Ti ringrazio, finora non l'ho ancora visto questo studio della Nasa

Però ne ho visto uno che dice che il ghiaccio del polo sud è aumentato e di parecchio

Jerome
16-08-16, 21:24
Druuna sostiene che la NASA sostiene le ipotesi sul Global Warming.

Mi linkeresti questi studi della Nasa per favore?

Voglio uno studio della Nasa che parli della irreversibilità dell'effetto climatico è che dica che la terra si sta per accendere come uno zolfanello in modo irreversibile nel giro di qualche anno

Ti ringrazio, finora non l'ho ancora visto questo studio della Nasa

Però ne ho visto uno che dice che il ghiaccio del polo sud è aumentato e di parecchio

Io ho trovato più che la NASA un' altra agenzia governativa di cui mi sfugge il nome

Gianluca
16-08-16, 21:24
La verità è che queste persone hanno visto dei video anonimi con delle ipotesi

Non c'è nessuno scienziato che ci abbia messo la faccia (e se c'è l'ha persa come quelli che dicevano che il petrolio sarebbe finito nel 2000).

Maestrale
16-08-16, 22:41
Per questo mi ci vorrebbero ore per leggere tutto intanto il climagate c'è stato...

Poi davvero non capisco la prima frase che hai scritto. È evidente che il video di Rubbia non l'hai nemmeno visto per dire che contraddice quello che dico io visto che dice che la temperatura nella storia della terra è sempre cambiata (e non dipendeva dall'uomo) e che dal 2000 al 2014 è addirittura diminuita

Ecco bravo, ti ci vorrebbero anni altro che ore. Anche per i video di Rubbia che posti senza capirli

Il clima purtroppo non è materia facile da comprendere per chi non ne sa niente

Su Rubbia ti ho già risposto da mò, forse ti sei perso il post quando era nel Bar. Il succo è che tu non hai capito nulla di quello che dice Rubbia

https://forum.termometropolitico.it/697845-global-warming-la-grande-truffa-planetaria-5.html#post15702474

Maestrale
16-08-16, 23:28
Non ho visto nessun video tuo

Ripostalo per favore

È comunque non hai commentato nessuno dei miei post

Ho risposto a tutti i tuoi post deliranti, nessuno escluso

Poi non è che posso stare dietro a te tutto il giorno perchè ti perdi le risposte, eh

O magari ti vedi solo quelle che ti piacciono di più

Comunque Rachel ormai ha spostato quasi tutto, molti sono già qui nelle pagine addietro che non sono poi cosi tante.
Quello più importante è quello che ti ho già linkato nel post precedente. Ne mancano altri 7 che sono ancora nel Bar, glieli ho segnalati a Rachel e ha detto che li sposterà domattina

Rachel Walling
17-08-16, 07:33
Ho risposto a tutti i tuoi post deliranti, nessuno escluso

Poi non è che posso stare dietro a te tutto il giorno perchè ti perdi le risposte, eh

O magari ti vedi solo quelle che ti piacciono di più

Comunque Rachel ormai ha spostato quasi tutto, molti sono già qui nelle pagine addietro che non sono poi cosi tante.
Quello più importante è quello che ti ho già linkato nel post precedente. Ne mancano altri 7 che sono ancora nel Bar, glieli ho segnalati a Rachel e ha detto che li sposterà domattina

Fatto :D

Druuna
17-08-16, 08:35
http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2016/08/16/clima-luglio-2016-da-record-mese-piu-caldo-mai-registrato_63c3a8ef-0cfa-4804-9ebf-35cb28550c97.html


http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2016/06/14/clima-le-estati-future-batteranno-ogni-record-di-caldo_ee49bb07-9faa-46ed-bc6a-bc7981ad01b7.html

Sono certa che sono tutti scemi, me compresa.

animal
17-08-16, 09:59
non ci vuole molto a capire che l'evoluzione climatica e' una curva sinusoidale con i suoi picchi di massimo e di minimo!
Quindi glaciazioni e periodi caldi ci sono sempre stati e sempre ci saranno.
Ma in questa curva sinusoidale costante, si e' applicato negli ultimi 50 anni un fattore correttivo che la rende non piu' costante, ma tendenzialmente instabile!
Quale e' il fattore correttivo????
vediamo chi lo indovina!

agaragar
17-08-16, 10:17
non ci vuole molto a capire che l'evoluzione climatica e' una curva sinusoidale con i suoi picchi di massimo e di minimo!
Quindi glaciazioni e periodi caldi ci sono sempre stati e sempre ci saranno.
Ma in questa curva sinusoidale costante, si e' applicato negli ultimi 50 anni un fattore correttivo che la rende non piu' costante, ma tendenzialmente instabile!
Quale e' il fattore correttivo????
vediamo chi lo indovina!

Non proprio, ci sono stati periodi di caldo o freddo durati anche centinaia di milioni di anni

L'attuale periodicità delle glaciazioni riguarda solo gli ultimi 3 milioni di anni

Felipe K.
17-08-16, 12:05
Da scienziato affermo con sicurezza che gli studi scientifici HANNO RILEVATO UN AUMENTO DELLA TEMPERATURA MEDIA DEL PIANETA. Tale aumento è maggiormente accentuato ai POLi: La situazione è quella che ho scritto sopra, unica verità scientifica (lasciamo perdere i complottisti e i libri scritti dalle lobby petrolifere con il fine di confondere le idee) e tale rimane l'andamento ormai da decenni.

Tutte le precauzioni prese dalle Nazioni, per incrementare la sostenibilità della nostra permanenza su questo pianeta, vengono attuate valorizzando il principio di PRECAUZIONE. Lo stesso principio che viene attuato per i vaccini ad esempio: non sai se ti beccherai l'epatite, ti vaccini per evitarla! Sappiamo che la temperatura del clima e quella del mare sta aumentando, ma le previsioni da oggi a cent'anni non si possono fare esatte quindi bisogna agire per contrastare questo aumento delle temperature, anche perchè alcune ricerche mostrano un aumento dei fenomeni atmosferici estremi (temporali, grandinate, uragani) rispetto agli anni precedenti.
Lo scioglimento dei ghiacci è palese, soprattutto per chi di voi va in montagna, non si può mica dire che è una balla, un pò di serietà:

Lo scioglimento del Ghiacciaio della Marmolada - Bellunovirtuale (http://www.bellunovirtuale.com/globalwarming.html)
Che cosa vuol dire temperatura media? come lo calcoli l'integrale?

Felipe K.
17-08-16, 12:08
Luglio 2016 da record, mese più caldo mai registrato - Clima - ANSA.it (http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2016/08/16/clima-luglio-2016-da-record-mese-piu-caldo-mai-registrato_63c3a8ef-0cfa-4804-9ebf-35cb28550c97.html)


Le estati future batteranno ogni record di caldo - Clima - ANSA.it (http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2016/06/14/clima-le-estati-future-batteranno-ogni-record-di-caldo_ee49bb07-9faa-46ed-bc6a-bc7981ad01b7.html)

Sono certa che sono tutti scemi, me compresa.ma non senti che freschetto?

agaragar
17-08-16, 12:48
Ma che boiata!, il luglio più fresco da moltissimi anni a questa parte

Gianluca
17-08-16, 12:49
Che cosa vuol dire temperatura media? come lo calcoli l'integrale?

Non lo sanno

Loro parlano per sentito dire

Non vedi che gli articoli che linkano dicono cose tipo "questa è l'estate più calda ecc"

Che poi sono titoli per attirare click...

Druuna
17-08-16, 13:10
capisco che niente vi farà cambiare idea, ma, ripeto, la scema sono io.

This means that going on NASA’s data, July is the tenth month in a row to break the monthly average, and with the release of the US National Oceanographic and Atmospheric Administration (NOAA) data tomorrow, is expected to come in at the fifteenth warmest in a row based on their figures.


The differences seen between the two data sets is down to both organizations using a different baseline period, yet despite this, they are still finding the same result: that the world is continuing to warm, and that there has been a dramatic and concerning uptick in the warming during this last year.

https://pbs.twimg.com/media/Cp7TXFaWAAAIxgD.jpg
Not only that, but due to NASA having its baseline as the average temperatures recorded between 1951 and 1980, the data already includes a certain portion of warming from when mankind first started burning fossil fuels in the 1800s. This is thought to add around 0.5°C (0.9°F) of warming to Nasa’s figures, meaning that July was actually around 1.3°C (2.34°F) warmer than global temperatures in pre-industrial times.


The heating of the planet, due mainly to the continual release of CO2 into the atmosphere by humans, has led to the breaking of the absolute record for the warmest month, but even this record was only set last year, when July 2015 matched July 2011 temperature-wise. And the trend is not showing signs of stopping. This has worried many climate scientists, who now think that the limit agreed at the historic Paris Climate Summit of keeping global warming under 1.5°C (2.7°F) is effectively unachievable unless rapid and radical action is taken now, something which seems to be lacking.

July 2016 Was Officially The Hottest Month Ever On Record | IFLScience (http://www.iflscience.com/environment/july-2016-was-officially-the-hottest-month-ever-on-record/)

July 2016 was the world's hottest month since records began, NASA confirms - ScienceAlert (http://www.sciencealert.com/july-2016-was-the-world-s-hottest-month-since-records-began-nasa-confirms)


Climate at a Glance | National Centers for Environmental Information (NCEI) (http://www.ncdc.noaa.gov/cag/time-series/global)

https://www.ncdc.noaa.gov/sotc/

https://www.epa.gov/climate-indicators/climate-change-indicators-us-and-global-temperature

e l'ultimo

http://climate.nasa.gov/news/2479/nasa-analysis-finds-july-2016-is-warmest-on-record/

ma se non bastasse

Climate Change: Vital Signs of the Planet: Historical records miss a fifth of global warming (http://climate.nasa.gov/news/2468/historical-records-miss-a-fifth-of-global-warming/)

http://climate.nasa.gov/system/content_pages/main_images/203_co2-graph-021116.jpeg

http://climate.nasa.gov/evidence/

In its Fourth Assessment Report, the Intergovernmental Panel on Climate Change, a group of 1,300 independent scientific experts from countries all over the world under the auspices of the United Nations, concluded there's a more than 90 percent probability that human activities over the past 50 years have warmed our planet.


The industrial activities that our modern civilization depends upon have raised atmospheric carbon dioxide levels from 280 parts per million to 400 parts per million in the last 150 years. The panel also concluded there's a better than 90 percent probability that human-produced greenhouse gases such as carbon dioxide, methane and nitrous oxide have caused much of the observed increase in Earth's temperatures over the past 50 years.


They said the rate of increase in global warming due to these gases is very likely to be unprecedented within the past 10,000 years or more.


http://climate.nasa.gov/causes/

Dulcis in fundo

Scientific consensus: Earth's climate is warming

http://climate.nasa.gov/system/content_pages/main_images/1309_consensus-graphic-2015-768px.jpg


Multiple studies published in peer-reviewed scientific journals1 show that 97 percent or more of actively publishing climate scientists agree: Climate-warming trends over the past century are extremely likely due to human activities. In addition, most of the leading scientific organizations worldwide have issued public statements endorsing this position. The following is a partial list of these organizations, along with links to their published statements and a selection of related resources.


AMERICAN SCIENTIFIC SOCIETIES
Statement on climate change from 18 scientific associations


"Observations throughout the world make it clear that climate change is occurring, and rigorous scientific research demonstrates that the greenhouse gases emitted by human activities are the primary driver." (2009)2


http://climate.nasa.gov/scientific-consensus/

Druuna
17-08-16, 13:30
Climate Change: Vital Signs of the Planet: Images-of-change (http://climate.nasa.gov/images-of-change?id=583#583-early-sea-ice-breakup-in-beaufort-sea-arctic)

i-alca
17-08-16, 14:14
Comunque mi hanno sempre detto che sarebbe stata l'espansione termica dell'acqua asommergere Roma piu' che lo sglioglimento dei ghiacciai

:confused: Espansione termica dell'acqua????? :eek:

i-alca
17-08-16, 14:17
Ma che boiata!, il luglio più fresco da moltissimi anni a questa parte

vabbeh, ma spegni l'aria condizionata prima di fare le misurazioni della temperatura ambientale....:)

i-alca
17-08-16, 14:34
Il global warming non esiste



Infatti esistono dei cambiamenti climatici, che non necessariamente conducono verso un riscaldamento, ma verso una radicalizzazione degli eventi climatici.
Parlare di riscaldamento globale in un sistema chiuso non ha senso compiuto.

agaragar
17-08-16, 14:41
:confused: Espansione termica dell'acqua????? :eek:

I corpi si espandono col calore

saltarellicristiano
17-08-16, 14:54
Ma che boiata!, il luglio più fresco da moltissimi anni a questa parte

Forse è una tua impressione, i dati dicono che è il luglio più caldo della storia delle rilevazioni.:(

saltarellicristiano
17-08-16, 14:56
Infatti esistono dei cambiamenti climatici, che non necessariamente conducono verso un riscaldamento, ma verso una radicalizzazione degli eventi climatici.
Parlare di riscaldamento globale in un sistema chiuso non ha senso compiuto.

L'atmosfera terrestre non è un sistema chiuso prende calore dal sole e dalle profondità terrestri e lo perde in entrambe le direzioni.

Felipe K.
17-08-16, 16:33
io ancora devo capire come si calcola la temperatura media della terra

22gradi
17-08-16, 16:54
io ancora devo capire come si calcola la temperatura media della terra
Infili un termometro in terra ed ogni tanto vai lì a controllare la temperatura, poi a fine giornata fai la media.

i-alca
17-08-16, 17:26
I corpi si espandono col calore

L'acqua è anomala da questo punto di vista. :)

agaragar
17-08-16, 18:49
L'acqua è anomala da questo punto di vista. :)

Parzialmente, come ghiaccio si creano legami molecolari che aumentano il volume
altrimenti è normale

22gradi
17-08-16, 23:46
Insomma son 12 pagine che si va avanti, icchè si deve fà?

Druuna
18-08-16, 08:22
Rinsavire.

Only_Van
18-08-16, 15:16
[...]

È solo politica.


È propaganda politica con finalità molto chiare
1) creare un nemico comune per fare collaborare le nazioni. Ovviamente la regia è l'egemonia su questo tema sono americane. Un nuovo modo di comandare. Se vogliamo una nuova specie di religione (che aveva scopi simili ovvero fare si che i vicini non si ammazzassero tra loro)
2) rallentare la crescita di paesi emergenti come la Cina che produce molta CO2. Rallentare la crescita della Cina ne allontana la minaccia. Impedirle l'uso di combustibili fossili in nome di un interesse superiore (inventato) è l'obiettivo di protocolli come quello di Kyoto
3) last but not least la carriera politica personale di chi porta avanti queste battaglie



E quali sarebbero le prove di questa fantomatica cospirazione? Come ipotesi è ridicola, ma facciamo finta che abbia senso, non basta trovare un movente, bisogna anche vedere se davvero l'inganno viene fatto.
Io potrei avere dei vantaggi dalla morte di una persona ma non vuol dire che, se dovesse succede, sarei automaticamente colpevole.
La polizia indagherà sul possibile movente, ma per avere un fondato sospetto valuterà i miei movimenti, prove ambientali, testimonianze, DNA ecc...

Tu hai solo un movente (in realtà neanche quello, ma facciamo finta), ma non hai le prove che ci sia questo piano per "unire le nazioni" e per "fermare la cina".
Diciamo che il punto 3 sarebbe l'unico sensato, ma troppo poco per muovere quel che dovrebbe muovere.


Veniamo poi nel merito:

1) Gli Stati Uniti non hanno mai ratificato l'accordo di Kyoto, Bush jr non ne voleva proprio sapere e in generale i Repubblicani sono contro. Strano modo porsi a capo di una "nuova religione" non facendone parte;
2) Se come dici tu le prove che il global warming sia una balla sono così evidenti e alla portata di tutti, perché paesi come la Cina, l'India e altri (Russia?) non hanno denunciato questa balla? Un po' strano che una nazione che sfida gli Stati Uniti nel Pacifico creando isole artificiali e potenziando le forze militari si sottometta come un cagnolino a una balla infondata.
2bis) Oltretutto molti stati sono recalcitranti a prendere obbiettivi precisi e vincolanti, solo i paesi dell'UE sembrano maggiormente impegnati.
3) Possibile che Al Gore cavalchi questa battaglia anche per "carriera politica", meno probabile che il mondo gli faccia il favore di ascoltarlo se fosse tutto una boiata.


Se proprio volessimo ribaltare il giochino, potremmo chiederci chi avrebbe interesse a negare il riscaldamento globale: magari le grandi multinazionali del petrolio e del carbone.
Magari alcuni negazionisti sono pagati da queste aziende.

Magari.

Così le più grandi compagnie petrolifere hanno ingannato l?opinione pubblica per decenni - l'Espresso (http://espresso.repubblica.it/plus/articoli/2015/07/13/news/cambiamento-climatico-cosi-le-compagnie-petrolifere-hanno-ingannato-l-opinione-pubblica-per-decenni-1.221108)

http://www.nytimes.com/2015/02/22/us/ties-to-corporate-cash-for-climate-change-researcher-Wei-Hock-Soon.html?_r=0

00_Void
18-08-16, 15:30
La scienza infatti è una altra cosa

Per riassumere a beneficio di chi si rompe il cazzo di leggere papielli la cosa è semplicissima.

L'onere della prova spetta a chi sostiene una tesi

La tesi proposta dai sostenitori del GW è la seguente

C'è un riscaldamento globale in atto nel pianeta terra
Questo riscaldamento è causato dall'uomo

E fin qui è tutto da dimostrare, ma se pure fosse non sarebbe la fine del mondo, è in questo momento che arriva il punto chiave di tutto:

QUESTO SURRISCALDAMENTO A BREVE SARÀ IRREVERSIBILE!!!!

Questo è il punto chiave

Senza questo non c'è fretta nell'agire

Non c'è urgenza

Non c'è emergenza

[...]

Il problema secondo me è che la CO2 tende ad accumularsi (ha un tempo di semivita dell'ordine dei decenni). Perciò, nel momento in cui il fenomeno inizierà ad avere conseguenze rilevanti, non si riuscirà, anche adottando misure drastiche, a porvi rimedio in tempi brevi.

Indra88
18-08-16, 15:45
RISCALDAMENTO GLOBALE ANTROPOGENICO"Dr.Franco Battaglia
La congettura del global warming antropogenico (AGW) risale a un secolo fa, e nel corso degli anni, fino ad oggi, è stata più volte riproposta. Fu una congettura ragionevole e semplice: è da un secolo che l’uomo, bruciando combustibili fossili, immette anidride carbonica (CO2) in atmosfera, la CO2 è un gas serra, nell’ultimo secolo il pianeta è stato più caldo che nel recente passato, ergo fu avanzata l’ipotesi che le emissioni antropiche sono responsabili di questo cambiamento climatico.

Allo scopo di controllare la validità dell’ipotesi, l’Onu ha istituito un organismo – l’Ipcc – che non è scientifico, ma è politico, nel senso che i suoi membri sono nominati dai governi. L’Ipcc assume l’ipotesi vera (così è esplicitamente scritto nel suo statuto) e ha proceduto raccogliendo tutte le circostanze che confermano l’ipotesi (principalmente le risultanze da modelli di calcolo). La procedura adottata ha indotto l’Ipcc a scegliere selettivamente le risultanze a favore della ipotesi da provare.

Il metodo scientifico, però, funziona diversamente. Al cospetto di un’ipotesi, bisogna invece procedere col formulare l’ipotesi nulla – cioè l’ipotesi che nega l’ipotesi che si vuole controllare – e cercare di falsificarla; solo se si riesce a falsificare l’ipotesi nulla allora si accetta l’ipotesi che interessa.

Nel caso specifico, bisognerebbe falsificare la seguente affermazione: il clima odierno è d’origine naturale. Procedendo secondo i canoni del metodo scientifico, facciamo allora vedere che quest’ultima ipotesi non viene falsificata e adduciamo una mezza dozzina di circostanze.

Primo. I dati geologici ci informano che la storia climatica della Terra è quella di un pianeta essenzialmente freddo, che vive ogni 100.000 anni periodi di optimum climatico (figura 1). Noi viviamo in un tale periodo, ma tutti i precedenti periodi di optimum climatico sono stati più caldi di quello odierno: siamo in un optimum climatico che, manco a farlo apposta, non è mai stato così freddo! Il clima dei precedenti periodi caldi, più caldi dell’odierno, non possono che essere stati di origine naturale.

http://www.meteoclima.net/it/images/images/Figura%201.png

Secondo. Sovrapposte alle oscillazioni con periodo di 100.000 anni, vi sono altre oscillazioni, con periodi più brevi. Quella della figura 2 ne è un esempio. Da essa si evince che circa 1000 anni fa il pianeta ha vissuto il cosiddetto Periodo Caldo Medievale (PCM), quando il clima fu più caldo del periodo caldo odierno. Qualcuno ha tentato di negarlo, sostenendo che i dati sono invece limitati localmente. Invece, la globalità del PCM è certificata da decine di risultanze, con dati raccolti ovunque nel mondo. Inoltre, ci sarebbe da chiedersi che senso avrebbe preoccuparsi dello svolgimento di un clima globale se poi quello locale si comporta in modo indipendente dal clima globale. Anche il clima del PCM, più caldo dell’odierno, non può che essere stato di origine naturale.

http://www.meteoclima.net/it/images/images/Figura%202.jpg

Terzo. L’attuale riscaldamento globale non si è avviato un secolo fa in concomitanza con le emissioni di CO2, ma ben 4 secoli fa, quando il pianeta era al minimo della cosiddetta Piccola Era Glaciale (PEG). (Gli astrofisici lo chiamano Minimo di Maunder, corrispondente ad un minimo d’attività solare). Intorno al 1650 (si veda ancora la figura 2), il pianeta ha cominciato a scaldarsi e ad uscire dalla PEG, e ha continuato a farlo, con varie oscillazioni, fino ai giorni nostri. Non a caso si sente spesso dire dai media che è da 400 anni che non si registrano temperature alte come quelle odierne. Appunto: 400 anni fa si era nel pieno della PEG. L’uscita dalla PEG è cominciata 400 anni fa, e pertanto non può che essere stata di origine naturale.
http://www.meteoclima.net/it/images/images/Figura%203.gifhttp://www.meteoclima.net/it/images/images/Figura%204.png
Quarto. L’uscita dalla PEG non è stato un processo monotòno ma, piuttosto, l’aumento della temperatura ha subìto arresti e inversioni. Il fatto è che, manco a farlo apposta, un’importante inversione si ebbe negli anni 1940-75 (figura 3), in pieno boom demografico, industriale e di emissioni. Un altro importante arresto si ha da oltre 12 anni (figura 4), con le temperature globali che hanno smesso di crescere, sebbene le emissioni di CO2 abbiano continuato a crescere esponenzialmente senza sosta. Ancora una volta, il clima del pianeta è governato da fenomeni naturali, visto che si è raffreddato proprio quando le emissioni di gas-serra sono state ai loro massimi.

Quinto. La congettura dell’AGW prevede che l’aumento di temperatura della troposfera equatoriale a circa 12 km dalla superficie terrestre sia quasi il triplo dell’aumento della temperatura dell’atmosfera alla superficie terrestre (figura 5a). Questa circostanza fu chiamata “impronta digitale dell’AGW”. Senonché le misure satellitari della temperatura dell’atmosfera registrano lassù, nella troposfera equatoriale, non un riscaldamento aumentato rispetto a quello a terra, men che meno triplo, ma addirittura un raffreddamento (figura 5b). L’impronta digitale della congettura dell’AGW è così diventata l’impronta digitale della falsità di quella congettura.

http://www.meteoclima.net/it/images/images/Figure%205a%20e%205b.jpg

Vi sono un mucchio d’altre cose che andrebbero dette. Ad esempio, l’aumento del livello del mare per il quale si fa tanto allarme, è in realtà un fenomeno naturale, in atto da 18.000 anni, cioè da quando il pianta cominciò a uscire dall’ultima era glaciale. Un effetto della CO2, allora, dovrebbe far registrare un’accelerazione in questo aumento: ma nessuna accelerazione si osserva rispetto agli aumenti occorsi nel periodo pre-industriale. E altre cose ancora, ma i punti precedenti sono sufficienti: ogni tentativo di sconfessare l’ipotesi nulla ha fallito.

Possiamo dire allora con certezza che, anche se il GW esiste, l’AGW non esiste.

Dr. Franco Battaglia
(http://www.meteoclima.net/it/index.php/franco-battaglia/item/24-riscaldamento-globale-antropogenico?tmpl=component&print=1)

Only_Van
18-08-16, 16:04
Tralasciando le opinioni di Battaglia su cui magari ritornerò quando avrò tempo, la parte finale è ridicola: qualcuno avrebbe inventato il global warming per implementare tecnologie fallimentari e antieconomiche.
Cioè, dai, sul serio?
Perché?
Politici e scienziati corrotti da chi? Dalle aziende della green economy?

agaragar
18-08-16, 16:09
1) Gli Stati Uniti non hanno mai ratificato l'accordo di Kyoto, Bush jr non ne voleva proprio sapere e in generale i Repubblicani sono contro. Strano modo porsi a capo di una "nuova religione" non facendone parte;
Veramente questa è una specialità dell'america, i guai li danno agli altri
il popolo americano, che è consumista, non è ancora convinto del GW, aspettano che lo sia, loro non sono mai stati 'comunisti'


2) Se come dici tu le prove che il global warming sia una balla sono così evidenti e alla portata di tutti, perché paesi come la Cina, l'India e altri (Russia?) non hanno denunciato questa balla? Un po' strano che una nazione che sfida gli Stati Uniti nel Pacifico creando isole artificiali e potenziando le forze militari si sottometta come un cagnolino a una balla infondata.
2bis) Oltretutto molti stati sono recalcitranti a prendere obbiettivi precisi e vincolanti, solo i paesi dell'UE sembrano maggiormente impegnati.erchè gli stati non si impegnano personalmente in queste polemiche
Che ne sai che chi si oppone al GW non sia mandato proprio da questi stati?



3) Possibile che Al Gore cavalchi questa battaglia anche per "carriera politica", meno probabile che il mondo gli faccia il favore di ascoltarlo se fosse tutto una boiata. I giovani del partito democratico sono fra i sostenitori del GW
Gore fa il 'riscaldatore'
E sanders il socialista...

Indra88
18-08-16, 16:13
Tralasciando le opinioni di Battaglia su cui magari ritornerò quando avrò tempo, la parte finale è ridicola: qualcuno avrebbe inventato il global warming per implementare tecnologie fallimentari e antieconomiche.
Cioè, dai, sul serio?
Perché?
Politici e scienziati corrotti da chi? Dalle aziende della green economy?

ah scusa l' ho tagliata perché mi pareva inutile

comunque lui porta certi dati, i periodi di optimum climatico(mai così freddo come oggi), il periodo caldo medievale(PCM), l' uscita dal PEG che non cincide minimamente con le immissioni antrpiche di CO2, la mancanza di riscontro empirico dell' ipotesi dell imprnta digitale dell AGW, l' innalzamentoo del livello dei mari che sembra neutrale rispetto alle attività umane..

io non ho le competenza tecniche specifiche per valutare questi dati, e immagino si possano discutere

però che l' attività umana possa avere un effetto considerevole o anche solo rilevabie sui mutamenti climatici m'è sempre parsa un' ipotesi arditissima, e anche parecchio interessata

Only_Van
18-08-16, 16:28
Veramente questa è una specialità dell'america, i guai li danno agli altri
il popolo americano, che è consumista, non è ancora convinto del GW, aspettano che lo sia, loro non sono mai stati 'comunisti'

L'argomentazione di Gianluca è che il GW serve a "trovare un nemico comune / fondare una nuova religione nel nome dell'America".
Ma se gli USA sono tra i pochi a non aver ratificato come farebbero a porsi alla testa di tutto questo?

E poi chi aspetta? Ripeto, i Repubblicani sono per la maggioranza contrari, Bush ne fece anche una questione elettorale. Chi sarebbe i mandanti di questo complotto scientifico-politico?



erchè gli stati non si impegnano personalmente in queste polemiche

E perché? Non mi sembra che non ci siano polemiche di vario genere tra gli stati per questioni molto minori, figurarsi per qualcosa che implica grandi costi e trasformazioni economiche.



Che ne sai che chi si oppone al GW non sia mandato proprio da questi stati?

Ripeto, se, come dicono certi negazionisti, il GW è una bufala ed è evidente, perché sostenere nell'ombra quando puoi rifarti ad analisi indipendenti?



I giovani del partito democratico sono fra i sostenitori del GW
Gore fa il 'riscaldatore'
E sanders il socialista...

E quindi?

Indra88
18-08-16, 16:32
per convalidare la congettura dell AGW occorre produrre evidenze del fatto che il GW non dipenda interamente da fattori naturali e stabilire in quale misura l attività umana inciderebbe rispetto ai normali cicli cimatici

io di evidenze in questo senso non ne ho mai viste anzi da profano mi pare che non stiamo vivendo una fase prticolare ella storia del nostro pianeta in nessun senso che sia oggettivo, rilevabile e misurabile, e qundi scientfico, poi se stiamo parlando di fantasmi è un altro discorso beninteso

Only_Van
18-08-16, 16:33
ah scusa l' ho tagliata perché mi pareva inutile

comunque lui porta certi dati, i periodi di optimum climatico(mai così freddo come oggi), il periodo caldo medievale(PCM), l' uscita dal PEG che non cincide minimamente con le immissioni antrpiche di CO2, la mancanza di riscontro empirico dell' ipotesi dell imprnta digitale dell AGW, l' innalzamentoo del livello dei mari che sembra neutrale rispetto alle attività umane..

io non ho le competenza tecniche specifiche per valutare questi dati, e immagino si possano discutere

Di solito i negazionisti portano dati parziali, non so se sia questo il caso.



però che l' attività umana possa avere un effetto considerevole o anche solo rilevabie sui mutamenti climatici m'è sempre parsa un' ipotesi arditissima,

Bè, dato che abbiamo modificato seriamente la quantità di Co2 nell'atmosfera, l'ipotesi alla base è plausibile.



e anche parecchio interessata

Su questo sinceramente non riesco proprio a capire a chi possa interessare se non a troppe poche persone e gruppi per poter imporre a livello mondiale una montatura.

Indra88
18-08-16, 16:47
Di solito i negazionisti portano dati parziali, non so se sia questo il caso.

non sono un climatologo, ma io fino a che qualcuno non mi contesta i dai di battaglia alla luce di dati certi o perlomeno scientificamente condivisi li prendo per buoni


Bè, dato che abbiamo modificato seriamente la quantità di Co2 nell'atmosfera, l'ipotesi alla base è plausibile.

l' ipotesi dell' AGW si basa proprio su questo, poi un discorso è avanzare una congettura, per quanto rgiionevole, un altro produrre evidenze a sostegno

senza prove stiamo parlando non di scienza ma di altro, fede, politica..


u questo sinceramente non riesco proprio a capire a chi possa interessare se non a troppe poche persone e gruppi per poter imporre a livello mondiale una montatura.

interessata nel senso che che fa figo dire 'il modello di sviluppo attuale non è sostenibile moriremo tutti convertitevi' da un lato, e dall' atro nel senso che chi produce e commercializza queste fonti di enegia 'pulita' ha l' interessa a difendere una certa visione delle cose

ma a questo si puà obiettare che pure le lobby petrolifere e allora la si butta in politica e non è più finita

io resterei sulla necessità di produrre evidenze da parte di chi difende l' ipotesi(che è un' ipotesi!) dell' AGW

Indra88
18-08-16, 16:53
poii mi piace sta cosa di bollare gli scettici circa l' AGW come 'negazionisti'

siete voi che affermate qualcosa di molto specifico senza addurre prove precise e circostanziate

Druuna
18-08-16, 17:27
poii mi piace sta cosa di bollare gli scettici circa l' AGW come 'negazionisti'

siete voi che affermate qualcosa di molto specifico senza addurre prove precise e circostanziate

veramente io qualcosa ho postato, poi se uno non ha voglia di leggere, va be'.

Indra88
18-08-16, 17:34
veramente io qualcosa ho postato, poi se uno non ha voglia di leggere, va be'.

non ho letto tutta la discussione, magari se mi segnali a che pagina si trovano i dati da te postati poi gli do una bifata

Indra88
18-08-16, 18:15
veramente io qualcosa ho postato, poi se uno non ha voglia di leggere, va be'.


non ho letto tutta la discussione, magari se mi segnali a che pagina si trovano i dati da te postati poi gli do una bifata

si dai ho visto, cose tipo 1300 scenziati indipendenti 'under the auspices of united nations' ecc..

l luglio più caldo di sempre..

ecc..

saltarellicristiano
20-08-16, 04:58
io ancora devo capire come si calcola la temperatura media della terra

Si fanno tante rilevazioni a terra e con palloni aerostatici e si calcola una media ponderata, non mi sembra poi una cosa così difficile.

Maestrale
20-08-16, 09:36
non ho letto tutta la discussione

Non ci sono dubbi su questo

Non avete letto la discussione e avete letto anche poco o nulla sull'argomento in generale, perchè è evidente l'unica cosa che suscita il vostro interesse quando si parla di clima è quella di trarre le vostre conclusioni ideologiche a prescindere. Dell'argomento in se stesso non ve ne frega una mazza, probabilmente vi annoia anche profondamente, e dunque quando uno si prende la briga di postare un pò di dati in un post che, necessariamente, deve essere pò lungo e articolato se si vuole entrare nel merito lo saltate a piè pari.

Dal signoraggio alle scie chimiche passando per il complotto del global warming fate sempre tutti così, quindi è normale don't worry ;)

Druuna
20-08-16, 09:54
si dai ho visto, cose tipo 1300 scenziati indipendenti 'under the auspices of united nations' ecc..

l luglio più caldo di sempre..

ecc..

Sono dati della NASA o comunque della comunità scientifica, poi oh, tutto è perfettibile e criticabile, ma non mi pare di aver visto dati con un pari grado di affidabilità che dicano l'opposto.

Haxel
20-08-16, 13:30
leggo da anni (molti anni) che la temperatura sta salendo e una volta salita i ghiacci si sciolgono (artide antartide e ghiacciai perenni). Sciogliendosi i ghiacci molte città saranno sommerse...

ci ho creduto pure io fino a ieri, quando un fondamentalista ambientale ha mostrato una tale intolleranza verso idee diverse dalle sue che mi ha fatto riflettere e non poco

andiamo con ordine:
diciamo che 30 anni fa il global warming era all'inizio, i ghiacciai stavano bene, benissimo direi.

A quel tempo le città non erano sommerse e qualche volta c'era acqua alta a Venezia.

Se i ghiacciai si fossero tutti sciolti saremmo finiti così senza alcun dubbio
http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2013/11/citt%C3%A0-italiane-sommerse-mare-4.jpg


nella discussione che posterò dopo si dice con una determinazione fideistica che sia l'artide (cosa concessa da me) che l'antartide (cosa da me negata io ho letto che cresceva) si stessero ritirando
leggendo i vari articoli di allarmismo ambientalista viene fuori che
Come lo scioglimento dei ghiacci sconvolgerà la vita sul pianeta | QualEnergia.it (http://www.qualenergia.it/articoli/20150922-come-lo-scioglimento-dei-ghiacci-sconvolgera-vita-sul-pianeta)


insomma un tracollo da tutte le parti...
prepariamoci a nuotare allora...

oh wait!

un momento!

ma se l'artide ha perso il 50% e l'antartide ha visto una ritirata dell'87% dei suoi ghiacciai ecc come è che a Venezia non c'è manco l'acqua alta?
Cioè voglio dire, ok se fossero sciolti tutti saremmo tutti sommersi, persino Roma, ma qui siamo già a metà dello scioglimento eppure l'acqua non sembra essere cresciuta di manco un centimetro..

dove cazzo è finita l'acqua? se la sono presa quegli stronzi di alieni del film Oblivion con Tom Cruise?

Ridateci la nostra acqua stronzi!
Gli ambientalisti hanno detto che con lo scioglimento dei ghiacci saremmo stati sommersi, non vorrete mica fargli fare la figura di testimoni di Geova? Eh no eh! C'è un sacco di gente che ci crede alla storia del global warming. Così come ha creduto alla storia dell'ozono che a un certo punto in pochissimo tempo ha visto chiudere tutti i buchi perché qualcuno è andato in tv in america alla fine degli anni 80 a dire "non usate più i CFC" e i cinesi e gli indiani e tutti i popoli del mondo lo sono stati a sentire immediatamente, e il buco si è chiuso in pochissimo tempo da solo, sicuro che tutti i popoli del mondo avrebbero ascoltato prima o poi quello nella tv americana. A metà anni 90 già dell'ozono non parlava più nessuno...?

ma non è che questi ambientalisti ci hanno preso un po' per il culo?
@nastenka (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=10797) @pedro (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=12117) @Hermes (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=8029)

L'accelerazione senza precedenti dell'innalzamento dei mari - Le Scienze (http://www.lescienze.it/news/2016/02/23/news/passato_presente_futuro_innalzamento_mari-2982865/)

in realtà il livello si innalza, il punto è che non si innalza tutto insieme, con uguale avanzamento, vuoi per la distribuzione delle acque stesse, vuoi perché le foci impediscono o rallentano, parliamo comunque di un fenomeno molto lento, di qualche millimetro o centimetro
dalle mie parti per esempio la spiaggia incomincia a non esistere più, vuoi anche perché il terreno è abrasivo di suo, vuoi anche per questo fenomeno

saltarellicristiano
20-08-16, 14:38
L'accelerazione senza precedenti dell'innalzamento dei mari - Le Scienze (http://www.lescienze.it/news/2016/02/23/news/passato_presente_futuro_innalzamento_mari-2982865/)

in realtà il livello si innalza, il punto è che non si innalza tutto insieme, con uguale avanzamento, vuoi per la distribuzione delle acque stesse, vuoi perché le foci impediscono o rallentano, parliamo comunque di un fenomeno molto lento, di qualche millimetro o centimetro
dalle mie parti per esempio la spiaggia incomincia a non esistere più, vuoi anche perché il terreno è abrasivo di suo, vuoi anche per questo fenomeno

Ai poli solo l'artide si stà sciogliendo, si è ridotta del 40% più o meno, solo che si tratta di ghiaccio che galleggia e quindi occupa lo stesso spazio di prima, da gli scioglimenti sulla terraferma viene un aumento del livello dei mari ma siamo nell'ordine dei millimetri, il riscaldamento dei mari dovrebbe dare alcuni centimetri, ma è comunque un processo secolare.

agaragar
21-08-16, 05:49
Originariamente Scritto da agaragar
I giovani del partito democratico sono fra i sostenitori del GW
Gore fa il 'riscaldatore'
E sanders il socialista...
_

L'argomentazione di Gianluca è che il GW serve a "trovare un nemico comune / fondare una nuova religione nel nome dell'America".
Ma se gli USA sono tra i pochi a non aver ratificato come farebbero a porsi alla testa di tutto questo?
E poi chi aspetta? Ripeto, i Repubblicani sono per la maggioranza contrari, Bush ne fece anche una questione elettorale. Chi sarebbe i mandanti di questo complotto scientifico-politico
E quindi?

Quindi trovano voti a buon mercato, sia affermando che negando il GW, tralasciando i problemi reali
Bush, per negare il GW, abbisogna che qualcuno l'abbia prima affermato.

Tra l'altro il GW favorisce l'alto prezzo del petrolio...

Maestrale
21-08-16, 09:15
Quindi trovano voti a buon mercato, sia affermando che negando il GW, tralasciando i problemi reali
Bush, per negare il GW, abbisogna che qualcuno l'abbia prima affermato.

Tra l'altro il GW favorisce l'alto prezzo del petrolio...

https://66.media.tumblr.com/0c6d6f317b21f01f7ab971ce73eae132/tumblr_nje75vixS71tr6ni8o1_500.gif

Gianluca
23-08-16, 03:20
non ho seguito il thread ma poi risponderò

ho letto solo distrattamente i post di Only-van che mi pare sostenga che la Cina abbia sottoscritto il protocollo di Kyoto (e questo secondo lui dimostrerebbe che ho torto)

peccato che pare che non abbia sottoscritto alcun target, infatti le sue emissioni continuano ad aumentare

più in generale aumentano in tutto il mondo a ritmi elevatissimi, non seguiti da un aumento della temperatura dello stesso tipo (che era invece la tesi che cercava di dimostrare Gore nel suo "inconvenient truth")

ovvero a fronte di un amento notevole della CO2 gli esperti si dividono tra chi dice che la temperatura è stabile, chi dice che è aumentata di frazioni di punto e chi dice che non si può misurare con assoluta precisione e che le variazioni sono complessivamente minime

se fosse vera la tesi di Gore le calotte polari dovrebbero già essere sciolte (lui lo predisse nel 2007) ma non è così, allora ci si accontenta di diminuzioni stagionali e ci si accontenta dei ghiacciai continentali, nemmeno tutti a dire il vero

scommetto che buona parte degli adepti di questa religione credano che il lago d'Aral sia evaporato per il calore, sarebbe da chiederglielo, così come il lago Ciad, per costoro vale la regola che l'azione dell'uomo a livello locale non sia così importante per quella zona ma che sia tutto colpa di un grande movimento globale, quindi se un lago sparisce in 30 anni non sono le industrie e gli agricoltori del luogo che hanno drenato l'acqua per decenni fino ad esaurirla, noooo, è il "global warming" degli occidentali cattivi che è causa di tutto

sta cosa della auto colpevolizzazione da parte di alcune persone appartenenti alla cultura occidentale è veramente curiosa

c'è una guerra in Africa? E' colpa dell'uomo bianco
c'è una mareggiata che butta giù tre alberi in una isola disabitata della polinesia?
E' colpa del global warming, e queste isole c'erano da milioni di anni (falso in realtà durano pochissimi essendo buona parte della superficie terrestre interessata dalla tettonica a zolle), ora per colpa dell'uomo bianco ecc..

sta cosa secondo me deve nascondere dei complessi molto profondi, dei sensi di colpa di vario genere ai quali si da questa risposta, boh

agaragar
23-08-16, 21:45
Il clima varia di per se, certo la CO2 è un gas serra e quindi dovrebbe far aumentare le temperature

Ma ci sono dei meccanismi di regolazione, se aumenta la CO2 aumenta anche l'assorbimento

Variazioni climatiche nette avvengono quando si inceppano tali meccanismi di regolazione

topquark
23-08-16, 23:10
Non esiste alcun "meccanismo di regolazione" che io sappia: al contrario sembra che il riscaldamento globale abbia l'effetto di accelerare il processo.
Questo perche'
lo scioglimento dei ghiacciai favorisce l'assobimento di luce solare che non viene piu riflessa verso lo spazio.
la maggiore temperatura riduce la capacita dei mari di scioglere CO2.
la desertificazione riduce la flora che sequestra CO2 per fotosintesi.

Per il resto agli scettici suggerisco di dare una occhiata almeno su wikipedia e di dirci quali sono le evidenze che secondo loro sono incorrette.
https://en.wikipedia.org/wiki/Global_warming

Riguardo al consenso scientifico sulla questione:
..the IPCC Fifth Assessment Report (https://en.wikipedia.org/wiki/IPCC_Fifth_Assessment_Report) [stated] that it "is extremely likely that human influence has been the dominant cause of the observed warming since the mid-20th century".[240] (https://en.wikipedia.org/wiki/Global_warming#cite_note-ipcc-245)

Druuna
23-08-16, 23:27
Ma no topquark, sicuramente io, te, Maestrale, siamo tutti scemi e complottisti speculatori :D :drinky:

https://thebigblogtheory.files.wordpress.com/2009/11/rpf-bongo.gif?w=450

agaragar
23-08-16, 23:45
Non esiste alcun "meccanismo di regolazione" che io sappia: al contrario sembra che il riscaldamento globale abbia l'effetto di accelerare il processo.
Questo perche'
lo scioglimento dei ghiacciai favorisce l'assobimento di luce solare che non viene piu riflessa verso lo spazio.
la maggiore temperatura riduce la capacita dei mari di scioglere CO2.
la desertificazione riduce la flora che sequestra CO2 per fotosintesi.

[/FONT][/COLOR][/I]

Perchè un clima più caldo dovrebbe favorire la sesertificazione, quando i posti più caldi sono i più lussureggianti?

Questo è un esempio di dilettantismo

+ evaporazione + piogge

+ energia nell'atmosfra + circolazione atmosferica - deserti tropicali ecc.

Maestrale
24-08-16, 00:02
Non esiste alcun "meccanismo di regolazione" che io sappia: al contrario sembra che il riscaldamento globale abbia l'effetto di accelerare il processo.
Questo perche'
lo scioglimento dei ghiacciai favorisce l'assobimento di luce solare che non viene piu riflessa verso lo spazio.
la maggiore temperatura riduce la capacita dei mari di scioglere CO2.
la desertificazione riduce la flora che sequestra CO2 per fotosintesi.

Per il resto agli scettici suggerisco di dare una occhiata almeno su wikipedia e di dirci quali sono le evidenze che secondo loro sono incorrette.
https://en.wikipedia.org/wiki/Global_warming

Riguardo al consenso scientifico sulla questione:
..the IPCC Fifth Assessment Report (https://en.wikipedia.org/wiki/IPCC_Fifth_Assessment_Report) [stated] that it "is extremely likely that human influence has been the dominant cause of the observed warming since the mid-20th century".[240] (https://en.wikipedia.org/wiki/Global_warming#cite_note-ipcc-245)



Ma pure Rubbia dice le stesse cose eh, questo è il bello. E la NASA anche, ovviamente

Solo che qui viene interpretato, diciamo cosi. Poveretto (Rubbia intendo) si da da fare a spiegare cose di cui poi un bel pezzo dell'umanità capisce quello che vuole, a volte esattamente l'opposto di quello che dice

tafazzo
24-08-16, 08:03
Io sono un buonista.
Almeno così mi hanno definito in più occasioni.
Certo, sarei stato favorevole allo sterminio totale di nazisti, fascisti e loro collaboratori alla fine della guerra, senza distinzioni di sesso o età.
Però sono buonista.
Giustifico pienamente le foibe.
Però sono buonista.
Considero legittimo atto di disinfestazione la soppressione fisica degli esseri inferiori e della feccia.
Però sono buonista.;)

non sei coerente con quello che hai scritto ... o hai troppa autostima

Druuna
24-08-16, 08:39
Perchè un clima più caldo dovrebbe favorire la sesertificazione, quando i posti più caldi sono i più lussureggianti?

Questo è un esempio di dilettantismo

+ evaporazione + piogge

+ energia nell'atmosfra + circolazione atmosferica - deserti tropicali ecc.

:facepalmi:


Se si sciolgono i ghiacci, finisce l'acqua dolce, che è l'1% del 2% di tutta l'acqua. In un secondo siamo tutti morti.

pedro
24-08-16, 08:59
In Inghilterra, praticamente senza ghiacci perenni e montagne, l'acqua la prendono da Saturno.

Druuna
24-08-16, 09:12
In Inghilterra, praticamente senza ghiacci perenni e montagne, l'acqua la prendono da Saturno.

La prendono dalle piogge che ci saranno finché ci sono dei ghiacci sul pianeta.

agaragar
24-08-16, 13:26
:facepalmi:


Se si sciolgono i ghiacci, finisce l'acqua dolce, che è l'1% del 2% di tutta l'acqua. In un secondo siamo tutti morti.

:facepalmi: :facepalmi:

L'acqua dolce deriva dall'evaporazione marina
con un clima più caldo ci sarebbero più precipitazioni e i fiumi si ingrosserebbero

Infatti i periodi di maggior rigoglio della vita, penso al carbonifero, furono senza calotte polari.

agaragar
24-08-16, 13:28
In Inghilterra, praticamente senza ghiacci perenni e montagne, l'acqua la prendono da Saturno.

Depurano la pipì in England

Invece in Scozia nn hanno bisogno :3

agaragar
24-08-16, 13:29
La prendono dalle piogge che ci saranno finché ci sono dei ghiacci sul pianeta.
Sono i ghiacci a dipendere dalle piogge, e non viceversa

Per fortuna in Antartide piove poco, altrimente sequestrerebbe tutta l'acqua dolce

Gianluca
05-09-16, 01:21
qui posto altri due articoli che trovo interessanti

https://www.cicap.org/n/articolo.php?id=274059


La scienza non si fa a maggioranza



In Articoli (https://www.cicap.org/n/articoli.php)
27-10-2010
di Silvano Fuso (https://www.cicap.org/n/articolo.php?id=200275)

https://www.cicap.org/new/images/a/m/q02_p40.jpg?i=42118 (https://www.cicap.org/new/images/a/m/q02_p40.jpg)© Nasa.

Quando sul numero 1 di Query abbiamo deciso di occuparci di riscaldamento globale, sapevamo di affrontare un argomento "caldo" da diversi punti di vista, che tocca la vita di tutti e suscita grandi contrapposizioni. Anche perché le posizioni che si assumono da un punto di vista scientifico hanno ricadute rilevanti sulle scelte strategiche relative ai modelli di sviluppo che immaginiamo o auspichiamo. Non ci sorprende quindi la garbata lettera che pubblichiamo in questo numero e approfittiamo della nostra risposta per chiarire ulteriormente le ragioni della nostra scelta editoriale.

La redazione di Query.

Dalla lettura del servizio "Caos climatico" pubblicato sul n. 1 di Query, si potrebbe dedurre che: a) la teoria AGW (Anthropogenic Global Warming) è ben provata scientificamente, b) le uniche obiezioni all'AGW sono bufale. Riteniamo che questo non corrisponda al vero e di seguito cerchiamo di spiegare perché.

a) Nel servizio si sottolinea l'importanza del consenso che tale teoria riscuoterebbe all'interno della comunità scientifica. Tuttavia la scienza non si costruisce a maggioranza: quello che conta sono le argomentazioni e i fatti.

Inoltre riteniamo che il consenso numerico di cui tale teoria gode possa essere stato determinato da fattori non propriamente scientifici. Come è stato denunciato da diversi ricercatori del settore, il dibattito scientifico in ambito climatologico negli ultimi anni è stato viziato da influenze esterne e le voci critiche nei confronti dell'AGW sono state oggetto di un ostracismo ingiustificato. Ad esempio, già nel 2007, il climatologo Guido Visconti scriveva: "Nei documenti dell'IPCC, infatti, di fisica ce n'è ben poca. In secondo luogo, è da precisare che l'IPCC non svolge ricerca scientifica vera e propria, ma svolge invece un'attività di rassegna di quella porzione della letteratura scientifica sul clima che è già allineata su tesi precedentemente enunciate proprio dall'IPCC. Un caso classico di autoreferenzialità, e di fabbrica del consenso: come ha infatti dimostrato un'analisi apparsa su Science nel 2004, nel periodo compreso fra il 1993 e il 2003 è stato molto difficile pubblicare articoli che sollevassero dubbi sulle tesi dell'IPCC."

E dopo che il climategate era esploso, lo stesso John Beddington, capo dei consulenti scientifici del Governo inglese, ha dichiarato: "Io non credo che sia salutare rigettare lo scetticismo. La scienza cresce e migliora alla luce delle critiche. C'è una fondamentale incertezza circa la previsione dei cambiamenti climatici che non può essere cambiata."

In ogni caso, il numero di ricercatori che esprime critiche all'AGW è tutt'altro che trascurabile. Basti ricordare l'esistenza dell'NICCP (Nongovernmental International Panel on Climate Change). Si tratta di un organismo scientifico internazionale di cui fanno parte scienziati di molti paesi che hanno prodotto un rapporto il cui Riassunto ha un inequivocabile titolo: La natura, non l'attività dell'uomo, governa il clima. Inoltre, un dibattito è in corso all'interno dell'American Physical Society per rivedere la sua affermazione pubblica del novembre 2007 in cui si dichiarava a favore dell'AGW.

b) Vi sono numerose obiezioni alla teoria AGW che hanno una loro precisa legittimità scientifica e alle quali non è stata ancora data una risposta soddisfacente. In particolare:

1. Nel passato ci sono stati periodi in cui il pianeta è stato più caldo di adesso (l'Optimum Climatico Olocenico, OCO, l'Optimum Climatico Romano, OCR, e possibilmente anche l'Optimum Climatico Medievale, OCM).

2. Dal 1500 al 1850 il pianeta è stato interessato da una fase fredda nota come Piccola Era Glaciale (PEG), conclusasi la quale è entrato in una fase più calda. A questo proposito, Query ha scritto che "il riscaldamento degli ultimi decenni non ha precedenti negli ultimi 2000 anni". Ma su un Rapporto del National Research Council americano si legge: "Si può dire, con alto livello di fiducia, che la temperatura globale media superficiale è stata più elevata nel corso degli ultimi decenni del 20° secolo che nel corso di un analogo periodo durante i precedenti quattro secoli. [.] Le incertezze sostanziali attualmente presenti nella valutazione quantitativa dei cambiamenti della temperatura di superficie di grande scala anteriori al 1600 circa abbassano la nostra fiducia [...]. Ancor meno fiducia può essere concessa alla conclusione originale di Mann et al. (1999) secondo la quale "quello del 1990 è probabilmente il decennio più caldo, e il 1998 l'anno più caldo, in almeno un millennio".

Insomma, si ritiene che gli ultimi decenni siano i più caldi non degli ultimi 2000 anni, ma degli ultimi 400: e la cosa non è sorprendente, visto che 350 anni fa si era al minimo della PEG.

Si è detto che l'OCM e la PEG furono fenomeni locali. Tuttavia esiste un'ampia letteratura che conferma la globalità del fenomeno.

3. Per 35 anni, dal 1940 al 1975, il pianeta si è rinfrescato nonostante le forti emissioni di CO2. è stato detto che in quegli anni si verificarono anche forti emissioni di solfati (che hanno un effetto opposto a quello della CO2). Le emissioni dei solfati di quel periodo non sono state tuttavia superiori a quelle dei 30 anni precedenti: ad esempio, gli USA emettevano 23.264 Mt (megatonnellate, cioè un milione di tonnellate) di SO2 nel 1925, ma 21.453 Mt nel 1955. Inoltre, il protocollo internazionale per la riduzione delle emissioni solforate fu firmato nel 1979 e le riduzioni cominciarono a essere implementate 10 anni dopo, quando era già da alcuni anni che le temperature avevano cominciato a salire. Di questo stato di cose ne è consapevole lo stesso IPCC, tant'è che nel suo ultimo Rapporto (2007), dichiara, in pratica, di ritenere di dover addebitare alla responsabilità umana il clima del pianeta successivo al 1975:

La maggior parte dell'aumento osservato nella temperatura media globale dalla metà del 20° secolo è molto probabilmente dovuta all'aumento osservato delle concentrazioni di gas serra di origine antropica.

E, naturalmente, "dalla metà del 20° secolo", non può che significare "dal 1975" perché, in realtà, per i primi 25 anni della seconda metà del 20° secolo non si è osservato alcun aumento delle temperature medie globali ma, piuttosto, si osservò una costante diminuzione per tutto il periodo 1940-1975.

4. È da 10 anni che, senza che si siano arrestate le emissioni di CO2, la crescita delle temperatura si è arrestata. Lo conferma anche il direttore della Climatic Research Unit Phil Jones nell'intervista del febbraio scorso a BBC News. Il riscaldamento globale è occorso quindi nei tempi sbagliati rispetto all'ipotesi che lo vuole di origine antropica. Ma è occorso anche nei luoghi sbagliati (v. punto 5).

5. La fisica dell'atmosfera prevede che vi sia a circa 10 km nella troposfera equatoriale un incremento di temperatura quasi triplo rispetto a quello che si osserva al suolo. Le misure satellitari però non rivelano, lassù, alcun accentuato incremento di temperatura, ma, al contrario, si osserva un rinfrescamento.

Oltre ai precedenti 5 punti, osserviamo inoltre:

6. I dati su cui si basa l'intera teoria sono estremamente pochi, essendo la rete di rilevamento delle temperature composta solamente da circa 3000 punti, la cui distribuzione risulta non omogenea sulla superficie del globo (ad esempio sugli oceani, che pure ricoprono il 71% del pianeta, sono quasi assenti stazioni di rilevamento). Risulta evidente, dunque, che la temperatura media superficiale di cui si parla è solo una stima, non un'osservazione: che ci sia un aumento in corso è un fatto accettato da tutti, ma non sembra possibile quantificarlo con esattezza.

7. I GCM (General Circulation Models) con cui vengono sviluppati gli scenari IPCC dovrebbero essere validati usando insiemi di dati indipendenti. Galileo ci ha insegnato che il criterio di verità scientifica è l'accordo con la realtà, non quello con altri modelli. Inoltre, i risultati di tali modelli rendono difficile applicare un criterio di falsificabilità. Basta demandare il verificarsi della previsione a un futuro remoto e l'eventuale discrepanza con i dati osservati ai valori usati per certi parametri, che nel frattempo possono essere opportunamente variati.

8. Vi sono inoltre elevatissimi livelli di incertezza relativi al ruolo di molti altri fenomeni di rilevante interesse climatico, in primis le nuvole.

9. Il timore del "punto di non ritorno" climatico per via delle concentrazioni di CO2, che dovrebbe avere effetti catastrofici, non sembra fondato: oggi quelle concentrazioni sono 1.4 volte i valori preindustriali, ma ci fu un passato in cui furono anche 25 volte questi valori, e come nessun "punto di non ritorno" occorse allora per colpa di quegli "alti" valori, allo stesso modo nessun "punto di non ritorno" occorrerà oggi per colpa di questi "bassi" valori.

10. In ogni caso, è curioso che proprio gli stessi autori che ammettono che il clima sia un fenomeno complesso determinato da decine, se non centinaia, di variabili, si risolvano col concludere che esso sia governato e possa essere controllato modificando una sola variabile: la concentrazione atmosferica di CO2. A questo proposito riteniamo condivisibili le prudenti parole pronunciate dal prof. Franco Prodi, fisico dell'atmosfera all'università di Ferrara: "Non sono negazionista né catastrofista ma la scienza sa ancora troppo poco dell'evoluzione climatica e i nostri modelli, quelli dell'Intergovernmental panel of climate change (Ipcc), sono nella loro infanzia. [.] L'incontrovertibilità dell'Ipcc è che se consideri l'effetto antropico tornano i conti, altrimenti no. È una prova debole. Chi conosce il clima conosce anche le grandi fluttuazioni del passato, prima per periodi di 420.000, poi di 120.000, poi con oscillazioni sempre minori. L'uomo è "industriale" da appena due secoli, un battito di ciglia per i tempi del sistema climatico".

11. La riduzione delle emissioni di CO2, tanto auspicata, appare essere una proposta ragionevole finché si rimane sul piano qualitativo e generico. Se si passa però agli aspetti quantitativi e si calcola il costo economico di una riduzione anche minima delle emissioni e si paragona con i presunti (sottolineiamo tale aggettivo) vantaggi che tale riduzione comporterebbe, risulta essere una proposta difficilmente applicabile. Come è stato da più parti indicato, gli stessi costi economici potrebbero essere impiegati in maniera molto più utile e più razionale per sanare molti problemi reali che affliggono l'umanità. E se proprio si teme un futuro aumento della temperatura del pianeta, sarebbe più razionale investire denaro per prevenirne le eventuali conseguenze dannose, piuttosto che investirne molto di più per contrastarne le presunte cause in buona parte incerte.

12. Riguardo al cosiddetto climategate, il servizio di Query dà piena fiducia alle giustificazione della "difesa" che sono però inevitabilmente di parte. A nostro parere, su questo episodio c'è senz'altro bisogno di fare ulteriore chiarezza.

In conclusione riteniamo che il servizio su Query avrebbe fatto ben a illustrare ai lettori anche tutti questi aspetti della climatologia che, purtroppo, sono molto meno conosciuti dal grande pubblico rispetto alla posizione sostenuta dall'IPCC, ampiamente pubblicizzata ed enfatizzata dai media.



Giovanni Anselmi, astronomo, direttore della rivista Coelum, Venezia-Mestre
Franco Battaglia, chimico-fisico, Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell'Ambiente, Università di Modena
Uberto Crescenti, geologo, Dipartimento di Geotecnologie per l'Ambiente ed il Territorio, Università "G. D'Annunzio" di Chieti-Pescara
Silvano Fuso, chimico, socio effettivo CICAP, Genova
Teodoro Georgiadis, fisico dell'atmosfera, Istituto di Biometeorologia del CNR, Bologna
Guido Guidi, meteorologo, tenente colonnello, Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare, Roma
Luigi Mariani, agrometeorologo, Dipartimento di Produzione Vegetale, Facoltà di Agraria, Università degli Studi di Milano
Adriano Mazzarella, climatologo, Dipartimento di Scienze della Terra, Università "Federico II" di Napoli
Guido Parravicini, fisico, Dipartimento di Fisica dell'Università di Milano
Ernesto Pedrocchi, ingegnere energetico, Politecnico di Milano
Adalberto Piazzoli, fisico, Dipartimento di Fisica Nucleare e Teorica, Università di Pavia, vicepresidente CICAP
Sergio Pinna, geologo, Dipartimento di Scienze Economiche, Facoltà di Economia, Università di Pisa
Angelo Rubino, climatologo, Dipartimento di Scienze Ambientali, Università "Ca' Foscari" di Venezia
Nicola Scafetta, fisico, Physics Department, Duke University (USA)
Mario Tomasino, climatologo, Dipartimento di Scienze Ambientali, Università "Ca' Foscari" di Venezia
Roberto Vacca, ingegnere, scrittore e divulgatore scientifico, socio emerito CICAP, Roma






Nota: Si ringrazia Giuliana Galati del CICAP-Puglia per la preziosa collaborazione

http://www.wsj.com/articles/SB10001424127887323936404578579753341239688

topquark
05-09-16, 04:20
Mi sembra perfetta la risposta che da il cicap stesso nell'articolo che hai linkato:


(https://www.cicap.org/new/images/a/m/q02_p43.jpg)La risposta della redazione

La lettera ci ricorda che "la scienza non si fa a maggioranza" e che nella scienza quello che conta sono i fatti, non il consenso. Questo è vero, ma è altrettanto vero che, in campi complessi come lo studio del clima, è impensabile per un non specialista conoscere e verificare in prima persona ogni aspetto di una teoria scientifica. Affidarsi al parere prevalente tra gli esperti del settore è quindi una prassi inevitabile: non lo abbiamo fatto solo per il clima, ma lo facciamo normalmente per qualsiasi tema, dalla fisica nucleare alla biologia. Fare una scelta diversa significherebbe immaginare che un ristretto gruppo di non esperti possa capire l’argomento meglio di un'intera comunità scientifica specialistica di migliaia di ricercatori.

Nel caso della climatologia, è indubbio che ci siano specifiche controversie e incertezze significative, come per ogni disciplina scientifica giovane e in fase di sviluppo, e ne abbiamo dato conto nel nostro speciale, ma è altrettanto vero che nell'insieme il consenso degli specialisti sull’esistenza del riscaldamento globale e sulla sua probabile origine umana, sia pure con valutazioni diverse, è vastissimo.

Questa posizione, infatti, è sostenuta non solo dall’IPCC, ma anche da tutte le associazioni scientifiche internazionali più importanti, dalla stragrande maggioranza dei climatologi (il 97%, secondo un sondaggio dell'università di Chicago del 2009) e dalle principali riviste scientifiche, a cominciare da Nature. Sicuramente le implicazioni politiche ed economiche del problema suscitano forti pressioni extrascientifiche - per la verità non solo a favore della tesi del riscaldamento globale, ma anche contro - tuttavia pensare che un consenso così massiccio dipenda solo da tali pressioni equivale a immaginare un’opera capillare di manipolazione dei dati, una sorta di cospirazione globale. Una posizione del genere richiede prove adeguate, di cui non si vede traccia. Naturalmente non si può escludere che in futuro il quadro generale cambi, ma al momento la posizione della comunità scientifica è piuttosto chiara.

Anche per quanto riguarda obiezioni come quelle riportate dalla lettera, la grande maggioranza degli esperti ritiene che ad alcune di esse sia già stata data risposta, altre siano mal poste o secondarie e, complessivamente, non siano tali da mettere in discussione la teoria nel suo insieme. In effetti tali obiezioni non sembrano comporre un quadro coerente alternativo a quello consolidato.

Gianluca
05-09-16, 04:31
Peccato che la storia del 97% sia falsa e questo dimostra anche il loro rigore scientifico che basa una scelta su una bufala

Anche sui ragionamenti non entrano nel merito cercando solo una apparente contraddizione ricavata sovrapponendo più critiche che non dicevano la stessa cosa

1) c'è un dubbio sulla attendibilità delle misure
2) alcuni contestano i dati da loro portati relativi agli anni 30 che invece sembrano essere stati più caldi di adesso
3) anche ammettendo che le misure potate dai sostenitori del global warming fossero vere si tratterebbe certamente di poca roba che sarebbe del tutto insignificante rispetto alle escursioni termiche storiche

A questo incontrovertibile fatto coloro che hanno voluto rimettersi al verdetto della entità politica ipcc con un atto di fede (ah oltre al 97% che in questo thread è stato già dimostrato essere falso lo ha riconosciuto persino The Guardian giornale della sinistra inglese, non è un sondaggio del Chicago Tribune ma di un tale Cook https://www.theguardian.com/environment/blog/2014/jun/06/97-consensus-global-warming) non hanno riposto

Guardando il sito della Nasa (che è un ente governativo) c'è la lista di tutta una serie di enti governativi, associazioni ecc che dichiarano che secondo loro c'è stato un incremento di temperatura globale di 0,8 gradi rispetto a quella che doveva essere la evoluzione naturale a causa dell'uomo.
http://climate.nasa.gov/scientific-consensus/
Non ci sono documenti che spieghino come siano arrivati a queste conclusioni ma la sostanza è: tante associazioni con nomi altisonanti lo hanno detto (con un messaggio politico e non scientifico) quindi fate questo atto di fede e credeteci. Punto e basta.
La nuova religione del global warming: prevede l'apocalisse climatica irreversibile (senza affatto dimostrarla, il massimo che si può concedere è un aumento di 0,8 gradi centigradi in 100 e rotti anni che non prevede alcuna situazione di irreversibilità), gli adepti, la nuova morale ambientale e l'inquisizione verso chi produce fumo.

C'e un teologo pare abbia individuato tutti i caratteri di una vera e propria religione.

Il global warming è un affare che riguarda potere politico e potere energetico
Di scientifico non c'è nulla a parte i fondi per chi dice che c'è (un po come si fa con i medici obiettori che fanno carriera negli ospedali italiani mentre gli altri no) e tanto tanto conformismo fideistico

L'onere della prova spetta a chi formula una ipotesi e non si è assolutamente dimostrato che
1) l'incremento di temperatura sia dovuto principalmente all'uomo. Nessuno nega che un impatto ci sia ma quanto conta questo impatto? E quale è l'impatto della co2? Se questa è aumentata esponenzialmente negli ultimi 15 anni mentre la temperatura è rimasta quasi la stessa dove è la correlazione diretta ed immediata del film di Gore? Se pure l'uomo avesse contribuito di 0,5 in un secolo quale sarebbe il problema?
Al tempo dei romani la temperatura era di due gradi più di adesso e stavano benissimo. Quale è la temperatura ideale per la terra? Io la alzerei di un paio di gradi prima di smettere con la co2 oltretutto fa aumentare la vegetazione (è questo che fa l'effetto serra, lo sanno tutti perché usiamo le serre, proprio per avere maggiore e più rigogliosa vegetazione, dove è il problema non si era detto che il verde ci piaceva?)

2) ammesso e non concesso che l'uomo abbia inciso su un eventuale aumento di temperatura dove è la prova del l'imminente irreversibilità di questo fenomeno? Il consenso del 97% (che si è già visto come falso). Anche se fosse pare che nel 1500 il 100% dei sapienti fosse convinto che la terra fosse il centro dell'universo... La scienza non si fa a votazione. Si dimostra con prove, a costo di creare macchinari enormi e costosissimi come quello che ha dimostrato l'esistenza delle onde gravitazionali. Senza la dimostrazione della imminente irreversibilità del fenomeno non sono necessarie azioni di politica energetica e non si possono costringere altri paesi a non usare combustibili fossili, a meno di minacciarli di guerra (ma dubito che esista qualcuno così fesso da pensare che sia meglio una guerra termonucleare globale di un po di co2 che in fondo è a livelli inferiori rispetto a ere passate e a quel tempo non risulta che la terra si sia accesa come un cerino).
La presenza di co2 non crea un circolo vizioso come dicono, è dimostrato che in epoche passate la quantità di co2 fosse decine di volte superiore ad adesso e la temperatura pare che fosse fino a 15 gradi più di adesso, eppure il pianeta non è esploso e non si è acceso come uno zolfanello. Perché ora con quantità minori dovrebbe innescarsi un fenomeno irreversibile che scateni una apocalisse?

Niente prova niente argomenti coercitivi a meno di volerli forzare come fecero in Iraq parlando di armi di distruzione di massa

Vince chi controlla le politiche energetiche del mondo. In palio c'è la torta più ricca e più importante dell'umanità. Chi controlla l'energia controlla il potere.
Per questo Gore ha vinto il nobel per la pace e non quello per la fisica. Il grafico del suo film è semplicemente falso come la sua previsione di scioglimento totale dell'artico entro il 2014. Queste previsioni se poi non si avverano fanno fare figure di merda.


Mi fa specie che qualcuno laureato in fisica non sappia queste cose

animal
05-09-16, 06:41
sara' , ma intanto in pianura padana da 15 anni non si scende sotto lo zero!
Gli anticomplottisti negazionisti sono dovunque!

kudlum
05-09-16, 06:45
E pensare che inquinare di meno sarebbe un vantaggio per tutti. Ma stupidamente e biecamente qualcuno contesta pure questo.

Inviato dal mio E5823 utilizzando Tapatalk

animal
05-09-16, 06:51
Iniziamo a diminuire almeno di tre miliardi la popolazione

Gianluca
05-09-16, 07:07
E pensare che inquinare di meno sarebbe un vantaggio per tutti. Ma stupidamente e biecamente qualcuno contesta pure questo.

Inviato dal mio E5823 utilizzando Tapatalk

La co2 è un gas naturale ed aiuta la crescita del verde
http://www.bbc.com/news/science-environment-36130346

Non lo sapevi vero?

Beh ora lo sai quindi ritira quello che hai detto

Gianluca
05-09-16, 07:09
sara' , ma intanto in pianura padana da 15 anni non si scende sotto lo zero!
Gli anticomplottisti negazionisti sono dovunque!

Stai parlando di local warming o di global warming fammi capire?

L'argomento è il global warming che deve comprendere tutto il pianeta non solo il paesino vicino casa
Quello è irrilevante

animal
05-09-16, 07:11
buono a sapersi che la pianura padana sia considerata un paesino irrilevante.....ah beh detto da un sudista e' comprensibile!
ad maiora e buona continuazione

gli anticomplottisti crescono e figliano sempre

Gianluca
05-09-16, 07:13
buono a sapersi che la pianura padana sia considerata un paesino irrilevante.....ah beh detto da un sudista e' comprensibile!
ad maiora e buona continuazione

gli anticomplottisti crescono e figliano sempre

Se non sei in grado di capire la dimensione planetaria della discussione e credi che il tuo fazzoletto di terra sia il centro del mondo allora questa discussione non fa per te.

animal
05-09-16, 09:29
Se non sei in grado di capire la dimensione planetaria della discussione e credi che il tuo fazzoletto di terra sia il centro del mondo allora questa discussione non fa per te.
concordo pienamente dato che nessuno, scienziati in primis ne capisce, e perche' e' materia non trattabile su basi scientifiche, data la sua imprevidibilita'^.

Cantatevela e contatevela, fuffa e' e fuffa rimane!

topquark
05-09-16, 14:53
Peccato che la storia del 97% sia falsa e questo dimostra anche il loro rigore scientifico che basa una scelta su una bufala

Anche sui ragionamenti non entrano nel merito cercando solo una apparente contraddizione ricavata sovrapponendo più critiche che non dicevano la stessa cosa

1) c'è un dubbio sulla attendibilità delle misure
2) alcuni contestano i dati da loro portati relativi agli anni 30 che invece sembrano essere stati più caldi di adesso
3) anche ammettendo che le misure potate dai sostenitori del global warming fossero vere si tratterebbe certamente di poca roba che sarebbe del tutto insignificante rispetto alle escursioni termiche storiche

A questo incontrovertibile fatto coloro che hanno voluto rimettersi al verdetto della entità politica ipcc con un atto di fede (ah oltre al 97% che in questo thread è stato già dimostrato essere falso lo ha riconosciuto persino The Guardian giornale della sinistra inglese, non è un sondaggio del Chicago Tribune ma di un tale Cook https://www.theguardian.com/environment/blog/2014/jun/06/97-consensus-global-warming) non hanno riposto

Guardando il sito della Nasa (che è un ente governativo) c'è la lista di tutta una serie di enti governativi, associazioni ecc che dichiarano che secondo loro c'è stato un incremento di temperatura globale di 0,8 gradi rispetto a quella che doveva essere la evoluzione naturale a causa dell'uomo.
http://climate.nasa.gov/scientific-consensus/
Non ci sono documenti che spieghino come siano arrivati a queste conclusioni ma la sostanza è: tante associazioni con nomi altisonanti lo hanno detto (con un messaggio politico e non scientifico) quindi fate questo atto di fede e credeteci. Punto e basta.
La nuova religione del global warming: prevede l'apocalisse climatica irreversibile (senza affatto dimostrarla, il massimo che si può concedere è un aumento di 0,8 gradi centigradi in 100 e rotti anni che non prevede alcuna situazione di irreversibilità), gli adepti, la nuova morale ambientale e l'inquisizione verso chi produce fumo.

C'e un teologo pare abbia individuato tutti i caratteri di una vera e propria religione.

Il global warming è un affare che riguarda potere politico e potere energetico
Di scientifico non c'è nulla a parte i fondi per chi dice che c'è (un po come si fa con i medici obiettori che fanno carriera negli ospedali italiani mentre gli altri no) e tanto tanto conformismo fideistico

L'onere della prova spetta a chi formula una ipotesi e non si è assolutamente dimostrato che
1) l'incremento di temperatura sia dovuto principalmente all'uomo. Nessuno nega che un impatto ci sia ma quanto conta questo impatto? E quale è l'impatto della co2? Se questa è aumentata esponenzialmente negli ultimi 15 anni mentre la temperatura è rimasta quasi la stessa dove è la correlazione diretta ed immediata del film di Gore? Se pure l'uomo avesse contribuito di 0,5 in un secolo quale sarebbe il problema?
Al tempo dei romani la temperatura era di due gradi più di adesso e stavano benissimo. Quale è la temperatura ideale per la terra? Io la alzerei di un paio di gradi prima di smettere con la co2 oltretutto fa aumentare la vegetazione (è questo che fa l'effetto serra, lo sanno tutti perché usiamo le serre, proprio per avere maggiore e più rigogliosa vegetazione, dove è il problema non si era detto che il verde ci piaceva?)

2) ammesso e non concesso che l'uomo abbia inciso su un eventuale aumento di temperatura dove è la prova del l'imminente irreversibilità di questo fenomeno? Il consenso del 97% (che si è già visto come falso). Anche se fosse pare che nel 1500 il 100% dei sapienti fosse convinto che la terra fosse il centro dell'universo... La scienza non si fa a votazione. Si dimostra con prove, a costo di creare macchinari enormi e costosissimi come quello che ha dimostrato l'esistenza delle onde gravitazionali. Senza la dimostrazione della imminente irreversibilità del fenomeno non sono necessarie azioni di politica energetica e non si possono costringere altri paesi a non usare combustibili fossili, a meno di minacciarli di guerra (ma dubito che esista qualcuno così fesso da pensare che sia meglio una guerra termonucleare globale di un po di co2 che in fondo è a livelli inferiori rispetto a ere passate e a quel tempo non risulta che la terra si sia accesa come un cerino).
La presenza di co2 non crea un circolo vizioso come dicono, è dimostrato che in epoche passate la quantità di co2 fosse decine di volte superiore ad adesso e la temperatura pare che fosse fino a 15 gradi più di adesso, eppure il pianeta non è esploso e non si è acceso come uno zolfanello. Perché ora con quantità minori dovrebbe innescarsi un fenomeno irreversibile che scateni una apocalisse?

Niente prova niente argomenti coercitivi a meno di volerli forzare come fecero in Iraq parlando di armi di distruzione di massa

Vince chi controlla le politiche energetiche del mondo. In palio c'è la torta più ricca e più importante dell'umanità. Chi controlla l'energia controlla il potere.
Per questo Gore ha vinto il nobel per la pace e non quello per la fisica. Il grafico del suo film è semplicemente falso come la sua previsione di scioglimento totale dell'artico entro il 2014. Queste previsioni se poi non si avverano fanno fare figure di merda.


Mi fa specie che qualcuno laureato in fisica non sappia queste cose

Una laurea e un PhD in fisica non mi mettono al riparo dal dire inesattezze di meteorologia, che non e' il mio settore specifico.

La scienza non si fa a votazione perche la scienza non esiste.
Esistono individui che applicano bene o male il metodo scientifico.

Ognuno di noi fa il proprio lavoro e non solo non ha il tempo di pubblicare qualcosa sul merito ma neppure di leggere tutta la letteratura scientifica prodotta finora. Confidiamo che altri lo facciano e ci "fidiamo" - fino a prova contraria - che abbiano fatto in coscienza il loro lavoro.

Non sono affatto d'accordo che non si debba agire politicamente sulla base del c.d. "consenso scientifico" per prevenire un possibile problema su scala planetaria solo perche' esiste un manipolo di scettici (che in quanto tale non puo' che avere la mia simpatia) che non crede alle affermazioni dell'American Meteorological Society:
"It is clear from extensive scientific evidence that the dominant cause of the rapid change in climate of the past half century is human-induced increases in the amount of atmospheric greenhouse gases, including carbon dioxide (CO2), chlorofluorocarbons, methane, and nitrous oxide." (2012)7 (http://climate.nasa.gov/scientific-consensus/#footnote_7)

agaragar
05-09-16, 20:17
Al tempo dei romani la temperatura era di due gradi più di adesso e stavano benissimo.

Non solo, ma l'impero decadde quando la temperatura diminuì,
carestie e pestilenze, come nel 1300

agaragar
05-09-16, 20:19
E pensare che inquinare di meno sarebbe un vantaggio per tutti. Ma stupidamente e biecamente qualcuno contesta pure questo.

La CO2 non è un inquinante


sara' , ma intanto in pianura padana da 15 anni non si scende sotto lo zero!
E non sei contento?


Iniziamo a diminuire almeno di tre miliardi la popolazione
Ok, cominciamo da te

kudlum
05-09-16, 21:29
La CO2 non è un inquinante


E non sei contento?


Ok, cominciamo da te

Io non ho parlato mica di co2...detto questo la co2 è solo un pezzo, gigantesco, del puzzle, considerare solo l'anidride carbonica come causa di tutti i mali è assurdo.






Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

kudlum
05-09-16, 21:30
Vi invito a leggere questo Link, è fatto molto bene
http://www.skepticalscience.com/translation.php?a=161&l=17


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

topquark
05-09-16, 23:59
L'argomento dello scettico:
http://www.skepticalscience.com/images/co2_temp_2002_2008.gif


La visione d'insieme:
http://www.skepticalscience.com/images/co2_temp_1900_2008.gif

topquark
06-09-16, 00:12
Non solo, ma l'impero decadde quando la temperatura diminuì,
carestie e pestilenze, come nel 1300
Mi piacerebbe sapere da dove viene sta cosa dei 2 gradi in piu nell'antica roma...

Maestrale
06-09-16, 08:09
L'argomento dello scettico:
http://www.skepticalscience.com/images/co2_temp_2002_2008.gif


La visione d'insieme:
http://www.skepticalscience.com/images/co2_temp_1900_2008.gif

Post da incorniciare. Essenziale, specifico, illuminante e inconfutabile

agaragar
06-09-16, 12:36
Mi piacerebbe sapere da dove viene sta cosa dei 2 gradi in piu nell'antica roma...

Che mettevano la Vite in England, sennò non ci sarebbero andati

Dal 6000 al 2000 AC. erano 4 in più

agaragar
06-09-16, 12:39
Post da incorniciare. Essenziale, specifico, illuminante e inconfutabile

http://image.slidesharecdn.com/ipacostechimpactevaluationpresentation-140702053419-phpapp01/95/presentation-by-rachel-steinacher-on-ipa-and-rcts-12-638.jpg?cb=1404279846


:lol-036:

animal
06-09-16, 13:41
Che mettevano la Vite in England, sennò non ci sarebbero andati

Dal 6000 al 2000 AC. erano 4 in più

che ignoranza...che arroganza!!!
La vite cresce anche ad Andermatt sotto al Cervino.........

meglio esternare se no si somatizza!

topquark
06-09-16, 14:35
Che mettevano la Vite in England, sennò non ci sarebbero andati

Dal 6000 al 2000 AC. erano 4 in più

Diciamo che te lo sei inventato di sana pianta.

La correlazione di due variabili in generale non dimostra la loro connessione causale.
Nel caso particolare e' ben identificato il meccanismo fisico che collega l'aumento di co2 con l'aumento della temperatura.
Diversamente dai numero di pirati negli oceani dove tale nesso causale manca.

agaragar
06-09-16, 16:05
Diciamo che te lo sei inventato di sana pianta.

La correlazione di due variabili in generale non dimostra la loro connessione causale.
Nel caso particolare e' ben identificato il meccanismo fisico che collega l'aumento di co2 con l'aumento della temperatura.
Diversamente dai numero di pirati negli oceani dove tale nesso causale manca.

Veramente si sa solo che la CO2 SAREBBE un gas serra, senza dire nulla delle migliaia di altre correlazioni
Vapore acqueo e metano lo sono molto di più,
aspetto una formula che colleghi la percentuale di CO2 alla temperatura....:rolleyes:

agaragar
06-09-16, 16:07
che ignoranza...che arroganza!!!
La vite cresce anche ad Andermatt sotto al Cervino.........

meglio esternare se no si somatizza!

Ecco, non sopra,

Attualmente in england ci sono pochissimi vitigni selezionati per chi ha l'Hobby di farsi il vino da se,
una produzione economica non è attualmente possibile
lo era al tempo dei romani.

topquark
06-09-16, 17:05
Veramente si sa solo che la CO2 SAREBBE un gas serra, senza dire nulla delle migliaia di altre correlazioni
Vapore acqueo e metano lo sono molto di più,
aspetto una formula che colleghi la percentuale di CO2 alla temperatura....:rolleyes:
La "formula" che chiedi esiste e si scrive in termini di spettri di assorbimento, capacita' termiche e molte condizioni al contorno (si chiamano proprio cosi), cosa che le fa assumere la forma di una simulazione su calcolatore.

Invece di straparlare di vitigni e altre stupidaggini potremmo gentilmente sapere da dove hai preso la storia dei 2 gradi di eccesso ai tempi dell'impero romano?

agaragar
06-09-16, 20:31
La "formula" che chiedi esiste e si scrive in termini di spettri di assorbimento, capacita' termiche e molte condizioni al contorno (si chiamano proprio cosi), cosa che le fa assumere la forma di una simulazione su calcolatore.

Invece di straparlare di vitigni e altre stupidaggini potremmo gentilmente sapere da dove hai preso la storia dei 2 gradi di eccesso ai tempi dell'impero romano?

L'ha detto Gianluca
ma io sapevo che il periodo d'oro dell'impero romano era più caldo di oggi, non sò se erano proprio 2 gradi

durante l'optimum climatico, 6000-2000 AC., mi pare fossero 4
la navigazione è molto sensibile alla temperatura, come l'agricoltura
A quel tempo le coste dell'antartico erano scoperte dai ghiacci, forse allora vennero disegnate certe mappe altrimenti inesplicabili

topquark
06-09-16, 20:55
L'ha detto Gianluca
ma io sapevo che il periodo d'oro dell'impero romano era più caldo di oggi, non sò se erano proprio 2 gradi

durante l'optimum climatico, 6000-2000 AC., mi pare fossero 4
la navigazione è molto sensibile alla temperatura, come l'agricoltura
A quel tempo le coste dell'antartico erano scoperte dai ghiacci, forse allora vennero disegnate certe mappe altrimenti inesplicabili
Ok - se e' vero e' un fatto interessante di per se ma non penso che aggiunga o tolga qualcosa a cio che abbiamo detto finora, ameno che esso permetta di estendere il confronto nel grafico precedente a quel range.

Gianluca
07-09-16, 04:11
Una laurea e un PhD in fisica non mi mettono al riparo dal dire inesattezze di meteorologia, che non e' il mio settore specifico.

La scienza non si fa a votazione perche la scienza non esiste.
Esistono individui che applicano bene o male il metodo scientifico.

Ognuno di noi fa il proprio lavoro e non solo non ha il tempo di pubblicare qualcosa sul merito ma neppure di leggere tutta la letteratura scientifica prodotta finora. Confidiamo che altri lo facciano e ci "fidiamo" - fino a prova contraria - che abbiano fatto in coscienza il loro lavoro.

Non sono affatto d'accordo che non si debba agire politicamente sulla base del c.d. "consenso scientifico" per prevenire un possibile problema su scala planetaria solo perche' esiste un manipolo di scettici (che in quanto tale non puo' che avere la mia simpatia) che non crede alle affermazioni dell'American Meteorological Society:
"It is clear from extensive scientific evidence that the dominant cause of the rapid change in climate of the past half century is human-induced increases in the amount of atmospheric greenhouse gases, including carbon dioxide (CO2), chlorofluorocarbons, methane, and nitrous oxide." (2012)7 (http://climate.nasa.gov/scientific-consensus/#footnote_7)
bene quindi converrai che il consenso è utile per accreditare una teoria ma non basta per dimostrarla in modo scientifico

tu continui a mettere la cosa in un formato "lo dicono delle associazioni importanti quindi dovremmo farlo"

se pero queste associazioni sono foraggiate da una parte politica la loro credibilità si abbassa

ripeto qui bisogna dimostrare la tesi dell'IRREVERSIBILITA'

è questa che viene spesa a livello politico, il fatto che la temperatura sia aumentata di 0,8 nell'ultimo secolo (questo a voler prendere per buoni i valori che loro dicono, quindi stiamo assumendo che abbiano misurato bene) non vuol dire proprio nulla in termini di IRREVERSIBILITA del fenomeno, che è poi la campagna politica promossa da Al Gore e da molti altri politici per il mondo.

Su questo si tratta di ipotesi anche piuttosto campate in aria vista la storia di 4 miliardi e mezzo di anni della Terra, che ha passato temperature molto più alte e molto più basse senza che nessuna situazione si sia mai verificata come IRREVERSIBILE

cioè basta vedere qualsiasi documentario sul tema, è scientificamente provato che la Terra abbia subito diverse glaciazioni, questo vuol dire che era interamente ricoperta di ghiaccio, eh pero la cosa non è mai stata irreversibile...

ti ricordo che nel 2007 Gore nel discorso di accettazione del Nobel per la pace per il suo film sul Global Warming predisse che l'artico si sarebbe sciolto completamente entro il 2014

eh non è andata così, qualcuno dovrebbe farglielo notare

Gianluca
07-09-16, 04:22
Diciamo che te lo sei inventato di sana pianta.

La correlazione di due variabili in generale non dimostra la loro connessione causale.
Nel caso particolare e' ben identificato il meccanismo fisico che collega l'aumento di co2 con l'aumento della temperatura.
Diversamente dai numero di pirati negli oceani dove tale nesso causale manca.

ma non è assolutamente con una risposta automatica e una correlazione forte come dice Gore

http://www.oarval.org/Figure23.gif


questa è la stima dei cambi di temperatura degli ultimi 10000 anni
http://www.uigi.com/Temperature_swings_11000_yrs.jpg

Gianluca
07-09-16, 04:24
La "formula" che chiedi esiste e si scrive in termini di spettri di assorbimento, capacita' termiche e molte condizioni al contorno (si chiamano proprio cosi), cosa che le fa assumere la forma di una simulazione su calcolatore.

Invece di straparlare di vitigni e altre stupidaggini potremmo gentilmente sapere da dove hai preso la storia dei 2 gradi di eccesso ai tempi dell'impero romano?
l'ha detta Rubbia (oltre ai grafici da me postati)


https://www.youtube.com/watch?v=2G-7xykTO14

l'IPCC fa una previsione di salita esponenziale nei prossimi 10 anni

poi quando la temperatura resterà stabile che diremo?

intanto continuiamo a immettere CO2 nella atmosfera col risultato di avere più verde di quanto ce ne fosse 30 anni fa

Gianluca
07-09-16, 04:37
L'argomento dello scettico:
http://www.skepticalscience.com/images/co2_temp_2002_2008.gif


La visione d'insieme:
http://www.skepticalscience.com/images/co2_temp_1900_2008.gif


bene vedo che anche la Nasa ammette che dal 2000 in poi la temperatura globale è scesa di 0,2 gradi

eppure le emissioni sono aumentate tantissimo (Rubbia si dice allarmato dalla quantità di CO2 che stiamo emettendo nella atmosfera, ma non certo per la temperatura), al punto che la terra è molto più verde.

Se vuoi poi fare un allargamento del grafico dovresti allargarlo ai secoli passati come ho fatto io, ne verrebbe fuori, a differenza del grafico taroccato di Gore, che nei secoli passati non c'era alcuna correlazione tra CO2 e aumento/diminuzione di temperatura


devi vedere questo video

https://www.youtube.com/watch?v=4LkMweOVOOI

la verità è che hanno scelto di prendersela col gas naturale sbagliato per proporre politiche contro gli idrocarburi e a favore di energie alternative (in particolare il solare)
un volume di affare stimato sui 1000 miliardi di dollari, una bella torta, chi ci mette le mani su si garantisce il potere per decenni...

tutti questi scienziati ci mettono la faccia


https://www.youtube.com/watch?v=deNbnxaJYOU


https://www.youtube.com/watch?v=52Mx0_8YEtg

già solo vedere quanti scienziati partecipano a questi video dovrebbero fare vacillare l'idea che il 97% sia d'accordo, ma come abbiamo visto è tutta una farsa veicolata da quel tale Cook

gli altri mandando comunicati anonimi a nome dell'associazione con indicazioni che somigliano al calendario di frate indovino: d'estate tenetevi al riparo dal sole, bevete molta acqua e mangiate molta frutta

animal
07-09-16, 04:43
aumento del verde????
robb de matt!:facepalmi:

http://www.greenreport.it/wp-content/uploads/2014/08/foreste-primarie.jpg

agaragar
07-09-16, 07:16
bene quindi converrai che il consenso è utile per accreditare una teoria ma non basta per dimostrarla in modo scientifico

tu continui a mettere la cosa in un formato "lo dicono delle associazioni importanti quindi dovremmo farlo"

se pero queste associazioni sono foraggiate da una parte politica la loro credibilità si abbassa

ripeto qui bisogna dimostrare la tesi dell'IRREVERSIBILITA'

è questa che viene spesa a livello politico, il fatto che la temperatura sia aumentata di 0,8 nell'ultimo secolo (questo a voler prendere per buoni i valori che loro dicono, quindi stiamo assumendo che abbiano misurato bene) non vuol dire proprio nulla in termini di IRREVERSIBILITA del fenomeno, che è poi la campagna politica promossa da Al Gore e da molti altri politici per il mondo.

Su questo si tratta di ipotesi anche piuttosto campate in aria vista la storia di 4 miliardi e mezzo di anni della Terra, che ha passato temperature molto più alte e molto più basse senza che nessuna situazione si sia mai verificata come IRREVERSIBILE

cioè basta vedere qualsiasi documentario sul tema, è scientificamente provato che la Terra abbia subito diverse glaciazioni, questo vuol dire che era interamente ricoperta di ghiaccio, eh pero la cosa non è mai stata irreversibile...

ti ricordo che nel 2007 Gore nel discorso di accettazione del Nobel per la pace per il suo film sul Global Warming predisse che l'artico si sarebbe sciolto completamente entro il 2014

eh non è andata così, qualcuno dovrebbe farglielo notare
E' anche vero che i tempi geologici sono per noi come irreversibili,

cioè se la terra deve rimanere calda o fredda per milioni di anni, importa poco che sia reversibile dopo quei milioni di anni
la storia umana si misura in decenni

agaragar
07-09-16, 07:26
aumento del verde????
robb de matt!:facepalmi:

http://www.greenreport.it/wp-content/uploads/2014/08/foreste-primarie.jpg

Gianluca sta parlando degli ultimi anni, non millenni

e dell'aumento spontaneo della vegetazione, al netto dei disboscamenti volontari

Del resto anche il Sahara era verde una volta, si è inaridito non per colpa dell'uomo
con più caldo potrebbe tornare verde, perchè le correnti atmosferiche avrebbero più energia

animal
07-09-16, 07:49
Sommessamente vorrei dire che nonostante sia indubbia una lobbie del global warming, e che questa porti avanti gli interessi di organizzazioni e clientele, non si puo' negare un anomalo incremento della temperatura globale.
L'arretramento dei ghiacciai avvenuto negli ultimi 30 anni e' qualche cosa che non trova corrispondenze nella evoluzione del pianeta.
I cicli periodi freddi - caldi e le relative glaciazioni hanno sempre avuto tempi di accumulo e rilascio stimabili nelle migliaia di anni e non in pochi decenni.
Questi sono dati incontrovertibili.
Poi che si addebiti il tutto ad una manovra contro i combustibili fossili, quando questi vengono prodotti in america, e paesi arabi che, finanziariamente e politicamente , stanno corrompendo tutte le cancellerie mondiali , non sembra molto realistico.
Infatti il consumo di greggio e gas sta aumentando dovunque nonostante la green energy aumenti e che sembrerebbe comunque favorire maggiormente il duopolio sino-tedesco!

Gianluca
07-09-16, 12:06
E' anche vero che i tempi geologici sono per noi come irreversibili,

cioè se la terra deve rimanere calda o fredda per milioni di anni, importa poco che sia reversibile dopo quei milioni di anni
la storia umana si misura in decenni
questo è vero ma per fare allarmismo su scala globale servono prove concrete non i consigli del TG2 per gli anziani d'estate

oggettivamente non hanno alcun formato scientifico le indicazioni dell'IPPC oltretutto non hanno mai accettato di partecipare a un dibattito pubblico sul tema, non si sa chi abbia diramato le comunicazioni, si sa solo che l'IPPC dice che c'è un aumento di temperatura dovuto alla azione dell'uomo

Gianluca
07-09-16, 12:29
Generalmente lo scontro è fra scienziati a favore e i complottisti contro, ognuno secondo la sua intelligenza si schiera con chi preferisce



GombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombl oddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoG ombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblo ddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGo mbloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblod doGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGom bloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblodd oGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomb loddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddo GombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombl oddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoG ombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblo ddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGo mbloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblod doGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGom bloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblodd oGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomb loddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddo GombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombl oddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddovGombloddo GombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombl oddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoG ombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblo ddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGo mbloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblod doGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGom bloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblodd ovGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGom bloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomblodd oGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGombloddoGomb loddoGombloddoGombloddoGombloddo



Il che non vuol dire un cazzo.

Il fatto che la temperatura della Terra continui a cambiare anche con piccole glaciazioni non dimostra che le attività umane non abbiano un impatto sul clima. Impatto che probabilmente si concretizza in tempi e modalità diverse rispetto a quelli dovuti a fenomeni geologico-naturali, e dunque è un fenomeno meritevole di essere posto sotto l'attenzione della scienza che, appunto, si occupa di misurare fenomeni come questi



Quella che ho evidenziato è la conclusione farneticante completamente priva di fondamento a cui ogni volta volete arrivare, diciamocelo subito cosi risparmiamo tempo. Rubbia non si sognerebbe mai di dire che l'uomo non sta incidendo sul clima, Rubbia dice altre cose. La NASA pure, e tutta la scienza anche, a parte poche eccezioni.

Fate sempre allo stesso modo, che 2 marons. Prendete il dato singolo estrapolato dal contesto per insinuare una conclusione sballata. D'altra parte dovendo difendere un'idea preconcetta facilmente annientabile dalla realtà non potete prendere il dato nel suo complesso, altrimenti dovreste parlare anche della riduzione dei ghiacciai in alta montagna per esempio, tuttora in atto, quindi no, quello non vale. Si parla solo della temperatura complessiva che non è aumentata negli ultimi 15 anni :snob:

E ovviamente anche questo dato, solo apparentemente favorevole alle vostre tesi, è estrapolato dal suo contesto. Ma dai mi voglio divertire, vediamo nel dettaglio come funziona la vostra tecnica di disinformazione in questo caso emblematico:

Dunque viene preso dai complottisti come te questo video, in cui Rubbia afferma effettivamente che la temperatura negli ultimi 15 anni è stata stazionaria


https://www.youtube.com/watch?v=9OaZqObE7o4

Postato sicuramente da uno youtubber complottista come te, tale biobr1, visto che lo ha intitolato: "Riscaldamento globale - Global Warming? I dati dicono di no - Con Carlo Rubbia"

Ora, è chiaro che se uno si ferma a questo titolo di disinformazione pura, si forma l'idea che Carlo Rubbia dice che il Global Warming non esiste. E cosi già abbiamo fottuto il cervello di rimbambiti bananas come Felipe K e simili, che sicuramente oltre al titolo non vanno

Ma chi invece si guarda tutto il video, se è attento, già comincia a farsi venire dei dubbi. Innanzitutto quando vede che le temperature nel ventennio 1980-2000 sono aumentate e di parecchio, per poi effettivamente restare stabili negli ultimi 15 anni. Dubbi rispetto al titolo del video che poi dovrebbero diventare ancora più pressanti per gli utenti intellettualmente onesti che hanno la pazienza di arrivare alle conclusioni del Premio Nobel, dal minuto 3:00 in poi, quando afferma:

"Questo è un primo fatto importante che ci dice non che non esistono gli effetti del CO2, o che ci sono altre cose, ma che la situazione è molto più complessa, e che ci sono degli effetti contrastanti, e forse questo equilibrio è accidentale, forse questo equilibrio è dovuto a un equilibrio tra fenomeni che aumentano la temperatura e fenomeni che la diminuiscono... però il fatto è che oggi ci troviamo di fronte a una fase di stallo"

Quindi ciò è ben diverso dal dire che l'uomo non sta influendo sul clima, non offendiamo il povero Rubbia che non è uno stupido li per caso

Lo stallo "accidentale" di cui parla Rubbia è dovuto alle medie tra diminuzioni ed aumenti locali, distribuiti spesso stagionalmente, cosa che comunque non autorizza nessuno (a parte gli scienziati del fondoscala, ovvio) a dire che l'uomo non sta cambiando il clima.

Il vostro ridicolo tentativo di disinformazione poi viene definitivamente smascherato come neve al sole se ci vediamo il video dell'intero congresso sulle energie che ha tenuto Rubbia il 7 ottobre del 2014 al teatro Rossetti di Trieste (promosso, fra l'altro, da quei cattivoni complottisti dell'ICTP) dal quale il precedente video-spezzone è stato estrapolato e faziosamente male-intitolato dallo youtuber biobr1


https://www.youtube.com/watch?v=z0o9jz7UZDw

Innanzitutto stavolta il titolo del video è, correttamente, "Quale futuro per l'energia? Carlo Rubbia, Nobel Laureate" come da titolo del congresso

Nel quale inizialmente ascoltiamo Rubbia spiegare le variazioni macro e microclimatiche degli ultimi secoli e, al minuto 8:43 , dire: "Su questo tipo di fenomeni naturalmente si presenta adesso un picco che sta arrivando oggi che è associato alla presenza dell'uomo, alla presenza di 7 miliardi di individui che vivono sulla Terra" mostrando un grafico con la dicitura "gas serra"

Non male per essere uno che, secondo te Gianluca, afferma che l'uomo non causa cambiamenti climatici eh?

Poi volendo, per chi non ha voglia di ascoltarsi un'ora e passa di conferenza, in rete si trova anche il breve intervento di Rubbia alla Commissione ambiente del Senato sul Global Warming, tenuto solo qualche anno fa


https://www.youtube.com/watch?v=2G-7xykTO14

in cui, dopo aver spiegato che le variazioni delle temperatura dopo il ventennio 80-2000 (in cui sono aumentate molto) il dato medio globale è stato effettivamente stazionario negli ultimi 15 anni, afferma al minuto 3:32 "e nonostante questo ci troviamo di fronte ad una situazione assolutamente drammatica dovuta al fatto che le emissioni di CO2 stanno aumentando in maniera esponenziale" . Per poi proporre la soluzione interessante del gas al posto del petrolio per far fronte al problema dell'incidenza delle emissioni sul clima

Quindi dopo la cazzata dell'antartide metti via anche Rubbia va là, fai il bravo che fai più bella figura



Ma cosa dici? :facepalmi: Ma basta con ste cazzate, Gianluca. Il 98% dei climatologi con pubblicazioni all'attivo sulle riviste scientifiche sostiene che le attività umane abbiano un impatto sul clima, l'1% non si esprime e solo il restante 1% si dichiara critico

In quell'1% ti segnalo Zichichi, quello che sostiene, fra le altre cose, di aver trovato le prove scientifiche dell'esistenza di Dio. Giusto per far capire il livello. D'altra parte certi scienziati possono far notizia e diventare dei personaggi televisivi solo se le sparano grosse, altrimenti rimarrebbero tutta la loro vita nella mediocrità. Un pò come Sgarbi, che è il critico d'arte più famoso in Italia non certo per meriti professionali



Una descrizione perfetta di te stesso mentre sei in pieno delirio complottista, davvero meglio non potevi fare.

Peccato che la proietti sull'interlocutore. Se te ne accorgessi faresti un'elaborazione importante



Già fatto, come vedi. Li conosco a memoria questi tentativi di disinformazione, sono gli stessi da anni. Comincia anche tu a informarti di più, magari. Partire da Rubbia stesso va benissimo, è adatto e sa spiegare bene anche a chi come te sa poco o nulla della questione



Again and again, Neverending gombloddo. Non c'è proprio niente da fare, dannati sgienziadi che ci fottono sempre



Vedi già il fatto che richiami continuamente il soccorso di troll come Felipe e Pedro (per quanto il secondo mi sia anche molto simpatico) invece di moderatori o frequentatori delle sezioni specifiche di scienze o ecologia come @topquark (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=44181) @Darwin (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=5119) @Only_Van (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=8302) @Regina di Coppe (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=1421) @MaIn (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=8508) @Klauss Von Grebur Paiton (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=43269) @Tular (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=705) @lucavanni (https://forum.termometropolitico.it/member.php?u=43914) , alcuni dei quali hanno fatto studi o addirittura lavorano nel campo scientifico e i cui pareri peraltro non conosco ma sarei interessato ad ascoltare nonostante magari pure alcuni di loro potrebbero manifestare dubbi e criticità su modelli e previsioni IPCC (ma difficilmente credo si coprirebbero di ridicolo dicendo che le attività umane non incidono sul clima perchè, a differenza di te, sanno di cosa parlano) renderebbe lecito già da di per sè il sorgere del sospetto che l'obiettivo di una discussione come questa sia tutt'altro che un serio approfondimento della questione, quanto piuttosto quello di buttarla in vacca attraverso berciate di ridicoli complottismi della scienza, usando argomentazioni opposte ma speculari a quelle del grilloleghismo più esilarante. E dunque come dicevo quel thread starebbe perfettamente nel suo alveo naturale sul fondoscala anzichè sul povero Laboratorio TP (e Pedro ora che l'hai taggato potrà appunto riesumare la discussione pressochè identica di cui parlavo qui sepolta da qualche parte dimostrandotelo, visto che io son troppo pigro e non ho voglia di cercarla. Che poi di thread cosi qui mica ce n'è uno ce ne stanno a decine, tutti dello stesso livello). Il Laboratorio TP assumerebbe senz'altro una parvenza di maggior serietà restando vuoto IMHO piuttosto che riempirsi di queste discussioni per troll che finiscono per loro natura ad avere lo stesso spessore di una scoreggia sotto le ascelle
ah io questo post assurdo me lo ero perso ahahahahh

ha messo pure il video di Rubbia che dice esattamente quello che dico io ovvero che a un aumento esponenziale della CO2 non ha corrisposto alcun aumento di temperatura ma lui pensa che gli stia dando ragione perché dice che stiamo immettendo una quantità di CO2 enorme nell'atmosfera ahahahah

ma non si rende nemmeno conto che si parla di riscaldamento globale causato dalla temperatura causato dal CO2 se non c'è quell'effetto si parla solo in modo generico della necessità di non esagerare con la CO2 ma non viene fatta alcuna correlazione con la temperatura

ahahahahah
incredibile qui si parla di global warming e lui sottolinea una frase che non ha alcun riferimento con aumenti di temperatura ahahahah


"e nonostante questo ci troviamo di fronte ad una situazione assolutamente drammatica dovuta al fatto che le emissioni di CO2 stanno aumentando in maniera esponenziale"

questa frase è slegata dalla questione temperatura (che appunto a fronte di un aumento esponenziale è diminuita), è chiarissimo da tutto il video, oltre al fatto che la temperatura è sempre cambiata
è un po come dire "non è vero che se non puliamo la stanza se ne crolla il palazzo ma la polvere sta aumentando e sarebbe meglio dare una pulita"

ecco la correlazione tra aumento di CO2 e aumento della temperatura è un po come dire che se non si pulisce la propria stanza se ne crolla il palazzo
sebbene possa essere buona norma tenere pulita la stanza è certamente falso che il palazzo crolli per questo ed è questa menzogna per spaventare i bambini che io sto combattendo

non c'è correlazione con l'aumento di CO2 i religiosi di questa nuova religione dovrebbero farsene una ragione prima o poi


non ho letto tutto il resto ma saranno le solite cazzate che non c'entrano niente col mio discorso:

NON C'E' CORRELAZIONE TRA AUMENTO DI CO2 DEGLI ULTIMI ANNI E TEMPERATURA
NON E' MAI STATA DIMOSTRATA ALCUNA IRREVERSIBILITA' CLIMATICA A FRONTE DI UN AUMENTO DI CO2


il resto sono tutte cazzate per sviare il discorso e sempre con questa idea dei punti di riferimento in altre persone, se io taggo qualcuno è per divertirmi a vedere cosa scrivono non per chiedere manforte, non ho bisogno di nessuno io

topquark
07-09-16, 12:57
l'ha detta Rubbia (oltre ai grafici da me postati)


https://www.youtube.com/watch?v=2G-7xykTO14

l'IPCC fa una previsione di salita esponenziale nei prossimi 10 anni

poi quando la temperatura resterà stabile che diremo?

intanto continuiamo a immettere CO2 nella atmosfera col risultato di avere più verde di quanto ce ne fosse 30 anni fa


bene vedo che anche la Nasa ammette che dal 2000 in poi la temperatura globale è scesa di 0,2 gradi

eppure le emissioni sono aumentate tantissimo (Rubbia si dice allarmato dalla quantità di CO2 che stiamo emettendo nella atmosfera, ma non certo per la temperatura), al punto che la terra è molto più verde.

Se vuoi poi fare un allargamento del grafico dovresti allargarlo ai secoli passati come ho fatto io, ne verrebbe fuori, a differenza del grafico taroccato di Gore, che nei secoli passati non c'era alcuna correlazione tra CO2 e aumento/diminuzione di temperatura


Rubbia puo' dire quel che vuole, il grafico che posti mostra un differenza min-max di un grado e mezzo il che significa un aumento rispetto alla media di ~0.7 (avvenuto nel corso di ~200 anni, anche se non e' facile leggere la scala). Non due gradi.

Riguardo alla correlazione.. dal punto di vista statistico le due curve sono splendidamente correlate nel range 1900-2010.
Non lo sono nel range 2000-2010, cosa che non falsifica la frase precedente.

Gli altri video li guardero con maggior calma visto che durano qualche ora in totale.
Il problema pero che io vedo in questo modo di analizzare le questioni e' che molte persone che non capiscono una beata mazza di certi temi, fra cui il sottoscritto, rischiano - spulciando youtube - di "sposare una causa" invece di lasciare che sia chi ci lavora a tempo pieno a trarre le proprie conclusioni.

I politici e gli opinionisti dovrebbero evitare di scoprirsi scienziati la domenica pretendendo che alle loro estemporanee meta-analisi venga riconosciuto un qualche valore scientifico.

Maestrale
07-09-16, 23:54
non ho letto tutto il resto ma saranno le solite cazzate che non c'entrano niente col mio discorso

Non ci sono dubbi su questo, altrimenti avresti scoperto per esempio che Rubbia la correlazione tra l'aumento della temperatura dal 1980 ad oggi e le attività umane la fa eccome, e che ogni volta che scrivi il contrario dimostri di non aver capito un cazzo di quello che dice.

Eppure nonostante non leggi e non hai mai letto nulla in profondità sull'argomento (sarà come minimo la terza volta che ammetti di non leggere fino in fondo i post miei di Only Van o di altri) il coraggio di rispondere con postulati deliranti su cose che non sai (e di fare le conseguenti figure di merda) non ti manca mai eh

Maestrale
08-09-16, 00:15
Rubbia puo' dire quel che vuole, il grafico che posti mostra un differenza min-max di un grado e mezzo il che significa un aumento rispetto alla media di ~0.7 (avvenuto nel corso di ~200 anni, anche se non e' facile leggere la scala). Non due gradi.

Riguardo alla correlazione.. dal punto di vista statistico le due curve sono splendidamente correlate nel range 1900-2010.
Non lo sono nel range 2000-2010, cosa che non falsifica la frase precedente.

Gli altri video li guardero con maggior calma visto che durano qualche ora in totale.
Il problema pero che io vedo in questo modo di analizzare le questioni e' che molte persone che non capiscono una beata mazza di certi temi, fra cui il sottoscritto, rischiano - spulciando youtube - di "sposare una causa" invece di lasciare che sia chi ci lavora a tempo pieno a trarre le proprie conclusioni.

I politici e gli opinionisti dovrebbero evitare di scoprirsi scienziati la domenica pretendendo che alle loro estemporanee meta-analisi venga riconosciuto un qualche valore scientifico.

Spesso su youtube vengono valorizzate a dismisura le opinioni di quel 2/3% di negazionisti fra i quali ci sono anche alcuni scienziati (non Rubbia, che negazionista non è anche se Gianluca non lo capisce)

Sono una cinquantina in tutto il mondo non di più (su wikipedia c'è anche un elenco lo trovi qui (https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_scientists_opposing_the_mainstream_scienti fic_assessment_of_global_warming)) a fronte di migliaia di climatologi. In mezzo a loro ci sono alcuni buffoni come Zichichi ma anche qualche scienziato di valore come il premio nobel per la fisica Giavaer

Alcune critiche personalmente le trovo persino giuste, tipo sul fatto che alcuni modelli IPCC siano stati imprecisi non c'è dubbio. D'altra parte rimangono comunque il miglior strumento che ha a disposizione la comunità scientifica

topquark
08-09-16, 01:57
Spesso su youtube vengono valorizzate a dismisura le opinioni di quel 2/3% di negazionisti fra i quali ci sono anche alcuni scienziati (non Rubbia, che negazionista non è anche se Gianluca non lo capisce)

Sono una cinquantina in tutto il mondo non di più (su wikipedia c'è anche un elenco lo trovi qui (https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_scientists_opposing_the_mainstream_scienti fic_assessment_of_global_warming)) a fronte di migliaia di climatologi. In mezzo a loro ci sono alcuni buffoni come Zichichi ma anche qualche scienziato di valore come il premio nobel per la fisica Giavaer

Alcune critiche personalmente le trovo persino giuste, tipo sul fatto che alcuni modelli IPCC siano stati imprecisi non c'è dubbio. D'altra parte rimangono comunque il miglior strumento che ha a disposizione la comunità scientifica

L'impatto dei negazionisti in youtube dovrebbe essere del 5% se volesse riflettere la posizione della comunita scientifica.
Sospetto invece che si aggiri sul 50%...

E' vero che ci sono fra loro anche un premio nobel ed altri pienamente qualificati... ma da quando ho conosciuto un ordinario di fisica di un'universita del sud italia che pensava che la relativita speciale fosse sbagliata non mi stupisco piu di nulla.

Maestrale
08-09-16, 05:23
L'impatto dei negazionisti in youtube dovrebbe essere del 5% se volesse riflettere la posizione della comunita scientifica.
Sospetto invece che si aggiri sul 50%...

E' vero che ci sono fra loro anche un premio nobel ed altri pienamente qualificati... ma da quando ho conosciuto un ordinario di fisica di un'universita del sud italia che pensava che la relativita speciale fosse sbagliata non mi stupisco piu di nulla.

Infatti quello che intendevo dire è proprio questo

In questo (https://forum.termometropolitico.it/697845-global-warming-la-grande-truffa-planetaria-6.html#post15702474) lungo post ho già spiegato come funziona l'attività degli youtuber negazionisti, li osservo da anni

Tra l'altro cosi come tu stesso hai ammesso e come ha voluto rimarcare Gianluca seppure l'atmosfera segua, ovviamente, le leggi fisiche, climatologia e fisica non sono la stessa cosa. Ebbene chi è intellettualmente onesto allora dovrebbe rimarcare anche che la maggioranza dei negazionisti sono scienziati che hanno tutt'altre competenze specifiche rispetto alla metereologia

L'unico climatologo negazionista vero e proprio di un certo spessore è John Christy. Che fra l'altro non dice che il GW non esiste, e pure non esclude categoricamente che potrebbe essere causato dall'uomo... John Christy dice semplicemente che secondo lui la comunità scientifica è ancora ben lontana dall'aver dimostrato empiricamente questa teoria, vera o falsa che sia, e che dunque le cause dei cambiamenti climatici degli ultimi decenni al momento sono da considerarsi ancora sconosciute

agaragar
08-09-16, 06:29
Non ci sono dubbi su questo, altrimenti avresti scoperto per esempio che Rubbia la correlazione tra l'aumento della temperatura dal 1980 ad oggi e le attività umane la fa eccome, e che ogni volta che scrivi il contrario dimostri di non aver capito un cazzo di quello che dice.

Eppure nonostante non leggi e non hai mai letto nulla in profondità sull'argomento (sarà come minimo la terza volta che ammetti di non leggere fino in fondo i post miei di Only Van o di altri) il coraggio di rispondere con postulati deliranti su cose che non sai (e di fare le conseguenti figure di merda) non ti manca mai eh

Il pressappochismo è tutto dalla parte del global warming, ho fatto qualche esempio più sopra

Anche quella cifra del 97% è ridicola, non si dice nemmeno all'interno di quale insieme viene definita,
le istituzioni culturali nel mondo sono multiformi, più o meno abilitate sull'argomento, mi piacerebbe vedere la lista.

Negli anni 70 c'era il club di roma che disse che all'inizio del 2000 sarebbero finite tutte le materie prime, e bisognava far retrocedere tutta l'economia,

Poi ha cominciato a fare un pò di caldo e hanno detto che bisognava eliminare anche il resto dell'economia

La delizia dei reazionari

Ah, e non dimentichiamo che Bush ha detto che bisogna anche lottare contro il terrorismo, con apposite leggi illiberali....

agaragar
08-09-16, 06:37
L'impatto dei negazionisti in youtube dovrebbe essere del 5% se volesse riflettere la posizione della comunita scientifica.
Sospetto invece che si aggiri sul 50%...


Negazionisti sono solo quelli dell'olocausto, fatto certamente avvenuto

Il Global Warming invece nessuno lo ha visto, non si nega nulla quindi
solo che non tutti sono creduloni

Poco simpatico questo paragone con i nazisti

agaragar
08-09-16, 06:44
L'unico climatologo negazionista vero e proprio di un certo spessore è John Christy. Che fra l'altro non dice che il GW non esiste, e pure non esclude categoricamente che potrebbe essere causato dall'uomo... John Christy dice semplicemente che secondo lui la comunità scientifica è ancora ben lontana dall'aver dimostrato empiricamente questa teoria, vera o falsa che sia, e che dunque le cause dei cambiamenti climatici degli ultimi decenni al momento sono da considerarsi ancora sconosciute

Che è esattamente quel che sosteniamo noi,

Tutti sappiamo che la CO2 è un gas serra, e allora?

Se la CO2 raddoppia, rispetto ai livelli preindustriali, la temperatura di quanto sale? 5 gradi? 0,1 gradi?
nessuno lo sa

La CO2 è destinata ad aumentare sempre, o si fermerà per i meccanismi di autoregolazione?

Siamo certi che un moderato riscaldamento non sia decisamente benefico per l'uomo e l'agricoltura?

Ah, un'altra cosa, i fertilizzanti finiranno tra breve, almeno lo si diceva qualche anno fa
addio agricoltura e industria, miseria e distruzione impereranno sull'umanità, ci resterà solo dio(e i preti)

topquark
08-09-16, 11:03
Negazionisti sono solo quelli dell'olocausto, fatto certamente avvenuto

Il Global Warming invece nessuno lo ha visto, non si nega nulla quindi
solo che non tutti sono creduloni

Poco simpatico questo paragone con i nazisti
Con negazionisti intendevo semplicemente scettici, ho usato un termine improprio.
(non mi e' neppure passato per la testa un possibile paragone con il nazismo)

topquark
08-09-16, 11:09
Tutti sappiamo che la CO2 è un gas serra, e allora?
e allora e' un candidato per l'osservato aumento di temperatura.


Se la CO2 raddoppia, rispetto ai livelli preindustriali, la temperatura di quanto sale? 5 gradi? 0,1 gradi?
nessuno lo sa
in base al grafico postato salira di 0.5C in 30 anni sulla base dell'attuale trend.


La CO2 è destinata ad aumentare sempre, o si fermerà per i meccanismi di autoregolazione?
Non mi sono noti meccanismi di autoregolazione.


Siamo certi che un moderato riscaldamento non sia decisamente benefico per l'uomo e l'agricoltura?
I climatologi non sembrano pensare che sara' proficuo per le attivita' umane.


ci resterà solo dio(e i preti)
E cosa ce ne facciamo...

Felipe K.
08-09-16, 11:19
stiamo parlando di una intera disciplina (cattedre, progetti di ricerca, post-doc, studenti) che campa su fondi governativi. fondi governativi che gli vengono dati perché i comunisti al governo vogliono credere ci sia un problema.
e loro incredibilmente trovano il problema.

Hermes
08-09-16, 11:24
I climatologi non sembrano pensare che sara' proficuo per le attivita' umane.
Ma la climatologia studia anche l'effetto del clima sulle attività umane?

Felipe K.
08-09-16, 11:29
Ma la climatologia studia anche l'effetto del clima sulle attività umane?
finora hanno parlato di aumento di uragani devastanti (che nessuno vede più da dieci anni) e di innalzamento del livello dei mari, che nessuno ha visto.

tra l'altro l'artico è ghiaccio che galleggia, se anche dovesse sciogliersi tutto (cosa che non sta avvenendo) l'effetto netto sarebbe nullo. l'antartide invece è ghiacciatissima più che mai.

Felipe K.
08-09-16, 11:32
la desertificazione invece è ovviamente legata ai microclimi locali, che possono o non possono variare al modificarsi della temperatura media (che di per sé non significa nulla, anche perché ancora non ho capito come si calcola e che senso abbia considerare una temperatura media)

Felipe K.
08-09-16, 11:39
ricordiamo poi che stiamo parlando di modelli teorici non falsificabili e non verificabili sperimentalmente

non vedo proprio come dovrei fidarmi di un modello che mette la temperatura media (anzi addirittura l'eccesso rispetto alla temperatura media, che non si capisce cosa sia e come sia calcolata) in funzione della quantità di C02

e considerate che sta equazione la prendono così sul serio che al summit sul clima di parigi non hanno neanche usato come target il CO2 ma addirittura la temperatura. ridicolo, sciamanesimo puro.

Hermes
08-09-16, 11:55
finora hanno parlato di aumento di uragani devastanti (che nessuno vede più da dieci anni) e di innalzamento del livello dei mari, che nessuno ha visto.
A me interessa più sapere se studiano gli effetti (economici, sociali, politici) di questi fenomeni sull'umanità. Cioè, se gli uragani arrivano, ci vengono a costare più o meno delle politiche necessarie a prevenirli?

Felipe K.
08-09-16, 11:56
tra l'altro sarebbe interessante capire come calcolano gli intervalli di confidenza di questa roba

https://cdn-images-1.medium.com/max/800/0*9ZHudSxmDdHOpgNK.png

Felipe K.
08-09-16, 11:58
A me interessa più sapere se studiano gli effetti (economici, sociali, politici) di questi fenomeni sull'umanità. Cioè, se gli uragani arrivano, ci vengono a costare più o meno delle politiche necessarie a prevenirli?
è tutta roba che ovviamente si basa su modelli arbitrari e non falsificabili

ad oggi non sappiamo ex-ante qual'è l'effetto macroeconomico di un taglio delle tasse, figuriamoci se sappiamo qual'è l'effetto economico di un uragano o di un aumento della tassazione sui combustibili fossili

Felipe K.
08-09-16, 12:04
nelle scienze non sperimentali si può fare solo ideologia

ti costruisci un modello "sensato" (ideologia) tale che un vettore y=f(x;b)
ottieni una stima del vettore dei parametri b
ti calcoli una predizione di y dati x e b

la stessa cosa la puoi fare ovviamente a parole, ma non hai le equazioni quindi non puoi dire che è sgienza

poi ovviamente più il modello è complicato più le stime di b saranno una porcheria, ma anche se fossero precisissime non cambierebbe nulla ai fini della questione

Hermes
08-09-16, 12:07
nelle scienze non sperimentali si può fare solo ideologia

ti costruisci un modello "sensato" (ideologia) tale che un vettore y=f(x;b)
ottieni una stima del vettore dei parametri b
ti calcoli una predizione di y dati x e b

la stessa cosa la puoi fare ovviamente a parole, ma non hai le equazioni quindi non puoi dire che è sgienza
Gli antropologi lo fanno senza equazioni e dicono che è scienza lo stesso.

Panagulis
08-09-16, 12:11
Ma poi, anche ammettendo che l'innalzamento ci sia e sia causato dall'uomo, embé?

agaragar
08-09-16, 12:14
in base al grafico postato salira di 0.5C in 30 anni sulla base dell'attuale trend.Non mi interessa il trend che può dipendere da mille cose
ma la correlazione precisa, affermata e non dimostrata, fra CO2 e aumento della temperatura



Non mi sono noti meccanismi di autoregolazione.Aumento dell'assorbimento di CO2, oceani, piante ecc...



I climatologi non sembrano pensare che sara' proficuo per le attivita' umane.Sicuramente un grado in più non ci farebbe che bene
un ulteriore aumento non so,
aumenterebbe il livello delle acque, e questo creerebbe problemi, ma terre gelide diverrebbero abitabili

agaragar
08-09-16, 12:16
stiamo parlando di una intera disciplina (cattedre, progetti di ricerca, post-doc, studenti) che campa su fondi governativi. fondi governativi che gli vengono dati perché i comunisti al governo vogliono credere ci sia un problema.
e loro incredibilmente trovano il problema.

I comunisti americani intendi, ovviamente

Felipe K.
08-09-16, 12:20
Gli antropologi lo fanno senza equazioni e dicono che è scienza lo stesso.
Sì ma non fanno summit dicendo che la scienza ci impone di adottare il potlach

Felipe K.
08-09-16, 12:21
I comunisti americani intendi, ovviamente
certo, chi altro?

agaragar
08-09-16, 12:22
Ma poi, anche ammettendo che l'innalzamento ci sia e sia causato dall'uomo, embé?

Se fosse di 10 gradi si estinguerebbe almeno il 70% della popolazione

con 20 estinzione totale

Lo stesso con asteroidi o eruzioni massicce

Felipe K.
08-09-16, 12:25
Se fosse di 10 gradi si estinguerebbe almeno il 70% della popolazione

con 20 estinzione totale

Lo stesso con asteroidi o eruzioni massicce

non si sa neanche di quanto sia aumentata la temperatura, visto che i dati storici vengono ritoccati continuamente al ribasso

Hermes
08-09-16, 12:38
I comunisti americani intendi, ovviamente
I peggiori.

Hermes
08-09-16, 12:49
Sì ma non fanno summit dicendo che la scienza ci impone di adottare il potlach
Non lo fanno perchè nessuno gli da retta, e questo proprio perchè non usano le equazioni. Così si devono ridurre a fare inutile attivismo.

Felipe K.
08-09-16, 14:02
comunque è stato bello leggere dallo scienziato del forum che è costretto a fidarsi di quello che scrivono gli altri perché non ha né il tempo e né le competenze per avere una idea opinione educata in merito

in genere gli sgienziati ti dicono ehehe ci sono le equazioni sei ignorante vattele a guardare

Panagulis
08-09-16, 14:38
Se fosse di 10 gradi si estinguerebbe almeno il 70% della popolazione

con 20 estinzione totale

Lo stesso con asteroidi o eruzioni massicce
E chi lo ha detto? Cioè adesso la terra é un modello superfisso?

topquark
08-09-16, 15:41
nelle scienze non sperimentali si può fare solo ideologia

ti costruisci un modello "sensato" (ideologia) tale che un vettore y=f(x;b)
ottieni una stima del vettore dei parametri b
ti calcoli una predizione di y dati x e b

la stessa cosa la puoi fare ovviamente a parole, ma non hai le equazioni quindi non puoi dire che è sgienza

poi ovviamente più il modello è complicato più le stime di b saranno una porcheria, ma anche se fossero precisissime non cambierebbe nulla ai fini della questione
che fantastico pout pourri di cretinaggine.


comunque è stato bello leggere dallo scienziato del forum che è costretto a fidarsi di quello che scrivono gli altri perché non ha né il tempo e né le competenze per avere una idea opinione educata in merito
di certo non mi fido della tua.

visto che sono arrivati i cazzari tuttologi mi ritiro volentieri dalla discussione.

Felipe K.
08-09-16, 15:46
è incredibile come questo stimato accademico si sia sempre tirato indietro di fronte ad argomentazioni puntuali.

si limita a dire "che cretinata" e a ritirarsi dalla discussione, suggerendo che lui è troppo intelligente e preparato per rispondere a tali idiozie

Felipe K.
08-09-16, 15:50
e pensare che starei qui ad ascoltare lezioni di epistemologia applicata come intimidito come uno scolaretto. invece niente, dice che è una cretinata e se ne va

pedro
08-09-16, 15:54
La temperatura media si calcola sommando le letture e dividendo per il loro numero

Felipe K.
08-09-16, 16:06
La temperatura media si calcola sommando le letture e dividendo per il loro numero

nulla ci assicura che la media sia in questo caso uno stimatore consistente

pedro
08-09-16, 16:14
nulla ci assicura che la media sia in questo caso uno stimatore consistente

Perché non abbiamo la distribuzione?

Felipe K.
08-09-16, 16:21
Perché non abbiamo la distribuzione?

no perché difficilmente possiamo considerare casuale il campionamento.

sono certo che esistano delle tecniche credibili, ma è per dire che temperatura media non mi pare un concetto banale.

pedro
08-09-16, 16:24
no perché difficilmente possiamo considerare casuale il campionamento.

sono certo che esistano delle tecniche credibili, ma è per dire che temperatura media non mi pare un concetto banale.

Ma non usano un numero enorme di punti misurati frequentemente da satelliti o roba simile?

pedro
08-09-16, 16:26
A me fa ridere quando dall'IPCC viene fuori che per ridurre l'impatto del climate change bisogna far studiare le femmine o deviare la spesa pubblica di qua o di là, però credo che i modelli siano abbastanza credibili.