PDA

Visualizza Versione Completa : Insegnante, sempre più un mestiere per donne



Hatshepsut
22-03-17, 14:10
Insegnante, sempre più un mestiere per donne. Allarme Ocse: "Eccessivi squilibri di genere" - Repubblica.it (http://www.repubblica.it/scuola/2017/03/22/news/insegnante_sempre_piu_un_mestiere_per_donne_allarm e_ocse_a_rischio_i_risultati_degli_alunni_-161110876/)
Insegnante, sempre più un mestiere per donne. Allarme Ocse: "Eccessivi squilibri di genere"
Secondo uno studio, la femminilizzazione dell’insegnamento è in continua ascesa e ha toccato il 68% nelle scuole dei paesi Ocse. Addirittura l’83% in Italia. E la Gran Bretagna, per aumentare il numero dei docenti maschi, prevede incentivi

Hatshepsut
22-03-17, 14:29
Sono gli uomini che non vogliono fare questo lavoro o sono le donne che non vogliono/possono fare altri mestieri?
Vista la precarietà che caratterizza il settore, penserei che sono gli uomini a non volerci perdere tempo e a preferire fin dall'inizio altri indirizzi di carriera. Per le donne mi sembra un po' un lavoro di ripiego che anche se le fa aspettare o lavorare a singhiozzo, almeno dà la possibilità di fare le mamme nel frattempo.
Da quello che vedo personalmente, molti insegnanti non scelgono veramente questo lavoro ma ci capitano per il rotto della cuffia, o dopo aver fallito altri percorsi.
Gli insegnanti non dovrebbero essere preparati e ispirati invece di arrivare a scuola per caso e per ripiego?
A me sembra che la situazione dimostri che il sistema non favorisce davvero l'ingresso delle donne nel mondo del lavoro. Un po' come le forze dell'ordine che sono piene di meridionali. Che devono fare i giovani? In mancanza di prospettive si buttano su quel che c'è.

ZID
12-10-17, 12:42
Colpa del maschilismo :snob:

Scipione
04-11-17, 07:43
La domanda che dovremmo porci è la seguente: da un eccesso di insegnanti di sesso femminile (elementari e materne prossime al 100%) ne possono derivare problemi per un corretto sviluppo psico fisico degli alunni maschi? :hmmml: :drinky:

furioso2013
15-12-20, 13:23
per quel che riguarda un docente può essere maschi/femmina/gay l'importante è che veda l'insegnamente come una "missionie" e non come una fonte di reddito.
detto questo, tante donne insegnano ?
bene !!!!

acquazzurra
16-01-22, 12:37
La domanda che dovremmo porci è la seguente: da un eccesso di insegnanti di sesso femminile (elementari e materne prossime al 100%) ne possono derivare problemi per un corretto sviluppo psico fisico degli alunni maschi? :hmmml: :drinky:
Non solo dei maschi, ma anche delle femmine.
L'approccio femminile è completamente diverso da quello maschile.
Ci vogliono decisamente più uomini nella scuola.

cimad5
16-01-22, 13:27
Oggi insegnare ha perso quasi del tutto lo status sociale che aveva in passato, ed un uomo non svolge un lavoro privo di status, se non come ripiego. Mi pare che sia stata l'antropologa Margaret Mead a sostenere per prima che in una società solo quello che fanno gli uomini ha uno status sociale elevato, e se quella data attitivà si femminilizza perde lo status che aveva. Premesso questo la femminilizzazione della scuola potrebbe essere un fenomeno positivo, perché le donne dovrebbero essere in grado di sdradicare i comportamenti maschilisti presenti nei ragazzi, insegnando cooperazione e rispetto. Il problema, non risolvibile a breve, è che la grande maggioranza del corpo docente è inadeguata. Preparazione superficiale, e grave mancanza di strumenti culturali.

Scipione
16-01-22, 13:43
(---) Il problema, non risolvibile a breve, è che la grande maggioranza del corpo docente è inadeguata. Preparazione superficiale, e grave mancanza di strumenti culturali.
Tutta colpa del "68, i suppose... :hmmml: :drinky:

cimad5
16-01-22, 13:57
Tutta colpa del "68, i suppose... :hmmml: :drinky:

Non lo so. Il "68" c'è stato anche altrove, ma la situazione scandente mi sembra in particolare quella italiana.

acquazzurra
16-01-22, 14:25
Oggi insegnare ha perso quasi del tutto lo status sociale che aveva in passato, ed un uomo non svolge un lavoro privo di status, se non come ripiego. Mi pare che sia stata l'antropologa Margaret Mead a sostenere per prima che in una società solo quello che fanno gli uomini ha uno status sociale elevato, e se quella data attitivà si femminilizza perde lo status che aveva. Premesso questo la femminilizzazione della scuola potrebbe essere un fenomeno positivo, perché le donne dovrebbero essere in grado di sdradicare i comportamenti maschilisti presenti nei ragazzi, insegnando cooperazione e rispetto. Il problema, non risolvibile a breve, è che la grande maggioranza del corpo docente è inadeguata. Preparazione superficiale, e grave mancanza di strumenti culturali.
La femminilizzazione della scuola è un problema che non sradicherà i comportamenti maschilisti presenti nei ragazzi, perché l'esempio che educa viene da altri uomini.
Sono loro che devono mostrare ai ragazzi il comportamento corretto nei confronti dell'altro sesso. Queste cose si apprendono con l'esempio, con l'emulazione.
Servono quindi docenti uomini che siano autorevoli, che godano della stima degli alunni e fungano da esempio.
Per quanto riguarda lo status sociale... rivolgersi al '68 e ai successivi decreti delegati emanati tra il 1973 e il 1974.

cimad5
16-01-22, 14:29
La femminilizzazione della scuola è un problema che non sradicherà i comportamenti maschilisti presenti nei ragazzi, perché l'esempio che educa viene da altri uomini.
Sono loro che devono mostrare ai ragazzi il comportamento corretto nei confronti dell'altro sesso. Queste cose si apprendono con l'esempio, con l'emulazione.
Servono quindi docenti uomini che siano autorevoli, che godano della stima degli alunni e fungano da esempio.
Per quanto riguarda lo status sociale... rivolgersi al '68 e ai successivi decreti delegati emanati tra il 1973 e il 1974.

Certamente l'esempio dato dal proprio genere è importantissimo...prorpio per questo non possiamo considerare che la maggioranza degli uomini ci aiuterà, considerato che neppure comprende il problema.
Inoltre penso che un uomo con notevoli capacità oggi sceglierà un altro lavoro.
Riguardo al 1968 non ero nata...penso che lamentarsi di quello che è successo oltre 50 anni fa non sia produttivo.

acquazzurra
16-01-22, 15:37
Certamente l'esempio dato dal proprio genere è importantissimo...prorpio per questo non possiamo considerare che la maggioranza degli uomini ci aiuterà, considerato che neppure comprende il problema.
Inoltre penso che un uomo con notevoli capacità oggi sceglierà un altro lavoro.
Riguardo al 1968 non ero nata...penso che lamentarsi di quello che è successo oltre 50 anni fa non sia produttivo.
Direi che quegli eventi abbiano influito massicciamente sulla situazione attuale.
E non so se altri paesi abbiano introdotto nella scuola qualcosa come i Decreti Delegati.

cimad5
16-01-22, 16:02
Direi che quegli eventi abbiano influito massicciamente sulla situazione attuale.
E non so se altri paesi abbiano introdotto nella scuola qualcosa come i Decreti Delegati.

Anche eventi di un secolo fa hanno inciso massicciamente. Guardiamo avanti piuttosto.

acquazzurra
16-01-22, 19:48
Anche eventi di un secolo fa hanno inciso massicciamente. Guardiamo avanti piuttosto.
I decreti Delegati sono ANCORA in vigore e ci sono troppi sinistrati a giro.

Un secolo fa non ce n'erano così tanti.
:D

cimad5
16-01-22, 19:53
I decreti Delegati sono ANCORA in vigore e ci sono troppi sinistrati a giro.

Un secolo fa non ce n'erano così tanti.
:D

Ci sono persone irresponsabili, che si definiscano di destra o di sinistra non ha importanza.

acquazzurra
16-01-22, 20:27
Ci sono persone irresponsabili, che si definiscano di destra o di sinistra non ha importanza.
Ce ne sono di più tra quelle di sinistra.... e fanno più danni... perché sono piazzate in ogni dove... :cool:
Chi è che diceva sul forum che il progressismo è una malattia mentale?

cimad5
16-01-22, 20:58
Ce ne sono di più tra quelle di sinistra.... e fanno più danni... perché sono piazzate in ogni dove... :cool:
Chi è che diceva sul forum che il progressismo è una malattia mentale?

Suppongo lo dicesse qualche malato di mente.

acquazzurra
17-01-22, 09:44
Suppongo lo dicesse qualche malato di mente.
Uno studio pubblicato su American Journal of Political Science.
Di cui Qui (https://onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.1111/ajps.12216) l’Erratum… infatti i risultati dello studio furono come dire… manipolati?

Simpatico no?

cimad5
17-01-22, 10:06
Uno studio pubblicato su American Journal of Political Science.
Di cui Qui (https://onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.1111/ajps.12216) l’Erratum… infatti i risultati dello studio furono come dire… manipolati?

Simpatico no?

Grazie per il link.

acquazzurra
17-01-22, 19:21
Grazie per il link.
Dovere.

Kurtz
18-01-22, 11:00
...comunque non è più un problema solo dell'insegnamento....per esempio anche in magistratura ci son sempre più donne, ed in prospettiva saranno la maggioranza....bisogna studiare di più cari maschietti altrimenti tra "frocismo" e woman power tra qualche decennio i maschi (specie se bianchi ed eterosessuali) saranno una categoria protetta, dappertutto
praticamente il pianeta delle scimmie

cimad5
18-01-22, 11:48
...comunque non è più un problema solo dell'insegnamento....per esempio anche in magistratura ci son sempre più donne, ed in prospettiva saranno la maggioranza....bisogna studiare di più cari maschietti altrimenti tra "frocismo" e woman power tra qualche decennio i maschi (specie se bianchi ed eterosessuali) saranno una categoria protetta, dappertutto
praticamente il pianeta delle scimmie

All'università ci sono sempre meno maschi, percentualmente, tranne che nelle facoltà scientifiche, il trend non è modificabile, nel medio periodo.
Non è detto che sia un male.

acquazzurra
18-01-22, 17:04
...comunque non è più un problema solo dell'insegnamento....per esempio anche in magistratura ci son sempre più donne, ed in prospettiva saranno la maggioranza....bisogna studiare di più cari maschietti altrimenti tra "frocismo" e woman power tra qualche decennio i maschi (specie se bianchi ed eterosessuali) saranno una categoria protetta, dappertutto
praticamente il pianeta delle scimmie
Ci vuole equilibrio…

https://i.ebayimg.com/images/g/ANYAAOxyni9TBfxG/s-l1600.jpg

https://forum.termometropolitico.it/blob:https://forum.termometropolitico.it/05ca8d50-56f2-4d38-a86a-05e2b6350929

cimad5
19-01-22, 15:46
Un altro aspetto che mi sembra interessante è che in tutti i licei, che teoricamente sono le scuole che dovrebbero rappresentare l'eccellenza formativa, tranne che in quello scientifico, la presenza di studentesse è decisamente maggioritaria rispetto a quella dei maschi.

Scipione
19-01-22, 16:48
Un altro aspetto che mi sembra interessante è che in tutti i licei, che teoricamente sono le scuole che dovrebbero rappresentare l'eccellenza formativa, tranne che in quello scientifico, la presenza di studentesse è decisamente maggioritaria rispetto a quella dei maschi.
Mentre negli istituti tecnici e professionali è l'esatto contrario... :rolleyes: :drinky:

Scipione
19-01-22, 16:55
Un altro aspetto che mi sembra interessante è che in tutti i licei, che teoricamente sono le scuole che dovrebbero rappresentare l'eccellenza formativa...
Sembra che a oxford non permettano l'accesso a medicina a chi ha fatto il classico... :rolleyes: :drinky:

cimad5
19-01-22, 18:33
Sembra che a oxford non permettano l'accesso a medicina a chi ha fatto il classico... :rolleyes: :drinky:

Infatti l'Inghilterra non ha più un impero :snob:

cimad5
19-01-22, 18:33
Mentre negli istituti tecnici e professionali è l'esatto contrario... :rolleyes: :drinky:

Esattamente...