PDA

Visualizza Versione Completa : Vademecum su denunce per opinioni sgradite e schermaglie verbali tra soggetti



Dr. Gori
05-12-20, 04:06
Ritengo sia utile definire con precisione cosa potrebbe rendere passibile di denuncia un intervento forumistico, radiofonico o su altri media:

1 qualora nell'interazione tra utenti si usassero esclusivamente nick senza possibilità di ledere la reputazione nella vita reale.

2 qualora nel caso di riferimenti a personaggi pubblici si riportassero fatti noti o opinioni presenti su testate giornalistiche

ಠ_ಠ
06-12-20, 00:39
Non credo che il fatto che il nick sia anonimo tuteli legalmente

Inviato dal mio SM-A715F utilizzando Tapatalk

Dr. Gori
07-12-20, 01:49
Non credo che il fatto che il nick sia anonimo tuteli legalmente

Inviato dal mio SM-A715F utilizzando Tapatalk

Una schermaglia tra nick anonimi come potrebbe ledere la reputazione di qualcuno nel mondo reale?
Il microcosmo forumistico è un compartimento stagno.

Speravo nella partecipazione di nastenka per ragguagli approfonditi

Dr. Gori
09-12-20, 10:10
ಠ_ಠ credevo che in quest'area intervenissero gli esperti legali ma vedo che al massimo passano i mod per pietà. :D

Poteva essere un 3d da pinnare utile a tutti :)

ಠ_ಠ
09-12-20, 11:57
ಠ_ಠ credevo che in quest'area intervenissero gli esperti legali ma vedo che al massimo passano i mod per pietà. :D

Poteva essere un 3d da pinnare utile a tutti :)

non mettere limiti alla provvidenza :capelli:

Dr. Gori
09-12-20, 16:54
non mettere limiti alla provvidenza :capelli:

Mi sento vittima di postbait :snob:

Dr. Gori
23-12-20, 07:06
Ritengo sia utile definire con precisione cosa potrebbe rendere passibile di denuncia un intervento forumistico, radiofonico o su altri media:


2 qualora nel caso di riferimenti a personaggi pubblici si riportassero fatti noti



ಠ_ಠ ho telefonato alla zanzara e quel piagnone di gottardo mi ha già denunciato per la perculata

Trasmissione del 22 dicembre 2020, da min 50.34
https://www.radio24.ilsole24ore.com/programmi/lazanzara?refresh_ce=1



bazinga, non sono io, ma avrei potuto esserlo :snob:
allora sti consigli legali, cazzoooo :ah

ಠ_ಠ
23-12-20, 11:35
Lolol

Inviato dal mio SM-A715F utilizzando Tapatalk

nastenka
04-01-21, 18:47
Una schermaglia tra nick anonimi come potrebbe ledere la reputazione di qualcuno nel mondo reale?
Il microcosmo forumistico è un compartimento stagno.

Speravo nella partecipazione di nastenka per ragguagli approfonditi

Scusa ma sono presa da cose personali.
In ogni caso, non si incorre in ipotesi di reato di diffamazione se il soggetto passivo non è identificabile.

Dr. Gori
05-01-21, 11:12
Scusa ma sono presa da cose personali.
In ogni caso, non si incorre in ipotesi di reato di diffamazione se il soggetto passivo non è identificabile.

Proprio come ipotizzavo, grazie della risposta.

Dr. Gori
05-01-21, 11:19
Ci sarebbe anche questa domanda sul rischio di denuncia, quando hai tempo:


2) qualora nel caso di riferimenti a personaggi pubblici si riportassero fatti noti "sgraditi" o opinioni "sgradite" presenti su testate giornalistiche

-----
17-01-21, 16:02
Proprio come ipotizzavo, grazie della risposta.

Adesso puoi stare tranquillo e continuare a diffamare impunemente.

Dr. Gori
17-01-21, 21:23
Adesso puoi stare tranquillo e continuare a diffamare impunemente.

In realtà questa conferma serviva per sbugiardare il tuo socio che, piccandosi d'esser nel ramo giuridico, minacciava denunce nei miei riguardi. :cool:
Ma ora è passato diverso tempo e si è molto calmato,

Tu invece sei bello gonfio di rabbia tanto da stalkerarmi addirittura qui. :ghigno:
Segnatelo, così almeno ti risparmierai una figura extra nel caso volessi emularlo.

Gianluca C.
19-01-21, 21:17
In realtà questa conferma serviva per sbugiardare il tuo socio che, piccandosi d'esser nel ramo giuridico, minacciava denunce nei miei riguardi. :cool:
Ma ora è passato diverso tempo e si è molto calmato,

Tu invece sei bello gonfio di rabbia tanto da stalkerarmi addirittura qui. :ghigno:
Segnatelo, così almeno ti risparmierai una figura extra nel caso volessi emularlo.

Non mi picco di essere, sono nel ramo giuridico e l'anonimato del nick ti tutela dalla diffamazione ma non dall'ingiuria che civilmente continua ad essere punita.
Sta cosa dell'anonimato valla a dire a quello che anni fa quando c'erano ancora i newsgroup mi ha dovuto sborsare tre millini per aver fatto lo spiritoso

Giò
20-01-21, 12:45
Non mi picco di essere, sono nel ramo giuridico e l'anonimato del nick ti tutela dalla diffamazione ma non dall'ingiuria che civilmente continua ad essere punita.
Sta cosa dell'anonimato valla a dire a quello che anni fa quando c'erano ancora i newsgroup mi ha dovuto sborsare tre millini per aver fatto lo spiritoso

Ma i newsgroup sbaglio o non contemplavano l'anonimato?

Gianluca C.
20-01-21, 15:07
Ma i newsgroup sbaglio o non contemplavano l'anonimato?

Nei newsgroup non c'era manco bisogno che ti registravi ed erano quasi tutti non moderati

Dr. Gori
23-01-21, 05:19
Non mi picco di essere, sono nel ramo giuridico e l'anonimato del nick ti tutela dalla diffamazione ma non dall'ingiuria che civilmente continua ad essere punita.
Sta cosa dell'anonimato valla a dire a quello che anni fa quando c'erano ancora i newsgroup mi ha dovuto sborsare tre millini per aver fatto lo spiritoso

Al tempo parlavi di diffamazione, cosa acclaratamente errata, confermato dal legale del forum :cool:
Ma lasciamo stare.


Posta sentenze di cassazione dove si stabilisce che tra due nick anonimi di soggetti tra loro sconosciuti su un forum sia punita l'ingiuria, sono curioso.

mary ann
23-01-21, 08:16
Non mi picco di essere, sono nel ramo giuridico e l'anonimato del nick ti tutela dalla diffamazione ma non dall'ingiuria che civilmente continua ad essere punita.
Sta cosa dell'anonimato valla a dire a quello che anni fa quando c'erano ancora i newsgroup mi ha dovuto sborsare tre millini per aver fatto lo spiritoso

Gianluca C.

Tre milioni di euro? :rolleyes:

Gianluca C.
23-01-21, 12:28
Al tempo parlavi di diffamazione, cosa acclaratamente errata, confermato dal legale del forum :cool:
Ma lasciamo stare.


Posta sentenze di cassazione dove si stabilisce che tra due nick anonimi di soggetti tra loro sconosciuti su un forum sia punita l'ingiuria, sono curioso.

In caso di anonimato assoluto può esserci solo ingiuria, come quando mandi affanculo dal finestrino quello che ti frega il parcheggio, o come quando litighi con qualcuno su un newsgroup in cui i nick potevano essere completamente anonimi
In questo forum non sei anonimo, sei pseudonimo
E la tutela dell'onore dello pseudonimo e dell'identità virtuale è la stessa dell'identità reale

Secondo te posso andare liberamente a scrivere su tutti i forum "Il Dr. Gori di tpol si masturba mentre spia i bambini dell'asilo"?
Oh se mi dici di sì, mi sentirei anche autorizzato a farlo eh

Gianluca C.
24-01-21, 05:51
E aggiungo: un forum non è un microcosmo chiuso.
Tralasciando quelle persone che hanno inteso rivelare qui la propria identità, i miei amici, parenti, moglie figli ecc. possono sapere che quel Gianluca C. che scrive su tpol sono proprio io. Magari gliel'ho detto io stesso perché mi piace che conoscano le mie idee, perché vorrei che partecipassero anche loro, per un milione di motivi insomma

E sta' a vedere che non posso dirglielo per i pruriti del primo coglione che prende il forum per la cloaca delle proprie deiezioni

Dr. Gori
24-01-21, 23:50
Secondo te posso andare liberamente a scrivere su tutti i forum "Il Dr. Gori di tpol si masturba mentre spia i bambini dell'asilo"?
Oh se mi dici di sì, mi sentirei anche autorizzato a farlo eh




Mi sa che non hai ancora capito la differenza tra diffamazione e ingiuria. :facepalmi:
Questa è diffamazione, non ingiuria che, come è pacifico, non esiste tra nick di anonimi.



In caso di anonimato assoluto può esserci solo ingiuria, come quando mandi affanculo dal finestrino quello che ti frega il parcheggio, o come quando litighi con qualcuno su un newsgroup in cui i nick potevano essere completamente anonimi
In questo forum non sei anonimo, sei pseudonimo
E la tutela dell'onore dello pseudonimo e dell'identità virtuale è la stessa dell'identità reale


Vediamo di chiarirti cosa si intende per pseudonimo, per tutela dello stesso e la ratio della tutela :cool:



Spiegazione dell'art. 9 Codice Civile

Lo pseudonimo è un nome diverso da quello attribuito per legge; può però essere tutelato alla pari del diritto al nome purché abbia acquistato l'importanza del nome stesso, od assolva alla stessa funzione di identificazione sociale

Qualora vi sia un tale presupposto (si pensi agli pseudonimi degli scrittori, o degli attori che ricorrano a nomi d'arte pressoché più noti del nome proprio) il soggetto che lo usi potrà far valere l'azione inibitoria contro l'uso indebito, chiedendo al giudice la cessazione dell'utilizzo illegittimo dello pseudonimo, sempre salvo il risarcimento dei danni (v. 7).

Dr. Gori
24-01-21, 23:59
E aggiungo: un forum non è un microcosmo chiuso.
Tralasciando quelle persone che hanno inteso rivelare qui la propria identità, i miei amici, parenti, moglie figli ecc. possono sapere che quel Gianluca C. che scrive su tpol sono proprio io. Magari gliel'ho detto io stesso perché mi piace che conoscano le mie idee, perché vorrei che partecipassero anche loro, per un milione di motivi insomma

E sta' a vedere che non posso dirglielo per i pruriti del primo coglione che prende il forum per la cloaca delle proprie deiezioni

Simpatica arrampicata :glee:


Ripeto, posta sentenze di cassazione dove si stabilisce che tra due nick anonimi di soggetti tra loro sconosciuti su un forum sia punita l'ingiuria,


Dovrebbero essercene centinaia di migliaia :cool:

Gianluca C.
25-01-21, 00:54
Simpatica arrampicata :glee:


Ripeto, posta sentenze di cassazione dove si stabilisce che tra due nick anonimi di soggetti tra loro sconosciuti su un forum sia punita l'ingiuria,


Dovrebbero essercene centinaia di migliaia :cool:

Posta tu "sentenze di cassazione dove si stabilisce che tra due nick anonimi di soggetti tra loro sconosciuti su un forum NON sia punita l'ingiuria"
Non ti è venuto in mente che semplicemente non ci sono tutte 'ste sentenze della Cassazione sull'argomento (in un senso o nell'altro) perché praticamente nessuno spende 10k+ euri per affrontare tre gradi di giudizio su questioni bagattellari come un'ingiuria online? No eh?

(a parte che qualcuna ci sarà. Non è che se non ci sono su internet, vuol dire che non esistono. Se sei interessato cosi tanto pagami una ricerca al CED della Cassazione e ti faccio sapere)

Gianluca C.
25-01-21, 01:40
Mi sa che non hai ancora capito la differenza tra diffamazione e ingiuria. :facepalmi:
Questa è diffamazione, non ingiuria che, come è pacifico, non esiste tra nick di anonimi.

LOL è l'esatto contrario

L'esempio di quello che manda affanculo dal finestrino lo sconosciuto che gli frega il posto avrebbe dovuto bastare a farti capire che l'ingiuria può avvenire e avviene spesso tra soggetti sconosciuti e anonimi tra di loro
E che l'ingiuria avvenga per strada o sul web non cambia una minchia. Arrivaci da solo, cristo santo: secondo te posso mandare mail a un migliaio di anonimi sconosciuti piene di insulti, così, per sfizio, e farla franca perché sempre secondo te "l'ingiuria non esiste tra nick di anonimi"?

Quanto alla differenza tra ingiuria e diffamazione la cosa è ancora più semplice. Se l'offesa viene pubblicata sul web in modo tale da renderla visibile a una pluralità di persone è di per sé diffamazione, sempre che il soggetto passivo sia individuato o individuabile
E una persona è individuabile anche attraverso un nick (=pseudonimo) che viene usato in via univoca e esclusiva da un solo soggetto, come avviene nei forum. Io nel diffamarti in ognidove scrivendo "Il Dr. Gori di tpol ruba le offerte in chiesa" DEVO tener conto che magari tutta Vergate sul Membro ti conosce come "Il Dr. Gori di tpol". Chiaro?
Ma anche a questo saresti dovuto arrivarci da solo. Secondo te Triangolo Nero o Grifo possono insultare pubblicamente gli altri utenti del forum perche hanno solo un nick, ma gli altri utenti del forum NON possono insultare Triangolo Nero o Grifo perché si sa chi sono?

Ovviamente non ti risponderò più perché non intendo perdere ulteriore tempo con un ragazzino saccente. Spero che quello che ho scritto possa almeno essere utile agli altri utenti del forum

Dr. Gori
25-01-21, 08:37
Secondo te posso andare liberamente a scrivere su tutti i forum "Il Dr. Gori di tpol si masturba mentre spia i bambini dell'asilo"?
Oh se mi dici di sì, mi sentirei anche autorizzato a farlo eh



Mi sa che non hai ancora capito la differenza tra diffamazione e ingiuria. :facepalmi:
Questa è diffamazione, non ingiuria



LOL è l'esatto contrario



L'elemento distintivo tra ingiuria e diffamazione è costituito dal fatto che nell'ingiuria la comunicazione, con qualsiasi mezzo realizzata, è diretta all'offeso, mentre nella diffamazione l'offeso resta estraneo alla comunicazione offensiva intercorsa con più persone e non è posto in condizione di interloquire con l'offensore.
Cassazione penale Sez. V sentenza n. 10313 del 8 marzo 2019

Il reato di ingiuria di cui all'art. 594 c.p. è commesso da chiunque offenda "l'onore o il decoro di una persona presente".



Se vai in giro per tutti i forum a calunniare un nick, sarebbe diffamazione, non ingiuria, poiché "l'offeso resta estraneo alla comunicazione offensiva intercorsa con più persone e non è posto in condizione di interloquire con l'offensore"


Essendo poi pacifico che la diffamazione non esiste tra nick di anonimi, come ti dissi io e ora pure l'avv. del forum qlk post addietro, il ringraziamo per il buonumore che ci regali.

Dr. Gori
25-01-21, 09:05
E una persona è individuabile anche attraverso un nick (=pseudonimo) che viene usato in via univoca e esclusiva da un solo soggetto, come avviene nei forum. Io nel diffamarti in ognidove scrivendo "Il Dr. Gori di tpol ruba le offerte in chiesa" DEVO tener conto che magari tutta Vergate sul Membro ti conosce come "Il Dr. Gori di tpol".

Io al mio paese potrei tranquillamente andare in giro a dire che sono gianluca c. che scrive su tpol e nessuno potrebbe verificare se sia vero o meno. :D
Nessuno è formalmente individuabile in un forum ove il regolamento proibisca espressamente l'inserimento di dati sensibili.

Gianluca C.
25-01-21, 11:31
L'elemento distintivo tra ingiuria e diffamazione è costituito dal fatto che nell'ingiuria la comunicazione, con qualsiasi mezzo realizzata, è diretta all'offeso, mentre nella diffamazione l'offeso resta estraneo alla comunicazione offensiva intercorsa con più persone e non è posto in condizione di interloquire con l'offensore.
Cassazione penale Sez. V sentenza n. 10313 del 8 marzo 2019

Il reato di ingiuria di cui all'art. 594 c.p. è commesso da chiunque offenda "l'onore o il decoro di una persona presente".



Se vai in giro per tutti i forum a calunniare un nick, sarebbe diffamazione, non ingiuria, poiché "l'offeso resta estraneo alla comunicazione offensiva intercorsa con più persone e non è posto in condizione di interloquire con l'offensore"


Essendo poi pacifico che la diffamazione non esiste tra nick di anonimi, come ti dissi io e ora pure l'avv. del forum qlk post addietro, il ringraziamo per il buonumore che ci regali.

Gori, c'è ditarculismo fatto bene e ditarculismo fatto male, questo è ditarculismo fatto male

La sentenza che hai citato NCUC perché si riferisce a un'offesa avvenuta in una chat online, laddove l'offeso può replicare e interloquire in real time. Conferma semmai che qualsiasi offesa pubblicata su un forum può integrare la diffamazione visto che la persona diffamata NON è in grado di interloquire. Interloquire vuol dire poter controbattere nell'immediatezza dell'offesa, non essere obbligati a stare collegati al forum 24h e leggere tutti i messaggi per vedere se qualcuno ti insulta

L'ingiuria può avvenire anche mediante scritti o disegni diretti alla persona offesa, non citare solo il primo comma dell'articolo. È stata depenalizzata ma rimane illecito civile

L'avvocato del forum non ha detto una cazzata come "la diffamazione non esiste tra nick di anonimi" che è una libera - e sbagliata - interpretazione delle sue parole
Ha detto correttamente che il soggetto passivo della diffamazione dev'essere identificabile (non necessariamente identificato)
E poiché per la diffamazione occorrono anche solo due persone che percepiscano l'offesa, basta che anche solo due persone sappiano che il Gianluca C. (nickname univoco ed esclusivo) di tpol sono io

Ma infine: se sei così esperto di ingiuria e diffamazione online, che cazzo ci sei venuto a fare a chiedere consiglio sul forum?

Dr. Gori
26-01-21, 08:36
Gori, c'è ditarculismo fatto bene e ditarculismo fatto male, questo è ditarculismo fatto male

La sentenza che hai citato NCUC perché si riferisce a un'offesa avvenuta in una chat online, laddove l'offeso può replicare e interloquire in real time. Conferma semmai che qualsiasi offesa pubblicata su un forum può integrare la diffamazione visto che la persona diffamata NON è in grado di interloquire. Interloquire vuol dire poter controbattere nell'immediatezza dell'offesa, non essere obbligati a stare collegati al forum 24h e leggere tutti i messaggi per vedere se qualcuno ti insulta



Trattasi di massima giurisprudenziale ricavata dalla sentenza, discriminante assoluto tra le due tipologie di illecito a prescindere dal caso particolare.
(che tra l'altro non era nemmeno una chat, ma soprassediamo)


Ti rispiego:
Se tu scrivi su tutti i forum d'italia calunnie sul signor Mario Rossi di Avetrana del quartiere X quello ti potrà denunciare per diffamazione, non per ingiuria.
Poiché: "l'offeso resta estraneo alla comunicazione offensiva intercorsa con più persone e non è posto in condizione di interloquire con l'offensore."

L'assenza di comunicazione al soggetto passivo è fondamentale per distinguere i 2 illeciti, capito caro "giurista"? :D




L'ingiuria può avvenire anche mediante scritti o disegni diretti alla persona offesa, non citare solo il primo comma dell'articolo.

Ahah, quindi cosa cambia per la questione? :ah

Potrebbe avvenire anche con video o con audio se è per questo, ciò che non capisci è che se scritti e disegnini li fai vedere su n siti, restando il sogg. passivo escluso dalla diretta comunicazione offensiva, è diffamazione e non ingiuria.




Conferma semmai che qualsiasi offesa pubblicata su un forum può integrare la diffamazione visto che la persona diffamata NON è in grado di interloquire. Interloquire vuol dire poter controbattere nell'immediatezza dell'offesa, non essere obbligati a stare collegati al forum 24h e leggere tutti i messaggi per vedere se qualcuno ti insulta



Questo confermerebbe semmai che non può esistere l'illecito di ingiuria su un forum, in pratica stai iperconfermando quello che ti ripeto da più post. :applause:

(dico iperconfermando a ragione perché a naso potrei anche far rientrare alcune tipologie di interazione nell'ingiuria, ma la questione sarebbe molto tricky e dipenderebbe molto dall'approccio ermeneutico del giudice)

Gianluca C.
26-01-21, 14:30
Trattasi di massima giurisprudenziale ricavata dalla sentenza, discriminante assoluto tra le due tipologie di illecito a prescindere dal caso particolare.
(che tra l'altro non era nemmeno una chat, ma soprassediamo)

Ohhh scusa, non era una chat, era una videochat, ditarculismo alla massima potenza

Anche in questo caso, pare opportuno partire da un veloce riferimento ai fatti del caso: un soggetto, tramite l’utilizzo un noto software di messaggistica istantanea e VoIP, proferiva, nel corso di una videochat con diverse persone, delle offese ai danni di uno dei partecipanti.
In questo caso, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la Cassazione concludeva che: “l’elemento distintivo tra ingiuria e diffamazione è costituito dal fatto che nell’ingiuria la comunicazione, con qualsiasi mezzo realizzata, è diretta all’offeso, mentre nella diffamazione l’offeso resta estraneo alla comunicazione offensiva intercorsa con più persone e non è posto in condizione di interloquire con l’offensore (Sez. 5, n. 10313 del 17/01/2019, Vicaretti, Rv. 276502).



Ahah, quindi cosa cambia per la questione? :ah

Potrebbe avvenire anche con video o con audio se è per questo, ciò che non capisci è che se scritti e disegnini li fai vedere su n siti, restando il sogg. passivo escluso dalla diretta comunicazione offensiva, è diffamazione e non ingiuria.

Cambia che anche l'ingiuria può realizzarsi nei confronti di un soggetto non presente che percepisce l'offesa a distanza di tempo
Nelle offese via web questo avviene sempre, salvo che si tratti di una chat in real time
Quello che conta per il discrimine tra ingiuria e diffamazione è la pubblicità dell'offesa e che l'offeso sia individuabile anche dagli altri
Se l'offesa avviene in pubblico ma l'offeso non è individuabile dagli altri (come in un newsgroup dove i nick non sono univoci e tutti possono usare qualsiasi nick, pure quello già usato da un altro) non ci sarà diffamazione perché gli altri non possono sapere che sei proprio tu il destinatario delle offese
Ma non lo sanno gli altri, il destinatario lo sa eccome che l'offesa era rivolta a lui (messaggio su un newsgroup in reply a quello suo)
Ed ecco che, non appena il destinatario legge l'offesa, si integra l'ingiuria per mezzo "di scritti o disegni"


Hai capito perché un mattacchione mi pagò tre millini?

Apprezzo comunque il fatto che tu abbia finalmente capito che non puoi fare il cazzo che ti pare su un forum solo perché gli utenti usano uno pseudonimo, sia chiaro

Dr. Gori
26-01-21, 20:47
Cambia che anche l'ingiuria può realizzarsi nei confronti di un soggetto non presente che percepisce l'offesa a distanza di tempo
Nelle offese via web questo avviene sempre, salvo che si tratti di una chat in real time
Quello che conta per il discrimine tra ingiuria e diffamazione è la pubblicità dell'offesa e che l'offeso sia individuabile anche dagli altri
Se l'offesa avviene in pubblico ma l'offeso non è individuabile dagli altri (come in un newsgroup dove i nick non sono univoci e tutti possono usare qualsiasi nick, pure quello già usato da un altro) non ci sarà diffamazione perché gli altri non possono sapere che sei proprio tu il destinatario delle offese
Ma non lo sanno gli altri, il destinatario lo sa eccome che l'offesa era rivolta a lui (messaggio su un newsgroup in reply a quello suo)
Ed ecco che, non appena il destinatario legge l'offesa, si integra l'ingiuria per mezzo "di scritti o disegni"



un esempio

Mario maria, marco, giacomo e gianluca si conoscono.
Mario incontra al bar maria, marco e giacomo e dice che gianluca è un coglione.
Il caso vuole che giacomo, in quel momento, stia proprio parlando con gianluca al telefono; gianluca sente in diretta l'insulto e decide di querelare mario.

Si tratta di:
1 ingiuria
2 diffamazione
3 ingiuria e diffamazione





Apprezzo comunque il fatto che tu abbia finalmente capito che non puoi fare il cazzo che ti pare su un forum solo perché gli utenti usano uno pseudonimo, sia chiaro[

E ancora insisti. il soggetto passivo non è identificabile tra nick in un forum che vieta la pubblicazione di dati identificativi :drinky:

Gianluca C.
29-01-21, 04:25
un esempio

Mario maria, marco, giacomo e gianluca si conoscono.
Mario incontra al bar maria, marco e giacomo e dice che gianluca è un coglione.
Il caso vuole che giacomo, in quel momento, stia proprio parlando con gianluca al telefono; gianluca sente in diretta l'insulto e decide di querelare mario.

Si tratta di:
1 ingiuria
2 diffamazione
3 ingiuria e diffamazione

Sembra una traccia di esame di avvocato
Eliminiamo la variabile del telefono e rendiamo la faccenda più semplice
Tizio sta diffamando Caio davanti ad altre persone e non si accorge che Caio è dietro di lui e ha sentito tutto
In qùesto caso sussiste l'intento diffamatorio ma la diffamazione non si consuma perché Caio è presente (e può controbattere nell'immediato)
Si avrà la fattispecie piuttosto atipica ma nondimeno configurabile della tentata diffamazione

All'opposto, stando alla ratio che discrimina l'ingiuria dalla diffamazione, si avrà diffamazione laddove Caio è presente ma non può controbattere (Caio sta dormendo, o è legato con una palla in bocca tipo Bruce Willis in Pulp Fiction)


E ancora insisti. il soggetto passivo non è identificabile tra nick in un forum che vieta la pubblicazione di dati identificativi :drinky:

Che i dati identificativi non siano pubblicati nel forum non significa una minchia, come inutilmente sto tentando di spiegarti, visto che la reale identità dei forumisti può essere conosciuta aliunde. Magari in una pizzata del forum, tanto per dire

E tieni presente che sono più realista del re perché in realtà la diffamazione sussiste anche se nessuno sa chi si celi dietro lo pseudonimo, perché quello che viene leso non è lo pseudonimo ma l'onore della persona che sta dietro lo pseudonimo
Se Tizio s'iscrive in un sito d'incontri online con lo pseudonimo di Caio, e Sempronio sul sito scrive che Caio ha le piattole e lo scolo, è Tizio che non scopa più sul sito, non Caio. Anche se nessuno sa che Caio è Tizio

Dr. Gori
29-01-21, 05:36
Eliminiamo la variabile del telefono e rendiamo la faccenda più semplice



Se la domanda è "cosa fa 3 x 6" non è che uno risponde "rendiamola semplice, facciamo 3 x 10" :D

La risposta all'esempio (comprensivo della "variabile del telefono") è ovviamente pertinente alla discussione.
Dovrebbe essere molto semplice per un giurista.


Lo ripropongo.

Mario maria, marco, giacomo e gianluca si conoscono.
Mario incontra al bar maria, marco e giacomo e dice che gianluca è un coglione.
Il caso vuole che giacomo, in quel momento, stia proprio parlando con gianluca al telefono; gianluca sente in diretta l'insulto e decide di querelare mario.

Si tratta di:

1 ingiuria

2 diffamazione

3 ingiuria e diffamazione

Gianluca C.
29-01-21, 06:57
Se la domanda è "cosa fa 3 x 6" non è che uno risponde "rendiamola semplice, facciamo 3 x 10" :D

La risposta all'esempio (comprensivo della "variabile del telefono") è ovviamente pertinente alla discussione.
Dovrebbe essere molto semplice per un giurista.


Lo ripropongo.

Mario maria, marco, giacomo e gianluca si conoscono.
Mario incontra al bar maria, marco e giacomo e dice che gianluca è un coglione.
Il caso vuole che giacomo, in quel momento, stia proprio parlando con gianluca al telefono; gianluca sente in diretta l'insulto e decide di querelare mario.

Si tratta di:

1 ingiuria

2 diffamazione

3 ingiuria e diffamazione

Se Gianluca ascolta la diffamazione al telefono ma non può controbattere è ovviamente diffamazione, analogamente a chi vede in TV uno che lo diffama in diretta
Se Giacomo ha il telefono in vivavoce Gianluca può controbattere ma si può facilmente obiettare che non è messo in condizione di farlo efficacemente, un conto è controbattere di persona e un conto è controbattere per telefono
In quest'ultimo caso c'è margine discrezionale per decidere tra diffamazione tentata e consumata

Tutto ciò, è un mistero cosa c'entri con la questione della diffamazione rivolta a uno pseudonimo

Dr. Gori
29-01-21, 07:27
Se Gianluca ascolta la diffamazione al telefono ma non può controbattere è ovviamente diffamazione, analogamente a chi vede in TV uno che lo diffama in diretta


È diffamazione, ma non (solo) per il motivo del non poter ribattere.

Ora pian piano verrà collegato alla nostra discussione. Per ora mettiamo da parte la questione "pseudonimo" e facciamo come se venissero messi dati reali.



Io dico che se Mario scrivesse su tutti forum d'italia che gianluca (che abita a.. in via ... al civico ...) è un coglione sarebbe diffamazione, non ingiuria, E per più motivi.


Ora se non sbaglio tu sostieni invece che se in un remoto futuro gianluca incappasse in uno di quei forum e leggesse il post di mario si configurerebbe il reato di ingiuria, giusto?

Giò
31-01-21, 00:19
Al di là delle polemiche personali, l'argomento è indubbiamente interessante e meritevole d'attenzione. Segnalo questo articolo in argomento, che forse potrebbe aiutare ad integrare il dibattito:

Post anonimo offensivo all'interno di un forum, condannato il gestore del sito | Salvis Juribus (http://www.salvisjuribus.it/post-anonimo-offensivo-allinterno-di-un-forum-condannato-il-gestore-del-sito/)

p.s.: il caso di cui parla l'articolo è diverso da quello oggetto della domanda iniziale, ma forse qualche elemento di riflessione può comunque offrirlo.

Dr. Gori
31-01-21, 07:45
Al di là delle polemiche personali, l'argomento è indubbiamente interessante e meritevole d'attenzione. Segnalo questo articolo in argomento, che forse potrebbe aiutare ad integrare il dibattito:

Post anonimo offensivo all'interno di un forum, condannato il gestore del sito | Salvis Juribus (http://www.salvisjuribus.it/post-anonimo-offensivo-allinterno-di-un-forum-condannato-il-gestore-del-sito/)

p.s.: il caso di cui parla l'articolo è diverso da quello oggetto della domanda iniziale, ma forse qualche elemento di riflessione può comunque offrirlo.

il fatto che in un forum un utente anonimo diffami un altro soggetto perfettamente identificabile e identificato e non ne risponda legalmente è interessante.
Se a risponderne è gestore del sito si può ben capire perché utenti "minacciatori di azioni legali" vengano in genere cortesemente "scoraggiati/allontanati" :D

Giò
31-01-21, 18:12
il fatto che in un forum un utente anonimo diffami un altro soggetto perfettamente identificabile e identificato e non ne risponda legalmente è interessante.
Se a risponderne è gestore del sito si può ben capire perché utenti "minacciatori di azioni legali" vengano in genere cortesemente "scoraggiati/allontanati" :D

È proprio l'elemento da te sottolineato che ha destato la mia attenzione. Anche se per capire meglio i dettagli della vicenda bisognerebbe leggere per esteso la sentenza. Può anche darsi che colui che ha denunciato l'offesa abbia voluto rivalersi solo sul gestore del sito, preferendo non denunciare l'autore del commento (cosa che sarebbe un po' strana a dire il vero).

Gianluca C.
04-02-21, 23:23
È proprio l'elemento da te sottolineato che ha destato la mia attenzione. Anche se per capire meglio i dettagli della vicenda bisognerebbe leggere per esteso la sentenza. Può anche darsi che colui che ha denunciato l'offesa abbia voluto rivalersi solo sul gestore del sito, preferendo non denunciare l'autore del commento (cosa che sarebbe un po' strana a dire il vero).

Dunque, il gestore di un sito non risponde per ciò solo dei contenuti diffamatori postati da utenti, a differenza del direttore responsabile di una testata giornalistica (divieto di analogia in peius in materia penale)
Ne risponde solo quando diventa "complice" del diffamatore, i.e. quando, pur avvertito, decide deliberatamente di lasciare e non rimuovere il contenuto diffamatorio
Non è in altre parole tenuto al controllo preventivo (pre-pubblicazione) dei contenuti, a differenza del direttore di un giornale
Né è tenuto al controllo successivo, salvo che gli pervenga una specifica segnalazione
In ogni caso, anche qualora si profilasse la responsabilità del gestore del sito (per mancata rimozione di contenuti segnalati), ne risponderebbe sempre come complice e in solido col diffamatore, non in via esclusiva
Nel caso di specie è più che probabile che l'offeso abbia sporto querela nei confronti del solo gestore (oppure che non si sia riusciti a individuare il diffamatore protetto da un nick. Non sempre ci si riesce)