Benvenuto in Termometro Politico - Forum.
Visualizza Feed RSS

Il Derviscio

Il seme dell'imperatore

Valuta Questa Inserzione
Di , 26-03-16 alle 17:35 (624 Visite)


L’imperatore stava invecchiando e non aveva eredi. Perciò radunò i figlioletti dei nobili e diede a ciascuno di loro un seme, dicendo: “Quello tra voi che farà crescere il fiore più bello sarà il mio successore”. I bambini presero i semi e li piantarono.
Uno di loro, di nome Kumar, era davvero bravo nel giardinaggio, tuttavia non riuscì a far sì che il seme germogliasse. Provò ogni trucco, ma niente funzionò, mentre i suoi amici si vantavano di come le loro piante crescessero belle e rigogliose. Così, più passava il tempo, più Kumar si deprimeva.
Venne il giorno del giudizio e ancora nel vaso di Kumar non si vedeva nulla, mentre tutti gli altri bambini avevano ottenuto piante eccellenti. Il nostro bambino era tanto abbattuto che non desiderava nemmeno mostrare il suo vaso vuoto all’imperatore, ma la madre e il padre lo consigliarono: “Mai mentire. Hai fatto del tuo meglio: va’ a mostrarlo comunque”.
Tutti i bambini mostrarono i loro meravigliosi fiori all’imperatore, ma questi li guardò appena, senza sorridere. Kumar era l’ultimo della fila a sinistra ed aveva avuto l’impudenza d’andare a mostrare all’imperatore un vaso vuoto: stava tremando di paura. Tuttavia, l’imperatore, quando vide il suo vaso vuoto, sorrise: “Ah! Tu hai vinto. Tu sarai il prossimo imperatore!”.
Kumar non riusciva a credere alle sue orecchie. “Perchè? I fiori degli altri bambini sono meravigliosi, e il mio non è neppure germogliato…”.
L’imperatore disse: “Sì. Hai ragione. Tutti i semi erano stati bolliti prima che ve li dessi. Tutti gli altri bambini hanno barato ed hanno usato un altro seme. Tu sei l’unico ad esser stato tanto onesto da fare del tuo meglio con il seme che t’ho dato io. Perciò sei l’unico adatto a ricevere il mio impero dopo la mia morte”.
Scipione and Maria Vittoria like this.

Commenti

  1. L'avatar di testadiprazzo
    • |
    • permalink
    L'eterna lotta tra l'apparire e l'Essere..

    L'ego vuole apparire..vuole potere..vuole essere riconosciuto..incensato..ammirato..
    L'Essere invece è pago di se stesso..ma ha paura a mostrarsi nudo in un mondo di vesti sfarzose..

    Per fortuna che c'è un Imperatore che capace di appezzarlo..!

    Ma se l'Imperatore non ci fosse..?

    In realtà la storia è simbolica...

    L'Imperatore è dentro di noi..è la nostra coscienza..e per quanto l'ego cerchi di barare..alla fine deve sottomettersi al suo giudizio..se è abbastanza forte per domare il nostro desiderio di apparire....

    Bisogna quindi coltivare la coscienza..e andare dove ci porta..senza timore..

    Questa è la teoria..e la pratica prima o poi seguirà..e questa certezza ci rende disponibili affinché ciò accada..ma quando..bè...mettiamoci comodi..perché alla volte i semi sono tutti sani..e mostrare il vaso vuoto..non è facile..
    Abdullah likes this.
N. Post:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226