Benvenuto in Termometro Politico - Forum.
Visualizza Feed RSS

Il Derviscio

La pentola di Nasruddin

Valuta Questa Inserzione
Di , 02-05-16 alle 16:15 (545 Visite)


Era inverno, quando gli amici di Nasruddin, non sapendo come passare il tempo, decisero di giocare al furbo amico uno scherzo un po’ pesante. Chiacchierando in sua presenza, uno di loro uscì a dire che nessuno al mondo sarebbe stato capace di trascorrere la notte in strada senza mantello e senza fuoco.
Nasruddin, sempre pronto ad accogliere qualsiasi sfida, non seppe resistere, accettò la scommessa e trascorse tutta la notte battendo i denti dal freddo e pestando per terra i piedi che rischiavano di congelarsi.
Gli amici lo guardavano dalle finestre delle loro case, divertendosi un mondo.
La mattina si complimentarono con lui.
– Sei veramente un tipo coraggioso, non hai avuto paura né del freddo né dell’oscurità.
– Macché oscurità – ribatté Nasruddin – era una notte stellata.
– Allora hai perso la scommessa: ti sei riscaldato alla luce delle stelle, devi invitarci tutti a pranzo.
– D’accordo – concesse Nasruddin.
Gli amici si accomodarono tutti a tavola, in casa di Nasruddin, e cominciarono a chiacchierare. La conversazione andava per le lunghe, ma sulla tavola non compariva alcuna pietanza. Gli ospiti cominciarono a diventare impazienti e Nasruddin si alzò, dicendo:
– Vado a vedere come va il risotto.
Dopo due ore, però, non era ancora tornato e gli ospiti andarono a cercarlo in cortile. Lo trovarono che stava vicino alla pentola del risotto, ma questa era posta a una trentina di passi dal fuoco.
– Ma che fai? – lo aggredirono.
– Aspetto che si cuocia il riso.
– Ma se lo tieni a quella distanza dal fuoco, non cuocerà mai.
– Lo dite voi – rispose imperturbabile Nasruddin – se la luce delle stelle ha potuto riscaldarmi durante tutta la notte, questo fuoco riuscirà certamente a far cuocere il risotto.
Scipione and Ucci Do like this.

Commenti

  1. L'avatar di testadiprazzo
    • |
    • permalink
    Il travestimento popolare è la forma più antica di trasmissione della verità attraverso i tempi..e assieme alle fiabe costituisce la forma naturale che la sapienza iniziatica usa per veicolarsi attraverso le vicissitudini della storia..passando indenne tra religioni..filosofie e modi di pensare che spesso allontanano e non avvicinano alla realtà..

    Nasruddin diventa Bertoldo..e parla ai nostri giorni anche in un film di Monicelli..dove paga con il suono dei soldi il debito per avere intinto il pane nel fumo delle pietanze succulente che l'oste preparava..

    Il succo è l'illusorio potere della mente che viene sconfitto dalla nuda e cruda verità..cosa facile a capirsi ma difficilissima a farsi....anzi..tutta la vita è cercare di sfuggire a questo potere mentale che ci inebria e imbambola nelle parole..

    Anche molti racconti zen hanno per tema questa lotta..e ci ricordano che dalla testa è necessario scendere verso il cuore o i piedi per non perdere il contatto con le cose..e poi noi stessi..

    Il Budda bruciato per scaldarsi..il suono di una mano sola..la gara di dottrina..sono esempi del potere della mente..che nel labirinto delle parole ci impediscono la visione dei problemi..che in genere sono solo nella testa..

    Il calore delle stelle è una teoria perfettamente logica..come dubitare che le stelle sono dei soli un po' più lontano..e che scaldano poiché questa è la loro natura..?

    Se le donne o i maestri sono stelle..non tutti scaldano come come il Sole..e non basta dirsi fidanzati..sposati o discepoli per scaldarsi ai suoi raggi interiori..

    Quando l'amore vero bussa alla porta..tutte le nostre teorie o i sacri testi vanno a farsi friggere..erano solo stelle..lontane...inaccessibili..

    Adesso le stelle che ci dilettavano con tenue figure sono diventate il Sole...può succedere anche dopo la morte..l'ultimo treno..

    In fin dei conti tutte le nostre ricerche portavano solo a questo punto....l'abbandonarsi al vero..e allora si impone la scelta suprema..

    Queste novelle vogliono dirci solo questo..vogliamo rimanere sconfitti dalla mente..oppure vogliamo dare a Dio ciò che non è di Cesare..?

    Ma qualcuno può dire che anche il Sole brucia se è accettato con incoscienza..e gli amici a volte vanno assecondati..

    Insomma..non esistono scorciatoie per salvarsi l'anima..anche se qualche volta bisogna pur rischiarla..altrimenti le ricchezze arrugginiscono dentro al baule..
N. Post:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226