Benvenuto in Termometro Politico - Forum.
Visualizza Feed RSS

PhyroSphera

FORME DELLA POLITICA ODIERNA ovvero cosa succede realmente.

Valuta Questa Inserzione
Di , 02-03-18 alle 16:53 (87 Visite)
POSTULATO
della disposizione dei poteri dello Stato Unitario Italiano.

Legittimata dalle interruzioni parlamentari particolari e generali di ordine giudiziario od extraparlamentare e consentita in forza di perdurante controllo giudiziario-esecutivo, la prossima ventura elezione nazionale reca dunque una incognita non più assoluta, dato che la minore considerazione che la Legge impone alla rappresentanza futura uscente aprendo ulteriore possibilità al ristabilimento semplice della normalità politico-istituzionale non comporta l'alternativa antidemocratica.

Inoltre il già rifiuto popolare alla abrogazione del Senato impedisce legittima richiesta di risoluzione non pubblica delle future controversie causate dalla tendenza antipolitica-non-impolitica alla distruzione della etica dello Stato per mezzo della abolizione di forme costanti costituzionalmente garantite; sempre tale stesso rifiuto nella suddetta nuova condizione dei rapporti tra poteri di controllo delle istituzioni ed istituzioni stesse obbliga il còmpito presente e futuro necessario di annullare i risultati dei procedimenti anticostituzionali e lo stesso effetto dei procedimenti stessi oltre che tali procedimenti stessi.

Per questo le politiche di alternativa restano possibili nello stesso quadro democratico e l’eventuale non ordinario controllo alle istituzioni resta possibile in medesima azione repubblicana e da medesimo quadro democratico, impedendo che l'etica stessa dello Stato possa degenerare in Stato Etico.

MAURO PASTORE
Categorie
Non Categorizzato

Commenti

  1. L'avatar di PhyroSphera
    • |
    • permalink
    Elezioni concluse, c'è una rappresentanza, non ancora attiva però, restando la possibilità che rimanga la passività l'unica cosa per nuove elezioni, ma a questo il tempo a disposizione è poco.

    In questa incertezza è già riposto il senso della unica nuova considerazione per questi rappresentanti, i cui eventi hanno raggio d'azione ridotto rispetto agli altri prima.

    Difatti, nel frattempo, altro ai rappresentati è accaduto, sta accadendo, con esigenza di certezza immediata, cui i nuovi eletti non hanno potuto e non possono provvedere.

    Tale esigenza di certezza è primaria, quale necessità di una politica minimamente stabilita su un potere assicurato, non precario, che per ora è rimasto rappresentato soltanto dalle istituzioni centrali non elettive ma che per Costituzione dello Stato deve comunque, però non ugualmente ché non sarebbe possibile rimediare al vuoto dei tempi, ricevere una adeguata rappresentanza allargata alle istituzioni centrali elettive.

    Ma, tant'è: se le difficoltà ci sono, non per questo non esiste più alcuna democrazia rappresentativa.
N. Post:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226