Benvenuto in Termometro Politico - Forum.
Visualizza Feed RSS

frameeme

La programmazione economica

Valuta Questa Inserzione
Di , 03-02-14 alle 15:57 (622 Visite)
Premessa
Purtroppo per me la mia personale posizione politica non è riconducibile ad altre condivise da altri. Quando devo votare mi trovo costantemente in difficoltà e il più delle volte finisco per non farlo o per pentirmi di averlo fatto.
Se le cose funzionassero come io ritengo dovrebbero e potrebbero funzionare, non avrei necessità di specificarla. I motivi che mi spingono a farlo sono:

  • La miseria e addirittura la fame che la maggior parte delle persone del mondo soffre
  • Il degrado ambientale: l’innalzamento e acidificazione dei mari a cause dell’effetto serra, eccetera
  • Le migrazioni di massa, che sconvolgono tanto i popoli emigranti che quelli accoglienti
  • La non abbastanza marcata diminuzione dell’orario di lavoro medio a fronte dello sconvolgente progresso tecnologico

Ritengo che le risorse naturali e le conoscenze che abbiamo, se sfruttate meglio di adesso, permetterebbero a tutte le persone del mondo di vivere una vita comoda e sicura in un ambiente pulito, lavorando tutti e dedicando al lavoro meno tempo (l’idea di base risale almeno a Thomas More mezzo millennio fa, passando da Marx eccetera)
Ritengo che il sistema qui descritto permetterebbe di farlo. Per essere applicato necessiterebbe di essere condiviso dalla maggior parte della popolazione mondiale, e non è una condizione da poco soprattutto pensando che così al mondo la penso solo io.
Essendomi trovato a pensare queste cose, avevo solo due scelte: nasconderle o condividerle.

Cambiamento, in sintesi

Il sistema attuale può essere sintetizzato con la formula “Un mercato, molti stati, molte monete”. Ci sono interpretazioni diverse dello schema: chi più tasse chi meno, chi più servizi chi meno, e lo stesso per corruzione, privilegi, immigrazione ecce cc. Lo schema generale non è comunque messo in discussione.
In sintesi, il cambiamento che auspico consiste nella creazione di un’economia pianificata mondiale, senza uso di denaro, dopo apposita votazione dei vari stati nazionali e dopo la requisizione delle risorse naturali naturali/industriali/tecnologiche necessarie per farlo funzionare (una patrimoniale mondiale).
Il motivo per il quale io ritengo che la programmazione economica funzionerebbe meglio dell’economia di mercato sono quattro:

  • Non vi sarebbe più necessità della vendita: attualmente molte risorse sono impiegate dalle aziende per vendere i prodotti; in molti settori saper vendere è diventato più importante che saper produrre (se sai trovare in clienti, qualcuno che fa le cose lo trovi)
  • Non vi sarebbe più la frammentazione produttiva. La centralizzazione porterebbe efficienza
  • Non vi sarebbe più, strutturalmente, disoccupazione: ognuno è tenuto a fare la propria parte
  • Sarebbero possibili grandi opere che adesso non vengono fatte perché non sono economicamente convenienti (vedi energia più avanti)

Si tratterebbe di un progetto diverso dai comunismi del secolo scorso, anche se chiaramente vi sono delle analogie. Le differenze principali:

  • Uso massiccio e capillare del computer per non avere la burocrazia lenta e paesante che fu tipica dell’URSSS
  • Trasparenza assoluta di tutte le decisioni e tutti gli atti (vedi Cambiamento politico)
  • Opinione pubblica generalmente favorevole
  • Non uso del denaro a favore di tessere di servizi (vedi dettaglio)

Si tratta di un atteggiamento opposto a quello della teoria del miglioramento delle piccole cose.

Cambiamento, in dettaglio

questo il cambiamento che vorrei:

  • Vengono requisite tramite patrimoniale mondiale le risorse necessarie a farlo funzionare.
  • Con le risorse requisite ci facciamo un sistema come descritto sotto, le risorse non requisite possono essere usate nel libero mercato (vengono cioè sequestraste risorse economiche attraverso una patrimoniale. I proprietari dei beni requisiti vengono pagati con i soldi sequestrati)
  • Tutti, se vogliono, ricevono una tessera con la quale acquisiscono l’accesso ai beni
  • Ogni cittadino è tenuto a svolgere un lavoro in cambio della tessera.
  • I singoli stati che aderiscono al sistema conservano sovranità nei loro territori per quanto riguarda l’accesso dei cittadini di altri stati
  • I singoli stati al momento dell’entrata possono trattare con gli altri stati alcune condizioni per il loro ingresso: vi potrebbero essere partiti a vocazione con vocazione internazionalista ma con sensibilità diverse. la quantità/qualità di beni a cui da diritto la tessera e la quantità di lavoro dovuto sono decise in questa trattativa
  • vengono istituite un certo numero di (una specie di) multinazionali, tipo 3, ognuna in grado di confezionare un prodotto finito a partire da risorse naturali.
  • Ad ogni multinazionale è affidato una quantità di risorse in proporzione ai cittadini che l’hanno scelta.
  • Ogni multinazionale produce anche gli strumenti necessari a produrre, (ad esempio i robot ed anche i processori per farli funzionare): è insomma una filiera completa.
  • Ogni multinazionale che va sotto una certa quantità di prodotti viene ‘disassemblata’ e le sue risorse date alle altre aziende. Nel caso ci siano cittadini scontenti delle aziende rimanenti in grande quantità, allora viene creta un’azienda ex novo per loro (con risorse naturali in proporzione ai richiedenti), management selezionato per concorso pubblico e/o per votazione.
  • ogni multinazionale è completa e fa/distribuisce tutto, daI COMPUTER ai broccoli. ognuno sceglie di quale delle multinazionali disponibili vuole essere 'cliente' (o se non gliene piace nessuna e si mette fra quelli che ne vuole una nuova)
  • I manager prendono la stessa tessera dei propri dipendenti.


Energia

l’energia è un punto assolutamente cruciale: senza energia abbondante e stabile non vi può essere civiltà e progresso, ma d'altra parte l’uso dell’energia è alla base dell’effetto serra (e quindi innalzamento/acidificazione mari).
Questo progetto prevede un progressivo abbandono dei combustibili fossili/nucleari a favore delle fonti rinnovabili attraverso cinque canali (altri se ne potrebbero aggiungere)

  • Costruzione di mega impianti solari nei deserto
  • Diffusione capillare dei pannelli solari fotovoltaici sui tetti
  • Costruzione di impianti eolici e studio dell’eolico ad alta quota (kitegen)
  • Ricostruzione fognature con costruzione generalizzata di impianti di produzione di biogas
  • Maggiore utilizzo biomasse

Tecnicamente, l'uso delle energie rinnovabili non è legato alla programmazione economica : è infatti attivo il progetto desertec che propone, grossomodo, questo in questa economia. Praticamente, questo almeno per il momento non succede.

Cambiamento politico

Viene instaurato un governo mondiale
A capo del governo viene eletto un precedente, che sta in carica un certo numero di anni prefissato (es, 10). Mandato non rinnovabile. Il capo del governo nomina il proprio gabinetto di governo.
Non viene formato nessun parlamento: al suo posto, viene istituito un parlamento formato da tutti i cittadini. Il parlamento, con una votazione apposita nella quale almeno il 50% degli aventi diritto (non dei votanti!), può:

  • far decadere il presidente
  • smantellare il sistema restaurando per quanto possibile lo stato precedente (restituzione patrimoniale)

Inoltre:

  • Il presidente ha l’obbligo di portare un dispositivo (tipo google glass) che mette automaticamente e in diretta in rete tutta la sua vita (a parte brevi intervalli intimi)
  • Tutte le sedute del parlamento internazionale sono riprese e messe in rete in diretta
  • Tutti i documenti presentati e discusi in parlamento sono immediatamente consultabili


Stati nazionali

Gli stati nazionali all’inizio, e su mandato dei propri cittadini, si uniscono a formare uno stato mondiale federale.
Gli stati nazionali continuano a funzionare come adesso gestendo giustizia, economia, immigrazione ecc, solo che

  • si alienano una parte dei beni a favore dello stato federale mondiale
  • smantellano l’esercito a favore di quello federale

In qualsiasi momento possono tornare indietro con apposita votazione nella quale almeno il 50% degli aventi diritto vota per uscire.

Sovrapppopolazione

Ogni stato partecipante si impegna a non far crescere la popolazione.
L’unico mezzo per realizzare questo obiettivo sarebbe di permettere ad ogni persona di generare un solo figlio, con schedatura genetica preventiva della popolazione maschile al fine di stabilire la paternità nei casi non chiari.
Nel caso di coppie stabili, si tratterebbe quindi di due figli.
Ad ogni figlio in più il genitore deve lavorare delle ore in più e viene penalizzato nei consumi.

Instaurazione

Questo progetto presuppone un’opinione pubblica in larga maggioranza favorevole a livello mondiale che si ritrova su un unico progetto in Rete.
L’instaurazione del sistema avviene su mandato dei governi e parlamenti dei singoli stati.
Las dimensione nazionale e quella internazionale di questo progetto devono rimanere distinte:

  • I parlamentari eletti da chi supporta il progetto dichiarano di voler supportare il progetto. Possono avere anche posizioni diverse sui problemi nazionali e quindi appartenere a partiti diversi.
  • Se i partiti politici tradizionali non ammettessero candidati favorevoli al progetto potrebbero essere creati nuovi partiti, anche con posizioni diverse sui problemi nazionali.


Alternativa light

In alternativa alla creazione di una stato centralizzato con economia pianificata con esproprio delle risorse, potrebbe forse funzionare anche soltanto l’instaurazione di una moneta globale in uno stato federale globale.
Si eviterebbe così la concorrenza fra stati:, ovvero il ricatto delle aziende che mettono sotto scacco i vari governi nazionali con il ricatto di spostare risorse a produzione là dove le condizioni sono migliori.

Commenti

  1. L'avatar di Abdullah
    • |
    • permalink
    frameeme, metti molta Carne al fuoco, difficile fare un commento anche se il disegno complessivo é chiaro.
    Se ti va, prova uno dopo l'altro a trattare gli argomenti singoli con calma e con degli esempi cosí che ti si possa rispondere.
    ciao
  2. L'avatar di frameeme
    • |
    • permalink
    ciao Abdullah
    a me quando scrivo mi piace andare al succo, stringare, asciugare. per internet, dove tutti andiamo di fretta, credo sia la soluzione migliore. se mi dilungassi per pagine e pagine, finirei in qualche lista to-read, destinata a non essere spuntata mai.
    così, chi arriva e bontà sua legge, ha tutto sotto mano subito. e se vuole discutere con domande/proposte specifiche è il benvenuto.
    in attesa dei tuoi prossimi racconti, un saluto
    Abdullah likes this.
N. Post:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226