Benvenuto in Termometro Politico - Forum.
Visualizza Feed RSS

portiere

Memoria

Valuta Questa Inserzione
2 giorni fa era il giorno della memoria.

La memoria è una cosa importante. Oserei dire fondamentale. Oggi vi spiegherò perchè.

Conoscete Ash? E' del reparto ferramenta.

Ash, reparto ferramenta, deve prendere il Necronomicon, il libro dei morti.

Lo stregone gli rivela le parole magiche per prendere il libro senza risvegliare i morti. Non sto a dirvele, le conoscete benissimo.

Ma Ash ha pessima memoria, e non ricorda le parole; così, quando afferra il Necronomicon, risveglia l'armata delle tenebre e gli tocca di affrontarla e sconfiggerla.

Se Ash avesse avuto memoria, si sarebbe risparmiato un bel po' di guai.

Qualcun altro una figura cacina.

Albergo di mia moglie. Turno di mattina. 21 Gennaio.

A mezzogiorno chiama Ash. In realtà si chiama in altro modo, non è neanche Bruce Campbell. Ma chiamiamolo così, per comodità nostra.

Ash, non si sa costui di quale reparto, ha la mamma in vacanza in Italia. Arriva oggi nell'albergo, ed è il suo compleanno. Da bravo figliuolo, vuole fargli trovare in camera un mazzo di fiori ed un bigliettino di auguri.

Ora, tralasciamo il fatto che la prenotazione venne effettuata in Ottobre (quindi più di 3 mesi fa) e che Ash si riduce a mezzogiorno del check-in per fargli questo piccolo pensiero, e che la signora arriva per le 13, quindi lasciando solo un'ora per preparare il tutto. E' fortunato perchè c'è in turno una vera professionista, mica come suo marito, un cialtrone come pochi.

Sara – Mi dovrebbe dire l'età di sua madre, così il fiorario ha un'idea di che fiori mettergli.

Ash - …. eh... uh... 60 e qualcosa.

Si, ha detto così.

60 something.

Ash non ricorda l'età della mamma.

Vabbè, 60 e qualcosa basta. Urge fare in fretta, visto che mamma sta per arrivare. La Sara chiama il fiorario per fargli preparare un mazzo di fiori da 30 eurini, poi addebita sulla cc fornita dal figlio. Ricevuta, scannerizzazione ed invio per e-mail. I fiori arrivano (fiorario messo sotto pressione) e vengono messi in camera, con tanto di bigliettino di auguri bilingue, inglese ed italiano. Appena in tempo, arriva la cliente. Camera con due lettini, la mamma viaggia con un'amica. Due amiche sessantenni (e qualcosa) che vanno in gita culturale in Italia, probabilmente si frequentano dlala materna. Sono cordiali, ringraziano e salutano.

Amiche del cuore da 60 anni (e qualcosa).

Check-in, la Sara prende i passaporti e comincia la registrazione sul gestionale. Nome... cognome... nazionalità... numero documento... data emissione e scadenza documento.... data di nascita...

29 Gennaio.

Il figlio non solo non ricorda l'età di mamma, ma neanche la data giusta. Ha scazzato di un 8 giorni.

Le signore salgono in camera, poi riscendono per partire alla visita di Firenze. Lasciano la chiave alla Sara, salutano ma non dicono altro. I fiori li hanno visti, il bigliettino lo hanno letto.

Presumo che la mamma sia abituata.

Però, ripeto:

la memoria è importante.

ps. oggi, come avrete capito, è il compleanno della mamma di Ash.

Happy birthday da parte mia e della Sara.

ps. 2: come ho detto in precedenza, le clienti erano educate. Il che è, lo ripeto, il punto fondamentale dei clienti. Prima ancora delle mance, l'educazione ed il sorriso è quel che noi banconisti preferiamo.

Però un problemino l'avevano anche loro.

Antefatto: la Maura, reparto colazioni, nota una certa mancanza delle bustine di zucchero di canna. Mancano da diversi ciotolini; quelli che in tutti gli alberghi sono sui tavolini della sala e contengono, appunto, le bustine di zucchero: normale, di canna e dietetico. La Maura fa notare la cosa alla Cecile, collega di mia moglie al ricevimento.

Voi non conoscete la Cecile. E' francese.

E' un po' come la Guardia di Napoleone.

Quando le cose in battaglia andavano male, Nappy faceva avanzare la Guardia. Un 10mila francesoni baffuti, massicci e inca**ati che spazzavano via il nemico dal campo di battaglia e salvavano la giornata all'armée ed all'imperatore.

La Cecile sta in guardia e becca subito le colpevoli: la mamma di Ash e la sua amica. Si portavano via tutte le bustine di zucchero di canna che potevano arraffare e ficcarsi nelle tasche. Partaccia italo-anglo-francese, e le sessantenni (e qualcosa) yankee battono in ritirata come russi ad Austerliz.

Happy birthday (ma senza zucchero).

Aggiornato il 29-01-14 alle 22:14 da Abdullah

Categorie
Non Categorizzato

Commenti

  1. L'avatar di Noir
    #portiere #fansclub #noir #v!olet #cinema
N. Post: