PROGRAMMA AMMINISTRATIVO
LISTA CIVICA
“MOVIMENTO PER GUBBIO”


Sicurezza
1. Richiesta dell’istituzione di un Commissariato di Pubblica Sicurezza e Sezione di Polizia Stradale.
2. Rafforzamento dell’organico della Polizia Municipale e dei Carabinieri, attualmente insufficienti per un territorio vasto come quello eugubino.
3. Rafforzamento della presenza delle forze dell’ordine nelle ore notturne.
4. Istituzione del vigile di quartiere e di frazione e del vigilante all’interno delle scuole (quest’ultimo per attuare un’azione preventiva e regressiva contro lo spaccio dei stupefacenti).
5. Installazione di videocamere nelle zone più rischiose della città.

Centro Storico
1. Lotta contro la desertificazione del Centro Storico e rivitalizzazione dello stesso anche mediante maggiori investimenti sull’arredo urbano, la pavimentazione delle principali vie d’accesso e l’illuminazione pubblica.
2. Incentivi finalizzati all’insediamento di nuovi residenti e nuovi servizi per i residenti.
3. Politica tesa ad incentivare il rientro nel centro storico delle scuole, degli uffici privati e pubblici, delle banche e delle attività commerciali.
4. Valorizzazione del centro storico come centro “A MISURA DI PEDONE”con opportuna e improrogabile regolamentazione degli accessi con varchi elettronici alle automobili.
5. Definizione di un adeguato piano sulle destinazioni d’uso degli immobili comunali situati nel centro storico.
6. Introduzione e incentivazione di nuove forme di mobilità per i cittadini e i turisti: navette a metano, bici elettriche…).
7. Creazione di nuovi parcheggi e sistemazione dei marciapiedi già esistenti.


Frazioni
1. Estensione della rete di erogazione del metano su tutto il territorio comunale.
2. Completamento di tutte le opere di urbanizzazione mancanti nelle varie frazioni.
3. Migliorare i collegamenti tra capoluogo e frazioni, potenziando i mezzi di trasporto pubblici già esistenti.
4. Fornire ogni frazione di tutti i servizi essenziali.
5. Razionalizzazione e potenziamento dell’edilizia scolastica.
6. Creazione, in ogni frazione, di adeguati spazi destinati alle attività aggregative, ricreative e sportive.
7. Intensificare i rapporti e le collaborazioni con le Pro-loco.

Politiche Sociali
1. Sostegno economico alle famiglie disagiate, agli anziani in difficoltà, alle ragazze madri, ai portatori di handicap e in genere alle categorie meno protette anche ricorrendo alla realizzazione di apposite tariffe sociali.
2. Fondi e agevolazioni per sostenere le nuove famiglie: bonus per i nuovi nati residenti e agevolazioni per l’acquisto della prima casa.
3. Garantire adeguata assistenza e servizi di sostegno a tutti i bambini con problemi.
4. Abbattimento delle barriere architettoniche per una città a misura di tutti.
5. Politiche di coordinamento tra Comune e Associazioni di Volontariato.



Ambiente
1. Monitoraggio continuo della qualità dell’aria con la pubblicazione dei relativi dati.
2. Lotta contro ogni forma di inquinamento (acustico, atmosferico e elettromagnetico).
3. Costruzioni di impianti eolici, di impianti fotovoltaici e di pannelli solare allo scopo di sfruttare al meglio le fonti di energia rinnovabili.
4. Aumento della raccolta differenziata.

Strutture e Infrastrutture
1. Realizzazione di strutture sportive e ricreative, nonché di aree verdi per la collettività.
2. Estensione della rete internet a banda larga su tutto il territorio comunale.
3. Promuovere, in accordo con gli enti locali preposti, una via d’uscita all’isolamento ferroviario e stradale ormai insostenibile per una città a vocazione turistica.

Partecipazione
1. Rilancio del ruolo e potenziamento dell’autonomia di spesa dei Comitati territoriali.
2. Ampliamento dei poteri di controllo e delle funzioni del Difensore Civico.
3. Attivare un tavolo di confronto tra amministrazione, categorie e cittadinanza sui principali problemi della città.


Sviluppo Economico e Occupazione
1. Adottare una adeguata strategia di comunicazione al fine di far diventare il turismo la prima attività produttiva di Gubbio.
2. Istituzione di una conferenza programmatica al fine di migliorare tutta la filiera del turismo.
3. Creazione di una cultura turistica diffusa tra tutti i cittadini.
4. Sviluppare il turismo congressuale mediante la creazione di una struttura polivante o di un palazzetto dello sport. Struttura in grado in ospitare sia grandi congressi ma anche eventi sportivi o musicali.
5. Costruzione di un Ostello della gioventù.
6. Tutela dei piccoli e medi commercianti ostacolando la nascita di ulteriori nuovi centri commerciali.
7. Difesa dei commercianti eugubini, minacciati della concorrenza sleale degli ambulanti sia comunitari che extra comunitari, intensificando i relativi controlli già previsti in materia.
8. Favorire l’incremento e la nascita delle botteghe artigiane.
9. Sviluppo di migliori servizi di sostegno per le imprese.
10. Adottare politiche per incentivare l’apertura e lo sviluppo delle piccole e medie imprese:
11. Sviluppo e ampliamento delle aree industriali e artigianali e riduzione del costo di questi terreni.
12. Tutela e valorizzazione dei prodotti agricoli e artigianali locali a km zero.
13. Sviluppo di adeguate politiche attive per il lavoro.
14. Esenzione dalle tasse per un minimo di un anno per le imprese, nuove o già esistenti, che assumono personale eugubino a tempo indeterminato.

Ristrutturazione Del Sistema Amministrativo Comunale E della Spesa Pubblica
1. Riqualificare le professionalità del personale tecnico – amministrativo comunale e razionalizzare il loro utilizzo.
2. Concentrare tutti gli uffici comunali in una unica sede.
3. Migliorare i servizi comunali creando lo sportello unico del cittadino.
4. Ridurre i tempi di rilascio delle autorizzazioni e delle concessioni comunali.
5. Digitalizzazione di tutte le procedure amministrative e possibilità di richiedere e ottenere via internet tutti i servizi offerti dal Comune.
6. Istituire un numero telefonico unico , con il quale ogni cittadino potrà ricevere informazioni sui servizi del Comune (servizi sanitari, servizi di trasporto e parcheggi).
7. Ridurre al minimo l’aliquota dell’ICI per i proprietari di seconde case che affittano.
8. Ridurre i costi eccessivi connessi alla raccolta dei rifiuti introducendo una raccolta differenziata estesa con modalità differenti.
9. Rendere economicamente attive tutte le proprietà immobiliari del Comune, al fine di avere più disponibilità finanziarie da impiegare sul territorio comunale.
10. Revisionare lo stato attuale di tutti gli assegnatari delle case popolari, eliminando gli abusi accertati, e ridefinire i criteri di assegnazione delle medesime privilegiando i cittadini eugubini.