User Tag List

Pagina 1 di 15 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 142

Discussione: Maschilismo?

  1. #1
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Maschilismo?

    Maschilismo?


    Ok, parliamone. Dagli e ridagli a furia di parlare di aborto la parola è finalmente spuntata fuori. Maschilista!

    "Scusi, dice a me? Guardi che non ho fatto nulla di male, non sono un mostro, la prego non mi dica questo, deve esserci un equivoco, chi mi conosce sa che io le donne le amo, le adoro, non potrei mai vivere senza..."

    Ecco quello che succede oggi a chi viene soltanto sfiorato lontanamente dall'accusa di "maschilismo". Non raggiungiamo ancora il "pedofilo", ma ci andiamo abbastanza vicino. Perchè succede questo? E soprattutto, cosa hanno fatto i "maschilisti" per meritarsi un simile disprezzo?

    Innanzitutto il maschilista chi è? Dovrebbe essere il contrario della femminista, la sua versione speculare. Ragion per cui il termine assumerà connotati positivi o negativi a seconda di come valutiamo l'altro e viceversa.

    Il femminismo è stato un movimento radicale, di sinistra, che però ha toccato trasversalmente gran parte della nostra società. Un po' per convenienza un po' per convinzione per anni il femminismo ha goduto di un'aura positiva, anche quando le spaccature politiche e sociali erano profonde.

    Negli anni settanta maschilista era il retrogrado, l'assolutista, il monarchico, il fascista. L'uomo di destra, insomma. E chi si identificava con la destra ormai? La destra era il passato, la reazione ormai vinta, mentre il futuro spettava ai partiti democratici di sinistra e del centro: moderni, aperti, progressisti.

    Secondo costoro il femminismo era stato portavoce di battaglie giuste, come l'affrancamento della donna da una figura maschile autoritaria che aveva segnato con la sua impronta la civiltà occidentale, di segno patriarcale. Al contrario il Sessantotto proponeva un ribaltamento di questa cultura sotto il segno della donna: ecco dunque l'unisex, l'omosessualità incentivata, il sesso libero e soprattutto l'aborto.

    Al grido "l'utero è mio e lo gestisco io" le streghe metropolitane pongono le basi per la distruzione della famiglia tradizionale "fascista" e la messa in discussione del "padre" che viene ghigliottinato come lo fu il Re dai giacobini.

    La società post-sessantottina è la società del maschio debole, in crisi di identità, a cui fa da contraltare una figura femminile che occupa tutti i ruoli possibili e immaginabili salvo quelli che fino a ieri le venivano concessi. La donna moderna lavora, si impegna nel sociale e in politica. Ma è anche artista, scrittrice, sacerdotessa e infine soldatessa. Raramente è madre e ancor meno moglie. Al contrario la donna moderna è "single" o "convive" col proprio partner in un legame libero e paritario che allontana lo spettro della "fasa coscienza".

    Tuttavia alla donna moderna, che vuole tutto e le viene concesso di tutto, ad un certo punto manca qualcosa. E questo qualcosa è un figlio. Ma come fare, una volta che la vecchia famiglia è rimasta un non rimpianto ricordo del passato? Nessun problema: la donna moderna può ("deve") avere un figlio (che è "suo") anche in mancanza di un marito o di un padre. Basta uno spermatozoo e non è difficile ottenerlo grazie alla scienza che, progressista, è ovviamente dalla sua parte.

    Di colpo le streghe abortiste si scoprono madri affettuose di bambini costretti a crescere senza figura paterna (in quanto l'uomo, anche quando è presente è ormai privo delle sue funzioni di maschio, ed è un puro orpello decorativo, una carta bancomat pronta per l'uso).

    Gli anni novanta vedono un parziale ripensamento del femminismo. La società, che si è lasciata alle spalle le lacerazioni del passato ed ha trovato un nuovo equilibrio, è pronta per distinguere un femminismo "buono", moderato, da quello "estremo" ("cattivo" no, sarebbe spingersi troppo oltre nel revisionismo), utopistico e divisivo.

    Dunque il pensiero corrente è disposto a ricredersi parzialmente sulla bontà del fonomeno femminista. Tuttavia la revisione non avviene specularmente riguardo l'altro campo e nonostante il risorgere della destra politica, "maschilismo" conserva la stessa valenza negativa di trenta-quarant'anni fa.

    Nel frattempo la donna moderna si è fatta più esigente. L'uomo capellone ed effeminato non le basta più e il vecchio modello attizza ancora, ma va spogliato dei suoi caratteri socialmente autoritari. Le donne tornano a dire sì al macho, imponendogli allo stesso tempo però di essere "micio", un bellissimo quanto inoffensivo corpo palestrato. Ecco quel che serve, tanto per quanto riguarda la testa quella femminile basta e avanza.

    Chi è il maschilista allora? Il maschilista è oggi quell'uomo che ancora non si è abituato all'andazzo corrente e reclama apertis verbis la propria identità di uomo. "Maschilista" è colui che non si sente "compagno", ma marito e padre. Colui che desidera avere attorno a sè una famiglia in cui poter essere un riferimento per i propri figli. E' colui che vuole avere al proprio fianco non una virago da fumetto ma una donna vera, capace di interpretare il ruolo di moglie e di madre innanzitutto. E' infine colui che "conserva" l'eredità della civiltà occidentale come si è creata non vergognandosene, considerando giusta e naturale quella netta distinzione tra i ruoli (maschio/femmina, casa/società) che non significa in alcun caso sopraffazione e autoritarismo, ma piena consapevolezza delle distinte qualità di genere.

    Alla luce di quanto detto, il "maschilista" non è affatto una cattiva persona come la dipingono. Anzi, è un uomo "normale" che vorrebbe mettere le cose a posto dopo che un dio impazzito ha buttato all'aria il naturale quadro di riferimento. Se alcuni casi più macchiettistici sono passibili di censura, chi si oppone alla degenerazione femminista e per tal motivo viene bollato spregiativamente come "maschilista" dovrebbe ricevere appoggio non commiserazione.

    Anche perchè se lasciamo fare alle donne e alla loro folle presunzione il futuro potrebbe relegare il maschio a mero oggetto per la riproduzione della Regina. Un futuro popolato di donne lesbiche padrone e di schiavi maschi effeminati è stato già anticipato dalla narrativa popolare. Facciamo del nostro meglio affinchè questa ipotesi agghiacciante non diventi mai realtà.


    Mr. Right
    SADNESS IS REBELLION

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    119,209
    Mentioned
    588 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Rif: Maschilismo?

    "Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, lui che è il salvatore del suo corpo. E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto".

    Lettera di San Paolo Apostolo agli Efesini 5, 22



    Ottimo articolo Mr. Right.

  3. #3
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Maschilismo?

    Scusate se sintetizzo e mi getto istantaneamente su e poi dentro il punto che piu' direttamente sento ,che piu' vivamente e dolorosamente mi fa male al cuore:
    CHI?!
    CHI diavolo ha pensato per primo di concedere alle donne,a tutte le donne,il diritto di guidare una automobile,di avere una regolare patente di guida?
    PERCHE'?
    Cosa stava pensando questo folle sadico?
    Cosa si era fumato/bevuto/iniettato/insensatamente mescolato questo ebete ,criminale di guerra ,folle omicida di massa?
    Come siamo potuti arrivare a questo,al crimine ,al pericolo costante legalizzato e normalizzato?
    Non amiamo i nostri figli?
    " Democracy is currently defined in Europe as: " A country run by Jews " . E.P.

  4. #4
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Maschilismo?

    " Democracy is currently defined in Europe as: " A country run by Jews " . E.P.

  5. #5
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Maschilismo?

    Citazione Originariamente Scritto da Steppenwolf Visualizza Messaggio
    Purtroppo rimodellare un ruolo orgogliosamente maschile passa anche attraverso personaggi di questo genere,non esattamente geni,ma il tema e' serio,profondo,politicamente,culturalmente,anche legalmente ed in modo dettagliato,perche' causa di varie ingiustizie,economiche ,contro i piu' ovvi dettami della proprieta' privata e la meritocrazia...insomma,..per esemplificare.. furti attraverso il divorzio moderno ,ed ingiustizie culturali distruggi-famiglie ,ma prima di tutto e sopratutto e' un soggetto personale,perche' e' dalle debolezze ed insicurezze dell'individuo che comincia lo sfacelo culturale che gli uomini e le donne...MA per oggi,una volta tanto,almeno noi ,parliamo di maschi,(facciamo,noi,ora, un po' di discriminazione effettivamente positiva?) devono affrontare ,fin da bambini,in questa societa'.
    L'Uomo deve,deve ,ora ritrovare la sua forza,la sua serenita',i propri diritti fondamentali,se' stesso.

    La cosa divertente e' che in fondo ,ne sarebbero felicissime anche le donne.
    In fondo qui,a differenza di cio' che avviene dei bordelli nazi-psico-femministici,si parla di Amore piu' che sessi e di maschilismo.
    E' quello,l'Amora piace a tutti gli esseri umani decenti,di buona volonta.
    Ma questo ricomincia solo dall'equilibrio,la forza ,la serenita' ,la capacita' di decidere e condurre positivamente di un Uomo,di un singolo individuo.
    " Democracy is currently defined in Europe as: " A country run by Jews " . E.P.

  6. #6
    The Original
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    4,031
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Maschilismo?

    Citazione Originariamente Scritto da Giò91 Visualizza Messaggio
    "Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, lui che è il salvatore del suo corpo. E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto".

    Lettera di San Paolo Apostolo agli Efesini 5, 22



    Ottimo articolo Mr. Right.
    Se Mr. Right, come te, voleva intendere che le mogli devono stare sottomesse ai mariti.... io non ci sto. E non sono una femminista, molto più semplicemente sono una che ha stima di sè

    ps: nemmeno voglio prevaricare l'uomo, ma sottomessa mai.
    'Voglio esser libera d'essere come sono'

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Jul 2009
    Località
    Bari
    Messaggi
    2,476
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Maschilismo?

    Credo di intuire come mai Mr Right abbia tirato fuori l'argomento; in un mio intervento lo invitavo a non cadere nella trappola dell'antiabortismo da un punto di vista eslcusivo maschilista. Però Mr Right, partendo da questo ha finito per intavolare una discussione del tutto diversa e che abbraccia tutta la questione della collocazione della donna all'interno della società odierna.

    A mio modo di vedere, il femminismo ha scosso alle fondamenta il modello di società occidentale in cui il ruolo guida era attribuito al maschio. Una degenerazione di quello che inizialmente era stato un movimento di rivalsa della donna, di propria affermazione e di abbandono di qualsiasi condizione di minorità rispetto alla figura maschile, l'abbiamo davanti agli occhi oggi; una società la nostra, nella quale il concetto di famiglia come lo si era inteso in secoli precedenti è venuto meno e dove la donna ha finito per avere accesso a ruoli che in altre epoche non le sarebbero stati affidati. Il risultato è stato lo smarrimento degli elementi cardine sui quali trova posto il modello di società cui si è fatto assegnamento in tempi passati e cui si dovrebbe essere protesi: quelli dell'uomo in veste di detentore della bussola dell'indirizzo familiare e quello della donna in veste di componente simbiotica dell'uomo ma un gradino più sotto di lui; il rispetto della gerarchia è sempre utile, in qualsiasi contesto, anche interno all'elemento base della struttura societaria.
    "La credenza in un'economia di mercato in cui l'acquirente è sovrano è una delle più convincenti forme di truffa" (John Kenneth Galbraith, L'economia della truffa)

  8. #8
    IDVvina convinta!!!
    Data Registrazione
    29 Jul 2009
    Messaggi
    141
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Maschilismo?

    Quoto Carrie.. abbiamo "conquistato l'uguaglianza"
    io il mio uomo lo amo alla pari. Non mi sento e non sono sottomessa.
    Anzi.. a volte lo è lui.. (ih ih ih)
    Ciao
    124 volte grazie!
    Candidata consigliere alla Regione Veneto per Verona con IDV

    http://italiadeivalori-forum.it/board/forum.php

  9. #9
    The Original
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    4,031
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Maschilismo?

    Citazione Originariamente Scritto da Aurelianus Visualizza Messaggio
    Credo di intuire come mai Mr Right abbia tirato fuori l'argomento; in un mio intervento lo invitavo a non cadere nella trappola dell'antiabortismo da un punto di vista eslcusivo maschilista. Però Mr Right, partendo da questo ha finito per intavolare una discussione del tutto diversa e che abbraccia tutta la questione della collocazione della donna all'interno della società odierna.

    A mio modo di vedere, il femminismo ha scosso alle fondamenta il modello di società occidentale in cui il ruolo guida era attribuito al maschio. Una degenerazione di quello che inizialmente era stato un movimento di rivalsa della donna, di propria affermazione e di abbandono di qualsiasi condizione di minorità rispetto alla figura maschile, l'abbiamo davanti agli occhi oggi; una società la nostra, nella quale il concetto di famiglia come lo si era inteso in secoli precedenti è venuto meno e dove la donna ha finito per avere accesso a ruoli che in altre epoche non le sarebbero stati affidati. Il risultato è stato lo smarrimento degli elementi cardine sui quali trova posto il modello di società cui si è fatto assegnamento in tempi passati e cui si dovrebbe essere protesi: quelli dell'uomo in veste di detentore della bussola dell'indirizzo familiare e quello della donna in veste di componente simbiotica dell'uomo ma un gradino più sotto di lui; il rispetto della gerarchia è sempre utile, in qualsiasi contesto, anche interno all'elemento base della struttura societaria.
    Dunque la donna dovrebbe stare sempre sotto all'uomo?
    Scusa ma preferisco un rapporto alla pari in cui regna il rispetto reciproco. Che non è femminismo.
    Se davvero avete cosi poco rispetto per la donna ci credo che poi esistono le femministe inkazzate E sbagliano anche queste donne a fare cosi, ci mancherebbe. Ma è una diretta conseguenza di come sono state trattate. Non vanno bene entrambi gli estremismi, semmai.
    Ultima modifica di Carrie; 05-08-09 alle 11:13
    'Voglio esser libera d'essere come sono'

  10. #10
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    111 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Maschilismo?

    Citazione Originariamente Scritto da UnaVeronese Visualizza Messaggio
    Quoto Carrie.. abbiamo "conquistato l'uguaglianza"
    io il mio uomo lo amo alla pari. Non mi sento e non sono sottomessa.
    Anzi.. a volte lo è lui.. (ih ih ih)
    Ciao
    Hai conquistato l'uguaglianza e poi sottometti il tuo uomo?

    Dev'essere una strana uguaglianza questa. Un'uguaglianza che non mi piace.
    SADNESS IS REBELLION

 

 
Pagina 1 di 15 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Maschilismo dominante
    Di Carla nel forum Fondoscala
    Risposte: 383
    Ultimo Messaggio: 03-10-11, 20:07
  2. Maschilismo a Capri
    Di giacomo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 07-12-10, 16:41
  3. chiamiamolo maschilismo...
    Di Nina nel forum Fondoscala
    Risposte: 118
    Ultimo Messaggio: 01-09-10, 02:42
  4. Non era maschilismo
    Di Neva nel forum Salute e Medicina
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 03-10-07, 21:02
  5. Maschilismo di ritorno
    Di mariarita nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 28-10-02, 03:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226