User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Ecovillaggi

  1. #1
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,847
    Mentioned
    27 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ecovillaggi

    Dalla newsletter n. 144 di n+1:
    La specie umana è vissuta nel comunismo "primitivo" per un paio di milioni di anni e vivrà nel comunismo "sviluppato" per altri milioni. Nell'intervallo di pochi millenni in cui l'uomo ha compiuto il salto alla moderna industria, le persistenze di comunismo non mancano: nelle società di classe questi esempi sono fenomeni parziali, legati per lo più alla produzione, e del tutto soffocati dall'appropriazione privata dei valori prodotti. Ma esistono, si sviluppano, muoiono, rinascono. Adesso si parla degli ecovillaggi: gli aderenti affermano di promuovere esperimenti di esistenza comunitaria, per dar vita ad un nuovo ambiente basato sulla solidarietà, la cooperazione e il rispetto della natura. Una fuga, certo, ma l'importante non è il risultato, bensì la manifestazione di questa esigenza.
    (grassetto mio)

    Speriamo!
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Umbria, Terni
    Messaggi
    875
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Ecovillaggi

    Mi piacerebbe confrontarmi su quanto le idee intorno agli eco-villaggi, all'ecocompatibilità rappresentino un "comunismo sviluppato" o quanto invece un nuovo modo di intendere il comunismo che supera in senso positivo i paradigmi del socialismo produttivista e sviluppista tipici dei secoli XIX e XX?

  3. #3
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,847
    Mentioned
    27 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Ecovillaggi

    Cosa intendi esattamente per socialismo produttivista e sviluppista?
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Umbria, Terni
    Messaggi
    875
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Ecovillaggi

    Citazione Originariamente Scritto da Gian_Maria Visualizza Messaggio
    Cosa intendi esattamente per socialismo produttivista e sviluppista?
    Intendo dire che, in alcune correnti del Socialismo marxista, ma in particolar modo a partire dal bolscevismo, il massimo dispiegamento delle forze di produzione è diventato l'auspicio principe. Questo si può vedere per quanto riguarda gli auspici nei confronti del Capitalismo, per cui si auspica il massimo dispiegamento delle forze di produzione capitalistiche, così che arrivato al limite il Capitalismo, non essendo più in grado di continuare il continuo aumento della produzione, in modo pressoché deterministico lasci il posto ad un nuovo sistema sociale, denominato Socialismo, che avrebbe anch'esso avuto il compito di massimizzare la produzione (ancor prima che razionalizzare la distribuzione). Si può vedere dalle posizioni assunte nell'800 da molti socialisti nei confronti del Colonialismo, visto quasi come un "male necessario" da avallare, così che avrebbe deterministicamente portato l'industrializzazione in parti del mondo non ancora industrializzate, permettendo la nascita di un movimento operaio e socialista in loco, e che inoltre avrebbe accelerato l'espansione e quindi il successivo saturarsi dei mercati, da cui sarebbe necessariamente derivato una crisi di sovrapproduzione ed il croll ogenerale dello stesso sistema capitalista, rimpiazzato dal Socialismo.
    Oppure, nel '900, pensiamo all'accezione di socialismo che avevano i bolscevichi, per i quali esso sarebbe stato diverso dal Capitalismo non su basi qualitative, quanto piuttosto quantitative, ossia perché avrebbe superato il Capitalismo nella massimizzazione della produzione (questo intendo per "produttivismo"): così vi fu chi semplicisticamente sostenne che il comunismo corrispondesse a "i soviet più l'elettricità", o chi magnificava le future sorti del Socialismo affermando che avrebbe superato il Capitalismo per quantità di tonnellate di acciaio prodotto.
    Eppure lo stesso Marx, nell'ultima parte della sua vita, dopo essere entrato in contatto con i populisti russi che sostenevano la possibilità di socialismo in una struttura come il mir, e quindi non necessariamente industrializzata, fu spinto in buona parte a rivedere le proprie posizioni, superando la concezione di fasi storiche per cui fosse deterministicamente necessario passare prima di poter giungere al socialismo.
    Ora qui non intendo dire che il bolscevismo sia quanto etimologicamente intenda per "socialismo", non è infatti qui mia intenzione analizzare nuovamewnte cosa s'intenda e cosa non s'intenda per socialismo, ma di analizzare le accezioni che dell ostesso termine si sono storicamente date. Per approfondire quanto dico ed accenno, consiglio la lettura dello scritto di Loren G. "Il Comunismo è la Comunità Materiale Umana. Amadeo Bordiga Oggi." ( http://www.countdownnet.info/archivi...litica/427.pdf). In questo in buona sostanza si afferma che i bolscevichi instaurarono un capitalismo di stato proprio perché, con la concezione di fasi storiche deterministicamente necessarie per giungere al Socialismo, quindi nella sicurezza dell'inevitabilità delle stesse, accettarono di gestire in prima persona il Capitalismo per permetterne il massimo dispiegamento dei mezzi di produzione e quindi il futuro superamento. Personalmente sono meno convinto della buona fede degli allora bolscevichi (perdonami la digressione, non essendo la "buona fede" una categoria d'analisi), ma il testo è comunque interessante, in quanto poi tra l'altro rimanda per uscire dall'empasse al dibattito sulla comune rurale (mir) di cui dicevo prima, e di cui confesso non avere una particolare conoscenza per quanto mi sia già da tempo ripromesso di studiarlo in futuro.
    Detto questo... che gli eco-villaggi possano costituire una versione aggiornata e contemporanea della "comune rurale", nonché un tentativo di uscire dall'ottica delle fasi storiche necessariamente determinate ed ineluttabili per il conseguimento del socialismo?

  5. #5
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,847
    Mentioned
    27 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Ecovillaggi

    Non lo so. Io so solo che il socialismo (mondiale) è già oggi realizzabile (l'attuale sviluppo delle forze produttive già lo permette).
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

 

 

Discussioni Simili

  1. Ecovillaggi
    Di Malandrina nel forum Energia, Ecologia e Ambiente
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 14-09-16, 10:47
  2. Gli ecovillaggi e il mondo di fuori
    Di Muntzer (POL) nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 04-06-06, 18:57

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226