User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: Guerra giusta?

  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    19 Jul 2002
    Messaggi
    29
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Guerra giusta?

    Secondo voi, è giusto attaccare l'Iraq? La Lega Nord, in particolare, che posizione dovrebbe assumere al riguardo?
    A mie parere, è solo con la guerra che si potrà debellare il terrorismo!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito




    Alcuni componenti dei Dimmu Borgir in un fotomontaggio realizzato da un amico

  3. #3
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    [QUOTE]Originally posted by Gringo
    ............La guerra serve solo per le elezioni e il petrolio di Bush, e i profughi come al solito arriveranno in Europa..... (senza contare che le radiazioni di eventuali "bombette atomiche" o all'uranio impoverito ce le cucchiamo noi, non certo Washington....)
    E se e l'America conquisterà l'Irak, le sarà piu' facile spazzare via i Curdi (con l'aiuto della fida Turchia), per raggiungere in questo modo il Caucaso e pugnalare alle spalle la Russia, cristiana ed europea.
    ______________________________________________
    ______________________________________________
    Secondo me, a Bush non frega nulla al momento della Russia, visto che la stessa non gli fa più paura.
    Bush vuole solo il petrolio: oggi quello iracheno e successivamente tutto quello del mondo arabo. Per questo si parla di una guerra molto lunga, perchè dopo l'Iraq la guerra continuerà.
    Tutto è cominciato con il Kosovo, la pressione perchè l'Europa faccia entrare la Turchia nella UE (questo vuol dire basi nato anche in Turchia), poi la guerra all'Afganistan, che è il lembo più orientale del momdo arabo. Ora Bush vuole piazzarsi anche in Iraq, dove costruirà delle grandi basi militari. A questo punto, con uno sforzo minimo, si può prendere tutto il resto del mondo arabo che possiede il petrolio. La Russia ha un'economia catastrofica e non avrà alcuna forza per opporsi. Alla Cina non conviene.

    La guerra non solo non è giusta, ma è pure molto sporca.
    A noi conviene riflettere se ci conviene continuare a dipendere per il petrolio dagli arabi (visto che non abbiamo centrali nucleari come Francia e Germania le quali, dipendendo molto meno di noi dal petrolio, si sono permesse di opporsi a Bush, cosa che noi non ci possiamo neppure sognare) o se ci conviene dipendere dagli americani, aiutandoli pure ad inpossessarsene senza pretendere nulla in cambio, tranne che di venderci poi il petrolio.
    Questa guerra sarà per noi terribile, non soltanto per i rischi insiti nella guerra stessa, quanto perchè poi gli arabi, privati dell'unica loro ricchezza (il petrolio, appunto) si riverseranno nel continente europeo con migrazioni bibliche, centinaia di volte più grandi di quelle seguite alla guerra in Jugoslavia-Kosovo-Albania.
    Il brutto è che, anche se al posto di Berlusconi ci fosse stato D'Alema o Prodi, nessuno si sarebbe potuto ragionevolmente opporre alla volontà di Bush, pena il rischio di rimanere non solo a piedi con le auto ferme, ma anche senza energia per l'industria e per i trasporti ferroviari. Questo rischio per Francia e Germania è assai più piccolo e ciò spiega il loro comportamento rispetto all'Itaglia.

  4. #4
    Forumista storico
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Messaggi
    36,670
    Mentioned
    401 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito

    [QUOTE]Originally posted by Orso Brrrrr
    Originally posted by Gringo
    ............La guerra serve solo per le elezioni e il petrolio di Bush, e i profughi come al solito arriveranno in Europa..... (senza contare che le radiazioni di eventuali "bombette atomiche" o all'uranio impoverito ce le cucchiamo noi, non certo Washington....)
    E se e l'America conquisterà l'Irak, le sarà piu' facile spazzare via i Curdi (con l'aiuto della fida Turchia), per raggiungere in questo modo il Caucaso e pugnalare alle spalle la Russia, cristiana ed europea.
    ______________________________________________
    ______________________________________________
    Secondo me, a Bush non frega nulla al momento della Russia, visto che la stessa non gli fa più paura.
    Bush vuole solo il petrolio: oggi quello iracheno e successivamente tutto quello del mondo arabo. Per questo si parla di una guerra molto lunga, perchè dopo l'Iraq la guerra continuerà.
    Tutto è cominciato con il Kosovo, la pressione perchè l'Europa faccia entrare la Turchia nella UE (questo vuol dire basi nato anche in Turchia), poi la guerra all'Afganistan, che è il lembo più orientale del momdo arabo. Ora Bush vuole piazzarsi anche in Iraq, dove costruirà delle grandi basi militari. A questo punto, con uno sforzo minimo, si può prendere tutto il resto del mondo arabo che possiede il petrolio. La Russia ha un'economia catastrofica e non avrà alcuna forza per opporsi. Alla Cina non conviene.

    La guerra non solo non è giusta, ma è pure molto sporca.
    A noi conviene riflettere se ci conviene continuare a dipendere per il petrolio dagli arabi (visto che non abbiamo centrali nucleari come Francia e Germania le quali, dipendendo molto meno di noi dal petrolio, si sono permesse di opporsi a Bush, cosa che noi non ci possiamo neppure sognare) o se ci conviene dipendere dagli americani, aiutandoli pure ad inpossessarsene senza pretendere nulla in cambio, tranne che di venderci poi il petrolio.
    Questa guerra sarà per noi terribile, non soltanto per i rischi insiti nella guerra stessa, quanto perchè poi gli arabi, privati dell'unica loro ricchezza (il petrolio, appunto) si riverseranno nel continente europeo con migrazioni bibliche, centinaia di volte più grandi di quelle seguite alla guerra in Jugoslavia-Kosovo-Albania.
    Il brutto è che, anche se al posto di Berlusconi ci fosse stato D'Alema o Prodi, nessuno si sarebbe potuto ragionevolmente opporre alla volontà di Bush, pena il rischio di rimanere non solo a piedi con le auto ferme, ma anche senza energia per l'industria e per i trasporti ferroviari. Questo rischio per Francia e Germania è assai più piccolo e ciò spiega il loro comportamento rispetto all'Itaglia.
    Ciao Orso....
    mi dispiace contraddirti, ma gli arabi (il popolo, la maggioranza) e' gia' stata privata del petrolio. Con gli americani a Bagdad sara' molto piu' provabile un'equa ripartizione della ricchezza. Si parla tanto del petrolio che l'America ha bisogno, e si si dimentica che la maggioranza del petrolio che arriva qui non viene dal medio oriente.
    Se Bush davvero potesse eliminre i governi attuali di Iraq, Iran, Corea del Nord e,non ultima, Cuba, meriterebbe un monumento ancora piu' grande della statua della Liberta'. E io saro' lieto di offrire i primi 1000 dollari per una colletta.
    Quelo che mi preoccupa e' come in Europa la maggioranza sia cieca e disinteressata dei propri interessi.
    Quanto ai francesi, stanno perdendo quel poco che contano e, se continuera' cosi, fra 10 anni il loro tenore di vita sara' piu' basso di quello dell'itaglia ( media itagliana, sudde compreso).
    -N-

  5. #5
    Indipendentista
    Data Registrazione
    08 Mar 2002
    Località
    veneto
    Messaggi
    925
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Guerra giusta?

    Originally posted by giovanepadano20
    Secondo voi, è giusto attaccare l'Iraq? La Lega Nord, in particolare, che posizione dovrebbe assumere al riguardo?
    A mie parere, è solo con la guerra che si potrà debellare il terrorismo!

    Io penso che un movimento come la Lega Nord non debba prendere posizioni su argomenti importanti come questi , come pure sui grandi temi tipo l'aborto , l'eutanasia, le droghe leggere ecc... Penso che dovrebbe lasciare ragionare ognuno con la propria testa... Io personalmente sarò favorevole a questa guerra solo quando Bush mostrerà al mondo queste "sconvolgenti" prove di cui tanto parla! per ora non si è visto ancora niente!

  6. #6
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by nordista


    Ciao Orso....
    mi dispiace contraddirti, ma gli arabi (il popolo, la maggioranza) e' gia' stata privata del petrolio. Con gli americani a Bagdad sara' molto piu' provabile un'equa ripartizione della ricchezza. Si parla tanto del petrolio che l'America ha bisogno, e si si dimentica che la maggioranza del petrolio che arriva qui non viene dal medio oriente.
    Se Bush davvero potesse eliminre i governi attuali di Iraq, Iran, Corea del Nord e,non ultima, Cuba, meriterebbe un monumento ancora piu' grande della statua della Liberta'. E io saro' lieto di offrire i primi 1000 dollari per una colletta.
    Quelo che mi preoccupa e' come in Europa la maggioranza sia cieca e disinteressata dei propri interessi.
    Quanto ai francesi, stanno perdendo quel poco che contano e, se continuera' cosi, fra 10 anni il loro tenore di vita sara' piu' basso di quello dell'itaglia ( media itagliana, sudde compreso).
    -N-
    ________________
    Ciao Nordista,
    anche a me spiace non concordare con te. Qui da noi non c'è proprio nessuno che pensi che l'Iraq possa essere "il grande nemico degli USA", così pericoloso da allarmare Bush e mettere paura alla grande potenza americana.
    Tutti sanno che Bush vuole solo il petrolio, e vuole anzi impadronirsene in fretta, tanto da voler a tutti i costi una guerra molto criticata non solo in Europa ma anche in USA.
    Se non fosse vero quanto ho affermato, non ci sarebbe alcun motivo di scatenare una nuova guerra contro l'Iraq, visto che gli USA hanno comunque il controllo della situazione, avendo mantenuto sul golfo (dopo la guerra di dieci anni fa) un' ingente quantità di armamenti e di soldati.
    Tu lo sai che io non sono anti USA, però sfido chiunque a dimostrare che la guerra che vuole Bush sia una guerra necessaria.
    Saluti

  7. #7
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quello che a me fa paura di questa guerra (come di tutte, o quasi, le guerre del '900) è il suo carattere "ideologico". Non si combatte più (solo) per un obiettivo limitato, sia esso il petrolio o la conquista territoriale o che altro. Si combatte per esportare la democrazia nel mondo, vale a dire per imporre a certi paesi quella che, in fin dei conti, è solo una caratteristica formale. Il fatto che il leader venga scelto per mezzo di elezioni non dice nulla sullo stato di salute della libertà (ch'è fatto sostanziale, non formale) in quel paese. E in ogni caso nessuno di noi ha diritto di bombardare, per esempio, gl'irakeni solo perché essi non si ribellano contro Saddam. Ucciderli non è certo il modo migliore per liberarli da un dittatore--che, peraltro, non è più dittatore di chiunque altro nel Medio Oriente.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  8. #8
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Stonewall
    Quello che a me fa paura di questa guerra (come di tutte, o quasi, le guerre del '900) è il suo carattere "ideologico". Non si combatte più (solo) per un obiettivo limitato, sia esso il petrolio o la conquista territoriale o che altro. Si combatte per esportare la democrazia nel mondo, vale a dire per imporre a certi paesi quella che, in fin dei conti, è solo una caratteristica formale. Il fatto che il leader venga scelto per mezzo di elezioni non dice nulla sullo stato di salute della libertà (ch'è fatto sostanziale, non formale) in quel paese. E in ogni caso nessuno di noi ha diritto di bombardare, per esempio, gl'irakeni solo perché essi non si ribellano contro Saddam. Ucciderli non è certo il modo migliore per liberarli da un dittatore--che, peraltro, non è più dittatore di chiunque altro nel Medio Oriente.
    _________________
    Se poi al carattere "ideologico" sommi le possibili conseguenze pratiche, non c'è proprio nulla di cui stare tranquilli.

  9. #9
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E'iniziata una guerra storica per la conquista dell'heartland.

    Chi controllerà le pipelines dell'eurasia avrà un potere enorme.

    Li c'è un bel conflitto fra Russia, Cina, Usa e i paesi dell'area per
    questo motivo.

    I giacimenti scoperti sulla via della seta sono giganteschi e avranno un effetto smarcante rispetto al petrolio controllato dall'OPEC.

    Il gioco non solo è sporco ma estremamente pericoloso.
    L'america deve contrastare il suo declino economico ed evitare che si saldi a quello politico.

    Se una potenza regionale mette le mani su quelle risorse sono veramente dolori.Quindi l'attacco a Saddam è assolutamente strumentale a una strategia di attacco al cuore dell'eurasia

  10. #10
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by LosVonRom
    E'iniziata una guerra storica per la conquista dell'heartland.

    (...)
    strumentale a una strategia di attacco al cuore dell'eurasia
    esatto... e adesso due osservazioni

    1) il concetto di ' heartland' fu sviluppato da pensatori inglesi ma fatto proprio come dottrina strategica dai tedeschi quindi e' un concetto 'nazista ' che i nostri puritani amici anglosassoni seguono ma non dicono .( come andare a donne ..)
    .. loro combattono per la liberta' e per la redenzione degli erranti ( .. fosse anche necessario ammazzarli tutti ... come dicevano i sacri inquisitori ... )

    2) adesso che anche tu sei confesso scettico nel credo liberaliberistalibertario preparati alla sacra inquisizione padanista ..

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La guerra giusta
    Di Anton Hanga nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-09-09, 14:02
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-12-05, 16:57
  3. Guerra giusta?
    Di giovanepadano20 nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-02-03, 16:50
  4. Guerra giusta?
    Di giovanepadano20 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 01-02-03, 13:43
  5. Guerra giusta?
    Di giovanepadano20 nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01-02-03, 13:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226