User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16

Discussione: 09 Ottobre 1963

  1. #1
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    30 Jul 2003
    Messaggi
    25
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 09 Ottobre 1963

    http://vajont.freeweb.org


    Non dimentichiamo.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    30 Jul 2003
    Messaggi
    25
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ancora....

    IL RACCONTO DEL VAJONT
    1956/9-10-1963

    1993
    orazione civile composta da Marco Paolini e Gabriele Vacis
    con la collaborazione di Gerardo Guccini e Alessandra Ghiglione
    interpretazione e regia Marco Paolini
    organizzazione e distribuzione Michela Signori
    produzione MOBY DICK - Teatri della Riviera
    durata 3 h 15’

    'Premio Speciale Ubu' 1995 per il Teatro Politico, 'Premio Idi' 1996 per la migliore novità italiana; la trasmissione del RACCONTO DEL VAJONT (in diretta su Rai 2 il 9 ottobre 1997) ha ricevuto l’Oscar della televisione come miglior programma del 1997.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Alle ore 22,39 del 9 ottobre 1963 si compie l'ultimo atto di una tragedia umana. Una frana gigantesca provoca un'onda che cancella, in pochi secondi, un territorio e quasi 2.000 vite umane. La morfologia delle valli del Vajont e del Piave viene sconvolta: i danni materiali incalcolabili. Di Longarone restano solo poche case; Erto viene graziato ma spariscono gran parte delle sue frazioni. Ma oltre alle vittime e alla distruzione territoriale la popolazione superstite subisce le conseguenze di indelebili danni morali, che sono quelli che hanno fatto soffrire e continuano a far soffrire persone singole e comunità.

  4. #4
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    30 Jul 2003
    Messaggi
    25
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito TIna Merlin

    Tina Merlin nasce a Trichiana (Belluno) il 19 agosto 1926.
    E' staffetta partigiana durante la guerra di liberazione.
    Inizia scrivendo racconti che vengono pubblicati da "Noi Donne".
    Dal 1951 al 1967 è corrispondente locale del quotidiano "L'Unità" ed esordisce come scrittrice.
    Ma Tina Merlin oggi è ricordata soprattutto per la perspicacia e la caparbia con cui seguì e attaccò le vicende del Vajont, denunciando già nel 1959, la situazione pericolosa che si andava manifestando con la costruzione della diga, voluta dalla SADE, società privata per l'energia elettrica, che culminò con il tragico crollo del 9 ottobre 1963, causando la morte di duemila persone e la scomparsa dei paesi circostanti.
    Ma gli articoli di una giornalista donna, per giunta dell'Unità, non potevano ricevere credibiltà e Tina Merlin fu processata - e assolta - dal tribunale di Milano per "diffusione di notizie false e tendenziose atte a turbare l'ordine pubblico".
    Nel 1983, dopo essere andata per anni alla ricerca di un editore interessato, pubblica " Sulla pelle viva. Come si costruisce una catastrofe", il libro che recentemente ha ispirato lo spettacolo teatrale di Marco Paolini.
    Il libro adesso è leggibile in una ristampa di Cierre Edizioni, Verona, anno 1997

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    Vajont
    Italia
    1h e 56'
    Drammatico
    Regia: Renzo Martinelli

    Anno: 2001

    Martinelli Film Company International srl.
    Istituto Luce



    Siamo nel 1959. Nella gola del Vajont si sta costruendo la diga più alta del mondo. Quasi tutti pensano che la diga ha portato soldi e che ne porterà altri con il turismo, quando ci sarà il lago artificiale. La costruzione sale al ritmo di sessanta centimetri al giorno. I dirigenti della S.A.D.E. scoprono sul fianco del monte Toc una terribile spaccatura a forma di M: una massa enorme di terreno potrebbe franare nel lago e inondare la valle una volta terminata la diga. Ma molti soldi sono stati investiti e la società decide di proseguire i lavori. L'unica giornalista che accusa apertamente la S.A.D.E. è Tina Merlin, che scrive su L'Unità, ma i suoi articoli non servono a fermare il colosso S.A.D.E. Nel frattempo il geometra Olmo Montaner conosce Ancilla, una giovane donna di Longarone...
    Leggi il finale



    L'anteprima del film è stata proiettata sulla pancia della diga, tutt'ora in piedi, e sopra il terreno che custodisce ancora i corpi mai ritrovati delle vittime. Il film è liberamente tratto, oltre che dai documenti ufficiali, anche dal libro di Tina Merlin "Sulla pelle viva" e dalla sua autobografia "La casa sulla Marenga".
    E' online un esclusivo speciale sul film



    Jorge Perugorria (Olmo Montaner)
    Laura Morante (Tina Merlin)





    Philippe Leroy (Giorgio dal Piaz)
    Anita Caprioli (Ancilla)
    Daniel Auteuil (Alberico Biadene)
    Michel Serrault (Carlo Semenza)
    Leo Gullotta (Mario Pancini)





    Musiche:
    - Francesco Sartori
    Costumi:
    - Luigi Bonanno
    Sceneggiatura:
    - Renzo Martinelli, Pietro Calderoni
    Fotografia:
    - Blasco Giurato
    Trucco:
    - Maurizio Trani
    Scenografia:
    - Francesco Frigeri
    Montaggio:
    - Massimo Quaglia
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  6. #6
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    30 Jul 2003
    Messaggi
    25
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Unhappy Oggi.

    Oggi.

  7. #7
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Oggi.

    In origine postato da Il Vanni
    Oggi.

    Ieri sera ho visto il film dato su rai uno...Vanni se non sono indiscreta di dove sei?

  8. #8
    Nuovo Iscritto
    Data Registrazione
    30 Jul 2003
    Messaggi
    25
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Oggi.

    In origine postato da pensiero
    Ieri sera ho visto il film dato su rai uno...Vanni se non sono indiscreta di dove sei?
    Originario di Amatrice.

  9. #9
    VENETO LÌBARO
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Messaggi
    631
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Unhappy

    2000 morti.
    Un disastro che si poteva evitare.


    El Veneto no dismentega.

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tristissimo l'episodio della presenza inquietante di ciappi e più inquietante ancora quei veneti che erano lì a cantare l'ìnno itaglione con lui.
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. 9 ottobre 1963
    Di Ektor Baboden (POL) nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-10-08, 11:12
  2. Vajont 9 Ottobre 1963
    Di mls84 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 79
    Ultimo Messaggio: 17-10-07, 00:51
  3. 9 ottobre 1963 - 9 ottobre 2005
    Di SubZero nel forum Fondoscala
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 10-11-05, 10:50
  4. 9 ottobre 1963 - 9 ottobre 2005
    Di SubZero nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10-11-05, 10:04
  5. 9 ottobre 1963 - 9 ottobre 2005
    Di SubZero nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09-11-05, 22:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226