User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Parroco *murato*

  1. #1
    Ospite

    Predefinito Parroco *murato*

    Da: http://www.ilnuovo.it


    SALERNO - Nei giorni scorsi la loro protesta si era limitata ai volantini e agli appelli al Vescovo. Ma pur di non far sostituire il loro parroco, Don Roberto, i fedeli di Perito, piccolo paese in provincia di Salerno, hanno deciso di fare a meno delle mezze musure. E così, nella notte, hanno murato l'ingresso della chiesa.

    Una vicenda per molti aspetti simile a quella avvenuta un paio di mesi fa a Trasacco dove i cittadini erano arrivati a fare prigioniero il sacerdote, padre Emilio, pur di evitarne l'allontanamento.

    E gli abitanti di Perito non sembrano meno risoluti. Il gesto clamoroso è stato deciso in extremis: proprio per oggi pomeriggio, infatti, è atteso l'arrivo del nuovo responsabile della chiesa, don Marco Torraca, di 24 anni, alla sua prima esperienza come parroco.

    I fedeli aspettano a questo punto un gesto del vescovo di Vallo della Lucania, Giuseppe Rocco Favale, al quale nei giorni scorsi si erano rivolti affinché tornasse sui suoi passi.

    Fonte

    Non è la prima volta che accade questo, ogni tanto si leggono notizie del genere e tutte le volte mi sorprendo di come le autorità ecclesiastiche siano sempre insensibili a quelle che sono le richieste della gente...se il parroco deve essere il pastore delle anime, non capisco come si possa pretendere che questa anime cambino guida come se niente fosse, in fondo neanche le pecore si adattano ad avere un pastore diverso ogni giorno...perchè mai per questi trasferimenti non si tiene conto del volere dei fedeli?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Parroco *murato*

    Originally posted by Alessandra
    Da: http://www.ilnuovo.it


    SALERNO - Nei giorni scorsi la loro protesta si era limitata ai volantini e agli appelli al Vescovo. Ma pur di non far sostituire il loro parroco, Don Roberto, i fedeli di Perito, piccolo paese in provincia di Salerno, hanno deciso di fare a meno delle mezze musure. E così, nella notte, hanno murato l'ingresso della chiesa.

    Una vicenda per molti aspetti simile a quella avvenuta un paio di mesi fa a Trasacco dove i cittadini erano arrivati a fare prigioniero il sacerdote, padre Emilio, pur di evitarne l'allontanamento.

    E gli abitanti di Perito non sembrano meno risoluti. Il gesto clamoroso è stato deciso in extremis: proprio per oggi pomeriggio, infatti, è atteso l'arrivo del nuovo responsabile della chiesa, don Marco Torraca, di 24 anni, alla sua prima esperienza come parroco.

    I fedeli aspettano a questo punto un gesto del vescovo di Vallo della Lucania, Giuseppe Rocco Favale, al quale nei giorni scorsi si erano rivolti affinché tornasse sui suoi passi.

    Fonte

    Non è la prima volta che accade questo, ogni tanto si leggono notizie del genere e tutte le volte mi sorprendo di come le autorità ecclesiastiche siano sempre insensibili a quelle che sono le richieste della gente...se il parroco deve essere il pastore delle anime, non capisco come si possa pretendere che questa anime cambino guida come se niente fosse, in fondo neanche le pecore si adattano ad avere un pastore diverso ogni giorno...perchè mai per questi trasferimenti non si tiene conto del volere dei fedeli?
    cara Alessandra,
    mi hanno detto che sei una mia collega (avvocato) e, dunque, ti parlo da un punto di vista giuridico.
    La Chiesa provvede ai bisogni delle anime non secondo criteri umani di simpatia o antipatia, ma avendo a cuore la sua legge suprema, cioè la salus animarum.
    Questo è quanto impone la legge canonica, specialmente con riguardo ai trasferimenti ed alle rimozioni dei parroci:
    "Nelle cause di trasferimento si applichino le disposizioni del can. 1747, attenendosi a principi di equità canonica ed avendo presente la salvezza delle anime, che deve sempre essere nella Chiesa la legge suprema" (can. 1752 C.I.C. 1983).
    Se, dunque, il Pastore di quella Diocesi ha ritenuto di dover provvedere un altro Parroco per quella comunità, evidentemente ci sarà pure un motivo valido (che, da quello che riporti, sembra ignoto) per aver fatto ciò.
    Non ha senso, dunque, per quei fedeli dimostrarsi insubordinati dinanzi all'ordine del loro Vescovo, atteso che a lui spettano, nella sua chiesa particolare, le potestà legislativa, esecutiva e giudiziaria (can. 391 § 1). Devono sottomettersi alla decisione - senz'altro fondata - del proprio Pastore, decisione che è assunta per il bene delle loro anime e non sulla base dei loro desideri umani.
    Quanto racconti ricorda un po' la vicenda della rimozione di un altro "prete", questa volta famoso, don Vitaliano (il c.d. "prete non global"), i cui fedeli hanno osato opporsi al loro Vescovo, addirittura impugnando i suoi atti dinanzi agli organi della Santa Sede (impugnazioni che sono state sinora rigettate): lì vi era il motivo di allontanare un sacerdote dalla dottrina e dalla professione di fede non integra.
    E' vero, è umano affezionarsi a questa o a quella persona specialmente dopo che la si è conosciuta per parecchi anni, ma ciò non giustifica la ribellione, dal momento che deve aversi riguardo - come detto - al bene supremo delle anime, valore che solo l'autorità ecclesiastica può tener conto e non già le folle mosse da onde di emotività.
    Non esiste, dunque, un "volere" dei fedeli. La preposizione ad un ufficio canonico (la c.d. provvista ecclesiastica) non avviene, di regola, sulla base di un'elezione, non proviene dal basso (come capita regolarmente nelle comunità protestanti), ma dall'alto, cioè dall'autorità superiore. Il "volere dei fedeli", quindi, non ha nessun valore in questa materia. Non dimentichiamo che la Chiesa cattolica non è una democrazia!!! Ma, per divina istituzione, è, per sua natura, gerarchica.
    E poi ... non la fare più tragica di quella che è: non avviene "ogni giorno" un avvicendamento! Non esageriamo!
    Cordialmente

    Augustinus

  3. #3
    Ospite

    Predefinito

    Non metto in dubbio l'esistenza della gerarchia ecclesiastica nè i meccanismi della provvista, del resto, se pensi che tempo fa questa era decisa in base a quanto e come a chi veniva data avrebbe potuto aumentare gli introiti della diocesi, dimostra bene come i meccanismi di assegnazione siamo ben mutati nel corso del tempo. Non mi pare poi di avere approvato la *ribellione* dei fedeli, ma certo è che mi pare molto strano e ben poco assennato pretendere di fare i pastori delle anime e cambiare, senza badare al volere di quelle anime, il pastore stesso.

  4. #4
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Cara Alessandra,
    che qualche autorità ecclesiastica, nel corso dei secoli, abbia provveduto alla provvista canonica secondo criteri utilitaristici può anche essere.
    Quel che è indubbio che è, almeno oggi, questa ipotesi - la tua risposta implicitamente lo lascia trasparire !!! - sembra sia venuta meno totalmente o quantomeno parzialmente.
    E poi te l'ho detto, la Chiesa provvede alle rimozioni e trasferimenti, badando non alle emotività dei fedeli, bensì avendo a cuore la salus animarum, cosa che i fedeli ignorano.
    D'altro canto, nel caso di specie, non è dato sapere quali siano i motivi, ma certamente essi devono essere stati gravi come richiede il Codice di diritto canonico (cann. 1740 e 1741; 1748) oppure, più semplicemente, si è verificata alcuna delle altre cause previste dalla legge per la cessazione dell'ufficio (can. 538), come la rinuncia per giusta causa (accettata dal Vescovo) o lo spirare del termine (liddove previsto) se il suo ufficio fu costituito a tempo determinato o, ancora, abbia compiuto il 75 anni di età.
    Quindi, il "volere delle anime" non può entrare in queste valutazioni, dal momento che il Pastore della Diocesi tiene conto di altri fatti e di altri criteri piuttosto che l'affettività dei fedeli.
    Cordialmente

    Augustinus

 

 

Discussioni Simili

  1. Il parroco...
    Di Miles nel forum Cattolici
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 18-05-14, 16:10
  2. Un parroco all'inferno.
    Di Spetaktor nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 24-12-09, 18:14
  3. Si impicca ex parroco
    Di geometrantonio nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 11-08-06, 19:43
  4. Si impicca ex parroco
    Di geometrantonio nel forum Fondoscala
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 11-08-06, 18:50
  5. Vita da Parroco
    Di Colombo da Priverno nel forum Fondoscala
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09-06-02, 16:01

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226