User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up museo Papa Wojtyla a Mosca !

    Krasikov: ''Uno spazio nella terra che il pontefice ha sempre sognato di poter raggiungere''

    Papa Wojtyla, a Mosca un museo per ospitare le sue memorie

    L'iniziativa, in fase di progettazione, si deve all'Accademia delle Scienze della capitale. Gli organizzatori: ''Dovrà essere un'opera interconfessionale, aperta a tutti''



    Città del Vaticano, 24 mag. (Adnkronos) - Mosca 'apre le porte' al papa polacco ospitando un museo che raccoglierà le sue memorie. L'idea è ancora in fase di progettazione, ma parte con i migliori auspici. La straordinaria iniziativa si deve, infatti, all'Accademia delle Scienze di Mosca riconosciuta ufficialmente dal governo moscovita. A raccontare all'Adnkronos l'ambizioso progetto è Anatolj Krasikov, esponente dell'Accademia nonché collaboratore dell'iniziativa che aprirà, almeno idealmente, le porte al papa dell'Est.

    ''L'idea - spiega Krasikov - è quella di creare una sorta di museo permanente proprio a Mosca, la terra che Wojtyla ha sempre sognato di poter raggiungere. In proposito stiamo interessando anche la Chiesa polacca e abbiamo già parlato con l'arcivescovo di Mosca''. Il progetto, come riferisce Krassikov, è piaciuto a tal punto al metropolita Tadeus Kondrusiewicz che s'è già attivato per trovare il luogo adatto a ospitare il museo.

    ''Sono stati vagliati vari luoghi sui quali poter costruire il museo e monsignor Kondrusiewicz - racconta ancora Krasikov - ha individuato uno spazio nel terreno della cattedrale dell'Immacolata Concezione a Mosca, il luogo in assoluto più visitato dagli ortodossi''. Una scelta non casuale, perché, come spiegano gli organizzatori, ''il museo dedicato a papa Wojtyla dovrà essere un'opera interconfessionale, aperta a tutti, nell'ambito della cooperazione tra cattolici e ortodossi''. A tal proposito sarebbero stati avviati anche contatti con il patriarca Alessio II, fermo oppositore alla visita di Wojtyla a Mosca.


    tratto da IGN (ADNkronos)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    11 May 2005
    Località
    Genova
    Messaggi
    2,968
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    bella notizia e bell'iniziativa....il Ppa ne sarebbe molto felice...solo nn capisco una cosa...xkè un museo alla memoria quando nn l'hanno voluto nel loro paese??? (gli ortodossi naturalmente.... )

  3. #3
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    si vede che la gente comune e la dirigenza che ha il potere non hanno le stesse opinioni.

  4. #4
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Interessante questa cosa della divergenza..
    quindi i duri e puri sono i capi?

  5. #5
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    non lo so... è un'idea mia...
    spero che però ci sia comunque una riconciliazione.

  6. #6
    Iscritto
    Data Registrazione
    10 May 2005
    Messaggi
    167
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il defunto Pontefice godeva di parecchia (sarebbe errato dire vasta) simpatia tra i russi.
    Per via della mia posizione particolare e privilegiata in quell'area, posso dirvi che il potere sostanzialmente non era contrario ad una sua visita nel Paese.
    Ostile alla visita è la Chiesa Ortodossa Russa di Alessio II.
    All'interno della Duma (che conta poco) e dell'Amministrazione Presidenziale (che conta tutto) vi erano e vi sono persone influenti che non gradiscono l'eventuale visita.
    La posizione ufficiale della Chiesa è l'accusa di proselitismo.
    In realtà la Chiesa Ortodossa è politicamente ed economicamente debole. I suoi vertici sono ancora quelli del tempo dell'URSS, e questo non li rende certamente simpatici.
    Penso vi siano anche implicazioni di tipo economico.
    La Chiesa di Roma ha più volte chiesto allo Stato Russo un censimento delle antiche proprietà prerivoluzionarie (parrocchie, terreni, ecc.). Sicuramente questo argomento non è stato gradito.
    In Russia non vi sono state restituzioni o indennizzi per beni confiscati nel 1917. Giustamente. Dopo 80 anni chi sono i proprietari di un terreno (e quanti sono?), immaginate se dovessero restituire le proprietà ai discendenti degli antichi nobili (erano meno dell'1% della popolazione ma padroni di quasi il 60% delle terre), che casino verrebbe fuori?
    Anche la Chiesa ortodossa non ha avuto restituzioni di beni.
    Le proprietà di cui essa dispone o erano proprietà riconosciutegli ai tempi dell'URSS, oppure sono state recentemente DONATE da parte dello Stato. Questo per non costituire precedenti.
    Addirittura Alessio II non è padrone di molte delle più importanti chiese del paese: Cattedrale di Kazan a Piter, le chiese del Cremlino, ecc.
    A mio parere la Chiesa di Roma ha fatto lo sbaglio di riempire il paese di preti polacchi. Polacchi e russi non si amano, e se andate nelle chiese cattoliche vi trovate il sacerdote che officia in polacco e il popolo che segue la traduzione sul libricino (o per mezzo di diapositive, come vidi fare nella Chiesa di Nezvish).
    Questi sono alcuni dei motivi, ma a volermi esaminare (questi, come pure altri) ci vorrebbero giornate intere.
    Forse il nuovo Papa avrà una strada più semplice, essendo tedesco e considerando lo strano sentimento di stima-soggezione che i russi hanno verso la Germania, potrebbe diventare molto più semplice.
    Resta sempre l'incognita Alessio.
    Nel mese di agosto vi saranno le celebrazioni dei mille anni del Tatarstan (Tataria), e il Cremlino sta finanziando alla grande le celebrazioni che si terranno a Kazan, capitale della Repubblica Autonoma (ancora autonoma, ma l'indipendentismo sta soffiando forte).
    SI aspettano delegazioni da tutto il mondo. Sembra che Alessio II intenda portare a Kazan la famosa icona e ivi lasciarla. Vedremo se gli ortodossi accetteranno questo, inviare uno dei loro simboli in una repubblica autonoma destinata a rivendicare e conseguire l'indipendenza (fra 10, 15, o 50 anni non lo so, ma il processo è irreversibile) e a diventare l'ennesimo stato islamico (oggi l'islam tataro è moderato, ma ...............).
    Scusate se mi sono dilungato e magari anche un po impreciso, ma l'argomento meriterebbe una trattazione molto, ma molto più ampia ed estesa.

    P.S.
    Chi l'ha azzeccata con la visita del Papa fu il padre-padrone del Kazakstan, Nursultan Nazarbaev.
    Oggi conta sulla fedeltà dei cattolici del Kazakstan (diverse centinaia di migliaia di fedeli) che sono la seconda confessione del Paese.
    Nella nuova capitale Astana sta sorgendo anche un centro interconfessionale dedicato a tutte le fedi del mondo.
    Chiaramente Nazarbaev sta usando i cattolici (Ucraini, bielorussi e tedeschi-del-Volga) in funzione anti(russa)ortodossa.

  7. #7
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    scusate la domanda marginale e forse leggermente OFFTOPIC, ma chi sarebbero i
    Originally posted by hertford
    e tedeschi-del-Volga
    ???

  8. #8
    Iscritto
    Data Registrazione
    10 May 2005
    Messaggi
    167
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quando Caterina II andò in Russia porto con se diverse migliaia di contadini tedeschi.
    I contadini tedeschi erano famosi in tutta Europa, tanto che i vari principi (proprietari di questi uomini, che erano servi della gleba) spesso li vendevano a stati stranieri (p.e., la prima ondata di tedeschi verso il nord America era costituita da questa gente acquista presso i sovrani tedeschi).
    Caterina li insediò nelle terre migliori e l'agricoltura russa ne beneficiò. Conoscendo anche come i russi - ancora oggi - non siano molto amici dell'impegno sul lavoro, potete immaginare quanto importante possa essere stata questa migrazione.
    Durante la rivoluzione si schierarono in buona parte con i bolscevichi, contro i cosacchi (fedeli all'Assemblea Costituente promessa dalla Rivoluzione di Marzo).
    In cambio di questa fedeltà (e della repressione verso i cosacchi) venne creata una regione (credo che fosse Repubblica Autonoma dei Tedeschi del Volga).
    La Repubblica venne sciolta nel 1941 da Stalin, timoroso che gli abitanti potessero fornire appoggio al nazismo, e l'intera popolazione deportata: Siberia (zona di Novosibirsk, Omsk, ecc.) e Kazakhstan del nord (Pavlodar, Petropavlovsk, ecc.).
    Con il crollo dell'Urss molti riuscirono ad andare in Germania, ma moltissimi ritornarono: dopo trecento anni che hanno in comune con i tedeschi di oggi?
    Hanno anche villaggi propri, dove parlano un proprio dialetto. Questo dialetto è molto vicino al tedesco parlato nel XVIII secolo.
    Molti di questi sono anche cattolici, poichè Caterina li acquistò in tutte le aree della Germania di allora.

  9. #9
    memoria storica
    Data Registrazione
    17 Feb 2005
    Messaggi
    2,680
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    grazie per la delucidazione, era una cosa che ignoravo del tutto

  10. #10
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A mio parere la Chiesa di Roma ha fatto lo sbaglio di riempire il paese di preti polacchi. Polacchi e russi non si amano, e se andate nelle chiese cattoliche vi trovate il sacerdote che officia in polacco e il popolo che segue la traduzione sul libricino (o per mezzo di diapositive, come vidi fare nella Chiesa di Nezvish).
    Questi sono alcuni dei motivi, ma a volermi esaminare (questi, come pure altri) ci vorrebbero giornate intere.
    Forse il nuovo Papa avrà una strada più semplice, essendo tedesco e considerando lo strano sentimento di stima-soggezione che i russi hanno verso la Germania, potrebbe diventare molto più semplice.
    Resta sempre l'incognita Alessio.

    *******************************

    Caro Hertford....concordo pienamente con te.......
    La stessa simpatia dimostrata da Alessio II a Ratzinger Papa è legata alla simpatia storica che lega le due Nazioni.........mentre è risaputa la grave ostilità fra la Polonia e la Russia.credo che Roma, diplomaticamente, avrebbe dovuto tenere conto di questo....
    Un esempio:
    le mie amiche suore domenicane di san sisto di Roma hanno aperto una casa a san Pietroburgo nel 1993......per due anni tutto bene, asilo nido.parrocchia...catechesi...fin anche condivisione mensile con incontri con il pope ortodosso di zona..... fino a quando la diocesi non gli ha assegnato un parroco polacco......le suore si sono prodigate in tutto e per tutto a spianare le incomprensioni, ma non c'è stato nulla da fare.....sono arrivati fin anche a togliere i bambini dall'asilo nido......Poi grazie a Dio le cose si sono calmate, ma solo quando è stato sostituito il parroco........

    Fraternamente Caterina LD
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Museo Pushkin (Mosca): si è dimessa Irina Antonova
    Di Tomás de Torquemada nel forum Arte
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-07-13, 01:55
  2. A Mosca . Al Museo della guerra
    Di impresentabile nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-11-08, 02:07
  3. [FOTO] Grande Museo della Guerra Patriotica - Mosca, RUS
    Di Impala nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 28-07-05, 14:58
  4. Genetliaco Di Papa Wojtyla
    Di Caterina63 nel forum Cattolici
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 19-05-05, 16:16
  5. [OT] Dopo Wojtyla un Papa indiano
    Di Orazio Coclite nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-12-04, 01:43

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226