La media borghesia boccheggia anche in Italia. A forza di prestiti per lussi inutili, le famiglie italiane si indebitano per la vita. Quintuplicati gli istituti di credito: battere il ferro finchè è caldo?

CETI MEDI A RISCHIO SOVRAINDEBITAMENTO
Fiasco segnala inoltre, per il periodo 2002-2005, un aumento dell' insolvenza bancaria dei ceti medi, sia urbani che agricoli. Cio', rileva, ''e' determinato dalla forte riduzione del reddito sussidiario (rendite da capitale) che consentiva negli anni '90 stili di consumo piu' affluenti e dalla difficolta' attraversata dai ceti medi urbani con doppio reddito''.

Anche Mantovano riconosce l' emergere di nuove tipologie di usurati. ''In un' operazione fatta qualche giorno fa nel foggiano dalle forze dell' ordine - afferma - e' risultato tra le vittime dell' usura un farmacista, figura professionale di solito non toccata da questi problemi. Cio' - sottolinea - indica una cattiva educazione all' uso del denaro e significa che non basta la risposta repressiva per risolvere l' emergenza''. Per il direttore centrale dell' Abi, Enrico Granata, per combattere il sovraindebitamento occorre rafforzare la collaborazione con le istituzioni, le fondazioni antiusura e le associazioni dei consumatori.