User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Mediopoli

  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Mediopoli

    Cronaca di una polemica annunciata...

    http://bauscia.splinder.com/post/156...olemica+annunc

    Domenica 13 gennaio h 23:45 circa. Controcampo, Italia 1. Dopo un'ora passata a rendere grottesco il buon esordio di un promettente 18enne, parte un servizio a firma di Francesco Vecchi sui favori arbitrali dell'Inter nelle prime 17 giornate di Campionato. È il 13 gennaio. Lo spunto è il generoso rigore concesso al Franchi di Siena. Ovviamente delle decisioni sfavorevoli ai nerazzurri, errori arbitrali coperti dalla schiacciante superiorità mostrata da Ibra & Co., neanche una parola, un accenno, un qualcosa di sottinteso. Nulla. Il messaggio è chiaro: l'Inter è una schiacciasassi, ma viene aiutata. La Roma è inferiore all'Inter, ma non viene supportata dalle giacchette, prima nere, oggi multicolore. Ergo la squadra di Roberto Mancini potrebbe occupare abusivamente la testa del Campionato.

    Domenica 20 gennaio h 22:15.
    Calcio Premium 1. Vieira recupera palla nella tre-quarti avversaria, trova Ibrahimovic che mette Jimenez davanti a Bucci con un tocco di prima, il portiere esce a valanga, Ibra calcia al volo il pallone respinto e Couto colpisce la palla per evitare che entri. Calcio di rigore. Parte il replay dell'azione. Bruno Longhi rimane sul vago, Aldo Serena esclama "la tocca col braccio, movimento innaturale, è rigore", ma la sua voce è quasi dispiaciuta e si rammarica dell'intervento del portoghese che "non si era reso conto che il pallone sarebbe uscito". Lo ripete in maniera quasi automatica per tre volte. Longhi decide di prendere posizione: "va visto se il pallone cambia direzione". Cristallino, come al solito, il soporifero telecronista. Comunque nella diretta è sembrata passare la linea Serena: habemus rigorem. La partita prosegue ed Ibra sigla il 3-2. Cinque minuti più tardi Massimo Callegari, ex punta di diamante di Sportitalia, fa commentare l'episodio a coloro presenti nello Studio Premium. Riccardo Ferri, allenatore delle giovanili dell'Inter e Fernando Orsi, secondo di Mancini fino a due stagioni fa, si trovano d'accordo: ri-habemus rigorem. Ma erano "interisti" e non avevano fatto in tempo ad avvertirli. La linea editoriale prevedeva ben altro.

    Domenica 20 gennaio h 22:40. Controcampo, Italia 1. Si entra in studio e l'atmosfera è delle più tese. Alberto Brandi fa capire che sarebbe stata una delle tante puntate con tag "Contro-Inter". Parte il servizio, si mette pacificamente in luce la brutta prova dei manciniani ma nessuna presa di posizione sugli episodi decisivi. Non avevano informato neanche Enrico De Santis. Pubblicità. Si ritorna nel salotto con diritto di replica (sic). Brandi annucia la presenza del presidente del Parma Tommaso Ghirardi teletrasportato dalla tribuna vip di San Siro ancora visibilmente scosso per aver visto svanire l'impresa dopo averne cullato il sogno. Nota a margine: il Parma aveva avuto da recriminare nella partita casalinga contro la Fiorentina e così Ghirardi cumula le proteste e parla apertamente di "scandalo": "Il rigore dato a Couto è inesistente, prende il pallone di testa, come si vede nettamente dalle immagini, poi, non so se ha preso il pallone con la mano, non ho i superpoteri, ma è sicuramente involontario". Lo rassicurano nell'ordine Filippo Galli (ancora devo vederlo all'opera con un briciolo di obiettività): "la palla stava andando anche fuori" e Paolo Casarin: "Couto colpisce nettamente il pallone di testa". Nel frattempo Lucarelli, con la sempre sexy Monica Vanali, afferma che negli spogliatoi Couto si è professato innocente "non ha toccato il pallone con la mano". Arriva Mancini, che riconosce i meriti del Parma e dice che entrambi i casi dubbi avrebbero potuto portare al calcio di rigore. Il tecnico abbandona il campo di battaglia mediatico ed al suo posto sopraggiunge il testimone principe dell'accusa: Fernando Couto. I convitati sono tutti pronti a pendere dalle sue labbra, tutti pronti a mostrare alla giuria la prova del misfatto, del furto, in gergo tecnico. Lo "scasso", invece, lo stavano facendo loro. Ma come disse il capitano Harmon Rebb all'avvenente colonnello Sara MacKenzie in una puntata di JAG all'indomani di una causa persa: "non fare mai domande di cui non conosci in anticipo la risposta". Couto, infatti, ammette di aver toccato il pallone con le mani. Incredibile. È il gelo nello studio. Brandi, preso in contropiede, si affretta a dire che "ciò non significa che sia calcio di rigore" e chiede aiuto a Casarin che s'inventa la teoria dell' "intervento prevalente". Uno spettacolo unico. E del fallo di Nesta in piena area che avrebbe permesso all'Udinese di battere un calcio di rigore? Mah, c'è Gilardino con il suo goal in sospetto fuorigioco, la zona Champions, la rincorsa al quarto posto, Ronaldo ed il suo nuovo look, Kalac che potrebbe scalzare Dida come number one, Pato ed il suo passaggio per Kakà nell'azione della rete. Tutto il resto diventa secondario... che domande!

    Lunedì 21 gennaio h 13:05. Studio Sport, Italia 1. Davide De Zan inizia la puntata di Studio Milan con la voce da messa funebre. Chi ha Mediaset Premium la conosce bene; è quella delle grandi occasioni. Le sconfitte del Milan contro Empoli e Roma, per fare due esempi. Due servizi per mettere in luce l'ormai famigerata linea editoriale. 12 ore dopo la partita con il Parma, l'intento del gran capo Ettore Rognoni ("er penombra" cit. Bonolis, anno del signore 2005) era chiaro anche ai dipendenti dell'impresa di pulizia che prestano il loro lavoro, presumibilmente precario, negli studi di Cologno Monzese. "L'Inter usufruisce della sudditanza che gli arbitri hanno nei suoi confronti", ed il paragone con la vecchia J**e diventa il passo successivo. Intanto su Controcampo viene aggiornata da Alberto Catalano la lista di Francesco Vecchi su citata, Vocalelli scambia l'edizione nazionale del CorSport con quella romana, mentre il Romanista deve spiegare ai suoi aficionados(?) tifosi che la squadra d'er Pupone è 7 punti dietro a causa delle decisioni arbitrali, infine Paolo Ziliani (autore storico di tutte le edizioni di Controcampo) definisce vergognosa la vittoria dell'Inter, penoso Ibrahimovic e pavido Mancini, aggettivo che si aggiunge alla locuzione "allenatore di piccolo cabotaggio" coniata dopo la sconfitta di Istanbul. Dopo esserci chiesti se vendere le proprie idee, opinioni e quant'altro al miglior offerente sia ascrivibile alla categoria della pavidità, della pena o della vergogna, urge qualche breve riflessione. Tutto il clamore mediatico è stato generato da un errore, l'unico della partita di domenica. Il (mancato) rigore di Cordoba su Corradi. Prescindendo dalla confessione di Couto, sul discorso volontarietà Mario Sconcerti scrive: "Conosco Couto da molto tempo, non avesse fatto fallo avrebbe avuto una reazione molto meno contenuta", quello che abbiamo riportato fin da subito. Tolto il clamore per il classico rigore in zona Cesarini cosa resta per imbandire una tavolata mediatica di tale portata? Il rigore di Siena o il fallo di Empoli (seconda giornata). I rigori contro Lazio e Torino sono sacrosanti. Il danno procurato da Cambiasso a Kakà nel derby è inferiore al calcione di Oddo nella terga di Cruz. Non occorre citare tutti gli episodi a svantaggio dei nerazzurri, basti ricordare che nella partita decisiva di questo girone d'andata, la trasferta di Roma, sono mancati all'appello due rigori. La verità, come emersa nei commenti ai post precendenti, è che si stava pregustando l'idea della capolista sconfitta in casa da una squadra mai corsara negli 8 turni precedenti. Non si vedeva l'ora di tirare fuori dagli armadi i discorsi pieni di polvere legati ai problemi nello spogliatoio, con Maniche pronto a trasformare Mancini nel nuovo Aguirre, alle divergenze con Moratti, alle incomprensioni con Combi. Invece l'Inter con le buone o con le cattive ha portato a casa la 13esima vittoria consecutiva tra Campionato e Coppe. Il terzo principio della dinamica, nella forma corrente, prevede che "ad ogni azione corrisponda una reazione uguale e contraria": le nostre vittorie creano fastido, nervosismo, soprattutto per coloro che si erano illusi di aver ridotto lo svantaggio in classifica dal teorico -16 al fantascientifico (cit.) -13.

    Queste le parole di Casarin apparse ieri nella sua rubrica sul Corriere della Sera: "Nel suo tentativo di salvataggio Couto colpisce il pallone sicuramente di testa, ma non si può escludere che nella traiettoria successiva il pallone finisca per colpire il braccio. Decisivo anche in questo caso il guardalinee Lanciano nell'assegnare il rigore. Evidentemente ritiene i due colpi, prima quello di testa e poi quello di mano, entrambi intenzionali ad impedire il goal". Ci sfugge qualcosa... che fine ha fatto la teoria dell'"intervento prevalente"?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tutti contro la capolista, anche gli arbitri

    http://www.ilreca.it/tutti-contro-la...e-gli-arbitri/

    Spogliatoio in frantumi, umore sotto i tacchi, Moratti furioso, Mancini adirato, giocatori tristi. Questa è l’aria che si respira alla vigilia di Inter-Juventus. Difficilmente i nerazzurri usciranno da questa crisi e difficilmente domani, senza aiutini, sconfiggeranno la Juventus. Poi, per incanto, il cielo sopra ad Appiano diventa blu, poi azzurro e torna a splendere il sole, torna il sereno, torna la calma, torna l’indifferenza per una critica ad un gruppo, ad una società e ha dei tifosi onesti. Già.

    Onesti, una parola che fa rabbrividire in questi ultimi anni. Una parola usata per sfottere i nerazzurri ma una parola vera: onesti e non “onestoni” ma semplici onesti.

    Errori arbitrali pro Inter ce ne sono stati, come tanti, e più importanti, ce ne sono stati anche per gli altri negli ultimi 12 mesi. Errori pro, ma anche contro i nerazzurri. Nella prima giornata di campionato, per esempio, l’Udinese pareggia a San Siro su calcio d’angolo dubbio, a Livorno l’arbitro Trefoloni non concede 3 calci di rigore ai nerazzurri per falli su Adriano, Maxwell (l’esterno verrà ammonito per simulazione mentre a Genova, prima giornata, fallo identico su Gilardino punito con il penalty) e parata di De Vezze, non è il portiere per chi non lo sapesse, che andava successivamente espulso. Con gli amaranto mancata espulsione di Galante, già ammonito, ma sorvoliamo…

    A Roma, l’Inter espugna meritatamente l’Olimpico e nessuno fa scandalo per il rigore non concesso su Ibrahimovic e quello ancor più vistoso di Tonetto su Figo. Gli aiuti in questo caso non servono per disintegrare la seconda forza del campionato. Da Roma a Reggio Calabria quando Cruz e Crespo a tu per tu con il portiere calabrese vengono colti in fuorigioco….inesistente. In questa gara si potrebbe parlare di mancata espulsione di Aronica, ma sorvoliamo… Non si sorvola sui rigori di Palermo, quelli non dati per fallo di mano di Biava e per atterramento nella ripresa su Ibra, così come si doveva espellere Simplicio per fallacci su Stankovic, sostituito, e Dacourt. Sorvoliamo…

    Concludiamo con due piccole cosine: 2 rigori non dati contro il Torino e le mancate espulsioni di Manfredini, Atalanta, per fallaccio su Suazo, e di Parola, Cagliari, che stoppò la palla con la mano volontariamente, calcio di punizione, giocatore già ammonito ma nessun rosso….E ce ne sarebbero altre, ma sorvoliamo…

    E oggi come per incanto il Milan supera l’Inter per la corsa a Ronaldinho….ma non erano in stra-pole-position?

  3. #3
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come mai di questi episodi non parlate?

    4° giornata
    Livorno-Inter (arbitro Trefoloni)
    Rigori non concessi per atterramenti ai danni di Adriano, Maxwell, Ibrahimovic; fallo di mano in area di De Vezze (con mancata espulsione); mancata espulsione di Galante (fallaccio quando era già ammonito);

    6° giornata
    Roma-Inter (arbitro Rizzoli)
    Due rigori non concessi su Ibra, 1 rigore non concesso per atterramento di Tonetto ai danni di Figo nel secondo tempo.

    8° giornata
    Reggina-Inter (arbitro Bergonzi)
    Nel secondo tempo fermati Cruz e Suazo soli davanti alla porta per due fuorigioco inesistenti (erano due gol fatti);
    mancata espulsione di aronica, che, già ammonito, spintona platealmente Figo gettandolo a terra a gioco fermo.

    9° giornata
    Palermo-Inter (arbitro Farina)
    Mancati rigori su Ibra e Cruz nella ripresa; mancata espulsione di Simplicio (fallacci su Stankovic e Dacourt)

    11° giornata
    Juventus-Inter (arbitro Rocchi)
    mancata espulsione di Chiellini (gomitata a Ibra); mancata espulsione di Nedved (fallo su Figo)

    12° giornata
    Inter-Atalanta (arbitro Banti)
    Mancata espulsione di Manfredini a inizio ripresa (falciato Suazo).

    14° giornata (recupero della 12°)
    Inter- Lazio (arbitro Damato)
    Jimenez spinto da Zauri in area di rigore (mancato penalty per l’Inter); gol regolare annullato a Samuel

    15° giornata
    Inter-Torino (arbitro Saccani)
    Cruz atterrato 2 volte in area (nessun rigore); Cambiasso spinto in area granata nel primo tempo (nessun rigore).

    16° giornata
    Cagliari-Inter
    Crespo atterrato in area sarda sullo 0 a 0 (nessun rigore)

    17° giornata
    Inter-Milan (arbitro Morganti)
    Mancata espulsione di Gattuso (fallaccio su Jimenez non sanzionato, con l’ammonizione successiva sarebbe stato rosso); Cruz atterrato da Oddo in area e Jimenez atterrato da Pirlo nel primo tempo; mani nettissimo di Kaladze in area rossonera. Nessun rigore

    18° giornata
    Siena-Inter (arbitro Girardi)
    Al 92° Cruz fermato da un doppio fallo (mani e falciata da dietro) dei senesi in area mentre sta per segnare il 4 a 2.


    Quale fu l'anno scorso la squadra con più rigori contro? L'Inter...

  4. #4
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E di questi?

    1° giornata
    Palermo-Roma (arbitro Morganti): il Palermo reclama a ragione tre rigori (falli di mano volontari di Mexes, atterramento di Miccoli in area).

    2° giornata
    Roma-Siena
    Sull’1 a 0 per la Roma clamoroso rigore negato al Siena e Maccarone fermato per fuorigioco inesistente mentre sta per fare l’1 a 1.

    3° giornata
    Reggina-Roma
    Il gol di Juan è viziato da un fallo, la Reggina reclama a ragione tre clamorosi falli da rigore in area romanista. La Reggina rimane
    in dieci per un’ora di gioco (espulso Valdez)

    4° giornata
    Roma-Juve (arbitro Morganti)
    Il gol di Totti è viziato da un netto fuorigioco.

    6° giornata
    Roma-Inter (arbitro Rizzoli)
    Due rigori non concessi su Ibra, 1 rigore non concesso per atterramento di Tonetto ai danni di Figo nel secondo tempo.

    7° giornata
    Parma-Roma (arbitro Banti)
    Espulso ingiustamente, dopo soli 27 minuti di gioco, Corradi. Il primo gol romanista è viziato da un netto fallo di Vucinic su Paci;
    l’arbitro nega un rigore al Parma (fallo in area di Ferrari).

    8° giornata
    Roma-Napoli (arbitro Tagliavento)
    Il gol di Perrotta è viziato da fuorigioco attivo di Giuly che va incontro al pallone; mancato rigore per il Napoli (mani di Mexes);
    il quarto gol romanista nasce da un calcio di punizione inesistente.

    12° giornata
    Roma-Lazio (arbitro Rocchi)
    Rigore non concesso alla lazio per atterramento di De Silvestri (vedi anche cronaca de ‘La Gazzetta dello Sport’)

    13° giornata (arbitro Rosetti)
    Genoa-Roma
    Annullato un gol regolare di Di Vaio (Gasperini parla di ‘clamorosa sudditanza psicologica pro-Roma’!).

    14° giornata (arbitro Saccani)
    Roma-Udinese
    Espulsioni ingiustificate di Pinzi e Dessena, mancata espulsione di De Rossi, che, già ammonito, falcia un avversario due minuti
    Prima dell’espulsione di Pinzi e Dessena!

    15° giornata
    Livorno-Roma (arbitro Rizzoli)
    Tristan falciato in area romanista (niente rigore); il primo gol di De Rossi è viziato da un fallo su Balleri.

    16° giornata
    Torino-Roma (arbitro Rocchi)
    Fallo da rigore di Mexes su Di Michele non punito; assurda espulsione di Comotto.

    17° giornata
    Roma-Samp
    Fasulli il rigore dell’1 a 0 e l’espulsione del sampdoriano Volpi.


    Un'ultima pillola: la Roma è in testa alla classifica delle espulsioni a favore (da stasera son diventate 10). L’Inter ultima: solo 3...

  5. #5
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Nuove carte contro la Triade: a casa di Moggi per Zidane...

    Tutte le accuse alla Triade nelle 45 pagine dell'invito a comparire inviato nei giorni scorsi a Giraudo, Moggi e Bettega in coda alle indagini della procura torinese sul doping amministrativo.

    http://www.calciomercato.com/index.php?c=25&a=67631

    Falso in bilancio, infedeltà patrimoniale, appropriazione indebita, truffa in danno della Figc ai fini dell'iscrizione al campionato di Serie A e, novità dell'ultimora, aggiotaggio informativo: la raffica d'accuse è impressionante. In realtà i fatti contestati (plusvalenze, provvigioni in favore di terzi in danno del club, compensi e stock options della Traide, fatture e rettifiche di bilancio dal 2001 al 2006) ricadono a cascata in ogni capitolo dell'atto giudiziario, uno per reato contestato al vertice bianconero di quegli anni. In particolare ricorrono i nomi dei calciatori coinvolti nelle operazioni contestate dai pm, da Nicola Cingolani a Zinedine Zidane, dalla cui cessione la Juve ha ottenuto la plusvalenza più alta della sua storia: 69 milioni di euro, rettificata dai consulenti del procuratore aggiunto torinese Bruno Tinti in 71.825.886 euro, avendovi inglobato l'intermediazione di Stars & Goal Kick International. Provvigione che, al pari di altre, l'accusa considera fittizia.

    Il caso Zidane
    Nella sua recente autobiografia Luciano Moggi parla della cessione del campione francese al Real Madrid come della sua perla: "Con Florentino Perez mi sono divertito. Per evitare sorprese ci incontravamo a casa mia, a Napoli... Mia moglie preparava la cena, noi discutevamo. A botte di dieci miliardi di lire per volta l'ho fatto arrivare a 150. Non ci credevo neanch'io...". La fatture iscritte a bilancio raccontano invece che molto avrebbe fatto Luciano D'Onofrio, consulente Gea per il mercato europeo, tanto da meritarsi attraverso Stars e Kick International quasi 2 milioni di provvigioni. D'Onofrio conferma alla procura, Perez smentisce, Giraudo conferma. E Moggi? Smentirà se stesso quando i pm lo sentiranno a febbraio, in coda agli altri della Triade? Per i pm questa è la prima traccia dell'infedeltà patrimoniale verso gli azionisti.

    I campi di Vinovo
    La Juventus ha sporto querela contro ignoti per l'ipotesi di infedeltà patrimoniale di Giraudo, Bettega e Moggi, possibile parte lesa in un eventuale processo. Ma si ritrova pure nell'invito a comparire, coinvolta sotto il profilo dell'oggettiva responsabilità amministrativa per la gestione di quegli anni. Un riflesso delle accuse alla Triade. E' una delle novità dell'atto giudiziario. L'altra riguarda la contestazione di un aggiotaggio informativo (la Juve è quotata in Borsa) alla Triade per il comunicato con cui, il sito internet del club, si annunciava la cessione del 27,2% della società Campi di Vinovo a Costruttori Generali Gilardi, al prezzo di 37,3 milioni di euro, "segnalando una plusvalenza lorda di circa 32,7 milioni di euro che aveva significativamente influenzato il risultato d'esercizio 2003". Per la procura fu un'operazione fittizia, un caso di doping amministrativo.

    I rapporti Gea

    Le fatture Gea alla Juve sono consistenti e alcune (per il trasferimento di Mutu, le consulenze per Maresca e Miccoli) sono contestate dalla procura come "indebiti pagamenti a società proprie o di parenti". Gli avvocati Fulvio Gianaria e Alberto Mittone: "Avremo modo di spiegare tutto". I colleghi Andrea e Michele Galasso e Sergio Badellino: "Su plusvalenze e provvigioni abbiamo molto da dire".

    (La Stampa)

  6. #6
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    INTERminabile supremazia

    http://www.ilreca.it/interminabile-supremazia/

    E’ tornata la sudditanza! Inter scandalosa! Gli arbitri aiutano l’Inter! E’complotto! Campionato falsato! Tutte frasi scritte, lette e rilette nella giornata odierna. Tante parole contro i nerazzurri che in due anni in campionato hanno perso una sola partita “rubando” tutte le altre. Già. “Rubando” tutte le altre.L’Inter non è superiore, l’Inter è avvantaggiata. L’Inter non è la più forte, l’Inter è aiutata. L’Inter non sta vincendo il campionato perché ha calciatori del calibro di Ibrahimovic, Cruz, Cambiasso, Vieira, Maicon, Materazzi e …, l’Inter sta vincendo perché in campo manda Gervasoni, Farina, Saccani o …

    Urlare allo scandalo è il bello del calcio. Ricordo un clamoroso fallo di mano di Paolo Maldini contro il Celtic nella partita decisiva per la qualificazione ai quarti di Champions League, ricordo Ronaldo-Iuliano, ricordo la partita contro il Chievo Verona e l’ammonizione a Ronaldo per simulazione, ricordo i gol fantasma. Forse sono passati troppi anni? Ricordo l’Inter penalizzata a Livorno, ricordo un rigore non concesso a Roma sullo 0-0, ricordo gol irregolare, o meglio in fuorigioco, del Milan contro Napoli, ma non è bello vivere di ricordi, si deve guardare al presente. L’Inter è devastante…L’Inter è più forte di tutte le altre squadre. L’Inter sta vincendo in campionato, in Coppa Italia e quest’anno ha dimostrato una forza straripante anche in Europa. In Champions League i nerazzurri hanno passato il turno dominando il proprio girone e qualificandosi al primo posto con una giornata di anticipo, unica squadra italiana ad esserci riuscita. Anche in Europa però l’Inter “ruba”.

    Forse qualcuno ha dimenticato le sentenze di calciopoli? Gli “urlatori” allo scandalo odierno dove si nascondevano negli anni passati? Dimenticavo, l’Inter è stata aiutata anche dai giudici… Pazza Inter!

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    18 Apr 2005
    Località
    Rome
    Messaggi
    2,023
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    E di questi?

    1° giornata
    Palermo-Roma (arbitro Morganti): il Palermo reclama a ragione tre rigori (falli di mano volontari di Mexes, atterramento di Miccoli in area).

    2° giornata
    Roma-Siena
    Sull’1 a 0 per la Roma clamoroso rigore negato al Siena e Maccarone fermato per fuorigioco inesistente mentre sta per fare l’1 a 1.

    3° giornata
    Reggina-Roma
    Il gol di Juan è viziato da un fallo, la Reggina reclama a ragione tre clamorosi falli da rigore in area romanista. La Reggina rimane
    in dieci per un’ora di gioco (espulso Valdez)

    4° giornata
    Roma-Juve (arbitro Morganti)
    Il gol di Totti è viziato da un netto fuorigioco.

    6° giornata
    Roma-Inter (arbitro Rizzoli)
    Due rigori non concessi su Ibra, 1 rigore non concesso per atterramento di Tonetto ai danni di Figo nel secondo tempo.

    7° giornata
    Parma-Roma (arbitro Banti)
    Espulso ingiustamente, dopo soli 27 minuti di gioco, Corradi. Il primo gol romanista è viziato da un netto fallo di Vucinic su Paci;
    l’arbitro nega un rigore al Parma (fallo in area di Ferrari).

    8° giornata
    Roma-Napoli (arbitro Tagliavento)
    Il gol di Perrotta è viziato da fuorigioco attivo di Giuly che va incontro al pallone; mancato rigore per il Napoli (mani di Mexes);
    il quarto gol romanista nasce da un calcio di punizione inesistente.

    12° giornata
    Roma-Lazio (arbitro Rocchi)
    Rigore non concesso alla lazio per atterramento di De Silvestri (vedi anche cronaca de ‘La Gazzetta dello Sport’)

    13° giornata (arbitro Rosetti)
    Genoa-Roma
    Annullato un gol regolare di Di Vaio (Gasperini parla di ‘clamorosa sudditanza psicologica pro-Roma’!).

    14° giornata (arbitro Saccani)
    Roma-Udinese
    Espulsioni ingiustificate di Pinzi e Dessena, mancata espulsione di De Rossi, che, già ammonito, falcia un avversario due minuti
    Prima dell’espulsione di Pinzi e Dessena!

    15° giornata
    Livorno-Roma (arbitro Rizzoli)
    Tristan falciato in area romanista (niente rigore); il primo gol di De Rossi è viziato da un fallo su Balleri.

    16° giornata
    Torino-Roma (arbitro Rocchi)
    Fallo da rigore di Mexes su Di Michele non punito; assurda espulsione di Comotto.

    17° giornata
    Roma-Samp
    Fasulli il rigore dell’1 a 0 e l’espulsione del sampdoriano Volpi.


    Un'ultima pillola: la Roma è in testa alla classifica delle espulsioni a favore (da stasera son diventate 10). L’Inter ultima: solo 3...
    Palermo Guidolin 'Non mi interessa quello che dice Zamparini'



    "Non mi interessa quello che dice il presidente. Palermo è una piazza difficilissima. È un club che deve crescere. Quando apri i giornali non fa certo piacere, sono abituato e so come difendermi. Ho grande dignità e posso guardare tutti dritto negli occhi". Commenta così ai microfoni di Sky il tecnico del Palermo Francesco Guidolin quanto affermato dal suo presidente: "tengo Guidolin - aveva detto Maurizio Zamparini - anche se perde". Sulla partita e in particolare sull'espulsione del suo giocatore Rinaudo Guidolin ammette che "ci sono delle cose che non mi sono piaciute" ma aggiunge che il fair-play è questo: "non parlare degli arbitraggi e accettare il verdetto del campo. La Roma è una grande squadra e restare in dieci però non ci ha certo agevolato. Mi dispiace poi di aver preso gol così".

    Calciomercato.com

  8. #8
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,036
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quelle liste lì dopo gli episodi di sabato e domenica avrebbero di che essere corrette e allungate... ma stendiamo un velo pietoso... non ci curiam di loro, ma guardiamo e passiamo...


    Solo una nota riguardo il guardalinee designato per udinese-inter, tale cristiano copelli, che con rosetti ha condiviso e forse segnalato l'annullamento del gol di ibrahimovic e i due cartellini gialli a cesar...

    Dopo alcuni mesi di sospensione dall’attività disposti a livello cautelare dall’AIA (dal 31 luglio 2006 al 31 ottobre 2006 ), viene in un primo tempo completamente assolto e poi, nel settembre 2007, squalificato per 3 mesi.

    Cosa diceva di lui Meani?
    "Spiegherò a Galliani che questo è un nostro uomo".

    Lo stesso Copelli gli risponda in un’occasione:
    "I giochi sono al nostro interno ed al nostro esterno".

    Non mancano i ringraziamenti per la strenua difesa:
    "Mi hanno massacrato, anche Bergamo. Leo ti ringrazio e ringrazio tantissimo Ramaccioni di cuore, perché in questo momento mi stanno, mi stanno arrivando delle legnate addosso che la metà bastano".

    Nelle intercettazioni finiscono anche parole carine su Rosetti sulla sua presunta juventinità, a pochi giorni dal debutto in Messico-Iran: "Bisogna stare attenti con Roberto, guarda che non è proprio così eh attenzione, attenzione eh adesso, adesso iniziano le battaglie eh attenzione".

    Alla Procura di Napoli, nella deposizione rilasciata, il buon Copelli non si fa remore a scaricarlo: "Quando Meani si lamentava del fatto che il sistema calcio era malato e gestito da un gruppo di persone, io mi sono effettivamente allineato a tale ipotesi, affermando, però, che non c’era rispetto delle regole da parte di nessuno. Quindi neppure da parte della sua società: cosa, questa, di cui lo stesso Meani ne era perfettamente a conoscenza".


 

 

Discussioni Simili

  1. Va ora in onda Mediopoli: rete segreta Rai-Mediaset
    Di Danny nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-11-07, 18:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226