User Tag List

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 17 di 17
  1. #11
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Dec 2007
    Messaggi
    1,347
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Regionali 2008

    candidati:

    UV
    Salvatore Agostino, Mauro Bieler, Luciano Caveri, Alberto Cerise, Guido Cesal, Teresa Charles, Daniele Collomb, Alberto Cretaz, Bruno Domaine, Diego Empereur, Remy Herren, Giuseppe Isabellon, Albert Laniece, Erik Lavevaz, Gabriele Maquignaz, Aurelio Marguerettaz, Osvaldo Naudin, Carlo Norbiato, Ennio Pastoret, Flavio Peinetti, Lucia Pellissier, Renato Praduroux, Piero Prola, Ezio Riccio, Augusto Rollandin, Andrea Rosset, Adriana Vierin, Laurent Vierin, Manuela Zublena, Gioia Brunod Viganò, Emily Rini, Helene Imperial, Laura Filetti, Emile Danna e Elso Gerardin.

    Stella Alpina
    Dario Comé, André Laniéce, Francesco Salzone, Elio Spacchetti, Marco Viérin, Giuseppe Andretto, Mauro Baccega, Nicoletta Biancalana, Luigi Bracci, Luca Bringhen, Vincenzo Caminiti, Giorgio Collura, Katia Contini, Paolo Contoz, Stefano Crescenzo, Anna D'Agostino, Giuseppe D'Alessandro, Luigi De Franco, Agnese Di Trani, Gianluca Fea, Jean Pierre Feo, Renato Fey, Ester Fonte, Luca Girasole, Roberto Malcuit, Pierluigi Marquis, Erik Patrocle, Stefano Pellicanò, Massimo Pepellin, Massimiliano Ponzetti, Erika Ramolivaz, Laura Simoncello, Adriano Sposato, Alberto Vaglio, Dario Vuillermoz.

    Arcobaleno (Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani, Sinistra Alternativa, Sinistra democratica, Movimento Verde Alternativo e Italia dei Valori )
    Fabio Armand, Vincenzo Bacca, Dino Barmasse, Marco Belardi, Maria Clorinda Benedetti, Renato Besenval, Maria Rosa Bonel, Alessandro Bortot, Marisa Bracci, Francesco Buratti, Sonia Chabod, Savino Corcella, Carlo Curtaz, Simona D'Agostino, Stefania Daniele, Ilio Dolci, Gianpalo Fedi, Titti Forcellati, Sergio Gal, Alexandre Glarey, Ruggero Grivon, Gabriella Manganoni, Agnese Molinaro, Armando Mormile, Pier Giuseppe Paoloni, Antonella Pellissier, Giacinta Prisant, Maria Teresa Riggio, Gabriele Scattolin, Renata Vairetto, Piero Valleise, Anna Vaser, Ugo Venturella, Maurizio Zardo e Piero Zulian.

    PD
    Oltre al segretario del movimento Raimondo Donzel e ai due consiglieri Giovanni Sandri e Carmela Fontana, il Pd schiera Rachida Adlani, Aloisi Giovanni Domenico, Maria Angelini, Annovazzi Tiziana, Avetrani Roberto, Bertolin Elio, Bich Enrico, Boccazzi Luciano, Cali’ Vincenzo, Cappa Giulio, Cheillon Ornella, Costa Filippo Domenighini Rosa Anna, Florio Vanni, Francisco Elvis, Gianfranceschi Paolo, Gigliotti Renato, Gradizzi Moreno, Grandilli Rita, Guichardaz Erika, Jannel Cristina, Lombardo Onofrio, Lumetta Mariagrazia, Nicco Silvia, Rean Laurino, Rigo Gianni, Rollandin Giuseppe, Soudaz Costantino, Spatari Nicodemo, Vassoney Emanuela, Vicentin Raffaella e Zanchi Giovanna

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 Aug 2006
    Messaggi
    54
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    .

  3. #13
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Sep 2006
    Messaggi
    17,567
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quali sono le liste per le elezioni regionali, a parte le 4 di cui sopra? C'è l'elezione diretta del Presidente dell regione?

  4. #14
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Sep 2006
    Messaggi
    17,567
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.aostasera.it/articoli/200...ii-legislatura

    Elezioni

    245 candidati per le 35 poltrone della XIII legislatura

    Aosta - Sette le liste presentate per le prossime elezioni regionali. Tre i programmi politici che vedono confrontarsi le forze autonomiste da una parte (Sa, Uv e Fa), il centro sinistra dall’altra (Vda Vive-Rv, Pd e Arcobaleno), solo il PdL concorrerà da solo.
    Il Consiglio regionale


    Alle ore 20 di ieri lunedì 21 aprile sette sono state le liste consegnate dai movimenti presso il tribunale di Aosta per la registrazione degli elenchi dei candidati, dei contrassegni e programmi. Sette liste, dunque, per un totale di 245 candidati per 35 poltrone disponibili nel Consiglio regionale della prossima XIII legislatura.

    La prima lista presentata è stata quella di Vallée d'Aoste Vive-Renouveau Valdotain e a seguire Stella Alpina, Arcobaleno Valle d'Aosta, Partito Democratico, Union Valdotaine, Popolo della Libertà e Fédération autonomiste. Ora dopo il controllo dei requisiti dei 245 candidati faranno seguito i sorteggi per determinare la posizione delle liste sulla scheda elettorale.
    Il programma delle forze autonomiste è stato presentato nei giorni scorsi, oggi alle 16 nella sede dei parlamentari uscenti Nicco e Perrin, in via Charrey ad Aosta, sarà presentato il programma di Arcobaleno, Pd, VdA Vive/Renouveau.


    Le liste presentate:

    VDA VIVE- RENOUVEAU
    Silvio Barrel, Giancarlo Barucco, Alberto Bertin, Luciano Bonino, Mario Borgio, Marzia Bortoli, Ilda Broccard, Dario Carmassi, Alberto Carral, Giuseppe Cerise, Chantal Certan, Albert Chatrian, Maria Liliana Cornaz, Franco Crestani, Claudia De Sanctis, Clemente Dupont, Piero Galbiati, Maria Cristina Gatti, Marco Gheller, Candido Henry, Roberto Louvin, Flavio Martino, Iris Moranti, Patrizia Morelli, Patrizia Nuvolari, Livio Perron, Andrea Piccirilli, Donato Ronc, Raffaella Roveyaz, Luciano Scarlatta, Sandro Théodule, Paolo Trevisan, Renzo Vicquéry, Cleta Yeuillaz, Giuseppe Zanfini.


    UNION VALDOTAINE

    Salvatore Agostino, Mauro Bieler, Luciano Caveri, Alberto Cerise, Guido Cesal, Teresa Charles, Daniele Collomb, Alberto Cretaz, Bruno Domaine, Diego Empereur, Remy Herren, Giuseppe Isabellon, Albert Laniece, Erik Lavevaz, Gabriele Maquignaz, Aurelio Marguerettaz, Osvaldo Naudin, Carlo Norbiato, Ennio Pastoret, Flavio Peinetti, Lucia Pellissier, Renato Praduroux, Piero Prola, Ezio Riccio, Augusto Rollandin, Andrea Rosset, Adriana Vierin, Laurent Vierin, Manuela Zublena, Gioia Brunod Viganò, Emily Rini, Helene Imperial, Laura Filetti, Emile Danna e Elso Gerardin.

    STELLA ALPINA
    Dario Comé, André Laniéce, Francesco Salzone, Elio Spacchetti, Marco Viérin, Giuseppe Andretto, Mauro Baccega, Nicoletta Biancalana, Luigi Bracci, Luca Bringhen, Vincenzo Caminiti, Giorgio Collura, Katia Contini, Paolo Contoz, Stefano Crescenzo, Anna D'Agostino, Giuseppe D'Alessandro, Luigi De Franco, Agnese Di Trani, Gianluca Fea, Jean Pierre Feo, Renato Fey, Ester Fonte, Luca Girasole, Roberto Malcuit, Pierluigi Marquis, Erik Patrocle, Stefano Pellicanò, Massimo Pepellin, Massimiliano Ponzetti, Erika Ramolivaz, Laura Simoncello, Adriano Sposato, Alberto Vaglio, Dario Vuillermoz.

    ARCOBALENO
    Fabio Armand, Vincenzo Bacca, Dino Barmasse, Marco Belardi, Maria Clorinda Benedetti, Renato Besenval, Maria Rosa Bonel, Alessandro Bortot, Marisa Bracci, Francesco Buratti, Sonia Chabod, Savino Corcella, Carlo Curtaz, Simona D'Agostino, Stefania Daniele, Ilio Dolci, Gianpalo Fedi, Titti Forcellati, Sergio Gal, Alexandre Glarey, Ruggero Grivon, Gabriella Manganoni, Agnese Molinaro, Armando Mormile, Pier Giuseppe Paoloni, Antonella Pellissier, Giacinta Prisant, Maria Teresa Riggio, Gabriele Scattolin, Renata Vairetto, Piero Valleise, Anna Vaser, Ugo Venturella, Maurizio Zardo e Piero Zulian.

    PARTITO DELLA LIBERTA’
    Antonio Albanese, Domenico Aloisi, Maria Antonietta Barbalace, Anacleto Benin, Luciana Bethaz, Davide Borgis, Damiano Boson, Marco Castiggion, Lina Cavagnet, Eliseo Delle Donne, Antonio Di Giuseppe, Helène Fonte, Dario Frassy, Giuseppe Gambardella, Neva Giovannini, Michele Grosso, Massimo Lattanzi, Luca Mantione, Paolo Minuzzo, Orlando Navarra, Eddy Ottoz, Andrea Paron, Fabrizio Pascal, Marino Pasquettaz, Ivan Rollet, Gabriele Scannella, Erik Seletto, Pasquale Siciliano, Riccardo Taraglio, Giuseppina Turrito, Enrico Tibaldi, Ettore Viérin, Susanna Zadkovich, Giovanni Zani, Alberto Zucchi.

    PARTITO DEMOCRATICO
    Raimondo Donzel, Giovanni Sandri, Carmela Fontana, Rachida Adlani, Aloisi Giovanni Domenico, Maria Angelini, Annovazzi Tiziana, Avetrani Roberto, Bertolin Elio, Bich Enrico, Boccazzi Luciano, Cali’ Vincenzo, Cappa Giulio, Cheillon Ornella, Costa Filippo Domenighini Rosa Anna, Florio Vanni, Francisco Elvis, Gianfranceschi Paolo, Gigliotti Renato, Gradizzi Moreno, Grandilli Rita, Guichardaz Erika, Jannel Cristina, Lombardo Onofrio, Lumetta Mariagrazia, Nicco Silvia, Rean Laurino, Rigo Gianni, Rollandin Giuseppe, Soudaz Costantino, Spatari Nicodemo, Vassoney Emanuela, Vicentin Raffaella e Zanchi Giovanna.

    FEDERATION AUTONOMISTE
    Leonardo La Torre, Claudio Lavoyer, Francesco Amato, Paolo Annibalini, Costina Bo, Nicodemo Calabrese, Giuseppe Canonico, Albertino Carradore, Sonia Cid Ybic, Mauro Cometto, Claudio Dalle, Patrizia Diemoz, Paolo Fary, Fulvio Favre, Maria Cristina Ferrero, Simona Gennaro, Antonio Gramazio, Antonio Grosso, Salvatore Luberto, Chiarina Mancuso, Andrea Marconi, Nadia Moltedo, Walter Musso, Francesco Napoli, Simonetta Ottoz, Antonello Parisi, Guglielmo Piccolo, Luciano Saraillon, Luca Spadaccino, Rita Spadotto, Guido Théodule, Eugenio Torri, Maria Cristina Vasini, Paolino Verducci, Carlo Viérin,




    di Moreno Vignolini
    22/04/2008

  5. #15
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Dec 2007
    Messaggi
    1,347
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  6. #16
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Dec 2007
    Messaggi
    1,347
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    27/5/2008 (7:21) - ELEZIONI NELLA VALLEE Aosta, torna l'Imperatore
    Augusto Rollandin

    Trionfo di Rollandin che
    trascina l'Union e dopo
    18 anni si riprende la Regione
    ENRICO MARTINET
    AOSTA
    L’«Imperatore» è tornato. Un nomignolo non sempre benevolo che si trascina dagli Anni 80. Ha vinto le elezioni valdostane, ha trascinato alla vittoria il suo movimento autonomista, l’Union valdôtaine, conquistando il 44,42 per cento dei voti di lista, segnando un record storico della «petite patrie» valdostana con 13.836 preferenze. E’ Rollandin, con tre nomi di battesimo, due da imperatore, Augusto e Claudio, uno da re, Arduino. Veterinario, 59 anni, sposato, due figli. Venuto da una vallata, quella di Ayas, che ha dato i natali ai feudatari padroni della Vallée, gli Challant, fedeli a Casa Savoia. In politica dal 1978, Rollandin, giovane sindaco del suo paese, Brusson, è diventato un leader nel 1983 quando l’inchiesta-terremoto sui Casinò italiani fece fuggire l’allora presidente della Regione, Mario Andrione. Lo rimpiazzò.

    Tra successi e avvisi di garanzia, è passato nel 1990 attraverso un ribaltone, poi un altro ritorno in giunta e un’inchiesta finita con una sua condanna definitiva per abuso d’ufficio. Condanna che nel 1998, nonostante l’elezione in Consiglio regionale con quasi novemila voti, gli costò l’ineleggibilità e lasciò lo scranno, ma nel 2001 divenne senatore. Nel 2006 la prima sconfitta della sua lunga carriera: non fu riconfermato. Il suo «popolo» gli addebitò la cacciata di un suo successore, Carlo Perrin, che fu costretto alle dimissioni da presidente. E proprio Perrin lo sconfisse per il Senato. Sembrava un tramonto. Rollandin ottenne un’altra presidenza, quella della Compagnia delle acque, colosso dell’energia idroelettrica. Per presentarsi a questa tornata elettorale ha dovuto togliere un motivo di incompatibilità, questa presidenza, e una di ineleggibilità, un’altra condanna.

    Fu coinvolto nell’«Affaire trasporti», sempre negli Anni 90, insieme con altri politici e dirigenti regionali per contributi pubblici alle autolinee. La parte penale finì con la prescrizione, quella contabile con una condanna della Corte dei Conti a un risarcimento alla Regione di 480 mila euro. Già pagati in quattro tranche, non ritirando parte della sua pensione come amministratore regionale. Ora il ritorno. Significa presidente? Lui si schermisce: «No, non è il momento adesso. Bisogna fare tutti i passaggi. Il sistema prevede dialogo nella squadra e va rispettato». Ma il presidente uscente, Luciano Caveri, ora di nuovo consigliere ma con i consensi più che dimezzati (da 7313 a 2770) lo «incorona». Dice: «Scelto dagli elettori, chi prende più voti fa il presidente. Lo avevo chiesto io e non accadde nel 2003, ma io sono coerente, non cambio idea».

    C’è un destino che si dispiega nella carriera politica di Rollandin. Si chiama Casinò di Saint-Vincent, l’azienda che nel Dopoguerra e prima del riparto fiscale, cioè i nove decimi su tasse e imposte pagate in Valle che vanno a Roma e tornano ad Aosta, garantì le finanze all’autonomia politica. E oggi il Casinò, in grave crisi, è forse il motivo della perdita di consensi di Caveri («Il mio errore è stato di non tenermi la responsabilità esclusiva»). Rollandin dice: «La prima urgenza da affrontare è la casa da gioco. Ha una serie di risvolti sulla nostra economia, poi c’è l’implicazione psicologica perché è un volano intorno al quale ha ruotato l’intera regione». Due personaggi a confronto. Gli elettori hanno premiato Rollandin, lontano dai riflettori, refrattario alle interviste e alle polemiche pubbliche, infaticabile nel «porta a porta».

    Uscito indenne dallo scontro interno al suo movimento: il presidente Guido Cesal gli aveva scritto di non ricandidarsi. Lui ha tirato dritto, Cesal non è rientrato in Consiglio e ha già annunciato le sue dimissioni da leader unionista. Non Caveri, giornalista Rai che ha fatto della comunicazione il suo cavallo di battaglia: «La mia era la novità, la trasparenza, non l’esibizione. Non sono riuscito a far passare questo messaggio». Anche da vincitore Rollandin si tiene distante dai giudizi sulla passata legislatura, travagliata dal cambio di presidenza (da Perrin a Caveri) e di maggioranza: «No, non c’è niente da dire, c’è da fare». Un decisionista che annuncia il perché della sua vittoria con quello che farà: «Ho grande responsabilità, bisogna dare subito risposte in tempi ragionevoli per far uscire i giovani e tutti da un periodo nero». Conia un motto: «Serietà e concretezza». Delinea un futuro all’insegna del «ritorno alla responsabilità del politico che deve scegliere, non far interpretare ai tecnici, ai burocrati». E ancora: «Ci vuole un rapporto leale con il territorio, niente frottole, niente voli pindarici. Prima ripristiniamo la normalità, poi penseremo alle grandi opere».

  7. #17
    Reazionario
    Data Registrazione
    30 Apr 2009
    Messaggi
    430
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)

    Predefinito

    L'esito era ultra-scontato...

 

 
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Discussioni Simili

  1. Elezioni Politiche fine 2009 (con elezioni 2008 diverse e caduta di Berlusconi)
    Di CompagnoStefano (POL) nel forum FantaTermometro
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 28-01-09, 17:04
  2. Elezioni 2008
    Di Christine nel forum Americanismo
    Risposte: 459
    Ultimo Messaggio: 27-05-08, 14:31
  3. Elezioni USA 2008
    Di Manfr nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 04-01-08, 20:27
  4. elezioni 2008
    Di Lao-Tse nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-11-07, 19:07
  5. elezioni 2008
    Di PandaSaggio (POL) nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-11-07, 21:26

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226