User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: Milano, Viale Jenner

  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking Milano, Viale Jenner

    da Corsera

    I cittadini chiedono il trasloco in un capannone più ampio
    Moschea di viale Jenner, arriva Maroni
    Oggi il ministro incontra i residenti: è intenzionato a trovare una soluzione condivisa con la comunita' islamica.








    MILANO - È il giorno della moschea. Oggi, il ministro dell'Interno, Roberto Maroni sbarca nei suoi uffici in Prefettura dove incontrerà i rappresentanti dei cittadini di viale Jenner. Un incontro non istituzionale, visto che il Comune non ci sarà. Sul tappeto ci sono diverse opzioni, tranne quella più radicale: la chiusura tout court della moschea. Anche la Lega, che ha sempre insistito su questo punto, ha cambiato obiettivo. Adesso sposa un'altra soluzione: evitare l'assembramento sui marciapiedi dei 4000 musulmani che non trovano spazio nel garage di viale Jenner durante la preghiera del venerdì.
    Ma non e' quello che chiedono i residenti. Il portavoce del comitato, autore del dossier spedito a 700 politici sul caso di viale Jenner, chiede «una soluzione condivisa». Con i residenti, con le istituzioni, ma anche con la comunità musulmana: «Non chiediamo la chiusura della moschea - attacca il portavoce, che per adesso preferisce restare nell'anonimato - e non chiediamo neanche lo sgombero dei marciapiedi. Chiediamo le stesse cose che chiedono i fedeli musulmani: visto che il garage, per loro stessa ammissione, è un luogo inidoneo per la preghiera, si cerchi un altro spazio, più grande, magari in un'area industriale, servita dai mezzi pubblici, dove poter pregare».
    Bocciano anche la proposta - osteggiata dalla Lega - di una moschea a tempo, aperta solo durante la preghiera del venerdì. «I nostri problemi non riguardano solo il venerdì, quando i fedeli stendono i loro tappetini sulla strada e sui marciapiedi, ma ogni giorno, visto che ogni giorno si riuniscono quattro o cinque volte per le loro preghiere. Quindi, la moschea a tempo non risolverebbe il problema». Posizione non molto distante da quella di Abdel Amid Shari, direttore del centro di cultura islamica di viale Jenner: «Non penso che polizia e carabinieri si mettano davanti alla moschea per impedire ai fedeli di pregare sui marciapiedi». Rilancia un'antica richiesta: «Per noi la soluzione migliore è che il Comune ci affitti o ci venda una delle sue proprietà. Perché non abbiamo i soldi per affrontare il mercato privato». E si mette a disposizione del ministro: «Siamo sempre disponibili a parlare. Il problema è che il ministro non ha mai valutato la possibilità di parlare con noi». E non accadrà neanche questo pomeriggio. Maroni incontrerà i rappresentanti dei cittadini accompagnati dall'assessore Davide Boni e dal deputato Matteo Salvini. Entrambi della Lega.


    Maurizio Giannattasio



    04 luglio 2008

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    31°
    Data Registrazione
    10 Sep 2003
    Località
    romagna
    Messaggi
    1,107
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    bho, se se la pagano loro, se la polizia ascolta quello che predicano, mi va benissimo.
    magari un bel capannone in periferia, ce ne sono parecchi dismessi.
    tutti contenti.

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    da Corsera


    Congelata la proposta della Moratti di un luogo di preghiera «a tempo» al Vigorelli

    Bossi: abbiamo chiuso la moschea di Milano

    Viale Jenner, Maroni: via entro agosto. Gli islamici: non possono cacciarci



    Fedeli islamici pregano in viale Jenner a Milano, fuori della moschea (Ap) MILANO — Moschea e centro culturale islamico di Milano. O si trova una soluzione concordata entro la fine di agosto o si chiude. Blitz del ministro dell'Interno, Roberto Maroni, nei suoi uffici nella prefettura di corso Monforte. Un vertice con gaffe incorporata. All'incontro, in un primo momento, non era stato invitato il Comune, ma solo i colleghi di partito, Davide Boni, assessore regionale e Matteo Salvini, neodeputato. Una telefonata abbastanza decisa di Letizia Moratti ha rimesso le cose a posto. Al tavolo c'era anche il vicesindaco, Riccardo De Corato. Maroni ha incontrato i rappresentanti dei cittadini di viale Jenner, la via della moschea e del centro islamico dove il venerdì 4.000 musulmani stendono il loro tappetino per terra invadendo strade e marciapiedi. Un «ultimatum dolce », ma pur sempre un ultimatum: «Credo — attacca Maroni — che si possa trovare rapidamente già entro la fine dell'estate, a fine agosto, una soluzione concordata che soddisfi le richieste dei cittadini e le esigenze poste dal centro culturale di trovare un luogo più idoneo e più capiente». Maroni non entra nei dettagli. «Non vi dico quale sarà la soluzione, ma sono sicuro che la si troverà in tempi rapidi». AUT-AUT- Più che una soluzione concordata sembra un aut-aut. Come confermano le parole di Umberto Bossi: «Oggi Maroni ha chiuso la moschea di viale Jenner. Questa è casa nostra. Non vogliamo regalare il nostro Paese a nessuno. Per la Lega è un passaggio importante. Avevamo fatto una promessa in campagna elettorale e ora la manteniamo ». Ecco le condizioni richieste agli islamici. Primo: chiedere la loro disponibilità a traslocare. Non solo la moschea (in realtà un garage) come si pensava in un primo momento, ma anche il centro islamico (nello stesso garage). Secondo: avvertirli che non ci saranno aiuti e soldi pubblici. Terzo: se le condizioni poste non verranno rispettate a fine agosto si chiude. Anche per motivi di igiene. La trattativa è stata affidata al prefetto Gian Valerio Lombardi. «Il prefetto non solo ha i poteri — ha precisato Maroni — ma anche le disponibilità e le indicazioni precise per fare tutto ciò che serve ».

    CONGELATA LA PROPOSTA MORATTI - Quindi, per ora, resta congelata la soluzione prospettata dal sindaco Letizia Moratti: luoghi di preghiera a tempo per permettere ai fedeli di non dover occupare strade e marciapiedi di Milano. Luoghi ampi e capienti che si aprono solo per la preghiera e che chiudono i battenti alla fine della funzione. Palazzo Marino ha anche individuato l'area: il velodromo Vigorelli, dove si svolgeva la Sei Giorni di ciclismo. Ma il doppio trasferimento — moschea più centro culturale — e la resistenza della Lega a questa soluzione, ha complicato ulteriormente le cose. Se per i luoghi di preghiera il Comune ha dato la sua disponibilità, non altrettanto per il centro culturale: «Per la preghiera noi siamo disponibili a incontrare gli islamici. Ci facciano sapere le loro proposte— attacca il vicesindaco Riccardo De Corato —. Possiamo trovare una soluzione dentro Milano. Ma nel territorio della nostra città, vista la densità urbana, non c'è posto per il centro culturale. Dovrebbe essere lontano dalle residenze. Un posto così non c'è». «Noi siamo aperti alla preghiera temporanea e possiamo prendere in considerazione il trasferimento del centro culturale di viale Jenner — replica il presidente del centro, Abdel Amid Shari —. Ci facciano delle proposte e le valuteremo. Non posso dire di più perché nessuno mi ha mai parlato o convocato. Noi parliamo tramite i giornali. Siamo veramente stufi di questa situazione. È un teatrino che va avanti da anni. Siamo disponibili a vedere il ministro». Ma niente ultimatum: «Per chiuderci devono dirci perché. Non siamo abusivi. Ci vogliono cacciare perché qualcuno prega per strada? Allora mandino i carabinieri a impedirlo, ma non possono chiudere un istituto perché non gli va a genio. Non possiamo accettarlo».
    Maurizio Giannattasio



    MI PERMETTO UN'OSSERVAZIONE. A CASA MIA CHIUSO SIGNIFICA AVER TIRATO GIU' LA SERRANDA E RIEN NE VA PLUS.
    QUI C'E' (COME SEMPRE) LA PROMESSA DI TIRARLA GIU'
    MI PARE UN TEATRINO PER FAR DIMENTICARE LA FACCENDA RIFIUTI...........

  4. #4
    Romagna Nazione
    Data Registrazione
    14 Dec 2007
    Località
    Rèmni
    Messaggi
    447
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da massena Visualizza Messaggio
    bho, se se la pagano loro, se la polizia ascolta quello che predicano, mi va benissimo.
    magari un bel capannone in periferia, ce ne sono parecchi dismessi.
    tutti contenti.
    niente....niente.....niente!

  5. #5
    Forumista junior
    Data Registrazione
    13 Apr 2008
    Messaggi
    53
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'errore primario è stato quello di considerarli importanti. Si arrangino e non rompano le palle alla gente: se vogliono qualcosa si richiedono tutti i permessi necessari come qualunque sfigato nativo della zona deve fare e si pagano quello che devono pagare per intero (ammesso che qualcuno voglia dargli in affitto o in vendita un posto), senza sempre rompere le palle alle varie istituzioni (cioè alle tasche dei padani) per avere qualcosa che costi meno. Chiunque non sia musulmano qua si deve pagare tutto di tasca propria e si deve arrangiare. Perchè loro non dovrebbero fare lo stesso????

  6. #6
    Romagna Nazione
    Data Registrazione
    14 Dec 2007
    Località
    Rèmni
    Messaggi
    447
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da whitewolves Visualizza Messaggio
    L'errore primario è stato quello di considerarli importanti. Si arrangino e non rompano le palle alla gente: se vogliono qualcosa si richiedono tutti i permessi necessari come qualunque sfigato nativo della zona deve fare e si pagano quello che devono pagare per intero (ammesso che qualcuno voglia dargli in affitto o in vendita un posto), senza sempre rompere le palle alle varie istituzioni (cioè alle tasche dei padani) per avere qualcosa che costi meno. Chiunque non sia musulmano qua si deve pagare tutto di tasca propria e si deve arrangiare. Perchè loro non dovrebbero fare lo stesso????
    il problema è che a farli "IMPORTANTI" sono la chiesa, i sindacati e varie organizzazioni vicine ai primi due oltre naturalmente tutti i partitit di centrosinistra e non solo!

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un parere controcorrente : Furmigun.....

    http://newrassegna.camera.it/chiosco...tArticle=INOZ2

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    da Corsera


    Blitz in aula da parte di una trentina residenti della zona Fiera
    «No alla moschea», protesta in Consiglio
    Oggi l'ultimo venerdì di preghiera in viale Jenner. Venerdì prossimo dovrebbe scattare il trasloco al Vigorelli





    MILANO - Ultimo giorno di preghiera in viale Jenner per i quattromila fedeli musulmani. Venerdì prossimo dovrebbe scattare il trasloco al Vigorelli. Condizionale però ancora d'obbligo, visto il clima dentro e fuori Palazzo Marino. Ieri i lavori dell'aula sono stati interrotti da un blitz di una trentina residenti della zona Fiera, in arrivo da un sit-in organizzato per le strade del quartiere. Urla, striscioni sequestrati, minacce alle forze di maggioranza («Non vi voteremo più»). Un quartiere sull'orlo della rivolta: «Siamo pronti a bloccare le strade e a chiudere i cancelli del Vigorelli con le catene ».
    E sull'onda della protesta popolare, Forza Italia e Alleanza Nazionale continuano il pressing anti-velodromo. Eppure il sindaco Letizia Moratti in mattinata aveva provato a richiamare all'ordine i «ribelli»: «Chi critica deve proporre anche soluzioni alternative». Obiettivo centrato a metà: il gruppo di Forza Italia, se non altro, ha rinunciato a presentare la mozione contro il trasferimento al Vigorelli ventilata alla vigilia. La temperatura rimane alta. Il gruppo azzurro ha chiesto (e ottenuto) un incontro col prefetto (settimana prossima) e subito dopo un vertice con il sindaco. «La soluzione Vigorelli deve esser temporanea, vogliamo una data precisa rispetto alla presenza dei musulmani in zona Fiera e l'indicazione chiara rispetto alla sede definitiva da assegnare loro», ha spiegato per tutti il capogruppo Giulio Gallera.
    Nel frattempo, la richiesta è perentoria: il Comune non deve concedere l'impianto. E a chiedere una «pausa di riflessione » ora c'è anche An. «Nella confusione della propaganda leghista, la sistemazione Vigorelli rischia di diventare permanente », sostengono i consiglieri del partito di Fini. Nel mirino c'è sempre il Carroccio. Che prova a contrattaccare con il capogruppo Matteo Salvini: «C'è qualcuno negli altri partiti della maggioranza che di moschee ne vorrebbe dieci. Idee folli». A rasserenare gli animi ci prova allora la comunità islamica: «Gli abitanti della zona del Vigorelli stiano tranquilli, non abbiamo nessuna intenzione di colonizzare il quartiere. Staremo nello stadio un'ora alla settimana, fino alla metà di agosto », dice Abdel Hamid Shaari, presidente del centro di viale Jenner. Con tanto di rassicurazione finale: «Se ci trovassero un'altra sede la settimana prossima, non esiteremmo a trasferirci».


    Giovanna Maria Fagnani e Andrea Senesi



    11 luglio 2008

  9. #9
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da erciccio Visualizza Messaggio
    Mi rendo conto che per il tipico razzista padano medio è una follia, ma perchè non imitare Roma una volta tanto?

    La Moschea di Roma è un bellissimo esempio di come investire in integrazione funzioni...qui a Milano invece ormai si pensa solo a cacciare, distruggiere, chiudere, emarginare...mi chiedo dove siano finiti i valori meneghini di un tempo...

    http://it.wikipedia.org/wiki/Moschea_di_Roma
    la moschea di roma e' stata pagata dalla arabia saudita ...invece quella di milano la dovrebbero pagare i " meneghini" ..

    e questo e' un problema perche' i " valori meneghini" non ci sono piu' ....... sono stati tutti "portati fiscalmente" a roma ..
    "dammi i soldi, e al diavolo tutto il resto "
    Marx


    (graucho..:-))

  10. #10
    macht geht vor recht
    Data Registrazione
    24 Mar 2006
    Località
    Regno d'Italia > They challenge science to prove the existence of God. But must we really light a candle to see the sun?
    Messaggi
    7,101
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La moschea in Viale Jenner Jenner
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-07-08, 15:12
  2. Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 01-07-07, 22:27
  3. Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 31-05-07, 17:41
  4. La strategia di viale Jenner
    Di Bardamu (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-02-07, 12:15
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-03-04, 18:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226