User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20

Discussione: leghisti=fascisti

  1. #1
    Lombard
    Data Registrazione
    04 May 2009
    LocalitÓ
    Milan
    Messaggi
    609
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito leghisti=fascisti

    MILANO

    Riapre il circolo di destra "Cuore nero"
    Tafferugli tra manifestanti e polizia

    Un centinaio di ragazzi dei centri sociali protesta contro l'inaugurazione della struttura


    (Newpress)MILANO - Momenti di tensione al presidio organizzato dai centri sociali e dal comitato antifascista in piazzale del Cimitero Maggiore, a Milano, contro la riapertura del circolo di estrema destra 'Cuore nero'. Un consigliere di zona della Lega Nord, Costante Ranzini, vestito con una camicia nera e un foulard della Lega, si Ŕ avvicinato alla zona della manifestazione. La polizia gli ha prima chiesto di allontanarsi, quindi i manifestanti hanno cercato di avvicinarsi all'uomo sfondando il cordone di polizia a protezione della piazza. Ne Ŕ nata una prima carica in cui Ŕ anche scoppiato un petardo. L'esponente del Carroccio si Ŕ quindi allontanato dichiarando: ź╚ una piazza libera╗. Poco dopo seconda carica, durante la quale sono partite anche alcune manganellate e delle bottiglie di vetro. La situazione di tensione, dopo un breve intervento dal palco da parte degli organizzatori della manifestazione, Ŕ ritornata alla normalitÓ.


    IL CENTRO - A poco meno di trecento metri di distanza, in via Pareto, i giovani del centro neofascista, circa una cinquantina, quasi tutti con i capelli rasati o cortissimi e in giubbotto nero, stazionano davanti alla nuova sede. Gli uomini del servizio dĺordine impediscono il passaggio di fotografi e operatori tv. Per ora i militanti di estrema destra non rilasciano dichiarazioni.

    ormai non mi stupisco pi¨

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    LocalitÓ
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un infiltrato.
    Gente da cacciare di corsa.
    Insieme alla famigghia varesotta naturalmente.

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    15 Dec 2002
    LocalitÓ
    Bielorussia
    Messaggi
    3,343
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quando Fini tra pochi msi scioglierÓ AN nel PDL, saranno molti, ma molti davvero, coloro che verranno a bussare alle porte delle sedi e delle sezioni della Lega, non solo nella Val Padana ma anche in Toscana, Umbria e Marche. La Lega si irrobustirÓ in quanto a struttura, tesserati e militanza, e scene come questa successa a milano diventeranno piuttosto comuni.
    <p><center>Europa Dei Popoli!
    http://www.slowplayers.org/SBSP/images/Animated_Scots_Flag.gif<p><center>

  4. #4
    a mia insaputa
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    LocalitÓ
    Casa mia
    Messaggi
    2,342
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    allora speriamo che ne prendano qualcuno
    Se ved˛m!

  5. #5
    Lombard
    Data Registrazione
    04 May 2009
    LocalitÓ
    Milan
    Messaggi
    609
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    nella lega trova rifugio un'accozzaglia di loschi e squallidi figuri che non hanno niente a che fare con l'autonomismo o con l'indipendentismo.
    sveglia base leghista!!
    avete l'intelletto ottenebrato?

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Mar 2002
    LocalitÓ
    Verona
    Messaggi
    2,066
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come sempre su certi temi rischio di essere impopolare (qui, sul forum): quando io entrai nella Lega a Verona, avevo solo 18 anni, anzi meno (mi fecero la tessera di "Bocia"). Vista l' etß non avevo un passato politico e la prima cosa che mi fece incazzare era vedere che riempivamo le sezioni di ex. E di ex-missini di ferro ve ne erano parecchi. Fabrizio Comencini ( i pi˙ vecchi lo ricorderanno), glorioso fascistone mal convertito al leghismo in cerca di sedie (finÝ segretario nazionale veneto) e ci (GNP di VR) vendette a Papalia...era uno dei tanti.
    La mia insofferenza verso chi non "nasceva" leghista era pura e semplice stoltezza puerile. Come se un partito potesse nascere con soli 16-18 enni o idealisti che nella loro vita non avevano mai fatto parte di nessuna formazione politica. Nel cammino ho conosciuto militanti e dirigenti che si son dimostrati bravi o pessimi indipendentemente dal loro passato partitico o dalla loro visione di mondo (ideologia). Secessionista uno puˇ nascerci, oppure puˇ diventarlo.
    In quei tempi si sperava in una strategia (mezza abbozzata) che era quella di raccogliere persone, voti, militanti e usarli per un obbiettivo. Punto. Se poi uno voleva fare il "purista" 100% padano-secessionista, si ritrovava fuori dal movimento, con altri tre gatti meno articolati di un puzzle senza orrizzonti.
    Poi putroppo gli orrizzonti li ha persi la diligenza leghista belleriana e le varie nazioni padane. Altra storia.
    La storia invece dei leghisti-uguale-fascisti, era il leit motiv dei media e poi dei secessionisti delusi. Alcuni di questi ultimi arrivarono al punto di attribuire alla "fascistizzazione" della militanza parte delle colpe del disastro della politica secessionista. Delirio. Verona poi fu un caso a parte (e mi pare lo sia ancora): piovevano le critiche contro una parte della base e della dirigenza considerata troppo vicina ad ambienti "fasci" o quasi nazi (Forza Nuova). Tosi, certi parolai e parolieri, l' han mezzo crocifisso.
    Ai miei tempi, parte del gruppo giovanile di Verona (uno dei pi˙ assidui ovunque, parte dell' ossatura della GNP veneta pi˙ oltranzista e secessionista) aveva rapporti di amicizia con la destra estrema. In manifestazioni pubbliche rischiose (no quelle della gita a Roma contro le tasse o altre baggianate -nel senso buono-) dove si toccavano temi comuni (immigrazione ad esempio), loro venivano alle nostre, noi alle loro. Generalmente chiudevamo i cortei, uniti con qualcosa che dimostrasse che non eravamo la stessa cosa (una spilla, un fazzoletto, non mettendo camicie o indumenti neri o restando semplicemente a una distanza di 5 metri).

    Quando arrestarono e incarcerarono parte del Veneto Fronte Skinhead parte dei giovani leghisti di Verona manifestˇ solidarietß con coloro che erano a tutti gli effetti "vittime" dello stato itagliano. Della Legge Mancino. Perˇ i fessi "ultrapuristi" verdi, se mi Ú concesso con una visione degna di una talpa strabica, non riuscirono a cogliere il senso: quella legge lo stato poteva usarla anche contro di noi, e se non lo fece era solo perchÚ il prode Umberto era funzionale al gioco italico. Mentre i "fasci" dal canto loro, nazi o gi˙ per di lÝ, fuori da AN, senza protezioni politiche, erano i bersagli pi˙ facili. Ma quale Verona nera ieri!!! Centri sociali difesi da comune e diputati rifondaroli e pidiessini (PDS ndr) che riunivano zingheri, negri e magrebini, che pisciavano ad ogni angolo, che sigillavano con il silicone i negozi del centro storico, che insozzavano giardini e parchi nel nome di una cultura tollerante e alternativa. Ai "fasci" costava cielo e terra ottenere i permessi per una manifestazione pubblica, fuori dai pub stazionavano gli sbirri...ma per favore.
    Pi˙ volte, a raduni della Lega, mi toccava discutere con fratelli lombardi e piemontesi che ci criticavano per le nostre posizioni. Logicamente non capivano un caxxo. Fin con i disegni cercavo di spiegargli che la democrazia significa dare a chiunque il diritto di esprimersi e se tuo nonno Ú morto ad Auschwitz, esiste chi il nonno lo ha perso in una foiba del Carso. Oppure che suo nonno Ú morto e basta e lui della retorica dell' antifascismo ne ha semplicemente le palle piene. Allora i geni mi dicevano che il problema era "l' idea secessionista" che i fasci non hanno. Avevan scoperto l' acqua fresca, peccato che in quel momento storico il problema non era la secessione (lo era internamente alla Lega) mentre fuori si profilava il problema pi˙ amplio e generale di "lotta allo stato" (quello e questo di oggi) e alle sue leggi. Perˇ nulla, Come predicare nel deserto.

    Con la notizia di questo thread vedo che siamo alle solite. Non Ú cambiato nulla. Quasi che la Padania si fosse arenata per colpa di uno o dieci militanti o consiglieri leghisti che appoggiano iniziative della destra estrema. Quasi che fosse quel consigliere milanese in camicia nera e fazzoletto verde che frena con il culo il treno dell' indipendenza padana.

    Tanti anni fa pensavo e ragionavo con amici (uuuuu..e se avessi detto "camerati"??? O era meglio "compagni"...qual'Ú il politically correct del secessionismo?) che alla Lega servivano martiri per creare certa spiritualitß. Continuo a pensarlo.
    Il centro che riapriranno a Milano si chiama "cuore nero" e, potrei sbagliarmi, forse Ú inspirato a una canzone di un gruppo dal nome "270 bis" (articolo di legge contro le bande armate, se non erro). Il fratello di uno dei membri fu "suicidato" dalle forze dell' ordine italico. Purtroppo successe in tempi in cui ammazzare un fascista non era reato, anzi era un silenzioso tributo alla democrazia antifascista italiona.
    Ebbene, per me, secessionista fino al midollo, in questa itaglia stracciona e nella sognata Padania libera, i "fasci" han diritto di cittadinanza, di parola e di manifestazione alla stregua di kompagni e altre derivazioni e sottogruppi comunisti.
    E faccio una scommessa, che praticamente Ú giß vinta: sono sicuro che il gruppo "cuore nero" non creerß nessun disturbo alla quiete pubblica, non insozzerß i dintorni e rispetterß (per forza di polizia) tutte quelle leggi comunali che i compagnucci violano constantemente. E son e resteranno 4 gatti.

    Wotan-Paolo

  7. #7
    a mia insaputa
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    LocalitÓ
    Casa mia
    Messaggi
    2,342
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scusa kompagno wotan se puntualizzo l'ovvio.. qui il problema dei fasci Ŕ relativamente lontano rispetto ad altri problemini mai risolti.. Uno di questi Ŕ l'evidente volontÓ di mettersi in mostra per scopi personali fregandosene delle consueguenze sulla collettivitÓ e dell'opinione di chi in quel posto ci vorrebbe vivere in santa pace.
    Se l'eroico (e scortato) Mario con le sue altrettanto eroiche avventure sui mezzi delle FFSS fa sqkuola (e nessuno lo prende a calci nel culo come meriterebbe) non ci si lamenti poi se "piccoli borghezi crescono"... se piantano le fondamenta del loro personalissimo piccolo impero personale e se, per farlo, sputtanano all'infinito qualcosa in cui non fanno pi¨ nemmeno finta di credere..

    A noi !!
    Se ved˛m!

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lombard Mod Visualizza Messaggio
    Fascisfigati, certo, ma anche 'gente' che porta al collo una stella a sei punte(uno del servizio d'ordine di Bossi) ... un vero partito trasversale insomma.

    La lega, nonostante le precauzioni e gli accorgimenti, ha sempre lasciato dietro di se una scia di indicazioni precise sul suo vero essere.

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Mar 2002
    LocalitÓ
    Verona
    Messaggi
    2,066
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gatto rognoso Visualizza Messaggio
    Scusa kompagno wotan se puntualizzo l'ovvio.. qui il problema dei fasci Ŕ relativamente lontano rispetto ad altri problemini mai risolti.. Uno di questi Ŕ l'evidente volontÓ di mettersi in mostra per scopi personali fregandosene delle consueguenze sulla collettivitÓ e dell'opinione di chi in quel posto ci vorrebbe vivere in santa pace.
    Se l'eroico (e scortato) Mario con le sue altrettanto eroiche avventure sui mezzi delle FFSS fa sqkuola (e nessuno lo prende a calci nel culo come meriterebbe) non ci si lamenti poi se "piccoli borghezi crescono"... se piantano le fondamenta del loro personalissimo piccolo impero personale e se, per farlo, sputtanano all'infinito qualcosa in cui non fanno pi¨ nemmeno finta di credere..

    A noi !!
    Allora, punto primo quello di Borghezio e dei piccoli borghezi che crescono Ú un problema che la diligenza belleriana ha creato. Se si fosse mantenuta nel solco ideologico delle libertß e del secessionismo come manifestazione ultima e massima della sua maniera di interpretare la politica e il mondo non avrebbe mai attecchito certa "deviazione" pseudo-nazionalfascista che certi personaggi (parzialmente) rappresentano. Perˇ essendoci un vuoto di idee e di battaglie, arriva sempre qualcuno che ne propone surrogati arrivando pure a sovrapporre e confondere concetti che stanno agli antipodi (nazionalismo italico e padanismo). Se dietro ci fosse una strategia seria sarei pure d' accordo, perchÚ si puˇ dare l' ideale di una nuova patria (padana) a chi non ne ha una visto che la sua Ú irrimediabilmente schiava dello stato, di un certo tipo di stato. In ogni caso Ú evidente che nÚ Borghezio ne i suoi accoliti si muovono in questa direzione.
    Borghezio da scandalo con le sue uscite, e molti leghisti si lamentano del danno che arreca alla Lega. Gli stessi perˇ non si rendono conto che il povero Mario Ú un "male" minimo, un neo, rispetto al cancro che si Ú mangiato la Lega da dentro e che risponde al nome di Bossi e della sua cricca di leccapiedi. Di pi˙, Borghezio nasce dalla debolezza e dalla nullitß ideale di quelli.
    Infine, concetto abbastanza evidente: un centro "sociale" di destra estrema in un sistema che si definisce libero ha tutto il diritto di esistere. L' unico problema che potrebbe causare a la cittadinanza e ai vicini Ú l' essere oggetto di attacchi da parte dei giovani e tolleranti virgulti dell' antifascismo fine a se stesso.
    Alla fine Ú sempre la repubblica itagliota che vince: a 60 anni di distanza riesce ancora a far si che i propri sudditi dividano il mondo secondo schemi da guerra fredda, marando confini etici opinabili e rendendoli totalmente incapaci di uscire da certo manicheismo strabico che sa di stantio. E la prova di questo grande successo dello stato itaglione Ú che produce nuove generazioni di giovani che riproducono un immaginario colletivo nato nel 1945 quale Verbo laico di qualunque forma di stato possibile e "accettabile".

  10. #10
    a mia insaputa
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    LocalitÓ
    Casa mia
    Messaggi
    2,342
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non so fino a che punto attribuirne la creazione agli ingranaggi interni al movimento.
    L'attuale realtÓ, dove il fare politica Ŕ concepito essenzialmente come un modo per arrivare pi¨ che tranquilli alla pensione, propria e dei propri figli, direi che pi¨ che l'allontanamento da certe tematiche ha portato, per osmosi dalla brodaglia primordiale italica, alla produzione delle metastasi che ben conosciamo.
    Il "povero mario" non Ŕ affatto un male minore; direi piuttosto uno dei tanti specchietti per le allodole atti a stornare l'attenzione dai veri obiettivi, nonchŔ dai fallimenti...
    Insomma, tutto Ŕ funzionale a qualcosa. Quello che non serve, ad un organismo sano come ad uno in stato terminale, viene semplicemente espulso.
    Se c'Ŕ, il povero mario serve. Come serve uno che va in piazza a piantar casini. Che poi quest'ultimo su quei casini si faccia i suoi conti, purtroppo Ŕ storia ben pi¨ antica della tragicommedia legaiola..
    Quanto ai cessi rossi e ai pozzi neri, l'esperienza insegna che quando il numero gli garantisce un certo grado di copertura alla propria vigliaccheria, gli uni sono indistinguibili dagli altri; proprio perchŔ li muovono le stesse logiche che stanno alimentando il vivaio legaiolo attuale.. (cessi verdi a breve scadenza ? )
    L'unica differenza per quel poco che la mia esperienza mi insegna, Ŕ che tra il letame indifferenziato dell'ideologia nazional/socialisteggiante, alcuni "neri" - pochi - si distinguono per serietÓ e senso dell'onore, mentre i "rossi" sono troppo impegnati a dare ragione a se stessi in virt¨ dei loro pregiudizi.
    Ad ogni buon conto a sto punto dovresti essere ben contento di far la parte del corpo estraneo...


    Se ved˛m!
    Se ved˛m!

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Vivreste in un condominio pieno zeppo di fascisti e leghisti?
    Di alexeievic nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 91
    Ultimo Messaggio: 02-02-19, 19:56
  2. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 20-11-12, 16:56
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 11-05-12, 00:02
  4. I veri fascisti di oggi sono i leghisti
    Di Zefram_Cochrane nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 09-08-04, 19:13
  5. Le analogie tra leghisti e fascisti
    Di blob21 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 62
    Ultimo Messaggio: 23-04-04, 21:13

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226