User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: catto-comunisti

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Jan 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito catto-comunisti

    nel ultimo saggio del papa benedetto , c era una sorta di riflessione e di ripristino storico del marxismo come teoria filosofica.
    mi e venuto subito a pensare se il mondo cattolico adotta il marxismo da un punto di vista economica lasciando la parte filosofica aparte.

    forse sto dicendo una cazzata , ma riflettendoci ci potrebbe essere qualche forma di cattolicesimo di ispirazione marxisa e non e detto marxista .

    ke ne pensate da un punto di vista pratica sarà la sorte in italia , e nel mondo cosidetto " occidentale " e cattolico . al livello politico e sociale .

    (preciso ke io personalmente non condivido questa linea , semplicemente perche non sono cattolico ) ma vorrei sentire la vostra opinione

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Jul 2009
    Messaggi
    6,462
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da schutzstaffel Visualizza Messaggio

    ...ke ne pensate da un punto di vista pratica sarà la sorte in italia ,


    ...ci aveva provato il psiup nel 1946...










    p.s. il papa ha criticato financo l'esperienza della rivoluzione francese....trovo veramente anacronistico che possa riabilitare il marxismo...

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Jan 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    di sicuro non lo fara per sua libera scelta (riabilitare il marxismo ) .
    e poi siamo in una fase storica ben diversa del 1946 . in tutti sensi.

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    10 Jun 2009
    Messaggi
    2,367
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    discussione interessante, quanto difficile, più volte affrontata a partire da diversi stimoli, su questo forum.
    Tuttavia il problema va posto diversamente. Non si tratta di prospettare o di prevedere un'unità filosofica o di critica economica tra marxismo e mondo cattolico, cosa a mio avviso potenzialmente degenerativa:
    il cosiddetto catto-comunismo, frutto della potenziale critica di capitalismo e atomismo individualistico condivisa da cattolici e comunisti, può facilmente degenerare in catto-progressisimo, ovvero la scialba versione progressista del cattolicesimo tristemente diffusa in Italia, stante in una sorta di cristianesimo light condito da un po' di sociologia pauperistica e un po' di internazionalismo confuso e buonista, e tinteggiato da spontaneismo equo e solidale.
    Un mondo molto radicato nella società italiana, e altamente confusionario, seppur pieno di buona volontà.

    Al contrario, invece, il mondo cattolico, potrebbe convergere in maniera forte verso posizioni coerenti anti-capitalistiche-comunitarie a partire dalla critica alla dissoluzione individualistica che si traduce in coerente critica sistemica.
    In questo senso il cattolicesimo di sinistra non è una buona spalla. La buona spalla (brutta espressione, ma utile per capirci) è la diffusa sensibilità verso l'esigenza della demercificazione della vita sociale. Che non passa, come crede il 90% della popolazione, per l'accettazione supina del progresso e dei temi dei diritti civili tout court.
    Insomma per molti progressisti la Chiesa buona sarebbe quella che accetta il progresso e la scienza e abbozza un po' di critica redistributiva delle risorse.
    Non sarebbe questa, per i comunisti, una prospettiva interessante.
    La convergenza reale è nella critica alla merce come forma relazionale e alle conclusioni conseguenti che bisogna trarne circa il sistema in cui viviamo.

    Un debolezza di parte della critica cattolica (specie quella agostiniana, cioè più vicina alla sensibilità del protestantesimo) è l'incapacità di cogliere il lato sistemico delle cose, limitandosi alla critica delle azioni malvage del singolo. Capiamoci: tale approccio verso l'individuo è fino ad un certo punto assolutamente positivo ed anzi direi necessario. Si tratta peraltro di temi spesso trascurati dal marxismo volgare e dall'anticapitalismo militante, tutto teso a cercare critiche sistemiche annullando l'unicità e la responsabilità degli individui.
    Ma oltre un certo limite, l'oscuramento del lato sistemico delle cose, diviene pericoloso e controproducente. Poiché, se è vero che in ultimo l'individuo è unico e responsabile, è pur vero che esiste una forte componente sistemica e strutturale che andrebbe considerata sempre, in un giusto equilibrio tra contesto e singolo, singolo e contesto. Persona e sistema. Due mondi intrecciate e distinti.

    La scommessa della convergenza deve fondarsi sul reciproco riconoscimento della centralità della dimensione individuale e della dimensione sistemica, a formare un coerente sistema filosofico capace di comprendere il vero nucleo critico di questa epoca.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Jan 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da terraeamore Visualizza Messaggio
    discussione interessante, quanto difficile, più volte affrontata a partire da diversi stimoli, su questo forum.
    Tuttavia il problema va posto diversamente. Non si tratta di prospettare o di prevedere un'unità filosofica o di critica economica tra marxismo e mondo cattolico, cosa a mio avviso potenzialmente degenerativa:
    il cosiddetto catto-comunismo, frutto della potenziale critica di capitalismo e atomismo individualistico condivisa da cattolici e comunisti, può facilmente degenerare in catto-progressisimo, ovvero la scialba versione progressista del cattolicesimo tristemente diffusa in Italia, stante in una sorta di cristianesimo light condito da un po' di sociologia pauperistica e un po' di internazionalismo confuso e buonista, e tinteggiato da spontaneismo equo e solidale.
    Un mondo molto radicato nella società italiana, e altamente confusionario, seppur pieno di buona volontà.

    Al contrario, invece, il mondo cattolico, potrebbe convergere in maniera forte verso posizioni coerenti anti-capitalistiche-comunitarie a partire dalla critica alla dissoluzione individualistica che si traduce in coerente critica sistemica.
    In questo senso il cattolicesimo di sinistra non è una buona spalla. La buona spalla (brutta espressione, ma utile per capirci) è la diffusa sensibilità verso l'esigenza della demercificazione della vita sociale. Che non passa, come crede il 90% della popolazione, per l'accettazione supina del progresso e dei temi dei diritti civili tout court.
    Insomma per molti progressisti la Chiesa buona sarebbe quella che accetta il progresso e la scienza e abbozza un po' di critica redistributiva delle risorse.
    Non sarebbe questa, per i comunisti, una prospettiva interessante.
    La convergenza reale è nella critica alla merce come forma relazionale e alle conclusioni conseguenti che bisogna trarne circa il sistema in cui viviamo.

    Un debolezza di parte della critica cattolica (specie quella agostiniana, cioè più vicina alla sensibilità del protestantesimo) è l'incapacità di cogliere il lato sistemico delle cose, limitandosi alla critica delle azioni malvage del singolo. Capiamoci: tale approccio verso l'individuo è fino ad un certo punto assolutamente positivo ed anzi direi necessario. Si tratta peraltro di temi spesso trascurati dal marxismo volgare e dall'anticapitalismo militante, tutto teso a cercare critiche sistemiche annullando l'unicità e la responsabilità degli individui.
    Ma oltre un certo limite, l'oscuramento del lato sistemico delle cose, diviene pericoloso e controproducente. Poiché, se è vero che in ultimo l'individuo è unico e responsabile, è pur vero che esiste una forte componente sistemica e strutturale che andrebbe considerata sempre, in un giusto equilibrio tra contesto e singolo, singolo e contesto. Persona e sistema. Due mondi intrecciate e distinti.

    La scommessa della convergenza deve fondarsi sul reciproco riconoscimento della centralità della dimensione individuale e della dimensione sistemica, a formare un coerente sistema filosofico capace di comprendere il vero nucleo critico di questa epoca.
    grazie per il tuo sforzo , hai fatto una bella interpretazione , ma purtroppo non hai toccato il fondo , rimane il fatto della integrità dell ideologia cattolica come quelle delle altre religioni , a cui i cattolici non acceterano mai essere modificata perche cosi e la parola del DIO...
    in un contesto come qua in italia , questo fatto e insuperabile , e la critica sara limitata al livello puro economico e sindacale . per superarla , dovrebbe essere l internazionalismo in cui un sistema comprende le religioni come entità autonome a cui fanno parte come culture e stili di vita.a cui democraticamente vengono accetate in un sistema economico marxista .

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Jan 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    di fronte alle tendenze federaliste , credo ke un approcio del genere potrebbe essere unitarista e progressista ....con una precisazione di lotta di classe sopratutto un approcio verso i lavoratori e la classe povera cattolica .

  7. #7
    Fed
    Fed è offline
    email non funzionante
    Data Registrazione
    08 Jun 2009
    Messaggi
    650
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da schutzstaffel Visualizza Messaggio
    nel ultimo saggio del papa benedetto , c era una sorta di riflessione e di ripristino storico del marxismo come teoria filosofica.
    mi e venuto subito a pensare se il mondo cattolico adotta il marxismo da un punto di vista economica lasciando la parte filosofica aparte.

    forse sto dicendo una cazzata , ma riflettendoci ci potrebbe essere qualche forma di cattolicesimo di ispirazione marxisa e non e detto marxista .

    ke ne pensate da un punto di vista pratica sarà la sorte in italia , e nel mondo cosidetto " occidentale " e cattolico . al livello politico e sociale .

    (preciso ke io personalmente non condivido questa linea , semplicemente perche non sono cattolico ) ma vorrei sentire la vostra opinione
    Quello che io mi auspico è la nascita di un movimento cattolico e al contempo comunista nel senso più ampio del termine in quanto unica arma a disposizione dell' occidente per sconfiggere il capitalismo e fermare il degrado spirituale in cui si è caduti. Ho scritto nel senso più ampio, perchè un cattolico non potrà accetare totalmente la filosofia marxista specialmente la filosofia della storia, non condivisibile neanche dal mio punto di vista in quanto riduttiva della dimensione umana e dello stesso agire umano. Per il resto se ci si viene in contro a vicenda molti problemi potranno essere risolti, sciogliendo nodi che si portano avanti da due secoli, ma che in realtà oggi sono un semplice retaggio culturale da contestualizzare nel proprio tempo.
    Purtroppo però prima bisognerà attuare molte purghe sia in ambito cattolico (si sa benissimo chi) e in campo vetero-marxista. Palle al piede da levarsi il prima possibile

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Jan 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da My War Visualizza Messaggio
    Quello che io mi auspico è la nascita di un movimento cattolico e al contempo comunista nel senso più ampio del termine in quanto unica arma a disposizione dell' occidente per sconfiggere il capitalismo e fermare il degrado spirituale in cui si è caduti. Ho scritto nel senso più ampio, perchè un cattolico non potrà accetare totalmente la filosofia marxista specialmente la filosofia della storia, non condivisibile neanche dal mio punto di vista in quanto riduttiva della dimensione umana e dello stesso agire umano. Per il resto se ci si viene in contro a vicenda molti problemi potranno essere risolti, sciogliendo nodi che si portano avanti da due secoli, ma che in realtà oggi sono un semplice retaggio culturale da contestualizzare nel proprio tempo.
    Purtroppo però prima bisognerà attuare molte purghe sia in ambito cattolico (si sa benissimo chi) e in campo vetero-marxista. Palle al piede da levarsi il prima possibile

    communismo e mondo occidentale ...mi sembra un concetto contradditorio non credi ?

  9. #9
    Fed
    Fed è offline
    email non funzionante
    Data Registrazione
    08 Jun 2009
    Messaggi
    650
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da schutzstaffel Visualizza Messaggio
    communismo e mondo occidentale ...mi sembra un concetto contradditorio non credi ?
    No, a me non sembra. Perchè lo sarebbe?

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Jan 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    144
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da My War Visualizza Messaggio
    No, a me non sembra. Perchè lo sarebbe?
    il communiso e basato sulla lotta di classe , e non sulla civilta .
    unione dei lavoratori a prescindere dalla razza , religione lingua etc.
    la comune fatica e la lotta per vivere e avere diritti per una vita dignitosa verso un mondo giusto . e un sistema socio economico progressista , e non settario .

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-07-13, 17:32
  2. L'idolo dei catto-comunisti
    Di Giò nel forum Cattolici
    Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 22-09-09, 14:25
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-09-09, 10:07
  4. A proposito di nazione e di catto-comunisti
    Di Rick Hunter nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 22-05-05, 20:27
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-11-02, 18:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226