Episodi come questo, mettono in evidenza la necessità di rivedere l'ospitalità che offriamo a gente che pretende l'asilo politico. Questi creano problemi, al nostro vivere civile, costano un sacco di quattrini alle nostre comunità, aggrediscono le nostre guardie, e noi zitti, come pecoroni.


http://www.corriereadriatico.it/arti...84C7A818BDDC1C

Vigili urbani aggrediti nell’albergo che ospita i rifiugiati


SENIGALLIA – Un minore ha cercato di scappare dalla finestra della pensione Lory di Marzocca ieri mattina, per sfuggire ai vigili urbani che se la sono dovuta vedere con i parenti. L'episodio si è verificato all'interno dell'albergo che ospita i rifugiati in cerca di asilo politico. La polizia municipale si era recata sul posto per accompagnare il ragazzo straniero in una comunità per minori, in un altro comune delle regione. Il provvedimento per l'allontanamento era stato disposto dalla Prefettura. Il minorenne avrebbe tentato di uscire dalla finestra facendo pensare inizialmente ad un gesto disperato. La prontezza dei vigili urbani ha fatto si che il minore non finisse di sotto ma poi il gesto ha rivelato ben altre finalità, a giudicare dalla resistenza che il ragazzo ha manifestato. In realtà il suo era solo un tentativo di sottrarsi ad un destino, quello che lo attendeva nella comunità, al quale non sembrava volersi arrendere. Una dura resistenza gli agenti l'hanno trovata anche negli altri inquilini della pensione, presumibilmente parenti del ragazzo, che non volevano venisse allontanato. Sono stati infatti strattonati nel tentativo di impedire che il minore venisse portato via. Si sono consumati attimi di tensione ma alla fine tutto si è risolto per il meglio ed il minorenne, come disposto dal provvedimento di trasferimento, è stato prelevato e scortato dalla polizia municipale presso una comunità che si prenderà cura di lui. Sembra infatti che il ragazzo un po' ribelle già da qualche tempo stesse dando qualche preoccupazione, tanto da far prendere l'iniziativa di allontanarlo. Nel frattempo sul posto sono arrivati anche i carabinieri che si sono dovuti occupare di altri due ospiti, ai quali non era stato concesso l'asilo politico e verso i quali era necessario provvedere con l'espulsione in quanto clandestini. La notizia degli animi surriscaldati all'interno della pensione ha fatto in fretta il giro della città, assumendo proporzioni esagerate rispetto alla realtà dei fatti. I vigili urbani non sono infatti stati assaliti violentemente, come invece circolava voce, bensì strattonati, spintonati e bloccati ma senza riportare ferite.