Canti repubblicani ( mi sembrava ce ne foose già un 3rd con questo titolo; ma, chiedo venia, non lo trovo).


CANTO DEI COOPERATORI
leggo ,in un bell'articolo sulla Stampa del 13 gennaioa firma del musicologo Sandro Cappelletto, che l'autore delle musiche del Ballo Excelsior, Romualdo Marenco, avrebbe composto anche il canto sopra indicato.
Romualdo Marenco, mazziniano e massone, nel 1860 compone "Lo sbarco dei garibaldini in Sicilia " per il teatro Nazionale di Firenze ( credo sia stato l'equivalente dei nostri istant books). Primo violinista della Scala ( dopo aver lavorato all'estero) ne dirige anche i balletti; sono suoi Amor, Sport, EureKa , Luce; ma e soprattutto è al ballo Excelsior che sarà per sempre legato il suo nome. Nel 1880 si dimette da deputato perchè "non voglio essere deputato in un paese dove la libertà è calpestata". Dopo i fatti di Milano di fine secolo .sceglie il volontario esilio in Svizzera.

Non conosco il testo di tale canzone; ma suppongo, incrociando notizie dai Canti politici italiani di Mercuri e Tuzzi e dal Bella Ciao di Stefano Pivato che la musica sia la stessa che poi sarà usata per il "noi vogliam che ricchi e poveri"
Cercherò un po' di più nei prossimi giorni ( e se avrò tempo e quattrini andrò a cercare in libreria: "Romualdo Marenco. La riscoperta di un pioniere" scritto da un suo pronipote , Luigi Federico Garavaglia, ed edito di recente dalla editrice Excelsior.
Nel frattempo, se qualcuno ne sa di più, spero vorrà segnalarlo.