User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
Like Tree1Likes
  • 1 Post By Italiano

Discussione: Flat Tax.

  1. #1
    Juv
    Juv è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    03 Jun 2006
    Località
    Quel Posto Davanti al Mare
    Messaggi
    32,725
    Mentioned
    53 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Flat Tax.

    Bell'articolo sul perchè la Flat Tax è compatibile con la Costituzione Italiana e sui benefici (e problemi) derivanti dal suo impiego.


    Flat Tax, pregi e difetti

    Economia, diritto e tributi
    Scritto da Dario Stevanato
    Mercoledì 17 Dicembre 2014 10:17
    Le proposte, recentemente rilanciate da alcune parti politiche, di trasformare l’attuale imposta personale sul reddito in una “flat tax”, meritano la considerazione degli studiosi, che non devono schierarsi aprioristicamente pro o contro tali proposte, quanto metterne in luce i benefici, gli svantaggi e ancor prima la stessa fattibilità, giuridica ed economica.
    In quest’ottica, occorre in via preliminare farsi carico dell’obiezione, che molti stanno avanzando, secondo cui un modello di “flat tax”, cioè un’imposta ad aliquota proporzionale con esenzione del minimo vitale ed eventuali deduzioni/detrazioni decrescenti al crescere del reddito, non sarebbe nemmeno concepibile, in quanto in contrasto con l’art. 53 secondo comma della Costituzione e il principio di progressività. In realtà, se si considera che la Costituzione non richiede imposte ad aliquote progressive, ma solo che il sistema sia ispirato a “criteri” di progressività, non vi è ragione per escludere dal novero delle opzioni normative quella di un’imposta sul modello della “flat tax”, che realizza la cosiddetta progressività “per detrazione” (o per deduzione), e a seconda dell’estensione della fascia esente, dell’introduzione di ulteriori deduzioni e del livello dell’aliquota, può dar luogo ad una progressività anche molto accentuata. Per un maggiore approfondimento sul punto rinvio comunque al capitolo nono del mio “La giustificazione sociale dell’imposta” (Il Mulino, 2014), in cui ho cercato di dimostrare che un qualsivoglia tasso ancorché minimo di progressività rispetta l’art. 53, che in realtà pone il solo limite di “non regressività” del sistema.
    Stabilito che la “flat tax” non è incompatibile con la nostra Costituzione, ne vanno esaminati vantaggi e controindicazioni. I benefici della flat tax sono molti: in termini di semplicazione del sistema, poiché verrebbero disboscate o eliminate del tutto le miriadi di detrazioni, oneri deducibili, agevolazioni, etc., affastellatesi negli anni e fonti di irrazionalità e inefficienza (oltre che di perdita di gettito); facendo venir meno i disincentivi a produrre “al margine” (effetto sostituzione), gli splitting del reddito e gli arbitraggi fiscali (si pensi all’utilizzo del trust o di intestazioni societarie di beni utilizzati per il godimento personale al fine di evitare la progressività dell’aliquota personale); reintroducendo un minimo di equità nel trattamento di redditi appartenenti a diverse categorie, ponendo così fine a quella “discriminazione qualitativa dei redditi” all’incontrario che connota l’ordinamento italiano, in cui i redditi temporanei, di lavoro, sono tassati ad aliquote progressive, mentre quelli perpetui, fondati sul capitale, scontano un’imposta proporzionale.
    L’aliquota della “flat tax” andrebbe tuttavia fissata, ragionevolmente, ad un livello più elevato del 15 o del 20 per cento (come indicato da alcune proposte avanzate in sede politica), e assestarsi piuttosto su livelli attorno al 25-27 per cento. In questo modo, unitamente a una significativa fascia esente, si otterrebbero non solo un adeguato tasso di progressività, ma ulteriori risultati in termini di equità e trasparenza del sistema: l’aliquota della flat tax verrebbe infatti allineata a quella dei redditi di capitale e delle plusvalenze (le odiate “rendite finanziarie”…), e a quella applicabile ai redditi societari (oggi pari al 27,5 per cento). Un tale allineamento appare anzi imprescindibile: lo stesso non solo renderebbe neutrale lo strumento giuridico di esercizio dell’impresa, ma eliminerebbe alla radice il problema di tassazione dei dividendi e quello del coordinamento tra fiscalità societaria e fiscalità dei soci. Un’aliquota di questo tipo sembra inoltre maggiormente in grado di garantire la sostanziale invarianza del gettito, che a sensazione un tasso d’imposta del 15-20 per cento metterebbe a rischio (come parrebbero dimostrare anche alcuni primi calcoli che sono stati effettuati).Nella perdita di gettito occorrerebbe tener conto anche della riduzione dell’aliquota sostitutiva sul risparmio e di quella sui redditi societari, che certo non potrebbero essere oggetto di aliquote differenziate come accade oggi. Certo una parte di tale gettito potrebbe essere recuperata contando sulla minore convenienza a evadere o a eludere, ma qui sembra molto difficile fornire delle cifre attendibili.
    Resterebbe da risolvere, invece, il problema dell’esenzione del minimo vitale per i redditi prodotti attraverso società, non facilmente gestibile se non ipotizzando un rimborso ai soci di una quota delle imposte pagate dalla società, dietro dimostrazione della situazione personale del singolo socio. Nei sistemi di “flat tax” la fascia esente assume un rilievo maggiore rispetto ai tributi personali con aliquote progressive, posto che è sulle deduzioni alla base che si gioca in buona parte l’effettivo grado di progressività del sistema. Dunque la stessa andrebbe garantita, in qualche modo, anche ai redditi prodotti attraverso strutture societarie, ma non c'è dubbio che si tratti di uno snodo tecnico assai complicato, noto da tempo agli studiosi della tassazione dei redditi societari.
    La flat tax comporterebbe d’altra parte la perdita di alcune caratteristiche di “personalità” dell’imposta, legate alle detrazioni per carichi di famiglia, alla detrazione/deduzione di spese mediche e di molte altre spese aventi rilevanza sociale. Mi sembra tuttavia che i pregi, in termini di semplicità applicativa, semplificazione del sistema, eliminazione di arbitraggi, equità orizzontale nel trattamento di redditi aventi diversa natura, potrebbero sopravanzare i benefici, senza rinunciare del tutto a quella “equità verticale” che anche la progressività per deduzione è a certe condizioni in grado di garantire. E comunque non si deve dimenticare che l’attuale Irpef ad aliquote progressive è ben lontana dal modello della “comprehensive income tax”, visto che molti redditi sfuggono all’imposizione progressiva (come i canoni di locazione e i rendimenti del risparmio).


    Flat Tax, pregi e difetti
    Ultima modifica di Juv; 18-12-14 alle 00:49
    "Insomma se è in gamba, ti porta l'aereo così basso.. ehehehe...
    Lei dovrebbe vederlo, è uno spettacolo: un gigante come il B-52.... BHOOAAAMMM!!!!.. con i gas di scarico t'arrostisce le oche vive!!"

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    815
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Flat Tax.

    Flat tax 15/ 20 / 25 % quello che si vuole, ma dopo se qualcuno pensa ancora di evadere. Caput !!!!

  3. #3
    Estinto
    Data Registrazione
    28 Mar 2010
    Località
    Eurasia
    Messaggi
    9,390
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Flat Tax.

    Non sono d'accordo che la flat tax vada adeguata a quella dei redditi societari e delle rendite finanziarie: nel primo caso sarebbe invece utile abbassarla al 15/20% così da dare respiro alle imprese mentre nel secondo caso trovo assurdo che i redditi derivanti dal LAVORO vengano tassati come quelli da NON LAVORO, mentre quest'ultimi andrebbero tassati maggiormente dei redditi societari e personali, proprio allo scopo di incoraggiare l'investimento produttivo a discapito di quello improduttivo costituito dalle rendite (la balla che più capitale hanno in pancia le banche, più ne prestano all'economia reale, ha ormai perso credibilitá...).
    Ultima modifica di Italiano; 16-01-15 alle 19:17
    sentenza53 likes this.

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    815
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Flat Tax.

    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    Non sono d'accordo che la flat tax vada adeguata a quella dei redditi societari e delle rendite finanziarie: nel primo caso sarebbe invece utile abbassarla al 15/20% così da dare respiro alle imprese mentre nel secondo caso trovo assurdo che i redditi derivanti dal LAVORO vengano tassati come quelli da NON LAVORO, mentre quest'ultimi andrebbero tassati maggiormente dei redditi societari e personali, proprio allo scopo di incoraggiare l'investimento produttivo a discapito di quello improduttivo costituito dalle rendite (la balla che più capitale hanno in pancia le banche, più ne prestano all'economia reale, ha ormai perso credibilitá...).
    Trovo giusto il tuo ragionamento.

 

 

Discussioni Simili

  1. flat tax e sud
    Di luigi maria op (POL) nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 27-01-09, 19:47
  2. flat tax
    Di El_Manta nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 21-08-07, 13:12
  3. Flat Tax
    Di apibroker (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 07-11-06, 19:56
  4. e il Flat??????
    Di padus996 (POL) nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-07-02, 00:37

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226