User Tag List

Pagina 1 di 94 121151 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 940
Like Tree51Likes

Discussione: Accade in Amerika.

  1. #1
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    30,401
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Accade in Amerika.

    America nel caos - Rischio Calcolato

    Guest post da Hescaton articolo di Fenhir
    Nel silenzio assordante dei media di regime, che non possono macchiare l’immagine degli Stati Uniti in ripresa, la realtà è che l’esplosione sociale ed etnica, già da noi preannunciata in altri nostri articoli, si fa sempre più grave. E dopo le rivolte di Ferguson, per la morte di un ragazzo nero che poi si sono diffuse a macchia d’olio in diverse città statunitensi, dopo i diversi episodi violenti contro la Casa Bianca e il Congresso, sabato 25 aprile è il Maryland e precisamente la città di Baltimora ad essere travolta dai manifestanti di colore che hanno letteralmente devastato la città, distrutto auto della polizia, auto private, saccheggiato e distrutto vetrine dei negozi e picchiato e intimidito bianchi. Direi non proprio la perfetta immagine di un paese in ripresa e crescita. Una crescita, che come ben sapete, riguarda soltanto gli utili di pochi miliardari e finanzieri e assolutamente non la maggioranza della popolazione. Una mancata ripresa, quella americana, che si abbatte in primis sulla minoranza di colore, da sempre economicamente più povera rispetto e ai bianchi ed ora, complice la crisi mondiale, decisamente in difficoltà e che quindi riversa la propria rabbia e il proprio malcontento per l’atteggiamento razzista della polizia che non si fa scrupoli ad uccidere neri disarmati ( fenomeno stranamente in crescita e che potrebbe farci sospettare una volontà precisa che mira alla strategia della tensione).
    Ecco alcune foto che probabilmente non vi faranno vedere i tg, ma che è giusto mostrare per far capire la gravità di quello che da tempo sta succedendo nelle città americane e che recentemente ha riguardato e riguarda Baltimora:
    Le rivolte sono finite con diverse decine di arresti. Oggi è previsto il funerale di Freddy Gray, il ragazzo afroamericano ucciso dopo l’arresto e potrebbe essere un nuovo momento di tensione per Baltimora, dato che è prevista la partecipazione di migliaia di afroamericani. La situazione negli USA si fa sempre più grave e segue purtroppo la tragica direzione che a nostro avviso porta alla guerra civile, come prospettato nel nostro articolo 2016-2018: USA in guerra civile.
    A questa già grave situazione, si aggiunge la strana operazione chiamata Jade Helm, esercitazioni militari sul suolo degli Stati Uniti, che partirà dal 15 luglio e finirà il 15 settembre. I militari dovranno mischiarsi tra la popolazione e individuare sacche ostili al governo federale, interrogare la popolazione ed eventualmente deportare attivisti politici nemici in campi di concentramento temporanei dove saranno “rieducati”. Questo articolo dell’Antidiplomatico spiega nel dettaglio questa inquietante operazione.
    Nella mappa di sotto, sono individuati gli stati che nell’esercitazione saranno considerati ostili, e già possiamo notare il Texas e il sud della California, scenario abbastanza realistico considerando le forti velleità secessionistiche texane e la forte concentrazione ispanica in California.
    Noi possiamo spingerci a fare delle supposizioni sul reale scopo di questa esercitazione e abbiamo tre ipotesi:
    1) Preparare psicologicamente la popolazione a futuri scenari di guerra civile abituandoli alla presenza di uomini armati e mezzi militari. Oltre a preparare i militari stessi ad operazioni urbane.
    2) Abolizione o sospensione del diritto di possedere armi e conseguente sequestro delle stesse. Questa possibilità, già in passato ha provocato una miriade di reazioni contrarie ed è possibile che il governo invii i militari per le strade con la scusa di un’esercitazione per poi sostenere il decreto con la forza.
    3) Quest’operazione può essere l’inizio di una legge marziale non ufficiale, in previsione dei sempre continui scontri e della possibilità di un probabile crollo di Wall Street e/o del dollaro che porti effettivamente gli USA nell’anarchia.
    Sta di fatto che a nostro avviso, la seconda metà del 2015 sarà una stagione calda dal punto di vista economico e politico-sociale, dove in tutto il mondo diversi importanti nodi stanno venendo al pettine. Gli Stati Uniti, dopo aver sostenuto la più grande bolla di tutti i tempi, ora rischiano di essere travolti dal suo scoppio. Se già ora, ogni settimana, una città americana è travolta da proteste e scontri, quando la bolla scoppierà la situazione sarà così grave che l’operazione Jade Helm da esercitazione diventerà realtà.
    Del resto basta riflettere, la Russia o la NATO compiono esercitazioni militari sui loro rispettivi confini, in previsione di un possibile conflitto, se gli USA hanno sentito il bisogno di un’operazione militare sul loro territorio, vuol dire che l’intelligence e il governo sanno effettivamente qual è la situazione e si preparano al peggio. In questa operazione noi vediamo un bruttissimo segnale che preannuncia con forza l’imminente crollo dell’Impero Americano. Se questo articolo ti è piaciuto, non perderti Libertà Indefinita, un saggio sulla libertà e sulla legittimità di un sistema, il nostro, sempre più contestato dalla popolazione.
    amaryllide likes this.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    30,401
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Accade in Amerika.

    I disordini civili di Baltimora sono solo l'inizio di qualcosa di molto più grande. Michael Snyder










    I media mainstream hanno ignorato che uno dei principali organizzatori delle proteste è un noto razzista

    Notizia presa dal sito L'Antidiplomatico visita L'Antidiplomatico

    Sabato sera, la città di Baltimora somigliava ad una zona di guerra mentre le proteste per la morte di Freddie Gray, un ragazzo nero di 25 anni morto mentre era in custodia della polizia a seguito delle lesioni riportate durante l’arresto, diventavano sempre più violente. Auto distrutte, negozi saccheggiati.



    Un democratico di spicco sostieneva che chi aveva commesso la violenza proveniva "principalmente da fuori città ", ma come si fa a saperlo? Oggi, spiega Michael Snyder, ci sono circa 2,7 milioni di persone che vivono nell'area metropolitana di Baltimora. E' una zona conosciuta per la povertà, la criminalità e il traffico di droga e, mentre le tensioni razziali continuano ad aumentare negli Stati Uniti, Baltimora è una polveriera che potrebbe scoppiare in qualsiasi momento, letteralmente. Se questo è il modo in cui la gente agisce quando le condizioni economiche sono ancora relativamente stabili in questo paese, cosa potrebbe accadere quando le cose inizieranno ad andare veramente male?




    Sabato 11 aprile, Snyder ha tenuto una presentazione a Dallas, Texas, in cui ha avvertito dei tumulti e dei disordini civili che avrebbero presto interessato gli Stati Uniti. La diapositiva 145 della presentazione indicava la città di Baltimora come una delle città in cui questo sarebbe accaduto. Prima Ferguson, ora Baltimora e poi forse il resto del paese.

    Una delle cose che viene ignorato da molti media mainstream è il fatto che uno dei principali organizzatori delle violente proteste di Baltimora è un noto razzista ed ex presidente nazionale del New Black Panther Party di nome Malik Shabazz, attualmente il presidente di una organizzazione chiamata "Black lawyers for Justice" che si è detto "non sorpreso" dalle esplosioni di rabbia perché la gente qui "non ha giustizia."

    Se si marcia per la"giustizia", ​​non si gettano oggetti a passanti casuali, non si saccheggiano i negozi o si distruggono le auto, commenta Snyder.

    Naturalmente tutto questo non viene dal nulla, Le tensioni razziali sono state fomentate dai media mainstream, dai politici, e da altri leader nazionali di primo piano per anni. Anche i pastori stanno infiammando le tensioni ...

    L'attivista Jamal Bryant, parroco della Empowerment Temple AME Church, ha detto alla sua congregazione che "qualcuno pagherà per la morte di Gray", come riporta l'Associated Press.

    Se "sei nero in America, la tua vita è sempre in pericolo", ha detto Bryant.

    Purtroppo, tutto questo odio e questa rabbia sono solo un altro segno del degrado sociale che sta divorando le fondamenta della società americana come un cancro.

    E se la gente è disposta ad agire in questo modo quando l'economia americana è ancora relativamente stabile e le cose stanno andando relativamente bene in America, che cosa hanno intenzione di fare quando non avranno i soldi in tasca e non sapranno quando si ciberanno la prossima volta?

    Quello che abbiamo visto a Baltimora sabato sera è stato solo l'inizio. Le violenze si sono ripetute lunedì, dopo la fine dei funerali di Freddie Gray.




    Dopo qualche ora dall’inizio delle violenze, il governatore dello Stato, Larry Hogan, ha dichiarato lo stato di emergenza e ha attivato la Guardia Nazionale.

    Il sindaco di Baltimora, Stephanie Rawlings-Blake, ha imopsto un coprifuoco di una settimana dalle 22 alle 5,

    Il Colonnello William Pallozzi della Polizia di Stato del Maryland ha annunciato che fino a 5.000 funzionari delle forze dell'ordine saranno richiesti alla regione Mid-Atlantic per aiutare a reprimere la violenza a Baltimora













    Nell'articolo ci sono anche dei video.
    Ultima modifica di ventunsettembre; 28-04-15 alle 16:53
    amaryllide likes this.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  3. #3
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    30,401
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Accade in Amerika.

    Quanto sta iniziando ad accadere parrebbe confermare una delle rivelazioni di John Titor, la cui storia è da prendere MOLTO con le molle, ma che riporto a puro titolo di cronaca,sperando di non mandare in vacca da subito il thread..
    Aveva preconizzato, arrivando a suo dire dal futuro, la guerra civile negli USA, pur sbagliando i tempi a quanto pare.
    Ma per uno che arriva dal futuro...

    JOHN TITOR
    Qualche anno fa su Internet, e precisamente Il 2 novembre 2000, qualcuno, usando l’appellativo di “Timetravel_0” ed in seguito il nome di John Titor, inizia a scrivere messaggi in vari forum di Internet dedicati ai viaggi nel tempo e dichiara di essere un viaggiatore nel tempo proveniente dal 2036. Egli dichiara di essere un soldato e di lavorare per un progetto governativo: pur essendoci ben altri sette viaggiatori temporali, per questa missione è stato scelto proprio lui, per il legame di parentela che lo lega al nonno, ingegnere dell'IBM: è stato infatti inviato nel 1975 per incontrare e recuperare dal nonno un computer trasportabile IBM 5100, che a suo dire contiene
    importanti funzioni che gli permettono di svolgere un'operazione vitale per il mondo del 2036 e cioè di effettuare conversioni fra i vecchi sistemi IBM e UNIX e permettere così all'epoca di Titor (2036 circa) di sopravvivere al collasso dei sistemi UNIX previsto per l’anno 2038.
    Le nascoste proprietà della macchina risiederebbero, per Titor, nella capacità di tradurre i linguaggi UNIX, APL e BASIC tra loro. Dopo aver recuperato il computer, Titor sta facendo sosta nell'anno 2000 (anno appunto in cui inizia a lasciare messaggi in internet) per far visita alla propria famiglia e a se stesso da bambino e per vedere di persona gli effetti del Millenium Bug.
    Nei suoi molti messaggi, Titor dichiara di non voler convincere nessuno dell'autenticità della propria storia ma risponde in modo esauriente alle domande nei forum e fornisce dettagli tecnici e anche alcune immagini della sua "macchina del tempo": un modello C204, che verrà fabbricato nel 2034, pesante circa 250 chili. Le discussioni che sostenne, le risposte alle domande che gli furono poste, fecero cambiare idea a molti, i quali finirono per credere a quanto l’uomo affermava.
    Il 24 marzo 2001, John Titor annuncia il proprio ritorno nel 2036 e da allora non si è più fatto sentire.
    Ovviamente, tra le domande più ricorrenti formulate a Titor durante le sue conversazioni, ci sono quelle riguardanti fatti od avvenimenti recenti che, ovviamente, un uomo del futuro non può non conoscere: chi vincerà il campionato di calcio, quante sono state le vittime dell’incidente aereo di ieri, quale sarà l’andamento della borsa per i prossimi mesi, ecc. Titor, però, ha sempre evitato di rispondere a domande come queste, giustificandosi affermando di non ricordarsi con questa frase “nessuno di voi è in grado di ricordare che tempo abbia fatto il 26 aprile 1974, come nessuno di voi ricorderebbe quante persone precisamente siano morte, per esempio, nella tal strage, ecc.”. Al contrario, Titor rispose molto volentieri alle domande riguardanti il futuro del mondo. Ed il futuro che prospetta non è affatto dei più rosei, e si concluderà in una guerra nucleare globale molto breve ma devastante nel 2015.
    In America, il presidente del 2005 (che Titor non indica nel nome), cercherà di essere il nuovo Lincoln, cercando di tenere uniti gli stati, ma le loro polizie negheranno alcuni punti della Carta dei Diritti. Nel 2009 si insedierà un nuovo presidente, che, però, non cercherà di fare nulla per rimediare alla situazione di crisi. Nel resto del mondo, andranno acutizzandosi i problemi in Medio Oriente, soprattutto a causa dell’instabilità occidentale: Israele sarà attaccato dai paesi islamici (il riferimento è da intendere nel senso di attacchi kamikaze); a sua volta, Israele, supportato militarmente dai paesi occidentali, risponderà all’offensiva. La guerra, dice Titor, sarà condotta utilizzando armi nucleari e di distruzione di massa. In Estremo Oriente, invece, la Cina, sfruttando l’instabilità politica mondiale, “annetterà forzatamente” Corea, Taiwan e Giappone. La situazione collasserà definitivamente nel 2015, quando la Russia, per “rimettere in ordine le cose”, bombarderà Europa (in risposta allo schierarsi di un massiccio esercito europeo in Germania), Australia, Cina e Stati Uniti: sarà questa la Terza Guerra Mondiale, che causerà 3 miliardi di morti. Titor non dice precisamente quando il bombardamento avrà inizio, tuttavia si lascia sfuggire la data del 12 marzo 2015, ore 3.45, ora di Washington.
    Le radiazioni e alcuni effetti degli impulsi elettromagnetici generati dalle armi nucleari renderanno inutilizzabili taluni macchinari: per questo, nel 2036 ci sarà ancora chi userà macchine da scrivere, biciclette e vecchie stufe a legna. Il lavoro manuale sarà molto praticato, essendo venute meno le grandi distribuzioni e la possibilità di commerciare al di fuori della propria realtà territoriale. La maggior parte dei territori colpiti dalle bombe sarà radioattiva, per cui sarà necessario, per esempio, depurare l’acqua prima di berla. A tutti sarà richiesto un addestramento militare ed una buona conoscenza delle armi da fuoco: questo per l’autodifesa e la sopravvivenza.
    Diverranno più rapidi i trasporti, soprattutto via binario, migliorerà la tecnologia applicata alla medicina, l’AIDS sarà sconfitta, gli studi sul cancro avanzeranno ma si diffonderà maggiormente la Sindrome della Mucca Pazza e la manipolazione genetica e riprenderanno i viaggi spaziali. Sarà permessa la manipolazione spermatica e delle cellule-uovo, poiché sarà molto difficile procreare.
    La storia di John Titor, l’uomo del futuro, come spesso accade per argomenti come questi, affascina molto sia perché fa un certo effetto parlare con qualcuno proveniente dal futuro di cose ancora da venire, sia perché le implicazioni scientifiche hanno un sapore fantascientifico e fanno sognare. Comunque sia, che quest’uomo sia un folle od un reale viaggiatore temporale, i suoi interventi hanno spaccato in due gruppi tutti coloro che si sono imbattuti nei suoi scritti, “credenti” e “non credenti”: vediamo il perché.
    - L'analisi dei messaggi di Titor produce risultati ambigui. Le immagini della sua "macchina del tempo" sono pessime e il "manuale" sembra veramente dilettantesco (specialmente se si considera che è stampato nel 2030 e passa), eppure Titor ha dimostrato una notevole padronanza della terminologia della fisica avanzata e dell'informatica.
    - Titor ha previsto erroneamente che vi sarebbe stata una guerra civile in USA dal 2004 al 2015 e che l'edizione finale delle Olimpiadi sarebbe stata nel 2004 (mentre le Olimpiadi Invernali del 2006 si sono tenute); ma si è coperto le spalle "spiegando" che esistono molti mondi paralleli al nostro e che in ciascuno di questi mondi gli eventi sono leggermente differenti; lui proverrebbe in realtà da uno di questi mondi e avrebbe raccontato la cronologia di quel mondo, che può essere divergente rispetto alla nostra.
    Tuttavia, a favore di Titor giocano alcuni elementi assai rilevanti:
    - Un aspetto interessante della sua storia però, è appunto la questione dell'IBM 5100: infatti le funzioni non documentate descritte da John Titor esistono realmente ed erano effettivamente segrete all'epoca della commercializzazione di questo modello di computer. IBM tenne segreta quest'emulazione perché temeva che la concorrenza ne approfittasse, dato che permetteva ai programmatori di accedere alle funzioni dei mastodontici computer IBM degli anni Sessanta.
    - John Titor, abbiamo visto, ha descritto, in maniera piuttosto dettagliata, le scoperte che saranno compiute dal CERN e le applicazioni che da queste deriveranno. Alla fine del 2001, dunque a circa un anno di distanza dalle affermazioni di Titor, come lui stesso ha preannunciato il CERN ha confermato ufficialmente la possibilità di creare artificialmente mini buchi neri;
    - tra le sue “profezie”, Titor ha parlato dell’Iraq, affermando come Saddam Hussein non possedesse alcuna arma di distruzione di massa e di come, nonostante questo, una guerra venisse scatenata con lo scopo ufficiale di rimuovere tali armi;
    - Titor ha presentato una notevole conoscenza di alcuni importanti campi della fisica, esponendo con parecchia proprietà e sicurezza argomenti assai complessi: se quest’uomo fosse un impostore, gli andrebbero comunque fatti i complimenti per la sua preparazione.
    Ultima modifica di ventunsettembre; 28-04-15 alle 17:02
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    38,561
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Accade in Amerika.

    Razze, razzismo, scontri razziali?
    Ma non era roba da hitler e padani?
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    08 Jan 2011
    Messaggi
    2,289
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Accade in Amerika.

    Questo è quel che accade, quando si vogliono mischiare le razze. Che bel risultato. Ahh che meraviglia la società multiculturale.

  6. #6
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    30,401
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Accade in Amerika.

    La peggior società del mondo, tenuta insieme solo con le armi, la violenza e la pena di morte, oltre che con l'unica industria che tira, quella delle armi, creatrice di guerre continue in tutto il globo, è destinata ad esplodere.
    Non può andare diversamente.
    amaryllide likes this.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  7. #7
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,070
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Accade in Amerika.

    da quando sono nati, per tenere assieme gli USA ci vuol sempre un nemico esterno ... sotto questo aspetto l'itaglia ne è la copia peggiore (basta rileggersi la storia dal 1848 ad oggi)

  8. #8
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    30,401
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Accade in Amerika.

    Ma vuoi farmi vomitare bile?
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    1,785
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Accade in Amerika.

    Citazione Originariamente Scritto da ventunsettembre Visualizza Messaggio
    La peggior società del mondo, tenuta insieme solo con le armi, la violenza e la pena di morte, oltre che con l'unica industria che tira, quella delle armi, creatrice di guerre continue in tutto il globo, è destinata ad esplodere.
    Non può andare diversamente.

    D'accordo 21, ma però voglio precisare che lo schifo attuale lo sta esportando la scandinavia, la svezia in primo piano.
    Negli usa nonostante tutto, i resistenti etnici ci sono.

    Devo dire che comunque è interessante la discussione aperta su tale argomento.
    Freezer likes this.

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    1,785
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Accade in Amerika.

    Questo giornalista, Colin Flaherty, una voce politicamente scorretta degli usa, spiega con 3 libri cosa ha generato le rivolte degli afro-americani contro la polizia e la società bianca.





    http://www.amazon.com/Dont-Make-Blac...SIN=1508585024

    L'autore spiega bene con razionalità e padronanza di linguaggio cosa genera questi disordini che tanto parlano i quotidiani.

    Secondo lui c'è in atto una vera e propria violenza contro donne di pelle chiara, gay, bambini, anziani, anche col gioco "gameout" - che secondo lui è etnico, quindi i media cercano lo scontro razziale, parteggiando per le minoranze.

    Il libro sta avendo molto successo.

    In italia si evita di parlate di tale personaggio.

    Qui spiega la violenza nelle scuole a ferguouson:

    Colin Flaherty: The Cause of Black Violence in Ferguson Schools - David Horowitz Freedom Center

    Colin Flaherty - White Girl Bleed a Lot, Knockout Game, black on white crime.

 

 
Pagina 1 di 94 121151 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Amerika!
    Di ventunsettembre nel forum Padania!
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-07-14, 10:57
  2. Greetings from Amerika!
    Di Pieralvise nel forum Destra Radicale
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 28-08-09, 22:17
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-10-04, 02:27
  4. Amerika!
    Di yurj nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-12-02, 20:37

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224