User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Pericolo Giallo

  1. #1
    Montagnardo
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    6,447
    Mentioned
    321 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Pericolo Giallo



    Il terrore giallo in tutta la sua gloria
    , vignetta satirica del 1899.

    Il cosiddetto pericolo giallo è una teoria del complotto risalente al XIX secolo secondo la quale i popoli asiatici avrebbero potuto conquistare i paesi bianchi e governare il mondo, sovvertendo i valori, la cultura e il sistema di vita occidentali. Nell'Ottocento si intendeva come pericolo cinese, ma dagli inizi del Novecento si intese anche il Giappone, uscito vittorioso dalla guerra russo-giapponese del 1904-1905.




    Interpretazione del "pericolo giallo" nell'arte: "Popoli d'Europa, conservate i vostri beni più sacri", Hermann Knackfuß 1895. In primo piano la rappresentazione allegorica dei popoli europei armati, con una croce sospesa sopra di essi, mentre un angelo che brandisce una spada fiammeggiante indica un Buddha cinese, demonizzandolo.

    Questa teoria iniziò a diffondersi con la prima immigrazione cinese in Australia e in California alla fine dell'Ottocento, portando alla coniazione del termine di "formicaio" asiatico (forse attribuito al Kaiser Guglielmo II) nell'ambito del tentativo del sovrano tedesco di unire le nazioni occidentali che possedevano colonie in Asia contro il pericolo della crescita della Cina e del Giappone.

    Il francese Austin de Croze nel 1904 scrisse nel suo libro Le péril jaune et le Japon:
    «Si teme che i giapponesi si fondano con i cinesi, li modernizzino, rendendoli dei "cittadini" e quindi diventino la prima potenza al mondo. Di questo che è chiamato il Pericolo giallo noi dimostreremo la puerilità».

    Nel 1911 un predicatore avventista statunitense, Greenberry George Rupert, era di tutt'altro avviso pubblicando The Yellow Peril, or the Orient vs. the Occident as viewed by modern statesmen and the ancient prophets, sulla teoria che gli "ultimi giorni" avrebbero visto una lotta tra Oriente e Occidente, alimentando la sinofobia d'oltreoceano e in generale la xenofobia nei confronti degli asiatici. Rupert fece riferimento a "i Re dall'Oriente" in Apocalisse 16:12, una predizione dell'evento. Egli affermò inoltre che l'India, la Corea, il Giappone e la Cina stessero già minando la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, ma che Gesù Cristo li avrebbe fermati con la scontata vittoria occidentale sugli orientali.

    Ma è la guerra russo-giapponese a convincere i sostenitori del pericolo giallo a portare avanti le proprie teorie. La prima guerra del XX secolo. L'annientamento della flotta russa nello stretto di Tsushima nel 1905 sarebbe stato citato in modo durevole nella memoria occidentale. Il giornale francese Le Siècle definì il Giappone una nazione bambina con corazzate-giocattolo non abbastanza ragionevole e descrivendo i giapponesi come disturbatori dell'ordine pubblico e della pace, dei barbari indebitati con l'Europa civilizzata.

    Nella cultura popolare di quei tempi ha molto successo la retorica razzista sinofobica e antigiapponese, attraverso la paranoia occidentale per popoli lontani e diversi. Tra i primi esempi c'è il romanzo dell'americano Pierton William Dooner del 1880 The Last Days of the Republic, dove si immagina una sollevazione degli immigrati cinesi per assumere il controllo degli USA. Ma l'opera più classica del pericolo giallo fu ideata a partire dal 1912 dal britannico Sax Rohmer coi romanzi di Fu Manchu, un supercattivo scienziato dai tratti satanici che comanda una società segreta e mira a cacciare gli occidentali dall'Asia, intervenendo nella politica mondiale e finanziandosi attraverso il crimine organizzato. Lo stesso celebre Jack London scrisse un racconto fantapolitico nel 1914 Guerra alla Cina. L'inaudita invasione ambientato tra il 1976 e il 1987, descrive una Cina con una popolazione sempre in crescita che colonizza le nazioni vicine, con l'intenzione finale di dominare il pianeta, allora le nazioni occidentali iniziano una guerra biologica spietata sterminando tutta la "razza gialla" e i sopravvissuti sono messi a morte. L'opera si conclude col "risanamento della Cina" e la sua colonizzazione da parte degli occidentali.

    Lo scrittore Howard Philips Lovecraft era ossessionato ad esempio dal pericolo giallo, ritenendo che la cultura asiatica avrebbe inghiottito il mondo: ne L'orrore a Red Hook del 1927 "immigrati dagli occhi a mandorla praticano riti innominabili in onore degli dèi pagani alla luce della Luna".

    Fino ai giorni nostri il pericolo giallo (ritornato ad essere prettamente cinese dopo la Seconda guerra mondiale) non è sparito, ad esempio da noi appena i cinesi investono in qualcos'altro che non siano ristoranti, si scatena l'isteria contro il "pericolo giallo" e si parla di presunti piani di conquista della Triade, la mafia cinese. Stando alle cronache locali, è vero che in alcuni casi i nuovi proprietari cinesi hanno comprato il bar in contanti; così come è vero che ci sono stati casi di evasione fiscale o tentativi di corruzione per eludere la burocrazia. Si tratta di casi singoli, che non riguardano tutti i 260mila cinesi residenti in Italia. Senza contare il fatto, inoltre, che non si tratta di reati commessi esclusivamente dalla comunità cinese.











    Ultima modifica di Rotwang; 03-01-16 alle 17:12

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    23,800
    Mentioned
    309 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)

    Predefinito Re: Pericolo Giallo

    Citazione Originariamente Scritto da Rotwang Visualizza Messaggio
    appena i cinesi investono in qualcos'altro che non siano ristoranti, si scatena l'isteria contro il "pericolo giallo" e si parla di presunti piani di conquista della Triade, la mafia cinese. Stando alle cronache locali, è vero che in alcuni casi i nuovi proprietari cinesi hanno comprato il bar in contanti; così come è vero che ci sono stati casi di evasione fiscale o tentativi di corruzione per eludere la burocrazia. Si tratta di casi singoli, che non riguardano tutti i 260mila cinesi residenti in Italia. Senza contare il fatto, inoltre, che non si tratta di reati commessi esclusivamente dalla comunità cinese.
    e soprattutto che si tratta di reati che non disturbano più di tanto gli italianissimi venditori, anzi..

  3. #3
    duca di rivoli
    Data Registrazione
    27 May 2009
    Località
    LOMBARDIA - Alpi
    Messaggi
    14,179
    Mentioned
    52 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Pericolo Giallo

    e pensare che l'oppio in cina lo abbiamo imposto noi occidentali con una guerra...

  4. #4
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    35,038
    Mentioned
    254 Post(s)
    Tagged
    45 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Pericolo Giallo

    i gialli venivano percepiti dalla pubblica opinione come pericolosi perchè appartenenti ad una cultura chiusa endogamica impermeabile dall'esterno, e perchè numerosissimi, di fatto gli unici paesi (Giappone, Corea, Cina...) a non essere stati colonizzati quindi "civilizzati" dall'Occidente

    oggi al loro posto ci sono un pò i musulmani, non si sono ancora modernizzati e laicizzati, immigrano qui, hanno il potere petrolifero e figliano come conigli

    le due guerre dell'oppio spostarono l'equilibrio dall'Oriente all'Occidente per i successivi 100 anni
    se non erro nel corso del '700 la Cina era progressivamente cresciuta come PIL, accumulando un surplus commerciale con l'Europa enorme, le guerre dell'oppio, garantendo il commercio di quella droga (sostanzialmente l'unica cosa che l'Occidente riusciva a smerciare in Cina...) contribuì a pareggiare la bilancia commerciale
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  5. #5
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    334 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito Re: Pericolo Giallo

    Nel 700 il PIL cinese stagnò, solo la popolazione aumentava, ciò fece della Cina un paese povero e preparò la crisi dell'800.
    L'Europa riuscì a produrre la sua porcellana già all'inizio del 700, nello stesso periodo si avviò la produzione di Tè in india,
    Quindi al tempo delle guerre dell'oppio non esisteva più un problema di bilancia commerciale con la Cina,
    ma gli europei preferivano vendere oppio che altri beni.

    Piuttosto l'impero cinese che perse una guerra contro poche navi inglesi,
    poco dopo sfoggiò notevole potenza militare contro la rivolta dei T'ai Ping....
    Addio Tomàs
    siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i 5 stelle

  6. #6
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    334 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito Re: Pericolo Giallo

    Ricordiamo anche che ben 40 anni dopo le guerre dell'oppio, all'apice del suo sviluppo, l'Inghilterra quasi perse una guerra contro gli Zulu,

    L'impero cinese era pursempre una grande potenza, per cui non credo che all'epoca si potesse battere senza la complicità del maltollerato regime straniero dei Manciù,
    che in pratica si allearono agli occidentali per tenere sottomesso il popolo cinese.
    Addio Tomàs
    siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i 5 stelle

 

 

Discussioni Simili

  1. Pericolo giallo (come il grano...)
    Di Majorana nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-10-10, 01:42
  2. Pericolo giallo
    Di Sheera (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 01-07-07, 11:41
  3. pericolo giallo (verde)
    Di Legionnaire nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-08-04, 17:08
  4. Contro il pericolo giallo ci vogliono i dazi!
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-12-03, 13:43
  5. il pericolo giallo in Italia
    Di Felix (POL) nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 20-08-02, 03:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226