23 ottobre 1943. La ballerina polacca di fede ebraica Franceska Mann è tra coloro che verranno uccisi nel campo di sterminio di Auschwitz. Nel crematorio4 le viene ordinato di spogliarsi per poi dirigersi nelle camere a gas. Probabilmente sapendo che era prossima alla morte, decide di vendere cara la pelle. Sfila la pistola all'ufficiale nazista Josef Schillinger esplodendogli due colpi che lo uccidono e ferisce un sergente. Scoppia una rivolta sedata dalle mitragliatrici di altri ufficiali accorsi ai ripari. Franceska rimane uccisa ma verrà ricordata per sempre come l'eroina di Auschwitz

(fonte:
https://www.facebook.com/IsraelAkshav/photos/a.607823359375112.1073741828.607394359418012/776078882549558/?type=3&theater )