User Tag List

Pagina 24 di 24 PrimaPrima ... 142324
Risultati da 231 a 239 di 239
Like Tree52Likes

Discussione: + Gothic +

  1. #231
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    105 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: + Gothic +

    Esempio di new wave darkeggiante (oggi si direbbe "gothic" tout court, ma all'epoca si era più schizzinosi )




    Ultravox - Visions In Blue
    SADNESS IS REBELLION

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #232
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    105 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: + Gothic +

    Mi è sempre piaciuto Marc Almond e il suo repertorio da crooner maledetto sempre in bilico tra godibili motivi danzerecci e raffinate prove autoriali. Ha avuto anche una bella fase goth il nostro.




    Soft Cell - Youth (1981)




    Almond protagonista della prima Goth Scene, 1982 circa
    SADNESS IS REBELLION

  3. #233
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    105 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: + Gothic +



    Marc Almond - Black Lullabye (1987)
    SADNESS IS REBELLION

  4. #234
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    105 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: + Gothic +

    Marc Almond all'epoca di "Vermin in Ermine"




    Marc Almond - Tenderness Is A Weakness (1984)




    Marc Almond in posa per la cover di "Vermin in Ermine". Da notare i diabolici cornetti ostentati.
    Almond è stato anche membro della Church of Satan di Anton LaVey.
    SADNESS IS REBELLION

  5. #235
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    14,110
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito Re: + Gothic +

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Ma Eldritch e i Fields appartengono già alla seconda generazione goth e non sono certo loro a fare testo. Astbury ha avuto un'evoluzione (o involuzione) singolare dai Southern Death Cult ai Cult.
    La prima generazione Goth è quella di Joy Division e Siouxsie and the Banshees, Bauhaus e Cure. Sono loro a fissare i canoni, musicali ed estetici che poi il "Batcave" fisserà in un clichè.

    Io comunque volevo sottolineare la cosa perchè ho notato un pizzico di misoginia (non mi riferisco a te, ma al quadro generale).
    Andiamo! Questi sono stereotipi. Il metal è cambiato molto dagli anni '80. Gente come Ted Nugent o i Manowar , che non ho mai potuto sopportare, fanno parte del passato. Ti consiglio di ascoltare gruppi doom, gothic o anche black metal per capire che non sempre le espressioni di machismo sono caratteristiche di questo genere. Non mi dirai, per esempio, che Anathema e Opeth sono dei cazzoni palestrati soliti mostrare i loro muscoli oleati. Stesso discorso per The 3rd and the Mortal, Agalloch, MDB e chissà quanti altri.

    Certo, permane un substrato "macho-sciovinista", ma ti posso fare una lista di musicisti metal omosessuali (tanto per dirne una!)

    Riguardo la misoginia: anche qui andrei piano. Molti autori cari alla cultura dark/gothic (Baudealaire, Nietzsche, Crowley...) erano abbastanza misogini. Se ascolto i Joy Division, poi, non noto tutta questa "femminilità" quanto, invece, un forte e desolante mal di vivere.

    Poi è chiaro: ai tempi i metallari erano la banda dei cazzuti, mentre i dark quella delle anime inquiete e sofferenti. Ma non dobbiamo parlare , per l'appunto, di "bande". Soprattutto oggi: periodo che ha visto il superamento di molti steccati sonori e perfino antropologici.
    Socialismo patriottico

    Jerome, smaschera il nazitrotskista!

  6. #236
    Forumista
    Data Registrazione
    24 Dec 2010
    Messaggi
    813
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: + Gothic +

    Piu' che gothic,qui siamo sul neo-folk ma certe atmosfere sono quelle
    Tomàs presente

  7. #237
    Forumista junior
    Data Registrazione
    31 Oct 2018
    Messaggi
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: + Gothic +

    Dark Ambient dalla Norvegia https://youtu.be/p-aQvpgosjs
    ddrunkabilly likes this.

  8. #238
    Forumista senior
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Messaggi
    1,940
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: + Gothic +

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Sto comprando anch'io un po' di cose nuove, ma nel complesso gli albums che considero davvero riusciti, importanti per me, sono pochini.

    Non so come la vedi tu, ma a mio parere la scena goth attuale è caratterizzata da una certa omologazione, quando invece, paradossalmente, la spinta originaria era quella di distinguersi gli uni dagli altri, essere unici. Anche se poi musicalmente c'erano parecchie affinità, ogni gruppo ci teneva ad essere riconoscibile per un determinato motivo. Chi curava i testi, chi l'immagine, chi guardava alla poesia, chi all'esoterismo... Perchè al fondo dell'animo goth c'è per l'appunto questa sensazione di unicità, di estraneità da tutto il resto. Il dark si consumò tutto in pochi, irripetibili anni perchè nessuna band voleva rifare lo stesso disco, tranne magari gli Alien Sex Fiend fedeli ad un'immagine e ad un ruolo fino alla fine. O i Christian Death... Ma la bellezza e il valore delle uscite discografiche tra 1979 e il 1986, l'epoca d'oro del Dark, stava nel dar forma a capolavori che prescindevano da un clichè. Per tutti o quasi, il punto di partenza e di paragone furono i Joy Division. Che durarono due anni. I Banshees sono stati sempre una band "gothic", ma l'identificazione con la scena musicalmente è durata solo per una piccola fase della loro nemmeno lunghissima carriera. Oggi ci sono gruppi che in molti ancora non conoscono e che sono sulla scena da trent'anni. I tempi si sono dilatati quasi all'infinito. Ma quanto di tutto il materiale pubblicato dagli anni novanta in poi regge il confronto con il decennio precedente?

    Facciamo qualche esempio. A me piacciono parecchio i Faith and the Muse che hanno iniziato nel 1994. Considero i loro dischi tutti validi (mi manca l'ultimo, introvabile, ma so che è molto bello). La voce di Monica Richards poi è forse la migliore in circolazione dai tempi di Siouxsie, Liz Fraser e Lisa Gerrard. Il supergruppo dei The Eden House ha al suo attivo degli album altrettanto interessanti che per quanto non particolarmente innovativi risultano estremamente suggestivi per chi apprezza da sempre un certo sound. Questi gruppi partono da una base postpunk per spaziare sul fronte etero e perfino folk, ragione per cui l'ascolto non è come in altri casi piuttosto monocorde.

    La darkwave, con una base elettronica piuttosto fissa, risulta a mio avviso meno interessante. Ci sono album davvero riusciti (gli ultimi, rispettivamente, di Clan of Xymox, Frozen Autumn, e Kirlian Camera), ma nel complesso personalmente non salverei tantissimo di una produzione col tempo fattasi davvero notevole.

    Una certa ripetitività e mancanza di ispirazione la ritrovo sia nella produzione "ethereal" che in quella "deathrock". In entrambi i casi bisogna salvare un album da una discografia e talvolta un brano da un album. Non c'è molta continuità.

    Per tale ragione due gruppi molto diversi che a mio avviso possono essere presi ad esempio per un gothic che si faccia apprezzare al di là dell'aspetto meramente musicale sono gli Inkubus Sukkubus e i Lebanon Hanover. Gli Inkubus Sukkubus sono un gruppo con trent'anni di attività che non si è mai allontanato dalle sue classiche radici postpunk per quanto abbia fatto uso massiccio della batteria elettronica. Hanno inciso molti dischi tra cui non si conta nessun capolavoro e solo qualche buon risultato complessivo. Tuttavia sono una cult-band per eccellenza, in quanto hanno veicolato un messaggio pagano che ne ha fatti quasi i portabandiera della Wicca nell'ambito del gothic rock. Mi ricordano per certi versi i Cramps, tutt'altro che abili musicisti, in grado di cantare sempre la stessa canzone, e però riconoscibili per un'idea di fondo, qualcosa per la quale tu dici: sono i Cramps e non altri. E qui: sono gli Inkubus Sukkubus e non altri.
    I Lebanon Hanover, al contrario sono assai più recenti (2012) e non hanno mai toccato il tema dell'esoterismo. Si sono invece rifatti al filone "esistenzialista" del Dark, infarcendo un sound minimale e volutamente monotono e rallentato, di inquietudini riguardo il vivere e il sentirsi estranei riguardo alla società di massa. Nulla di nuovo e anzi calcolato revival, epperò al tempo stesso la capacità di reinventare un genere facendo perno su un motivo basilare del gothic, ovvero il sentirsi depressi, alienati.

    L'ultimo dei Death in June, ""Essence!", ha avuto recensioni positive ma non aggiunge obiettivamente nulla ad un'onorata carriera i cui momenti salienti risalgono a molti, molti anni fa. L'ultimo dei Current 93 è piaciuto ancora di più, ma io non l'ho ascoltato. Personalmente sono un po' stufo dell'industrial in chiave neofolk o futurista. E' sempre stato un genere affine ma autonomo dal "gothic rock" e io mi sono trovato a seguirlo per alcuni anni senza mai identificarmi troppo con esso. Riguardo il filone industrial-dance, futurepop o edm, a volte mi capita di ascoltare qualche brano potente che ti si stampa nella testa, ma anche qui ci troviamo dinanzi ad una scena che può considerarsi al massimo "cugina" di quella del "goth". Gruppi storici come i Covenant o i VnV Nation continuano a produrre album validi e sono ormai dei caposcuola, ma il loro immaginario è quello di Matrix, mentre i Bauhaus si rifacevano all'espressionismo tedesco. Questi guardano al futuro, mente quegli altri al passato. Da una parte il cinema, dall'altra l'arte. C'è un bello stacco culturale e generazionale. Il Dark anni ottanta aveva un rapporto di attrazione/repulsione verso le macchine, la tecnologia. Nell'industrial la tecnologia è onnipresente e sembra non lasciare libertà di scelta. Ti concede solo di ballare, di saltare, al suo ritmo, fino al climax. E' come una droga, un trip. Può esaltarti, ma alla lunga anche stufarti.

    Quello che non mi stufa mai è invece un certo suono di basso o di chitarra, un look da folletto metropolitano, l'ispirazione poetica e malinconica, la visione magica, la filosofia esistenzialista. Quando ritrovo in un gruppo questi aspetti mi sento sempre a casa, come se il tempo non fosse mai passato.
    Puoi provare con interpol e soviet soviet... niente di eccezionale ma si lasciano ascoltare. Il mood è quello.



    LupoSciolto° likes this.

  9. #239
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    14,110
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito Re: + Gothic +

    Soviet Soviet, soprattutto, hanno un bel sound.
    Socialismo patriottico

    Jerome, smaschera il nazitrotskista!

 

 
Pagina 24 di 24 PrimaPrima ... 142324

Discussioni Simili

  1. American gothic.
    Di Hägar the Horrible nel forum Fondoscala
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 22-05-13, 10:44
  2. American Gothic.
    Di amerigodumini nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 14-02-11, 07:46
  3. Ci sono Gothic Lolita su PIR?
    Di Atlantideo nel forum Fondoscala
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 24-06-10, 14:37

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226